...

clicca qui per scaricare la circolare in formato pdf

by user

on
Category: Documents
2

views

Report

Comments

Transcript

clicca qui per scaricare la circolare in formato pdf
MUl). ) li.
MUl)ULAK1U
INTERNO-5
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
DIREZIONE CENTRALE PER LA POLIZIA STRADALE, FERROVIARIA, DELLE COMUNICAZIONI
E PER I REPARTI SPECIALI DELLA POLIZIA DI STATO
SERVIZIO POLIZIA STRADALE
300/ A/4745/15/144/5/20/5
del 26/06/2015
1111111111111111111111111111111111111111111111111111111111111111
AI COMPARTIMENTI
DELLA POLIZIA STRADALE
LORO SEDI
AL CENTRO NAZIONALE
ACCERTAMENTO INFRAZIONI
ROMA - SETTEBAGNI
e, per conoscenza,:
AL DIPARTIMENTO
PER GLI AFFARI INTERNI E TERRITORIALI
Direzione Centrale per gli Uffici Territoriali del Governo
e per le A.utonomie Locali
ROMA
AL MINISTERO DELLE INFRASTRUTTURE E DEI TRASPORTI
DIPARTIMENTO PER I TRASPORTI, LA \lA VIGAZIONE,
GLI AFFARI GENERALI ED IL PERSONALE
Direzione Generale per la ~:icurezza Stradale
Divisione 2
ROMA
AL CENTRO ADDESTRAMENTO
DELLA POLIZIA DI STATO
CESENA
OGGETTO: Sentenza della Corte Costituzionale n. 113 del 18 giugno 2015.
Verifiche periodiche di funzionalità dei dispositivi di controllo della
velocità dei veicoli.
La Corte Costituzionale, con la sentenza n. 113 del 18 giugno 2015.ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell'art. 45, comma 6, del Codice della
Strada, nella parte in cui non prevede che tutte le apparecchiature impiegate
nell'accertamento delle violazioni dei limiti di velocità siano sottoposte a
verifiche periodiche di funzionalità e di taratura.
\
!!!
MODULARIO
INTERNO-S
MOD.5G.
DIPARTIMENTO DELLA PUBBLICA SICUREZZA
DIREZIONE CENTRALE PER LA POLIZIA STRADALE, FERROVIARIA, DELLE COMUNICAZIONI
E PER I REPARTI SPECIALI DELLA POLIZIA DI STATO
SERVIZIO POLIZIA STRADALE
Con questa pronuncia la Consulta ha inteso affemare il principio
della necessaria tutela del ragionevole affidamento che deriva dalla permanenza
della funzionalità delle apparecchiature di misura della velocità e che è garantita
attraverso verifiche periodiche conformi alle relative spe cifiche tecniche,
imponendo al legislatore di adeguare le norme del Codice del1a Strada in modo
che tale principio sia sempre rispettato.
In attesa degli indispensabili interventi normativi di adeguamento, si
ritiene utile considerare la tematica sulla base delle norme di diritto vigente,
secondo le seguenti considerazioni.
Occorre premettere che, come già rappresentato con la circolare
congiunta del Ministero dell'interno Dipartimento della Pubblica Sicurezza,
Direzione Centrale per la Polizia Stradale, Ferroviaria, delle Co municazioni e per
i reparti Speciali della Polizia di Stato e del Ministero delle Infrastrutture e dei
Trasporti Dipartimento per i Trasporti, la Navigazione ed i Sistemi Informativi e
Statistici, Direzione generale per la Sicurezza Stn:.dale, Prot. n.
300/A/9363/13/144/5/20/5 del 13 dicembre 2013, secondo le di:~posizioni dell'art.
4 del D.M. 29 ottobre 1997, gli organi di Polizia stradale interessati all'uso delle
apparecchiature per l'accertamento e l'osservanza dei limiti di velocità sono tenuti
a rispettare le modalità di installazione e di impiego previste dai manuali d'uso. La
normativa vigente, perciò, non prevede un generalizzato obbligo di taratura anche
se la necessità di una verifica periodica è, di norma, prevista nel manuale d'uso e
manutenzione del dispositivo, cui gli organi di polizia stradale devono attenersi.
Tale verifica, inoltre, è prevista anche nel decreto di approvazione del singolo
apparecchio se può essere utilizzato in modo completamente automatico, cioè
senza la presenza di un operatore di polizia stradale.
Sulla base di queste considerazioni, già da alcun i anni, perclO, i
dispositivi utilizzati per controllo da remoto o per la contestazione successiva
delle violazioni in materia di velocità sono sottoposti a verifica iniziale (sul
prototipo, prima di essere messi in funzione) o periodica (in genere annuale)
presso un centro opportunamente accreditato presso il S.N.T. - ~:istema Nazionale
di Taratura - Accredia, ovvero presso lo stesso costruttore, che risulti a ciò
abilitato dalla certificazione di qualità aziendale secondo le norme ISO 9001:2000
\
Fly UP