...

Diapositiva 1 - Ordine dei Farmacisti della provincia di Pesaro e

by user

on
Category: Documents
12

views

Report

Comments

Transcript

Diapositiva 1 - Ordine dei Farmacisti della provincia di Pesaro e
La Farmacia e la
Ricetta Medica
“La Ricetta Galenica: come
rilanciare il laboratorio
galenico in farmacia”
Pesaro, 27 settembre 2012
Dr.ssa Lucia Carletti
Ordine dei Farmacisti
Pesaro e Urbino
Ringraziamenti e
Bibliografia essenziale
Benedetta Sommaruga (SIFAP)
Livio Oggero (CISAF)
Marco di Tommasi (FOFI)
Farmacistaonline.it, Utifar.it, Sifap.it, Cisaf.it,
Federfarmaroma.it, Galenotech.it
Nuovo Collegamento, Il Farmacista, Tema Farmacia,
Notiziario SIFAP
La preparazione al Tirocinio Professionale in Farmacia,
Galenica CISAF Prontuario per Farmacisti e Medici, FU
Possibilità operative del laboratorio della Farmacia (Corso
ECM Farmalabor – SIFAP)
Galenica
La preparazione dei medicinali in Farmacia “ è
un’attività residuale, condizionata dalle mutevoli
necessità terapeutiche, che richiede applicazione e
competenze specifiche”
(Paola Minghetti, presidente SIFAP)
“una risorsa per il farmacista, oltre che
l’inconfutabile dimostrazione della natura
professionale del suo lavoro”
(Stella Sacerdote, giornalista Nuovo Collegamento)
“La galenica è una delle anime della Farmacia”
(Alessandro Fornaro, giornalista Nuovo Collegamento)
“l’attività paradigmatica del farmacista”
(Maurizio Cini, vice presidente Utifar)
Medico – Farmacista
• “Stimolare la collaborazione tra medici
e farmacisti”, congresso Sifap
28/10/2011
• “La preparazione magistrale
rappresenta infatti per il medico
un’adeguata e talora risolutiva
possibilità di cura, soprattutto quando
la terapia farmacologica non trova
risposta nella produzione industriale”,
Galenica CISAF: Prontuario per
Farmacisti e Medici
Preparati galenici
Preparato Magistrale
• pagina 1426,
glossario, NBP , FU
XII ed.
• Medicinale
preparato in
Farmacia in base ad
una prescrizione
medica destinata a
un determinato
paziente
Preparato Officinale
• pagina 1426, glossario,
NBP , FU XII ed.
• Medicinale preparato in
farmacia in base alle
indicazioni di una
Farmacopea della UE e
destinato ad essere
fornito direttamente ai
pazienti che si servono
in tale farmacia
• Preparato salutare
contenente
esclusivamente piante
e/o loro parti
La preparazione galenica di
medicinali in Farmacia
• La preparazione dei medicinali in Farmacia è
prerogativa esclusiva del Farmacista in
Farmacia
• NBP per garantire la qualità come
presupposto di efficacia e sicurezza
(Codice Deontologico, art. 7 comma 1 e 2)
• Cultura, Competenza e Professionalità:
i requisiti fondamentali del Farmacista
Preparatore
(Codice Deontologico, art. 9 comma 1 e 2)
Decreto liberalizzazioni
(art.11 comma 15 della legge 7/2012)
Gli esercizi commerciali (…) in possesso
dei requisiti vigenti, sono autorizzati,
sulla base dei requisiti prescritti dal
decreto ministeriale previsto dall’art. 32
(…) ad allestire preparazioni galeniche
officinali che non richiedono la
presentazione di ricetta medica, anche
in multipli, in base a quanto previsto
nella Farmacopea Italiana o nella
Farmacopea Europea
Galenica e Parafarmacia
... non sono delle farmacie e pertanto ad essi non
sono applicabili le Norme di Buona Preparazione
dei Medicinali in Farmacia le quali fanno costante
riferimento esclusivamente alla farmacia.
L’allestimento di medicinali è pertanto consentita
solo alle farmacie. Unica possibilità per la “para”
sarebbe quella di dotarsi di un’area attrezzata per
il confezionamento di droghe sfuse in ambito
strettamente erboristico, senza conferire alle
confezioni caratteristiche di medicinale. Detto
laboratorio deve poi essere autorizzato dalla Asl al
pari di un esercizio commerciale che tratti
alimenti.
(Maurizio Cini, Nuovo Collegamento 07/03/2012)
Riferimenti normativi
• Norme di Buona Preparazione dei
medicinali in farmacia (FU XII ed.)
• DM 18/11/03 Procedure di allestimento
dei preparati magistrali e officinali
• FU XII ed.
• Farmacopea Europea 7 ed. e
supplementi
• Legge 94/98
Materie prime
• Si ottempera all’obbligo della documentazione delle
sostanze conservando i certificati di analisi in forma
cartacea corredati dai seguenti dati:
• data di arrivo
• quantità acquistata
• numero fattura/documento di trasporto
• numero progressivo interno (da apporre anche
sul contenitore della sostanza)
• data di inizio e data di fine utilizzo
• firma del responsabile del laboratorio
• La documentazione si conserva per sei mesi
successivi all’ultima utilizzazione insieme al
contenitore vuoto
Certificato d’analisi
• Deve essere in forma cartacea e riportare:
•
•
•
•
•
•
•
•
Denominazione comune e/o nome chimico
Numero di lotto
Nome del produttore e/o dell’eventuale distributore
Datato e sottoscritto dal responsabile di qualità e/o
fornitore
Specifiche di qualità (del produttore o riferite ad una
Farmacopea)
Data limite di utilizzazione e/o rititolazione
Eventuali impurezze
Condizioni di conservazione e di manipolazione
Materie prime:
questioni scottanti
• Selezionare attentamente i propri
fornitori secondo il criterio della
loro qualificazione e delle garanzie
offerte
• Sconfezionare, anche su precisa
indicazione medica, un farmaco
industriale per utilizzarlo in un
preparato magistrale è in Italia una
questione irrisolta
• Sostanze coperte da brevetto
Copertura brevettuale
La legge attuale ha praticamente reso inutilizzabile
l’articolo sull’esenzione galenica, così
modificandolo:
“La facoltà esclusiva attribuita dal diritto di brevetto
(…) non si estende (…) alla preparazione
estemporanea (…), purché non si utilizzino
principi attivi realizzati industrialmente”
• Attenzione: il divieto d’impiegare sostanze
brevettate si estende anche a molecole vecchie,
ad esempio finasteride, che sono contenute in
medicinali industriali protetti da brevetti d’uso
(propecia)
I PREPARATI
MAGISTRALI
(… COSA IL MEDICO PUO’
PRESCRIVERE)
Magistrali, legge94/98
• Medico e Farmacista sono tenuti ad
utilizzare nei preparati orali principi attivi
presenti nella FU in vigore o in un
medicinale o in un integratore autorizzati
nella UE, o, anche, in un medicinale ritirato
per motivi non attinenti ai rischi d’impiego,
pena il deferimento ai rispettivi Ordini
• Nei preparati topici è consentito utilizzare
sostanze presenti in prodotti cosmetici
nella UE
• Non è consentito utilizzare principi attivi
ritirati per motivi attinenti ai rischi
d’impiego
Magistrali, legge94/98
• Se il Medico impiega un principio attivo
per indicazioni terapeutiche diverse da
quelle autorizzate deve ottenere il
consenso informato del paziente ed
apporre sulla ricetta le iniziali del paziente
e i motivi particolari che giustificano la
prescrizione; in questo caso il Farmacista
invia all’ASL la ricetta con cadenza
mensile.
• Sono comunque fatti salvi i divieti e le
limitazioni stabilite dal Ministero per
esigenze di tutela della Salute Pubblica
Stupefacenti
• Tutte le ricette stupefacenti hanno
validità 30 giorni, sono soggette a
trascrizione sul registro di entrata
e uscita e devono essere
conservate per due anni
dall’esaurimento dello stesso
• In etichetta apporre dicitura:
“soggetto alla disciplina del
DPR309/90, Tabella II, sezione……”
RMR - Ricetta Ministeriale a
Ricalco Tab. II, sez. A
- buprenorfina, codeina, diidrocodeina, fentanyl, idrocodone,
idromorfone, ossicodone, ossimorfone , tapentadolo parenterali
- buprenorfina e metadone orali
- amobarbital, metilfenidato e tutte le altre sostanze di sez. A
• Requisiti formali:
nome e cognome paziente, data, firma, timbro, indirizzo e tel. medico o
veterinario;
ricetta veterinaria: nome e cognome proprietario, specie, razza e sesso
animale e dicitura USO VETERINARIO
• Posologia:
obbligatoria con dose e modo di somministrazione
• Prescrizione limiti:
terapia non superiore a 30 giorni. Se si tratta di terapia del dolore,
possibilità di prescrivere 2 preparati o 2 diversi dosaggi
• Spedizione adempimenti:
data, prezzo, timbro e consegna a maggiore di 18 anni, non infermo di
mente, annotandone generalità e estremi di un documento di
riconoscimento
• Conservazione:
in originale 2 anni, in un posto riservato e separato dalle altre ricette
RNR – Ricetta Non Ripetibile
Tab. II, Sez. B e D
acetildiidrocodeina, codeina, diidrocodeina, etilmorfina, folcodina, nicodina,
nicodicodina, norcodeina
per: dose orale > 10 mg e <_100 mg
multidose orale _> 1% e _< 2,5% p/v
dose rettale > 20 mg e _< 100 mg
ossicodone
per: dose orale_< 10 mg
multidose orale _< 2,5% p/v
dose rettale _< 20 mg
clorazepato, dronabinol, THC e tutte le altre sostanze di sez. B
• Requisiti formali:
carta intestata o timbro, firma del medico, data di compilazione, nome e cognome
paziente;
ricetta veterinaria: nome, cognome e indirizzo proprietario e specie animale
• Posologia:
sempre auspicabile, obbligatoria se ricetta veterinaria
• Prescrizione limiti:
limiti quantitativi non previsti
• Spedizione adempimenti:
data, prezzo, timbro e consegna a maggiore di anni 18, non infermo di mente
• Conservazione:
in originale 2 anni, in un posto riservato e separato dalle altre ricette
RNR – Ricetta Non Ripetibile
Tab. II, Sez. D
codeina e diidrocodeina
per: dose orale e rettale > 100 mg
multidose orale > 2,5% p/v
ossicodone
per: dose orale> 10mg
multidose orale > 2,5% p/v
dose rettale > 20 mg
buprenorfina trans dermica
fentanyl, idrocodone, idromorfone, morfina, ossimorfone, tapentadolo non parenterali
•
Requisiti formali:
carta intestata o timbro, firma del medico, data di compilazione, nome e cognome paziente;
ricetta veterinaria: nome, cognome e indirizzo proprietario e specie animale
•
Posologia:
sempre auspicabile, obbligatoria se ricetta veterinaria
•
Prescrizione limiti:
limiti quantitativi non previsti
•
Spedizione adempimenti:
data, prezzo, timbro e consegna a maggiore di anni 18, non infermo di mente, annotandone
generalità ed estremi documento di riconoscimento. Comunicazione mensile dati
all’Ordine.
•
Conservazione:
in originale 2 anni, in un posto riservato e separato dalle altre ricette
RR – Ricetta Ripetibile
Tab. II, Sez. E
•
acetildiidrocodeina, codeina, diidrocodeina, etilmorfina, folcodina,
nicocodina, nicodicodina, norcodeina
per: dose orale_< 10 mg
multidose orale < 1% p/v
dose rettale _< 20 mg
• Requisiti formali:
carta intestata o timbro, firma del medico, data di compilazione, nome e
cognome paziente
• Posologia:
sempre auspicabile.
• Prescrizione limiti:
limiti quantitativi non previsti. Ripetibile 3 volte, un numero di confezioni
diverso dall’unità esclude la ripetibilità
• Spedizione adempimenti:
data, prezzo, timbro e consegna a maggiore di anni 18, non infermo di
mente.
• Conservazione:
in copia (o in originale se no richiesto dal paziente) 2 anni, in un posto
riservato e separato dalle altre ricette
Ricetta Ripetibile
La ricetta ripetibile:
Sostanze in tabella 4 FU;
• Preparati appartenenti alla tabella II sezione E del DPR
309/90, quando la sostanza è in Sez. A;
• Preparati per uso topico delle classi S5 diuretici, S6
stimolanti e S9 corticosteroidi della L. 376/00, Doping;
• Requisiti formali carta intestata o timbro e firma del
medico, data di compilazione, nome e cognome
auspicabili, obbligatori quando il preparato include
sostanze stupefacenti;
• Validità di 6 mesi e ripetibilità di 10 volte; si conserva in
copia per 6 mesi.
Ricetta non Ripetibile
La ricetta non ripetibile:
Sostanze in tabella 5 FU;
Requisiti formali, carta intestata o timbro
e firma del medico, data di
compilazione, nome e cognome del
paziente;
Validità di 30 giorni; si conserva in
originale per 6 mesi.
RNR Veleni
• Le prescrizioni di galenici magistrali contenenti
sostanze velenose non sono ripetibili e devono
essere trattenute e conservate per almeno 6
mesi dal farmacista, annotando il nome della
persona cui sono state consegnate.
• Le dosi di sostanze velenose devono essere
indicate dal medico in tutte lettere.
• Sostanze tossiche o molto tossiche, “veleni”,
obbligatorio avere scheda di sicurezza, apposito
contrassegno sulla confezione, conservazione in
armadio chiuso a chiave
• Apporre in etichetta idneo contrassegno
Sostanze dopanti
• Lista sostanze dopanti: www.ministerosalute.it
• In relazione alla classe di appartenenza e alla via di
somministrazione varia il regime di dispensazione del
medicinale allestito e la dicitura da riportare in etichetta
• RNR “per chi svolge attività sportiva: l’uso del farmaco
senza necessità terapeutica costituisce doping e può
determinare comunque positività ai test antidoping”
• Le preparazioni galeniche ad uso topico, contenenti come
eccipiente alcool etilico, quale unica sostanza vietata per
doping, non devono riportare sulla confezione alcuna
dicitura
• Trasmissione al Ministero della Salute entro 31/01 dati
relativi quantità utilizzate nell’anno precedente
• Conservazione ricetta in copia o in originale per 6 mesi a
decorrere dal 31 gennaio dell’anno in cui viene effettuata la
trasmissione
Farmaci veterinari
• Preparazioni destinate ad animali DPA:
Ricetta in triplice copia
Oltre agli altri dati obbligatori riportare i
numeri di lotto dei componenti
impiegati
• Preparazioni destinate ad animali non
DPA:
Ricetta non ripetibile (nome e cognome
del proprietario, specie animale)
Documentazione preparato
magistrale
Sulla copia / originale della ricetta riportare:
• N. progressivo della preparazione
• Data di preparazione e data limite di utilizzazione
• Eventuali eccipienti
• Prezzo praticato
• Avvertenze d’uso e precauzioni
• Firma del Farmacista
In pratica, applicare copia dell’etichetta sulla ricetta e firma
Conservazione sei mesi (eccezioni stupefacenti e sost.
dopanti)
Etichetta preparato
magistrale
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Nome, indirizzo, tel. Farmacia
Numero progressivo assegnato alla ricetta
Nome del medico e/o del paziente
Data di preparazione e data limite di utilizzazione
Composizione quali - quantitativa dei p.a. e degli eccipienti
Prezzo scorporato in S O A R e calcolato secondo la TNM
Quantità e/o n. di dosi forma
Ogni eventuale avvertenza e precauzione d’uso
Indicazione: uso esterno, uso interno, uso veterinario, a
gocce ecc.
Attenzione!!!!
• Chi detiene già pronto un medicinale
magistrale senza la prevista ricetta è
punito con ammenda da 800 a 2.400
Euro e sospensione fino ad un mese
dall’esercizio professionale; per
recidiva, ammenda da 1.600 a 4.000
Euro, arresto da 2 a 8 mesi e
sospensione da 2 a 6 mesi
dall’esercizio professionale (articolo 14
7 comma 3 Dlvo 219/06)
ESEMPI
PRATICI DI
PREPARAZIONI
MAGISTRALI
Soluzione muco-adesiva per
la xerostomia
•
•
•
•
Idrossietilcellulosa
Glicerolo
Sodio cloruro
Acqua depurata preservata
0,5 g
20 ml
0,27 g
q.b. a 100 ml
• Categoria terapeutica: emolliente,
rinfrescante
• Conservazione: in recipiente ben chiuso, al
riparo dalla luce e dal calore
• Scadenza: 30 gg dalla data di preparazione in
assenza di preservanti, prolungabile fino a 6
mesi in presenza di conservanti
Xilitolo sciroppo pediatrico
•
•
•
•
•
•
•
Metile p-idrossibenzoato
Propile p-idrossibenzoato
Xilitolo
Glicerina
Vanillina
Aroma di cacao
Acqua depurata
0,1 g
0,04 g
40 g
10 g
0,5 g
0,250 g
q.b. a 100 g
• Conservazione: in recipiente ben chiuso, al riparo da
fonti di luce e calore
• Scadenza: 6 mesi dalla data di preparazione in
presenza di preservanti
• Avvertenze: abuso può comportare effetto lassativo,
agitare prima dell’uso
GLI OFFICINALI
(… quello che il Farmacista può
preparare perché in una FU
europea o nell’elenco delle
piante utilizzabili come da
direttive ministeriali)
Preparato officinale
• La disciplina di vendita (SOP, RR, RNR, RMR) si
ricava dalle tabelle 4 e 5 della FU; in mancanza, si fa
riferimento ai prodotti in commercio
• Il preparato officinale in scala ridotta non può
superare i 3.000 g di formulato
• Il Farmacista può procedere ad una successiva
preparazione della formula officinale purché la
scorta non superi comunque i 3 kg.
• Il prezzo da applicare è libero e va apposto in
etichetta in cifra unica; ci si può ispirare alla tariffa
diminuendo l’onorario del 30-40 %
• Può essere allestito anticipatamente, richiede la
compilazione del foglio di lavorazione (numerato)
• Tutti i preparati eseguiti (lotto) devono riportare il
numero assegnato al foglio di lavorazione
Foglio di preparazione
preparato officinale
Titolo della preparazione: Vaselina salicilica 5%
Data 12.7.09
n. (35) progressivo
Quantità totale allestita: 1 Kg
Sostanze
Quantità
Vaselina
950 g
Acido salicilico
50 g
La quantità è stata ripartita in 20 contenitori da 50 g
Periodo di validità: 6 mesi
Firma del preparatore
Etichetta
preparato officinale
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Nome, indirizzo, tel. Farmacia
Numero progressivo assegnato al foglio di lavorazione
Solo in caso di ricetta: nome del medico e/o del paziente
Data di preparazione e data limite di utilizzazione
Composizione quali-quantitativa dei p.a. e degli eccipienti
Prezzo in cifra unica
Quantità e/o n. di dosi forma
Ogni eventuale avvertenza e precauzione d’uso
Indicazione: uso esterno, uso interno, uso veterinario, a
gocce ecc.
Etichetta preparato
officinale
Farmacia Centrale dr. Rossi
Via Flaminia 15, Roma
Tel. 06/4368909
N. 35 del 12.07.09
Acido salicilico
Vaselina
Utilizzare entro il 12.01.10
2,5 g
47,5 g
Per applicazioni locali 2 volte al giorno, non applicare sulle
mucose
Tenere lontano dalla portata dei bambini
Conservare lontano da fonti di calore ed al riparo dalla luce
Non disperdere nell’ambiente
USO ESTERNO
€ 5,00
Documentazione preparato
officinale
Foglio di lavorazione:
• Titolo della preparazione
• Data di preparazione
• Numerazione progressiva
• Quantità delle singole sostanze impiegate
• Firma del Farmacista
Da compilarsi anche se si esegue un’Officinale in una
sola unità e per preparati di Erboristeria
Tutti i preparati eseguiti (lotto) devono riportare il
numero assegnato al foglio di lavorazione
I fogli di lavorazione vanno conservati per sei mesi
Esempi di alcuni officinali dispensabili
senza ricetta medica della FU XII ed.
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Acqua Borica (pag. 1024)
Vaselina Salicilica 2-5-10 % (pag. 1029)
Tintura di Iodio (pag. 1193)
Canfora Eucaliptolo Mentolo unguento (pag. 1073)
Destrometorfano sciroppo e gocce (pag. 1106)
Metilsalicilato unguento (pag. 1213)
Rinobalsamiche gocce (pag. 1227)
Senna composta polvere orale (pag 1265)
Valeriana capsule (pag. 1317)
Paste e unguenti a base di zinco ossido (pag.
1319-23)
Gel adesivo orale (RFE 2004)
Carbossimetilcellulosa sodica
1-2 g
Glicerolo
15 g
Sorbitolo 70% p/p sol. acquosa
55 g
Sodio cloruro
1g
Acido ascorbico
0.05 g
Acqua depurata preservata q.b. a
100 g
Conservazione: in recipiente ben chiuso, al
riparo dalla luce, temp. inferiore 25°.
Scadenza: sei mesi dalla data di preparazione
Metile salicilato, canfora e
mentolo unguento (DAC)
Metile salicilato
10 g
Canfora racemica
10 g
Mentolo – L
2g
Vaselina bianca
20 g
Alcooli di lanolina unguento
58 g
Conservazione in recipiente ben chiuso al
riparo da fonti di luce e calore
Scadenza: sei mesi dalla data di preparazione
Altri esempi
• Eosina 1% - 2% soluzione acquosa (DAC
2004)
• Minoxidil 2% - 3% - 5% lozione (BP 2004)
• Destrometorfano sciroppo (FU XII ed.)
• Lugol soluzione debole e forte (RFE 2004)
• Diclofenac sodico 1% gel (BP 2004)
• Urea 15% crema (RFE 2004)
• Urea 20% - 40% crema (BP 2004)
• Lidocaina 2% gel lidocaina viscosa buccale
(BP 2004)
Integratori alimentari
Il D.L. del 21/05/2004 n.169 ha dato attuazione
alla direttiva 2002/46/CE e definisce gli
“integratori alimentari” come prodotti
alimentari destinati ad integrare la comune
dieta e che costituiscono una fonte
concentrata di sostanze nutritive, quali le
vitamine e i minerali, o di altre sostanze
aventi un effetto nutritivo o fisiologico, in
particolare, ma non in via esclusiva,
aminoacidi acidi grassi essenziali, fibre ed
estratti di origine vegetale, sia
monocomposti che pluricomposti, in forme
predosate.
Integratori
• La produzione è consentita solo a livello
industriale, quindi la farmacia non può
eseguirli in scala ridotta, ma solo dietro
presentazione di ricetta medica, nel qual
caso si ricade in quanto specificato per la
ricetta magistrale.
• La farmacia può vendere Integratori prodotti
da ditte autorizzate personalizzandoli con il
proprio marchio ma è vietato sconfezionare
un integratore acquistato in bulk
Integratori alimentari
erboristici/salutistici
• In base alla Direttiva 2002/46/CE le piante e gli
estratti vegetali sono stati inclusi tra le “altre
sostanze aventi un effetto nutritivo o fisiologico”
utilizzabili per la produzione di integratori
alimentari.
• Con la Circolare n.3 del 18/07/2002 il Ministero
della Salute ha esteso le norme previste per gli
integratori a base di vitamine e sali minerali
anche a quelli costituiti esclusivamente da
piante ed estratti vegetali aventi un esclusivo
carattere “fisiologico/salutistico”.
Circolare Ministero della
Salute n.3 del 18/07/2002
“Applicazione della procedura di notifica
dell’etichetta di cui all’art. 7 del decreto
legislativo n. 111/1992, ai prodotti a base di
piante e derivati aventi finalità salutistiche”
Nota n.600.12/AG45.1/706 del 05/12/2002 gli
adempimenti introdotti dalla Circolare non si
applicano a prodotti a base di ingredienti
vegetali preparati nelle Farmacie, fornite di
un laboratorio galenico autorizzato dalla ASL
competente e periodicamente ispezionato
Preparati erboristici
• In deroga alla circolare n. 3 del 18.0 7.2002, il
Farmacista può allestire, estemporaneamente e
non, preparati non medicinali a base di ingredienti
vegetali a condizione che:
• Siano a base di piante e loro parti riportate in un
apposito elenco stilato dal Ministero della Salute
• Siano per uso orale
• Siano ottenuti seguendo le NBP
• Siano venduti direttamente ed unicamente ai
clienti della farmacia
• L’etichetta non deve riportare indicazioni
terapeutiche e ingenerare l’equivoco che si possa
trattare di medicinale
Le piante ammesse all’uso deliberato in
tali preparazioni erboristiche sono
riportate nella “Lista erbe” presente sul
portale del Ministero della Salute
• Tali piante sono impiegabili nelle varie
forme di presentazione (Polvere,
Estratto Fluido, Tintura, Tintura Madre,
Estratto Secco ecc.) fatte salve le
eventuali limitazioni di dosaggio
riportate in tale tabella o in apposite
Circolari
• L’elenco delle piante è stato approvato
con Decreto Ministeriale, 9 luglio 2012
Foglio di lavorazione
Preparato erboristico “capsule”
Data _______
n. ____
Quantità totale allestita: 1385g pari a n.5000 cps N.0
Sostanze
Quantità
1. Senna polvere
500 g
2. Cascara polvere
450 g
3. Rabarbaro polvere
300 g
4. Finocchio polvere
60 g
5. Anice polvere
75 g
Il preparato è stato ripartito in 100 contenitori da 50 cps
Da utilizzare entro sei mesi dalla data di preparazione
Firma del preparatore
Ragione sociale completa
Prep. n. _____ del ____ utilizzare entro il _____
50 capsule di preparato erboristico: cascara g 0,09 –
senna foglie g 0,1 – rabarbaro g 0,06 – anice g 0,015 –
finocchio dolce g 0,012
Indicazioni d’uso: per coadiuvare le funzioni fisiologiche
del transito intestinale
Posologia: 1-3 capsule la sera
Conservare lontano da fonti di calore e al riparo dalla
luce; non disperdere nell’ambiente.
L’uso continuativo può provocare assuefazione. Non
usare se sono presenti dolori addominali, nausea o
vomito. Non somministrare ai bambini e alle donne in
gravidanza
5,00 €
Senna composta
(transito intestinale forte)
Ingredienti:
 senna foglie 30% favorisce transito intestinale
 frangola corteccia 20% idem
 malva foglie/fiori 10% emolliente, lenitivo
 finocchio semi (frutti) 10% carminativo (contro gonfiore di
pancia)
 anice semi (frutti) 10% idem
 menta foglie 10% rinfrescante, attenua crampi intestinali
 liquirizia radice 10% emolliente, dolcificante
Preparazione: 1 cucchiaio da minestra per tazza, fare infuso
(mettere l’acqua bollente nella tazza e aggiungere la
tisana).
Modalità d’uso: 1 tazza prima di cena o meglio prima di
coricarsi.
Avvertenze: Usare per brevi periodi di tempo. Non
somministrare il prodotto ai bambini e durante la
gravidanza.
Foglio di lavorazione
Preparato erboristico “gocce”
Data _______
Quantità totale allestita: 3.000 ml
Sostanze
1. Fucus TM
2. Tarassaco TM
3. Betulla TM
n. ____
Quantità
1.000 ml
1.000 ml
1.000 ml
Il preparato è stato ripartito in 30 flaconi contagocce da
100 ml
Da utilizzare entro sei mesi dalla data di preparazione
Firma del preparatore
Ragione sociale completa
Prep. n. _____ del ____ utilizzare entro il _____
Composizione: Fucus TM 33,3 ml, Tarassaco TM 33,3 ml,
Betulla TM 33,3 ml
Quantità dispensata: 100 ml
Indicazioni d’uso: per coadiuvare le funzioni fisiologiche
dell’eliminazione dell’acqua
Posologia: 40 gocce due volte al giorno
Tenere lontano dalla portata dei bambini, conservare al
riparo dalla luce e lontano da fonti di calore.
Contiene alcool
Non somministrare ai bambini, in gravidanza, ed in caso di
disturbi alla tiroide
7,00 €
Medicinale tradizionale
vegetale
• La direttiva 2004/24/CE ha introdotto il
“prodotto medicinale tradizionale di
origine vegetale”. Si tratta di “ogni
medicinale che contenga
esclusivamente come principio attivo
uno o più sostanze vegetali, oppure
una o più sostanze vegetali in
associazione ad uno o più preparati
vegetali” che risponda ai requisiti
previsti dalla direttiva stessa
Ma … come rilanciare il
Laboratorio Galenico in
Farmacia???
Le 4 “P” del Marketing Galenico
• Passione
• Professionalità
• Preparazione
• Proventi
Galenica per passione
• Stefano Tartaglia, farmacia
Tartaglia a Foggia, intervista a
Tema farmacia
• La galenica nell’attività
professionale in farmacia:
efficacia ed importanza
dell’utilizzo di un prontuario
galenico, corso ECM organizzato
da CISAF
• L’attività culturale della SIFAP
“Imprenditorialità … Galenica”
La via francese:
preparazioni galeniche in
subappalto
Secondo le norme francesi il subappalto
delle preparazioni (sous-traitance des
preparations) consiste nell’affidare ad
altra farmacia, appositamente
autorizzata, l’allestimento di una
preparazione sulla base di un rapporto
che deve essere formalizzato
contrattualmente
Possibilità operative nel
settore dei Cosmetici
• E’ possibile prepararli a condizione:
• Laboratorio e stoccaggio sostanze cosmetiche separati dal
laboratorio galenico
• Vendita riservata ai clienti della farmacia
• Dichiarazione al Ministero di inizio attività con elenco
macchinari e formule
• In farmacia dossier di preparazione di ogni preparazione o
gruppo (tracciabilità)
• Patch Test per ogni preparazione o gruppo di preparazione
• Avvalendosi di un “terzista”: se i prodotti si vendono senza
essere sconfezionati, non ci sono problemi e si possono
vendere con la personalizzazione della farmacia. Se invece
si acquista in “bulk” per sconfezionare e ripartire in tagli
più piccoli, si diventa responsabili e si ricade nella
normativa della produzione descritta precedentemente
Fly UP