...

arte ConteMporanea aBita a lisBona passaporto per la faMa viaggio

by user

on
Category: Documents
691

views

Report

Comments

Transcript

arte ConteMporanea aBita a lisBona passaporto per la faMa viaggio
MY OWN
LISBOn
Museu Colecção Berardo
Arte contemporanea
Abita a Lisbona
Intrevista Jorge Palma
Passaporto per la fama
Aqueduto das Águas Livres
Viaggio nella Storia
ARTE
TEATRO
DANZA
MUSICA
NOTTE
ARTE
TEATRO
DANZA
MUSICA
NOTTE
INDEX
5
ARTE
MODERNA E
CONTEMPORANEA
19
Situato all’interno del Centro
Cultural de Belém, a pochi metri
dal Tago, il Museu Colecção
MY OWN LISBON
La rivista-guida dei turisti che visitano
Lisboa
Nº 3
Berardo ha introdotto la
capitale portoghese nel circuito
COLARES
internazionale dell’arte moderna
e contemporanea.
La produzione di uno dei
migliori vini portoghesi, che
PROPRIETÀ
Turismo de Lisboa
Rua do Arsenal, 15
1100-038 Lisboa
T: +351 210 312 700; F: +351 210 312 899
E-mail: [email protected]
www.visitlisboa.com
8
DIRECTTRICE
Paula Oliveira
JORGE PALMA
EDITORE
i più venduti in Portogallo. È
I suoi dischi sono sempre tra
giunto il momento per questo
interprete e compositore
di conquistare notorietà
Edifício Lisboa Oriente
Av. Infante D. Henrique, 333H, Esc. 49
1800-282 Lisboa
T: +351 21 850 81 10; F: +351 21 853 04 26
Email: [email protected]
STAMPA
Sogapal
100.000 esemplari
portoghese, spagnolo, inglese,
francese, tedesco, italiano
Registro nº 231744/05
internazionale.
stava quasi per scomparire,
acquista una nuova vita.
24
PALÁCIO
NACIONAL
DA AJUDA
L’ultima residenza della famiglia
_2
3
29
VILA FRANCA
DE XIRA
Vila Franca de Xira, città alle
porte di Lisbona, ricca di
tradizioni secolari, apre al
pubblico un museo unico,
che celebra il movimento
neorealista.
reale portoghese ospita
importanti collezioni di arte
decorativa e conserva tesori di
inestimabile valore.
10
CUCINA MEDITERRANEA E TRADIZIONALE
20
NUOVA GIOIELLERIA PORTOGHESE
23
NECTAR WINEBAR
04
LA MIA LISBOA, di ISABEL PIRES DE LIMA
“Azzurro e Luce”
LA MI Lisboa
Storicamente, è un punto di partenza
e di arrivo, di confluenza di culture. A
Lisbona si sente che esiste il mondo,
un mondo immenso che si stende
al di là del luogo in cui siamo. Provo
questo sentimento quando guardo il
Tago e il Mar da Palha da uno dei punti
Azzurro e Luce. È così, fin dall’infanzia,
Isabel Pires de Lima
Ministro della Cultura portoghese
alti della città: dall’Alfama, dalla cupola
che sento la città in cui non sono nata,
del Panteon Nazionale o dal Palácio da
Lisbona, e che solo occasionalmen-
Ajuda.
te ho abitato. Mi capita di restare più
Forse perché si tinge di Azzurro e di
spesso nella capitale da due anni e
Luce, Lisbona è stupefacente nel suo
mezzo, da quando ho assunto la cari-
carattere spiccatamente visivo. Straor-
Amoreiras o le cosiddette Avenidas
ca di Ministro della Cultura. Vivo in uno
dinari complessi monumentali, edifici
Novas (“Viali Nuovi”), la cui atmosfera
dei quartieri più tipici della città, Cam-
secolari, che conservano storie di altri
mi fa ancora ricordare qualcosa del
po de Ourique. È un luogo privilegia-
tempi, si rivelano qua e là irrompendo
Portogallo della mia infanzia.
to, in cui si sente ancora il pulsare della
nel cielo luminoso ed imprimendo al
Concludo ricordando un altro luogo
gente nei suoi piccoli gesti quotidiani:
paesaggio il fine tratteggio di armo-
per me eletto: il Terreiro do Paço, sicu-
le vicine che chiacchierano all’angolo
niose tonalità.
ramente una delle più belle piazze del
della strada, il commercio al dettaglio
Ma Lisbona si respira e si sente anche
modo, un simbolo architettonico noto
con un volto ed un nome, i giardini in
nelle più piccole piazze o nei viali più
ed apprezzato a livello internazionale.
cui al pomeriggio i bambini si diverto-
cosmopoliti. Parlo di spazi così diversi
Con tante virtualità da scoprire nella
no ed i più anziani giocano a carte. La
come la Praça das Flores, il Jardim das
vita urbana. Simbolo massimo di una
vita di quartiere di una Lisbona di altri
città innamorata di un fiume. Da Lis-
tempi, che ho scarsamente conosciu-
bona, direi, è proprio dal Tago che si
to ma che comunque è indissociabile
osserva il mondo.
dalla mia immagine della città.
Lisbona è una città con un orizzonte
che ci invita sempre a fuggire con lo
sguardo verso lo spazio sconfinato.
ottobre 2007
Museu Colecção Berardo
una
grande
collezione
per
Lisboa
La capitale portoghese ha una
nuova collezione di arte moderna e
contemporanea. Il Museu Colecção
Berardo, situato all’interno del
Centro Cultural de Belém, a pochi
metri dal fiume Tago, raccoglie
infatti uno stupefacente insieme di
opere d’arte e promette diventare
un riferimento importante a livello
europeo.
_4
5
de Belém, il Monastero di Jerónimos ed il Giardino
Botanico di Ajuda, tanto per citarne alcuni) si trovano
nelle vicinanze.
nucleo “Figura Reinventada” sono riunite opere di
Riunita dall’imprenditore milionario Joe Berardo, la
Per la mostra inaugurale il direttore artístico Jean-
Collezione Berardo è internazionalmente nota per il
François Chougnet ha scelto “le migliori” duecen-
Francis Bacon, Balthus, Eric Fischl, Pierre Klossowski e
significato di alcuni dei suoi nuclei e perché rende
tocinquanta tra le 862 opere che fanno parte della
Paula Rego, padroni di stili figurativi molto singolari;
possibile seguire il processo evolutivo dei principali
raccolta della Fundação de Arte Moderna e Contem-
nel nucleo “Poder da Cor” (“Potere del Colore”) sono
movimenti artistici del XX sec.
porânea - Colecção Berardo. La mostra è stata divisa
esposti esperimenti monocromatici di Frank Stella e
Le opere, esposte con una marcata impronta didat-
in sette nuclei. Opere di artisti internazionali come
Yves Klein.
tica, rappresentano più di 70 correnti artistiche. La
Pablo Picasso, Francis Bacon, Balthus e Andy Warhol
“Autonomias” (“Autonomie”) è il titolo scelto per un
visita alla Collezione, raccolta all’interno del Centro
sono esposte affianco a opere di alcuni tra i principa-
insieme di opere di artiste donne, per molto tempo
Cultural de Belém (già di per sé edificio emblematico
li artisti plastici portoghesi, tra cui Paula Rego, Vieira
costrette ad essere “appena modelli tradotti dallo
dell’architettura contemporanea portoghese) è di-
da Silva, Pedro Cabrita Reis e Ângelo de Sousa. Nel
sguardo e dall’immaginario degli uomini”, secondo
ventata pressoché obbligatoria per gli abitanti della
Jean-François Chougnet. Le donne dominano ques-
capitale e per i suoi visitatori: il Tago scorre lì vicino
ta zona della mostra con fotografie (Helena Almei-
ed alcuni dei più bei monumenti di Lisbona (la Torre
da), performances come quelle dell’artista di origi-
Andy Warhol
e Roy LichtensteiN
_6
7
ne cubana Ana Mandieta, film in Super 8, disegni e
indiano Vivian Sundaram. “Surrealismo e Mais Além”
sculture (Cindy Sherman, Francesca Woodman) che
(“Surrealismo e Oltre”), il settimo nucleo, riunisce
affrontano problematiche quali la violenza sessuale, i
opere di artisti come Max Ernst, René Magritte, Ro-
tabù ed i pregiudizi.
berto Matta e Mário Cesariny. Quest’ultimo, uno dei
Nel nucleo dedicato ai “Minimalismos” (“Minimalismi”) sono rappresentati nomi quali Carl Andre,
principali nomi del surrealismo portoghese, è morto
Museu Colecção Berardo
Centro Cultural de Belém
Praça do Império
1449-003 Lisboa
Tel. 213 612 913
E-Mail: [email protected]
recentemente ed è stato celebrato nel nuovo Museo
Lourdes Castro. Nel nucleo “Re-Take” si è cercato di
Opere di artisti internazionalmente
Calouste Gulbenkian, del Museu do Chiado e della
ricreare l’installazione “A Tradição Como Aventura”’
consacrati come Francis Bacon, Balthus,
Fundação Cupertino de Miranda.
(“La Tradizione come Avventura”) dell’artista por-
Andy Warhol, affianco a noti artisti por-
Il Museu Colecção Berardo ha in progetto
toghese Ernesto de Sousa, realizzata nel 1978 nella
toghesi come Paula Rego, Vieira da Silva,
l’organizzazione di altre mostre in questo suo pri-
Galleria Quadrum a Lisbona. Sempre qui è esposta
Helena Almeida, Pedro Cabrita Reis, Jor-
mo anno di vita: “Um Teatro Sem Teatro” (“Un Teatro
“364 Suisses Morts”, di Christian Boltanski, che utilizza
ge Molder e Ângelo de Sousa.
senza Teatro”) (in coproduzione con il Museo di
Donald Judd e Dan Flavin. Il nucleo “Pop & C.ª, a
sua volta, comprende opere di Andy Warhol, Claes
Oldenburg, Roy Lichtenstein e della portoghese
come punto di partenza fotografie di necrologi del
con un insieme di alcuni dei suoi lavori più significativi provenienti dalla sua raccolta e da prestiti di collezioni del Centro di Arte Moderna della Fundação
Arte Contemporanea di Barcellona); la BES Photo;
giornale “Le Nouvelliste du Valais”, un insieme di foto-
un’esposizione di Ângela Ferreira nell’ambito della
grafie in bianco e nero dell’artista portoghese Jorge
quale sarà anche rappresentato lo spettacolo teatra-
Molder, che ha usato in modo fantastico la sua stessa
le “Maison Tropicale” ed una retrospettiva di Le Cor-
immagine, ed una serie di fotomontaggi dell’artista
busier (in collaborazione con il Vitra Museum).
Jorge Palma
Alla fine degli anni
settanta Jorge
Palma percorreva
locali, bar e la
metropolitana di
Parigi suonando
Bob Dylan,
Leonard Cohen,
Paul Simon e
Crosby, Stills &
Nash. Fu un’epoca
che segnò
profondamente
questo cantautore
che i portoghesi
lanciano
ripetutamente al
“top” delle vendite
e che i critici e la
stampa nazionale
riveriscono.
2007 Voo Nocturno
2004 Norte
Discografia
2001 Jorge Palma
1989 Bairro do Amor
1986 Quarto Minguante
1985 Lado Errado da Noite
1984 Asas e Penas
1982 Acto Contínuo
1979 Qualquer Coisa Pá Música
1977 ‘Té Já
1975 Com uma Viagem na Palma da Mão
Una luce che
non esiste in
nessun’altra città
_8
9
tava in strada. “Vivere a Parigi ha significato per me
stare per la strada, cantare per la strada, conoscere
profondamente la città ed il ruolo che in essa svolge
la musica”. I ricordi di questa fase sono molti: “Posso
dire di aver cominciato a cantare veramente a Parigi
Voo Nocturno
Palma è senza dubbio un talento portoghese che
ed in inglese!” dice il musicista.
ogni visitatore deve scoprire e portare con sé nel
Jorge Palma ha vissuto come esiliato politico in Da-
bagaglio, tra le altre preziosità locali che solo i viaggi
nimarca, dove si recò nel 1973 per non fare il servizio
consentono di conoscere, nonostante l’assenza di
militare nelle antiche colonie portoghesi. Era a Cope-
Il più recente album del musicista si intitola “Voo
frontiere del mondo globalizzato.
naghen quando seppe, dalla BBC, della Rivoluzione
Nocturno” e si richiama all’omonimo libro di Saint-
Questo cittadino del mondo, trovatore all’altezza di
del 25 Aprile, che rese possibile il suo ritorno in Por-
Exupéry. Sono in tutto 12 canzoni le cui sonorità pos-
Leonard Cohen o Bob Dylan, è affascinato dalla luce
togallo. Dopo il suo rientro in patria incise un disco
siedono un certo, seppur personalissimo, ambiente
senza pari della città di Lisbona. Per lui, la capitale
di originali (“Qualquer Coisa Pá Música”) e fece vari
“Neil Young”. Si tratta di un disco intimista, con arran-
portoghese “è la prima di tutte le città per la sedu-
spettacoli dal vivo, da solista o col gruppo acustico
giamenti semplici, in cui il singolo “Encosta-te a mim”,
zione di questa luce unica, per il colore che la stes-
“O Bando”. Il riconoscimento di pubblico e critica è
una ballata d’amore, si alterna con “Rosa Branca”, di
sa luce crea e che tutto contagia”. Malgrado la sua
giunto nel 1989, com “Bairro do Amor”, ritenuto uno
un rock puro e duro in cui si fanno sentire la chitarra
ammirazione incodizionata per Lisbona e sebbene
dei migliori album della musica portoghese del XX
elettrica e l’ hammond organ .“O Centro Comercial
sia spesso definito “trovatore errante” dai giornalisti,
sec.
Fechou” è un ritratto sociale bellissimo e duro, mentre
Palma si sente a suo agio anche in città come Parigi,
Oltre alla carriera da solista Jorge Palma ha intrapre-
“Gaivota dos Alteirinhos” mostra uno stile personale
New York e Oporto, dove vive metà del suo tempo.
so un fruttuoso e creativo percorso professionale di
che eleva l’artista ad uno dei punti più alti della sua
A Lisbona, Palma ama passeggiare lungo il fiume ma
collaborazioni che il visitatore di Lisbona non può
carriera. Il CD contiene anche un brano strumentale
anche trattenersi a chiacchierare nei bar all’aperto
non mancare di scoprire.
in ambiente chill-out lounge. Arrendetevi alla vostra
del Páteo Bagatella, cenare al Bairro Alto, fare un salto
curiosità ed ascoltate subito il nuovo disco di Jorge
a tarda ora al Bar Lux ed ascoltare musica dal vivo nei
Palma, facendovi trasportare da un ambiente musica-
piccoli locali di quartieri storici come il Castelo. Gli
le con molto sentimento e riconoscendo le influenze
ambienti della musica degli anni sessanta e settanta
musicali di Tom Waits, dei Pink Floyd o addirittura dei
lo riconducono inevitabilmente al tempo in cui can-
Beatles del loro periodo più duro.
Lisbona è famosa per la qualità e la varietà del cibo
che ha sempre messo a disposizione dei suoi abitanti
e visitatori. Incrocio di popoli, metropoli contemporaneamente mediterranea ed atlantica, fin dal XV
sec. la capitale portoghese è punto di confluenza
di influssi dell’Europa, delle Americhe, dell’Africa e
dell’Oriente.
I ristoranti della capitale, simboli indiscussi della forza della gastronomia portoghese contemporanea,
stelle
della
gastronomia
hanno conquistato un ruolo sempre più importante
nel panorama internazionale e sono il palcoscenico
di esperimenti innovativi. Tra essi, spiccano soprattutto quelli che danno continuità alle gustose tradizioni
della cucina mediterranea e quelli che recuperano i
tratti caratteristici del ricco patrimonio culinario del
Portogallo rurale. Ecco dunque un breve elenco, necessariamente incompleto, di alcuni dei ristoranti in
cui questi esperimenti hanno riscosso una grande
accettazione da parte della clientela.
Valle Flor
do Pestana
Palace Hotel
Si trova nel Palazzo Valle Flor, trasformato in un hotel
Eleven
di lusso e di charme. È uno spazio dedicato alla cucina dalle radici e dall’ispirazione portoghese, gestito
dallo chef Aimé Barroyer. Il ristorante ha già ricevu-
Recentemente distinto con una stella Michelin,
to vari premi (“Chefe Cozinheiro”; Concorso “Lisboa
l’Eleven è stato creato dallo chef tedesco Joachim Ko-
à Prova” e “Melhor Sobremesa”, in cui la sua crema
erper, uno dei più prestigiosi cuochi europei, insieme
dolce di riso con gelato alla cannella e tegola di due
ad altri dieci soci. Lo chef Koerper, che ha già ricevuto
sesami ha fatto notizia sui giornali…) ed ha ricevuto
due stelle Michelin, ama adattare la sua creatività ai
il plauso di una serie di figure pubbliche nazionali ed
paesi in cui lavora, prendendo come punto di parten-
internazionali (turisti, imprenditori e politici sono i
za i piatti tradizionali della cucina di ognuno di essi.
suoi principali frequentatori). L’arredamento caratte-
Anche l’architettura ed il design dell’Eleven, situato
rizzato da buon gusto e lusso si integra armoniosa-
nella parte alta del Parque Edoardo VII, sono degni
mente con l’insieme dell’albergo, situato nella zona
di nota. João Correia ha tracciato le linee dell’edificio,
di Alcântara – Ajuda. Un caso esemplare che dimos-
dritte e volumetriche; Joana de Vasconcelos (che ha
tra come la maestria di uno chef può rendere la cuci-
già rappresentato il Portogallo ad una Biennale di Ve-
na portoghese assolutamente insuperabile.
nezia ed è considerata una delle grandi scommesse
internazionali dell’arte portoghese contemporanea)
Rua do Jau 54
1300-314 Lisboa
Tel. 213 615 600
e Jorge Cruz hanno creato gli elementi ed i particolari degli interni. Meritano dunque sia l’eccellenza e la
qualità della cucina sia il design dello spazio.
Rua Marquês da Fronteira
Jardim Amália Rodrigues
Lisboa 1070
Tel. 213 862 211
10
_
11
Belém Bar
Café
Situato nella zona che forse riflette meglio
l’inconfondibile carattere rivierasco di Lisbona, il Belém Bar Café è indicato sia per consumarvi un pasto
sia per una conversazione d’affari o un incontro informale. La magnifica terrazza e la sua vista superba
sul Tago sono sicuramente degne di nota. Il confort
del ristorante e del bar interno preparano il visitatore
ad un pasto indimenticabile, attento ed esigente. La
sera spesso il locale diventa scenario di feste trendy e
molto animate, mentre i suoi bar assicurano un ambiente tranquillo.
Av. de Brasília
Pavilhão Poente
1300-598 Lisboa
Tel. 213 624 232
Pap’Açorda
Uno dei ristoranti più emblematici di Lisbona. Situato nel quartiere bohémien del Bairro Alto, continua,
anno dopo anno, ad essere garanzia di un pasto memorabile. La mousse al cioccolato della casa ha fama
enorme ed attrae la clientela, ma in realtà si degusta
con piacere tutto ciò che viene prodotto dalla sua
cucina benedetta . La “açorda” (tipo di pancotto portoghese) è ottima, ma non è l’unico piatto capace di
deliziare il palato. Tutto il menù è sorprendente e di
alta qualità. Qui si sceglie senza timore di sbagliare,
dalla tradizionale fettina di carne alle avventure più
ardite, con una strizzatina d’occhio alla buona e tradizionale cucina portoghese.
Rua da Atalaia 57 - 59
1200-037 Lisboa
Tel. 213 514 060
A Travessa
In pieno quartiere Madragoa, questo ristorante è
ormai un punto fermo nella ristorazione di Lisbona.
Nato come ristorante di cucina belga, esso è andato
gradualmente aggiungendo piatti della gastronomia
portoghese. Oggi i pasti iniziano con degli antipasti
che riflettono la devozione capitale portoghese per
gli assaggini. I piatti principali variano giornalmente
secondo il mercato e le condizioni del mare: almeno cinque piatti di pesce e cinque di carne, oltre alle
scaloppe locali, compongono il menù del giorno. Tra
12
_
13
i piatti di pesce spiccano il riso con pesce, la pescatrice flambé, i filetti di pesce san pietro, la sogliola
al burro, i polipetto “alla convento”, i calamari fritti
in olio d’oliva ed aglio, il trancio di tonno, la razza al
vapore con i capperi... Tra le carni, spiccano l’arrosto
di cosciotto di prosciutto “pata negra”, i tournedos di
toro selvatico, il filetto di cervo con funghi selvatici,
l’onglet con cipollotti, la carne alla tartara, la coscia di
montone, le tagliatelle al fegato d’oca, il magret de
canard, le scaloppe al foie gras fresco, i filetti al pepe,
Estufa Real
il formaggio “da Serra” e la mostrarda di Digione. Ci
Ideale per concludere una passeggiata al Jardim
Travessa do Convento das Bernardas 12
1200 Lisboa
Tel. 213 902 034
Botânico da Ajuda o al Palácio Nacional da Ajuda,
sono poi i dessert, ovvero le delizie che accompagnano i commensali fino alla fine del pasto.
Belcanto
questo ampio ristorante si inserisce in un autentico
Un elogio al belcanto poteva essere tessuto solo
santuario di verde, visibile dalle sue vetrate. Una cuci-
con un bel ristorante, al suono di musica operistica.
na sofisticata offre un menù diversificato, che ricorre
Questo ristorante è già un classico della capitale, situ-
a molti piatti originali ed a prodotti nazionali con pro-
ato nei pressi del Teatro Nacional de S. Carlos e molto
poste creative. La domenica ed i festivi il brunch atti-
frequentato da imprenditori, manager e nottambuli
ra in questo locale molti notabili, attratti dalla varietà
che cenano dopo lo spettacolo. Il menù offre sugge-
di piatti leggeri e deliziosi.
rimenti di qualità come il baccalà alla “biscainha” o il
roast beef. I dolci sono indiscutibilmente gustosi.
Jardim Botânico da Ajuda
Calçada do Galvão
1400-171 Lisboa
Tel. 213 619 400
Largo de S. Carlos 10
1200-410 Lisboa
Tel. 213 420 607/8
Dare da bere
È uno dei più belli ed
emblematici monumenti
portoghesi. L’Acquedotto “das
Águas Livres” si erge sulla valle
di Alcântara, attraversandola
con 35 archi. Il più grande
ha 65 metri di altezza e 29 di
larghezza!
alla città
14
_
15
fu costruito lo Chafariz dos Cavalos, più noto come
Chafariz de Dentro. Il bisogno d’acqua era così grande che la gente giungeva a fare la fila davanti ai
pochi pozzi e fontane e spesso sorgevano litigi che
degeneravano in vere e proprie risse che causavano
la morte delle persone coinvolte.
Il re Dom Manuel giunse a pensare di portar le
Sebbene sia bagnata da un grande fiume e sia nata
“Águas Livres” dalla regione di Belas e Caneças fino
non le si fosse data acqua”.
in riva al suo enorme estuario, nel corso della sua
al Rossio. Tuttavia, nonostante la ricchezza originata
La prima grande opera finalizzata a risolvere la scar-
storia Lisbona ha sempre avuto problemi di appro-
dal commercio delle spezie dall’oriente, si giunse alla
sità d’acqua fu proprio il notevole Aqueduto das
vvigionamento idrico. Tale difficoltà indusse re e go-
conclusione che le finanze pubbliche non avrebbero
Águas Livres, che riforniva le fontane di vari punti
vernanti a concepire ingegnosi piani per rifornire di
potuto sostenere un progetto così grandioso. E così
della città.Tracce di questo sistema di distribuzione
acqua potabile gli abitanti della città.
la sete continuò ad essere un problema grave nella
possono essere rinvenute ancora oggi in 53 fontane
I romani furono i primi a cercare una soluzione al pro-
capitale, tanto che Francisco de Holanda consigliò al
della città.
blema. Arrivarono anche a costruire un acquedotto
re Dom Sebastião di costruire un nuovo acquedotto,
La costruzione dell’acquedotto avvenne durante il
che portava a Lisbona l’acqua della zona di Belas,
commentando che la città “sarebbe morta di sete se
regno di Dom João V, che concretizzò varie sofisti-
rifornendo terme, bagni e fontane. Già nel Medioe-
cate costruzioni civili e religiose. L’architetto italiano
vo tuttavia di esso restavano appena poche tracce.
Antonio Canevari (1732) diede inizio all’opera, per
Una parte delle sua mura è visibile ancora al giorno
poi essere sostituito dagli architetti José da Silva Pais,
d’oggi.
Manuel da Maia e Custódio José Vieira.
La mancanza d’acqua a Lisbona si aggravò nel XV
L’acquedotto inizia alla sorgente “das Águas Livres”,
sec. Nel 1478, il re Dom João II fece riparare lo Cha-
luogo conosciuto come Mãe de Água Velha, a Ca-
fariz d’El Rei (la “Fontana del Re”) e, anni più tardi,
neças. È lungo complessivamente 19 chilometri ed
I percorsi dell’
acqua
dell’opera: 14 degli archi sono ogivali, il più grande
(e centrale) raggiunge la significativa altezza di 65
metri per 29 metri di larghezza. Nell’ultimo tratto
dell’acquedotto, anch’esso di grande valore architetarriva fino al magnifico edifício della Mãe de Água di
Amoreiras, a Lisbona.
Nel suo tragitto si innestano vari tratti: Caneiro, Fonte
Santa, Marianos, Almarjão, Rascoeira, S. Brás, Galegos,
Necessidades, Outeiro e Buraca.
Esso è, nel suo genere, il più bel monumento portoghese legato all’acqua. Possiede 109 archi, di qui 35
tonico, sorge, dopo un angolo retto, l’Arco di Amoreiras e, dopo una serie di dieci archi, la Casa da Água
o Mãe de Água. L’Arco di Amoreiras costituisce una
sezione terminale con un arco trionfale e due iscrizioni commemorative dell’arrivo dell’acqua a Lisbona nel 1748.
Sebbene avesse migliorato sostanzialmente le con-
dizioni di fornitura d’acqua alla città, non fu necessario che passasse molto tempo per giungere alla
conclusione che l’opera era diventata insufficiente.
La mancanza di strutture capaci di corrispondere
alle esigenze fece sì che la distribuzione a domicilio
dell’acqua avvenisse facendo ricorso agli “aguadeiros”, uomini che portavano l’acqua nelle case in otri o
costruiti sulla Valle di Alcântara. Su tale depressione
barili. Il prezzo dipendeva dall’abbondanza o scarsità
del terreno il tratto raggiunge un’estensione di 941
del prezioso liquido. Solo a partire dal 1880 vi fu un
metri. Su ogni lato della galleria esiste un passaggio
vero e proprio rifornimento urbano e domiciliare a
pedonale (la celebre passeggiata degli archi, “pas-
Lisbona, con la distribuzione dell’acqua proveniente
seio dos arcos”). Questo è il tratto più impressionante
dal fiume Alviela.
Água si trova incastonata la cappella della Madonna di Monserrate che già esisteva sul posto ed al cui
interno esibisce pannelli di azulejos che ricordano
l’entrada delle águas livres nella città.
La Stazione Elevatrice di Barbadinhos fu inaugura-
in ferro fuso degli interni) e la decorazione di una
Le esigenze determinate dal rifornimento domicilia-
ta il 3 ottobre 1880. Essa permetteva il passaggio
grande finestra sulla facciata posteriore della stazio-
re di acqua condussero all’integrazione, nel sistema
dell’acqua proveniente dal fiume Alviela nei depositi
ne elevatrice.
idrico, del deposito d’acqua della Mãe de Água di
di Veronica e Penha de França che da lì poi prosegui-
Il Deposito della Patriarcal, un progetto dell’ingegnere
Amoreiras, della stazione elevatrice di Barbadinhos e
va il suo percorso fino ai depositi di Arco e Campo de
francese Mary, costruito tra il 1860 ed il 1864, riceve-
del Deposito della Patriarcal.
Ourique, per la distribuzione nei punti alti della città.
va inizialmente le acque dell’ Aqueduto das Águas
Il deposito della Mãe de Água di Amoreiras, concluso
L’eccellente stato di conservazione di tutti i macchi-
Livres e fu all’epoca la più importante vasca nel sis-
nel 1834, fu concepito dall’architetto ungherese Car-
nari utilizzati nel complesso, così come il significato
tema di distribuzione di acqua realizzata per la zona
los Mardel. Dalle linee architettoniche dalla inusitata
storico e sociologico che il luogo rappresenta per la
bassa della città. Si tratta di un’imponente cisterna in
sobrietà, esso si basa su un invasamento elevato ris-
città, hanno giustificato la creazione del Museu da
pietra, situata nel sottosuolo della Piazza (più precisa-
petto alle strade circostanti. Al suo interno vi è una
Água. L’architettura dell’edificio, caratteristica della
mente sotto il giardino) Príncipe Real. La sua pianta è
cascata ed il deposito è lungo 28,7 metri, largo 24,5
Rivoluzione Industriale, merita attenzione, in parti-
ottagonale e la cupola in pietra è sostenuta da archi
e profondo 8,7. La capacità è di circa di 5500 metri
colare la facciata, l’alta ciminiera utilizzata per l’uscita
che poggiano su numerosi pilastri dall’altezza supe-
cubici.
del vapore, gli elementi in ferro (tra essi le scalinate
riore a nove metri.
All’esterno, è decorato con tre bei pannelli di azulejos
Gli interni, che hanno subito estesi lavori di recupero,
del settecento, che facevano parte della Chiesa di S.
possono attualmente essere visitati dal pubblico e sono
Lourenço di Carnide. Tra due archi vicini alla Mãe de
palcoscenico frequente di spettacoli e convegni.
Museu da Água de Manuel da Maia
Il Museu da Água de Manuel da Maia è costituito da quattro nuclei
distribuiti per la città: la Mãe de Água di Amoreiras; il Deposito della
Patriarcal e la Estação Elevatória dos Barbadinhos, dove si trova la sede
del Museo.
Rua do Alviela, 12
1170-012 Lisbona
Telefono: 21 810 02 15 ou 21 810 02 17
Fax: 21 810 02 31
E-mail: [email protected]
Orario di funzionamento: dal lunedì al sabato dalle ore 10,00 alle 18,00.
Chiuso domenica e festivi.
16
_
17
Visite Guidate
Visite “La Regina si rinfresca
– sulla Pista del Barocco”
Il percorso “A Rainha Refresca-se” ricrea lo
spirito barocco ed offre la visita a luoghi di
vera dimensione dell’acqua in quanto simbolo
inedita bellezza lungo le sorgenti, da Ca-
esoterico della Quinta da Regaleira. Queste vi-
neças alla Valle di Alcântara. Viene rifatta lo
site hanno luogo solo quando vi è un numero
stesso percorso attraverso l’Aqueduto das
sufficiente di partecipanti.
Águas Livres che la famiglia reale, la corte
ed il popolo facevano nei loro spostamenti
da Mafra a Queluz. Testimonianze del secolo
delle luci e dello spirito barocco, le gallerie
dell’acquedotto somigliano più alle ali di un
convento che a semplici condotte d’acqua.
Le bocche d’aria, poste lungo le estese gallerie, offrono uno spettacolo naturale di luci
e suoni.
Sabato e domenica dalle ore 9,15 alle 13,00
(da marzo a dicembre).
Prezzo: 52,50 € (con pranzo) e 38,05 € (senza
pranzo).
Visite “Percorsi dell’Acqua”
Con la collaborazione della Quinta da Regaleira e del Palácio de Queluz, i visitatori sono
invitati a sperimentare l’elemento “acqua”
nelle sue tre dimensioni. Tra i segreti e rituali
dei “Pedreiros Livres” (un tipo di massoneria),
gli insondabili misteri dell’Ordine dei Templari o la promessa antica di un Quinto Impero
Il Museo organizza un programma permanente di visite guidate, destinate a singoli o
gruppi, dietro prenotazione per telefono o
fax.
che manca realizzare in Portogallo, si rivela la
Visite “Dalla Patriarcal allo
Chafariz do Vinho”
il Museu da Água, in collaborazione con
l’enoteca “Chafariz do Vinho”, ha ripreso un
percorso che conduce i visitatori per le gallerie
sotterranee della città, dalla Patriarcal (Príncipe
Real) allo “Chafariz do Vinho” (Praça da Alegria).
Quest’ultima fontana è stata recuperata ed
adattata alle sue nuove funzioni di enoteca.
Dal martedì al sabato a partire dalle 18,00.
Percurso a piedi
“Dall’Acquedotto al Palazzo
Marquês da Fronteira”
Con inizio dall’ Aqueduto das Águas Livres, sulla
Calçada da Quintinha, il percorso a piedi fino al
Palácio Marquês da Frontiera, a São Domingos
de Benfica, intende creare una simbiosi tra il
patrimonio ecologico e quello storico culturale.
Fanno parte dell’itinerario visite alla chiesa di S.
Domingos de Benfica ed al Palácio dos Marqueses da Frontiera.
Dal lunedì al sabato dalle ore 10,00 alle 13,00.
Vino di Colares
davvero
unico!
Si trovano a pochi chilometri da Lisbona. Anche il mare
è vicino. Esposti a venti marittimi molto forti, i vigneti di
Colares sono protetti da canneti che conferiscono un
aspetto molto particolare al paesaggio. Il sole, il suolo, le
cure dell’uomo… il risultato è un vino davvero unico!
18
_
19
Da molti secoli sia la letteratura che gli esperti tessono elogi e riveriscono il vino di Colares, prodotto
nella regione dallo stesso nome, vicino Sintra. Abbondano le menzioni storiche sulla presenza dei
vino di Colares sulle tavole aristocratiche d’Europa e
sono noti gli elogiativi paragoni con altri vini famosi,
soprattutto i francesi.
La buona notizia è che questo vino, fino a poco tempo fa a rischio di estinzione, conosce ora una nuova
spinta produttiva, grazie all’applicazione attenta di
Vini Bianchi
Ricchi di cloruri, di color paglierino, aciduli e
morbidi con aroma molto caratteristico.
Legano bene con pesce e crostacei, come per esempio branzino al forno, sarago alla griglia, il granchio ripieno, la
granceola e vari aperitivi.
Temperatura consigliata: 12ºC
Vini Rossi
Ricchi di cloruri, tanninici ed aspri quando giovani, diventano equilibrati e vellutati con l’invecchiamento, sviluppando un gradevole bouquet.
Legano bene con carni rosse non condite o dalla preparazione ricca come ad
esempio il filet mignon, carni di maiale alla griglia e carni ovine.
Temperatura consigliata: 18ºC
un progetto di recupero ispirato alle pratiche tradizionali di coltivazione nella zona.
Grazie a quest’opera di recupero promossa dalla
Fundação Oriente, la quale ha una vocazione ed una
vasta esperienza in progetti di restauro del patrimonio, oggi è possibile prevedere un futuro positivo per
la vigna di Colares, riconosciuta dall’UNESCO come
elemento eccezionale del paesaggio agricolo nella
regione di Sintra.
Attualmente è possibile assaggiare e comprare questo vino nei migliori wine shops di Lisbona. Il vino di
Colares raggiunge la sua massima qualità solo dopo
diversi anni, sebbene la posa minima sia di 18 mesi.
Di color rubino, unisce un vellutato ed un bouquet
eccezionali con l’invecchiamento.
Gioielleria in argento
Una nuova
generazione
di
artisti
Ardita, urbana e moderna, la gioielleria portoghese in argento ed altri materiali
ha da tempo smesso di essere considerata “semigioiello” o bigiotteria.
Essa è di fatto un’autentica espressione artistica che possiede oggi una
proiezione internazionale e ricorre ogni volta di più alle nuove tecnologie.
I nuovi gioielli di Lisbona sono semplici ed urbani.
Sono oggetti reinventati dai creatori nazionali che,
ad esempio di quanto succede un po’ in tutto il
mondo, mettono in discussione la funzione degli ornamenti e portano ironia e buonumore alle giornate
più grigie. Esiste a Lisbona una nuova generazione di
creatori che comincia a farsi notare ed a conquistare
visibilità anche all’estero.
Due scuole della capitale sono state decisive in
questo processo di rinnovamento: l’AR.CO (Centro
de Arte e Comunicação Visual, http://www.arco.pt)
e la Contacto Directo (http://www.contactodirecto.
org). Entrambe sono state responsabili di gran parte
della formazione e trasmissione delle conoscenze
tecniche in questo che può essere considerato un
autentico “boom” generazionale.
I giovani creatori portoghesi di gioielli utilizzano
ampiamente l’informatica e le nuove tecnologie, sia
nel processo creativo che nella commercializzazione
delle loro opere. Si tratta di una generazione che si
sente perfettamente a suo agio nell’ambiente cosmopolita in cui si è formata. È il caso, ad esempio, di
Ana Cardim (http://www.anacardim.com), che divide
la sua attività professionale tra Barcellona e Lisbona.
Il suo già rinomato “Swing Bracelet” può essere attualmente visto al Museum of Contemporary Crafts di
Portland (Stati Uniti).
La gioielleria d’autore torna dunque a Lisbona e,
come conviene, vi torna con il suo marchio personale e provocatore. Riflesso di questa effervescenza
creativa è la recente apertura, nel cuore della città, ad
un passo dal Bairro Alto, di un caffè-vetrina di gioielleria d’autore. Fabiana Verceletto è l’ideatrice del Jóia
Cafè Paralsso (in Rua Marcos Portugal 17, nelle vici-
20
_
21
tale. È il caso di Elza Pereira (http://www.elzapereira.
com), che ha scelto Velado dos Frades (Rua Professor
Arlindo Varela 165) per creare i suoi gioielli in smalto e
Maria Catarina Fernandes (Kali Designs, http://www.
kalidesigns.net), che in Rua Afonso de Albuquerque,
7, Caxias, lavora magnificamente l’argento.
nanze della Praça das Flores) frequentato da creativi,
designers di moda e da un pubblico molto vario. Un
vero paradiso per gli intenditori.
Un po’ in tutta la città vi sono poi gallerie d’arte che
meritano una visita, per i gioielli che espongono ma
non solo. Una di esse è la Galeria 9Arte, in Avenida
Dom Luís 22 (http://www.9arte.com) che espone interessanti modelli di David Lopes e Teresa Malheiro
in un ambiente stimolante che miscela libri, quadri
e sculture. Un altro luogo di larga tradizione nell’arte
della gioielleria è la Galleria Reverso (http://www.
reversodasbernardas.com), in Rua da Esperança, 59,
in cui si possono acquistare begli oggetti in argento
ossidato di Paula Crespo e spille d’argento di Pedro
Calapez, tanto per citare alcuni degli artisti più noti
a livello nazionale ed internazionale. Vale inoltre fare
una visita alla Pedra de Toque, di Joana Simões, per
apprezzare esemplari di gioielleria contemporanea
affiancati da accessori di moda, quadri ed elementi
d’arredo. Si trova in Prof. Queiróz Veloso Bloco G –
Loja 3 nel quartiere di Telheiras (http://joana-simoes.
blogspot.com). Un altro indirizzo da tenere in considerazione è: Galeria Corrente d’Arte (Av. D. Carlos I,
109, http://www.correntedarte.blogspot.com), dove
si possono ammirare creazioni di decine di artisti.
Vi sono poi creatori che non sono permanentemente
a Lisbona, ma “esportano” le loro creazioni nella capi-
Cristina Jorge (spille e merletti in argento, contas di
vetro) partecipa al progetto HeARTJÓIA, che riunisce un gran numero di creatori e punta soprattutto
allo sviluppo di una cultura artistica nel settore della
gioielleria contemporanea e altre arti parallele. Organizza workshops e corsi in tutto il paese (http://heartjoia.blogspot.com o http://artjoalharia.blogspot.
com). Cristina lavora regolarmente a Benedita (Rua
de S. Jorge, 20)
Sobrie, sofisticate e moderne sono le creazioni di Tereza Seabra (Rua da Rosa 158-160 A, nel Bairro Alto).
La Seabra (http://www.terezaseabra.com), docente
invitata di gioielleria all’Art Centre Y, di New York e
fondatrice a Lisbona del Dipartimento di Gioielleria
dell’AR.CO, è un’artista alla ricerca incessante della
perfezione. Nella sua galleria il visitatore può conoscere alcune delle opere prodotte nel corso della sua
carriera nonché apprezzare creazioni di altri autori.
Tereza Seabra espone inoltre anche molti gioielli in
oro.
Néctar WineBar
in
nome
del
vino
In un ambiente di buon
gusto, osate scoprire il
vino portoghese di qualità.
L’esperienza può estendersi
o completarsi con un
pasto raffinato e variegato.
Siamo al Néctar Winebar, il
luogo giusto per giudicare
il patrimonio enológico e
gastronómico portoghese.
Ed anche per trovare
affinità e sintonie tra ciò
che si produce nel paese ed
all’estero.
Situato in un ex magazzino di tessuti in piena Bai-
toghese e mediterranea: insalata di peperoni con
xa Pombalina - la parte della città che fu ricostruita
formaggio di Nisa, lamelle di formaggio “da Ilha” con
dal Marquese di Pombal dopo il terremoto del 1755
olive nere e basilico, maiale nero al coccio, scaloppe
- questo locale intende soddisfare i più esigenti es-
e curry alla goese sono alcune delle delizie proposte.
timatori del buon vino. Il Néctar Winebar possiede
Il menù suggerisce inoltre rotte e percorsi intorno al
infatti una carta dei vini molto curata, estesa ed equi-
mondo (la tradizione portoghese, la cucina medi-
librata. L’offerta spazia dalla produzione portoghese
terranea, le specialità di India, Marocco o Brasile, ad
a quella internazionale. Tutti i vini della carta (più di
esempio), secondo la stagione.
sessanta) possono essere venduti a bicchiere, serviti,
Ai meno ispirati viene giornalmente suggerito un
con rotatività settimanale, alle giuste temperature e
vino ed un pasto completo: un pranzo vegetaria-
nei calici adatti. Periodicamente, il Néctar Winebar
no, uno tutto a base di insalate, un’altro incentrato
promuove i cosiddetti “wine fligths”, assaggi di tre
sugli assaggini... tutte le alternative provano che è
vini diversi (appartenenti allo stesso anno, alla stessa
possibile gustare alimenti leggeri ed equilibrati. A
casta o alla stessa regione) ad un prezzo unico.
metà giornata il tè e le tisane, i toast e i dolci pos-
Come ristorante, possiede un menù accurato che
sono sorprendere il visitatore per la loro originalità.
evidenzia una selezione di prelibatezze da gustare
Ed alla fine della giornata, visto che gli ideatori del
lungo tutta la giornata.
locale vanno orgogliosi della loro apertura di spirito,
Le specialità della casa si ispirano alla cucina por-
vengono serviti originali cocktails.
Il Néctar Winebar rappresenta un bell’elogio ai vini
ed alla gastronomia del Portogallo. E di tutto il mondo. In modo informale, sono così celebrati, in un
ambiente rilassato ed accogliente, i veri piaceri della
tavola.
Néctar Winebar
Rua dos Douradores 33
1100-203 LISBONA
Tel. 91 263 3368
Aperto fino alle 24,00
22
_
23
Palácio Nacional da Ajuda
L’ultima
L’ambiente ottecentesca della corte si avverte ancora nel Palácio Nacional
da Ajuda, che fu l’ultima residenza della famiglia reale portoghese. Si
tratta di un palazzo magnifico in ogni senso, situato in una delle più belle
zone di Lisbona. Merita una visita attenta non solo per l’importanza ed il
fasto delle sue collezioni ma anche per la storia che il visitatore riesce a
ricostruire ad ogni passo.
residenza reale
Artisti reali
La collezione di disegno del Palácio Nacional da Ajuda è costituita da
più di 400 opere realizzate, per la grande maggioranza, dai membri della
famiglia reale, tra essi il re Dom Luís I, la regina Maria Pia, Dom Carlos,
Dom Afonso e Dona Amália. Sono particolarmente interessanti i disegni
dell’album di appunti della regina Maria Pia, fatti durante i suoi viaggi
per il Portogallo. Vi sono inoltre opere di artisti come António Manuel da
Fonseca e Enrique Casanova, maestri della famiglia reale.
Abbiamo fotografie.
24
_
25
Possidónio da Silva di effettuare dei lavori di rinnovamento all’edificio, che acquistò così nuovi spazi ed
una maggiore funzionalità.
Con la proclamazione della Repubblica, nel 1910, il
Palácio da Ajuda rimase chiuso fino al 1938. Oggi,
oltre ad essere uno dei musei di Lisbona più apprezzati, è utilizzato per cerimonie ufficiali, tra cui
Il Palácio Nacional da Ajuda fu costruito a seguito
le visite di stato di presidenti e capi di governo in
del crollo del Paço da Ribeira (nel Terreiro do Paço)
Portogallo. Esso ospita altresì importanti esposizioni
avvenuto con il terremoto del 1755. Concepito per
d’arte. Ciononostante, appena un terzo del progetto
alloggiare la famiglia reale, esso fu progettato in stile
dell’edificio è stato costruito.
neoclassico da Manuel Caetano de Sousa e succes-
Le collezioni reali di arti decorative conservate nel
sivamente modificato da Francisco Fabri e José da
Palácio Nacional da Ajuda risalgono al periodo tra
Costa e Silva.
il XV ed il XX sec. Il palazzo ricrea ambienti specifici,
Solo nel 1861, dopo l’acclamazione del re Dom Luís
come la camere del re Dom Luís, quella della regina
ed il suo matrimonio con Maria Pia di Savoia, esso
Maria Pia, la Sala Verde, la sala di lettura della biblio-
divenne residenza ufficiale della Casa Reale porto-
teca, il giardino d’inverno.
ghese. Nonostante la magnificenza del piano iniziale
e le ingenti risorse finanziare investite, l’edificio non
fu sempre abitato fino a che Dom Luís vi si installò
definitivamente. Maria Pia di Savoia incaricò Joaquim
La collezione di pittura è costituita da due nuclei:
uno di essi proviene dalle collezioni della Casa Reale
e raccoglie opere rappresentative delle scuole europee dal XVI al XIX sec.; l’altro è formato da acquisti
della famiglia reale, regali avuti da altre corti, istituzioni varie e privati, oltre ad opere firmate da membri
della famiglia reale a partire dal 1862.
La collezione di scultura è costituita da circa quattrocento opere, prodotte in gran parte tra la prima metà
del XIX sec. e la seconda decade del XX sec. Meritano
un’attenzione particolare un busto della regina Maria
Pia, firmato da Santo Varni, ed uno del re Dom Luís,
scolpito da Anatole Célestin Calmels.
Per quanto riguarda i vetri, i cristalli e le ceramiche,
la collezione possiede esemplari dal XVI al XX sec. Le
Esposizione
Hermitage
L’esposizione “Arte e Cultura do Império Russo nas Colecções
do Hermitage – de Pedro o Grande a Nicolau II” (“Arte e Cultura
dell’Impero Russo nelle Collezioni dell’Hermitage – da Pedro il
Grande a Nicola II”) può essere visitata nella Galleria Dom Luís
I del Palácio da Ajuda fino al 17 febbraio 2008. Si tratta della
prima di tre esposizioni con opere dell’Hermitage che saranno
organizzate in Portogallo entro il 2010, anno in cui è prevista
l’apertura di un polo permanente del grande museo russo in
Portogallo. La mostra riunisce quadri, costumi, mobili, gioielli,
opere religiose ed oggetti di arredamento.
le collezioni reali
26
_
27
presentati su pubblicazioni specializzate. Appartiene
a questo gruppo lo straordinario servizio di piatti di
matrimonio della regina Maria Pia.
La collezione di tessili, formata a partire dalla raccolta della Casa Reale, raccoglie opere dei secoli XVII e
XVIII ed un diversificato insieme di oggetti artistici le-
La mobilia è stata riunita dalla Casa Reale durante la
opere in vetro provengono dai principali centri euro-
gati al quotidiano della famiglia reale nella seconda
seconda metà del XIX sec. nel suo insieme, la colle-
pei quali Boémia (Moser), Italia (Murano, Salviati, Fra-
metà dell’ottocento. Spiccano le collezioni di arazzi
zione esemplifica l’eclettismo dell’epoca (multipli
telli Toso e M. Q. Testolini), Francia (Baccarat, Daum,
francesi del settecento, oltre che quelli fiamminghi,
stili europei miscelati con influssi orientali, esotici e
Gallè, Scuola di Nancy), Spagna (La Granja e regione
spagnoli e tessuti da porta cinesi del XVII sec., ordi-
naturalisti). È notorio il gusto per i contrasti, alleato
della Catalogna), Austria (J&L Lobmeyr), Inghilterra
nati dai portoghesi e confiscati dalla corona alla fa-
all’esigenza del comfort e della funzionalità dei mo-
(Thomas Webb & Sons), Germania e Portogallo. La
miglia Távora. Un importante insieme è costituito da
bili. Vi sono opere firmate da rinomati artisti porto-
collezione di ceramiche comprende anche pezzi in
uniformi militari e capi di abbigliamento civili della
ghesi e stranieri.
gres e porcellane. Testimonianza del tempo e del
famiglia reale, tessili liturgici, drappeggi di lino che
La collezione del metallo, a sua volta, aggrega un
gusto della regina Maria Pia di Savoia, la Sala di Sax
decorano ancora oggi le sale del palazzo, come ten-
vasto ed eterogeneo insieme di pezzi di carattere
esibisce una profusione di porcellane di manifattura
daggi, tappeti e rivestimenti da parete.
decorativo ma anche d’uso, che contempla oggetti
Meissen, dai mobili alle statuette, eco innegabile dei
di stretto uso domestico e pezzi decorativi di grande
porcellanisti del settecento.
sofisticazione e qualità tecnica. Sono pezzi realizzati
La collezione degli ori è costituita soprattutto da pe-
da leghe in bronzo, ottone, rame, ferro o acciaio, tra
zzi di oreficeria civile e di varia provenienza. In essa
gli altri, spesso alleati a materiali come smalti, pietre
predominano le officine nazionali ed europee, la cui
dure o addirittura oro e argento. La collezione è cos-
produzione si situa tra il XIV sec e gli inizi del XX sec.
tituita soprattutto da elemento ottocenteschi, tra cui
Sono custoditi, per motivi di sicurezza e di conserva-
spiccano i bronzi decorativi francesi.
zione, i pezzi in oro di maggior valore e la gioielleria,
che vengono esposti solo in mostre temporanee e
Palácio Nacional da Ajuda
Calçada da Ajuda,
1349-021 Lisbona
Orario: 10,00 – 17,00
(ultimo ingresso alle 16,30)
Visite guidate: in inglese il lunedì mattina, dietro
prenotazione. Chiuso il mercoledì.
Biglietti: 4 euro; giovani tra i 15 ed i 25 anni e pensionati, 2 euro. Bambini fino ai 14 anni, gratuito. Domenica e festivi fino alle 14,00: gratuito.
E-mail [email protected]
Tel. (351) 213 637 095/ +351 213 620 264
Fax (351) 213 648 223
Accessi: autobus 14, 32, 42, 60, 73.
Tram 18
Parcheggio
Fotografare
la realtà
Emblematica per la varietà di autori e specie riunite, la collezione
di fotografie permette di ricostruire un turbolento periodo della
storia moderna del Portogallo. È costituita da circa dodicimila
opere di tre centinaia di fotografi, tra i quali nomi internazionalmente noti come Nadar, pionieri dell’arte fotografica nazionale
come A. Bobone, Novaes, Camacho e C. Relvas ed ancora vari
membri della famiglia reale.
Abbiamo fotografie
Museu do Neo-Realismo dI Vila Franca de Xira
Una nuova
attrazione
alle porte
di Lisbona
Nell’atmosfera bucolica che ancora oggi racchiude molti dei simboli di ciò che
veniva identificato con il ruralismo in Portogallo, si erge ora un moderno museo
dedicato al neorealismo. Vila Franca de Xira, a mezz’ora dalla capitale, è fiera
della sua nuova struttura culturale.
28
_
29
Il nuovo museo
Il nuovo museo è stato progettato dall’architetto
Alcino Soutinho, che lo definisce “una struttura
museologica singolare”. Ospita la raccolta letteraria di scrittori come Manuel da Fonseca, Soeiro
Pereira Gomes, Armindo Rodrigues, Joaquim Namorado e José Ferreira Monte, tra gli altri, ed ha in
totale più di ventimila documenti. Esso conserva
inoltre collezioni di riviste e giornali neorealisti,
migliaia di monografie, le biblioteche private di
Alves Redol e Armindo Rodrigues, oggetti d’arte
di Júlio Pomar, Lima de Freitas, Rogério Ribeiro,
Querubim Lapa e Mário Dionísio, tra molti altri.
Rua José Dias da Silva, 2 - 2º
2600-169 Vila Franca de Xira
Tel. 263 285 600, int. 5870/ 5871/ 5872
Orario: dal lunedì al venerdì dalle 9,30 alle 12,30 e dalle
14,00 alle 17,30.
tratta del primo ed unico museo al mondo dedicato
Vila Franca de Xira, città bagnata dal fiume Tago distante poco meno di una ventina di chilometri da Lisbona, conserva un ritmo di vita contrassegnato dalla
convivenza tra l’urbano ed il rurale. Essa ha come
simbolo principale la figura del campino il “cowboy”
della pianura, dal costume caratteristico . Il folklore e
le tradizioni della città e della sua regione hanno una
loro specifica identità, che contrasta con le zone geografiche confinanti. Alla bellezza del Tago si unisce
il verde splendore della sua pianura, in cui i tori e cavalli lusitani sono il motivo della fama internazionale
degli allevamenti e delle scuderie portoghesi.
Vila Franca ha ora un ulteriore motivo per dedicarle
al neorealismo, una corrente ideologica ed estetica che ha occupato un posto significativo nell’arte
portoghese del XX sec, con speciale rilevanza nella
letteratura.
Il museo certamente incrementerà l’interesse dei
turisti per la regione. La località offre inoltre, lungo
23 chilometri in riva al fiume, il Parque Urbano di
Alhandra, la Vala di Carregado, il Cais 14 di Alhandra,
il Jardim Municipal di Vila Franca ed il Parque Urbano
di Cevadeiro.
Nel centro della città vi sono diversi monumenti che
giustificano pienamente un visita a questo luogo che
dal XII sec. ha svolto un ruolo di rilievo nella storia
portoghese. Le origini di Vila Franca sono infatti legate ai crociati franchi che passarono per il Portogallo e
parteciparono alle battaglie contro gli arabi: fino alla
fine del XV sec. le acque che la bagnano accolsero
successive flotte che da lì partivano per combattere
gli arabi. La città fu coinvolta nella costruzione della
flotta che condusse Bartolomeo Dias al Capo di Buona Speranza, fu dominio dei Templari, e nel 1823 fu
palcoscenico del colpo di stato noto come “vilafrancada” in cui il re Dom João VI ristabilì il suo potere
assoluto. Nel 1836 la Companhia das Lezírias do Tejo
e do Sado introdusse caratteristiche del capitalismo
agrario in tutta la zona, la cui identità fu radicalmen-
una visita attenta: il Museu do Neo-Realismo, recen-
te modificata. Il celebre ponte sul Tago, simbolo del
temente trasferito in una struttura più moderna. Si
luogo, è stato inaugurato nel 1951.
Tradizione
e modernità
Vila Franca de Xira è fiera della sua identità e della sua
cultura associate al campino ed all’agricoltura. Le tra-
• Casa Galache (notevoli azulejos del XVIII sec. nel
cortile interno)
dizioni locali sono celebrate nelle famose “Festas do
• Casa Museu Mário Coelho (oggetti personali,
Colete Encarnado”, tra le più affollate feste popolari
trofei, medaglie e abiti legati alla ai 50 anni di car-
che si tengono in Portogallo. Esse infatti attraggono
migliaia di visitatori nel mese di luglio. Tra gli altri
eventi di rilievo la Città e la Provincia promuovono
riera del grande maestro torero)
• Praça de Toiros Palha Blanco (costruita nel
1901)
il Salone dell’Artigianato (dal 5 al 14 ottobre) e la Cam-
• Santuário do Senhor da Boa Morte (il più an-
pagna della Gastronomia (in novembre). La città e la sua
tico della regione, con una vista privilegiata sulla
provincia hanno molti motivi di interesse per i visitatori:
città e sull’estuario del Tago; interessanti l’arco
gotico della cappella e gli azulejos del XVIII sec.
• la Praça Afonso Albuquerque (un insieme mo-
così come le tracce di un cimitero medioevale)
numentale di edifici tra cui spicca quello del Co-
• Riserva Naturale dell’Estuario del Tago
mune, costruito nel 1893, una colonna del XVI sec.,
• Porti turistici di Vila Franca de Xira e Alhandra
la chiesa della Misericordia, con i suoi magnifici
• Museu Municipal (edifício fatto costruire dal
azulejos del XVIII sec. e la chiesa madre costruita
Desembargador Diogo Baracho nel 1755, ospi-
nel 1677)
ta un’esposizione permanente dedicata al tema
• il Mercado Municipal (edificio rivestito di interessanti azulejos ottocenteschi)
“Vila Franca de Xira – Tempos do Rio, Ecos da
Terra”)
30
_
31
Belém
ITINERARI
32
_
33
Questa è la zona occidentale della città, che riunisce un insieme di monumenti
con l’ascensore fino in cima, prestando attenzione alla grande Rosa dei Venti
e di spazi culturali di alta qualità. Autobus: 714, 727, 729, 751. Tram: 15. Tre-
disegnata per terra. Cammini in seguito lungo la riva del fiume, in direzione
no: stazione di Belém, nella linea da Cais de Sodré a Cascais. Inizi dal Palazzo
ovest, fino al Museo dell’ Arte Popolare (11). Ma prima passi per la Doca do Bom
de Belém (1), residenza del Presidente della Repubblica, mangi un pastel de
Sucesso (12) e arriverà alla famosa Torre de Belém (13). Dopo la visita, passi per
Belém nella famosa fabbrica e pasticceria all angolo (2). Salga per la calçada
l’adiacente Forte do Bom Sucesso (14) e utilizzi il viadotto sull’Av. Brasília per
do Galvão fino al giardino del Museo Agricola Tropical (3) ed al ritorno vada
arrivare all’Av. Torre de Bélem fino ad entrare nella rua de Pedrouços, nella quale
fino al Monastero del Jerónimos (4) ed al Museo di Archeologia (5). Visiti pure
può prendere la linea 15 del tram (15) fino alla praça Afonso de Albuquerque
il Planetario Gulbenkian (6) ed il Museo della Marina. (7). Entri nello spettaco-
(16) e alla stazione fluviale di Belém (17). Un poco più ad oriente visiti il Museo
lare Centro Culturale di Belém (8), opera di Vittorio Gregotti e Manuel Salgado,
dell’Eletricità (18) e si riposi in una delle terrazze lungo la riva del fiume. Autobus
dove può pranzare, con vista sul Tago e sul giardino de Belém (9). Percorra il
per il centro: linee 714, 28, 751.
sottopassaggio pedonale e visiti il Padrão dos Descobrimentos (10), salendo
ESTRELA
PRAZERES
ALCÂNTARA
DOCAS
ITINERARI
34
_
35
Incominci la passeggiata dal giardino di Estrela (1) e dal suo coreto in ferro (palchetto della musica): autobus 9 e 727 e tram 25, 28. Di fronte al giardino si trova
la Basilica di Estrela (2), in stile tardo barocco e neoclassico, con quattro colonne e
rispettive statue, rappresentanti la Fede, la Generosità, l’Adorazione e la Gratitudine,
e due grandi statue di marmo realizzate da Machado de Castro. Dalle ruas Domingos Sequeira e Saraiva de Carvalho raggiunga la praça São João Bosco ed il cimitero
alla rua das Janelas Verdes: da un lato il monumentale chafariz (fonte pubblica) nel
dos Prazeres (3) e dopo, dalla rua Possidónio da Silva, la Tapada das Necessidades
largo Dr. José Figueiredo (9) e dall’altro il Museu Nacional de Arte Antiga (10). Al lato,
(4) ed i suoi eccellenti giardini di Cactus. Là si trova il Palácio das Necessidades (5),
nel jardim de 9 de Abril (11), osservi il Tago ed il suo porto. Di fronte al giardino si
eretto nel XVIII secolo, che ospita il Ministero degli Affari Esteri e dal cui lungo fronte
trova il palazzo della Cruz Vermelha (Croce Rossa) con scalinate di accesso nell’ ave-
(6) si intravede il ponte 25 de Abril, inaugurato nel 1966 e che è molto simile al Gol-
nida 24 de Julho. Attraversando quest’ultima e la linea ferrata in direzione del fiume,
den Gate di S. Francisco, ed inoltre il monumento al Cristo-Rei, sulla sponda sud del
giri a destra nell’Av. Brasília e passi dalla Doca di Alcântara (12) dove c’è la stazione
Tago. Nella fontana del 1747, osservi la croce di bronzo sopra una sfera di spine ed
marittima (13) con grandi pannelli del modernista portoghese Almada Negreiros.
un obelisco di marmo rosa. In seguito scenda per la calçada do Sacramento fino al
Vada a piedi per la Doca de Santo Amaro (14), piena di terrazze rivolte verso il fiume,
popolare quartiere di Alcântara (7) e alla praça de Armada (8), con diversi ristoranti
e di bar e discoteche con una intensa “movida” diurna e notturna. Ritorno al centro
eccellenti e trattorie a prezzi accessibili. Continui lungo la calçada da Pampulha fino
con gli autobus 714, 732, 28.
bairro alto
cais do
sodré
ITINERARI
36
_
37
Nella parte alta della funicolare da Glória (1) si trovano il giardino ed il miradouro
monumental da Esperança (11), dell’architetto Carlos Mardel, e dopo, salendo per
de S. Pedro de Alcântara (2) e, salendo per la rua D. Pedro V, in cui ci sono innu-
la rua do Poço dos Negros e per la calçada do Combro, incontrerà l’igreja de Santa
merevoli antiquari, si arriva al jardim do Príncipe Real (3), sotto il quale si trova
Catarina (12) ed il magnifico miradouro (13) con lo stesso nome. Scenda con il
il reservatório (serbatoio) di acqua da Patriarcal del 1864, visitabile da lunedì a
tipico ascensore da Bica (14) che la condurrà alla rua e al largo de S. Paulo (15),
sabato. Più in là ci sono il Museo de História Natural e da Ciência (4) ed il Giardino
datato 1849, e allo chafariz da praça e all’igreja de S. Paulo (16). Nella travessa do
Botanico (5). Dalle ruas Miguel Pais e Monte do Carmo giunga alla rua Cecílio de
Carvalho compare l’edificio delle Antiche terme, os Banhos de S. Paulo e più in là,
Sousa e, attraverso una scalinata (6), ritorni al giardino del Príncipe Real, che dovrà
in direzione est, passando per la praça D. Luis I (17), il Mercado Municipal de 24 de
attraversare per scendere lungo la rua do Século ed in questa girare a destra per la
Julho (18), costruito nel 1876. Nel largo di Cais Sodré (19), si trova un’importante
rua da Academia das Ciências, dove si trovano l’Accademia ed il Museo Geologico
interfaccia di trasporti, in cui ha inizio la linea ferroviaria per Cascais ed esistono
(7). Dalla rua de S. Marçal salga fino alla romantica Praça das Flores (8), con i suoi
accessi alla metropolitana e ai trasporti fluviali. Nella bella passeggiata lungo la
eccellenti ristoranti. Scendendo dalla rua de S. Bento, incontrerà diversi antiqua-
riva (20), approfitti per degustare pesce fresco alla griglia e dopo salga lungo la
ri e, a sinistra, l’Espaço por Timor (9), creato per sostenere il diritto del popolo
rua do Alecrim, fino al largo Luis de Camões (21) e all’igreja de S. Roque (22). Si
Maubere all’autodeterminazione e alla sua coraggiosa resistenza all’occupazione
addentri quindi nel Bairro Alto (23), una zona popolare e con una animata vita
indonesiana. Dall’altro lato si trova il palazzo di S. Bento, sede dell’ Assembleia
notturna, dove potrà ascoltare fado genuino e passare una notte divertente e
da República (Parlamento) (10). Prosegua per l’Av. D. Carlos I e vedrà il fontanile
senza problemi di sicurezza.
baixa
chiado
ITINERARI
Inizi a salire con l’ascensore di Santa Justa (1). Visiti le rovine del convento del Car-
fino a giungere alla praça D. Pedro IV, quella che i lisbonesi chiamano Rossio. Giri a
mo (2), distrutto dal terremoto del 1755 e unico esemplare di architettura gotica
destra fino all’igreja de S. Domingos (17) datata 1241, e oggi con una facciata del
che resta a Lisboa. Salga per la rua da Trindade e apprezzi la facciata del Teatro da
XVIII secolo. Dopo, continuando per la travessa Nova, incontra il Teatro Nacional
Trindade (3) e, più in basso, entri nella igreja do Loreto (4) ed in quella da Encar-
D.Maria II (18), con la sua facciata neoclassica del 1842, un edificio di origine me-
nação (5). Attraverso la rua Garrett arrivi alla igreja dos Mártires (6) ed in seguito
dievale, adibito ad uso diplomatico ed in seguito sede dell’Inquisizione fino al XVIII
passi dal Teatro de São Carlos (7) che è il teatro d’Opera di Lisboa, e dal Museu do
secolo. Attraverso la rua das Portas de Santo Antão arrivi al palazzo da Indepen-
Chiado (8), nella rua Serpa Pinto. Scendendo dalla tortuosa calçada do Ferragial
dência (19) e alla praça dos Restauradores (20). Dal lato opposto di questa praça
arrivi alla seicentesca igreja do Corpo Santo (9) e, voltando a sinistra per la rua
si trovano il palácio Foz (21), la stazione ferroviaria neomanuelina del Rossio e la
do Arsenal, alla praça do Município (10), dove sono situati i Palazzi del Municipio,
funicolare da Glória (22), che dà accesso al Bairro Alto, con la sua vita bohémieme
costruiti nel 1774 ma modificati fino all’attuale versione, conclusa alla fine del XIX
e notturna. In alternativa alla funicolare, passi di nuovo dal Rossio (23) e salga le
secolo. In direzione est è situata la praça do Comércio (11), biglietto da visita della
ruas do Carmo e Garrett, che formano lo Chiado (24), quartiere arso nel 1988 e nel
città e sede di vari ministeri. Continui in direzione sud-est sul lato delle stazioni
frattempo ricostruito sotto la direzione del consacrato architetto Siza Vieira, che ha
fluviali (12), dove può accingersi ad una interessante crociera sul Tejo (Tago), ed
siglato questo brillante progetto.
entri nel Campo das Cebolas, dove si trova la caratteristica Casa dos Bicos (13).
Prosegua in direzione ovest attraverso la rua da Alfândega, nella quale incontra
la igreja de Nossa Senhora da Conceição (14) con facciata manuelina. Beva un
caffè o pranzi al bicentenario Café Martinho d’Arcada, locale frequentato dal poeta
Fernando Pessoa, e passi sotto il neoclassico Arco da Vitória (15), dove ha inizio la
rua Augusta (16), riservata ai pedoni. Lì apprezzi il commercio delle grandi “griffes”
38
_
39
mouraria
castelo
alfama
ITINERARI
40
_
41
da Sé si arriva al largo de Santo António (13), nel quale si trovano alcune trattorie
ed il Museo Antoniano, che chiude il lunedì. Più in alto si trova la Sé (Cattedrale)
(14) del 1147, dove può visitare il Tesoro della Sé e le rovine romane. Salga per
la rua Augusto Rosa fino al belvedere de Santa Luzia (15) e apprezzi la vista del
La passeggiata inizia accanto alla stazione della metropolitana Martim Moniz,
Tago e del quartiere dell’Alfama. Ma ancora manca l’indispensabile Castello di S.
nella rua do Capelão (1). Continui per la rua da Mouraria fino all’igreja da Senhora
Jorge (16) - centro di interpretazione della città. Ci si arriva attraverso la rua de S.
da Saúde (2), con begli azulejos ed un altare intagliato, visitabile di pomeriggio e
Tiago e con l’aiuto della cartina. L’architettura ben giustifica lo sforzo. Nei giardini
quando c’è la messa. Nel rinnovato Largo do Martim Moniz (3) si trova il peculiare
del castello approfitti della superba vista della città e dell’estuario. Salga, girando
e multietnico Centro Commerciale della Mouraria. Entri nel pittoresco quartiere
a sinistra per la rua do Chão de Feira, e per il largo Mor fino all’igreja de Santa
della Mouraria dalle escadinhas da Saúde (4) e prosegua per il Largo da Rosa, con
Luzia (17). Nel largo das Portas do Sol (18) può ammirare il paesaggio e riposare
il convento omonimo (5) e l’igreja de S. Lourenço. Continui nel largo da Achada
in una delle terrazze. Oppure può scendere dalla scalinata dell’arco a destra, fino
(6), nell’igreja de S. Cristovão (7) e, salendo per la calçada Marquês de Tancos, in-
all’igreja do Largo de S. Miguel, continuando fino allo strettissimo beco do Car-
contrerà il Mercado Municipal do Chão de Loureiro (8), al cui interno si trovano
neiro e all’igreja de Santo Estevão (19). Dalla rua dos Remédios arrivi al largo do
alcuni atelier di artigiani ed una bella terrazza. Dalla rua da Costa do Castelo passi
Chafariz de Dentro (20), ed alla Casa del Fado e della Chitarra portoghese. E, se fos-
per la Escola de Circo do Chapitô (9) e, scendendo per l’escadinhas de S. Crispim
se giugno, periodo in cui si realizzano le Feste popolari, si immerga nell’immensa
(10), arrivi alla rua di São Mamede, con a sinistra il palácio do Correio Velho (11)
animazione popolare. Ma se si sentisse stanco, è meglio prendere in un taxi e
Dalla travessa do Almada vada all’igreja de Santa Maria Madalena (12). Dalla rua
andare un poco a riposare.
Ristoranti
5 OCEANOS
Doca de Santo Amaro, Armazém 12
1350-353 LISBOA
T: +351 213 978 015
F: +351 213 950 073
E: [email protected]
A COMMENDA
Centro Cultural de Belém
Pç. do Império
1499-003 LISBOA
T: +351 213 648 561
F: +351 213 612 610
E: [email protected]
À MINHA MANEIRA
Lg. do Terreiro do Trigo, n.ºs 1, 2,
3 e 5, Baixa Chiado
1100-603 LISBOA
T: +351 218 861 112
T: +351 213 242 309
E: [email protected]
W: www.a-minha-maneira.pt
E: [email protected]
W: www.templodossabores.com
TERTÚLIA DO TEJO
Doca de Santo Amaro, Pavilhão 4
1350-353 LISBOA
T: +351 213 955 552
F: +351 213 955 596
TROMBA RIJA
R. Cintura do Porto de Lisboa,
Edif. 254, Arm. I
1200-109 LISBOA
T: +351 213 971 507
F: +351 213 971 203
E: [email protected]
W: www.trombarija.com
ÁGUA E SAL
Oceanário de Lisboa
Esplanada Dom Carlos I
Doca dos Olivais
1990-005 LISBOA
T: +351 218 936 189
F: +351 218 936 187
E: [email protected]
ATANVÁ
R. da Pimenta, 43/45
1990-254 LISBOA
T: +351 218 950 480
F: +351 218 950 484
E: [email protected]
W: www.parquedasnacoes.pt/pt/restauracao/
BASIL INSTINCT
Picoas Plaza - Rua Tomás Ribeiro,
65, Lj. H02
1050-227 LISBOA
T: +351 210 189 023
E: [email protected]
W: www.basilinstinct.com
BELÉM TERRACE
Av. Brasília –Edif. de Apoio à Náutica
Belém, 1400-038 LISBOA
T: +351 213 620 865
E: [email protected]
BICA DO SAPATO
Av. Infante Dom Henrique
Cais da Pedra a Santa Apolónia B
1900 LISBOA
T: +351 218 810 320
F: +351 218 810 329
E: [email protected]
W: www.luxfragil.com/bicasapato/
bica_beta.html
BIZARRO
R. da Atalaia, 133, Bairro Alto
1200-039 LISBOA
T: +351 213 471 899
W: restaurantebizarr.no.sapo.pt
BUFFET DO PLAZA
Hotel Lisboa Plaza - Tv. do Salitre, 7
1269-066 LISBOA
T: +351 213 218 218
F: +351 213 471 630
E: [email protected]
W: www.heritage.pt
CAFÉ IN
Av. Brasília, Pavilhão Nascente, 311
1300-123 LISBOA
T: +351 213 626 248
F: +351 213 625 999
E: café[email protected]
W: www.gastronomias.com/café-in
CAFÉ MARTINHO DA ARCADA
Pç. do Comércio, 3
1100-148 LISBOA
T: +351 218 866 213
F: +351 218 867 757
E: [email protected]
CAPRICCIOSA
R. João Oliveira Miguens, 48
Alcântara
1350-187 LISBOA
T: +351 213 955 977
F: +351 213 942 419
E: [email protected]
W: www.capricciosa.com.pt
doMONTADO RESTAURANTE
Calçada do Marquês de Abrantes,
40 A
1200-719 LISBOA
T: +351 213 909 185
F: +351 213 909 184
E: [email protected]
W: www.domontado.com
DON POMODORO
Doca de Santo Amaro, Armazém 13
1350-353 LISBOA
T: +351 213 909 353
F: +351 213 909 354
E: [email protected]
W: www.donpomodoro.com
ELEVEN
R. Marquês de Fronteira – Jardim
Amália Rodrigues
1070 LISBOA
T: +351 213 862 211
F: +351 213 862 214
E: [email protected]
W: www.restauranteleven.com
CAPRICCIOSA
Passeio das Tágides, Lt. 2.26.01
Parque das Nações
1990-280
LISBOA
T: +351 218 922 595
F: +351 218 922 595
E: [email protected]
ESPAÇO LISBOA
R. da Cozinha Económica, 16/28
1300-149 LISBOA
T: +351 213 610 210
F: +351 213 610 211
E: [email protected]
CASA DA DÍZIMA
R. da Costa Pinto, 17
2770-046 PAÇO D’ARCOS
T: +351 214 462 965
F: +351 214 462 984
E: [email protected]
W: www.casadadizima.com
FOUND YOU
Tv. dos Inglesinhos, 34 a 40
Bairro Alto
1200-223 LISBOA
T: +351 213 461 137
E: [email protected]
W: foundyou.no.sapo.pt
CASA DO BACALHAU
R. do Grilo, 54
1900-706 LISBOA
T: +351 218 620 000
F: +351 218 620 008
E: [email protected]
W: www.acasadobacalhau.
restaunet.pt
HARD ROCK CAFÉ
Av. da Liberdade, 2
1250-144 LISBOA
T: +351 213 245 280
F: +351 213 245 288
E: [email protected]
W: www.hardrock.com
CASA MÉXICO
Av. Dom Carlos I, 140
1200-651 LISBOA
T: +351 213 974 790
F: +351 213 975 390
E: [email protected]
W: www.casamexico.pt
CASA MÉXICO
Marina de Cascais, loja 27 A
2750-000 CASCAIS
T: +351 214 818 010
F: +351 213 975 390
E: [email protected]
W: www.casamexico.pt
CLARA – JARDIM RESTAURANTE
Campo Mártires da Pátria, 49
1150-225 LISBOA
T: +351 218 853 053
F: +351 218 852 082
E: [email protected]
W: www.lisboa-clara.pt
CLUBE DO PEIXE
Av. 5 de Outubro, 180 A
1050-063 LISBOA
T: +351 217 973 434
F: +351 217 973 433
W: www.clube-do-peixe.com
COSMOS CAFÉ
Doca de Santo Amaro,
Armazém 243 –
Pavilhão 5
1350-353 LISBOA
T: +351 213 972 747
F: +351 213 972 747
E: [email protected]
DOCA DE SANTO
Doca de Santo Amaro,
Armazém CP
1350-353 LISBOA
T: +351 213 963 535
F: +351 213 942 419
E: [email protected]
W: www.docadesanto.pt
IMPÉRIO DOS SENTIDOS
R. da Atalaia, 35/37
Bairro Alto
1200-037 LISBOA
T: +351 213 431 822
E: [email protected]
IRISH.CO
R. da Pimenta, 57 – Parque das
Nações
1990-280 LISBOA
T: +351 218 940 558
F: +351 218 940 560
E: [email protected]
W: www.irishco.com.pt
IRISH.CO
Doca de Santo Amaro, Edif. Topo
Nascente
1350-353 LISBOA
T: +351 213 959 885
F: +351 213 942 419
E: [email protected]
W: www.irishco.com.pt
LA CAFFÉ – AV. LIBERDADE
Av. da Liberdade, 129 B – 1º
1250-140 LISBOA
T: +351 213 256 736
F: +351 217 986 417
E: [email protected]
W: www.lanidor.com
LA CAFFÉ – CAMPO GRANDE
Campo Grande, 3 B
1700-087
LISBOA
T: +351 217 986 418
F: +351 217 986 417
E: [email protected]
W: www.lanidor.com
LISBOA À NOITE
Rua das Gáveas, 69
1200-206 LISBOA
T: +351 213 468 557
T: +351 213 460 222
E: [email protected]
W: www.lisboanoite.com
MEGAVEGA
R. dos Sapateiros, 113
1100-577 LISBOA
T: +351 213 468 063
E: [email protected]
W: www.megavega.pt
NARIZ DE VINHO TINTO
R. do Conde, 75 R/C
1200-636 LISBOA
T: +351 213 953 035
F: +351 213 971 222
E: [email protected]
NATRAJ TANDOORI
Rua dos Sapateiros, 171
1100-577 LISBOA
T: +351 213 468 113
NÉCTAR WINE BAR
R. dos Douradores, 33
1100-203 LISBOA
T: +351 912 633 368
E: [email protected]
W: www.nectar-winebar.com
NUNE’S REAL MARISQUEIRA
R. Bartolomeu Dias, 120 – Lt. D 1, r/c
1400-031 LISBOA
T: +351 213 019 899
F: +351 213 019 899
E: [email protected]
W: www.nunesrealmarisqueira.com
RESTAURANTE AD-LIB
Hotel Sofitel Lisboa, Av. da Liberdade,
127, 1269-038 LISBOA
T: +351 213 228 350
F: +351 213 228 310
E: [email protected]
W: www.sofitel.com
RESTAURANTE AVIZ
Hotel Aviz
R. Duque de Palmela, 32
1250-098 LISBOA
T: +351 210 402 000
F: +351 210 402 199
E: [email protected]
W: www.hotelaviz.com
RESTAURANTE BELCANTO
Lg. de São Carlos, 101200-023 LISBOA
T: +351 213 420 607
F: +351 213 420 608
E: [email protected]
RESTAURANTE CASA 21
R. Prof. Fernando da Fonseca –
Complexo Alvalade XXI
1600-616 LISBOA
T: +351 217 512 380
F: +351 217 512 399
E: [email protected]
O SITAR - INDIAN
R. dos Condes, 7, 1150-110 LISBOA
T: +351 213 430 004
W: www.ositar.com
RESTAURANTE CASA DO LEÃO
Castelo de São Jorge
1100-129 LISBOA
T: +351 218 880 154
F: +351 218 876 329
W: [email protected]
W: www.pousadas.pt
PASTELARIA MEXICANA
Av. Guerra Junqueiro, 30 C
1000-167 LISBOA
T: +351 218 486 117
F: +351 218 488 462
E: [email protected]
W: www.pastelariamexicana.pt
RESTAURANTE COZINHA VELHA
Pousada de Queluz – Dona Maria I
Lg. do Palácio, 2745-191 QUELUZ
T: +351 214 350 232
F: +351 214 356 189
W: [email protected]
W: www.pousadas.pt
PASTELARIA SUIÇA
Pç. Dom Pedro IV, 96/101
1100-202 LISBOA
T: +351 213 214 090
F: +351 213 214 099
E: [email protected]
W: www.casasuica.pt
RESTAURANTE DO TEATRO
Hotel NH Liberdade
Av. da Liberdade, 180 B
1250-146 LISBOA
T: +351 213 514 060
F: +351 213 143 674
E: [email protected]
W: www.nh-hotels.com
PRAGMA
Casino Lisboa
Alameda dos Oceanos, Lt. 1.03.01
Parque das Nações
1990-274 LISBOA
T: +351 218 960 094
F: +351 218 942 189
E: [email protected]
com
W: www.evolucaogastronomica.com
REAL FÁBRICA
R. da Escola Politécnica, 275
1250-101
LISBOA
T: +351 213 852 090
F: +351 213 872 919
E: [email protected]
W: www.realfabrica.pt
REPÚBLICA DA CERVEJA
Passeio das Tágides, lote 2.26.01
Parque das Nações
1990-280 LISBOA
T: +351 218 922 590
F: +351 213 942 419
E: [email protected]
W: www.republicacerveja.pt
RESTAURANTE A TRAVESSA
Tv. do Convento das Bernardas, 12
1200-687
LISBOA
T: +351 213 902 034
F: +351 213 940 839
E: [email protected]
W: www.atravessa.com
RESTAURANTE A VIDA É BELA
Rua Pinto Ferreira, 18 A
1300-464 LISBOA
T: +351 213 620 397
E: [email protected]
RESTAURANTE DOCA 6
Doca de Santo Amaro, Armazém 6
1350-353 LISBOA
T: +351 213 957 905
F: +351 213 957 894
E: [email protected]
RESTAURANTE ESPALHA BRASAS
Doca de Santo Amaro, Armazém 9
1350-353 LISBOA
T: +351 213 962 059
F: +351 213 969 177
E: [email protected]
W: www.espalhabrasas.eu
RESTAURANTE ESTUFA REAL
Cç. do Galvão – Jardim Botânico da Ajuda
1400 LISBOA
T: +351 213 619 400
F: +351 213 619 018
E: [email protected]
W: www.estufareal.com
RESTAURANTE FAZ FIGURA
R. do Paraíso, 15 B
1100-396 LISBOA
T: +351 218 868 981
F: +351 218 822 103
E: [email protected]
RESTAURANTE LAS BRASITAS
Doca de Santo Amaro, Armazém 16
1350-353 LISBOA
T: +351 213 960 647
F: +351 213 960 649
E: [email protected]
RESTAURANTE PAP’AÇORDA
R. da Atalaia,57/59 Bairro Alto
1200-037 LISBOA
T: +351 213 464 811
F: +351 213 423 765
RESTAURANTE SOL DOURADO
R. Jardim do Regedor, 21/25
1150-183 LISBOA
T: +351 213 472 570
F: +351 213 460 019
RESTAURANTE TAVARES
R. da Misericórdia, 35 R/C
1200-270 LISBOA
T: +351 213 421 112
F: +351 213 478 125
E: [email protected]
W: www.tavaresrico.pt
RESTAURANTE TERREIRO DO PAÇO
Pç. do Comércio
1100-148 LISBOA
T: +351 210 312 850
F: +351 210 312 859
E: [email protected]
W: www.terreiropaco.com
RESTAURANTE TÍPICO
O MADEIRENSE
Centro Comercial Amoreiras, Lj.
3026/7
1070-104 LISBOA
T: +351 213 830 827
F: +351 213 813 148
E: [email protected]
W: www.omadeirense.pt
RESTAURANTE UAI
Cais da Rocha de Conde de Óbidos
– Armazém 114
1350-352 LISBOA
T: +351 213 900 111
F: +351 213 860 880
E: [email protected]
W: www.uai.pt
RESTAURANTE VALLE FLOR
Pestana Palace Hotel
R. Jau, 54, 1300-314 LISBOA
T: +351 213 615 600
F: +351 213 615 625
E: [email protected]
W: www.pestana.com
SENHOR PEIXE
Rua da Pimenta, 35/37
1990-096 LISBOA
T: +351 218 955 892
F: +351 213 881 971
E: [email protected]
W: www.senhorpeixe.pt
SOLAR DO DUQUE
Rua do Duque, 67-69
1250-158 LISBOA
T: +351 213 426 901
E: [email protected]
STEAKHOUSE
R. da Cintura do Porto de Lisboa
Armazém 255, 1200-109 LISBOA
T: +351 213 242 910
F: +351 213 242 911
E: [email protected]
TEMPLO DOS SABORES
Tv. do Conde de Soure, 15
Bairro Alto, 1200-119 LISBOA
T: +351 213 476 022
E: [email protected]
W: www.templodossabores.com
TERTÚLIA DO TEJO
Doca de Santo Amaro, Pavilhão 4
1350-353 LISBOA
T: +351 213 955 552
F: +351 213 955 596
E: [email protected]
TIJOLINHO
Quinta Casal de Paulos
Monsanto, 1400-061 LISBOA
T: +351 217 628 205
F: +351 217 628 297
E: [email protected]
TROMBA RIJA
R. Cintura do Porto de Lisboa, Edif.
254, Arm. I, 1200-109 LISBOA
T: +351 213 971 507
F: +351 213 971 203
E: [email protected]
W: www.trombarija.com
RISTORANTI
42
_
43
MONUMENTI E MUSEI
ARTE PERIFÉRICA
Centro Cultural de Belém, Ljs. 1, 3, 5 e 6
1449-003 LISBOA
T: +351 213 617 100
F: +351 213 617 101
E: [email protected]
W: www.arteperiferica.pt
CASA-MUSEU DA FUNDAÇÃO MEDEIROS E ALMEIDA
R. Rosa Araújo, 41
1250-194 LISBOA
T: +351 213 547 892
F: +351 213 561 951
E: [email protected]
W: www.fundacaomedeirosealmeida.pt
CASA-MUSEU DR. ANASTÁCIO GONÇALVES
Av. 5 de Outubro, 6/8
1050-055 LISBOA
T: +351 213 540 823
F: +351 213 548 754
E: [email protected]
W: www.cmag-ipmuseus.pt
CASA-.MUSEU MESTRE JOÃO DA SILVA
R. Tenente Raul Cascais, 11 R/C
1250-268 LISBOA
T: +351 213 961 396
F: +351 213 961 396
(Temporariamente encerrado)
CENTRO CIENTÍFICO E CULTURAL DE MACAU
R. da Junqueira, 30
1300-343 LISBOA
T: +351 213 617 570
F: +351 213 617 598
E: [email protected]
W: www.cccm.pt
CENTRO DE ARTE MODERNA JOSÉ AZEREDO PERDIGÃO
R. Dr. Nicolau de Bettencourt
1050-078 LISBOA
T: +351 217 823 474
F: +351 217 823 037
E: [email protected]
W: www.gulbenkian.pt
CENTRO MUSEOLÓGICO E DOCUMENTAL DA RÁDIO E
TELEVISÃO
Av. Marechal Gomes da Costa, 37
1849-030 LISBOA
T: +351 213 950 762
F: +351 213 957 149
E: [email protected]
W: www.rdp.pt/geral/museu/index.htm
(Temporariamente encerrado)
CIDIARTE
Rua da Escola Politécnica, 69
1250-099 LISBOA
T: +351 213 478 145
F: +351 213 881 971
E: [email protected]
W: www.cidiart.pt
FUNDAÇÃO CULTURSINTRA
Quinta da Regaleira
2710 SINTRA
T: +351 219 106 650
F: +351 219 244 725
E: [email protected]
FUNDAÇÃO RICARDO ESPÍRITO SANTO SILVA
Lg. das Portas do Sol, 2
1100-411 LISBOA
T: +351 218 814 600
F: +351 218 814 638
E: [email protected]
W: www.fress.pt
MOSTEIRO DOS JERÓNIMOS
Pç. do Império
1400-206 LISBOA
T: +351 213 620 034
F: +351 213 639 145
E: [email protected]
W: www.mosteirojeronimos.pt
MUSEU ARQUEOLÓGICO DO CARMO
Lg. do Carmo - Ruínas do Convento do Carmo
1200-092 LISBOA
T: +351 213 460 473
F: +351 213 244 252
E: [email protected]
MUSEU COLECÇÃO BERARDO
Centro Cultural de Belém
Praça do Império
1449-003 LISBOA
T: +351 213 612 400
F: +351 213 612 570
E: [email protected]
W: www.museuberardo.pt
MUSEU DA FARMÁCIA
R. Marechal Saldanha, 1
1249-069 LISBOA
T: +351 213 400 680
F: +351 213 472 994
E: [email protected]
W: www.anf.pt
MUSEU DA MÚSICA
Estação de Metropolitano do Alto dos Moinhos
R. João de Freitas Branco
1500-359 LISBOA
T: +351 217 710 991
F: +351 217 710 999
E: [email protected]
W: www.museudamusica-ipmuseus.pt
MUSEU DA PRESIDÊNCIA DA REPÚBLICA
Pç. Afonso de Albuquerque
1349-022 LISBOA
T: +351 213 614 660
F: +351 213 614 764
E: [email protected]
W: www.museu.presidencia.pt
MUSEU DAS COMUNICAÇÕES
R. do Instituto Industrial, 16
1200-225 LISBOA
T: +351 213 935 159
F: +351 213 935 006
E: [email protected]
W: www.fcp.pt
MUSEU DA CERA DE FÁTIMA
R. Jacinto Marto
2495-450 FÁTIMA
T: +351 249 539 300
F: +351 249 539 301
E: [email protected]
W: www.mucefa.pt
MUSEU DE MARINHA
Pç. do Império
1400-206 LISBOA
T: +351 213 620 019
F: +351 213 631 987
E: [email protected]
W: www.museumarinha.pt
MNAC - MUSEU DO CHIADO
R. Serpa Pinto, 4
1200-444 LISBOA
T: +351 213 432 148
F: +351 213 432 151
E: [email protected]
W: www.museudochiado-ipmuseus.pt
MUSEU MILITAR
Lg. de Santa Apolónia
1196 LISBOA
T: +351 218 842 568
F: +351 218 842 556
E: [email protected]
W: www.geira.pt/mmilitar
MUSEU NACIONAL DE ARQUEOLOGIA
Pç. do Império
1400-206 LISBOA
T: +351 213 620 000
F: +351 213 620 016
E: [email protected]
W: www.mnarqueologia-ipmuseus.pt
MUSEU NACIONAL DE ARTE ANTIGA
R. das Janelas Verdes
1249-017 LISBOA
T: +351 213 912 800
F: +351 213 973 703
E: [email protected]
W: www.mnarteantiga-ipmuseus.pt
MUSEU NACIONAL DE ETNOLOGIA
Av. Ilha da Madeira
1400-203 LISBOA
T: +351 213 041 160
F: +351 213 013 994
E: [email protected]
W: www.mnetnologia-ipmuseus.pt
MUSEU NACIONAL DO AZULEJO
R. da Madre de Deus, 4
1900-312 LISBOA
T: +351 218 100 340
F: +351 218 100 369
E: [email protected]
W: www.mnazulejo-ipmuseus.pt
MUSEU NACIONAL DO TEATRO
Est. do Lumiar, 10/12
1600-495 LISBOA
T: +351 217 567 410
F: +351 217 575 714
E: [email protected]
W: www.museudoteatro-ipmuseus.pt
MUSEU NACIONAL DO TRAJE
Lg. Júlio de Castilho
1600-483 LISBOA
T: +351 217 590 318
F: +351 217 591 224
E: [email protected]
W: www.museudotraje-ipmuseus.pt
MUSEU NACIONAL DOS COCHES
Pç. Afonso de Albuquerque
1300-004 LISBOA
T: +351 213 610 850
F: +351 213 637 246
E: [email protected]
W: www.museudoscoches-ipmuseus.pt
PALÁCIO NACIONAL DA AJUDA – MUSEU
Lg. da Ajuda
1349-021 LISBOA
T: +351 213 620 264
F: +351 213 648 223
E: [email protected]
W: www.ippar.pt
PALÁCIO NACIONAL DA PENA
Palácio Nacional da Pena
2710-609 SINTRA
T: +351 219 105 340
F: +351 219 105 341
E: [email protected]
W: www.ippar.pt/monumentos/palacio_pena.html
PALÁCIO NACIONAL DE MAFRA
Palácio Nacional de Mafra
2640-492 MAFRA
T: +351 261 817 550
F: +351 261 811 947
E: [email protected]
W: www.ippar.pt/monumentos/palacio_mafra.html
PALÁCIO NACIONAL DE QUELUZ
Lg. do Palácio
2745-191 QUELUZ
T: +351 214 343 860
F: +351 214 343 878
E: [email protected]
W: www.ippar.pt/monumentos/palacio_queluz.html
PALÁCIO NACIONAL DE SINTRA
Lg. Rainha Dona Amélia
2710-616 SINTRA
T: +351 219 106 840
F: +351 219 106 851
E: [email protected]
W: www.ippar.pt/monumentos/palacio_sintra.html
PAVILHÃO DO CONHECIMENTO – CIÊNCIA VIVA
Parque das Nações – Alam. dos Oceanos
1990-223 LISBOA
T: +351 218 917 100
F: +351 218 917 171
E: [email protected]
W: www.pavconhecimento.pt
TAPADA NACIONAL DE MAFRA
Portão do Codeçal
2640-602 MAFRA
T: +351 261 817 050
F: +351 261 814 984
E: [email protected]
W: www.tapadademafra.pt
TORRE DE BELÉM
Av. de Brasília
1400-598 LISBOA
T: +351 213 620 034
F: +351 213 639 145
E: [email protected]
W: www.mosteirojeronimos.pt
MONUMENTI
& MUSEI
44
_
45
Percorsi
e circuiti
turistici
CARRISTUR
Rua 1º de Maio, 101-103
1300-472
LISBOA
T: +351 213 613 000
F: +351 213 613 069
E: [email protected]
W: www.carris.pt
CITYRAMA
AV. Praia da Vitória, 12 B – S/L
1049-054
LISBOA
T: +351 213 191 070
F: +351 213 191 097
E: [email protected]
W: www.cityrama.pt
FIDALGUIA
Urb. Casal da Serra, 107 – Lj 107
Dta. – Quinta da Piedade
2625 PÓVOA DE SANTA IRIA
T: +351 219 566 359
F: +351 219 566 188
E: [email protected]
W: www.fidalguia.lda.pt
K TOURS
Rua das Padarias, 2, 1º piso
2710-603 SINTRA
T: +351 219 245 661
F: +351 219 245 662
E: [email protected]
W: www.ktours.com.pt
LEÃO HOLANDÊS
Quinta dos Quatro Ventos, R. dos
Quatro Ventos, Atrozela
2645-254 ALCABIDECHE
T: +351 967 862 663
F: +351 214 690 447
E: [email protected]
W: www.leaoholandes.com
LISBOA VISTA DO TEJO
Edif. Lisboa Vista do Tejo, Doca de
Alcântara Norte
1399-022 LISBOA
T: +351 213 913 030
F: +351 213 913 049
E: [email protected]
W: www.lvt.pt
ROTA MONUMENTAL
R. Castelo Branco Saraiva, 38, 2º E
1170-080 LISBOA
T: +351 916 306 682
E: [email protected]
W: www.rotamonumental.com
SIDECAR TOURING CO.
Av. Bombeiros Voluntários, 49,
8ºEsq.
1495-025 ALGÉS
T: +351 963 965 105
E: [email protected]
W: www.sidecartouring.co.pt
SURPRISE TOURS
Urbanização Bragadas Grandes, Lt.
2, 2.º Dto.
2625-268 PÓVOA DE SANTA IRIA
T: +351 914 103 700
E: [email protected]
VELA LUSA
Edif. Gonçalves Zarco, loja 7
Doca de Alcântara
1350-352 LISBOA
T: +351 213 941 206
F: +351 213 941 208
E: [email protected]
W: www.velalusa.com
VELTAGUS
R. de Olivença, 57
1675-150 PONTINHA
T: +351 212 439 281
F: +351 218 519 818
E: [email protected]
W: www.veltagus.com
VERTIGEM AZUL
R. Praia da Saúde, 11 D, Lj. 10
2960-572 SETÚBAL
T: +351 265 238 000
F: +351 265 238 001
E: [email protected]
W: www.vertigemazul.com
BAR
E DISCOTECHE
ARMAZÉM F/ARMAZÉM GRILL
R. da Cintura do Porto de Lisboa
– Armazém 65, Cais do Gás
1200-109 LISBOA
T: +351 213 220 160
F: +351 213 471 135
E: [email protected]
W: www.armazemf.com
BELÉM BAR CAFÉ
Av. Brasília, Pavilhão Poente
1300-598 LISBOA
T: +351 213 624 232
F: +351 213 624 243
E: [email protected]
W: www.belembarcafe.com
BLUES CAFÉ – RESTAURAÇÃO
R. da Cintura do Porto de Lisboa
– Edif. 226
1300 LISBOA
T: +351 213 957 085
F: +351 213 957 106
E: [email protected]
W: www.bluescafe.pt
ADEGA MACHADO
R. do Norte, 91
1200-284 LISBOA
T: +351 213 224 640
F: +351 213 467 507
ADEGA MESQUITA
R. do Diário de Notícias, 107
1200-142 LISBOA
T: +351 213 219 280
F: +351 213 467 131
E: [email protected]
W: www.adegamesquita.com
BACALHAU DE MOLHO
Beco dos Armazéns do Linho, 1
1100-037 LISBOA
T: +351 218 865 088
F: +351 218 865 078
E: [email protected]
W: www.casadelinhares.com
CAFÉ LUSO
Tv. da Queimada, 10
1200-365 LISBOA
T: +351 213 422 281
F: +351 213 478 320
E: [email protected]
W: www.cafeluso.pt
CLUBE DE FADO
R. São João da Praça, 94
1100-521 LISBOA
T: +351 218 852 704
F: +351 218 882 694
E: [email protected]
W: www.clube-de-fado.com
COCONUTS
Av. Rei Humberto II de Itália, 7
2750-461 CASCAIS
T: +351 214 844 109
F: +351 214 836 461
E: [email protected]
W: www.nuts-club.com
O FORCADO
Rua da Rosa, 221
1200-348 LISBOA
T: +351 213 468 579
F: +351 213 474 887
W: www.oforcado.com
HENNESSY’S IRISH PUB
R. Cais do Sodré, 32/38
1200-450 LISBOA
T: +351 213 431 064
F: +351 213 431 064
E: [email protected]
W: www.hennessys.com.pt
SR. VINHO
R. do Meio à Lapa, 18
1200-723 LISBOA
T: +351 213 972 681
F: +351 213 952 072
E: [email protected]
W: www.restsrvinho.com
KAIS – RESTAURANTE BAR
R. da Cintura do Porto de Lisboa
– Cais da Viscondessa
1200-109 LISBOA
T: +351 213 932 930
F: +351 213 932 939
E: [email protected]
W: www.kais-k.com
TAVERNA D’EL REY
Lg. do Chafariz de Dentro, 15
1100-139 LISBOA
T: +351 218 876 754
F: +351 218 876 754
E: [email protected]
W: www.tavernadelrey.com
MUSICBOX LISBOA
R. Nova do Carvalho, 24
Cais do Sodré, 1200-292 LISBOA
T: +351 213 430 107
F: +351 213 407 369
E: [email protected]
W: www.musicboxlisboa.com
OGILIN’S IRISH PUB
R. dos Remolares, 8
1200-371 LISBOA
T: +351 213 421 899
F: +351 219 282 949
E: [email protected]
W: www.irishpub.com.pt
ONDAJAZZ
Arco de Jesus, 7 – Alfama
1100-033 LISBOA
T: +351 218 873 064
F: +351 214 572 248
E: [email protected]
W: www.ondajazz.com
TIMPANAS
R. Gilberto Rola, 22/24
1350-155 LISBOA
T: +351 213 906 655
F: +351 213 972 431
VELHO PÁTEO DE SANT’ANA
R. Dr. Almeida Amaral, 6
1150-138 LISBOA
T: +351 213 141 063
F: +351 213 153 153
E: [email protected]
w: www.velhopateosantana.com
SPAZI
TURISTICI
FUNDAÇÃO ALTER REAL
Coudelaria Alter Real, Tapada do
Arneiro, 7440-152 ALTER DO CHÃO
T: +351 245 610 060
F: +351 245 610 090
E: [email protected]
JARDIM ZOOLÓGICO DE LISBOA
Est. de Benfica, 158-160
1549-004 LISBOA
T: +351 217 232 900
F: +351 217 232 901
E: [email protected]
W: www.zoo.pt
OCEANÁRIO DE LISBOA
Esplanada Dom Carlos I – Doca
dos Olivais, 1990-005 LISBOA
T: +351 218 917 002
F: +351 218 955 762
E: [email protected]
W: www.oceanario.pt
PÁTEO ALFACINHA
R. do Guarda Jóias, 44
1300-294 LISBOA
T: +351 213 642 171
F: +351 213 648 053
E: [email protected]
GASTRONOMIA
E VINI
ADIVINHO
Tv. do Almada, 24, 1100-018 LISBOA
T: +351 218 860 419
F: +351 218 860 419
E: [email protected]
W: www.adivinho.com
CASA CADAVAL
R. Vasco da Gama
2125-317 MUGE
T: +351 243 588 040
F: +351 243 581 105
E: [email protected]
W: www.casacadaval.pt
CASA DOS SABORES DE PORTUGAL
Aeroporto de Lisboa – Partidas, Lj.
11/12, 1700-008 LISBOA
T: +351 213 580 102
F: +351 213 575 427
E: [email protected]
COISAS DO ARCO DO VINHO
Centro Cultural de Belém
R. Bartolomeu Dias, Lojas 7 e 8
1400-026 LISBOA
T: +351 213 642 031
F: +351 213 642 031
E: [email protected]
W: www.coisasdoarcodovinho.pt
COISAS DO VINHO –
ADEGA REGIONAL DE COLARES
Alam. Coronel Linhares de Lima, 24/32
2705-135 COLARES
T: +351 219 282 733
F: +351 219 282 735
E: [email protected]
W: www.coisasdovinho.pt
COMPANHIA AGRÍCOLA DO SANGUINHAL – ENOTURISMO
Quinta das Cerejeiras – Apdo. 5
2544-909 BOMBARRAL
T: +351 262 609 190
F: +351 262 609 191
E: [email protected]
W: www.vinhos-sanguinhal.pt
GARRAFEIRA INTERNACIONAL
R. da Escola Politécnica, 15
1250-099 LISBOA
T: +351 213 476 292
F: +351 213 476 293
E: [email protected]
W: www.garrafeirainternacional.com
NAPOLEÃO WINE SHOPS
R. dos Fanqueiros, 70
1100-231 LISBOA
T: +351 218 872 042
F: +351 218 861 109
E: [email protected]
W: www.napoleao.co.pt
NOVA AÇOREANA
R. da Prata, 116/118
1100-420 LISBOA
T: +351 218 879 870
E: [email protected]
ARTIGIANATO
E RICORDI
A ARTE DA TERRA
Rua de Augusto Rosa, 40
1100-059 LISBOA
T: +351 212 745 975
E: [email protected]
W: www.aartedaterra.pt
ALBERTO SANTOS
Pç. dos Restauradores, 64
1250-188 LISBOA
T: +351 213 477 875
F: +351 213 420 236
ARTANTICA, LDA.
Rua de São Tomé, 54, 1100-563 LISBOA
T: +351 218 879 434
F: +351 218 879 434
E: [email protected]
W: www.artantica-online.com
ARTESANATO DO TEJO
R. do Arsenal, 25, 1100-038 LISBOA
T: +351 210 312 820
F: +351 210 312 819
E: [email protected]
W: www.atlx.pt
BAZAR MUMI
Lg. Santo António da Sé, 6/8
1100-499 LISBOA
T: +351 218 870 089
E: [email protected]
ELÉCTRICO DE LISBOA
Apartado 14334, 1064-004 LISBOA
T: +351 217 540 093
F: +351 217 540 123
E: [email protected]
LINHO BORDADO
R. Cidade de Horta, 36 A, 1000 LISBOA
T: +351 962 827 365
F: +351 218 476 941
LOJA DOS DESCOBRIMENTOS
R. dos Bacalhoeiros, 12 A
1100-070 LISBOA
T: +351 218 865 563
E: [email protected]
MATEUS SHOP
R. Castilho, 61 B, 1250-068 LISBOA
T: +351 213 863 830
F: +351 213 860 879
E: [email protected]
W: www.mateus-shop.com
SPETTACOLI
DI FADO
CHAPITÔ
Costa do Castelo, 1/7
1149-079 LISBOA
T: +351 218 855 550
F: +351 218 861 463
E: [email protected]
W: www.chapito.org
GARRAFEIRA DA SÉ
R. São João da Praça, 116/118
Baixa Chiado, 1100-521 LISBOA
T: +351 218 869 549
F: +351 218 870 025
E: [email protected]
ARTICOLI
VINTAGE
A SEVERA- RESTAURANTE TÍPICO
R. das Gáveas, 51/61
1200-206 LISBOA
T: +351 213 428 314
F: +351 213 464 006
E: [email protected]
W: www.asevera.com
ESPAÇO RIBEIRA
Av. 24 de Julho – Mercado da
Ribeira, 1200-479 LISBOA
T: +351 210 312 600
F: +351 210 312 621
E: [email protected]
W: www.espacoribeira.pt
GARRAFEIRA NACIONAL
R. de Santa Justa, 18
1100-485 LISBOA
T: +351 218 879 080
F: +351 218 877 526
E: [email protected]
W: www.garrafeiranacional.com
A OUTRA FACE DA LUA
R. da Assunção, 22
1100-044 LISBOA
T: +351 218 863 430
F: +351 218 863 168
E: [email protected]
W: www.aoutrafacedalua.com
TEMPO LIBERO
46
_
47
HOTEL 5*
CORINTHIA LISBOA HOTEL
Av. Columbano Bordalo Pinheiro,
105, 1099-031 LISBOA
T: +351 217 236 363
F: +351 217 236 364
E: [email protected]
W. www.corinthiahotels.com
DOM PEDRO PALACE
Av. Eng. Duarte Pacheco, 24
1070-109 LISBOA
T: +351 213 896 600
F: +351 213 896 601
E: [email protected]
W: www.dompedro.com
HOTEL ALBATROZ
R. Frederico Arouca, 100
2750-353 CASCAIS
T: +351 214 847 380
F: +351 214 844 827
E: [email protected]
W: www.albatrozhotels.com
HOTEL ALTIS
R. Castilho, 11, 1269-072 LISBOA
T: +351 213 106 000
F: +351 213 106 262
E: [email protected]
W. www.hotel-altis.pt
HOTEL AVENIDA PALACE
R. 1º de Dezembro, 123
1200-359 LISBOA
T: +351 213 218 100
F: +351 213 422 884
E: [email protected]
W: www.hotel-avenida-palace.pt
HOTEL TIVOLI PALÁCIO DE SETEAIS
Av. Barbosa du Bocage, 8 – Seteais
2710-517 SINTRA
T: +351 219 233 200
F: +351 219 234 277
E: [email protected]
W: www.tivolihotels.com
HOLIDAY INN LISBOA
Av. António José de Almeida, 28 A
1000-044 LISBOA
T: +351 210 044 000
F: +351 217 936 672
E: [email protected]
W: www.holiday-inn.com/lisbonprt
HOTEL LUTÉCIA
Av. Frei Miguel Contreiras, 52
1749-086 LISBOA
T: +351 218 411 300
F: +351 218 411 311
E: [email protected]
W: www.luteciahotel.com
HOTEL SOFITEL LISBOA
Av. da Liberdade, 127
1269-038 LISBOA
T: +351 213 228 300
F: +351 213 228 310
E: [email protected]
W: www.sofitel.com
LAPA PALACE
R. Pau de Bandeira, 4
1249-021 LISBOA
T: +351 213 949 494
F: +351 213 950 665
E: [email protected]
W: www.lapa-palace.com
HOLIDAY INN LISBON CONTINENTAL
R. Laura Alves, 9
1069-169 LISBOA
T: +351 210 046 000
F: +351 217 973 669
E: [email protected]
W: www.grupo-continental.com
HOTEL MARQUÊS DE POMBAL
Av. da Liberdade, 243
1250-143 LISBOA
T: +351 213 197 900
F: +351 213 197 990
E: [email protected]
W: www.hotel-marquesdepombal.pt
HOTEL TIVOLI JARDIM
R. Júlio César Machado, 7/9
1250-135 LISBOA
T: +351 213 591 000
F: +351 213 591 245
E: [email protected]
W: www.tivolihotels.com
LE MERIDIEN PARK ATLANTIC
LISBOA
R. Castilho, 149
1099-034 LISBOA
T: +351 213 818 700
F: +351 213 890 500
E: [email protected]
W: www.lemeridien.pt
HOTEL AC LISBOA
Lg. do Andaluz, 13 B,
Complexo Sottomayor
1050-121 LISBOA
T: +351 210 050 930
F: +351 210 050 931
E: [email protected]
W: www.ac-hotels.com
HOTEL MERCURE LISBOA
Av. José Malhoa, Lt. 1684
1099-051 LISBOA
T: +351 217 208 000
F: +351 217 208 089
E: [email protected]
W: www.mercure.com
HOTEL TIVOLI SINTRA
Pç. da República
2710-616 SINTRA
T: +351 219 237 200
F: +351 219 237 245
E: [email protected]
W: www.tivolihotels.com
PENHA LONGA HOTEL & GOLF
RESORT
Estrada da Lagoa Azul, Linhó
2714-511 SINTRA
T: +351 219 249 000
F: +351 219 249 090
E: [email protected]
W: www.penhalonga.com
HOTEL AÇORES LISBOA
Av. Columbano Bordalo Pinheiro, 3
1070-060 LISBOA
T: +351 217 222 925
F: +351 217 222 929
E: [email protected]
W: www.bensaude.pt
HOTEL MUNDIAL
Praça Martim Moniz, 2
1100-198 LISBOA
T: +351 218 842 000
F: +351 218 842 110
E: [email protected]
W: www.hotel-mundial.pt
HOTEL TIVOLI TEJO
Av. Dom João II
1990-083 LISBOA
T: +351 218 915 100
F: +351 218 915 345
E: [email protected]
W: www.tivolihotels.com
HOTEL NH CAMPO GRANDE
Campo Grande, 7
1700-087 LISBOA
T: +351 217 957 555
F: +351 217 957 500
E: [email protected]
W: www.nh-hotels.com
HOTEL TRYP ORIENTE
Av. Dom João II, Lt 1.16.02 B
1990-083 LISBOA
T: +351 218 930 000
F: +351 218 930 099
E: [email protected]
W: www.tryporiente.solmelia.com
HOTEL NH PARQUE LISBOA
Av. António Augusto Aguiar, 12
1050-016 LISBOA
T: +351 213 515 000
F: +351 213 579 999
E: [email protected]
W: www.nh-hotels.com
HOTEL VILA GALÉ ÓPERA
Tv. do Conde da Ponte
1300-141 LISBOA
T: +351 213 605 400
F: +351 213 605 450
E: [email protected]
W: www.vilagale.pt
HOTEL NOVOTEL LISBOA
Av. José Malhoa, Lt. 1642
1099-051 LISBOA
T: +351 217 244 800
F: +351 217 244 801
E: [email protected]
W: www.accorhotels.com
HOTEL VILLA RICA
Av. 5 de Outubro, 301/319
1600-035 LISBOA
T: +351 210 043 000
F: +351 210 043 499
E: [email protected]
W: www.hotelvillarica.com
PESTANA PALACE HOTEL
R. Jau, 54
1300-314 LISBOA
T: +351 213 615 600
F: +351 213 615 625
E: [email protected]
W: www.pestana.com
PRAIA D’EL REY MARRIOTT GOLF &
HOTEL BAIRRO ALTO
BEACH RESORT
Pç. Luís de Camões, 8
Av. Dona Inês de Castro, 1 – Vale
1200-243 LISBOA
das Janelas, Amoreira
T: +351 213 408 288
2510-451 ÓBIDOS
F: +351 213 408 299
T: +351 262 905 100
[email protected]
F: +351 262 905 101
W.www.bairroaltohotel.com
E: [email protected]
W: www.marriottpraiadelrey.com
HOTEL CASCAIS MIRAGEM
Av. Marginal, 8554
RITZ FOUR SEASONS HOTEL
2754-536 CASCAIS
LISBOA
T: +351 210 060 600
R. Rodrigo da Fonseca, 88
F: +351 210 060 626
1099-039 LISBOA
E. [email protected]
T: +351 213 811 400
W. www.cascaismirage.com
F: +351 213 831 783
E: [email protected]
HOTEL FORTALEZA DO GUINCHO
W: www.fourseasons.com
Estrada do Guincho
2750-642 CASCAIS
SHERATON LISBOA
T: +351 214 870 491
HOTEL & SPA
F: +351 214 870 431
R. Latino Coelho, 1
E: [email protected]
1069-025 LISBOA
W: www.guinchotel.pt
T: +351 213 120 000
HOTEL PALÁCIO
R. do Parque
2769-504 ESTORIL
T: +351 214 648 000
F: +351 214 684 867
E: [email protected]
W: www.hotel-estoril-palacio.pt
F: +351 213 547 164
E: [email protected]
W: www.sheraton.com/lisboa
HOTEL 4*
HOTEL AVIZ
R. Duque de Palmela, 32
1250-098 LISBOA
T: +351 210 402 000
F: +351 210 402 199
E: [email protected]
W: www.hotelaviz.com
HOTEL BRITÂNIA
R. Rodrigues Sampaio, 17
1150-278 LISBOA
T: +351 213 155 016
F: +351 213 155 021
E: [email protected]
W: www.heritage.pt
HOTEL D. MANUEL I
Av. Duque de Ávila, 189
1050-082 LISBOA
T: +351 213 593 000
F: +351 213 576 985
E: [email protected]
W: www.hoteldmanuel.pt
HOTEL DO MAR
R. General Humberto Delgado, 10
2970-628 SESIMBRA
T: +351 212 288 300
F: +351 212 233 888
E: [email protected]
W: www.hoteldomar.pt
HOTEL ESTORIL EDEN
Av. de Sabóia, 209
2769-502 ESTORIL
T: +351 214 667 600
F: +351 214 667 601
E: [email protected]
W: www.hotel-estoril-eden.pt
HOTEL FÉNIX LISBOA
Pç. Marquês de Pombal, 8
1269-133 LISBOA
T: +351 213 862 121
F: +351 213 860 131
E: [email protected]
W: www.fenixlisboa.com
HOTEL QUINTA
DA MARINHA RESORT
Quinta da Marinha, 2750-715 CASCAIS
T: +351 214 860 100
F: +351 214 869 488
E: [email protected]
W: www.quintadamarinha.com
ALTIS PARK HOTEL
Av. Eng. Arantes e Oliveira, 9
1900-221 LISBOA
T: +351 218 434 200
F: +351 218 460 837
E: [email protected]
W: www.altishotels.com
HOTEL REAL PALÁCIO
R. Tomás Ribeiro, 115
1050-228 LISBOA
T: +351 213 199 500
F: +351 213 199 502
E: [email protected]
W: www.hoteisreal.com
FONTANA PARK HOTEL
R. Eng.º Vieira da Silva, 2
1050-105 LISBOA
T: +351 213 576 212
F: +351 213 579 244
E: [email protected]fontanaparkhotel.com
W: www.fontanaparkhotel.com
HOTEL FLÓRIDA
R. Duque de Palmela, 34
1250-098 LISBOA
T: +351 213 576 145
F: +351 213 543 584
E: [email protected]
W: www.hotel-florida.pt
HOTEL TIVOLI LISBOA
Av. da Liberdade, 185
1269-050 LISBOA
T: +351 213 198 900
F: +351 213 198 950
E: [email protected]
W: www.tivolihotels.com
HERITAGE AV LIBERDADE HOTEL
Av. Liberdade, 28
1250-145 LISBOA
T: +351 213 404 040
F: +351 213 404 044
E: [email protected]
W: www.heritage.pt
HOTEL LISBOA PLAZA
Tv. do Salitre, 7
1269-066 LISBOA
T: +351 213 218 218
F: +351 213 471 630
E: [email protected]
W: www.heritage.pt
HOTEL OLISSIPPO CASTELO
R. Costa do Castelo, 126
1100-179 LISBOA
T: +351 218 820 190
F: +351 218 820 194
E: [email protected]
W: www.olissippohotels.com
HOTEL OLISSIPPO ORIENTE
Av. D. joão II, Lt.1.3.22
1990-083 LISBOA
T: +351 218 929 100
F: +351 218 929 119
E: [email protected]
W: www.olissippohotels.com
HOTEL PRAIA MAR
R. do Gurué, 16
2775-581 CARCAVELOS
T: +351 214 585 100
F: +351 214 573 130
E: [email protected]
W: www.almeidahotels.com
HOTEL PRÍNCIPE REAL
R. da Alegria, 53
1250-006 LISBOA
T: +351 213 407 350
F: +351 213 422 104
E: [email protected]
W: www.hotelprincipereal.com
HOTEL REAL OEIRAS
R. Álvaro Rodrigues de Azevedo, 5
2770-197
PAÇO DE ARCOS
T: +351 214 469 900
F: +351 214 469 901
E: [email protected]
W: www.hoteisreal.com
HOTEL VIP DIPLOMÁTICO
R. Castilho, 74
1250-071 LISBOA
T: +351 213 839 020
F: +351 213 862 155
E: [email protected]
W: www.viphotels.com
HOTEL ZENIT LISBOA
Av. 5 de Outubro, 11
1050-047 LISBOA
T: +351 213 102 200
F: +351 213 102 209
E: [email protected]
W: www.zenithoteles.com
JERÓNIMOS 8
R. dos Jerónimos, 8
1400-211 LISBOA
T: +351 213 600 900
F: +351 213 600 908
E: [email protected]
W: www.jeronimos8.com
LISBOA MARRIOTT HOTEL
Av. dos Combatentes, 45
1600-042 LISBOA
T: +351 217 235 400
F: +351 217 264 281
E: [email protected]
W: www.marriott.com/lispt
LISBOA REGENCY CHIADO
R. Nova do Almada, 114
1200-290 LISBOA
T: +351 213 256 100
F: +351 213 256 161
E: [email protected]
W: www.regency-hotels-resorts.com
SOGGIORNO
48
_
49
RADISSON SAS HOTEL LISBOA
Av. Marechal Craveiro Lopes,
390, 1749-009
LISBOA
T: +351 210 045 000
F: +351 210 045 001
E: [email protected]
W: www.radisson.com/lisbon.pt
REAL PARQUE HOTEL
Av. Luís Bívar, 67, 1069-146
LISBOA
T: +351 213 199 000
F: +351 213 570 750
E: [email protected]
W: www.hoteisreal.com
SANA LISBOA HOTEL
Av. Fontes Pereira de Melo, 8
1069-310
LISBOA
T: +351 210 064 300
F: +351 210 064 301
E: [email protected]
W: www.sanahotels.com
SANA MALHOA HOTEL
Av. José Malhoa, 8
1099-089 LISBOA
T: +351 210 061 800
F: +351 210 061 801
E: [email protected]
W: www.sanahotels.com
SANA METROPOLITAN HOTEL
R. Soeiro Pereira Gomes,
Parcela 2
1600-198 LISBOA
T: +351 217 982 500
F: +351 217 950 864
E: [email protected]
W: www.sanahotels.com
SANA SESIMBRA HOTEL
Av. 25 de Abril
2970-634 SESIMBRA
T: +351 212 289 000
F: +351 212 289 001
E: [email protected]
W: www.sanahotels.com
SESIMBRA HOTEL & SPA
Praça da Califórnia
2970-773 SESIMBRA
T: +351 212 234 865
F: +351 212 234 865
E: [email protected]
W: www.sesimbrahotelspa.com
TURIM EUROPA HOTEL
R. São Sebastião
da Pedreira,17/19
1050 LISBOA
T: +351 213 139 410
F: +351 213 139 419
E: [email protected]
W: www.turimhotels.com
TURIM IBERIA HOTEL
Av. 5 de Outubro, 160
1050-062
LISBOA
T: +351 217 906 110
F: +351 217 906 119
E: [email protected]
W: www.turimhoteis.com
TURIM LISBOA HOTEL
R. Filipe Folque, 20
1050-113 LISBOA
T: +351 213 139 410
F: +351 213 139 419
E: [email protected]
W: www.turimhotels.com
HOTEL 3*
AMÉRICA DIAMOND’S HOTEL
Rua Tomás Ribeiro, 47
1050-226 LISBOA
T: +351 213 521 177
F: +351 213 531 176
E: [email protected]
W: www.americadiamondshotel.com
BEST WESTERN HOTEL DE TURISMO
Lg. de Santo António
2200-348 ABRANTES
T: +351 241 361 261
F: +351 241 365 218
E: [email protected]
W: www.hotelabrantes.pt
BEST WESTERN HOTEL FLAMINGO
R. Castilho,41, 1250-068
LISBOA
T: +351 213 841 200
F: +351 213 841 208
E: [email protected]
W: www.bestwestern.com/pt/hotelflamingo
BEST WESTERN PREMIER
HOTEL EDUARDO VII
Av. Fontes Pereira de Melo, 5
1069-114 LISBOA
T: +351 213 568 822
F: +351 213 568 844
E: [email protected]
W: www.hoteleduardovii.pt
HOTEL A.S. LISBOA
Av. Almirante Reis, 188
1000-055 LISBOA
T: +351 218 429 360
F: +351 218 429 374
E: [email protected]
W: www.hotel-aslisboa.com
HOTEL AL FOZ
Av. Dom Manuel I
2890-014 ALCOCHETE
T: +351 212 341 179
F: +351 212 341 190
E: [email protected]
W: www.al-foz.pt
HOTEL ALMIRANTE
Av. Almirante Reis, 68
1150-020 LISBOA
T: +351 218 168 000
F: +351 218 168 001
E: [email protected]
W: www.hotelalmirante.pt
HOTEL ARRIBAS
Av. Alfredo Coelho – Praia Grande
2705-329 COLARES
T: +351 219 289 050
F: +351 219 292 420
E: [email protected]
W: www.hotelarribas.com
HOTEL BOTÂNICO
R. da Mãe D’Água,16/20
1250-156 LISBOA
T: +351 213 420 392
F: +351 213 420 125
E: [email protected]
W: www.hotelbotanico.net
HOTEL DA VILA
Tv. da Alfarrobeira, 1-3
2750-285 CASCAIS
T: +351 214 847 320
F: +351 214 847 321
E: [email protected]
W: www.hoteldavila.com
HOTEL DOM CARLOS LIBERTY
R. Alexandre Herculano, 13
1150-005 LISBOA
T: +351 213 173 570
F: +351 213 173 574
E: [email protected]
W: www.domcarloshoteis.com
HOTEL DOM CARLOS PARK
Av. Duque de Loulé,121
1050-089 LISBOA
T: +351 213 512 590
F: +351 213 520 728
E: [email protected]
W: www.domcarloshoteis.com
HOTEL EXCELSIOR
R. Rodrigues Sampaio, 172
1150-282 LISBOA
T: +351 213 537 151
F: +351 213 578 779
E: [email protected]
W: www.hotel-excelsior.pt
HOTEL EXPRESS BY HOLIDAY INN
LISBON-OEIRAS
Est. de Paço de Arcos à Pç. Sérgio
Vieira de Melo
2740-243 PORTO SALVO
T: +351 214 232 040
F: +351 214 232 041
E: [email protected]
W: www.hiexpress-lisbonoeiras.com
HOTEL ISIDRO
R. Prof. Augusto Gomes,3
2910-123 SETÚBAL
T: +351 265 535 099
F: +351 265 535 118
E: [email protected]
W: www.maisturismo.pt/hisidro
HOTEL JORGE V
R. Mouzinho da Silveira, 3
1250-165 LISBOA
T: +351 213 562 525
F: +351 213 150 319
E: [email protected]
W: www.hoteljorgev.com
HOTEL LISBOA TEJO
R. dos Condes de Monsanto, 2
1100-159 LISBOA
T: +351 218 866 182
F: +351 218 865 163
E: [email protected]
W: www.hotellisboatejo.com
HOTEL LONDRES
Av. Fausto de Figueiredo, 17
2765-412 ESTORIL
T: +351 214 648 300
F: +351 214 672 633
E: [email protected]
W: www.hotelondres.com
HOTEL MÉTROPOLE
Pç. Dom Pedro IV, 30
1100-200 LISBOA
T: +351 213 219 030
F: +351 213 469 166
E: [email protected]
W: www.almeidahotels.com
HOTEL MIRAPARQUE
Av. Sidónio Pais, 12
1050-214 LISBOA
T: +351 213 524 286
F: +351 213 578 920
E: [email protected]
W: www.miraparque.com
HOTEL NACIONAL
R. Castilho, 34, 1250-070 LISBOA
T: +351 213 554 433
F: +351 213 561 122
E: [email protected]
W: www.hotel-nacional.com
HOTEL OLISSIPPO MARQUÊS DE SÁ
Av. Miguel Bombarda, 130
1050-167 LISBOA
T: +351 217 911 014
F: +351 217 936 983
E: [email protected]
W: www.olissippohotels.com
HOTEL PRÍNCIPE LISBOA
Av. Duque de Ávila, 201
1050-082 LISBOA
T: +351 213 536 151
F: +351 213 534 314
E: [email protected]
W: www.hotelprincipelisboa.com
HOTEL VIP BERNA
Av. António Serpa, 13
1169-199 LISBOA
T: +351 217 814 300
F: +351 217 936 278
E: [email protected]
W: www.viphotels.com/vip-berna.htm
HOTEL VIP ZURIQUE
R. Ivone Silva, 18
1050-124 LISBOA
T: +351 217 814 000
F: +351 217 937 290
E: [email protected]
W: www.viphotels.com/vip-zurique.htm
SABÓIA ESTORIL HOTEL
Rua Belmonte, 1, Monte Estoril
2765-398 ESTORIL
T: +351 214 680 202
F: +351 214 681 117
E: [email protected]
F: www.hotelsaboia.com
SANA CAPITOL HOTEL
R. Eça de Queirós, 24
1050-096 LISBOA
T: +351 213 536 811
F: +351 213 526 165
E: [email protected]
W: www.sanahotels.com
SANA ESTORIL HOTEL
Av. Marginal,7034, 2765-247 ESTORIL
T: +351 214 670 322
F: +351 214 671 171
E: [email protected]
W: www.sanahotels.com
SANA EXECUTIVE HOTEL
Av. Conde de Valbom, 56
1050-069 LISBOA
T: +351 217 951 157
F: +351 217 951 166
E: [email protected]
W: www.sanahotels.com
SANA RENO HOTEL
Av. Duque de Ávila, 195/197
1050-082 LISBOA
T: +351 213 135 000
F: +351 213 135 001
E: [email protected]
W: www.sanahotels.com
SANA REX HOTEL
R. Castilho, 169
1070-051 LISBOA
T: +351 213 882 161
F: +351 213 887 581
E: [email protected]
W: www.sanahotels.com
HOTEL 2*
HOTEL IBIS LISBOA
JOSÉ MALHOA
Av. José Malhoa, lt. H
1070-158 LISBOA
T: +351 217 235 700
F: +351 217 235 701
E: [email protected]
W: www.accorhotels.com
HOTEL ROMA
Av. de Roma,33, 1749-074 LISBOA
T: +351 217 932 244
F: +351 217 932 981
E: [email protected]
W: www.hotelroma.pt
HOTEL IBIS LISBOA – OEIRAS
Área de Serviço da
Auto-Estrada A5 – Km 9,6
2780-826 OEIRAS
T: +351 214 216 215
F: +351 214 217 039
E: [email protected]
W: www.ibishotel.com
HOTEL TRAVEL PARK LISBOA
Av. Almirante Reis, 64
1150-020 LISBOA
T: +351 218 102 100
F: +351 218 102 199
E: [email protected]
W: www.hoteltravelpark.com
HOTEL IBIS LISBOA LIBERDADE
R. Barata Salgueiro, 53
1250-043 LISBOA
T: +351 213 300 630
F: +351 213 300 631
E: [email protected]
W: www.accorhotels.com
HOTEL IBIS
LISBOA – SALDANHA
Av. Casal Ribeiro, 23
1000-090 LISBOA
T: +351 213 191 690
F: +351 213 191 699
E: [email protected]
W: www.accorhotels.com
HOTEL PRAIA DO SOL
Rua dos Pescadores, 12
2825-386 COSTA DA CAPARICA
T: +351 212 900 012
F: +351 212 902 541
E: [email protected]
HOTEL SUIÇO ATLÂNTICO
R. da Glória, 3
1250-114 LISBOA
T: +351 213 461 713
F: +351 213 469 013
E: [email protected]
W: www.grupofbarata.com
HOTEL VIP
R. Fernão Lopes, 25
1000-132 LISBOA
T: +351 213 568 600
F: +351 213 158 773
E: [email protected]
W: www.viphotels.com
HOTEL VIP MIRAMONTE
Av. do Atlântico, 155
2705-287 SINTRA
T: +351 219 288 200
F: +351 219 291 480
E: [email protected]
W: www.viphotels.com
ALLOGGI
E ALTRO TIPO
DI STRUTTURE
ALBERGHIERE
AS JANELAS VERDES
R. das Janelas Verdes, 47
1200-690 LISBOA
T: +351 213 968 143
F: +351 213 968 144
E: [email protected]
W: www.heritage.pt
ESTALAGEM DO FAROL
DESIGN HOTEL
Av. Rei Humberto II de Itália, 7
2750-465 CASCAIS
T: +351 214 823 490
F: +351 214 841 447
E: [email protected]
W: www.cascais.org
ESTALAGEM DO SADO
R. Irene Lisboa, 1/3
2900-023 SETÚBAL
T: +351 265 542 800
F: +351 265 542 828
E: [email protected]
W: www.estalagemdosado.com
ESTALAGEM SENHORA DA GUIA
Est. do Guincho
2750-642 CASCAIS
T: +351 214 869 239
F: +351 214 869 227
E: [email protected]
W: www.senhoradaguia.com
ESTALAGEM VALE MANSO
Martinchel
2200-648 ABRANTES
T: +351 241 840 000
F: +351 241 840 009
E: [email protected]
W: www.estalagemvalemanso.com
PALÁCIO BELMONTE
Páteo Dom Fradique, 14
1100-624 LISBOA
T: +351 218 816 600
F: +351 218 816 609
E: [email protected]
W: www.palaciobelmonte.com
POUSADA DE PALMELA
CASTELO DE PALMELA
Pousada de Palmela – Castelo de
Palmela, 2950-997 PALMELA
T: +351 212 351 226
F: +351 212 330 440
E: [email protected]
W: www.pousadas.pt
SOLAR DO CASTELO
R. das Cozinhas, 2 (ao Castelo)
1100-181 LISBOA
T: +351 218 870 909
F: +351 218 870 907
E: [email protected]
W: www.heritage.pt
YORK HOUSE
R. das Janelas Verdes, 32
1200-691 LISBOA
T: +351 213 962 435
F: +351 213 972 793
E: [email protected]
W: www.yorkhouselisboa.com
HOTEL
APPARTAMENTI
APARTHOTEL SUITES DO MARQUÊS
Av. Duque de Loulé, 45
1050-086 LISBOA
T: +351 213 510 480
F: +351 213 531 865
E: [email protected]
W: www.viphotels.com
APARTHOTEL VIP EDEN
Pç. dos Restauradores, 24
1250-187 LISBOA
T: +351 213 216 600
F: +351 213 216 666
E: aparthotele[email protected]
W: www.viphotels.com
HOTEL PESTANA CASCAIS
Av. Manuel Júlio Carvalho
e Costa, 115
2754-518 CASCAIS
T: +351 214 825 900
F: +351 214 825 977
E: [email protected]
W: www.pestana.com
COMPLESSI
TURISTICI
E AGRITURISMO
CASA DA QUINTA
NOVA DA CONCEIÇÃO
R. Cidade de Rabat, 5
1500-158 LISBOA
T: +351 217 780 091
F: +351 217 724 765
E: [email protected]
PENSIONI
ALBERGARIA CHILLE
R. António Pedro, 40
1000-039 LISBOA
T: +351 213 549 171
F: +351 213 530 637
E: [email protected]
W: www.albergariadochille.com
ALBERGARIA RESIDENCIAL
INSULANA
R. da Assunção, 52
1100-044 LISBOA
T: +351 213 427 625
F: +351 213 428 924
E: [email protected]
W: www.insulanacjb.net
ALBERGARIA S. LOURENÇO
Est. Nacional 10/10-5
Porto Alto
2135-115 SAMORA CORREIA
T: +351 263 654 447
F: +351 263 654 694
E: [email protected]
W: www.hotelslourenco.com
HOSPEDARIA JARDIM
DA AMADORA
Lg. Major Humberto da Cruz, 3
2700-545 AMADORA
T: +351 214 943 109
F: +351 214 947 907
E: [email protected]
W: www.jardimdaamadora.com
PENSÃO RESIDENCIAL CANADÁ
Av. Defensores de Chaves, 35
1000-111 LISBOA
T: +351 213 513 480
F: +351 213 542 922
E: [email protected]
W: www.residencial-canada.com
REAL RESIDÊNCIA
R. Ramalho Ortigão, 41
1070-228 LISBOA
T: +351 213 822 900
F: +351 213 822 930
E: [email protected]
W: www.hoteisreal.com
PENSÃO RESIDENCIAL CARAVELA
R. Ferreira Lapa, 38
1150-159 LISBOA
T: +351 213 539 011
F: +351 213 571 751
E: [email protected]
W: http://caravela.do.sapo.pt
SOLPLAY HOTEL DE APARTAMENTOS
R. Manuel da Silva Gaio, 2
2795-132 LINDA-A-VELHA
T: +351 210 066 000
F: +351 210 066 199
E: [email protected]
W: www.solplay.pt/hotel
PENSÃO RESIDENCIAL
ESTORIL LISBOA
Av. João XXI, 6 - 2o
1000-301 LISBOA
T: +351 218 485 636
F: +351 218 451 066
E: [email protected]
PENSÃO RESIDENCIAL GERÊS
Cç. do Garcia,6 – 1o e 2o
1150-168 LISBOA
T: +351 218 810 497
F: +351 218 882 006
E: [email protected]
W: www.pensaogeres.com
PENSÃO RESIDENCIAL
PORTUENSE
R. Portas de Santo Antão, 149-157
1150-267 LISBOA
T: +351 213 464 197
F: +351 213 424 239
E: [email protected]
W: www.pensaoportuense.com
RESIDENCIAL DOM SANCHO I
Av. da Liberdade, 202
1250-147 LISBOA
T: +351 213 513 160
F: +351 213 548 042
E: [email protected]
W: www.domsancho.com
PENSÃO RESIDENCIAL PRINCESA
R. Gomes Freire, 130
1150-180 LISBOA
T: +351 213 193 070
F: +351 213 193 079
E: [email protected]
W: www.residencial-princesa.pt
RESIDENCIAL DUAS NAÇÕES
R. da Vitória, 41
1100-618 LISBOA
T: +351 213 460 710
F: +351 213 470 206
E: [email protected]
W: www.duasnacoes.com
PENSÃO RESIDENCIAL TERMINUS
Av. Almirante Gago Coutinho, 153
1700-029 LISBOA
T: +351 218 491 106
F: +351 218 491 107
RESIDENCIAL DUBLIN
R. de Santa Marta, 45, 1.º, 2.º
e 3.º esq., 1150-293 LISBOA
T: +351 213 555 489
F: +351 213 543 365
RESIDÊNCIA AVENIDA PARK
Av. Sidónio Pais, 6
1050-214 LISBOA
T: +351 213 532 181
F: +351 213 532 185
E: [email protected]
W: www.avenidapark.com
RESIDÊNCIA MAR DOS AÇORES
Av. Bernardim Ribeiro, 14
1150-071 LISBOA
T: +351 213 577 085
F: +351 213 530 638
E: [email protected]
RESIDENCIAL AMERICANO
R. 1º de Dezembro, 73
1200-358 LISBOA
T: +351 213 474 976
F: +351 213 479 979
E: [email protected]
W: www.hotelamericano.com
Campeggi
LISBOA CAMPING & BUNGALOWS
Est. da Circunvalação
1500-171 LISBOA
T: +351 217 628 200
F: +351 217 628 298
E: [email protected]
W: www.lisboacamping.com
RESIDENCIAL HORIZONTE
Av. António Augusto Aguiar, 42
1050-017 LISBOA
T: +351 213 539 526
F: +351 213 538 474
E: [email protected]
W: www.hotelhorizonte.com
RESIDENCIAL ITÁLIA
Av. Visconde de Valmor, 67
1050-239 LISBOA
T: +351 217 611 490
F: +351 217 611 499
E: [email protected]
W: www.residencial-italia.com
RESIDENCIAL JOÃO XXI
R. Gomes Freire, 179
1150-177 LISBOA
T: +351 213 155 018
F: +351 213 533 580
E: [email protected]
W: www.residencialjoaoxxi.com
RESIDENCIAL ASTÓRIA
R. Braamcamp, 10
1250-050 LISBOA
T: +351 213 861 317
F: +351 213 860 491
E: [email protected]
W: www.evidenciahoteis.com
RESIDENCIAL LAR DO AREEIRO
Pç. Francisco Sá Carneiro, 4
1000-159 LISBOA
T: +351 218 493 150
F: +351 218 406 321
E: [email protected]
W: www.residencialardoareeiro.com
RESIDENCIAL BORGES
R. Garrett, 108
1200-205 LISBOA
T: +351 213 461 951
F: +351 213 426 617
T: [email protected]
W: www.hotelborges.com
RESIDENCIAL LUENA
R. Pascoal de Melo,9
1000-230 LISBOA
T: +351 213 558 246
F: +351 213 543 456
E: [email protected]
W: www.pensaoresidencialluena.pt
STRUTTURE
ALBERGHIERE
RESIDENCIAL DELTA
R. Ilha do Pico, 3
1000-169 LISBOA
T: +351 213 521 300
F: +351 213 557 891
E: [email protected]
W: www.maisturismo.pt/delta
RESIDENCIAL DOM JOÃO
R. José Estevão, 43
1150-200 LISBOA
T: +351 213 144 171
F: +351 213 524 569
RESIDENCIAL S. PEDRO
R. Pascoal de Melo, 130 r/c
1000-237 LISBOA
T: +351 213 578 765
F: +351 213 578 865
E: [email protected]
W: www.yaltahotels.net
SOLAR DOS MOUROS
R. Milagre de Santo António, 6
1100-351 LISBOA
T: +351 218 854 940
F: +351 218 854 945
E: [email protected]
W: www.solardosmouros.pt
50
_
51
TURISMO DE LISBOA
Rua do Arsenal, nº15
1100-038 Lisboa
T: (+351) 21 031 27 00
F: (+351) 21 031 28 99
E: [email protected] W: www.visitlisboa.com
Fly UP