...

Il corpo umano 6,5M

by user

on
Category: Documents
264

views

Report

Comments

Transcript

Il corpo umano 6,5M
PROVINCIA DI BERGAMO
Settore Politiche S ociali e Salute
Colella Anna
Dalla cellula…….agli apparati
2009
1
INDICE
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
La Cellula
I Tessuti
Gli Organi
Gli Apparati
Le parti del corpo umano
L’ Apparato scheletrico
L’Apparato Muscolare
L’Apparato Digerente
I Denti
L’Alimentazione
L’Apparato respiratorio
L’Apparato circolatorio
Il Sistema di Rivestimento (pelle, peli, unghie)
I Cinque Sensi: il tatto
la vista
il gusto
l’olfatto
l’udito
L’Apparato Escretore
L’Apparato di Riproduzione
Il Sistema Nervoso
Il Sistema Endocrino
pag. 3
pag. 8
pag. 9
pag. 10
pag. 15
pag. 17
pag. 29
pag. 35
pag. 44
pag. 52
pag. 67
pag. 74
pag. 83
pag. 89
pag. 90
pag. 93
pag. 94
pag. 95
pag. 96
pag. 101
pag. 113
pag. 123
2
LA CELLULA
La casa
è costruita con
i mattoni
Il mosaico
è costruito con
le tessere
L’uomo
è costruito con
le cellule
QUINDI,
La CELLULA è la più piccola parte di un essere vivente.
Esse sono così piccole che si possono vedere solo al microscopio.
3
Ci sono esseri viventi
UNICELLULARI = 1 sola cellula
PLURICELLULARI = tante cellule
Il protozoo è un essere vivente formato
da una sola cellula
Il corpo umano è formato da miliardi e miliardi di cellule.
Ogni essere vivente:
NASCE
CRESCE
SI RIPRODUCE
MUORE
Noi facciamo tutte queste cose perché sono le nostre cellule che nascono,
crescono, si nutrono, si riproducono, invecchiano e muoiono.
4
La parola “cellula” significa piccola cella, ma racchiude tantissime cose che
ci permettono di vivere.
Tutte le cellule hanno:
• MEMBRANA CELLULARE che
- protegge la cellula
- dà una forma alla cellula
- permette solo ad alcune
sostanze di entrare;
• NUCLEO
- è al centro della cellula
- contiene tutte le informazioni
della specie a cui appartiene
(come è): colore dei capelli, degli
occhi, l’altezza, il colore della
pelle, .….
che
• CITOPLASMA
•
che
ORGANULI CELLULARI
- è una sostanza gelatinosa che
contiene acqua, sali minerali,
zuccheri, proteine;
(mitocondri, ribosomi,…)
MITOCONDRI
producono energia per la cellula
RIBOSOMI
producono proteine
5
LA FORMA DELLE CELLULE
In tutti gli esseri viventi le cellule sono organizzate in gruppi: tutte le cellule
di un gruppo hanno la stessa forma e sono specializzate nello stesso
lavoro (cellule del sangue, cellule nervose, cellule della pelle,….)
Le cellule possono essere di forme diverse, a seconda del tipo di lavoro che
svolgono:
ROTONDA
- cellule del sangue;
- hanno forma rotonda;
- portano l’ossigeno a tutte le cellule
del corpo;
OVALE
- cellule della mucosa della bocca;
- hanno forma ovale;
A FUSO
- cellule dei muscoli;
- hanno forma affusolata;
- si allungano e si accorciano, sono
elastiche.
RAMIFICATA
- cellule del cervello;
- hanno forma di stella;
- portano al cervello i messaggi
di dolore, caldo, freddo, gli odori e i
sapori;
6
Le cellule, quindi, non sono tutte uguali
citoplasma e nucleo spinti
contro la membrana
grasso
MUSCOLI
OSSA
prolungamenti
nucleo
PELLE
nucleo
CERVELLO
7
TESSUTI
Un gruppo di cellule specializzate nello stesso lavoro forma un TESSUTO:
Tanti fili insieme formano un
filo
tessuto
tante cellule insieme formano un
cellula
tessuto
Ci sono tanti tipi di tessuto:
TESSUTO EPITELIALE
forma la pelle:
ricopre e protegge tutto il corpo.
TESSUTO MUSCOLARE
forma il muscolo.
8
TESSUTO CONNETTIVO
TESSUTO OSSEO
Lo troviamo nei
padiglioni auricolari,
nel naso, ….
forma lo scheletro
ORGANI
Due o più tessuti formano un ORGANO.
serve a costruire
tessuto
coperta
gonna pantaloni
servono a costruire
Un insieme di tessuti
un ORGANO
9
Sono organi:
il cuore
i polmoni
l’intestino
lo stomaco
il fegato
il cervello
i reni
…..
APPARATI
Più organi riuniti insieme per svolgere una determinata funzione (lavoro)
formano un APPARATO.
servono a costruire
Un insieme di organi
un APPARATO
APPARATO DIGERENTE
10
APPARATO
CIRCOLATORIO
cuore
vasi sanguigni
attraverso il sangue
trasporta ossigeno
in ogni parte del corpo
APPARATO
DIGERENTE
bocca
esofago
stomaco
intestino
trasforma il cibo
che ingoiamo
APPARATO
LOCOMOTORE
ossa
muscoli
SISTEMA
NERVOSO
cervello
midollo spinale
nervi
permette il movimento
del corpo
coordina e controlla gli
stimoli che arrivano
dall’esterno
Un insieme di APPARATI formano il CORPO UMANO.
11
un insieme di formano un TESSUTO
CELLULE
formano
Un insieme di
TESSUT I
un ORGANO
formano
un APPARATO
un insieme di
ORGANI
12
13
LA RIPRODUZIONE DELLE CELLULE
Ecco come si riproduce una cellula del corpo umano:
La riproduzione dura circa 1 ora e si può seguire al microscopio.
Da una cellula se ne formano due, identiche alla prima.
14
IL CORPO UMANO
Il corpo umano è formato da tre grandi parti:
TESTA
TRONCO
ARTI
15
16
APPARATO SCHELETRICO
L’insieme delle ossa (206) del corpo umano
forma
lo SCHELETRO
sostiene
il peso del corpo
protegge gli organi interni
(cervello, cuore, polmoni)
insieme ai muscoli
permette il
movimento
17
18
Le ossa sono ricche di
sali di calcio
osseina
le rendono dure e resistenti
le rendono elastiche
Le ossa sono di tre tipi:
OSSA LUNGHE
(gambe, braccia)
OSSA CORTE
(mani, piedi, ..)
OSSA PIATTE
(testa, bacino,..)
Dentro contengono una
sostanza molle, il midollo osseo
che ha la funzione di produrre
i globuli rossi e tutte le altre
cellule del sangue.
19
Lo scheletro dell’uomo è formato da:
SCHELETRO DELLA TESTA
- CRANIO
- OSSA DELLA FACCIA
(sono ossa piatte e unite tra loro, tranne la mandibola che è un osso
mobile)
racchiude il cervello
20
SCHELETRO DEL TRONCO
- COLONNA VERTEBRALE
formata da 33 ossa, chiamate vertebre
(ossa corte).
- CASSA TORACICA
formata da:
-12 costole
- lo sterno
Tra le vertebre ci sono cuscinetti di cartilagine
(tessuto più elastico del tessuto osseo)
che impedisce alle vertebre di urtare l’una
contro l’altra, quando saltiamo o ci pieghiamo.
Dentro le vertebre passa il midollo spinale.
protegge il cuore e
i polmoni
La colonna vertebrale termina con l’osso sacro.
- CINTURA SCAPOLARE
formata da:
- 2 scapole
- 2 clavicole
- CINTURA PELVICA
formata dalle
ossa del bacino
racchiude la vescica e
l’intestino
21
SCHELETRO DEGLI ARTI SUPERIORI
- OSSA DEL BRACCIO
- OSSA DELL’AVAMBRACCIO
(sono ossa molto lunghe)
- omero
- ulna
- radio
- OSSA DELLA MANO
- carpo
- metacarpo
- falangi
22
SCHELETRO DEGLI ARTI INFERIORI
- OSSA DELLA COSCIA
- OSSA DELLA GAMBA
(sono ossa molto lunghe)
- femore
- tibia
- perone
- OSSA DEL PIEDE
- tarso
- metatarso
- falangi
23
LE ARTICOLAZIONI
Le ossa, essendo rigide (dure), sono unite da articolazioni che rendono
possibili tutti i movimenti.
Le articolazioni sono al polso, al gomito, all’omero, al collo, al bacino, al
ginocchio, alla caviglia, alla colonna vertebrale, ecc…
Alcune articolazioni,
come quella del gomito,
consentono il movimento
in una sola direzione.
Nell’articolazione del femore,
come in quella della spalla, i
movimenti possono avvenire
in tutte le direzioni.
Nelle articolazioni le ossa sono unite tra loro da fibre resistenti chiamate
legamenti.
Fra le estremità delle ossa ci sono due strati di cartilagine che hanno la
funzione di evitare il contatto fra le ossa.
Il liquido sinoviale agisce come un olio e facilita il movimento.
24
MALATTIE DELLO SCHELETRO
MALATTIA
RACHITISMO
CAUSE
SINTOMI
Cattiva alimentazione
Si manifesta con
soprattutto mancanza di l’incurvamento delle
vitamina D e di sali
ossa lunghe delle
minerali.
gambe e la deviazione
della colonna
vertebrale.
TERAPIA
Vita all’aperto,
stare molto al sole e
alimentazione ricca di
vitamine.
25
MALATTIA
CAUSE
SINTOMI
SCOLIOSI
(deviazione della colonna
vertebrale)
posizione scorretta
dolori alla schiena
TERAPIA
- mantenere una
posizione corretta sia
in piedi che seduti;
- ginnastica medica
26
LA FRATTURA
Dopo una grave caduta tutte le ossa
del nostro corpo possono subire una
frattura, cioè si rompono.
Il medico, dopo aver fatto una radiografia,
cioè una fotografia che serve a vedere
il tipo di frattura, fa combaciare con cura
le due parti dell’osso.
Il medico mette il gesso per tenere
fermo l’osso.
L’ingessatura viene tolta quando
l’osso è guarito.
27
MALATTIA
OSTEOPOROSI
(diminuzione del calcio
nel tessuto osseo)
CAUSE
SINTOMI
Colpisce soprattutto le Le ossa diventano molto
donne dopo i 50 anni fragili.
TERAPIA
-Mangiare cibi che
contengono calcio;
- ginnastica;
- esposizione al sole;
- medicine;
Il medico che cura le malattie delle ossa e dei muscoli si chiama:
ORTOPEDICO
28
APPARATO MUSCOLARE
I muscoli
masse carnose che ricoprono lo scheletro
danno robustezza
al nostro corpo
permettono il movimento
sono attaccati alle ossa per mezzo
di fibre elastiche, i tendini;
agendo come elastici,
i muscoli fanno muovere le ossa
a cui sono collegati.
si contraggono (accorciano)
o si rilassano (allungano):
in questo modo permettono
il movimento.
29
30
31
In ogni muscolo sono presenti filamenti nervosi che ne controllano
la contrazione e molti vasi sanguigni che portano le sostanze energetiche
utili per lo svolgimento del loro lavoro.
A seconda del tipo di funzionamento i muscoli si dividono in:
MUSCOLI VOLONTARI
La loro contrazione è regolata
dalla nostra volontà.
Sono i muscoli che fanno muovere
le braccia, le gambe, la testa.
MUSCOLI INVOLONTARI
sono muscoli che lavorano sempre,
giorno e notte, anche se noi non ce
ne accorgiamo. Lavorano senza
bisogno di alcun comando.
Sono i muscoli delle pareti dello
stomaco, dell’intestino, dei vasi
sanguigni e del cuore
è un muscolo che non riposa mai;
per tutta la vita pompa il sangue
in circolo per tutto il corpo.
32
MALATTIE DEI MUSCOLI
MALATTIA
TENDINITE
Infiammazione dei
tendini
CAUSE
Ripetizione continua
di piccoli traumi
(sovraffaticamento);
SINTOMI
Dolore, gonfiore e
difficoltà nel movimento.
Avviene anche a causa
di un’attività fisica di cui
non si è abituati;
TERAPIA
Riposo;
Medicine
antinfiammatori;
33
ACIDO LATTICO
È una sostanza che si produce quando aumenta l’intensità dell’esercizio e
che il sangue deve riuscire ad eliminare. Se nei muscoli si accumula
sempre più l’acido lattico, tanto da non riuscire ad eliminarlo in fretta, si ha
bruciore al muscolo e stanchezza.
Si dovrebbe fare riposare il muscolo, in modo da permettere al sangue di
portare via l’acido lattico.
CRAMPI
Contrazioni muscolari violente, involontarie ed improvvise che si presentano
durante uno sforzo ma anche durante la notte.
CAUSE
Poco ossigeno nei muscoli, perdita di liquidi e sali minerali in conseguenza di
uno sforzo prolungato.
SINTOMI
Forte ed improvviso dolore al muscolo che appare contratto e duro.
TERAPIA
Compiere allungamenti del muscolo colpito, bere liquidi e sali minerali e, fare
impacchi caldi.
34
L’APPARATO DIGERENTE
35
L’APPARATO DIGERENTE
L’apparato digerente è un tubo di circa 10 metri di lunghezza.
È composto da:
denti
lingua
bocca
ghiandole salivari
faringe
bocca
faringe
collega la bocca all’esofago
e alla laringe (apparato
respiratorio)
esofago
fegato
esofago
stomaco
stomaco
intestino
intestino tenue
pancreas
intestino crasso
intestino
fegato
pancreas
36
bocca
denti
ghiandole salivari
hanno forma diversa a seconda
della funzione svolta e servono per la
masticazione.
producono la saliva
importante per la
digestione.
lingua
è un muscolo che serve
ad articolare il linguaggio
alla masticazione
spingendo il cibo sotto i denti.
Sulla lingua ci sono anche le papille gustative che
ci permettono di distinguere 4 sapori: acido, amaro,
salato, dolce.
Nella faringe c’è l’epiglottide che, quando
si abbassa, chiude la laringe al passaggio del
cibo; quando si alza, invece, permette all’aria di
entrare in trachea.
37
esofago
È un tubo lungo 25 centimetri
che collega la faringe allo stomaco.
stomaco
parte di tubo a forma di sacco
formato da tanti strati muscolari;
quello più interno contiene numerose
ghiandole che producono il succo
gastrico importanti per la digestione.
intestino
Lungo tubo attorcigliato formato
da tessuto muscolare che si contrae
continuamente.
È formato:
- dall’intestino tenue: è lungo circa 7 metri dal quale sboccano due grosse
ghiandole:
il fegato,
situato nella parte superiore destra
e ha il compito di produrre la bile,
un liquido che permette l’ assorbimento
dei grassi e delle vitamine e di
eliminare le sostanze tossiche;
il pancreas
situato nella parte sinistra, dietro
lo stomaco e ha il compito di
produrre il succo pancreatico;
L’intestino tenue ha il compito di assorbire i prodotti della digestione.
38
- dall’intestino crasso: è lungo 1,6 metri e in esso sono presenti numerosi
batteri necessari alla digestione.
Alla fine vi è il retto che sbocca all’esterno con l’apertura anale.
intestino
crasso
(colon)
intestino tenue
( circa 7 metri)
appendice
retto
39
LA DIGESTIONE NELL’UOMO
La digestione è un’insieme di fasi che ci permettono di assimilare i cibi.
Che cosa succede al cibo quando entra in bocca?
1. Nella bocca il cibo durante la masticazione viene triturato dai denti, si
rompe e si impasta con la saliva trasformandosi in una poltiglia che viene
chiamata bolo alimentare.
2. Con la deglutizione il bolo passa dalla bocca alla faringe, poi, attraverso
l’esofago arriva allo stomaco.
3. Nello stomaco il cibo si deposita e viene continuamente rimescolato, in
seguito alle contrazione delle sue pareti, al succo gastrico.
Nello stomaco il bolo diventa quasi liquido e viene chiamato chimo.
4. Quando il chimo esce dallo stomaco ed entra nell’intestino tenue inizia il
processo di assorbimento. Qui, incontra la bile (prodotta dal fegato) e il
succo pancreatico (prodotto dal pancreas) che trasformano il chimo e lo
riducono in un liquido detto chilo.
5. Man mano che il chilo scende lungo l’intestino incontra i villi intestinali,
piccole protuberanze che contengono i capillari sanguigni.
Le molecole degli alimenti passano attraverso le pareti dei villi e, da questi,
passano al fegato.
Le sostanze nutritive depurate nel fegato vengono trasportate al cuore; poi,
grazie alla circolazione del sangue, vengono distribuite alle cellule di tutto il
corpo.
Nell’ultimo tratto dell’intestino, l’intestino crasso, si raccolgono le sostanze
che non sono state digerite e che vengono eliminate attraverso l’ano come
rifiuti solidi: le feci.
40
41
LE MALATTIE DELL’APPARATO DIGERENTE
I DENTI, se non curati, si possono ammalare
e bucarsi: questa malattia si chiama carie.
Quando le GHIANDOLE SALIVARI si infiammano,
abbiamo una malattia che si chiama parotite o
orecchioni.
Se una parte dello STOMACO si infiamma,
abbiamo la gastrite.
Se si forma una ferita sullo
stomaco abbiamo l’ulcera.
La parte finale del colon (una parte di
intestino crasso) si chiama APPENDICE;
l’infiammazione dell’appendice provoca
una malattia che si chiama appendicite.
42
L’infiammazione del colon si chiama colite.
A causa di un virus, il FEGATO può
infiammarsi;
questa malattia si chiama epatite virale.
Il medico che cura le malattie dell’ apparato digerente e dell’intestino
si chiama:
GASTROENTEROLOGO
43
I DENTI
I denti sono inseriti nella gengiva
servono
a triturare il cibo
bambino
adulto
20 denti
32 denti
INCISIVI
sono 8 servono a tagliare e afferrare il cibo
CANINI
sono 4 servono a strappare il cibo
PREMOLARI
sono 8 servono a triturare il cibo
MOLARI
sono 12 servono a triturare (tagliare a pezzettini)
il cibo
44
IL DENTE
parte che
si vede
parte che
non si vede
corona
formata da una sostanza robusta: la dentina
dentina
ricoperta da un tessuto duro: lo smalto
radice
inserito nell’osso della mascella e mandibola
radice
formata da una sostanza un po’ gialla: il cemento
dentro il dente
si trova la polpa dentaria con vasi sanguigni
e nervi
45
LA PREVENZIONE DENTALE
Ci sono cibi che contengono lo zucchero:
le torte
i pasticcini
i biscotti
i gelati
il cioccolato
aranciata
il chewing-gum
le bibite:
coca cola
Tutti questi alimenti che contengono zuccheri, rimangono sui denti più a
lungo facendo aumentare gli acidi nella bocca e, di conseguenza, provocano
la CARIE.
I cibi amici dei nostri denti sono:
latte
uova
verdura fresca
pesce
formaggi
cereali:
carne
pasta
pane
46
LA PLACCA DENTARIA
Insieme appiccicoso di batteri che si attaccano
tra un dente e l’altro o vicino alla gengiva …..
….ogni volta che mangiamo e non laviamo i denti
La placca può causare:
CARIE
TARTARO
PIORREA
Il medico che cura le malattie dei denti si chiama:
DENTISTA
47
COME FA UN DENTE A CARIARSI?
La placca provoca dei piccoli buchi sul dente. I batteri della carie entrano nel
dente e vanno più a fondo fino ad attaccare la dentina…….
……. se la carie penetra ancora più a fondo, arriva alla polpa e poi, alla
radice.
In questo caso, la persona sente grandi dolori e successivamente, il dente
muore.
48
IL TARTARO
Placca depositata per tanto tempo sul dente.
Con il passare del tempo, lo spazzolino non riesce più a togliere il tartaro:
bisogna andare dal dentista.
Quando fra un dente e la gengiva si forma il tartaro, sai cosa succede?
Si crea una infiammazione estesa; il dente si allontana lentamente dalla
gengiva e dall’osso diventando sempre più mobile fino a cadere.
Questa malattia delle gengive che si ritirano si chiama PIORREA.
49
IGIENE ORALE
La pulizia dei denti è molto importante.
I denti devono essere mantenuti puliti usando correttamente lo spazzolino.
Lo spazzolino deve essere usato dopo ogni pasto.
Il movimento dello spazzolino deve essere verticale, dalla gengiva al dente.
Il dentifricio serve a far scivolare via lo sporco dai denti.
50
Il filo interdentale serve a togliere il cibo tra un dente e l’altro.
Per togliere la placca si possono usare delle pastiglie che mettono in
evidenza le parti sporche.
IL FLUORO
Sostanza che si trova nell’acqua, nel pesce,
nel the, nei succhi di agrumi, ecc…..
Il Fluoro è molto importante per curare la carie perché non fa sviluppare i
batteri della placca.
Il Fluoro entra nello smalto del dente facendolo diventare più forte.
Se c’è già la carie, accelera la guarigione.
Il fluoro può essere preso attraverso
l’alimentazione
compresse
51
L’ALIMENTAZIONE
Il nostro corpo per essere sano ha bisogno di diversi alimenti (cibi).
Gli alimenti possono essere inseriti in 3 gruppi:
PROTEINE
ZUCCHERI
o
CARBOIDRATI
GRASSI
Il nostro corpo ha bisogno anche di:
¾ ACQUA
¾ VITAMINE
¾ SALI MINERALI
RICORDA CHE OGNI GRUPPO È INDISPENSABILE
52
A COSA SERVONO?
DOVE SI TROVANO?
Servono a costruire e a sostituire le
cellule che formano i diversi tessuti
del corpo umano; quindi, servono a
far crescere il nostro corpo.
PROTEI NE DI ORIGINE ANIMALE
Carne
Pesce
Latte e formaggi
PROTEINE
Uova
PROTEI NE DI ORIGINE VEGETALE
Legumi:
lenticchie
fagioli
piselli
fave
ceci
53
A COSA SERVONO?
Gli zuccheri si combinano con
l’ossigeno dell’aria assorbita
durante la respirazione e
producono energia necessaria al
corpo umano per svolgere tutte le
attività fisiche: camminare, saltare,
studiare…….
DOVE SI TROVANO?
Sono contenuti nei dolci:
marmellata
cioccolato
zucchero
latte
ZUCCHERI
o
CARBOIDRATI
e in minore quantità nei
cereali:
pasta
riso
pane
patate
54
A COSA SERVONO?
DOVE SI TROVANO?
Oltre a fornire energia, i grassi:
- partecipano alla formazione delle
cellule nervose e del cervello;
GRASSI DI ORIGINE ANIMALE
burro
carne grassa
- formano lo strato che serve a
proteggere gli organi interni;
- mantengono costante (sempre
uguale) la temperatura del corpo.
formaggi
GRASSI
Pur essendo importanti, i grassi
non devono essere abbondanti
nell’alimentazione, perché
l’eccesso che non viene assorbito
si accumula in alcune zone del
corpo causando obesità.
GRASSI DI ORIGINE VEGETALE
Olio
frutta secca
55
L’ACQUA
è indispensabile
permette l’assorbimento degli
zuccheri, dei grassi e delle proteine
mantiene costante la
temperatura del corpo
evaporando sottoforma di
sudore, l’acqua fa uscire
calore dal corpo e lo
mantiene a una temperatura
di 35 – 36 C°(gradi centigradi)
Il nostro corpo è costituito da circa 65% di acqua che viene eliminata
attraverso il sudore e le urine.
65%
BISOGNA, QUINDI, BERE CIRCA 2 LITRI DI ACQUA AL GIORNO.
56
LE VITAMINE
sono indispensabili
non vengono costruite all’interno del corpo, ma
sono contenute negli alimenti freschi e crudi
che dobbiamo assolutamente mangiare.
Favoriscono il funzionamento e le crescita dell’organismo
e ci difendono dalle malattie.
LIPOSOLUBILI
(che si sciolgono nei grassi)
IDROSOLUBILI
(che si sciolgono nell’acqua)
A
C
D
B
E
PP
K
57
VITAMINA
A COSA SERVONO?
DOVE SI TROVA?
- serve ad avere una
pelle liscia e sana;
tuorlo d’uovo
carote
- è importante anche
per la crescita e
per gli occhi;
peperoni
A
zucca
broccoli
SE QUESTA VITAMINA MANCA .............
Si possono avere malattie:
• alla pelle, che diventa simile alla pelle del rospo.
• agli occhi (cecità notturna)
La persona vede bene di giorno, ma quando arriva la sera non vede
quasi più niente.
58
A COSA SERVONO?
- serve a mantenere
sano il Sistema Nervoso
(cervello e nervi);
VITAMINA
DOVE SI TROVA?
carne
uova
fagioli
piselli
- regola la formazione dei
globuli rossi;
B
pomodori
latte
SE QUESTA VITAMINA MANCA .............
Si possono avere disturbi:
• all’Apparato Digerente
• al cuore
• malattie al Sistema Nervoso
Questa malattia si chiama
BERI-BERI
La persona non riesce a camminare
perchè non funzionano più i nervi delle gambe.
59
A COSA SERVONO?
- fa diventare più robuste
le pareti delle vene;
DOVE SI TROVA?
agrumi:
limoni
arance
- serve per lo sviluppo dei
denti;
VITAMINA
- ci protegge dalle
infezioni (mal di gola,
ecc...);
C
fragole
pomodori
SE QUESTA VITAMINA MANCA .............
Si possono avere:
• Anemia (diminuiscono nel sangue i globuli rossi);
• Emorragie (fuoriuscita di sangue dalle vene)
Questa malattia si chiama
SCORBUTO
Le gengive diventano gonfie e sanguinano con facilità.
60
A COSA SERVONO?
DOVE SI TROVA?
- serve a far depositare
il calcio nelle ossa e nei
denti;
latte
VITAMINA
tuorlo d’uovo
D
pesce
SE QUESTA VITAMINA MANCA .............
Le ossa non si sviluppano e si incurvano:
Questa grave malattia si chiama
RACHITISMO
61
VITAMINA
A COSA SERVONO?
DOVE SI TROVA?
- serve a mantenere sana
la pelle;
carne
- protegge i tessuti del
nostro corpo;
verdure:
spinaci
cavoli
PP
melanzane
cereali:
pane
pasta
SE QUESTA VITAMINA MANCA .............
La pelle diventa rugosa e si squama.
Questa grave malattia si chiama
PELLAGR A
62
I SALI MINERALI
I sali minerali partecipano alla formazione dei tessuti.
SALI MINERALI
CALCIO
(Ca)
FERRO
(Fe)
Si trova nel sangue.
FOSFORO
(P)
A COSA SERVE?
Serve alla formazione delle
ossa, dei denti e per la
coagulazione del sangue
DOVE SI
TROVA?
È contenuto nel:
- latte
- formaggio
- gelato
- yogurt
Serve a trasportare l’ossigeno
nel sangue.
È contenuto nella:
- carne
- spinaci
I globuli rossi senza ossigeno
- uova
si distruggono e non riescono a - fagioli
portare l’ossigeno in tutto il
- lenticchie
corpo.
È importante per lo sviluppo del
cervello ed anche quando si ha
bisogno di utilizzare energia
subito.
È contenuto nel:
- pesce
- verdure
- cereali
POTASSIO
(K)
MAGNESIO
(Mg)
IODIO
(I)
SODIO
(Na)
63
ESAMINIAMO LA COMPOSIZIONE DI ALCUNI ALIMENTI
PROTEINE
ZUCCHERI
GRASSI
SALI MINERALI
VITAMINE
ACQUA
PROTEINE
GRASSI
SALI MINERALI
PROTEINE
GRASSI
VITAMINE
SALI MINERALI
Come vedi questi alimenti contengono tante sostanze nutritive e
sono molto importanti per la dieta di un bambino.
64
CHE COSA DOBBIAMO MANGIARE?
BISOGNA MANGIARE POCO
QUESTI ALIMENTI
Il burro, l’olio, i dolci,
le bibite, le caramelle
contengono molti grassi.
QUESTI ALIMENTI
FANNO MOLTO BENE
ALLA SALUTE
Il latte, le uova, il pesce, la carne, i formaggi,
i legumi contengono molte proteine.
La frutta e la verdura
contengono vitamine
e sali minerali.
QUESTI ALIMENTI
DEVONO ESSERE
MANGIATI TUTTI I GIORNI
QUESTI ALIMENTI
DEVONO ESSERE
MANGIATI TUTTI I GIORNI
I C EREALI (pane, pasta, riso)
contengono molti carboidrati
65
IL VALORE CALORICO DEGLI ALIMENTI
Quando sentiamo lo stimolo della fame vuol dire che le energie del nostro
corpo stanno per finire.
Ogni giorno bisognerebbe assumere attraverso il cibo una quantità di
energia pari a quella che si consuma durante la giornata.
La quantità di energia si misura con la caloria.
Le calorie in un alimento sono tante se ci sono tanti grassi e tanti zuccheri.
Per esempio:
BURRO
= 900 calorie
FORMAGGIO = 500 calorie
(contengono tanti grassi e, quindi, tante calorie)
FRUTTA = 90 calorie
VERDURA = 50 calorie
(contengono pochi grassi e, quindi, poche calorie)
Le calorie vengono consumate se facciamo del movimento.
Per esempio:
ANDARE IN BICICLETTA
si consumano 150 calorie
CORRERE
490 calorie
STUDIARE
25 calorie
NUOTARE
500 calorie
66
L’APPARATO RESPIRATORIO
L’apparato respiratorio
serve
per fare entrare l’ossigeno all’interno del corpo e
eliminare l’anidride carbonica prodotta nelle cellule.
questo scambio avviene
nei polmoni
L’apparato respiratorio
è formato da diverse parti collegate tra loro:
naso
bocca
faringe
laringe
trachea
bronchi
polmoni
67
CHE COSA INCONTRA L’ARIA DURANTE IL SUO PERCORSO?
Naso e bocca
servono come entrata e uscita dell’aria.
Durante l’inspirazione l’aria entra dalle narici, dove si pulisce per la
presenza di peli che trattengono la polvere e si riscalda attraverso le fosse
nasali (parte posteriore del naso).
Arriva poi alla faringe che è un canale che permette il passaggio sia
dell’aria, sia del cibo e dal quale partono alcune vie, una per l’apparato
respiratorio, uno per l’apparato digerente.
Per separare l’aria dal cibo, la faringe ha una lamina mobile, l’epiglottide,
che si chiude solo in presenza di cibo, mentre rimane aperta per far passare
l’aria nell’apparato respiratorio.
68
Dalla faringe l’aria arriva nella laringe, una cavità all’interno della quale si
trovano le corde vocali.
Quando l’aria esce dai polmoni, le corde vocali vibrano ed emettono suoni
diversi.
Dalla laringe si passa alla trachea, un tubo lungo circa 12 cm.
Esso è formato da una serie di anelli cartilaginei.
All’interno della trachea ci sono delle ciglia che puliscono l’aria che entra.
Quando entra un po’ di polvere nella trachea, noi facciamo la tosse facendo
uscire tutto ciò che è entrato che ci può far soffocare.
La trachea continua dividendosi in due rami: i bronchi che entrano nei
polmoni.
All’interno dei polmoni, i bronchi si suddividono in ramificazioni sempre più
piccoli chiamati bronchioli.
69
Dai bronchioli, l’aria passa negli alveoli polmonari che sono cavità ricoperti da
vene e capillari nelle quali avviene lo scambio tra ossigeno e anidride
carbonica.
I polmoni sono due organi spugnosi rivestiti da una membrana di
protezione detta pleura.
Essi si dilatano (diventano più grossi) quando l’aria entra (inspirazione) e si
restringono (diventano più piccoli) quando esce l’aria (espirazione).
70
I polmoni sono protetti dalla gabbia toracica e sono avvolti in una membrana
detta PLEURA.
1° foglietto
2° foglietto
La pleura è una membrana sierosa (di liquido) formata da due foglietti:
un foglietto avvolge i polmoni e l’altro aderisce alla cavità toracica.
Tra i due foglietti c’è una piccola quantità di liquido che permette loro di
scorrere l’uno sull’altro, consentendo i movimenti dei polmoni durante la
respirazione.
71
LA RESPIRAZIONE DELL’UOMO
La respirazione avviene attraverso due movimenti:
INSPIRAZIONE
L’aria entra;
Il torace si dilata
e aumenta di volume;
si alzano le costole e
si abbassa il diaframma.
ESPIRAZIONE
Si abbassano le costole
e il diaframma si alza;
i polmoni si restringono
spingendo l’aria verso l’esterno.
Il diaframma è un muscolo che separa il torace dall’addome e sul quale
poggiano i polmoni.
Esso si muove senza che noi ce ne accorgiamo.
72
Che cosa succede all’aria quando entra nel nostro corpo?
L’ossigeno contenuto nell’aria, una volta entrato nei polmoni, passa nei
capillari sanguigni, si lega all’emoglobina contenuta nei globuli rossi e viene
infine portato dal sangue a ogni singola cellula.
L’anidride carbonica viene riportata dai globuli rossi fino ai polmoni da dove
viene espulsa al momento dell’espirazione.
LE MALATTIE PIÚ DIFFUSE
DELL’APPARATO RESPIRATORIO
MALATTIA
INFLUENZA
FARINGITE
(infiammazione
della faringe)
LARINGITE
(infiammazione
della laringe)
BRONCHITE
(infiammazione
dei bronchi)
POLMONITE
(infiammazione
dei polmoni)
PLEURITE
(infiammazione
della pleura)
CAUSA
SINTOMI
TERAPIA
freddo-umiditàmicrobi
febbre, debolezza,
disturbi respiratori e
intestinali.
bruciore alla gola,
dolori quando
ingoiamo, febbre.
riposo a letto,
medicine,
vitamina C.
riposo,
medicine.
freddo-umidità-virus
febbre, dolori alla
gola e al collo, tosse.
riposo, parlare
poco,bere molto,
medicine.
bruciori al torace,
tosse forte, febbre.
riposo, medicine
brividi, dolore al
torace, febbre alta,
affanno.
riposo, medicine
(antibiotici)
freddo-umidità-virus
freddo-nebbiapioggia-microbi
virus-batteri
virus-batteri, o
malattie polmonari
come il tumore.
forte dolore, difficoltà medicine
a respirare.
(antibiotici)
Il medico che cura le malattie dell’apparato respiratorio si chiama:
PNEUMOLOGO
73
L’APPARATO CIRCOLATORIO
L’apparato circolatorio è un insieme di “canali”
che servono per trasportare
il sangue
che contiene
le sostanze nutritive
l’ossigeno
i prodotti di rifiuto
L’apparato circolatorio è formato da:
™ CUORE
™ SANGUIGNI (vene, arterie)
™ CAPILLARI (venosi, arteriosi)
74
Il CUORE è un muscolo situato al centro della cassa toracica ed è protetto da
una membrana chiamata pericardio.
Esso si muove continuamente, di giorno e di notte, per tutta la vita.
Porta il sangue dal cuore a tutto il corpo
Porta il sangue ai polmoni.
Porta il sangue
dal corpo al cuore
Portano il sangue dai
polmoni al cuore
Com’ è fatto il cuore?
Il cuore è suddiviso in 4 cavità:
- atrio destro
- ventricolo destro
- atrio sinistro
- ventricolo sinistro
Gli atri comunicano con i ventricoli mediante due valvole
sono valvole a nido di rondine
non permettono al sangue di
tornare indietro.
75
Il sangue scorre all’interno dei VASI in due direzioni diverse:
Il sangue “pulito”, ricco di ossigeno
che esce dal cuore e va verso
la periferia del corpo
è trasportato dalle ARTERIE.
Il sangue “sporco”, carico di anidride
carbonica e di sostanze di rifiuto,
che dalla periferia ritorna al cuore,
è trasportato dalle VENE.
- scorrono in profondità
(tranne quelle dei polsi,
caviglie, tempie e collo);
- scorrono in superficie;
- hanno pareti spesse ed elastiche;
- hanno pareti più sottili e
meno elastiche;
- il sangue scorre velocemente
perché ha la forza impressa
dal cuore;
- il sangue scorre lentamente
perché non ha più la forza
impressa dal cuore;
Il sangue venoso e il sangue arterioso non si mescolano mai.
Dal cuore il sangue viene spinto nelle arterie che si dilatano e si contraggono,
spingendo il sangue nei CAPILLARI
hanno pareti molto sottili
infatti
le sostanze nutritive e l’ossigeno
attraversano i capillari
per raggiungere tutte le cellule del corpo;
l’anidride carbonica e le sostanze
di rifiuto passano dalle cellule
al sangue attraverso i capillari;
76
LA PICCOLA E LA GRANDE CIRCOLAZIONE
PICCOLA CIRCOLAZIONE
percorso più corto tra
il cuore e i polmoni.
Il sangue, pompato dal ventricolo destro del cuore, arriva ai polmoni tramite
l’arteria polmonare.
Nei polmoni lascerà l’anidride carbonica e prenderà l’ossigeno.
Da qui, mediante la vena polmonare, il sangue ritorna al cuore nell’atrio
sinistro e poi nel ventricolo sinistro.
quindi
Il sangue prende ossigeno dai polmoni e cede l’anidride carbonica
GRANDE CIRCOLAZIONE
percorso più lungo tra
il cuore e gli altri organi del corpo.
Con la contrazione del ventricolo sinistro il sangue passa nell’arteria aorta
che si dirama in arterie più piccole e capillari.
Attraverso i capillari il sangue cede l’ossigeno e prende l’anidride carbonica
delle cellule.
Il sangue ritorna al cuore attraverso le vene; arriva alle vene cave; poi,
all’atrio destro e da qui passa al ventricolo destro.
Il sangue porta l’ossigeno a tutte le parti del corpo e riceve l’anidride
carbonica e sostanze di rifiuto.
77
p
i
c
c
o
l
a
c
i
r
c
o
l
a
z
i
o
n
e
g
r
a
n
d
e
c
i
r
c
o
l
a
z
i
o
n
e
sangue arterioso
sangue venoso
78
IL SANGUE
è formato da
PLASMA
Liquido giallo che contiene:
- acqua
- proteine
- zuccheri
(da portare alle cellule)
- sali minerali
- anticorpi (per la difesa dell’organismo)
Immerse nel plasma ci sono:
GLOBULI ROSSI
3
Sono circa 4-5 milioni per mm di sangue.
Sono cellule che hanno una breve vita e
sono prodotte dal midollo osseo ed
distrutti nella milza e nel fegato.
Servono a
trasportare l’ossigeno ai tessuti
e ad eliminare l’anidride carbonica.
Esse contengono l’emoglobina, una proteina
che cattura l’ossigeno quando il sangue arriva
ai polmoni; poi lo trasporta per tutto il corpo e lo
cede alle cellule dei diversi tessuti.
A livello delle cellule, l’emoglobina prende
l’anidride carbonica e la trasporta attraverso il
plasma del sangue per cederla ai polmoni.
79
GLOBULI BIANCHI
3
Sono circa 4.000-10.000 per mm di sangue;
Sono cellule prodotte dalla milza e dal
midollo osseo.
Svolgono un’azione di difesa, cioè
puliscono il sangue distruggendo
batteri e microbi.
Ci sono diversi tipi di globuli bianchi:
- alcuni difendono il corpo dai germi che
causano malattie; essi quando incontrano i
germi “se li mangiano”.
- altri, invece, producono anticorpi, cioè
sostanze capaci di uccidere i corpi estranei
(batteri, virus).
PIASTRINE
3
Sono circa 200.000 – 400.000 per mm di sangue.
Sono cellule che contengono una proteina che ha
la capacità di far coagulare (addensare) il
sangue. Ecco perché quando c’è una ferita, il
sangue, dopo un po’, smette di fuoriuscire.
80
LE MALATTIE DEL SANGUE
ANEMIA
Diminuzione
dei globuli rossi
LEUCEMIA
Il midollo osseo produce un globulo
rosso o bianco malato (cellula del
tumore) che si moltiplica sempre più;
quindi, i globuli rossi e bianchi sani
diminuiscono e il sangue si riempie
di cellule tumorali.
Questa malattie, spesso, provoca la
morte; si riesce a guarire solo con il
trapianto di midollo osseo.
Il medico che cura le malattie dell’apparato circolatorio si chiama:
CARDIOLOGO
Il medico che cura le malattie del sangue si chiama:
EMATOLOGO
81
CHE COSA È IL PRELIEVO?
Il PRELIEVO consiste nel prendere una certa quantità di sangue per:
- analizzarlo (il medico guarda se abbiamo delle malattie);
- donarlo
( dare il sangue alle persone malate che ne hanno
bisogno);
CHE COSA È LA TRASFUSIONE?
La TRASFUSIONE è l’immissione di sangue, prelevato da una persona,
nelle vene di un’altra persona fortemente anemica o colpita da emorragia.
82
IL SISTEMA DI RIVESTIMENTO
FUNZIONE PROTETTIVA
- ci ripara dal freddo, dal vento, dalla pioggia ……;
- ci protegge dalle radiazioni che potrebbero danneggiare le cellule;
- impedisce ai batteri di entrare nel corpo;
FUNZIONE TERMOREGOLATRICE ED ESCRETRICE
- ci permette, attraverso le ghiandole cutanee, di mantenere la
temperatura costante;
- di espellere le sostanze di rifiuto;
FUNZIONE SENSITIVA
- ci permette di percepire stimoli tattili e dolorifici, attraverso le
terminazioni nervose.
83
IL RIVESTIMENTO DEL CORPO UMANO
è formato da
PELLE o cute nella quale si trovano
peli
unghie
ghiandole cutanee
84
LA PELLE
Parte che riveste tutta la parte esterna del corpo umano.
l’EPIDERMIDE
è la parte più esterna formata da uno strato di
cellule morte che si sfaldano continuamente e
che vengono sostituite da altre cellule nuove;
Ci sono anche cellule che producono la
melanina, una sostanza di colore scuro, che dà
colore alla pelle e che protegge la pelle
dall’azione del sole.
Gli uomini di razza bianca hanno poca melanina;
gli uomini di razza nera hanno molta melanina.
il DERMA
è più profondo ed è ricco di vasi sanguigni,
terminazioni nervose e fibre muscolari.
85
È un tessuto morbido ed elastico,
nel quale si trovano:
le ghiandole sudoripare
si trovano su tutto il corpo e
producono il sudore;
-
le ghiandole sebacee
producono il sebo,
una sostanza grassa che protegge
la pelle;
abbassa la temperatura del corpo
quando è troppo alta.
permette di eliminare le sostanze di rifiuto
attraverso i pori.
i recettori sensoriali
collegati al Sistema Nervoso.
Ciascun recettore percepisce stimoli
quali il caldo, il freddo, il dolore, ….
Sono milioni e si trovano su tutta la pelle,
specie sui polpastrelli e sulle labbra.
Il derma è un tessuto non liscio, infatti, se guardiamo i polpastrelli si nota la
presenta molti solchi che formano dei disegni particolari, diversi da ciascun
individuo: sono le impronte digitali.
86
I peli
ricoprono quasi tutto il corpo
- una parte è inserito nel derma
- una parte esce dall’epidermide
La parte che si trova nel follicolo
si chiama radice
ed ha cellule vive che permettono
la crescita dei peli.
Al pelo sono collegati
una ghiandola sebacea
che mantiene il pelo morbido;
un piccolissimo muscolo che sotto
stimoli (il freddo, la paura),
si contrae facendo raddrizzare i peli;
ha una
FUNZIONE
PROTETTIVA
FUNZIONE
SENSITIVA
87
Le unghie
coprono e riparano la parte terminale delle mani e dei piedi
hanno
lamina esterna
radice interna
Il medico che cura le malattie della pelle si chiama:
DERMATOLOGO
88
I CINQUE SENSI
TATTO
la pelle
VISTA
gli occhi
UDITO
le orecchie
GUSTO
la lingua
OLFATTO
il naso
LA PELLE
Nella pelle ci sono cellule nervose che riescono a recepire le sensazioni di
freddo, caldo, ruvido, liscio, bagnato, asciutto, dolore e pressione, e, le
trasmettono al cervello.
Le terminazioni nervose non sono distribuite uniformemente in tutto il corpo;
ci sono soprattutto sui polpastrelli e sulle labbra.
89
L’OCCHIO
L’occhio è un organo che ha la forma di una sfera, chiamato bulbo oculare;
È protetto all’esterno dalle:
palpebre
serve a proteggere l’occhio
dalla luce troppo intensa,
a mantenere pulita la superficie
dell’occhio e a inumidirlo con il
liquido lacrimale prodotto dalle
ghiandole lacrimali.
ciglia
sopracciglia
servono a schermare la luce
trattengono il sudore
e ad allontanare la polvere. della fronte che potrebbe
irritare l’occhio.
90
L’occhio è formato da una parte esterna costituita da tre membrane
sovrapposte :
la sclerotica
la coroide
è una membrana bianca, robusta e opaca che nella parte
anteriore diventa trasparente per permettere alla luce di
entrare. Questa parte della sclerotica si chiama cornea.
è una membrana di colore scuro; nella parte anteriore, forma
l’iride. Il suo colore può essere marrone, azzurro, verde,
nero.
L’iride ha al centro un foro, la pupilla, che serve a far entrare
i raggi luminosi.
Dietro l’iride e la pupilla si trova il cristallino, una specie di
lente elastica e trasparente che è legato alla coroide da
muscoli.
la retina
è la membrana più interna, molto sottile e trasparente,
ricca di cellule nervose che a seconda della loro forma si
chiamano coni o bastoncelli: queste cellule captano
l’immagine, che arriva rimpicciolita e capovolta, e la
trasmettono al cervello tramite il nervo ottico.
91
DIFETTI DELLA VISTA
DIFETTO
COSA È
CAUSA
MIOPIA
È l’incapacità di
mettere a fuoco gli
oggetti lontani
Eccesso di
curvatura del
cristallino o un
anormale
allungamento del
bulbo oculare
Eccessivo
schiacciamento
del bulbo oculare
IPERMETROPIA
È l’incapacità di
mettere a fuoco gli
oggetti vicini
ASTIGMATISMO Sia gli oggetti vicini
che quelli lontani
appaiono sfocati e
sovrapposti
DALTONISMO È l’incapacità di
distinguere i colori
Curvatura
anormale della
cornea e del
cristallino
ereditaria
COME SI
CURA
Si corregge
con l’uso di
lenti.
Si corregge
con l’uso di
lenti.
Si corregge
con l’uso di
lenti.
Non può
essere
corretto
Il medico che cura le malattie della vista si chiama:
OCULISTA
92
LA LINGUA
Sulla lingua si trovano le papille gustative; queste sono terminazioni di cellule
nervose che raccolgono gli stimoli del gusto e le trasmettono tramite il nervo
gustativo, al cervello.
In zone particolari della lingua ci sono papille gustative specifiche, cioè
sensibili ai diversi sapori come, dolce, salato, amaro e acido.
93
IL NASO
Nel naso si trovano le cellule olfattive; da esse partono dei sottili
prolungamenti che raccolgono gli odori presenti nell’aria e le trasmettono al
nervo olfattivo che porta le sensazioni al cervello.
Ciò avviene, però solo se gli odori si sono sciolti nel muco (liquido) prodotto
dalle cellule delle cavità nasali.
94
L’ORECCHIO
I suoni presenti nell’ambiente vengono raccolti dal padiglione auricolare,
percorrono il condotto uditivo e arrivano ad una sottile membrana, il
timpano, facendola vibrare.
Il timpano vibrando trasmette le vibrazioni a tre ossicini (martello, incudine e
staffa) che fanno muovere un liquido contenuto nella parte più interna
dell’orecchio (la chiocciola).
Nella chiocciola ci sono le cellule nervose che raccolgono le vibrazioni, le
trasformano in impulsi elettrici e le inviano al nervo acustico; poi, arrivano al
cervello che li elabora in suoni.
Vicino alla chiocciola c’è l’organo dell’equilibrio, i canali semicircolari.
Dentro questi canali le cellule nervose vengono stimolate dal movimento di
particolari organelli molto piccoli (piccoli sassolini), che cambiano posizione
quando noi muoviamo la testa.
Dall’eccitazione delle cellule si originano impulsi elettrici che attraversano il
nervo vestibolare (una parte del nervo acustico) e arrivano al cervelletto che
controlla, appunto, l’equilibrio.
La funzione di questo organo è di mantenere in equilibrio il corpo e di dare
informazioni al cervello riguardo la posizione del corpo.
Il medico che cura le malattie del naso-gola-orecchio si chiama:
OTORINOLARINGOIATRA
95
L’APPARATO ESCRETORE
serve
a eliminare dal corpo le sostanze di rifiuto
solide
nell’intestino, dopo la digestione, rimangono dei rifiuti
solidi, le feci, che vengono eliminate attraverso il retto.
liquide
la sostanza di rifiuto liquida, l’urina, viene eliminata
attraverso l’apparato escretore.
gassose
durante la respirazione attraverso i polmoni vengono
eliminate l’anidride carbonica e il vapore acqueo.
serve
a mantenere l’equilibrio idrico.
I liquidi che noi beviamo devono essere uguali ai liquidi eliminati.
Noi introduciamo liquidi attraverso
cibi e bevande.
(circa 2 litri al giorno)
noi eliminiamo liquidi attraverso la
respirazione, l’eliminazione di feci,
la sudorazione e l’urina.
(circa 2 litri al giorno)
Se sudiamo molto si attiva un meccanismo di richiamo di acqua che ci fa
sentire sete; ciò per avvisarci che bisogna bere per bilanciare l’acqua
perduta.
96
L’APPARATO ESCRETORE
è formato da
¾ Reni
¾ Ureteri
¾ Vescica
¾ Uretra
vie urinarie
I RENI
Sono due organi a forma di fagiolo
che si trovano ai lati della colonna vertebrale.
Filtrano il sangue e lo ripuliscono dalle
sostanze tossiche eliminando anche
l’acqua, i sali minerali e l’urea;
vengono espulse sottoforma
di urina ( pipì – circa 2 litri al giorno).
A ciascun rene arriva una grossa arteria,
l’arteria renale che porta il sangue “sporco”
ai reni
ed esce la vena renale
che porta il sangue “pulito”,
in circolo fino al cuore.
Gli URETERI
sono due tubi che uniscono
i reni alla vescica.
97
La VESCICA
Organo a forma di sacco in cui si
raccoglie l’urina proveniente dai reni.
L’URETRA
Tubicino unito alla vescica che permette
l’eliminazione dell’urina.
Dentro il rene sono raggruppati milioni di nefroni:
formati
da una capsula che contiene
numerosi capillari sanguigni
da un tubicino lungo
nel nefrone avviene la filtrazione del sangue.
98
Come funzionano i reni?
Quando il sangue arriva ai reni attraverso l’arteria renale, vene spinto nei
capillari;
qui,
mentre il plasma, i globuli rossi e le proteine continuano il loro percorso
dentro le vene,
le sostanze di rifiuto insieme a una certa quantità di acqua passa
attraverso gli ureteri
nella vescica e
attraverso l’uretra
all’esterno .
99
MALATTIE DELL’APPARATO ESCRETORE
MALATTIA
SINTOMI
forte dolore
COLICHE RENALI
Si formano delle pietre (calcoli) che si
fermano dove ci sono i canali più piccoli.
TERAPIA
Si interviene
chirurgicamente
togliendo i calcoli.
Quando i reni si ammalano è molto
pericoloso perché nel corpo incominciano
a circolarle sostanze tossiche.
Il sangue non viene più filtrato e pulito e
si rischia di morire.
Le persone che hanno i reni ammalati
fanno la
Si riesce a guarire solo con il
DIALISI
(una macchina
provvede a filtrare e
pulire il sangue)
TRAPIANTO
DEL RENE
(si mette nel corpo
del malato un rene
artificiale o di
un’altra persona
donatrice).
Il medico che cura le malattia all’apparato escretore si chiama:
UROLOGO
100
L’APPARATO DI RIPRODUZIONE
APPARATO GENITALE MASCHILE
organi esterni
- PENE
- TESTICOLI
organi interni
PROSTATA
VESCICOLE SEMINALI
URETRA
Il PENE è un organo formato da fasci di muscoli e dai corpi cavernosi, che
sono delle cavità che comunicano tra loro.
Il pene è ricoperto da pelle; la parte terminale del pene si chiama glande.
Esso ha la funzione di introdurre gli spermatozoi nell’apparato genitale
femminile.
I TESTICOLI sono due ghiandole contenute in un sacchetto di pelle che si
chiama scroto e si trova sotto il pene.
Dentro i testicoli ci sono piccolissime cellule, gli spermatozoi che servono
alla riproduzione. Gli spermatozoi hanno una testa, una parte centrale (collo)
e una coda che li rende mobili.
101
Dai testicoli, attraverso un tubicino, gli spermatozoi passano nelle vescicole
seminali.
Le vescicole seminali, insieme alla prostata, producono un liquido di colore
bianco, chiamato liquido seminale che serve agli spermatozoi per restare vivi.
Lo sperma (spermatozoi + liquido) passa poi nell’uretra e esce dal pene.
Dall’uretra esce anche l’urina (pipì) che viene raccolta nella vescica.
CHE COSA È L’EREZIONE?
L’erezione avviene quando il sangue entra nei corpi cavernosi del pene, che
sono di solito vuoti, si ingrandisce e diventa duro: si dice che è in erezione.
102
APPARATO GENITALE FEMMINILE
organi esterni
VULVA
- le grandi labbra
- le piccole labbra
- il clitoride
organi interni
la VAGINA
l’UTERO
le OVAIE
le TUBE DI FALLOPPIO
103
Le grandi labbra sono pieghe morbide della pelle.
Le piccole labbra sono pieghe della superficie interna che si trovano tra le
grandi labbra.
Il clitoride è un piccolo organo ricco di vasi e di nervi.
La VAGINA è il canale dove passano gli spermatozoi.
L’UTERO ha la forma di una pera rovesciata ed è l’organo dove crescerà il
bambino.
Le OVAIE sono due ghiandole che producono le cellule uovo.
Le TUBE DI FALLOPPIO sono due canali che dalle ovaie vanno all’utero.
utero
tube di Falloppio
ovaia
collo dell’utero
v agina
Il medico che cura le malattie dell’apparato riproduttore si chiama:
GINECOLOGO
104
COME SI FANNO I BAMBINI?
Quando un uomo e una donna si amano desiderano stare sempre insieme
per potersi, abbracciare, parlare …….. e hanno voglia di avere dei bambini.
Durante il rapporto sessuale l’uomo e la donna uniscono i loro organi genitali,
il pene entra nella vagina della donna e vi deposita il liquido seminale dove ci
sono milioni di spermatozoi. Essi iniziano, così, il loro lungo viaggio per
incontrare l’ovulo; sarà solo uno di loro che riuscirà ad entrare nell’ovulo
(FECONDAZIONE).
1. Gli spermatozoi entrano in vagina e poi nell’utero;
2. La cellula uovo si stacca dall’ovaia ed entra nella tuba;
3. Gli spermatozoi e la cellula uovo s’incontrano.
105
LA FECONDAZIONE E LO SVILUPPO
Quando l’ovulo e lo spermatozoo si incontrano si forma un nuovo essere
umano, il bambino, che nascerà dopo 9 mesi.
+
=
Quindi, la vita del bambino ha inizio quando l’ovulo della madre viene
fecondato dallo spermatozoo del padre: questo processo si chiama
FECONDAZIONE e da questo momento ha inizio la GRAVIDANZA, che
durerà 9 mesi.
All’inizio il bambino è solo una cellula, lo zigote;
Lo zigote inizia subito a dividersi; da una cellula se ne formano due, poi
quattro, otto, sedici, e così via.
Durante queste divisioni, lo zigote arriva all’utero e qui si annida, cioè
aderisce fortemente alle sue pareti per continuare il suo sviluppo.
Dal momento in cui si attacca alle pareti dell’utero, lo zigote prende il nome di
embrione e ha già occhi, cuore, dita e cervello. Intorno ad esso si forma, per
proteggerlo, un sacco ( la placenta), pieno di liquido (liquido amniotico).
All’interno della placenta,attraverso il cordone
ombelicale ricco di vasi sanguigni, avviene il
passaggio di ossigeno e sostanze nutritive dal
sangue materno a quello del bambino e,
viceversa, di anidride carbonica e sostanze di
rifiuto.
106
LA GRAVIDANZA
A 1 mese
L’embrione è lungo circa 1 cm,
ma cresce in fretta.
A 3 mesi
Il bambino incomincia a muoversi
e viene chiamato feto.
A 2 mesi
L’embrione comincia ad assomigliare
ad un bambino: si formano
due piccolissime braccia, gambe,
occhi e orecchie;
A 4 mesi
Il feto è lungo 20 cm. All’interno
delle gengive si formano i denti
e sulla testa incominciano a
crescere i capelli.
107
A 5 mesi
Le ossa diventano più dure
e cominciano a crescere le unghie
A 7 mesi
Si succhia il pollice
A 6 mesi
Il bambino è lungo 30 cm e
pesa quasi 1 Kg ed ha imparato
ad aprire e chiudere gli occhi.
A 8 mesi
Diventa troppo grosso per rimanere
nella posizione che aveva fino a
quel momento, perciò, verso la fine
del mese, si gira e si mette a testa
in giù.
108
A 9 mesi
La mamma sente che i muscoli dell’utero cominciano a contrarsi.
Per lei e per il papà è un momento molto bello: il loro figlio sta per nascere.
PLACENTA
CORDONE OMBELICALE
LIQUIDO
AMNIOTICO
PARETE
DELL’UTERO
SACCO
AMNIOTICO
109
IL PARTO
Quando una donna aspetta un bambino il suo corpo cambia.
Il peso aumenta di circa 10/15 Kg, l’utero di dilata, i seni si ingrossano perché
si preparano ad allattare il bambino.
Dopo 9 mesi il bambino è grande e pesa circa 3,5 Kg.
Il bambino, quindi, mette le sua testa in giù, verso l’entrata dell’utero e si
prepara ad uscire.
110
L’utero incomincia a contrarsi spingendo il feto verso il basso.
Quando la dilatazione arriva al massimo, la testa del bambino, e poi tutto il
corpo, esce.
Il medico taglia il cordone ombelicale che viene, poi, espulso dall’utero
insieme alla placenta. Il parto è avvenuto. Ora il bambino respira con i propri
polmoni.
Il cordone ombelicale lascia una cicatrice chiamata ombelico.
111
COSA SONO LE MESTRUAZIONI?
Tutte le donne all’età di circa 12 anni hanno per la prima volta le
MESTRUAZ IONI o CICLO MESTRUALE.
La mestruazione è la fuoriuscita di sangue dall’organo genitale.
Ogni mese le ovaia producono una cellula uovo che passa dall’utero e viene,
poi, espulsa dalla vagina.
Insieme alla cellula uovo esce anche lo strato superficiale della mucosa con
rottura dei vasi sanguigni.
La mestruazione dura dai 3 ai 6 giorni; quando una donna aspetta un
bambino le mestruazioni si interrompono e riprendono dopo 9 mesi.
FINO A QUANDO SI POSSONO F ARE I FIGLI?
Il periodo giusto per avere un bambino è l’età tra i 20 ai 35 anni.
Verso i 45 /50 anni, le mestruazioni non arrivano più perché le ovaia non
producono più cellule uovo, quindi, non si possono fare più figli.
Questo periodo è chiamato MENOPAUSA.
112
IL SISTEMA NERVOSO
Mette in comunicazione il nostro corpo
con l’ambiente esterno:
- raccoglie le informazioni, le elabora, le memorizza;
- invia adeguate risposte.
Coordina il funzionamento
di tutti gli organi del corpo
è formato
da una rete di cellule nervose (neuroni) che attraversano il corpo.
I neuroni sono cellule eccitabili specializzate nel ricevere
stimoli e nel condurre (portare avanti) gli impulsi provenienti dai nervi;
servono, quindi, a trasmettere informazioni ad altre parti del corpo.
I neuroni hanno un corpo cellulare, che contiene il nucleo, coperto da
centinaia di brevi e ramificate estensioni, chiamate dendriti, che ricevono
informazioni da altri neuroni, e da una lunga estensione, chiamata
assone, che trasmette il messaggio ricevuto ad un altro neurone o verso
le fibre muscolari per mezzo di un impulso.
CORPO CELLULARE
DENDRITE
parte terminale
dell’assone
nucleo
ASSONE
mielina
La mielina è una guaina protettiva isolante che circonda alcuni assoni.
113
Le cellule del Sistema Nervoso non possono moltiplicarsi e rigenerarsi;
quindi, se muoiono a causa della vecchiaia, incidenti o malattie, il danno è
permanente (per sempre).
Ci sono due tipi di neuroni:
mielinico
Le fibre con mielina
possono trasmettere messaggi elettrici
a una velocità di 90 metri al secondo;
non mielinico
Le fibre senza mielina possono
solo inviare messaggi ad una
velocità di uno o due metri al
secondo.
114
La pelle delle dita può trasmettere al cervello un’informazione come questa:
115
SISTEMA NERVOSO
SISTEMA NERVOSO
CENTRALE
Encefalo
•
•
•
Midollo spinale
Cervello
Cervelletto
Midollo allungato
SISTEMA NERVOSO
PERIFERICO
Somatico
Autonomo
- nervi cranici
- nervi spinali
Simpatico
Parasimpatico
(nervi senza mielina)
(nervi con mielina)
116
SISTEMA NERVOSO
CENTRALE
formato
dall’ENCEFALO:
protetto dal cranio, è formato
MIDOLLO SPINALE
protetto dalla colonna vertebrale
da miliardi di neuroni ed è diviso in:
• Cervello
- Riceve le informazioni dai nostri sensi e le
usa per guidare le nostre attività quotidiane.
- Raccoglie tutte le idee, i sentimenti
(come la felicità, la tristezza, la rabbia,… )
- È la sede della memoria, dell’intelligenza
della creatività e della personalità;
È diviso in 2 emisferi:
uno destro e uno sinistro collegati tra loro.
La parte più importante è quella superficiale
(esterna), chiamata corteccia cerebrale
formata dalla sostanza grigia( neuroni);
la parte interna è formata dalla sostanza
bianca (fibre nervose).
• Cervelletto
Ha la funzione di coordinare il nostro
movimento e mantenere l’ equilibrio.
è formato da un fascio di
nervi che si estende dal
cervello e che stabilisce
delle connessioni con il
cervello il resto del corpo.
I nervi trasportano le
informazioni dal cervello ai
muscoli e agli organi
sensoriali e viceversa.
• Midollo allungato
- Ha la funzione di regolare il ritmo
della respirazione e del battito del cuore;
- Trasmette le informazioni che riguardano
il dolore, il calore, il freddo, la fame, la sete.
117
L’Encefalo e il midollo spinale sono protetti da tre membrane
sovrapposte, chiamate meningi.
pia madre
aracnoide
dura madre
cranio
Le tre meningi
118
1. Completa il testo inserisci i termini
119
SISTEMA NERVOSO
PERIFERICO
È formato da una rete di nervi
che collegano tutti gli organi al cervello
I nervi
fasci di fibre nervose raggruppati in fasci e protetti da tessuto
connettivo.
neuriti
guaina mielinica
fascio di fibre nervose
vaso sanguigno
guaine di tessuto collettivo
(Schema di un nervo)
NERVI CRANICI
NERVI SPINALI
partono dal cervello
partono dal midollo spinale
Se i nervi portano gli stimoli
si chiamano
nervi sensoriali
120
dalla periferia al cervello
catturano e trasmettono sensazioni
Se portano i comandi
dal cervello alla periferia
si chiamano
nervi motori
trasmettono gli ordini di movimento
dati dal cervello.
I nervi collegati agli organi che agiscono indipendentemente dalla nostra
volontà
formano
il SISTEMA NERVOSO AUTONOMO
o sistema nervoso neurovegetativo
che controlla i muscoli involontari e le ghiandole;
è diviso in
SISTEMA SIMPATICO
ha la funzione di eccitare (stimolare,
svegliare)
SISTEMA PARASIMPATICO
ha la funzione di inibire (frenare
limitare)
l’organo
per avere un perfetto funzionamento
121
LE MALATTIE DEL SISTEMA NERVOSO
MALATTIA
Mal di testa
Meningite
Poliomielite
Nevralgia
(infiammazione
del nervo)
CAUSA
- Altera zioni dei
vasi sanguigni
- Sinusiti
- Anemia
SINTOMI
Dolori alla testa
Infezione delle meningi Febbre alta
causata da batteri o
virus. È una malattia
contagiosa che
colpisce i giovani.
Malattia causata da un
virus che entra nel
midollo spinale e ne
distrugge la sostanza
grigia. È contagiosa e
colpisce i bambini
provocandone la morte
o paralisi.
Raffreddamento del
Dolore violento
nervo o lesione.
Epilessia
(convulsioni)
Lesione al cervello
causata da un trauma
o da altre malattie
cerebrali.
Perdita di coscienza e
memoria
accompagnata da
convulsioni.
Emorragia
cerebrale
Rottura di una piccola
arteria del cervello.
Sono colpiti soprattutto
gli anziani
Perdita della
conoscenza a cui
spesso segue la morte;
se si sopravvi ve
possono manifestarsi
paralisi.
TERAPIA
Riposo,
medicine
Grazie alle
vaccinazioni,
oggi è diventata
una malattia
rara.
Vitamine B1 e
B12, medicine
Cure mediche
Il medico che cura le malattie del sistema nervoso si chiama:
NEUROLOGO
122
IL SISTEMA ENDOCRINO
è formato da
ghiandole
che hanno il compito di stimolare o inibire (regolare)
l’attività di un determinato organo.
Le ghiandole producono sostanze utili, gli ormoni, che
si riversano nei vasi sanguigni e raggiungono tutte le parti
del corpo.
123
Le principali ghiandole endocrine sono:
124
LE MALATTIE DEL SISTEMA ENDOCRINO
si hanno quando
le ghiandole non producono la quantità giusta di ormoni.
se produce
molti ormoni
crescita eccessiva delle
ossa lunghe (gigantismo).
se produce
pochi ormoni
nanismo
se produce
pochi ormoni
aumento degli zuccheri
nel sangue (diabete).
IPOFISI
PANCREAS
se produce
molti ormoni
IPERTIROIDISMO
aumento dei battiti del cuore,
tremore, dimagrimento,
nervosismo.
se produce
pochi ormoni
IPOTIROIDISMO
affaticamento, peso
eccessivo, diminuzione dei
battiti del cuore, difficoltà di
concentrazione, perdita di
memoria.
Nei bambini si può avere un
ritardo dello sviluppo fisico e
psichico (cretinismo).
TIROIDE
Il medico che cura le malattie dell’apparato endocrino si chiama:
ENDOCRINOLOGO
125
126
Fly UP