...

F05_2_7_1 - CRM PER LE GRANDI ESPOSIZIONI

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

F05_2_7_1 - CRM PER LE GRANDI ESPOSIZIONI
F05_2_7_1
CREDIT RISK MITIGATION
PER LE GRANDI ESPOSIZIONI - BANCHE
Tipo intermediario
B
Generalità
La presente funzione ripartisce le garanzie applicando le tecniche di
attenuazione del rischio di credito (CRM) secondo il metodo standardizzato,
come previsto dalla normativa dei grandi rischi.
Per le garanzie personali e reali, trattate con il metodo semplificato, la
normativa prevede che per la parte di esposizione garantita si effettui la
traslazione verso il soggetto garante (principio di sostituzione), solo se la
ponderazione relativa alla garanzia (campo 05725 – PONDERAZIONE PER
RISCHIO DI CREDITO) è inferiore o uguale a quella relativa al debitore. A tal
fine sulla quota di esposizione garantita verrà riportato l’indicazione dell’NDG
del garante nel campo 05230 e impostati i relativi campi 05231 (ndg
capogruppo del garante), 05252 (tipologia posizione - tipo X) e 05253
(tipologia posizione - tipo Y).
Il processo che elabora la credit risk mitigation ai fini grandi rischi è stato
strutturato in fasi (moduli). L’esecuzione delle varie fasi tende a processare
prima le garanzie che possono “mitigare” maggiormente l’esposizione
(garanzie che hanno la percentuale di ponderazione dei grandi rischi – campo
05727- più bassa) e di seguito quelle che, non trattate in specifiche fasi, sono
coinvolte in un processo di ottimizzazione che tende ad allocare le garanzie in
base al principio generale di minimizzazione dell’esposizione ai fini grandi
rischi, anche in deroga ai criteri generali di ordinamento definiti nella F05_2.
Ai fini dell’esecuzione del processo CRM è stato utilizzato il campo 05999
“campo esposizione a rischio di credito”, derivato nella fase ACA per tutte le
operazioni interessate – che partecipino oppure no al trattamento CRM - sulla
base delle caratteristiche del rapporto o dei requisiti della garanzia (ad es.
ammissibilità generica, specifica, ecc.).
Il dominio del campo 05999 (cfr. sezione “0” della tabella decisionale) è stato
costruito in funzione delle combinazioni degli attributi richiesti su ogni FTO
(esposizioni/garanzie/fidi) ed è finalizzato ad individuare, per le varie tipologie
di garanzia, trattamenti differenti, sulla base del metodo di calcolo prescelto
nel pannello guida e della destinazione dei dati nella generazione dell’output.
A conclusione di ogni fase le esposizioni/garanzie/margini di fido che
esauriscono il loro trattamento all’interno del processo CRM vengono
contrassegnate con il valore del campo 05999 + 8 (ad es.: 05999 = 4000 + 8 =
4008) e veicolate nella generazione dell’output.
Per poter effettuare l’abbinamento delle garanzie reali (FTA 09701) alle
relative esposizioni senza utilizzare il record dei fidi, in ACA sono state
convenzionalmente riportate su dette forme tecniche ausiliarie le chiavi di
abbinamento (ad es.: 00277, 00039, 00054, …) presenti sui fidi.
Per le garanzie reali e personali viene derivato in fase ACA il campo 07551 IMPORTO GARANZIE PER GRANDI RISCHI che può essere valorizzato dal
fair value delle garanzie (06325 per garanzie reali / 06326 per garanzie
personali) oppure, in assenza di questo e nei casi in cui è consentito dalla
normativa, dal valore contrattuale delle stesse (00650 per garanzie reali /
00660 per garanzie personali).
Per le esposizioni e i margini di fido sono stati definiti i seguenti campi importo:
Campo 07502 - IMPORTO NETTO RISCHIO DI CREDITO PER GRANDI
RISCHI
Campo 07515 - IMPORTO LORDO RISCHIO DI CREDITO PER GRANDI
RISCHI
Per le rettifiche di valore complessive - calcolate come somma delle rettifiche
specifiche e di portafoglio di bilancio – viene utilizzato il campo 07540. Il valore
di tali rettifiche, oggetto di rappresentazione nella segnalazione, viene trattato
nell’ambito della CRM avendo cura di attribuire l’importo prioritariamente
all’esposizione non garantita e solo l’eventuale eccedenza all’esposizione
garantita.
Per quanto riguarda la ponderazione delle esposizioni, nell’ambito della fase
CRM si utilizza il seguente campo:
Campo 05727 - PONDERAZIONE GRANDI RISCHI
La CRM è stata sviluppata come una serie di fasi operative che devono essere
eseguite in sequenza ovvero secondo l’ordine di volta in volta descritto fino
alla generazione dell’output.
DETERMINAZIONE DEL MARGINE
Con l'eventuale margine, calcolato secondo la F05_2 e utilizzando come
importo di riferimento dei rapporti il campo 00705 (Saldo per calcolo margini),
si valorizza il campo 07502 (Importo per grandi rischi) sul record rapporto
fittizio.
DETERMINAZIONE
DELL’EVENTUALE
COPERTURA
SACE
SUL
MARGINE
Se sul record rapporto fittizio è presente e maggiore di zero il campo 05104,
impostare il campo 07040 uguale a (CAMPO 07502 * CAMPO 05104/100).
Quindi creare la FTO di garanzia personale secondo le indicazioni fornite nella
F05_2 per il “trattamento dei margini assistiti da garanzia SACE”.
PROCESSO DI CALCOLO
Non dovranno essere trattate nelle fasi successive le garanzie per le quali il
campo 05750 (digit esclusione garanzia dalle grandi esposizioni) è stato
impostato uguale ad 1 in quanto la banca ha ritenuto opportuno non farle
operare ai fini grandi rischi.
OPERAZIONI SFT
Le operazioni SFT trattate in questa fase per la determinazione delle
esposizioni ai fini grandi rischi comprendono i pronti contro termine
attivi/passivi su titoli e le operazioni di concessione o assunzione di titoli in
prestito.
Sono coinvolte in questa fase le FTO con 05999 = 1000, 1010, 1020, 1050,
1060, 1070, 1100, 1110, 1120, 1210, 1220, 1260, 1270, 1310, 1320. Le FTO
con 05999 = 1210, 1220, 1260, 1270, 1310, 1320 (operazioni SFT coinvolte in
accordi-quadro), sebbene processate nelle fasi successive, necessitano del
trattamento della fase corrente per il calcolo dell’esposizione ai fini grandi
rischi.
L’identificazione delle esposizioni e delle relative garanzie nell’ambito delle
operazioni SFT avviene in modo differente in relazione alla tipologia di
operazione. Per i PCT attivi, l’esposizione è data dalle FTO 01101/01103 e la
garanzia dalla relativa FTA 03904 (cfr. fase calcolo per garanzie reali
finanziarie); per i PCT passivi l’esposizione corrisponde alla FTA 03904 e la
garanzia alle relative FTO 01715.02/01787/01789 (cfr. fase calcolo per PCT
passivi); per le assunzioni di titoli in prestito l'esposizione è data dalla FTA
03934.02 e la garanzia dalla relativa FTO 01621.00 mentre per le concessioni
di titoli in prestito l'esposizione è data dalla FTO 01623.00 e la garanzia dalla
relativa FTA 03936 (cfr. fase calcolo per prestito titoli).
Dal confronto dell’esposizione (campo 07502) con la relativa garanzia (campo
07551) possono emergere differenze positive o negative da trattare in fase di
calcolo, in base alla metodologia adottata nel pannello guida.
OPERAZIONI DI IMPEGNO PER PCT DA REGOLARE
Le operazioni trattate in questa fase comprendono le operazioni per pronti
contro termine attivi contrattate, ma non ancora regolate.
Sono coinvolte in questa fase le FTO con 05999 = 1400, 1410, 1420.
Per identificare l’impegno per PCT attivi da regolare occorre alimentare le FTO
01565.64/74 con campo 00217=1 e la garanzia nella relativa FTA 03904.16
(cfr. fase calcolo per garanzie reali finanziarie).
Dal confronto del valore dell’impegno (campo 07502) con la relativa garanzia
(campo 07551) possono emergere differenze positive o negative da trattare in
fase di calcolo in base alla metodologia adottata nel pannello guida.
ACCORDI-QUADRO DI COMPENSAZIONE
Sono coinvolte in questa fase le FTO con 05999 = 1210, 1220, 1260, 1270,
1310, 1320 e la FTO 01681.02 che identifica l’accordo nella sua interezza (cfr.
I0323).
Ai fini della CRM sono riconosciuti gli effetti di riduzione del rischio di credito
agli accordi bilaterali di compensazione tra la banca e una singola controparte
riguardanti operazioni SFT.
In questa fase extratabellare dovranno confluire tutte le operazioni SFT con
campo 05777 significativo (cfr. I0323) poste in essere con una medesima
controparte e dovrà essere effettuata una compensazione a parità di chiave
05777 determinando una posizione netta; i risultati delle elaborazioni devono
essere poi riportati sulla FTO 01681.02 che identifica l’accordo nella sua
interezza e che è caratterizzata dal medesimo campo 05777. Tale processo
dovrà essere attuato su tutti gli accordi-quadro definiti con singole controparti.
Accordi – quadro: metodo di calcolo integrale con rettifiche standard
Sono coinvolte in questa fase le FTO con 05999 = 1210, 1260, 1310 e la FTO
01681.02 che identifica l’accordo nella sua interezza (cfr. I0323).
Il valore dell’esposizione corretto integralmente E* è ottenuto operando la
compensazione tra le singole esposizioni rientranti nell’accordo e le garanzie
reali nonché una maggiorazione che rispecchi le possibili variazioni di prezzo
dei titoli sottostanti la transazione e gli eventuali rischi di cambio (cfr. artt. 220
del CRR):
E* = [(Σ(E) – Σ (C)) + Σ (E x H) - Σ (C x H) + (Σ |Efx| x Hfx)]
dove:
E è il valore che ciascuna distinta esposizione rientrante nell’accordo avrebbe
in assenza della protezione del credito;
C è il valore dei titoli o delle merci presi a prestito, acquistati o ricevuti o il
contante preso a prestito o ricevuto rispetto a ciascuna di tali esposizioni;
Σ (E) è la somma di tutte le singole esposizioni (E) rientranti nell’accordo;
Σ (C) è la somma di tutte le singole forme di collateral (C) rientranti
nell’accordo;
H è la rettifica per volatilità appropriata per ciascun titolo o merce (campo
05773/100, eventualmente corretto 05773*/100 1);
Efx è la posizione netta (positiva o negativa) in una data valuta, diversa da
quella di regolamento dell’accordo; (se campo 00007 diverso da campo 05778
- valuta di regolamento accordo quadro);
Hfx è pari al 5,657%, corrispondente al valore riportato nella tabella 4 – art. 224
del CRR - (Rettifiche di volatilità per disallineamenti di valuta), per il periodo di
liquidazione di 5 giorni previsto per le operazioni della specie.
La “posizione netta in ciascuna valuta” diversa da quella di regolamento
dell’accordo-quadro di compensazione (Efx) è calcolata sottraendo dal valore
totale dei titoli denominati in tale valuta dati in prestito, venduti o forniti
nell’ambito dell’accordo-quadro di compensazione, sommato all’importo del
contante in tale valuta dato in prestito o trasferito nell’ambito dell'accordoquadro, il valore totale dei titoli denominati in tale valuta presi a prestito,
acquistati o ricevuti nell’ambito dell'accordo-quadro, sommato all'importo del
contante in tale valuta preso a prestito o ricevuto nell’ambito dell'accordoquadro.
Al fine di determinare la rettifica di volatilità corretta (H) è stata definita una
tabella di corredo (TCOR39) che rispecchia i valori riportati nell’articolo 224
della CRR (tabelle da 1 a 3). Per l’accesso a tale tabella di corredo sono stati
previsti una serie di campi derivati in fase ACA (campi 05768, 05769, 05770,
05771, 05772) che consentono di determinare univocamente la percentuale di
rettifica di volatilità dell’esposizione/collateral (campo 05773).
Nel caso in cui la banca effettui rivalutazioni dell’esposizione e della garanzia
con frequenza superiore ad un giorno (campo 05753 maggiore di 1) il valore
della rettifica
di
volatilità
da
applicare all’esposizione
dovrà
essere
ulteriormente corretto:
05773* = 05773 x √{[05753 + (05772 – 1)]/05772}
Se E* è maggiore di zero allora:
• crea un nuovo record della FTO 01681.02, uguale a quello originario,
contenente la quota di esposizione compensata nell’ambito dell’accordo, e
imposta i campi 07502, 07515 = Σ (E) – E* (esposizione garantita), il campo
07517 uguale a 0 e il campo 07516 (VALORE DELL’ESPOSIZIONE
RETTIFICATO PER LA VOLATILITA’ – METODO INTEGRALE (E x (1 +
1
Il campo 05773 viene diviso per 100 in quanto è espresso in termini percentuali.
HE)) – OPERAZIONI SFT) uguale a Σ (E) + Σ (E x H) – E*. Su tale record
dovranno essere riportati, inoltre, il campo 05999 con il valore 1218 e il
campo 05727 impostato a zero;
• crea un ulteriore record della FTO 01681.02, uguale a quello originario,
contenente l’eccedenza di esposizione non compensata nell’ambito
dell’accordo, e imposta i campi 07502, 07515, 07517 e 07516 uguali a E* e
la coppia di campi 05720/05727, relativa alla controparte dell’accordoquadro, uguale a quella presente sulle FTO/FTA rientranti in tale accordo
(N.B. tale coppia deve essere uguale su tutte le esposizioni rientranti
nell’accordo).
Se E* è minore o uguale a zero allora:
• crea un nuovo record della FTO 01681.02, uguale a quello originario,
contenente la quota di esposizione compensata nell’ambito dell’accordo, e
imposta i campi 07502, 07515 = Σ (E) (esposizione garantita), il campo
07517 uguale a 0 e il campo 07516 (VALORE DELL’ESPOSIZIONE
RETTIFICATO PER LA VOLATILITA’ – METODO INTEGRALE (E x (1 +
HE)) – OPERAZIONI SFT) uguale a Σ (E) + Σ (E x H). Su tale record
dovranno essere riportati, inoltre, il campo 05999 con il valore 1218 e il
campo 05727 impostato a zero.
A conclusione di questa fase di calcolo i record utilizzati nel processo con
campo 05999 = 1210, 1260, 1310 (N.B. si tratta delle singole esposizioni
rientranti nell’accordo) devono essere eliminati. I record relativi alla FTO
01681.02 devono invece:
• quello contenente la quota di esposizione compensata, generare
direttamente output;
• quello contenente la quota di esposizione non compensata, con campo
05999 uguale 100 (impostato in fase ACA), partecipare eventualmente alle
successive fasi di CRM qualora si abbinasse ad una garanzia reale
finanziaria.
Accordi – quadro: metodo di calcolo integrale con rettifiche stimate
Sono coinvolte in questa fase le FTO con 05999 = 1220, 1270, 1320 e la FTO
01681.02 che identifica l’accordo nella sua interezza (cfr. I0323).
Per quanto riguarda il processo di calcolo valgono i medesimi criteri descritti
nel metodo integrale con rettifiche standard, a meno delle rettifiche per
volatilità. Per queste ultime è stato previsto in input sulle forme tecniche
relative alle garanzie, il campo 07008 (RETTIFICHE STIMATE PER
GARANZIE REALI FINANZIARIE (BAS2)), che accoglie il risultato dei modelli
interni utilizzati dalla banca. Il valore contenuto nel campo 07008 comprende
sia la volatilità titolo o merce, sia la componente di rettifica inerente l’eventuale
disallineamento tra la valuta della posizione netta e quella di regolamento
dell’accordo-quadro.
GARANZIE SACE SU CREDITI DI FIRMA IN POOL – BANCA CAPOFILA
CON MANDATO SENZA RAPPRESENTANZA
Sono coinvolte in questa fase le FTO con 05999 = 3000.
La presenza della percentuale di copertura della garanzia (campo 05104), che
sottintende l’ammissibilità generica e specifica, determina che l’esposizione
originaria verrà processata come segue:
impostare il campo 07551 = 07515 * 05104 /100
Se campo 07502 > 0:
• Creare un campo Comodo07515 = 07515 – 07551
• Creare un record relativo alla quota parte garantita dell’esposizione
(denominato Rgar) uguale al record del debitore ma con:
o 07502 = MINORE tra 07502 e 07551
o 07515 = MINORE tra 07515 e 07551
o 07540 = 07540 – Comodo07515 (se < 0 forzare 0)
o 05230 = **SACE**
o 05231 = **SACE**
o 05252 = 10
o 05253 = 120
o 05727 = assume il valore zero se il campo 00047 è uguale a 242
(garanzia SACE denominata in euro) oppure assume il valore
corrispondente alla classe di merito dello Stato italiano presente in
TCOR35 se il campo 00047 è diverso da 242 (garanzia SACE
denominata in valuta);
o 05999 = 05999 + ’8’;
• Se Comodo07515 = 0 eliminare il record del debitore altrimenti
impostare su di esso gli importi relativi alla quota non garantita
dell’esposizione:
o 07502 = 07502 – 07502 di Rgar
o 07515 = 07515 – 07515 di Rgar
o 07540 = 07540 – 07540 di Rgar.
Le eventuali rimanenze di esposizione di questa fase di calcolo vengono
veicolate nella fase “Analisi garanzie reali e personali” per essere
ulteriormente mitigate da altre garanzie.
ANALISI GARANZIE REALI E PERSONALI
Sono coinvolte in questa fase le FTO con 05999 = 6000, 6050, 6100, 6140,
6150, 6190, 6600, 7000, 7050, 7100, 7150, 7600, 7650, 7700, 7750, 1600,
1700, 6400, 6500 e le relative esposizioni/margini di fido irrevocabili con
05999 = 3000, 4000, 0100, 0600 che si abbinano secondo le logiche Puma
alle FTO delle garanzie reali e personali sopra indicate.
L’analisi viene effettuata per le garanzie reali e personali ammissibili (generica
e specifica) e per le relative esposizioni/margini di fido irrevocabili, operando
una preliminare schematizzazione degli abbinamenti volta a ricondurre i casi
possibili alle trattazioni di calcolo comuni descritte in seguito.
Determinazione del valore delle garanzie reali e personali
Il valore delle garanzie (campo 07551) deve essere corretto, ai fini della
protezione del credito, per tenere conto di eventuali disallineamenti di valuta,
di scadenza (ad esclusione delle garanzie reali – principio di sostituzione) e
degli sconti prudenziali (per le sole garanzie reali).
Garanzie reali
Le garanzie finanziarie per i grandi rischi, sono trattate in maniera analoga alla
metodologia utilizzata ai fini del calcolo del requisito patrimoniale a fronte del
rischio di credito e di controparte, ad eccezione del disallineamento di
scadenza non ammesso nell’ambito della metodologia semplificata. Pertanto
se la durata residua delle garanzie reali dovesse risultare inferiore a quella
delle esposizioni cui si abbinano, il valore del campo 07551 deve essere
azzerato.
Garanzie reali immobiliari
Le disposizioni di cui all’art. 402 della CRR si applicano limitatamente alle
esposizioni che rispettano le condizioni e i requisiti per la classificazione nel
portafoglio “esposizioni garantite da immobili” e purché il valore dell’immobile
sia determinato secondo le procedure e le modalità previste negli art. 125/126
della CRR.
Sono coinvolte in questa fase le FTO con 05999 = 1600, 1700, 6400, 6500.
Tabella esposizioni
Il processo di schematizzazione consiste nell’elencare, rapporto per rapporto,
le esposizioni interessate da garanzie attribuendo ad ogni esposizione le
seguenti informazioni:
• Ponderazione dell’esposizione (pond_esp. – cfr campo 05727)
• Numero garanzie specifiche associate all’esposizione (n_gar_spec)
• Numero garanzie promiscue e/o plurime associate all’esposizione
(n_gar_pp)
• Numero garanzie associate all’esposizione (n_gar = n_gar_spec +
n_gar_pp)
• Codifica delle garanzie abbinate (cod_gar)
Tabella garanzie
Il processo di schematizzazione consiste nell’elencare, garanzia per garanzia,
le esposizioni ad esse abbinate attribuendo ad ogni garanzia le seguenti
informazioni:
• Ammontare delle esposizioni abbinate alla garanzia (Amm_esp)
• Ponderazione
delle
singole
esposizioni
abbinate
alla
garanzia
(Pond_esp)
• Totale
delle
esposizioni
ponderate
(Tot_val_pond=∑
(Amm_esp*Pond_esp))
Compensazione delle poste in bilancio
Sono coinvolte in questa fase le FTO con 05999 = 4000, 4100.
La compensazione delle poste in bilancio permette l’utilizzo, in forma di
garanzia reale contanti, delle poste del passivo nei confronti di attività con la
stessa controparte. Le attività e le passività ammesse in compensazione sono
limitate ai saldi reciproci in contante.
I rapporti oggetto di uno specifico accordo di compensazione sono identificati
dalla valorizzazione di una chiave (campo 05779), il cui inserimento
presuppone la verifica dei requisiti di ammissibilità generica e specifica delle
poste coinvolte.
Il
trattamento
della
“compensazione”
in
CRM
è
prioritario
rispetto
all’ottimizzatore (cfr. fase successiva) in considerazione della ponderazione
allo 0% . Al fine di ottenere la maggiore efficacia è necessario:
• distribuire le passività, oggetto di garanzia, processando inizialmente i
rapporti non assistiti da altre forme di copertura (cfr campo “Numero
garanzia associate all’esposizione “n_gar=0”) e successivamente al
crescere di “n_gar”;
• procedere al calcolo dell’effetto di mitigazione delle garanzie reali e
finanziarie (cfr. fase calcolo).
Il risultato di tale fase prevede la generazione di:
• un record avente l’importo pari alla quota “protetta”, lorda e netta, dalla
compensazione che prevedrà una ponderazione pari a 0% e l’NDG del
garante;
• un eventuale secondo record per la differenza tra l’esposizione e la quota
compensata, lorda e netta, con ponderazione pari a quella della
controparte.
Le eventuali eccedenze di esposizione di questa fase di calcolo vengono
veicolate nella fase successiva, “ottimizzazione delle garanzie reali e
personali”, per essere ulteriormente mitigate da altre garanzie. Le eccedenze
di garanzia non vengono veicolate in altre fasi in quanto esauriscono l’efficacia
nella fase corrente.
A conclusione della fase per la generazione sulle FTO con 05999 = 4100
imposta 05999 = 4108 e per le sole esposizioni che sono state compensate
sulle FTO con 05999 = 4000 imposta 05999 = 4008.
OTTIMIZZAZIONE DELLE GARANZIE REALI E PERSONALI
Processo di ottimizzazione
Sono coinvolte in questa fase le FTO di garanzie reali e personali con 05999 =
1600, 1700, 6000, 6050, 6100, 6140, 6150, 6190, 6400, 6500, 6600, 7000,
7050, 7100, 7150, 7600, 7650, 7700, 7750 e le relative esposizioni/margini di
fido con 05999 = 3000, 4000, 0100, 0600 che si abbinano secondo le logiche
puma alle FTO delle garanzie reali e personali sopra indicate.
L’allocazione ottimale delle garanzie reali e personali ammissibili (generica e
specifica) alle relative esposizioni si ottiene attraverso un algoritmo di calcolo
che, nei casi in cui gli abbinamenti possono essere effettuati in più modi, e
quindi in presenza di più garanzie o di garanzie di tipo promiscuo e plurimo,
ovvero in presenza di più esposizioni assistite da un’unica garanzia, minimizza
l’importo ponderato per i grandi rischi.
Il processo di ottimizzazione può essere sintetizzato nelle fasi di seguito
descritte; queste vengono eseguite in sequenza processando le eccedenze
residue (sia di esposizione che di garanzia) nei passaggi successivi fino ad
esaurire le possibilità di copertura.
1. Disporre in ordine decrescente le esposizioni in base alla ponderazione
(pond_esp – vedi campo 05727) e nell’ambito della stessa ponderazione
applicare le fasi successive.
- Tratta le esposizioni aventi n_gar = 1
applica CASO 1/1
- Tratta i rapporti aventi n_gar > 1
applica CASO 1/N
2. Eseguire fase successiva per ogni garanzia, seguendo l’ordine definito
(dove il numero ordinale è distinto per ogni garanzia).
- Fase CALCOLO
Altrimenti in caso di parità di numero ordinale eseguire per ogni garanzia
interessata:
• se le garanzie sono tutte di tipo specifico applicare il caso 1/1 per ogni
gar_spec;
• se le garanzie sono sia di tipo specifico che di tipo plurimo/promiscuo,
applicare il caso 1/1 prima alle gar_spec e successivamente nell’ambito
delle garanzie plurime/promiscue applicare il caso 1/1 prima alle garanzie
pp alle quali è associato il minor tot_val_pond residuale;
• se le garanzie sono tutte di tipo plurimo/promiscuo applicare il caso 1/1
prima alle garanzie pp alle quali è associato il minor tot_val_pond
residuale.
Il tot_val_pond residuale è ottenuto riducendo, di volta in volta, l’ammontare
delle esposizioni che sono state mitigate dall’allocazione delle garanzie.
A conclusione della fase per la generazione sulle FTO con 05999 = 0100,
0600, 1600, 1700, 3000, 4000, 6000, 6050, 6100, 6140, 6150, 6190, 6400,
6500, 6600, 7000, 7050, 7100, 7150, 7600, 7650, 7700, 7750 imposta 05999
= 0104, 0604, 1604, 1704, 3004, 4004, 6004, 6054, 6104, 6144, 6154, 6194,
6404, 6504, 6604, 7004, 7054, 7104, 7154, 7604, 7654, 7704, 7754.
DESCRIZIONE DEI CASI DI ABBINAMENTO: 1/1 E 1/N
CASO 1/1:
questa tipologia si riferisce a tutti i casi in cui 1 esposizione è assistita da 1
sola garanzia
- Fase CALCOLO
CASO 1/N:
questa tipologia si riferisce a tutti i casi in cui 1 esposizione può essere
assistita da N garanzie
- Fase Calcolo_Margine_Garanzia:
se la somma dei valori delle garanzie è minore o uguale al valore
dell’esposizione esegui fase CALCOLO altrimenti esegui fase successiva.
•
Fase NETTING
Costruisce l’importo_nett e la percentuale_nett di ponderazione della garanzia
partendo dall’importo e dalla percentuale di ponderazione originari della stessa
nel seguente modo:
Importo_nett Percentuale_nett
Garanzia personale rettifiche standard Importo
Percentuale
Garanzia personale rettifiche stimate
Importo– 7009
Percentuale
Garanzia reale
metodo semplificato
Importo
Percentuale
Garanzia reale metodo integrale rettifi Importo – Hc
standard
0
Garanzia reale metodo
integrale rettifiche stimate
Importo – 7008
0
Garanzia reale immobiliare
Importo * 50%
0
dove Hc è la rettifica per la volatilità appropriata per la garanzia.
Eseguire fase successiva.
• Fase Calcolo_Margine_Garanzia:
se la somma dei valori delle garanzie (rideterminata sulla base dei valori
importo_nett) è minore/uguale del valore dell’esposizione eseguire fase
CALCOLO altrimenti eseguire fase successiva.
• Fase Ordinamenti _Garanzie
Disporre in ordine crescente le garanzie per percentuale_nett.
A parità di percentuale_nett disporre in ordine decrescente per importo_nett.
A parità di importo_nett eseguire la fase CALCOLO_DELTA_DURATA (cfr.
paragrafo successivo) e disporre in ordine crescente le garanzie per delta di
durata.
A parità di delta di durata eseguire la fase CALCOLO_DELTA_VALUTA (cfr.
paragrafo successivo) e disporre in ordine crescente le garanzie per delta di
valuta.
Associare a ogni garanzia il numero ordinale derivato dai suddetti ordinamenti,
tenendo conto che a parità di delta di valuta, il numero ordinale deve essere
identico.
Esempio di ordinamenti
Calcolo delta
durata
Ord. crescente
x delta durata
Verifica
disallineament
o valuta
Numero
ordinale
derivato
0%
1
0
1
-
1
Gar.Reale
A – metodo
integrale
50
20%
Hc=10
40
0%
1
1
2
1
3
Gar.Reale
B – metodo
integrale
80
20%
Hc=40
40
0%
1
1
2
0
2
Gar.Reale
da trattare
come pers
50
20%
7009=0
50
20%
4
-
4
-
4
Percentualene
tta
40
Importo netto
7009=5
Rettifiche per
netting
20%
Ponderazione
controparte
45
Imp.
garanzia
Gar.Pers.
Garanzia
Ord. x
percentuale
netta
Esposizione = 100 (ponderazione controparte 100%)
•
FASE Calcolo Delta_Durata
Questa fase pone a confronto la vita residua delle esposizioni con quella delle
relative garanzie abbinate al fine di determinare il valore “delta durata”
ottenuto dalla differenza delle suddette durate.
Tale valore verrà utilizzato nella fase di ORDINAMENTI_GARANZIE al fine di
utilizzare in via prioritaria le garanzie che hanno una scadenza allineata
all’esposizioni a cui sono abbinate.
Il valore “delta durata” può assumere solo valori positivi (i valori negativi che
corrispondono ad un’eccedenza della durata della garanzia rispetto a quella
dell’esposizione sono da assimilare al valore 0 che indica l’allineamento di
durate)
•
FASE Calcolo Delta_Valuta
Questa fase pone a confronto la valuta delle esposizioni con quella delle
relative garanzie abbinate al fine di determinare il valore “delta valuta”.
Tale valore verrà utilizzato nella fase di ORDINAMENTI_GARANZIE al fine di
utilizzare in via prioritaria le garanzie che hanno la stessa valuta delle
esposizioni a cui sono abbinate.
Il valore “delta valuta” può assumere i valori 0,1 dove 0 indica l’allineamento di
valuta e 1 il disallineamento.
•
Fase di Calcolo
Alle garanzie reali e personali possono essere applicate varie metodologie di
calcolo di seguito descritte:
• Garanzie reali immobiliari
• Garanzie reali metodo semplificato
• Garanzie reali metodo integrale – rettifiche standard
• Garanzie reali metodo integrale – rettifiche stimate
• Garanzie personali – rettifiche standard (per disallineamento valuta e
scadenza)
• Garanzie personali – rettifiche stimate (per disallineamento valuta e
scadenza)
Garanzie reali immobiliari
In questa fase sono trattate le garanzie reali immobiliari che hanno il campo
05999 = 1600, 6400 oppure campo 05999 = 1700, 6500 con campo 05789 =
1.
Per tutte le operazioni interessate, per tenere conto della riduzione di valore
della garanzia previsto dall’art. 402 del CRR, in questa fase occorre
correggere il valore del campo 07551 come segue:
07551* = 07551 x 50 / 100
Se campo 07502 > 0:
• Creare un campo Comodo07515 = 07515 – 07551* (se <0 forzare 0)
• Creare un record relativo alla quota parte garantita dell’esposizione
(denominato Rgar) uguale al record del debitore ma con:
o 07502 = MINORE tra 07502 e 07551*
o 07515 = MINORE tra 07515 e 07551*
o 07540 = 07540 – Comodo07515 (se < 0 forzare 0)
o 05999 = 05999 della garanzia che ha operato + ’8’;
o 05727 = 0
• Se Comodo07515 = 0 eliminare il record del debitore altrimenti
impostare su di esso gli importi relativi alla quota non garantita
dell’esposizione:
o 07502 = 07502 – 07502 di Rgar
o 07515 = 07515 – 07515 di Rgar
o 07540 = 07540 – 07540 di Rgar.
Garanzie reali metodo semplificato
In questa fase sono trattate le garanzie reali - metodo semplificato che hanno
il campo 05999 = 1000, 1400, 6000, 6050, 6600.
Per tutte le operazioni interessate in questa fase occorre correggere il valore
del campo 07551 per tenere conto dello sconto prudenziale per garanzie in
titoli (campo 05767) come segue:
07551* = 07551 x (100 – campo 05767 / 100)
Il valore del campo 07551 deve essere azzerato nel caso in cui la durata
residua delle garanzia risulti inferiore a quella dell’esposizione.
Se campo 07502 > 0:
• Creare un campo Comodo07515 = 07515 – 07551* (se <0 forzare 0)
• Creare un record relativo alla quota parte garantita dell’esposizione
(denominato Rgar) uguale al record del debitore ma con:
o 07502 = MINORE tra 07502 e 07551*
o 07515 = MINORE tra 07515 e 07551*
o 07540 = 07540 – Comodo07515 (se < 0 forzare 0)
o 05230 = 00308/00310 della garanzia in esame
o 05231 = 00359 della garanzia in esame
o 05252 = 02252 della garanzia in esame
o 05253 = 01253 della garanzia in esame
o 05999 = 05999 della garanzia che ha operato + ’8’;
o 05727 = 05727 della garanzia che ha operato
• Se Comodo07515 = 0 eliminare il record del debitore altrimenti
impostare su di esso gli importi relativi alla quota non garantita
dell’esposizione:
o 07502 = 07502 – 07502 di Rgar
o 07515 = 07515 – 07515 di Rgar
o 07540 = 07540 – 07540 di Rgar.
Garanzie reali - metodo integrale con rettifiche standard
In questa fase sono trattate le garanzie reali - metodo integrale con rettifiche
standard che hanno il campo 05999 = 1010, 1210, 1410, 6100, 6140,.
Al fine di determinare il corretto haircut da applicare alla garanzia reale
finanziaria è stata definita una tabella di corredo (TCOR39) che rispecchia i
valori riportati nell’articolo 224 del CRR (tabelle da 1 a 3). Per l’accesso a tale
tabella di corredo sono stati previsti una serie di campi derivati in fase ACA
(campi 05768, 05769, 05770, 05771, 05772) che consentono di determinare
univocamente la percentuale di abbattimento da applicare alla garanzia reale
(campo 05773).
Nel caso in cui la banca effettui rivalutazioni dell’esposizione e della garanzia
con frequenza superiore ad un giorno (campo 05753 maggiore di 1) il valore
della rettifica da applicare alla garanzia dovrà essere ulteriormente corretto:
05773* = 05773 x √{[05753 + (05772 – 1)]/05772}
Pertanto occorre correggere il valore del campo 07551 come segue:
07551rett. volat. = 07551 x (100% – campo 05773*)
Il valore della garanzia reale dovrà riflettere anche l’eventuale disallineamento
di scadenza e/o di valuta. Pertanto al valore della garanzia reale (campo
07551rett.
volat.)
calcolato, che già riflette la “volatilità” del titolo oggetto della
garanzia reale finanziaria, dovranno essere applicate ulteriori rettifiche che
riflettono:
• le possibili oscillazioni del tasso di cambio, nel caso di disallineamento di
valuta tra esposizione e garanzia;
07551
rett. volat.+ val
= 07551
rett. volat.
– rettifica per disallineamento di valuta (la
percentuale è quella riportata nell’articolo 224 della CRR (tabella 4)
• la durata della protezione del credito, nel caso di disallineamento di
scadenza tra esposizione e garanzia.
07551 rett. volat.+ val + scad = 07551 rett. volat.+ val x (t – t*)/(T – t*)
Dove:
t = numero di anni restanti fino alla scadenza della garanzia
T = numero di anni restanti fino alla scadenza dell’esposizione
t* = 0,25 (pari a 3 mesi)
Il valore della garanzia ottenuto dall’applicazione delle formule suindicate verrà
utilizzato per abbattere “l’esposizione protetta”.
Se campo 07502 > 0:
• Creare un campo Comodo07515 = 07515 –
rett. volat.+ val + scad
(se <0
forzare 0)
• Creare un record relativo alla quota parte garantita dell’esposizione
(denominato Rgar) uguale al record del debitore ma con:
o 07502 = MINORE tra 07502 e 07551rett.volat.+val+scad
o 07515 = MINORE tra 07515 e 07551rett.volat.+val+scad
o 07517 = 0
o 07540 = 0
o 05230 = 00308/00310 della garanzia in esame
o 05231 = 00359 della garanzia in esame
o 05252 = 02252 della garanzia in esame
o 05253 = 01253 della garanzia in esame
o 05999 = 05999 della garanzia in esame + ’8’;
• Se Comodo07515 = 0 eliminare il record del debitore altrimenti
impostare su di esso gli importi relativi alla quota non garantita
dell’esposizione:
o 07502 = 07502 – 07502 di Rgar
o 07515 = 07515 – 07515 di Rgar
o 07517 = 07502 – 07551 rett.volat.+val+scad.
Garanzie reali - metodo integrale con rettifiche stimate
In questa fase sono trattate le garanzie reali - metodo integrale con rettifiche
stimate che hanno il campo 05999 = 1020, 1220, 1420, 6150, 6190.
Al fine di determinare il valore corretto della garanzia reale finanziaria è stato
previsto in input sulle FT relative a tali garanzie il campo 07008 (RETTIFICHE
STIMATE PER GARANZIE REALI FINANZIARIE che accoglie il risultato dei
modelli interni utilizzati dalla banca per il calcolo delle rettifiche di volatilità. Il
valore contenuto nel campo 07008 accoglie anche la componente di rettifica
inerente l’eventuale disallineamento di valuta tra esposizione e garanzia reale.
07551 rett. volat.+ val = 07551 - 07008
Al
valore della garanzia
precedentemente,
dovrà
reale (campo 07551rett.
essere
applicata
volat.+
l’eventuale
val)
rettifica
calcolato
per
il
disallineamento di scadenza tra l’esposizione protetta e la garanzia reale
finanziaria abbinata.
07551 rett. volat.+ val + scad = 07551 rett. volat.+ val x (t – t*)/(T – t*)
Dove:
t = numero di anni restanti fino alla scadenza della garanzia
T = numero di anni restanti fino alla scadenza dell’esposizione
t* = 0,25 (pari a 3 mesi)
Il valore della garanzia ottenuto dall’applicazione delle formule suindicate verrà
utilizzato per abbattere “l’esposizione protetta”.
Se campo 07502 > 0:
• Creare un campo Comodo07515 = 07515 – 07551rett.volat.+
val+scad
(se
<0 forzare 0)
• Creare un record relativo alla quota parte garantita dell’esposizione
(denominato Rgar) uguale al record del debitore ma con:
o 07502 = MINORE tra 07502 e 07551rett.volat.+val+scad
o 07515 = MINORE tra 07515 e 07551rett.volat.+ val+scad
o 07517 = 0
o 07540 = 0
o 05230 = 00308/00310 della garanzia in esame
o 05231 = 00359 della garanzia in esame
o 05252 = 02252 della garanzia in esame
o 05253 = 01253 della garanzia in esame
o 05999 = 05999 della garanzia in esame + ’8’;
• Se Comodo07515 = 0 eliminare il record del debitore altrimenti
impostare su di esso gli importi relativi alla quota non garantita
dell’esposizione:
o 07502 = 07502 – 07502 di Rgar
o 07515 = 07515 – 07515 di Rgar
o 07517 = 07502 – 07551 rett.volat.+ val+scad.
Garanzie personali – rettifiche standard
In questa fase sono trattate solo le garanzie personali che hanno il campo
05999 = 7000, 7100.
Al fine di determinare il valore corretto della garanzia personale occorre tenere
conto degli eventuali disallineamenti di valuta e di scadenza secondo le
indicazioni di seguito riportate.
• Disallineamento di valuta
Imposta campo 07019 = 0 e campo 07551* = 07551 (la creazione del campo
07551* è funzionale solo ai fini della determinazione dei valori dei campi
07019 e 07020).
Se codice valuta (campo 00007) presente sulla garanzia personale è
differente rispetto al codice valuta presente sull’esposizione calcola il
disallineamento di valuta (campo 07019 “rettifica per disallineamento di
valuta”)
07019 = 07551 x 0,08
Il valore della garanzia personale verrà pertanto abbattuto di un valore pari al
campo 07019:
(campo 07551* = 07551 – 07019)
Trattandosi di garanzie personali, l’art. 233, par. 4 del CRR prevede che il
periodo di liquidazione sia pari a 10 gg. e quindi la percentuale di rettifica sia
pari a 0,08.
• Disallineamento di scadenza
Imposta campo 07020 = 0
Se la data di scadenza della garanzia personale (campo 00010) è presente e
minore di quella dell’esposizione protetta allora calcola la durata residua della
garanzia e la durata residua dell’esposizione e calcola il disallineamento di
scadenza (campo 07020 “rettifica per disallineamento di scadenza”)
07020 = 07551* – [07551* x (t – t*) / (T – t*)]
t = durata residua della garanzia
T = durata residua dell’esposizione (il valore della durata residua non può
eccedere 5 anni)
t* = 0,25 (valore fisso)
I valori riportati nelle variabili T e t sono rappresentati in anni e frazione di anni.
Al termine delle suddette fasi si otterrà un valore della garanzia pari a:
07551* = 07551 – 07019 – 07020
Se campo 07502 > 0:
• Creare un campo Comodo07515 = 07515 – 07551* (se <0 forzare 0)
• Creare un record relativo alla quota parte garantita dell’esposizione
(denominato Rgar) uguale al record del debitore ma con:
o 07502 = MINORE tra 07502 e 07551*
o 07515 = MINORE tra 07515 e 07551*
o 07540 = 07540 – Comodo07515 (se < 0 forzare 0)
o 05230 = 00308/00310 della garanzia in esame
o 05231 = 00359 della garanzia in esame
o 05252 = 02252 della garanzia in esame
o 05253 = 01253 della garanzia in esame
o 05999 = 05999 della garanzia che ha operato + ’8’;
o 05727 = 05727 della garanzia che ha operato
• Se Comodo07515 = 0 eliminare il record del debitore altrimenti
impostare su di esso gli importi relativi alla quota non garantita
dell’esposizione:
o 07502 = 07502 – 07502 di Rgar
o 07515 = 07515 – 07515 di Rgar
o 07540 = 07540 – 07540 di Rgar.
Garanzie personali - rettifiche stimate
•
Disallineamento di valuta
In questa fase sono trattate solo le garanzie personali che hanno il campo
05999 = 7050, 7150.
Al fine di determinare il valore corretto della garanzia personale è stato
previsto in input sulle FT relative a tali garanzie il campo 07009 (“rettifiche
stimate per garanzie personali che accoglie il risultato dei modelli interni
utilizzati dalla banca per il calcolo delle rettifiche per disallineamenti di valuta.
Il valore contenuto nel campo 07009 accoglie esclusivamente la componente
di rettifica inerente l’eventuale disallineamento di valuta tra l’esposizione e la
garanzia personale.
Il valore della garanzia personale verrà pertanto abbattuto di un valore pari al
campo 07009.
campo 07551* = 07551 – 07009
Il valore della garanzia personale dovrà riflettere anche l’eventuale
disallineamento di scadenza.
Pertanto al valore della garanzia calcolato precedentemente (campo 07551*)
dovrà essere applicata l’eventuale rettifica che rifletta il disallineamento di
scadenza tra l’esposizione protetta e la garanzia personale abbinata.
• Disallineamento di scadenza
Imposta campo 07020 = 0
Se la data di scadenza della garanzia personale (campo 00010) è presente e
minore di quella dell’esposizione protetta allora calcola la durata residua della
garanzia e la durata residua dell’esposizione e calcola il disallineamento di
scadenza (campo 07020 “rettifica per disallineamento di scadenza”)
07020 = 07551* - [07551*x(t – t*)/(T – t*)]
t = durata residua della garanzia
T = durata residua dell’esposizione (il valore della durata residua non può
eccedere 5 anni)
t* = 0,25 (valore fisso)
I valori riportati nelle variabili T e t sono rappresentati in anni e frazione di anni.
Al termine delle suddette fasi si otterrà un valore della garanzia pari a:
07551* = 07551 – 07009 – 07020
Se campo 07502 > 0:
• Creare un campo Comodo07515 = 07515 – 07551* (se <0 forzare 0)
• Creare un record relativo alla quota parte garantita dell’esposizione
(denominato Rgar) uguale al record del debitore ma con:
o 07502 = MINORE tra 07502 e 07551*
o 07515 = MINORE tra 07515 e 07551*
o 07540 = 07540 – Comodo07515 (se < 0 forzare 0)
o 05230 = 00308/00310 della garanzia in esame
o 05231 = 00359 della garanzia in esame
o 05252 = 02252 della garanzia in esame
o 05253 = 01253 della garanzia in esame
o 05999 = 05999 della garanzia che ha operato + ’8’;
o 05727 = 05727 della garanzia che ha operato
• Se Comodo07515 = 0 eliminare il record del debitore altrimenti
impostare su di esso gli importi relativi alla quota non garantita
dell’esposizione:
o 07502 = 07502 – 07502 di Rgar
o 07515 = 07515 – 07515 di Rgar
o 07540 = 07540 – 07540 di Rgar.
PCT passivi
In questa fase sono trattate solo le operazioni di PCT e di riporto che hanno il
campo 05999 = 1050, 1060, 1070.
Se metodologia di calcolo prescelta per operazioni SFT è quella
semplificata occorre:
applicare il “principio di mitigazione” che prevede di confrontare il valore
dell’esposizione (campo 07502) riportato sulla FTA (ad es.: 03904.08) con il
valore della garanzia reale finanziaria (campo 07551) riportato sulla FTO (ad
es.: 01789.02) ed in funzione di tale confronto si dovrà:
se campo 07502>07551 allora:
• crea un nuovo record (ad es.: 03904.08) uguale a quello originario ed
imposta i campi 07502, 07515 = 07551 (esposizione garantita). Su tale
record il campo 05727 deve essere impostato a 0% o 10% o 20% in
funzione del campo 05754. Questa sostituzione deve essere effettuata solo
se la ponderazione (campo 05727) viene impostata ad un valore inferiore o
uguale a quello presente sul record dell'esposizione. In tal caso occorre
inoltre riportare i campi 07551 e 05999 (il contenuto di quest’ultimo va
modificato con il valore 8 finale) relativi alla garanzia reale che ha operato.
Impostare il campo 05252 con il campo 02252 della garanzia in esame ed il
campo 05253 con il 01253 della garanzia in esame.
• crea un nuovo record (ad es.: 03904.08) uguale a quello originario ed
imposta i campi 07502, 07515 = 07502 – 07551 (esposizione non
garantita). Su tale record la ponderazione sarà quella derivata in fase ACA
e relativa alla controparte dell’esposizione. Su tale record non dovranno
essere riportati i campi relativi alla garanzia.
Se campo 07502 < = 07551 allora:
• crea un nuovo record (ad es.: 03904.08) uguale a quello originario e su tale
record impostare il campo 05727 uguale a 0% o 10% o 20% in funzione del
campo 05754. Questa sostituzione deve essere effettuata solo se la
ponderazione (campo 05727) viene impostata ad un valore inferiore o
uguale a quello presente sul record dell'esposizione. In tal caso occorre
inoltre riportare i campi 07551 e 05999 (il contenuto di quest’ultimo va
modificato con il valore 8 finale) relativi alla garanzia reale che ha operato.
Impostare il campo 05230 (NDG del garante) con il codice anagrafico
aziendale
(campo
00308/00310)
presente
sulla
garanzia
e,
di
conseguenza, il campo 05231 con il campo 00359 della garanzia in esame,
il campo 05252 con il campo 02252 della garanzia in esame ed il campo
05253 con il 01253 della garanzia in esame.
Se metodologia di calcolo prescelta per operazioni SFT è quella integrale
con rettifiche standard occorre:
al fine di determinare la rettifica di volatilità corretta, da aggiungere
all’esposizione (es.: campo 07502 derivato sulla FTA 03904.08), è stata
definita una tabella di corredo (TCOR39) che rispecchia i valori riportati
nell’articolo 224 della CRR (tabelle da 1 a 3). Per l’accesso a tale tabella di
corredo sono stati previsti una serie di campi derivati in fase ACA (campi
05768, 05769, 05770, 05771, 05772) che consentono di determinare
univocamente la percentuale di rettifica di volatilità dell’esposizione da
aggiungere (campo 05773).
Nel caso in cui la banca effettui rivalutazioni dell’esposizione con frequenza
superiore ad un giorno (campo 05753 maggiore di 1) il valore della rettifica di
volatilità da applicare all’esposizione dovrà essere ulteriormente corretto:
05773* = 05773 x √ { [05753 + (05772 – 1)]/05772}
Tale formula corrisponde a quella indicata nell’articolo 226 della CRR:
H = HM √{[NR + (TM – 1)]/TM}
Pertanto occorre correggere il valore del campo 07502 come segue 2:
07502 rett. volat. = 07502 x (1 + campo 05773*/100)
Il valore della garanzia dovrà riflettere l’eventuale disallineamento di valuta,
qualora la valuta (campo 00007) presente sulla garanzia sia differente da
quella presente sull’esposizione.
07551 rett. val. = 07551 x (1 – 5,657/100)
I valori dell'esposizione e della garanzia rettificati corrispondono a quanto
indicato nell’articolo 223 della CRR:
[E x (1 + HE) – C (1 – HC – HFX)]
HC è pari a 0 in quanto la garanzia è rappresentata da contante.
HFX è pari al 5,657%, corrispondente al valore riportato nella tabella 4 dell’art.
224 (Rettifiche di volatilità per disallineamenti di valuta) per il periodo di
liquidazione di 5 giorni, previsto per le operazioni della specie.
I valori dell'esposizione e della garanzia così rettificati vengono quindi utilizzati
per determinare le parti garantita e non garantita dell'esposizione.
Se campo 07502 rett. volat. > 07551 rett. val. allora:
• crea un nuovo record (ad es. 03904.08) uguale a quello originario ed
imposta campo 07502 = 07551
rett. val.
(esposizione garantita), campo 07517
(VALORE CORRETTO DELL'ESPOSIZIONE - METODO INTEGRALE (E*)
2
Nella formula seguente il campo 05773* viene diviso per 100 in quanto è espresso in termini
percentuali.
– OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) = 0 e campo 07516 (VALORE
CORRETTO DELL’ESPOSIZIONE – METODO INTEGRALE (E x (1 + HE))
– OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) = 07551
rett. val..
dovranno essere riportati, inoltre, anche i campi 07551
Su tale record
rett. val.
e 05999 (il
contenuto di quest’ultimo va modificato con il valore 8 finale), relativi alla
garanzia reale che ha operato e occorre impostare il campo 07515
(IMPORTO LORDO GRANDI RISCHI) = 07551 rett. val..
Su tale record il campo 05727 deve essere impostato a zero.
• crea un nuovo record (ad es. 03904.08) uguale a quello originario ed
imposta il campo 07502 = 07502 (originario) – 07551 rett. val. (esposizione non
garantita), il campo 07517 (VALORE CORRETTO DELL'ESPOSIZIONE METODO INTEGRALE (E*) – OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) =
07502
rett. volat.
– 07551
rett. val.
ed il campo 07516 (VALORE CORRETTO
DELL’ESPOSIZIONE – METODO INTEGRALE (E x (1 + HE)) –
OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) = 07502 rett. volat. – 07551 rett. val.. Su
tale record il campo 05727 sarà quello derivato in fase ACA e relativo alla
controparte dell’esposizione, riportata sulle FTA 03904.04/08 con formula di
tipo W. Su tale record non dovrà essere riportato il campo 05999 della
garanzia modificato con il valore 8 finale. Occorre inoltre impostare il campo
07515 (IMPORTO LORDO GRANDI RISCHI) = 07515 (del record originario)
– 07551 rett. val..
Se campo 07502 rett. volat. < = 07551 rett. val allora:
crea un nuovo record (ad es. 03904.08) uguale a quello originario ed imposta
il campo 07517 (VALORE CORRETTO DELL'ESPOSIZIONE - METODO
INTEGRALE (E*) – OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) = 0 ed imposta
il campo 07516 = 07502 rett. volat.. Su tale record dovranno essere riportati inoltre
anche i campi 07551
rett. val.
e 05999 (modificato con il valore 8 finale) relativi
alla garanzia reale che ha operato e occorre impostare il campo 07515
(IMPORTO LORDO GRANDI RISCHI) = 07515 (del record originario). Su tale
record il campo 05727 deve essere impostato a zero.
Se metodologia di calcolo prescelta per operazioni SFT è quella integrale
con rettifiche stimate occorre:
al fine di determinare la rettifica di volatilità corretta, da aggiungere
all’esposizione (es.: campo 07502 derivato sulla FTA 03904.08), è stato
richiesto in input sulle FTA 03904.04/08 il campo 07008 che accoglie il
risultato dei modelli interni utilizzati dalla banca per il calcolo delle rettifiche di
volatilità. Il campo 07008 è presente anche sulle FTO 01715.02, 01787.00,
01789.02/06 e accoglie la componente di rettifica inerente l’eventuale
disallineamento di valuta tra l’esposizione e la garanzia reale.
Pertanto occorre correggere i valori dei campi 07502 e 07551 come segue:
07502 rett. volat. = 07502 + 07008
07551 rett. val. = 07551 – 07008
Se campo 07502 rett. volat. > 07551 rett. val. allora:
• crea un nuovo record (ad es.: 03904.08) uguale a quello originario
imposta il campo 07502=07551
07517
(VALORE
rett. val.
CORRETTO
ed
(esposizione “protetta”), il campo
DELL'ESPOSIZIONE
-
METODO
INTEGRALE (E*) – OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) = 0 ed il
campo 07516 (VALORE CORRETTO DELL’ESPOSIZIONE – METODO
INTEGRALE (E x (1 + HE)) – OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) =
07551 rett. val..
Su tale record dovrà essere riportato inoltre anche il campo 05999 modificato
con il valore 8 finale e occorre impostare il campo 07515 (IMPORTO LORDO
GRANDI RISCHI) = 07551 rett. val.. Su tale record il campo 05727 deve essere
impostato a zero.
• crea un nuovo record (ad es.: 03904.08) uguale a quello originario ed
imposta il campo 07502 = 07502 (originario) – 07551 rett. val. (esposizione non
garantita), il campo 07517 (VALORE CORRETTO DELL'ESPOSIZIONE METODO INTEGRALE (E*) – OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) =
07502
rett. volat.
– 07551
DELL’ESPOSIZIONE
rett. val.
ed il campo 07516 (VALORE CORRETTO
METODO
INTEGRALE
(E
x
(1
+
HE))
–
OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) = 07502 rett. volat. – 07551 rett. val. .
Su tale record il campo 05727 sarà quello derivato in fase ACA e relativo alla
controparte dell’esposizione, riportata sulle FTA 03904.04/08 con formula di
tipo W. Su tale record non dovrà essere riportato il campo 05999 della
garanzia modificato con il valore 8 finale. Occorre inoltre impostare il campo
07515 (IMPORTO LORDO GRANDI RISCHI) = 07515 (del record originario) 07551 rett. val. .
Se campo 07502 rett. volat. < = 07551 rett. val. allora:
crea un nuovo record (ad es.: 03904.08) uguale a quello originario ed imposta
il campo 07517 (VALORE CORRETTO DELL'ESPOSIZIONE - METODO
INTEGRALE (E*) – OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) = 0 ed il campo
07516 (VALORE CORRETTO DELL’ESPOSIZIONE METODO INTEGRALE
(E x (1 + HE)) – OPERAZIONI SFT PER GRANDI RISCHI) = 07502 rett. volat.
Su tale record dovrà essere riportato inoltre anche il campo 05999 modificato
con il valore 8 finale e occorre impostare il campo 07515 (IMPORTO LORDO
GRANDI RISCHI) = 07515 (del record originario). Su tale record il campo
05727 deve essere impostato a zero.
PRESTITO TITOLI – METODO SEMPLIFICATO
In questa fase sono trattate solo le operazioni che hanno il campo 05999 =
1100.
Il “principio di sostituzione” prevede di confrontare il valore dell’esposizione
(campo 07502), ove presente, con il valore della garanzia reale finanziaria
(campo 07551). La fase deve essere eseguita solo se la ponderazione della
garanzia è inferiore alla ponderazione dell'esposizione (campo 05727).
In funzione di tale confronto occorre operare come segue:
se campo 07502 > 07551 allora:
• creare un record relativo alla quota garantita dell’esposizione uguale al
record dell'esposizione ma con:
o 07502, 07515 = 07551
o 05727 = 05727 del record della garanzia
o 05999 = 05999 del record della garanzia + ’8’
• Impostare sul record dell'esposizione l'importo relativo alla quota non
garantita:
o 07502, 07515 = 07502 – 07551
se campo 07502 <= 07551 allora:
• Impostare sul record dell'esposizione i seguenti campi:
o 05727 = 05727 del record della garanzia
o 05999 = 05999 del record della garanzia + ’8’
PRESTITO TITOLI – METODO INTEGRALE RETTIFICHE STANDARD
In questa fase sono trattate solo le operazioni che hanno il campo 05999 =
1110, 1310.
Per le operazioni di prestito titoli occorre determinare distintamente gli haircut
dell'esposizione e della garanzia (campo 05773).
Nel caso in cui la banca effettui rivalutazioni dell’esposizione e/o della
garanzia con frequenza superiore ad un giorno (campo 05753 maggiore di 1) i
valori delle rettifiche da applicare dovranno essere ulteriormente corretti:
05773* = 05773 x √{ [05753 + (05772 – 1)]/05772}
Tale formula corrisponde a quella indicata nell’articolo 226 della CRR:
H = HM √{[NR + (TM – 1)]/TM}
Il valore della garanzia dovrà riflettere anche l’eventuale disallineamento di
valuta, qualora la valuta (campo 00007) presente sulla garanzia sia differente
da quella presente sull’esposizione.
Pertanto dopo aver riportato i valori originari dei campi 07502 e 07551
rispettivamente nei campi 07302 e 07552 occorre correggere i valori dei campi
07502 e 07551 come segue 3:
07502 rett. volat. = 07502 x (1 + campo 05773*/100)
07551 rett. volat.+ val = 07551 x (1 – campo 05773*/100 – 5,657/100)
I valori dell'esposizione e della garanzia rettificati corrispondono a quanto
indicato nell'art. 220 del CRR:
[E x (1 + HE) – C (1 – HC – HFX)]
HFX è pari al 5,657%, corrispondente al valore riportato nella tabella 4
dell’art. 224 (Rettifiche di volatilità per disallineamenti di valuta) per il
periodo di liquidazione di 5 giorni, previsto per le operazioni della specie.
I valori dell'esposizione e della garanzia così rettificati vengono quindi
utilizzati per determinare le parti garantita e non garantita dell'esposizione.
Se campo 07502 rett. volat. > 07551 rett. volat.+ val allora:
• Creare un record relativo alla quota garantita dell’esposizione uguale al
record dell'esposizione ma con:
o 07502, 07515 = 07551 rett. volat.+ val
o 07516 = 07551 rett. volat.+ val
o 07517 = 0
o 05727 = 0
o 05999 = 05999 del record della garanzia + ’8’
• Impostare sul record dell'esposizione l'importo relativo alla quota non
garantita:
o 07502, 07515 = 07502 - 07551 rett. volat.+ val
o 07516 = 07502 rett. volat. - 07551 rett. volat.+ val
o 07517 = 07502 rett. volat. - 07551 rett. volat.+ val
3
Nelle formule seguenti il campo 05773* viene diviso per 100 in quanto è espresso in termini
percentuali
Se campo 07502 rett. volat. <= 07551 rett. volat.+ val allora:
• Impostare sul record dell'esposizione i seguenti campi:
o 07516 = 07502 rett. volat.
o 07517 = 0
o 05727 = 0
o 05999 = 05999 del record della garanzia + ’8’
PRESTITO TITOLI – METODO INTEGRALE RETTIFICHE STIMATE
In questa fase sono trattate solo le operazioni che hanno il campo 05999 =
1120, 1320.
Per le operazioni di prestito titoli occorre determinare distintamente le rettifiche
da applicare all'esposizione e alla garanzia. È stato pertanto previsto in input
sia sull'esposizione che sulla garanzia il campo 07008 (RETTIFICHE
STIMATE PER GARANZIE REALI FINANZIARIE), che accoglie il risultato dei
modelli interni utilizzati dalla banca per il calcolo delle rettifiche di volatilità. Il
valore contenuto nel campo 07008 presente sulla garanzia accoglie anche la
componente di rettifica inerente l’eventuale disallineamento di valuta tra
esposizione e garanzia.
Pertanto occorre correggere i valori dei campi 07502 e 07551 come segue:
07502 rett. volat. = 07502 + 07008
07551 rett. volat.+ val = 07551 – 07008
I valori dell'esposizione e della garanzia così rettificati vengono quindi utilizzati
per determinare le parti garantita e non garantita dell'esposizione.
Se campo 07502 rett. volat. > 07551 rett. volat.+ val allora:
• Creare un record relativo alla quota garantita dell’esposizione uguale al
record dell'esposizione ma con:
o 07502, 07515 = 07551 rett. volat.+ val
o 07516 = 07551 rett. volat.+ val
o 07517 = 0
o 05727 = 0
o 05999 = 05999 del record della garanzia + ’8’
• Impostare sul record dell'esposizione l'importo relativo alla quota non
garantita:
o 07502, 07515 = 07502 - 07551 rett. volat.+ val
o 07516 = 07502 rett. volat. - 07551 rett. volat.+ val
o 07517 = 07502 rett. volat. - 07551 rett. volat.+ val
Se campo 07502 rett. volat. <= 07551 rett. volat.+ val allora:
• Impostare sul record dell'esposizione i seguenti campi:
o 07516 = 07502 rett. volat.
o 07517 = 0
o 05727 = 0
o 05999 = 05999 del record della garanzia + ’8’
Fly UP