...

Questo splendido «Foggia - Biblioteca Provinciale di Foggia La

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

Questo splendido «Foggia - Biblioteca Provinciale di Foggia La
SPORT
Questo splendido «Foggia» ...
Nell'ultimo quadriennio che per il « Foggia » ha segnato una svolta
trionfale, sino al suo autorevole insediamento nella massima Divisione, che cosa
non è stato scritto su questi meravigliosi atleti in casacca rossonera?!
Quali angolini reconditi del loro passato non sono andati a frugare i
nostri giornalisti per stilare corrispondenze sempre più appetitose, sempre più
inedite, da sottoporre all'avida curiosità dei propri lettori che, dappertutto,
seguono, con meravigliato interesse, l'incredibile ruolino di marcia dei
«Satanelli»?!
La cronaca, diciamo così, spicciola che, « ab. ovo », ha tentato di ricalcare le orme della Squadra foggiana, è sul punto di accantonare le sue
indagini, essendo prossima ad esaurire il compito, proprio per mancanza di...
materia prima. A noi, veterani numero uno del giornalismo sportivo foggiano;
a noi, che, da oltre quaranta anni, abbiamo seguito ed affiancato la crescita di
questo « Foggia », sino all'attuale ingresso in Serie « A », si chiede ancora di
scrivere qualcosa, che possa interessare il pubblico: quello degli sportivi in
particolare.
Ma come cominciare? Forse con la solita storia: ... Siamo nel lontano 1911 e
da Milano vennero a Foggia i fratelli Tiberini, seguiti a ruota dai fratelli Comei ... ?!
O, per la centesima volta, vogliamo fermarci a ricordare le gesta di « Pila
e Croce », là dove i pionieri del Calcio foggiano effettuarono le prime
sgambature? E già a ripeterci sui nomi di quei ragazzi tanto fiduciosi
nell'avvenire del 'Dio Pallone' ed altrettanto coraggiosi nell'affrontare le ire
paterne o materne, al ritorno a casa, ogni sera, dopo i rudimentali allenamenti?!
Riproporre ai lettori gli episodi riguardanti la beffa perpetuata da alcuni
di quegli antesignani; beffa intelligente ed a lieto fine, ai danni di una nota Ditta,
per realizzare il Campo Sportivo: Lo Stadio-piteco dell'odierno « Zaccheria »,
ora teatro esaltante delle gesta del padroni di casa, contro le grosse « Inter » - «
Juve » - « Bologna » - « Fiorentina » e via dicendo?!
Ripiegare dunque, sopra gli argomenti citati, sino a portarci ai... tempi
nostri con le stucchevoli parole apoteotiche per Rosa Rosa, Oronzo Pugliese
ecc ... ?!
Ma chi non le sa queste cose? Ma quanti, ormai non fanno altro che
ribadirle ogni giorno? Da mane a sera? Ed allora, come regolarci? Che
scrivere?! E qui non vi è stato altro da fare che chiedere ispirazione a tutti i
diavoli, in nome dei « Satanelli » loro figliocci.
140
E l'idea così, ci è stata suggerita... Ci siamo detti che, sino ad oggi, pochi
hanno tentato l'avventura mnemonica di comporre, sia pure, con
approssimazione, una lista di nomi (e sono tanti) dei dirigenti, degli allenatori e
degli atleti i quali hanno contribuito, alcuni, come le formiche, con i granelli
della propria capacità; altri con la spiccata competenza specifica (ma tutti con
fede illimitata e con passione traboccante) alla costruzione attraverso i lustri,
della ormai svettante torre rossonera. Una idea questa, comunque utile a
ricordare cittadini ed atleti che ebbero in cima ai loro pensieri il « Foggia », che
per il « Foggia » lottarono, attraverso sacrifici fisici, morali e finanziari, in nome
dei colori sociali. Molti di essi non sono più di questa terra. I superstiti, i
pionieri, hanno le tempie tra il grigio e l'argento.
Entriamo, così, nel vivo dell'argomento. Ecco una nutrita lista dei nomi
sfuggiti nella memoria, all'annientamento del tempo.
In ordine alfabetico cominciamo dai PRESIDENTI rossoneri: Alberini,
dott. Vittorio - Apicella, dott. Raffaele - Carella, dott. Giulio - De Biase, dott.
Alfredo - De Mita, dott. Diego - De Tullio, dott. Paolo - De Vita, rag. Pietro Di Biase, comm. Pasquale - Frezza, comm. Antonio - Gigliotti, col. Carlo Lupo dott. Ferdinando - Nannarone, comm. Gustavo - Nardella, avv.
Ferdinando - Piccapane, comm. Armando - Quarato, ing. Giovanni - Rosa
Rosa, comm. Domenico Sarti, comm. Giovanni - Taronna, dott. Aldo Taronna, geom. Oscar Turtur, ing. Luigi.
Possiamo dare l'elenco completo degli ALLENATORI:
Andreolo Piero - Benincasa Angelo - Cargnelli Tony (austriaco) - Costagliola Nardino - Costantino Raffaele - Karoly Bela (ungherese) - Koenig
Adalbert (austriaco) - Kovacs Bela (ungherese) - Kutic Andrea (ungherese)
Marsico Vincenzo - Migliorini Cesare - Rebuffo Mario - Remondini Remo Pugliese Oronzo - Rubino Egio (egiziano) - Stritzel Joseph (ungherese) -Weiss
Karl (austriaco).
Ed ecco gli atleti, elencati secondo il ruolo sostenuto in seno alla
Squadra:
PORTIERI: Baldi I°, Ballarini, Biondani, Bisson, Bossi, Canè, Carlomagno, Cola, Ferraretti, Filippuzzi, Giuliani Rodolfo, Maniero, Moschioni, Narducci, Notariello, Pandolfo Sannoner Rodolfo, Santarello, Sarti III (Renato),
Toriello, Turchiarelli, Viscuso.
TERZINI: Allegretti, Antonini, Arnoldi, Bartoli, Buttazzoni, Calzolari,
Camero, Cappellini, Carbonelli, Casale, Cerini, Citarelli, Corradi, D'Argenio A.,
De Biase Guido, De Brita, De Francesco, Del Re, De Meo, De Pase, Di Reda,
Formillo V., Galetti, Lavè, Lazzari, Micelli (Nazionale), Parracino, Petti Ettore,
Pischianz, Ponzanibbio, Rosso (Torino), Stori, Taronna Aldo, Valadè.
MEDIANI: Alboreto, Babay (ungherese), Baldi II°, Baldini, Baldoni, Bedogni, Bettoni, Boniforti, Buin, Consiglio, Della Valle, De Vitis, Di Luzio, Di
Tonno, Faleo, Fini Roberto, Formica Luigi, Galante, Ghedini, Giancolini,
Giustacchini, (Nazionale), Gorini, Grappone, Kazianca, Labate, Leonzio,
Malice, Marsico, Mazzone, Micheli, Migotti, Miniussi, Mussi, Odling, Mupo
141
II°, Pizzi Mimì, Pulcínella, Rinaldi Romano Rossetti Gigino, Saracino, Spinello
Michele, Starace, Taronna Oscar, Telesforo Eugenio, Telesforo Guido, Torre,
Trovatore, Zonca.
ATTACCANTI: Bacci, Baldi III° (Nazionale), Bellotti, Benedetti, Berté,
Bobbio, Bortolotti, Bottaro, Bradaschia, Bratta, Calvani, Candiani, Calò,
Caracozza, Carrabba, Catalano, Chiaruttini, Cicolella Alfredo, Cifarelli Giulio,
Colombo, Comei Peppino, Compagno, Cosmano, Creziato, Crusi, Curci,
Della Pace, De Lucia, De Rosa, Di Fonte, Di Giovanni, Diotallevi, D'Onofrio,
Faccio, Fariello, Favalli I, Ferri, Fiorindi, Gambino, Geraci, Giuliani Aurelio,
Lanciaprima, Lazzotti, Lucentini, Lucera Gino, Maccione, Marchetti,
Marchionneschi, Minerdo, Mirabello, Montanari, Mupo I°, Niccoli, Nocera
(Nazionale), Occhionero, Oltramari, Orlando, Panattoni, Paravano, Patino,
Pavanello, Peruzzi, Piani, Poli Giosuè (Presidente Naz. Atletica Leggera), Pozzo,
Piani, Reddi, Riolo Ritrovato Tonino, Rossi Dante, Rosso Severino (Nazionale),
Santopadre, Sarti II° (Sandrino), Sarti IV° (Mario), Scarnecchia, Senestro,
Silgich, Silvestri, Simone, Stabellini, Stornaiuolo, Sudati, Testa, Thermes, Tiberini
Torti I°, Torti II°, Vecchi Egidio (Nazionale), Visentini, Zappaterra, Zini,
Zironi.
Ma - ripetiamolo ancora - quanti nomi rossoneri (non molti, del resto)
non compaiono in questo breve elenco, traditi dal tempo e dalla nostra (ma
anche dall'altrui ... ) memoria?!
Ai vivi ed ai morti chiediamo venia per l'involontaria omissione. A tutti,
comunque, vada la commossa riconoscenza degli sportivi foggiani, poichè
molto si deve anche ai dirigenti, ai tecnici, agli atleti di ieri se, mercè i loro
sforzi, i loro sacrifici inenarrabili, nell'anno di grazia 1964, il « Foggia » ha
potuto allinearsi, con onore, tra le squadre elette dell'ambitissima Serie « A ».
MARIO TARONNA
Dall'elenco dei dirigenti, ci si consenta di stralciare, rilevandoli con le pinze i nomi di
coloro che, dalla nascita dei "satanelli", per lustri e lustri, furon sempre presenti in seno alla
Società ed alla testa della Squadra. I nomi di quelli che, troppo presto, oggi, dimenticati, fra
ansie, stratagemmi, furberie, incontri e scontri, riuscirono a creare le salde premesse di questo
"Foggia" che, odiernamente, guidato con mani salde, dal comm. Domenico Rosa Rosa, sta
interessando al suo nome ed alle sue gesta mirabolanti, tutta l'Italia calcistica. Eccoli:
Pietro De Vita, Roberto Fini, Gigino Formica, Ferdinando Nardella, Giovanni
Quarato, Alfredo De Biase, Filippo Guglielmi, Luigi Favino, Giovanni Sarti. Infine
Michele Scarpiello, che con la sua capacità affaristica (ci riferiamo alla " Borsa " dei
Calciatori), con la sua onestà, con la non comune intelligenza ed esperienza tecnica riuscì ad
assicurare al Sodalizio allori non caduchi.
M. T.
142
Fly UP