...

5. validazione e scarico della pratica – distinta di

by user

on
Category: Documents
2

views

Report

Comments

Transcript

5. validazione e scarico della pratica – distinta di
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
5. VALIDAZIONE E SCARICO DELLA PRATICA –
DISTINTA DI ACCOMPAGNAMENTO
In
a)
b)
c)
questo capitolo tratteremo:
dello scarico della pratica,
della predisposizione della distinta di accompagnamento e
di tutte quelle operazioni di controllo che si devono compiere prima di
spedire una pratica al Registro delle imprese.
1. Validazione e scarico della pratica
In
d)
e)
f)
questo capitolo tratteremo:
dello scarico della pratica,
della predisposizione della distinta di accompagnamento e
di tutte quelle operazioni di controllo che si devono compiere prima di
spedire una pratica al Registro delle imprese.
Una volta terminata la compilazione della pratica, e superata la fase di
validazione e si è sicuri della correttezza dei dati inseriti, si potrà passare alla
fase di scarico della pratica, partendo dalla schermata che segue (Vedi:
Figura n. 1).
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 1/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
(Figura n. 1)
Agendo sul bottone “Avvia”, il
dell’operazione (Vedi: Figura n. 2)
programma
chiederà
una
conferma
.
(Figura n. 2)
Per procedere allo scarico basterà rispondere affermativamente alla domanda
proposta dal programma.
A questo punto, si attiverà in automatico la “validazione” della pratica.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 2/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
Questa funzione – attivabile in qualsiasi momento agendo sul tasto F3 – si
attiva anche automaticamente durante la fase d’avvio dello scarico della
pratica, selezionando il tasto “Avvia”.
Tale operazione consente di verificare la correttezza dell’intera pratica
segnalando gli eventuali campi obbligatori non compilati o altre eventuali
incongruenze nelle informazioni inserite.
Il risultato di tale validazione sarà un rapporto visualizzabile a video e
stampabile con le informazioni suddette (Vedi: Figura n. 5).
Rispondendo “SI” all’avviso di cui alla Figura n. 2, si possono in concreto
verificare due ipotesi:
a) la pratica va bene e lo scarico si conclude correttamente;
b) lo scarico si blocca perché il sistema ha riscontrato degli errori. In questo
caso il programma propone il seguente avviso “Sono stati riscontrati errori.
Visualizzare il rapporto di validazione?”.
Cliccando sul bottone “SI”, comparirà la maschera che segue (Vedi: Figura
n. 3) con evidenziati gli errori all’interno della pratica.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 3/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
(Figura n. 3)
Cliccando sul bottone “Inizia validazione”, parte il processo di validazione con
la relativa fascia blu che va pian piano a completarsi fino ad indicare la
conclusione dell’operazione.
Alla fine del processo di validazione, se sono stati riscontrati degli errori,
appare un messaggio che ne indica la presenza (Vedi: Figura n. 4)
(Figura n. 4)
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 4/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
Il rapporto di validazione
Cliccando sul tasto “SI” sarà possibile visualizzare e stampare il “Rapporto di
validazione della pratica ….” (Vedi: Figura n. 5), contenente l’identificativo
della pratica e la lista degli errori o delle segnalazioni riscontrate in rosso e
l’indicazione del riferimento dei campi obbligatori mancanti.
(Figura n. 5)
Cliccando sul bottone “Visualizza tutto” è possibile passare alla versione
estesa del rapporto; vengono in sostanza visualizzati in ordine tutti i campi
imputati, sia quelli corretti che quelli errati (questi evidenziati in rosso).
Cliccando sul bottone “Stampa” è possibile stampare il rapporto di
validazione.
Cliccando sul bottone “Chiudi” comparirà la maschera che segue (Vedi: Figura
n. 6), dalla quale si dovrà procedere alla correzione degli eventuali errori
evidenziati e alla predisposizione della distinta di accompagnamento.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 5/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
ATTENZIONE: La validazione di una pratica permette di verificare la
correttezza formale e la congruità sostanziale dei valori imputati per il
tipo di pratica, di conseguenza, il mancato superamento di questa
fase inibisce le successive fasi di scarico di firma e di scarico della
pratica e quindi la possibile ultimazione della pratica.
Da ricordare che il controllo e la verifica offerta da questa
funzionalità sono attivabili dall’utente in qualsiasi momento e
durante qualsiasi fase di compilazione della pratica, tramite il
“controllo contestuale” (Tasto F3).
Una volta compilati tutti i moduli della pratica e superato con successo tutti i
controlli contestuali, si potrà passare alla fase di scarico agendo sul bottone
“Avvia” (Vedi: Figura n. 1).
2. Predisposizione della distinta di accompagnamento
Per ogni pratica informatica dovrà essere predisposto un documento definito
“Distinta di accompagnamento”, che dovrà essere presentata assieme agli
ulteriori documenti della pratica.
La distinta di accompagnamento contiene la visura a quadri dei dati della
modulistica informatica compilata.
Il documento “Distinta” (Codice DIS) sarà creato automaticamente dal
programma, secondo le specifiche richieste dalla normativa, in fase di scarico
della pratica.
Si ricorda che, prima di procedere allo scarico, sarà sempre possibile
modificare i dati del soggetto denunciante, agendo sul bottone “Anagrafica
soggetto”, e la tipologia di presentazione della pratica, agendo sui bottoni
“Con firma digitale” oppure “Senza firma digitale”.
Una volta attivato il tasto “Salva le modifiche” si potrà quindi procedere allo
scarico.
Dunque, superata la fase di validazione (Vedi: Punto 1) appare una successiva
schermata relativa ai dati riepilogativi dell’intera pratica (Vedi: Figura n. 6).
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 6/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
A
B
D
E
(Figura n. 6)
Si tratta della distinta di accompagnamento, che appare suddivisa nelle
seguenti sezioni:
a) Dati dell’intermediario ( A ) (Vedi: Figura n. 6);
b) Dati della pratica ( B ) (Vedi: Figura n. 6);;
c) Generalità dell’obbligato ( C ) e
d) Tipo di pratica depositata ( D ) (Vedi: Figura n. 7)
e) Firme ( E ) (nel caso di presentazione senza firma digitale) (Vedi: Figura n.
8).
ATTENZIONE:
1) Le informazioni riportate all’interno dei riquadri “Dati dell’intermediario”
e “Dati della pratica” vengono inserite in automatico dall’applicazione,
tranne la “Data di presentazione”, che dovrà essere sempre inserita
manualmente.
2) E’ molto importante che, nel campo “Camera di Commercio destinataria”,
sia sempre indicata la provincia esatta presso la quale si vuole spedire la
pratica, pena il rifiuto automatico della stessa da parte di Telemaco.
3) Il numero REA non viene mai riportato in automatico, quindi, se già
attribuito, deve essere riportato manualmente.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 7/19
C
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
Analizziamo il contenuto della maschera di cui alla Figura n. 6.
1. I dati dell’intermediario vengono reimpostati con quanto inserito nella
“Configurazione” attiva al momento come soggetto utilizzatore del prodotto
(Vedi Parte Prima, Capitolo 2).
2. Alcuni dati della pratica vengono valorizzati con i dati impostati in
configurazione come valori generalmente utilizzati per la spedizione delle
pratiche (es. la Camera di Commercio destinataria e la modalità di
assolvimento del bollo virtuale).
3. Nella sezione relativa alle generalità dell’obbligato verranno riportate in
automatico le informazioni del denunciante definite nei dati d’intestazione
della pratica, attive durante la procedura di scarico.
4. Nella sezione “Tipo di pratica presentata” vengono riportate in automatico
tutte le informazioni relative alla costituzione della pratica informatica e alla
domanda/denuncia presentata (Vedi: Figura n. 7),
Tutti i dati vengono, dunque, riportati in automatico senza necessità di alcun
intervento da parte dell’operatore.
(Figura n. 7)
Nel caso di presentazione senza firma digitale appare una ulteriore scheda.
Cliccando, infatti sul bottone “Firme”, si aprirà la schermata che segue (Vedi:
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 8/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
Figura n. 8), nella quale dovranno essere obbligatoriamente inserite tutte le
persone che andranno a firmare in maniera autografa il modello firme,
che è parte integrante della distinta finale.
Si ricorda che il foglio per depositare le firme autografe è scaricabile in
qualsiasi momento dal menù iniziale > Strumenti > Stampe.
(Figura n. 8)
Negli appositi riquadri preceduti da “Cognome” “Nome” “Accertamento”
dovranno essere inserite tutte le persone, con la relativa qualifica, che
dovranno poi sottoscrivere in modo autografo la distinta di accompagnamento.
Dopo aver inserito il primo nominativo, cliccando sul bottone “Salva”,
comparirà la maschera che segue (Vedi: Figura n. 9).
Come si può notare, il nome inserito comparirà nel riquadro di sinistra
evidenziato dalla freccia di colore rosso.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 9/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
(Figura n. 9)
Per procedere bisognerà cliccare sul bottone “Continua”.
A questo punto comparirà l’avvertimento che segue (Vedi: Figura n. 10):
(Figura n. 10)
Naturalmente, nel caso di prima iscrizione, si dovrà rispondere
affermativamente; in caso contrario dovrà essere sempre indicato il numero
REA posseduto.
Cliccando sul bottone “SI” il programma procederà, in automatico, allo scarico
della pratica e proporrà l’avviso di cui alla Figura n. 11.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 10/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
(Figura n. 11)
3. Creazione file di spedizione e cartella di scarico
Una volta confermati tutti i valori con il tasto “Continua” (Vedi: Figura n. 9), il
sistema conclude il processo di creazione della pratica attraverso la creazione
di un file XML che viene convertito in un file U3T, una distinta in formato PDF
ed altri file di lavoro (Vedi: Figura n. 14).
Tali files vengono posizionati in un’apposita cartella della directory
C:/PRTELE/DATI seguita dal codice della pratica (Vedi: Figura n. 12), il cui
contenuto
può
essere
visualizzato
contestualmente
rispondendo
affermativamente alla domanda conclusiva (Vedi: Figura n. 11).
Struttura della cartella delle pratiche scaricate
(Figura n. 12)
Sia nel caso di pratica senza firma digitale che nel caso di pratica con firma
digitale, la cartella dove vengono posizionati i files è sempre nel disco fisso.
A. Nel caso di pratica senza firma digitale la directory finale è:
C:\PRTELE\DATI\CODICEPRATICA.FLOPPY
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 11/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
B. Nel caso si stia predisponendo una pratica con firma digitale la directory
finale è (supponendo di aver impostato C come drive nei dati di
configurazione):
C:\PRTELE\DAT\CODICEPRATICA.U3A
Nel caso si decida di scaricare la pratica su floppy disk, dopo lo scarico su
floppy la precedente directory viene rinominata in
C:\PRTELE\DATI\CODICEPRATICA.U3A.FLOPPY
4. Invio telematico o scarico su floppy
Terminato lo scarico della pratica il programma proporrà la maschera che
segue (Vedi: Figura n. 13)
Da notare che questa maschera ha un menù personalizzato che contiene le
voci:
¾ Telemaco;
¾ Scarico su floppy;
¾ Stampa distinta.
La pratica è pronta (Semaforo verde) per essere spedita telematicamente
oppure per essere scaricata su supporto informatico (floppy o Cd Rom).
(Figura n. 13)
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 12/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
Nel caso di pratica senza firma digitale si potrà procedere al solo scarico su
floppy o CD Rom (Vedi: Figura n. 14).
(Figura n. 14)
Dunque da questa maschera, selezionando la voce corrispondente, ci sarà la
possibilità di:
a) stampare la distinta;
b) scaricare la pratica su floppy (solo a semaforo verde);
c) aprire il browser Internet ed entrare direttamente nella pagina di
Telemaco (Vedi: Figura n. 19);
d) chiamare la gestione delle risorse, agendo sul tasto “Vai alla cartella”,
posizionandosi nella cartella creata per lo scarico dati e visualizzarne il
contenuto (Vedi: Figura n. 14);
e) chiudere la maschera agendo sul tasto “Chiudi”.
Un’altra osservazione da fare riguarda la prima colonna denominata “ESISTE”
(Vedi: Figura n. 13).
In questa colonna il programma indicherà per ogni riga (ovvero per ogni file
che andrà a costituire la pratica) se, all’interno della cartella creata per lo
scarico, il file esiste; in questo caso verrà riportato, per ognuno, la voce “OK”.
Ogni singola riga della maschera corrisponde ad un file, che insieme vanno a
costituire una pratica.
Per i contenuti di questa maschera si rimanda alla Parte Terza, Capitolo 2.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 13/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
La pratica, i cui allegati sono evidenziati nella schermata (Vedi: Figura n. 13) è
pronta, completa e corretta per lo scarico (deve comparire difatti il Semaforo
verde).
La eventuale comparsa del Semaforo rosso indicherebbe che la pratica non
potrebbe essere scaricata perché contiene al suo interno degli errori.
Nel caso in cui si avesse scelto di spedire la pratica utilizzando la firma
digitale, nella schermata di cui alla Figura n. 13 comparirebbe evidenziato
anche il bottone “Firma”, cliccando sul quale si aprirebbe in automatico il
software di firma digitale “Di.Ke.” e si potrebbe così procedere all’apposizione
della firma sulla distinta e sugli eventuali allegati alla pratica.
Per le modalità di firma degli allegati che compongono la pratica, si rimanda
alla Parte Prima, Capitolo 6.
6.1. Spedizione telematica
Nel caso si sia scelto di spedire la pratica utilizzando la firma digitale si dovrà
cliccare su “Telemaco”.
La spedizione avverrà collegandosi al sito Internet
https://web.telemaco.infocamere.it/newt/pratiche/home.htm
Per le modalità sullo scarico della pratica da inviare telematicamente al
Registro delle imprese si rimanda alla Parte Terza, Capitolo 4.
6.2. Scarico su floppy
Nel caso, invece, si sia scelto di depositare la pratica senza l’utilizzo della la
firma digitale (Vedi: Figura n. 14) si dovrà procedere allo scarico su floppy.
Nel caso, invece, si sia scelto di depositare la pratica su floppy,
indipendentemente dall’uso della firma digitale, si dovrà cliccare su “Scarica
su floppy”.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 14/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
5. Controllo finale della pratica. Nuovo scarico
Una volta completata la fase di scarico, l’applicazione aprirà la maschera che
segue (Vedi: Figura n. 15)
(Figura n. 15)
Nella maschera sino presenti i seguenti bottoni:
• Gestione / firma allegati;
• Nuovo scarico;
• Cancella;
• Chiudi.
Sopra il bottone “Gestione / Firma allegati” è possibile visualizzare lo stato
della pratica. Nel nostro caso “Pratica scaricata con codice ….”.
Questo sta a significare che la pratica è già stata scaricata.
Nel caso la stessa pratica sia stata anche spedita telematicamente, alla
descrizione “Pratica scaricata con codice …”, si visualizzerà anche la
descrizione “Deposito telematico già avvenuto”.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 15/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
A - Agendo sul bottone “Gestione / Firma allegati” è possibile collocare le
pratiche i cui allegati non sono ancora stati firmati digitalmente.
Cliccando sul bottone comparirà il seguente avviso (Vedi: Figura n. 16)
(Figura n. 16)
ATTENZIONE: La pratica scaricata non può essere modificata, ma
soltanto visualizzata. Nel caso sia necessario apportare delle modifiche
dovrà essere effettuato un nuovo scarico che sostanzialmente produce
una nuova pratica a tutti gli effetti.
B - Agendo sul bottone “Nuovo scarico”, l’applicazione presenterà il messaggio
che segue (Vedi: Figura n. 17)
(Figura n. 17)
Il programma avverte che procedendo ad un nuovo scarico la pratica
assumerà un nuovo Codice Fedra e verrà sempre salvata all’interno della
cartella C:PRTELE/DATI.
Ricordiamo che il Codice Fedra è sempre composto da 8 caratteri: 7 numeri e
una lettera.
Selezionando il tasto “NO” il nuovo scarico si blocca; selezionando, invece, il
tasto “SI” il programma continuerà lo scarico e presenterà il messaggio che
segue (Vedi: Figura n. 18).
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 16/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
(Figura n. 18)
Selezionando il tasto “Annulla”, lo scarico in corso verrà annullato.
Selezionando il tasto “SI”, la cartella creata con lo scarico precedente in
C:PRTELE/DATI verrà cancellata; sarà quindi necessario, come avverte il
messaggio, fare una copia dei files firmati contenuti in questa directory.
Selezionando il tasto “NO”, la cartella creata con lo scarico precedente non
verrà cancellata ed il programma proseguirà proponendo il messaggio che
segue (Vedi: Figura n. 19).
(Figura n. 19)
Una volta confermata la richiesta sarà possibile scaricare di nuovo la pratica
agendo sul bottone “Avvia” (Vedi: Figura n. 20).
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 17/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
(Figura n. 20)
C - Agendo sul bottone “Cancella” (Vedi: Figura n. 15) sarà possibile
cancellare l’intero contenuto della directory C:/PRTELE/DATI e poter
effettuare un nuovo scarico della pratica mantenendo lo stesso codice
pratica.
L’unico accorgimento da tener presente è quello di firmare nuovamente la
distinta di accompagnamento.
ATTENZIONE: La funzione implementata con il tasto “Cancella” è utilizzabile
fino al momento in cui la pratica viene spedita al sistema Telemaco.
Una volta che la pratica è stata inviata telematicamente non potrà più essere
spedita con lo stesso codice pratica. In questo caso la pratica verrebbe
bloccata dal sistema stesso con la seguente segnalazione di errore “Codice
Pratica già presente in archivio”.
Pertanto, una volta che la pratica è stata spedita telematicamente e per la
stessa sia stata richiesta dall’ufficio una correzione, l’utente dovrà:
a) procedere alle correzioni richieste;
b) scaricare di nuovo la pratica, utilizzando la funzione “Nuovo scarico” (verrà
così creato un nuovo Codice pratica);
c) procedere ad un nuovo invio telematico.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 18/19
Tuttocamere - Manuale Fedra Plus
__
D – Il tasto “Chiudi” (Vedi: Figura n. 15) serve per uscire dalla pratica e
ritornare all’indice delle pratiche.
______________________________________________________________________________________________
Parte Prima – Cap. 5 - Scarico della pratica – Marzo 2006 - Pag. 19/19
Fly UP