...

Sistemi per catene portacavi

by user

on
Category: Documents
6

views

Report

Comments

Transcript

Sistemi per catene portacavi
1.0
e
n
o
i
z
a
t
t
e
g
o
r
P
s
u
g
i
i
m
e
t
s
i
s
i
e
d
®
1.1
Indice Progettazione dei sistemi igus®
Introduzione
Introduzione | Progettazione dei sistemi igus® ........................................................ pagina
1.3
Abbreviazioni | Simboli e formule ............................................................................ pagina
1.4
Calcolo | Lunghezza e precarico ..............................................................................pagina
1.5
Esempi applicativi | Sistemi per catene portacavi ....................................................pagina
1.6
Applicazioni
Autoportanti | Corse brevi ..........................................................................................pagina
1.8
Autoportanti | Riduzione della rumorosità ................................................................pagina
1.11
Schema di carico | Autoportante diritta FLG | Autoportante incurvata FLB ..............pagina
1.12
Applicazioni in scorrimento | Corse lunghe ................................................................pagina
1.16
Applicazioni | Verticali appese....................................................................................pagina
1.20
Applicazioni | Verticali appese con installazione a "zig-zag"....................................pagina
1.21
Applicazioni | Verticali in piedi ....................................................................................pagina
1.22
Applicazioni | Applicazioni a 90° | Appoggiate su un lato ........................................pagina
1.24
Applicazioni | Moto rotatorio ......................................................................................pagina
1.26
Disposizione e Fissaggio cavi
Regole generali | Disposizione di cavi e tubi ............................................................ pagina
1.28
Elementi fissacavi | chainfix ...................................................................................... pagina
1.32
Dati tecnici, Condizioni ambientali e Certificazioni
Condizioni ambientali | Materiale igumid .................................................................. pagina
1.34
Condizioni ambientali | ESD e ATEX .......................................................................... pagina
1.35
Condizioni ambientali | Impiego in ambienti asettici e ESD...................................... pagina
1.36
Condizioni ambientali | Sporco, polvere, trucioli ...................................................... pagina
1.37
Dati tecnici | I tecnopolimeri igus® ............................................................................ pagina
1.38
Dati tecnici | Resistenza chimica | Colori e soluzioni speciali ................................ pagina
1.39
Qualità | Norme e certificazioni ................................................................................ pagina
1.40
readychains®
readychains® | Sistemi per catene portacavi preassemblati.................................... pagina
1.2
1.41
Introduzione Progettazione dei sistemi igus®
Sistemi per catene portacavi
...guidano e proteggono cavi e tubi in movimento nell’automazione. Offrono possibilità di impiego universale
ed hanno le seguenti caratteristiche: Utilizzo in diversi tipi di movimenti e corse Trasporto di cavi bus
e dati, cavi ottici ed altre forme d’energia quali elettricità, gas, aria e liquidi contemporaneamente
Durata
elevata anche in condizioni gravose
Possibilità d’impiego in differenti ambienti e zone climatiche. Nelle
pagine che seguono Vi forniremo importanti indicazioni e consigli per l’impiego ottimale dei sistemi per
catene portacavi igus®. Tutti i dati riportati sono frutto di risultati di test eseguiti nei laboratori igus® e raccolti
in esperienze pratiche dal 1971 ad oggi. Potrete inoltre usufruire della nostra offerta di consulenza e
progettazione del sistema. Compilate gli appositi questionari, o inviateci la Vs. richiesta tecnica direttamente
dal sito www.igus.it oppure contattateci. In 24 ore riceverete una nostra proposta completa.
Laboratorio igus®
ed esperienze pratiche
La progettazione di un sistema igus® per
corse lunghe si basa sulle esperienze
derivanti da prove di laboratorio ed
applicazioni reali. Punti chiave dei nostri
test sono le forze di trazione e di spinta,
i coefficienti d’attrito e l’abrasione in
funzione della velocità e di fattori esterni
quali umidità, sporcizia, sostanze abrasive,
ecc. Naturalmente i test sono estesi a tutti
i componenti del sistema: catene portacavi, cavi, tubi, fissacavi, canali di guida
ed accessori.
Il laboratorio igus® per i sistemi per catene portacavi e i cavi chainflex®
1.3
Progettazione
dei sistemi igus®
Abbreviazioni Simboli e formule
catene portacavi
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
igus® sistemi per
Simboli
Abbreviazioni e simboli utilizzati in questo catalogo
Autoportante,
Abbreviazioni
corsa breve
α
=
Angolo di rotazione
Descrizione
ΔM
=
Distanza dal centro della corsa
[mm]
a
=
Accelerazione
[m/s2]
In scorrimento su se
AR
=
Raggio d’ingombro nominale, esterno
[mm]
stessa, corsa lunga
Ba
=
Larghezza esterna catena portacavi
[mm]
Bi
=
Larghezza interna catena portacavi
[mm]
[mm]
BRa
=
Larghezza esterna canale di guida
Verticale
BRi
=
Larghezza interna canale di guida
[mm]
appesa
D
=
Proiezione del raggio della catena portacavi nel tratto finale
[mm]
D2
=
Proiezione del raggio della catena portacavi - corsa lunga
[mm]
FLB
=
Lunghezza autoportante - incurvata
[m]
Verticale
FLG
=
Lunghezza autoportante - diritta
[m]
in piedi
FLU
=
Lunghezza autoportante - catena portacavi a sbalzo
FZmax
=
Max carico addizionale
H
=
Altezza di montaggio
H2
=
Altezza di montaggio in corsa lunga con punto mobile ribassato
[mm]
zig-zag
ha
=
Altezza esterna catena portacavi
[mm]
HF
=
Spazio necessario per il montaggio
[mm]
[mm]
hi
=
Altezza interna catena portacavi
[mm]
A 90°, appoggiata
HRa
=
Altezza esterna canale di guida
[mm]
su un lato
HRi
=
Altezza interna canale di guida
IR
=
Raggio d’ingombro nominale, interno (twisterchain )
K
=
rotatorio
Robbiate (LC)
[m]
[kg/m]
Applicazioni
Moto
igus® S.r.l.
[°]
[mm]
[mm]
®
Valore riferito al raggio di curvatura,
ricavabile dalle tabelle di ogni singola serie
[mm]
K2
=
Valore riferito all’abbassamento del punto mobile
[mm]
LK
=
Lunghezza catena portacavi
[mm]
n
=
Numero di maglie
[1]
Orizzontale
nMon
=
Nr. kit di montaggio (destro/sinistro)
[1]
e verticale
nRi
=
Nr. kit di fissaggio canale di guida (destro/sinistro)
R
=
Raggio di curvatura
[1]
[mm]
RBR
=
Raggio di curvatura reversibile
[mm]
Catene portacavi
S
=
Corsa
[mm]
sovrapposte
S/
2
=
Metà corsa
[mm]
T
=
Passo
[mm]
v
=
Velocità di scorrimento
Catene portacavi
X1
=
Raggio d’azione della macchina (twisterchain )
[m/s]
in parallelo
X2
=
Raggio d’ingombro effettivo (comprensivo dello spazio di riserva) (twisterchain ) [mm]
SFLB = 2 • FLB
=
Max corsa, lunghezza autoportante - incurvata
SFLG = 2 • FLG
=
Max corsa, lunghezza autoportante - diritta
BRI ≥ Ba + 5
=
Larghezza interna canale di guida
HRI ≥ 2 • ha
=
Altezza interna canale di guida
K = π • R + (2 • T)
=
Valore riferito al raggio di curvatura
+ ΔM + K
=
Lunghezza della catena portacavi con punto fisso
=
Lunghezza della catena portacavi con punto fisso al centro della corsa.
[mm]
®
®
Movimenti
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
combinati
1.4
Formule
LK =
S/
2
Descrizione
non al centro della corsa (FLG, FLB e ΔM)
LK = S/2 + K
Eccezioni: movimenti rotatori e alcune corse lunghe [m]
LK =
S/
2
+ K2
=
Altre informazioni ed esempi applicativi
Lunghezza della catena portacavi con punto fisso al centro della corsa - corse lunghe
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Calcolo Lunghezza e precarico
Calcolo della lunghezza della catena
La soluzione più conveniente
catalogo, nelle tabelle di ciascuna serie. La soluzione più conveniente è quella di posizionare il punto
è quella con il punto fisso al
fisso al centro della corsa, perché la lunghezza della catena portacavi e dei condotti è minore.
centro della corsa
LK = Lunghezza della catena
LK = S/2 + K
Questa formula è valida per tutte le applicazioni in cui il punto
S
= Corsa
fisso sia al centro della corsa. Eccezioni: movimenti rotatori e
R
= Raggio di curvatura
alcune corse lunghe.
ΔM = Distanza dal centro
Calcolo lunghezza
metà della corsa "S" al valore "K" per il raggio di curvatura corrispondente. Questo valore si ricava dal
Progettazione
Se il punto fisso è al centro della corsa, la lunghezza della catena portacavi "LK" si calcola sommando la
della corsa
S
S/2
K
S/2
= π • R + (2 • T)
Valore riferito al raggio di cur-
H
= Altezza di montaggio
HF = Spazio necessario
per il montaggio
Questa formula è valida se il punto fisso
non è posizionato al centro della corsa.
Tel.
LK = S/2 + ΔM + K
+39 - 039 - 59 06 1
ogni singola serie
R
Fax +39 - 039 - 59 06 222
vatura, ricavabile dalle tabelle di
S
S/2
S/2
R
ΔM
Precarico
Il "precarico" delle catene portacavi igus® è la curva positiva che si ha nel tratto autoportante della catena
Sono fornibili, a richiesta, anche
portacavi. Tutte le catene igus® vengono fabbricate con precarico: nella tabella di ogni serie è riportata la
catene "NC" senza precarico. Con-
quota HF che indica lo spazio minimo necessario per un montaggio che tenga conto del precarico. Esso
tattateci per maggiori informazioni.
consente di aumentare la lunghezza autoportante, la durata e la sicurezza d’esercizio. In condizioni di
spazio limitato possiamo fornire, a richiesta, anche catene senza precarico. In questo caso la catena
Lo spazio necessario per il mon-
portacavi avrà una capacità autoportante minore. Contattateci per maggiori informazioni.
taggio dipende dal precarico della
catena portacavi. Il valore dello
spazio necessario per il montaggio è ricavabile dalle pagine di
HF
H
ogni singola serie.
Diagramma delle "lunghezze
Esempio di precarico nelle catene portacavi igus® HF = spazio necessario per il montaggio
Altre informazioni ed esempi applicativi
autoportanti"
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
pagina 1.12
1.5
Esempi applicativi Sistemi per catene portacavi
catene portacavi
igus® sistemi per
Progettazione
dei sistemi igus®
Corsa lunga (441m) con rol e-chain®
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
pagina 1.16
Robbiate (LC)
E-mail: [email protected]
igus® S.r.l.
Internet: www.igus.it
Serie triflex® in una linea di produzione,
zionale (60 kg/m) Sistema E4
movimenti su più assi
pagina 1.12
capitolo 2
readychain® immersa in acqua. Sistema
readychain® per movimenti combinati in
Funzionamento silenzioso ad elevate
E4 e chainflex CF9
una macchina utensile
velocità (15m/s) Serie E6.52
®
1.6
Simulatore di guida - elevato carico addi-
pagina 1.41
pagina 1.41
Crashtest: velocità di 22 m/s e
Movimenti complessi su più assi
accelerazione di 784 m/s2
con triflex® R
pagina 1.19
capitolo 2
pagina 1.11
triflex® R in camera asettica
capitolo 2
Catene portacavi Serie E2 ed E4 per tubi
Applicazione a "zig-zag", 36 m altezza
Sistema E6 - elevate velocità e protezione
e cavi di grossi diametri
con Sistema E4/4
ESD & ATEX
pagina 1.28
Altre informazioni ed esempi applicativi
pagina 1.21
pagina 1.35
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
Applicazione autoportante -
Catena montata su un lato, in autoportanza
Catene portacavi sovrapposte -
Serie E4/0
- E4 chiusa Serie R188
Serie E4/0
capitolo 7
Catena portacavi montata su un lato,
Movimento orizzontale e verticale -
stessa - Sistema E4
supportata - Serie E4/4
Sistema E4
pagina 1.16
Catena portacavi verticale in piedi Serie E4/light
pagina 1.22
Catena portacavi verticale appesa Serie E4/0
pagina 1.20
pagina 1.24
Moto rotatorio - Sistema E4
pagina 1.26
Moto rotatorio - Serie twisterchain®
pagina 1.26
Altre informazioni ed esempi applicativi
Tel.
Catena portacavi in scorrimento su se
Fax +39 - 039 - 59 06 222
pagina 1.24
+39 - 039 - 59 06 1
pagina 1.8
Esempi applicativi
Progettazione
dei sistemi igus®
Esempi applicativi Sistemi per catene portacavi
capitolo 7
Catene portacavi affiancate e
sovrapposte - Serie zipper
capitolo 4
Movimenti combinati - Serie triflex®
capitolo 2
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.7
Progettazione
dei sistemi igus®
Autoportanti Corse brevi
catene portacavi
igus® sistemi per
Autoportante
Quando il tratto superiore e
inferiore della catena portacavi
non si toccano per tutta la
lunghezza della corsa parliamo
di catena autoportante
Lunghezza autoportante
La distanza fra il punto mobile e
l’inizio del raggio di curvatura è
chiamata "lunghezza autoportante" e dipende dal tipo di
FLG catena portacavi autoportante diritta
FLB
FLG
Le applicazioni "FLG" garantiscono
velocità ammissibili
S
R
H
R
H
i più alti valori di accelerazione e
HF
la massima durata e consentono
HF
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
catena e dal carico addizionale
S
2
S
S
2
Applicazioni autoportanti
Le applicazioni in autoportanza sono le più comuni. Le catene portacavi igus® rispondono appieno alle
esigenze di elevata dinamicità e durata del sistema. La lunghezza autoportante ammissibile dipende dal tipo
di catena portacavi e dal carico addizionale. In funzione di questi fattori, la catena si può presentare come:
01) Catena portacavi autoportante diritta FLG
Si parla di catena portacavi "FLG" quando il tratto superiore si presenta con precarico diritto oppure
con una pancia fino ad un massimo di 50 mm. L’impiego "FLG" è quello maggiormente raccomandato.
Robbiate (LC)
igus® S.r.l.
La catena portacavi si muove infatti in modo silenzioso e non viene esposta ad ulteriori vibrazioni.
02) Catena portacavi autoportante incurvata FLB
Si parla di catena portacavi "FLB" quando il tratto superiore si presenta con una pancia superiore
ai 50 mm ed inferiore alla massima ammissibile. Quest’ultima dipende dal tipo di catena portacavi.
L’applicazione "FLB" autoportante incurvata è in molti casi una soluzione valida. Diventa problematica solo
se l’accelerazione e/o la frequenza di lavoro sono molto elevate.
03) Pancia critica
Se la pancia supera il valore massimo ammissibile "FLB" siamo in una situazione di "pancia critica".
Installazioni di questo tipo vanno evitate. La catena portacavi non deve mai essere montata con
pancia critica. Ci sono applicazioni che dopo lunghi periodi di attività arrivano ad avere una pancia critica;
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
queste catene andrebbero sostituite immediatamente. Contattateci se Vi trovate in questa situazione.
1.8
In fase di scelta del tipo di catena
da utilizzare si deve tenere conto
dei seguenti parametri:
Lunghezza autoportante
01
Velocità
Accelerazione
02
Durata
Superficie d’appoggio
03
Rumorosità
Condizioni ambientali
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Autoportanti Corse brevi
Lunghezza
autoportante
Troverete i valori di "FLG" e "FLB"
delle catene igus® in due posizioni:
sono necessari per:
Individuare
il modello di catena idoneo alla corsa
ed al carico addizionale della Vostra
applicazione
Individuare il carico
massimo ammissibile per la catena
Autoportante
relative ad ogni serie. Questi valori
Progettazione
nelle pagine successive e in quelle
portacavi scelta. Diagramma delle
"lunghezze autoportanti"
da
FLB catena portacavi autoportante incurvata
Cosa fare se la lunghezza
autoportante non è sufficiente?
Nel caso in cui i Vostri valori di carico addizionale e
corsa non fossero compresi nel campo di autole seguenti alternative:
robusta.
Tel.
portanza della catena portacavi desiderata, avete
Sceglierne una più
Fax +39 - 039 - 59 06 222
+39 - 039 - 59 06 1
pagina 1.12
Supportare la catena portacavi nel tratto
autoportante. Questa soluzione presenta delle
restrizioni riguardo l’accelerazione, la velocità e la
rumorosità. Qui sotto sono raffigurate tre diverse
possibilità. Contattate un tecnico igus® per ulteriori
informazioni e dettagli.
Usare una catena a più
maglie in parallelo o due catene contrapposte.
(Contattateci in proposito).
Applicare la catena
in corsa lunga.
Sistema E4 con supporto nel tratto a sbalzo
A
R
B
≈ 1/4 S
2xR
R
≈ 1/4 S
2/6 S
2xR
1/6 S
Esempio: supportando il tratto di catena a sbalzo, la lunghezza "FLG" può essere aumentata del 50%
C
Esempio: supportando il tratto di catena
portacavi a sbalzo, la lunghezza "FLB" aumenta
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.9
Autoportanti Corse brevi
catene portacavi
igus® sistemi per
Applicazioni autoportanti:
possibilità d’impiego
Autoportante
FLG
FLB
v max.
[m/s]
20
3
v di picco[m/s]
50
–
[m/s2]
200
6
a di picco[m/s2]
784
–
a max.
FLG durata in milioni di cicli
Progettazione
dei sistemi igus®
Corsa, velocità,
accelerazione e durata
15
Nelle "applicazioni autoportanti" il parametro critico
10
è l’accelerazione: accelerazioni elevate possono
infatti generare vibrazioni critiche per la vita della
catena portacavi. Questo problema è ancora più
5
accentuato quando la catena portacavi presenta
una pancia superiore al valore massimo ammissibile
0
0
5
10
Accelerazione a [m/s2]
15
20
segnalato nel grafico "FLB". In applicazioni "FLG" la
catena portacavi può sopportare carichi molto elevati
e raggiungere, durante l’uso continuo, picchi
Valori indicativi di durata per applicazioni FLG ,
d’accelerazione fino a 784 m/s2. Grazie a numerosi
in funzione dall’accelerazione
test di laboratorio ed applicazioni concrete siamo
oggi in grado, sulla base dell’accelerazione operativa,
Serie indicate per velocità
o accelerazioni elevate
Sistema E6
capitolo 8
Sistema E3
capitolo 8
zipper
capitolo 4
FLB durata in milioni di cicli
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
di stimare la durata del sistema (vedi grafici a lato).
15
L’importante é stabilire se si tratti di un’applicazione
autoportante diritta "FLG" o incurvata "FLB"
10
7
Superficie d’appoggio
6
5
5
Il tratto inferiore delle catene portacavi autoportanti
deve lavorare in appoggio. Il sostegno può essere
realizzato con diverse geometrie (vedi disegni sotto)
0
e materiali: metallo, plastica, marmo, legno, vetro,
0
2
4
Accelerazione a [m/s2]
6
8
ecc. Abbiamo anche soluzioni ad hoc per ridurre
la rumorosità del sistema: contattateci in proposito.
Serie 255
capitolo 5
Valori indicativi di durata per applicazioni FLB
Fate attenzione che l’eventuale sporcizia presente
E4/00
capitolo 7
in funzione dall’accelerazione
nell’ambiente non si accumuli nel tragitto di corsa
della catena portacavi.
Differenti possibilità di superfici
Robbiate (LC)
igus® S.r.l.
d’appoggio e canali di guida
Attacchi
Per le applicazioni autoportanti si consiglia l’uso di attacchi oscillanti. Questi ultimi compensano il precarico
della catena portacavi, hanno un montaggio più rapido e diminuiscono il carico sulla prima maglia della catena
portacavi. Eccezione: se l’accelerazione è maggiore di 20 m/s2 e l’altezza disponibile per il montaggio è vicina
al valore HF, è necessario usare attacchi fissi, che mantengono la catena negli ingombri previsti.
FLU
Senza supporto - Catena
portacavi a sbalzo
Standard: attacchi oscillanti. Con
Eventuali applicazioni di catene
velocità > 20 m/s o accelerazioni
portacavi non supportate nel tratto
m/s2:
inferiore richiedono accurate verifiche.
elevate > 20
attacchi fissi
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
Il massimo valore "FLU" deve essere
1.10
calcolato dai tecnici igus® e dipende
dal modello di catena portacavi, dal
carico addizionale, dai dati dinamici
e da alcuni fattori esterni che possono
influire sull’esito dell’applicazione. Se
il tratto inferiore della catena
portacavi
non
può
essere
supportato su tutta la lunghezza
della corsa Vi preghiamo di con-
Sistema E4 con supporto parziale -
sultarci.
in questi casi consultateci
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Autoportanti Riduzione della rumorosità
Riduzione della rumorosità con i sistemi igus®
rumorosità. La tabella che segue dà una prima indicazione della rumorosità di alcuni modelli di catena portacavi.
Una riduzione di 3 dB(A) corris-
Altri elementi che influiscono sul rumore prodotto sono la superficie di scorrimento, i dati dinamici ed il carico
ponde, per l ’orecchio umano, ad
addizionale. Interpellate i nostri tecnici: vi suggeriranno la soluzione che meglio risponde alle Vostre esigenze.
una riduzione del 50% della
Progettazione
rumorosità
Sistema T3 ≤ 33 dB(A)
L’obiettivo fondamentale della serie T3 era la realizzazione di una
catena portacavi silenziosa con un movimento estremamente fluido.
La serie T3 è particolarmente flessibile grazie allo speciale design "a
banda". Nel proprio laboratorio acustico, la igus® ha testato la catena
Autoportante
Il programma di fornitura igus® comprende una serie di catene portacavi ottimizzate dal punto di vista della
portacavi T3.29.050.038.0 in applicazione autoportante con velocità
Sistema E3 ≤ 38 dB(A)
+39 - 039 - 59 06 1
Nel laboratorio acustico igus®, nei test di durata è stata riscontrata una
riduzione di circa 19-20 dB(A) rispetto alle catene portacavi standard
con simili dimensioni; parametri test: velocità di 1,8 m/s e accelerazione
di 3 m/s2. Sono stati registrati 38 dB(A) (compresa rumorosità di fondo)
secondo normative DIN 45635 su una catena portacavi Serie
E3.22.060.044.0.
Tel.
Sistema E6 ≤ 46 dB(A)
Nel Maggio 2002, il TÜV Rheinland ha testato la catena portacavi
Fax +39 - 039 - 59 06 222
1,0 m/s ed ha ottenuto un valore di rumorosità di soli 33 dB(A)
E6.52.10.100.0 in applicazione autoportante con corsa 1,5 m e velocità
2m/s ed ha ottenuto un valore di rumorosità ≤ 46 dB(A), di cui almeno 10
dB(A) derivanti da rumorosità di fondo. La speciale struttura e il passo
corto conferiscono al sistema E6 un funzionamento particolarmente
silenzioso.
Sistema E4 ≤ 46 dB(A)
Il TÜV Rheinland ha testato la catena portacavi Sistema E4/101, Serie
221.10.200.0 in applicazione autoportante con corsa 1,5m ed ha ottenuto
Disponibile a richiesta la copia
un valore di rumorosità di 46 dB(A). Grazie agli speciali elementi in gomma
del certificato ufficiale del TÜV
(in rosso nella foto) del sistema E4/101 si ottiene una forte riduzione della
Rheinland Berlin-Brandenburg
rumorosità. Le versioni standard E4.1 e E4/00 sono comunque anch’esse
silenziose grazie alla speciale connessione perno/foro.
Rilevazione del rumore
Modello di catena
Sistema
Valore medio arrotondato
Velocità di prova
Catene portacavi igus® indicate
del rumore rilevato
igus Serie T3.29
T3
≈ 33 dB(A)
autoportante 1,0 m/s
igus® Serie E3.22
E3
≈ 38 dB(A)
autoportante 1,8 m/s
Sistema E3
capitolo 8
igus® Serie E6.52
E6
≈ 46 dB(A)
autoportante 2,0 m/s
Sistema T3
capitolo 8
igus® Serie 221
E4/101
≈ 46 dB(A)
autoportante 1,5 m/s
Sistema E6
capitolo 8
igus Serie 255
E2 medium
≈ 53 dB(A)
autoportante 1,5 m/s
E4/101
capitolo 7
igus® Serie e-band
e-band
≈ 59 dB(A)
autoportante 1,5 m/s
E4.1
capitolo 7
igus® Serie 280
E4/00
≈ 64 dB(A)
autoportante 2,0 m/s
E4/00
capitolo 7
igus® Serie 381
E4/101
≈ 66 dB(A)
in scorrimento 3,0 m/s
Serie 255
Catena 1 altro produttore
≈ 77 dB(A)
autoportante 2,0 m/s
easy chain
capitolo 3
Catena 2 altro produttore
≈ 68 dB(A)
autoportante 2,0 m/s
Serie R58
capitolo 6
Catena 3 altro produttore
≈ 73 dB(A)
autoportante 2,0 m/s
Serie R68
capitolo 6
®
®
per la riduzione della rumorosità
capitolo 5
®
Fonte: TÜV Rheinland, esclusa Serie E3.22, T3.29 - Fonte: laboratorio igus®
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.11
Progettazione
dei sistemi igus®
Autoportante Diritta FLG Catene portacavi piccole e medie
Schema di carico per applicazioni autoportanti - corse brevi
2.0
332.75
HF
1.5
R
H
FLG
S/2
1.4
S
15 · R15 · R17
10 · 11.031 · 11.1/11.2
B15i/B15 · F17
1.3
11.080
1.2
332.50/352.50
1.1
1.0
17 · B17/B17i
0.9
332.32
E3.22
0.8
E08/Z08 · E16/Z16
09 · R09 · 08 · B09
0.7
0.6
E3.15
E14/Z14 · 14
0.5
06 · E06/Z06 · E065
07 · R07 · B07
0.4
T3.29
E04 · 04 · 05
Carico addizionale [kg/m]
0.3
0.2
332.16
047
E03 · E045/Z045
03 · 045
0.1
E3.10
0
0
0.1
0.2
0.3
0.4
Lunghezza autoportante FLG [m]
0.5
0.6
0.7
0.8
0.9
1.0
1.1
1.2
1.3
1.4
1.5
1.6
2.0
Corsa S [m]
0
0.2
0.4
0.6
0.8
1.0
2.0
3.0
4.0
Informazioni importanti
Definizione di carico addizionale - Peso di cavi e tubi
Questi diagrammi sono utili per poter trovare la catena portacavi più indicata
inseriti in catena portacavi portacavi, in genere indicato in [kg/m]
per la Vs. applicazione in base al carico addizionale, alla corsa o alla
FLG - Lunghezza autoportante - diritta
lunghezza autoportante richiesta. Contattateci se in tabella non trovate
FLB - Lunghezza autoportante - incurvata
alcuna soluzione idonea alla Vostra applicazione. I valori riportati sono
Se posizionata a destra della linea FLB nel diagramma, la Vostra
infatti molto conservativi: previa valutazione di un tecnico igus®, possono
applicazione presenterà una "pancia critica", da evitare!
essere incrementati anche del 30%
1.12
Troverete i valori di "FLG" e "FLB" nelle pagine successive all’inizio di ogni serie
Progettazione
dei sistemi igus®
Autoportante Incurvata FLB Catene portacavi piccole e medie
Schema di carico per applicazioni autoportanti - corse brevi
2.0
332.75
HF
1.5
R
H
FLB
1.4
S/2
S
11.080
15 · R15 · R17
10 · 11.031 · 11.1/11.2
B15i/B15 · F17
1.3
1.2
332.50/352.50
1.1
1.0
17 · B17/B17i
0.9
332.32
E3.22
0.8
E08/Z08 · E16/Z16
T3.29
09 · R09 · 08 · B09
0.7
0.6
E3.15
E14/Z14 · 14
0.5
06 · E06/Z06
07 · R07 · B07
0.4
E04 · 04 · 05
E065
Carico addizionale [kg/m]
0.3
0.2
047 · 03
E03 · E045/Z045
332.16
0.1
E3.10
045
0
0
0.1
0.2
0.3
0.4
Lunghezza autoportante FLB [m]
0.5
0.6
0.7
0.8
0.9
1.0
1.1
1.2
1.3
1.4
1.5
2.0
1.6
Corsa S [m]
0
0.2
0.4
0.6
0.8
1.0
Se il punto fisso della catena portacavi si trova al centro della corsa, la corsa
2.0
4.0
3.0
Diagramma catene della serie:
All’inizio di ogni serie troverete
massima è sempre il doppio del valore "FLG" o "FLB". In questo caso vale la
formula: Lunghezza della catena: Lk = S/2 + K
S = Corsa
triflex
capitolo 2
i diagrammi della lunghezza
easy chain®
capitolo 3
autoportante ammissibile
Sistema E3
capitolo 8
R = Raggio di curvatura
Sistema T3
capitolo 8
H = Altezza di montaggio
zipper
capitolo 4
HF = Spazio necessario per il montaggio
E2 micro
capitolo 5
K = π • R + (2 • T)
E2 mini
capitolo 5
®
Valore riferito al raggio di curvatura, ricavabile dalle tabelle di ogni singola serie
Troverete i valori di "FLG" e "FLB" nelle pagine successive all’inizio di ogni serie
1.13
Progettazione
dei sistemi igus®
Autoportante Diritta FLG Catene portacavi con grosse sezioni
Schema di carico per applicazioni autoportanti - corse brevi
90
80
75
70
65
800 · 840
R
H
E4.80
5050/5150/R9850
60
HF
FLG
S/2
600/601/R608 · 640
E4.56
S
55
15050/15150/R19850 · 15250/15350
400/410/R880 · 4040/4140/R8840 · 1640/R1608
50
14550/14650/R19050
45
40
14040/14140/R18840
14240/14340
35
E4.42
380/390/R780
3838/3938/R7838
30
E6.80L
25
20
E6.62
E4.32
15
3400/3500/3450/3480
10
E4.28
RX56
R58 · R157/R158
E300/Z300
8.0
6.0
E6.40
E6.35
4.0
E6.29 · R6.29
220/R760
RX48
E6.52 · R6.52
2600/2700/2650/2680
RX40
RX32
2.0
Carico addizionale [kg/m]
E6.80
280/290/R770
2828/2928/R7778
2400/2500/2450/2480
1.5 R117/118
E200/Z200 · 255
1400/1500/1450/1480
R48
1.0
E26/Z26
E4.21
R68 · R167/R168
0.5
0
0.5
1.0
1.5
0
Lunghezza autoportante FLG [m]
2.0
2.5
3.0
3.5
4.0
4.5
5.0
5.5
6.0
6.5
8.0
4.0
5.0
6.0
7.0
8.0
9.0
10.0
11.0
12.0
13.0
16.0
Corsa S [m]
0
1.0
2.0
3.0
Informazioni importanti
Questi diagrammi sono utili per poter trovare la catena portacavi più indicata
Definizione di carico addizionale - Peso di cavi e tubi
per la Vs. applicazione in base al carico addizionale, alla corsa o alla
inseriti in catena portacavi, in genere indicato in [kg/m]
lunghezza autoportante richiesta. Contattateci se in tabella non trovate
FLG - Lunghezza autoportante - diritta
alcuna soluzione idonea alla Vostra applicazione. I valori riportati sono
FLB - Lunghezza autoportante - incurvata
infatti molto conservativi: previa valutazione di un tecnico igus®, possono
Se posizionata a destra della linea FLB nel diagramma, la Vostra
essere incrementati anche del 30%
applicazione presenterà una "pancia critica", da evitare!
1.14
Troverete i valori di "FLG" e "FLB" nelle pagine successive all’inizio di ogni serie
Progettazione
dei sistemi igus®
Autoportante Incurvata FLB Catene portacavi con grosse sezioni
Schema di carico per applicazioni autoportanti - corse brevi
90
80
75
70
65
800 · 840
600/601/R608 · 640
R
H
E4.80
5050/5150/R9850
60
HF
FLB
S
E4.56
S/2
E6.80
15050/15150/R19850 · 15250/15350
400/410/R880 · 4040/4140/R8840 · 1640/R1608
55
50
14550/14650/R19050
45
E6.62
40
14040/14140/R18840
14240/14340
35
E4.42
30
380/390/R780
3838/3938/R7838
25
E6.80L
20
E6.52 · R6.52
3400/3500/3450/3480
RX56
10
RX48
E4.28
15
R68 · R167/R168
8.0
2600/2700/2650/2680
E300/Z300
E6.35
R58 · R157/R158
2400/2500/2450/2480
E26/Z26
220/R760
E4.32
1400/1500/1450/1480
RX32
280/290/R770
E200/Z200 · 255
RX40
2828/2928/R7778
R117/118
E6.29 · R6.29
6.0
4.0
Carico addizionale [kg/m]
2.0
1.5
1.0
R48
E6.40
0.5
E4.21
0
0
0.5
1.0
1.5
Lunghezza autoportante FLB [m]
2.0
2.5
3.0
3.5
4.0
4.5
5.0
5.5
6.0
6.5
4.0
5.0
6.0
7.0
8.0
9.0
10.0
11.0
12.0
13.0
7.0 8.0
Corsa S [m]
0
1.0
2.0
3.0
Se il punto fisso della catena portacavi si trova al centro della corsa, la corsa
Diagramma catene della serie:
16.0
All’inizio di ogni serie troverete
massima è sempre il doppio del valore "FLG" o "FLB". In questo caso vale la
formula: Lunghezza della catena: Lk = S/2 + K
S = Corsa
easy chain
capitolo 3
i diagrammi della lunghezza
E2/000
capitolo 5
autoportante ammissibile
E2 /RX catene chiuse
capitolo 6
R = Raggio di curvatura
E4.1
capitolo 7
H = Altezza di montaggio
E4/00
capitolo 7
HF = Spazio necessario per il montaggio
E4/4
capitolo 7
K = π • R + (2 • T)
E4/light
capitolo 7
Valore riferito al raggio di curvatura, ricavabile dalle tabelle di ogni singola serie
E6
capitolo 8
®
Troverete i valori di "FLG" e "FLB" nelle pagine successive all’inizio di ogni serie
1.15
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni in scorrimento Corse lunghe
L’impiego in corsa lunga
presenta notevoli vantaggi
catene portacavi
igus® sistemi per
Catena portacavi in scorrimento
Corse oltre 400 m
fino a 5 m/s (in casi particolari anche oltre)
ad appoggiarsi su quello inferiore
durate adottando il sistema completo igus®.
Molti tipi di cavi e tubi possono lavorare senza
problemi nello stesso sistema (es. cavi elettrici,
trasmissione dati, fibre ottiche, tubi idraulici e
silenzioso
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Corse oltre 600 m
+39 - 039 - 59 06 1
Elevate
Altri vantaggi
pneumatici).
Tel.
Velocità di scorrimento
su se stessa: il tratto superiore va
Ingombro ridotto
Movimento
Impiego anche ad accelerazioni elevate
Resistenza a vento, agenti atmosferici, sporcizia
Velocità 6 m/s
e sostanze chimiche
(in casi particolari)
grazie al sistema modulare igus®
Carico addizionale
Sistema di trasporto in una cava di pietra. Corsa
fino a 70 kg/m
di 179 m, velocità di scorrimento 67 m/min con
Semplicità di montaggio
Rapidità di
ispezione e sostituzione di tubi e cavi
8 kg/m di carico addizionale
Servizio di progettazione
Vi consigliamo di sottoporre la vostra applicazione in corsa lunga ai tecnici igus®, che elaboreranno la soluzione
più affidabile e conveniente nel rispetto delle vostre esigenze. Sul sistema completo igus® configurato e dimensionato
dai nostri tecnici siamo inoltre in grado di fornire una garanzia di funzionalità e di durata. Per consigliarVi
opportunamente abbiamo bisogno dei seguenti dati:
Accelerazione [m/s2]
di condotti
Carico addizionale [kg/m]
Raggio di curvatura previsto [mm]
Corsa [m]
Velocità di scorrimento [m/min] o [m/s]
Diametro massimo del cavo [mm]
Frequenza dei cicli (n/giorno o n/ora)
Tipo e numero
Condizioni ambientali.
Contattateci telefonicamente - In breve riceverete la proposta dettagliata per il vostro sistema
Nuovi sviluppi per applicazioni in corsa lunga
Corse lunghe con rol e-chain® Rotola anziché strisciare: 75% in meno di forza motrice. Sono possibili
corse fino a 800 m. La corsa più lunga ad oggi realizzata: 615 m con catena rol e-chain® e cavi chainflex®
igus.it/it/rolechain
Corse lunghe su bobina: Sistema preassemblato per corse lunghe completo
di cavi, connettori e fissacavi fornito su bobina, pronto per la posa. Oltre 50% di risparmio sui costi e tempi
igus® S.r.l.
Robbiate (LC)
Internet: www.igus.it
E-mail: [email protected]
d’installazione
1.16
igus.it/it/readychain
Corse lunghe senza canali di guida. Il nostro sistema autoglide
rende possibili anche queste applicazioni. Ultimamente abbiamo esteso questa tecnologia anche a catene
portacavi di grosse dimensioni, con cui effettuare corse fino a 50 m e velocità fino a 1,5 m/s.
igus.it/it/autoglide
Corse lunghe con catene piccole. Con il sistema igus® flizz® si può guidare, per esempio, un solo cavo bus
Corsa lunga 100 m
in una catena portacavi di piccole dimensioni, con accelerazione elevata su corse lunghe. I condotti sono protetti
fornita su bobina,
da polvere, sporcizia e condizioni ambientali avverse
igus.it/it/flizz-n
pronta per l’installazione
Serie indicate per applicazioni in scorrimento in corsa lunga
Sistema P4
capitolo 9
rol e-chain®
capitolo 9
Sistema E4
capitolo 7
La più lunga corsa al mondo.
E2/000
capitolo 5
615 m con catena portacavi e cavi chainflex® igus®
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni in scorrimento Corse lunghe
In scorrimento su se stesse
Vantaggi del punto
ribassato fa sì che il tratto superiore si adagi rapidamente
mobile ribassato:
su quello inferiore, con il risultato di ridurre la tensione
Minimo ingombro
a carico della catena portacavi. Se l ’estremità fissa
Lunghezze di
della catena portacavi è posizionata al centro della
scorrimento maggiori
corsa, nel tratto vuoto del canale di guida verrà posta
Aumento della durata
una rotaia, al fine di supportare il segmento superiore
della catena portacavi. Il disegno che segue illustra
questo tipo di montaggio. A seconda del modello di
Corsa lunga
portacavi scorre su quello inferiore. L’attacco mobile
Progettazione
In caso di corse lunghe il tratto superiore della catena
catena in uso e dei dati applicativi, l’intervento di ribassare
l’attacco coinvolgerà un diverso numero di maglie. A
questo scopo si effettua una verifica dell’applicazione
S
Lunghezza della catena portacavi:
S/2
Lk = S/2 + K2
D2
S/2
H2
R
Tratto supportato
R
HRi
H1
K2
Tratto non supportato
S
= Corsa
R
= Raggio di curvatura
HRi = Altezza interna canale
HF = Spazio necessario
per il montaggio
Canale di guida
+39 - 039 - 59 06 1
Esempio - Serie 3838
Tel.
Esempio di punto mobile ribassato
Fax +39 - 039 - 59 06 222
e se ne definiscono caso per caso i dettagli.
K2 = Valore riferito all’abbassamento del punto mobile
In figura catena portacavi in scorrimento su se stessa in corsa lunga con canale di guida.
K = π • R + (2 • T)
Punto fisso al centro della corsa
Valore riferito al raggio di curvatura,
ricavabile dalle tabelle di ogni singola serie
S
S/2
S/2
D2 = Proiezione del raggio
della catena - corsa lunga
H2
K2
R
H2 = Altezza di montaggio in corsa
R
HRi
lunga con punto mobile ribassato
Canale di guida
Soluzione con due catene portacavi contrapposte; la corsa si configura come nello schema sopra
riportato. Questo montaggio è consigliato in caso di:
Spazio in larghezza limitato
Barre di scorrimento
Carichi elevati
Proporzione raccomandata tra
Larghezza interna Bi e Raggio di
curvatura R in corse lunghe.
La larghezza interna minima di una
catena portacavi in corsa lunga
dipende dal raggio di curvatura.
Suggerimento igus®: Bimin. = R/4
Interpellateci in caso di applicazioni
con grossi raggi di curvatura.
Videocamera mobile ai giochi olimpici
Robotica: movimento silenzioso, accelerazione
Catena portacavi in scorrimento
di Atlanta S = 100 m, v = 10 m/s
elevata. Fino a 10.000 cicli al giorno
su se stessa = Attacchi oscillanti
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.17
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni in scorrimento Corse lunghe
Canali di guida
catene portacavi
igus® sistemi per
Il canale di guida è un componente
I canali di guida accompagnano
molto importante per applicazioni
le catene portacavi applicate in
in corsa lunga: di seguito ne illustria-
corsa lunga. Sono disponibili
mo le caratteristiche principali.
diverse tipologie di canali di guida
L’altezza del canale deve corrispon-
canali di guida, capitolo 9
dere almeno al doppio di quella della
catena portacavi; la parte superiore
deve avere un invito per facilitare
l’ingresso della catena portacavi. La
larghezza interna del canale deve
eccedere di almeno 4 mm quella
della catena portacavi. Nel tratto di
canale in cui il segmento superiore
le nostre, che si adattano al materiale delle catene e permettono di ridurre attrito, rumore ed usura. Per quasi tutti
i modelli di catene igus® sono disponibili canali di guida con e senza supporto. Importante: montando gli elementi
Se il punto fisso si trova al centro
del canale di guida si deve prestare particolare attenzione ai seguenti elementi:
della corsa metà canale di guida
canali devono essere perfettamente allineati
Tutti i componenti dei
necessita di barre di scorrimento,
barre di scorrimento devono essere allineate all’attacco fisso della catena portacavi
l’altra metà no
alla struttura. In caso si adottino canali di guida igus®, detti accorgimenti sono automaticamente contemplati in
La testa delle viti non deve sporgere all’interno del canale
Le
Collegamento robusto
fase di progettazione.
BRi ≥ Ba + 4
Ba
Bi
Ba = Larghezza esterna catena
Canale di guida in alluminio senza barre di scorrimento - Catena portacavi in scorrimento su se stessa
BRi ≥ Ba + 4
Ba
Bi
Bi = Larghezza interna catena
ha = Altezza esterna catena
HRi = Altezza interna canale
BRi = Larghezza interna canale
ha
Robbiate (LC)
igus® S.r.l.
ha
HRi
ha
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
della catena portacavi sborda da quello inferiore, si devono installare delle barre di scorrimento: noi consigliamo
dipende dalla quota Ba
HRi
HRi ≥ 2 • ha
BRi ≥ Ba + 4 (Canale di guida in alluminio)
(Ba + 5 per canali in acciaio)
= Canale di guida in alluminio
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
= Barre di scorrimento
= Kit di montaggio
Canale di guida in alluminio con barre di scorrimento - Catena portacavi supportata -
= Profilo a C
Riduzione della rumorosità e dell’abrasione a carico della catena portacavi
Coefficiente d’attrito radente per catene portacavi igus® in
igumid G / GLW, per scorrimento su diverse controsuperfici
igumid
Barre igus®
Acciaio
Alluminio
G / GLW
igulen
zincato
anodizzato
Acciaio
inox
Coefficienti di
0,19
0,45
0,54
0,48
attrito dinamico
Fonte: laboratorio igus®
1.18
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni in scorrimento Corse lunghe
Velocità di scorrimento e accelerazione
accelerazione d’esercizio ed una brusca accelerazione repentina come negli stop imprevisti o nelle cosiddette
Acciaio inox
"corse d’ammortizzazione". In entrambi i casi le catene portacavi igus® si sono dimostrate molto robuste.
Alluminio anodizzato
Durata
Grazie alle molteplici esperienze su applicazioni in corsa lunga, siamo oggi in grado di calcolare la durata del
Parametri particolari
Vostro sistema. A questo scopo sfruttiamo la conoscenza dei materiali acquisita nella produzione di cuscinetti in
Per applicazioni in scorrimento si
tecnopolimero. Impianti con corse di 200 m lavorano da 8 anni e richiedono una minima manutenzione. Impianti
possono usare catene portacavi
con corse di 60 m lavorano da 15
sovrapposte. Questo tipo di mon-
anni praticamente senza manuten-
taggio è generalmente utilizzato in
zione. I sistemi portacavi igus®
caso di spazio limitato in larghezza,
garantiscono un funzionamento
e richiede canali di guida con altezza
regolare e affidabile, esente da
speciale. In questo genere di
manutenzione per lunghi periodi
applicazioni si possono impiegare
anche in condizioni gravose. La
anche catene portacavi affiancate
garanzia igus® offre inoltre una
o a più maglie in parallelo. Se la
sicurezza supplementare. Con-
scelta è legata ad un elevato carico
tattateci per prendere visione delle
addizionale, può essere opportuno
nostre referenze o ricevere una
adottare canali di guida ad hoc.
valutazione preliminare della Vostra
Abbiamo anche standardizzato
applicazione.
soluzioni per il trasporto di tubi di
grosse dimensioni: contattateci
Trasloelevatore con catena portacavi Sistema E2 e
Corsa lunga
Acciaio zincato
Fax +39 - 039 - 59 06 222
nei seguenti materiali:
L’accelerazione è un fattore importante nella scelta della catena portacavi. Si deve distinguere fra la normale
+39 - 039 - 59 06 1
I canali di guida sono disponibili
catene portacavi del sistema E4/100 ed E4/4 hanno raggiunto velocità di 22 m/s ed accelerazioni di 784 m/s2.
Tel.
continue. Ad esempio in un macchina per il crashtest, la cui richiesta di durata era di qualche migliaio di cicli, le
Progettazione
E’ possibile raggiungere velocità di scorrimento di 5 m/s (in casi particolari addirittura più elevate) anche per operazioni
per maggiori informazioni.
cavi chainflex®, corsa = 80 m; v = 4.5 m/s
Condizioni ambientali
Le catene portacavi igus® possono essere impiegate in acqua, nello sporco, ai tropici, in ambienti antideflagranti (con materiali speciali) ed in molte altre condizioni. Troverete informazioni più dettagliate nel capitolo
"condizioni ambientali". Per applicazioni particolari si possono fornire canali di guida in acciaio inox.
Test
Le molteplici prove effettuate sui nostri prodotti e
materiali ci permettono di conoscerli nel dettaglio.
I fattori più rilevanti in fase di prova sono:
di umidità
Presenza di sporcizia
Presenza
Coefficienti
d’attrito dei materiali plastici su diverse controsuperfici di scorrimento
Durata
Rumorosità
Catene portacavi sovrapposte
Forze di trazione e di spinta alle varie temperature.
In caso non ci fosse una soluzione certa per la
Vostra applicazione, eseguiremo volentieri dei
test nel nostro laboratorio. Contattateci!
Sitema E4 in una ditta produttrice di
Più maglie in parallelo
calcestruzzo, con polvere e detriti di calce
Applicazioni in corsa lunga: possibilità d’impiego
Corsa max
600 - 800 m
Max velocità di scorrimento
10 m/s
Max accelerazione
dipende da numerosi parametri (può raggiungere i 50 m/s2)
Max carico addizionale
dipende da numerosi parametri (può raggiungere i 70 kg/m)
Altre informazioni ed esempi applicativi
Tubi di grossi diametri
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.19
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni Verticali appese
Verticale appesa
catene portacavi
igus® sistemi per
In applicazioni verticali appese le catene igus® possono
Per applicazioni con catene
effettuare corse di oltre 100 m. La separazione modulare
portacavi appese consigliamo
consente di convogliare, con la stessa catena portacavi,
l’uso di attacchi fissi. In caso di
cavi con caratteristiche diverse, senza alcun rischio di
spazio limitato sono possibili altre
torsione e/o sovrapposizione.
soluzioni: contattateci in proposito
Cavi e tubi
Due fattori importanti nelle applicazioni verticali appese
sono la posa dei condotti nella catena portacavi ed il
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
loro fissaggio alle estremità. Tutti i condotti devono
In molti casi le
rimanere sospesi, in modo da essere autoportanti. La
corse solo verticali
catena portacavi ha la sola funzione di guidare
non necessitano
ordinatamente il fascio dei condotti e non deve assumere
di guida laterale
ulteriori forze di trazione. Si consiglia la separazione
interna igus® per suddividere in modo ottimale tutti i
condotti. Il fissaggio dei condotti alle estremità della catena portacavi deve essere eseguito in modo accurato. I
requisiti fondamentali per un’applicazione appesa sono il sicuro fissaggio dei condotti ed un’accurata
separazione interna - I cavi si devono muovere liberamente in catena portacavi e devono essere autoportanti.
Precarico
Se non ci sono problemi d’ingombro, in applicazioni appese si può utilizzare una normale catena portacavi con
A
B
precarico. In caso contrario, come spesso accade nei trasloelevatori, bisogna richiedere una catena "senza
precarico". Esempio: 2700.07.100.0.NC (senza precarico) Queste versioni vengono offerte con termini di consegna
leggermente più lunghi.
Solo movimento verticale senza accelerazioni trasversali
Le accelerazioni trasversali pos-
Se l’applicazione prevede solo un movimento verticale senza accelerazioni trasversali, la catena portacavi può
sono manifestarsi in due direzioni.
essere montata senza supporto laterale. In caso si abbia poco spazio è opportuno utilizzare una catena portacavi
In questo caso si rende necessario
igus® "senza precarico".
un canale di guida ad U.
Movimento verticale con accelerazioni trasversali
Se si hanno accelerazioni trasversali è necessario che la catena portacavi sia guidata anche lateralmente, i disegni
in figura A. Non è necessario che la guida sia continua, ma deve comunque coprire tutta l’area di lavoro della catena
Robbiate (LC)
igus® S.r.l.
a lato mostrano qualche esempio. La modalità d’installazione migliore, spazio permettendo, è quella rappresentata
portacavi. Le accelerazioni trasversali possono manifestarsi in due direzioni; le guide laterali devono pertanto essere
montate adeguatamente. Una guida laterale più lunga aumenta ulteriormente la stabilità della catena portacavi.
Con un canale a "U" la catena portacavi è guidata in entrambe le direzioni.
Y
X
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
Z
1.20
NEW
guidelok slimline "F" - Guida verticale sicura
Per catene portacavi con velocità fino
a 7 m/s e accelerazioni fino a 10 m/s2
Nessuna oscillazione neanche in
presenza di forti accelerazioni
trasversali grazie al meccanismo
di bloccaggio automatico
Compatto e facile da montare
da pagina 9.98
Esempio di catena portacavi
appesa con guida laterale, per
contenere le oscillazioni dovute
Video
www.igus.it/it/glsl-f
alle accelerazioni trasversali
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni Verticali appese
Progettazione del sistema
velocità ed accelerazioni operative
e tipo d’installazione, Vi preghiamo di richiedere una nostra
consulenza. Basta una telefonata
o un’E-mail.
Progettazione
d’impiego in termini di carichi,
Verticale appesa
Viste le svariate possibilità
tuare movimenti combinati
Catena portacavi con supporto a "U" non continuo
Serie indicate per
applicazioni verticali appese
Applicazioni verticali appese possibilità d’impiego:
E4.1
capitolo 7
E4/00
capitolo 7
100 m
E4/4
capitolo 7
v max:
20 m/s in base all’altezza di sollevamento e alla stabilità della catena portacavi
E2/000
capitolo 5
a max:
50 m/s2 in base all’altezza di sollevamento e alla stabilità della catena portacavi
E2 catene chiuse
capitolo 6
Tel.
Corsa max:
+39 - 039 - 59 06 1
appese o in piedi possono effet-
Installazione con posa a "zig-zag"
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Le catene portacavi verticali
Grazie alla modularità delle catene portacavi igus®, in caso di spazio limitato, è possibile anche un montaggio
non convenzionale. Un esempio è l'applicazione in teatri con scene mobili dove è necessario movimentare
numerosi cavi e condotti in spazi ridotti. La foto ed i disegni che seguono illustrano la catena portacavi
installata con posa a "zig-zag". In questa applicazione, quando la catena è "raccolta" giace in un "cesto"
sotto al palcoscenico, quando il sipario si apre verso l'alto la catena portacavi si alza in modo silenzioso.
Serie indicate per
Per applicazioni di questo tipo consultate i tecnici igus®.
applicazioni "zig-zag":
E4/4
capitolo 7
Con le catene portacavi del sistema E4 si possono realizzare soluzioni con
Soluzione ad ingombro ridotto,
posa a zig-zag, in modo rapido e conveniente. Interpellate i tecnici igus®
per altezze anche oltre 20 m
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.21
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni Verticali in piedi
catene portacavi
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
igus® sistemi per
Per le applicazioni verticali in piedi
si consiglia l’uso di attacchi fissi!
Catene chiuse in applicazione verticale in piedi con supporto delle prime maglie R68 E2 catene chiuse
I cavi e i tubi si devono muovere
Attacchi
liberamente in catena portacavi
Per impedire che la catena portacavi si sbilanci verso
e devono essere autoportanti
l’esterno, gli attacchi devono essere fissi. Il programma igus® offre, per quasi tutti i tipi di catena
portacavi, attacchi fissi oppure oscillanti da un lato.
I più adatti per questo genere di applicazioni sono
Robbiate (LC)
igus® S.r.l.
i KMA, che permettono un rapido fissaggio frontale.
Cavi e tubi
Cavi e tubi devono essere posati in modo da potersi
muovere in direzione longitudinale. Per una migliore
posa dei cavi si consiglia di utilizzare i componenti
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
per la separazione interna igus®. I cavi devono essere
1.22
Attacchi fissi KMA con possibilità d’installazione
fissati alle due estremità della catena portacavi per
frontale. In figura la Serie 4040 Sistema E4/4
diminuire le tensioni.
Serie indicate per
applicazioni verticali in piedi
Applicazioni verticali in piedi: possibilità d’impiego
E4.1
capitolo 7
Corsa massima - senza supporto
≈4m
E4/00
capitolo 7
Corsa massima - con supporto delle prime maglie
≈6m
E4/4
capitolo 7
Corsa massima - con supporto completo
≈ 20 m
E2/000
capitolo 5
v max (in funzione della corsa e del carico addizionale)
20 m/s
E2 catene chiuse
capitolo 6
a max (in funzione della corsa e del carico addizionale)
50 m/s2
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni Verticali in piedi
In caso di corse elevate si
l’altezza ed il peso dei condotti
sono particolarmente elevati si
consiglia di supportare la catena
portacavi per l’intero percorso.
Se sono previste accelerazioni
Progettazione
maglie siano supportate. Quando
Verticale in piedi
consiglia che almeno le prime tre
trasversali è necessario che la
catena portacavi sia supportata
e guidata secondo la direzione
per elevate accelerazioni trasversali
Accelerazioni trasversali
Se sono presenti accelerazioni trasversali è necessario che la catena portacavi
Esempio di catena portacavi
sia guidata esternamente al raggio. Date le molteplici possibilità d’impiego
verticale in piedi supportata solo
in termini di carichi addizionali, corse, tipi di catena portacavi e raggi di
per le prime maglie (a destra con
curvatura, rimaniamo a disposizione per consigliarVi nella scelta e
canale di guida ad U, a sinistra
suggerirVi la soluzione che meglio risponde alle Vostre esigenze.
con supporto normale).
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Catena chiusa supportata con canale ad "U"
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
dell’accelerazione stessa.
Movimenti combinati
Con le catene portacavi igus® è possibile eseguire movimenti combinati in
direzione verticale ed orizzontale, risparmiando parti costruttive.
Catene portacavi igus® per movimenti combinati
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.23
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni Applicazioni a 90° Appoggiate su un lato
catene portacavi
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
igus® sistemi per
Il montaggio a 90° viene consigliato soprattutto quando lo
spazio in altezza è limitato
Catena portacavi chiusa Sistema E4/light a diretto contatto con trucioli
Valori indicativi della lunghezza
Corse brevi con e senza supporto
autoportante a 90° su richiesta -
Le catene portacavi igus® consentono l’impiego in autoportanza anche quando vengono montate a 90°.
Le lunghezze possono aumen-
In questo caso la lunghezza autoportante della catena portacavi dipende dai seguenti fattori:
tare supportando alcune maglie
condotti
Larghezza della catena portacavi
Raggio di curvatura
Peso dei
Parallelismo dell’impiego
subito dopo l’attacco
La lunghezza autoportante é inversamente proporzionale al carico addizionale. Lavorando di lato, una
maglia più larga comporta una maggiore stabilità dell’intero apparato. Allo stesso modo raggi di curvatura
stretti aumentano la stabilità. Viceversa un movimento su due assi riduce la lunghezza autoportante. Per
applicazioni con carichi ridotti è sufficiente il fissaggio normale con attacchi standard. Quando il peso dei
condotti e la lunghezza autoportante sono elevati, la catena portacavi deve essere provvista di supporto
totale o parziale. Date le molteplici possibilità applicative, Vi preghiamo di richiedere la nostra consulenza
Robbiate (LC)
igus® S.r.l.
per il Vostro caso specifico.
Serie E4/4 con
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
supporto parziale
1.24
Catena autoportante Sistema E4
Catena portacavi appoggiata su un lato completamente supportata Sistema E4
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
10
Per le applicazioni a 90°, ap-
8.0
poggiate su un lato si consiglia
l’uso di attacchi fissi
7.0
140/142
R188
6.0
5.0
26/27
340/350
R58/R68
30/35/36
4.0
28/38
R77/R78
Appoggiata su un lato
40/50/R88/R98
600/640
9.0
Progettazione
Carico addizionale [kg/m]
Applicazioni Applicazioni a 90° Appoggiate su un lato
3.0
200/240/250
20/25
332.50
1500
2000
2500
La separazione igus® offre una
soluzione sicura anche in
Le lunghezze riportate possono aumentare supportando alcune maglie subito dopo l’attacco
presenza di grossi tubi idraulici
Per le altre serie contattateci.
Corsa lunga in scorrimento
Con le catene portacavi igus® appoggiate su un lato ed una guida adeguata è possibile realizzare corse
Tel.
di oltre 100 m. Le catene sono costruite in modo da poter scorrere sulle parti laterali (montanti). La controsuperficie di scorrimento può essere in materiale plastico, acciaio inox oppure acciaio zincato, a seconda
Fax +39 - 039 - 59 06 222
10
06/07/09/14
1.0
0.5
11/15/17
05
0
0
250
500
1000
Lunghezza totale della catena portacavi [mm]
+39 - 039 - 59 06 1
2.0
della velocità e della durata richieste. Le catene igus® non richiedono cuscinetti a rulli o a sfera ne’ altri
elementi di scorrimento. Il disegno sottostante mostra un esempio di canale guida.
Cavi e tubi
Cavi e tubi vengono guidati grazie alla catena portacavi, in cui devono potersi muovere liberamente.
La separazione modulare igus® comprende tutta una serie di componenti atti a disporre adeguatamente
i condotti al fine di aumentare la vita del sistema. I tecnici igus® sono a disposizione per un’analisi
dettagliata della vostra applicazione.
A
C
Cavi posizionati con l’uso
di separatori e distanziatori
D
B
A-B
C-D
Serie indicate per applicazioni a
90° appoggiate su un lato
Esempio di canale di guida per corse lunghe con catena portacavi appoggiata su un lato
Altre informazioni ed esempi applicativi
E4.1
capitolo 7
E4/00
capitolo 7
E4/4
capitolo 7
E2 catene chiuse
capitolo 6
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.25
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni Moto rotatorio
1. Moto rotatorio con twisterchain®
catene portacavi
igus® sistemi per
I moti rotatori possono essere realizzati con quasi
Le possibilità di montaggio 2 e 3
tutte le catene portacavi del programma igus®. La
per movimento rotatorio occu-
twisterchain® è particolarmente indicata in caso di
pano più spazio. Per la variante 3
spazio ridotto, ad esempio alla base di robots, tavole
le guide di scorrimento possono
rotanti, ecc.
essere in acciaio, inox o plastica.
canali consultate il paragrafo sulle
2. Moto rotatorio con
catene portacavi standard
applicazioni con catena a 90°.
La fotografia a lato mostra la soluzione per un
Per maggiori informazioni sui
movimento rotatorio con catena portacavi standard
Il raggio di curvatura, il raggio della
(ossia che si piega in una sola direzione). Questa
circonferenza e la lar-ghezza della
soluzione è possibile quando c’è molto spazio e gli
catena portacavi sono variabili.
angoli di rotazione sono limitati ad un massimo di
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
450°. Per questa soluzione possono essere usati
tutti i modelli di catene portacavi igus®.
Moto rotatorio su una catena portacavi standard
3. Moto rotatorio con
catene portacavi "RBR"
RBR sta per "raggio di curvatura reversibile", e
significa che la catena portacavi può flettere in due
parte fissa
direzioni. Quasi tutte le catene portacavi igus®
parte
mobile
possono essere realizzate con RBR, ad eccezione
di alcuni raggi delle catene chiuse dalla R117 alla
R9850 e la Serie zipper. Il raggio di curvatura
fine
corsa
reversibile non deve essere necessariamente uguale
a quello normale. Per esempio il codice articolo
280.15.100/425.0 identifica una catena portacavi
di curvatura standard BR = 100 mm e con raggio
cazioni con moto rotatorio
di curvatura reversibile RBR = 425 mm. E’ così
Robbiate (LC)
Serie indicate per appliTutte le catene "RBR"
possibile effettuare movimenti rotatori. Sono
twisterchain®
capitolo 2
realizzabili anche rotazioni di 540°. Nelle foto alcuni
Sistema E4
capitolo 7
E2/000
capitolo 5
esempi di catene RBR, interpellateci in merito.
Sistema E4/4 serie 5050 Moto rotatorio su gru portuale
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus® S.r.l.
serie 280, con larghezza interna 150mm, con raggio
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
igus
E-mail: [email protected]
igus
Internet: www.igus.it
igus
igus
1.26
igus
igus
igus
Catena portacavi standard
3500.075.200.0, angolo di
rotazione 225°
Sistema E2 medium con raggio RBR per rotazione di 360° alla base di un robot
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Applicazioni Moto rotatorio
Canali di guida
Molte catene portacavi igus®
zincato o inox. Per applicazioni con frequenze di lavoro
sono disponibili con raggio di
elevate è necessario munire il canale di una barra di
curvatura reversibile "RBR";
scorrimento in materiale plastico. Le catene igus non
per maggiori informazioni con-
necessitano di elementi di scorrimento supplementari
sultate i relativi paragrafi.
®
né sul fondo né alle pareti. Siamo in grado di offrirvi
sistemi completi con canali di guida e/o di sottoporvi
i disegni con cui potrete realizzarli voi stessi.
Esempio:
10.4.075/220
Tutte le catene triflex® ed alcune altre Serie sono
RBR
disponibili con raggio di curvatura reversibile. Per tutti
Raggio
gli altri modelli l’RBR comporta invece una lavorazione
Larghezza
Serie
Canali di guida per
movimento rotatorio
Movimento rotatorio possibilità d’impiego:
Angolo di rotazione = 540°
v max = 10 m/s
+39 - 039 - 59 06 1
con raggio "RBR" easy triflex®/triflex®.
Tel.
apposita. Catene portacavi igus® disponibili di Serie
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Programma di fornitura
Moto rotatorio
lavoro, si possono impiegare canali di guida in acciaio
Progettazione
In base alle caratteristiche operative e all’ambiente di
a max = 20 m/s2
Moto rotatorio con punto mobile
interno. catena portacavi "RBR"
Sistema E4, diametro 6 m
Lista delle catene portacavi disponibili di Serie con raggio "RBR"
Art.
Serie/Capitolo Art.
Serie/Capitolo Art.
Serie/Capitolol
I cavi chainflex® con rivesti-
03.05.10/70
E2 micro
5 10.4.028/028
E2 mini
5 40.00.200/200
E4/0
12
mento esterno in TPE sono parti-
05.16.018/018
E2 micro
5 10.4.038/600
E2 mini
5 40.00.240/240
E4/0
12
colarmente idonei ad applicazioni
06.20.018/018
E2 micro
5 10.4.048/048
E2 mini
5 40.00.250/250
E4/0
12
con catene portacavi RBR
06.30.018/018
E2 micro
5 10.4.048/400
E2 mini
5 40.00.300/300
E4/0
12
In applicazioni RBR i fissacavi
06.64.018/018
E2 micro
5 10.4.075/220
E2 mini
5 40.00.350/350
E4/0
12
vanno posizionati solo sul punto
10.1.028/028
E2 mini
5 1500.038.075/450.0 E2/000
5 40.00.400/400
E4/0
12
mobile
10.1.038/600
E2 mini
5 2400.09.055/250
E2/000
5 40.00.500/500
E4/0
12
10.1.048/048
E2 mini
5 250.05.060/060
E2 med.
12 5050.00.150/150
E4/4
10.1.075/220
E2 mini
5 250.07.060/060
E2 med.
12 B15i.050.100/460 E2 mini
10.2.028/028
E2 mini
5 27.07.075/300
E2 med.
12 E/Z14.1.038/038
easy chain® 3
Le Serie indicate in tabella sono
10.2.038/600
E2 mini
5 2700.15.150/090
E2/000
5 E/Z14.2.038/038
easy chain® 3
disponibili come standard a
10.2.048/048
E2 mini
5 27i.12.125/400.0
E2 med.
12 E/Z14.3.038/038
easy chain® 3
magazzino. Quasi tutte le altre
10.2.075/220
E2 mini
5 28.00.063/063
E4/0
12 E/Z14.3.075/075
easy chain® 3
catene portacavi igus® possono
10.3.028/028
E2 mini
5 38.00.125/125
E4/0
12 E/Z14.4.038/038
easy chain 3
essere realizzate con "RBR",
10.3.038/600
E2 mini
5 40.00.135/135
E4/0
12 TE14.50.028/028
snapchain
3
interpellateci qualora intendiate
10.3.048/048
E2 mini
5 40.00.150/150
E4/0
12 TE26.120.063/063 snapchain
3
utilizzare una catena portacavi
10.3.075/220
E2 mini
5 40.00.175/175
E4/0
12
Configurazione online delle catene RBR
7
5
®
che non compare in tabella.
www.igus.it/configuratore-rbr
1.27
Progettazione
dei sistemi igus®
Regole generali Disposizione di cavi e tubi
Regole generali - Per
la posa di cavi e tubi
in catena portacavi
catene portacavi
igus® sistemi per
Regole per:
Diametri massimi
Il grosso vantaggio dei sistemi igus®
dei condotti
è la possibilità di inserire cavi elettrici,
Separazione interna
tubi idraulici e pneumatici in un’unica
Raggio di curvatura
catena portacavi. Con lo studio
dell’applicazione si può realizzare
Lo spazio di riserva minimo per
la separazione ottimale dei condotti.
cavi elettrici è del 10%, per tubi
In condizioni non gravose è possibile
idraulici è del 20%
anche inserire cavi, tubi ed altri
condotti nello stesso scomparto.
Ai fini della durata del sistema è
determinante, oltre alla qualità dei
disposizione all’interno della catena
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
condotti usati, anche la loro corretta
In quest’esempio i condotti idraulici e quelli elettrici
portacavi. Grazie alle innumerevoli
(nella parte chiusa della catena portacavi) sono separati
possibilità offerte dalla separazione
modulare igus®, si può individuare
la soluzione ideale per ogni singola applicazione. Attenersi a regole generali come "non riempire la catena portacavi
per più dell’80% dello spazio totale", è sempre valido ma, data la complessità delle applicazioni odierne, non è
sufficiente. Per questo motivo la igus® offre un servizio di consulenza tecnica per dimensionare e verificare la Vostra
applicazione. Trasmetteteci l’elenco di tutti i condotti che vanno inseriti in catena portacavi: riceverete la nostra
proposta dettagliata.
Ba
Bi
hi
ha
Diametri massimi dei condotti
L’altezza interna della catena portacavi si determina sulla base del diametro del condotto più voluminoso,
a cui si aggiunge uno spazio di riserva del 10% per cavi elettrici tondi e del 20% per tubi idraulici. Una
Robbiate (LC)
igus® S.r.l.
catena portacavi è dimensionata correttamente se ogni cavo ha anche uno spazio di riserva laterale. In
In ogni capitolo è indicato il
funzione del tipo di condotti, dei dati dinamici della vita richiesta del sistema, in qualche caso é opportuno
diametro massimo dei condotti
considerare un ulteriore margine di sicurezza, viceversa in casi particolari è possibile ridurlo. Contattateci
ammissibile per quella Serie
per maggiori informazioni.
Separazione interna
della catena portacavi
Condotti di diametro diverso vanno
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
separati. La divisione viene effet-
1.28
tuata a mezzo di appositi separatori. I cavi e tubi in nessun caso
devono avere la possibilità di
accavallarsi. Per questo motivo
lo spazio libero in altezza, in uno
scomparto che contenga due o
più condotti affiancati con
diametri simili, non deve essere
Condotti posati in modo ordinato
superiore al 50% del diametro
Il sistema modulare igus® si presta
grazie alla separazione interna
del cavo.
ad innumerevoli configurazioni
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Regole generali Disposizione di cavi e tubi
Regole generali
I condotti devono essere posati e fissati in modo
Regole generali:
D1
D2
da potersi muovere liberamente in direzione
d1
longitudinale senza generare tensioni a carico della
D1 + D2 > 1,2 x hi
d2
D1 + D2 > 1,2 x hi
Se D1 + D2 > 1,2 x l’altezza
d1 + d2 ≤ 1,2 x hi
sovrapposizione dei condotti. A questo scopo si
interna della catena portacavi,
impiegano appositi ripiani. I valori di riferimento sono i
non è necessario utilizzare
separatori. Due cavi non devo-
seguenti: Velocità di scorrimento superiore a 0,5 m/s;
oltre 10.000 cicli di lavoro/anno. La separazione interna
10% min 2 mm
no mai avere la possibilità di
igus® offre una sicura soluzione anche in queste
10% 10%
min 1 mm min 1 mm
sovrapporsi e/o accavallarsi.
situazioni.
Cavi e tubi
cicli di lavoro sono elevati, bisogna evitare la
Progettazione
Regola 1:
catena portacavi. Se la velocità di scorrimento ed i
d1 + d2 ≤ 1,2 x hi
Indicazioni per la
separazione dei condotti
uniformemente all’interno della catena portacavi. Cavi
bisogna montare un separa-
e tubi con differenti rivestimenti esterni devono essere
tore o un ripiano modulare per
adeguatamente separati per evitare usure precoci. Tutti
ridurre l’altezza interna. Si evita
10% min 2 mm
i cavi igus® possono essere accostati senza problemi.
così il rischio di accavallamento
Tutti i condotti devono essere fissati mediante gli appositi
fra i cavi.
fissacavi all’estremità mobile della catena portacavi.
10%
min 1 mm
Quando possibile, si consiglia di fissarli anche nel punto
10%
min 1 mm
fisso. L’unica eccezione è costituita dai tubi idraulici
Spazio minimo di riserva
e dai tubi ad alta pressione. (Vedere "tubi idraulici").
necessario per vari tipi di condotti
In generale maggiori sono la velocità e la frequenza
Cavi elettrici tondi: 10 %
di lavoro, più è importante provvedere a una posa
Cavi elettrici piatti: 10 %
corretta dei condotti. Consultateci per tutti i
Pneumatica: 5 -10%
chiarimenti opportuni.
Spazio di riserva necessario
Idraulica: 20 %
per cavi elettrici tondi
Tubi in genere: 15 - 20 %
Tel.
interna della catena portacavi,
d1 + d2 ≤ 1,2 x hi
+39 - 039 - 59 06 1
Se d1 + d2 ≤ 1,2 x l’altezza
Il peso dei condotti deve essere distribuito
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Regola 2:
Attenzione : Non riempire le
catene portacavi per più
dell’80% dello spazio totale
Raggio di curvatura R
Il raggio di curvatura della catena portacavi dipende da quello del condotto più grosso o più rigido al suo
interno. Esso viene individuato sulla base delle specifiche dei condotti utilizzati. Un raggio di curvatura
raggi di curvatura minimi dei
R
R
del sistema. Le indicazioni sui
R
maggiore fa aumentare la durata
condotti si riferiscono al loro
impiego nel range di temperatura
indicato. Contattate il vostro
Raggio di curvatura R
fornitore per maggiori dettagli.
Vi
consigliamo
l’uso
del
sistema completo igus , dove
®
i raggi di curvatura e la disposizione di cavi e tubi, il dimensionamento e la separazione
interna sono studiati in modo
da garantire la massima durata.
Il programma igus® prevede fino a 12 diversi raggi disponibili a
Contattateci per avvalervi della
Cavi chainflex® - anche per raggi
magazzino. Foto: progetto per il ponte Storebaelt in Germania
garanzia igus® sul sistema.
di curvatura ridotti, inferiori a 4 x d
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.29
Progettazione
dei sistemi igus®
Regole generali Disposizione di cavi e tubi
Cavi elettrici tondi
catene portacavi
igus® sistemi per
L’uso di cavi elettrici a sezione tonda rappresenta
Su richiesta forniamo il sistema
una soluzione sicura, modulare e conveniente per
preassemblato, che identifichiamo
i sistemi portacavi. In fase di scelta dei cavi tondi Vi
con il nome readychain®: Catena
consigliamo di osservare i seguenti suggerimenti:
portacavi, cavi, preassemblaggio.
Maggior durata in raggi ristretti
Stima di durata
I raggi di curvatura di tutti i cavi e
per le Vostre applicazioni (corse brevi, corse lunghe,
tubi sono ottimizzati e coordinati
corse appese, ecc..)
l’uno nell’altro.
specifico (corse brevi o lunghe, appese, ecc.)
Durata nel Vostro caso
Valori di riferimento per la durata ottenuti tramite
prove concrete
Facilità e velocità d’installazione
Possibilità di ancorare gli elementi fissacavi
all'attacco della catena portacavi
Schermature
resistenti alle flessioni per cavi schermati
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
Rivestimenti esterni resistenti all’abrasione e senza
effetto adesivo
Ampia gamma di cavi a catalogo,
per evitare costosi modelli speciali. Per cavi bus e
Cavi accavallati, risultato dell’-
Laboratorio igus®: sviluppo e
ottici bisogna fare attenzione che i dati relativi alla
errata disposizione degli stessi
prove continue sui cavi chainflex®
trasmissione e l’effetto della schermatura rimangano
in catena portacavi
inalterati dopo milioni di corse con il raggio minimo
di curvatura.
Indicazioni per il montaggio
ed il fissaggio di cavi tondi
1
I cavi devono essere posati senza torsione. Se
arrotolati su bobine o avvolti a matassa, devono
essere srotolati diritti. I chainflex® sono invece pronti
per la posa: non è necessario tagliarli o tenderli
prima del montaggio.
2
3
Dopo la posa devono avere agio in direzione
longitudinale.
liberamente nel raggio di curvatura. Ciò va
Robbiate (LC)
igus® S.r.l.
I cavi vanno posati in modo da potersi muovere
verificato a catena portacavi completamente estesa,
ossia quando sviluppa tutto il tratto superiore.
4
Quando si installano numerosi cavi di diametri
differenti è importante provvedere alla sepa-
razione interna della catena portacavi. E’ fondamentale che i cavi non si accavallino fra loro.
5
Cavi e tubi con differenti rivestimenti esterni
devono essere adeguatamente separati per
evitare usure precoci. I chainflex® possono essere
accostati fra loro senza problemi.
6
I cavi vanno assicurati mediante fissacavi a
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
entrambe le estremità della catena portacavi,
1.30
o quantomeno a quella mobile. Generalmente la
distanza fra punto di fissaggio e tratto terminale del
segmento mobile dev’essere di almeno 10-30 volte
il diametro del condotto. I cavi chainflex®, al contrario,
possono essere fissati direttamente all’attacco.
I cavi devono essere posati in modo da potersi
muovere liberamente nel raggio di curvatura
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Regole generali Disposizione di cavi e tubi
Tubi pneumatici
stesse regole illustrate per i cavi tondi. I tubi sono
La gamma igus® comprende
meno soggetti a usura. In caso di necessità, ed a
i tubi pneumatici flessibili
condizione che siano fissati a entrambe le estremità,
"chainflex® Air" in PUR
Progettazione
è possibile posarli lasciando uno spazio di riserva
inferiore al 10%. Viceversa per tubi in gomma si
consiglia di mantenere lo spazio minimo del 10%
in quanto, con questo rivestimento, tendono ad
incollarsi tra loro o con altri cavi.
Cavi e tubi
In linea di massima per i tubi pneumatici valgono le
Sistema portacavi preassemblato con tubi
I cavi piatti devono potersi muovere liberamente nel
Cavi elettrici piatti - In caso di
raggio di curvatura. I condotti affiancati vanno suddivisi
cavi con rivestimento esterno in
a mezzo di appositi separatori. Se vengono disposti
gomma occorre una progetta-
uno sopra l’altro, è opportuno impiegare un ripiano
zione accurata del sistema a
intermedio. Condotti piatti e tondi devono essere
causa dell'elevata abrasione.
posati separatamente nella catena portacavi. Anche
per i cavi piatti si rende necessario provvedere ad un
Cavi piatti e tubi pneumatici in catena portacavi
ultimi si possono utilizzare solo previa verifica della
suddivisi mediante la separazione modulare
specifica applicazione.
Tel.
corretto fissaggio ad entrambe le estremità. Questi
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Cavi elettrici piatti
+39 - 039 - 59 06 1
pneumatici sia affiancati che sovrapposti
Tubi idraulici
Progettando un sistema portacavi in cui debbano essere
inseriti dei tubi idraulici, si dovrà verificare e tenere conto
della dilatazione lineare e radiale che gli stessi subiscono
quando vanno in pressione. In fase di scelta dei tubi si deve
controllare che presentino una sufficiente flessibilità, ossia
che possano essere curvati con il raggio previsto per la
catena portacavi. E’ inoltre importante che la superficie del
tubo sia liscia e resistente all’attrito. Tutti i traversini e i ripiani
igus® riducono l’attrito dal momento che presentano una
superficie d’appoggio ampia, smussata e liscia.
Normalmente i tubi con treccia in materiale tessile sono
più flessibili di quelli con treccia in fili d’acciaio. Dal momento
Una catena portacavi igus® guida dei tubi
che l’eventuale spostamento trasversale del tubo in catena
idraulici su una scortecciatrice per alberi
portacavi può provocare una maggiore usura, è importante
delimitare uno spazio ben definito con il giusto agio mediante separatori verticali. Si dovranno utilizzare gli speciali separatori
I tubi idraulici hanno bisogno di
"di bloccaggio" a tenuta ed i "distanziatori", che impediscono lo spostamento dei separatori. In questo modo il tubo avrà
uno spazio di riserva pari al 20%
uno spazio all’interno della catena portacavi, che rimarrà inalterato anche in presenza di forti vibrazioni e urti.
Elementi fissacavi - E’ importante tener presente che in genere i tubi idraulici, andando in pressione, sono
sottoposti a colpi d’ariete. Per questo motivo è importante che, dovendoli fissare alle estremità, si provveda a calcolare
la lunghezza addizionale necessaria. Nella maggior parte dei casi è sufficiente fissare il tubo solo all’estremità mobile della
catena portacavi.
Rollclip - Nella maggior parte dei casi la superficie ampia, smussata e liscia di tutte le catene portacavi igus
®
é tale
da proteggere i tubi idraulici dall’abrasione. In casi particolari, ad esempio con rivestimenti molto morbidi, raggi di curvatura
stretti e/o carichi dinamici elevati, si consiglia l’uso dei Rollclip igus®, grazie ai quali il tubo viene a contatto con dei rullini
in materiale plastico che diminuiscono l’attrito. Secondo la nostra esperienza, più del 95% delle applicazioni possono
essere effettuate senza ricorrere ai Rollclip.
Altre informazioni ed esempi applicativi
igus® Rollclip
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.31
Progettazione
dei sistemi igus®
Elementi fissacavi chainfix
Fissaggio di cavi elettrici
catene portacavi
igus® sistemi per
Come elementi di fissaggio si
E’ indispensabile che i condotti
possono adottare i fissacavi chainfix
siano fissati perlomeno in corrispon-
del programma standard igus®
denza del punto mobile - per la
abbinandoli al profilo a "C" integrato
massima durata si consiglia il
all’attacco, riducendo così gli spazi
fissaggio ad entrambe le estremità
di montaggio. Sono disponibili
della catena portacavi.
anche i pettini per un rapido
ancoraggio dei cavi stessi. La
Informazioni dettagliate su tutti
soluzione ideale è quella di fissarli
gli elementi fissacavi igus®
a entrambe le estremità della catena
capitolo 10
portacavi. Viceversa in molti casi è
sufficiente assicurarli alla sola parte
mobile: consultateci per maggiori
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
dettagli.
Fissacavi integrati nell’attacco "KMA" con profilo a "C"
Distanza minima tra il punto di fissaggio
ed il tratto iniziale del segmento mobile
Test di laboratorio e applicazioni reali hanno dimostrato che il fissaggio dei cavi in corrispondenza dell’estremità
del segmento mobile non compromette la durata dei chainflex®. E’ possibile infatti integrare il fissacavo
sull’attacco della catena portacavi. Questa opportunità, fattibile con quasi tutte le catene del programma
igus® S.r.l.
Robbiate (LC)
Internet: www.igus.it
E-mail: [email protected]
igus®, consente un significativo risparmio di spazio.
1.32
Montaggio ideale dei cavi in catena portacavi. I cavi chainflex® possono essere fissati direttamente
all’attacco della catena portacavi: non necessitano infatti di una distanza minima dal raggio di curvatura
chainfix integrati all’attacco KMA utilizzati per cavi e tubi
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Elementi fissacavi chainfix
Progettazione
dei sistemi igus®
Staffe chainfix
Altezza ottimizzata per un minore ingombro
Lunga durata anche
con stress elevati grazie agli elementi di tenuta
Integrabili agli
Piede
dal design perfezionato per un montaggio facilitato nel profilo a "C"
Componenti verniciati per un’estetica più gradevole
Rapido
serraggio dei cavi a mezzo di una chiave a brugola
Verso
d’installazione chiaramente identificabile
Progettazione
montaggio - possibilità di forniture in sistemi precablati
Elementi fissacavi
attacchi KMA - ottimo sfruttamento dello spazio e rapidità di
Pettini tradizionali
I pettini tradizionali vengono fissati a incastro sul fondo dell’attacco;
Lunga durata dei cavi
Minimo ingombro
Integrabili al profilo a
C degli attacchi KMA
Ad incastro nel profilo a C
Per un fissaggio rapido, senza impiego di viti, possono essere
utilizzati i pettini 3050.ZC e 3075.ZC integrabili ad incastro nel profilo
a C. I pettini sono amovibili facendo leva con un cacciavite.
+39 - 039 - 59 06 1
Rapidità d’installazione. Il pettine fissacavi non
necessita di ulteriore ancoraggio se montato sugli attacchi igus®.
Tel.
Caratteristiche:
Fax +39 - 039 - 59 06 222
i cavi e i tubi vengono assicurati a mezzo di apposite fascette.
Elementi fissacavi modulari
Le clip chainfix sono elementi fissacavi in materiale plastico composti
da un’unità di supporto, che ne costituisce la base, e da componenti
a clip appositamente sagomati, tali da accogliere cavi con diametri
da 4 a 24 mm. Le unità di supporto vengono fissate a incastro nel
profilo a "C"; in alternativa possono essere ancorate direttamente
alla macchina a mezzo di viti. Caratteristiche:
senza l’ausilio di attrezzi
Montaggio rapido
Possibilità di sovrapporre fino a tre cavi
Possibilità di staccare e riposizionare singolarmente le clip
Ottima resistenza alla trazione nel montaggio ad un piano
chainfix Nuggets - per
profilo a C e per guide DIN35
Soluzione 1: Fissaggio a clip nel profilo a C, per cavi fino a Ø 30 mm
Soluzione 2: Fissaggio a clip in guide DIN35
senza necessità di ulteriori attrezzi
profilo a C
Per guide profilate per morsetti DIN35
basta un cacciavite
Ingombri ridotti
Facile e veloce,
Per tutti gli attacchi KMA con
Facili da montare,
Staccabili e riposizionabili singolarmente
Basta semplicemente stringere le fascette
Separatori con fissacavi
Integrabili agli attacchi
Separatori posizionabili a piacere
Possibilità di fissare fino a 2 cavi
Disponibili per diverse serie
Montaggio rapido, economico
Soluzione economica
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.33
Progettazione
dei sistemi igus®
Condizioni ambientali Materiale igumid
igumid G / GLW e ambiente di lavoro
catene portacavi
igus® sistemi per
Il materiale di realizzazione delle catene portacavi igus®
Condizioni ambientali:
Fuoco
Radiazioni
Agenti atmosferici
Temperature
Ambienti antideflagranti
Vuoto
Trucioli caldi
Sporco, polvere
Ambienti asettici
Prodotti chimici
deve resistere a pressione e trazione, attrito ed abrasione,
deve garantire un comportamento pressoché invariato
alle basse ed alle alte temperature ed essere adatto
all’impiego all’esterno. Il compound igumid G / GLW
soddisfa tutte queste esigenze. La varietà di ambienti
in cui vengono usate le catene igus®, dalle celle frigorifere
alle acciaierie, ne è prova. In casi specifici siamo in
grado di offrire soluzioni con materiali speciali: contattateci
per maggiori informazioni.
Stabilimento: sistema automatico di miscelazione
Infiammabilità - igumid G / GLW
e convogliamento del materiale igumid G / GLW
Le caratteristiche di non propagazione degli incendi
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
del materiale igumid G / GLW sono certificate
attraverso le seguenti classificazioni. Prova VDE 0304
parte 3/5.70, classificazione: Ilc. Prova "UL94 Standard Test for Flammability of Plastic Materials
for Parts in Devices and Appliances"; classificazione:
IIc 94HB con 3,2 e 1,6 mm di spessore del corpo.
Prova DIN 4102 "comportamento alla fiamma di
materiali e componenti"; classificazione: materiale
di classe B2. Per esigenze specifiche, ad esempio
catene non propaganti l’incendio UL V2 o UL V0,
contattateci. Tutte le catene igus®, fatta eccezione
igumid G / GLW:
per le easy chain® e la Serie 14, sono realizzate in
UL 94 HB
igumid G / GLW.
igumid NB:
igumid G / GLW ha la classificazione UL 94
Infiammabilità - igumid NB
UL 94 V2 standard
UL 94 V0 su richiesta
HB, mentre igumid NB ha la UL94-V2.
Le easy chain® e la Serie 14 sono realizzate in
Classificazione V0 su richiesta
materiale igumid NB non propagante l’incendio, con
le seguenti caratteristiche:
94 - V2
DIN 4102 infiammabilità del materiale: B2
Consultateci per l’eventuale fornitura di catene in
Robbiate (LC)
igus® S.r.l.
IIb
Classificazione: UL
VDE 0304 Parte 3-5.70; classificazione:
materiale V0.
Agenti atmosferici e
resistenza alle temperature
igumid G / GLW è adatto a lavorare all’aperto: le
caratteristiche meccaniche non vengono pregiudicate. Resiste inoltre ai raggi ultravioletti. Le catene
portacavi igus® possono essere usate in applicazioni
igumid G / GLW:
fino a -40°C. Per maggiore sicurezza, per eventuali
applicazioni a temperature al di sotto di -25°C,
Temperature operative:
Videocamera per riprese dal vivo ai giochi
interpellateci. Le catene igus® resistono ad una
da -40°C a +100°C
olimpici di Lillehammer: corsa di 75 m a -25°C
temperatura costante di 100°C. E’ opportuno tenere
presente che sia le proprietà meccaniche che la
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
Resistente ai raggi UV
1.34
durata diminuiscono.
Resistenza alle radiazioni
Il materiale igumid G / GLW resiste alle radiazioni.
Sottoposto a raggi gamma dell’ordine degli 8 x 104
rd, le sue caratteristiche meccaniche subiscono
solo una leggera variazione.
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Condizioni ambientali ESD e ATEX
In numerose applicazioni occoressere utilizzati in zone a rischio di
Altre informazioni e
esplosione,
certificazioni ESD/ATEX:
per
la
protezione ESD in aree di produ-
www.igus.de/atex-esd
zione particolarmente sensibili. Per
queste esigenze particolari, la igus®
ha sviluppato il materiale igumid®
ESD a conduttività elettrostatica
igumid ESD in colore grigio
garantita nel tempo. igumid ESD
RAL 7015 per riconoscimento
è un’evoluzione del materiale
immediato
Progettazione
nonché
Condizioni ambientali
rono materiali e prodotti adatti ad
igumid standard che sta lavorando
senza problemi da oltre 35 anni in
svariate applicazioni. Le catene
le caratteristiche meccaniche delle
rigidità simile, a seconda dell’applicazione, è possibile ottenere una maggiore lunghezza autoportante; le catene
portacavi ESD hanno inoltre una maggiore resistenza all’usura. Contrariamente agli strati conduttivi che dopo
un po’ perdono la conduttività, il materiale ESD, grazie
agli additivi antistatici integrati nel compound,
garantisce una conduttività duratura nel tempo. Un
ulteriore caratteristica è una migliore resistenza agli
agenti atmosferici.
Materiale igumid ESD per
l’impiego in zone a rischio di
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
Catene in materiale standard ed in più hanno capacità conduttive. Con un 15% in meno di densità e una
Fax +39 - 039 - 59 06 222
portacavi in materiale ESD hanno
esplosione e per la protezione
ESD in aree sensibili. Certificato dal PTB, conforme alle
direttive ATEX
Sistema E6 - Catene portacavi
ESD, senza perno e senza foro conduttività garantita nel tempo
Produrre catene portacavi adatte ad essere utilizzate
in zone a rischio di esplosione nonché per la
protezione ESD in aree di produzione particolarmente
sensibili è una delle priorità della igus®. Dal 1992 la
igus® produce catene portacavi nel materiale speciale
"igumid GC". Nel 1994 l’Ente federale per le
tecnologie fisiche PTB (Physikalisch-Technischen
Bundesanstalt) certificava questo materiale speciale
(modifica: 2002). Nonostante la conducibilità del
materiale GC, il comune collegamento delle catene
perno/foro non garantiva conducibilità nel tempo
secondo le normative vigenti. Ecco perché la igus®
ha deciso di progettare la catena portacavi E6-ESD..
Conduttività garantita nel tempo.
delle superfici di contatto.
Senza usura
Prodotto conduttivo
standard disponibile a magazzino. Test di durata
Classificazione
nel laboratorio igus ≥10 Milioni di cicli (ulteriori test
Classe 1 secondo SEMI E78-
su richiesta).
Con o senza attacchi - testato in
0998 ESD. Versioni con materiale
diverse condizioni di montaggio in base alle più
speciale ESD disponibili su
severe norme interne.
Il Fraunhofer-Institut IPA
richiesta: conduttività garantita
ha classificato la Serie E6 standard come "Livello
nel tempo grazie alla speciale
1" secondo normative SEMI E78-0998 ESD.
connessione con giunti elastici
®
Altre informazioni e certificazioni ESD/ATEX
www.igus.it/atex-esd
ATEX-ESD:
1.35
Progettazione
dei sistemi igus®
Condizioni ambientali Impiego in ambienti asettici
Catene portacavi standard per gli ambienti asettici - Sistema E6 e altre serie
L’usura già molto ridotta nelle catene portacavi igus®, può essere ulteriormente diminuita impiegando materiali speciali. In molte applicazioni dove
catene portacavi
igus® sistemi per
è necessaria un’estrema resistenza all’usura, risulta pertanto possibile l’impiego anche di catene portacavi. La igus® ha testato i propri sistemi per
catene portacavi sia per applicazioni in autoportanza che in corsa lunga. Principalmente negli ambienti asettici i sistemi per catene portacavi devono
essere estremamente resistenti all’usura. I test dell’IPA, istituto per le tecniche di produzione e l’automazione che determina l’idoneità dei materiali
e degli impianti di produzione per ambienti asettici, hanno confermano che le serie standard delle catene portacavi igus® rispondono ai requisiti per
gli ambienti asettici. Di conseguenza la igus® ha potuto utilizzare le sue catene anche in applicazioni in ambienti altamente sensibili (per esempio
microelettronica e farmaceutica).
L’istituto Fraunhofer IPA ha testato le catene igus® delle Serie E6 e E14 con i seguenti risultati:
ISO classe 1, secondo la DIN EN ISO 14644-1 per il sistema E3, Serie E3.15.040.075.0 con v = 0,5 m/s, 1 m/s, 2 m/s
ISO classe 1, secondo la DIN EN ISO 14644-1 per il sistema E6 - materiale speciale*, Serie E6.29.060.150.0.CR con v = 0,5 m/s, 2 m/s
ISO classe 3, secondo la DIN EN ISO 14644-1 per il sistema E6 - materiale standard, Serie E6.29.060.150.0 con v = 0,5 m/s, 1 m/s, 2 m/s
Test d’usura E6.29.050.055.0
Diagramma dei risultati - Serie E14.3.038.0
Diagramma dei risultati: Serie E6.29.050.055.0
Intensità campo elettrico [V/cm]
Test d’usura E14.3.038.0
Nr. di particelle >0,2μm al min
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Robbiate (LC)
igus® S.r.l.
Tel.
+39 - 039 - 59 06 1
ISO classe 2, secondo la DIN EN ISO 14644-1 per la serie easy chain® E14.3.038 con v = 1 m/s
Punto di misura
Tempo [min]
Valore di riferimento (dopo neutralizzazione) [V/cm]
1. Misura (4 Ore) [V/cm]
Punto di misura 1
Punto di misura 2
2. Misura (20 Ore) [V/cm]
3. Misura (28 Ore) [V/cm]
Punto di misura 3
Punto di misura 4
4. Misura (44 Ore) [V/cm]
5. Misura (48 Ore) [V/cm]
ISO Classe 2
Livello 1
secondo la DIN EN ISO 14644-1
per la Serie E14.3.038.0
secondo SEMI E78-0988 per le
Serie E14.3.038.0 e E6.29.050.055.0
E-mail: [email protected]
Internet: www.igus.it
Comparazione classificazioni
Classe sec. DIN
Equivalente
Equivalente
Catena portacavi
Velocità
EN ISO 14644-1
VDI 2083
US Fed.Std. 209E
Serie
[m/s]
ISO classe 1
non comparabile
non comparabile
E3.15.040.075.0
0,5 / 1,0 / 2,0
ISO classe 1
non comparabile
non comparabile
E6.29.060.150.0.CR*
0,5 / 2,0
ISO classe 2
non comparabile
non comparabile
E14.3.038.0
1,0
E6.29.060.150.0
0,5 / 1,0 / 2,0
ISO classe 3
classe 1
classe 1
ISO classe 4
classe 2
classe 10
ISO classe 5
classe 3
classe 100
ISO classe 6
classe 4
classe 1.000
ISO classe 7
classe 5
classe 10.000
ISO classe 8
classe 6
classe 100.000
*Versione ottimizzata per gli ambienti asettici
1.36
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
Progettazione
dei sistemi igus®
Condizioni ambientali Sporco, polvere, trucioli
Spruzzi di saldatura e trucioli caldi
Esperienza con:
costituiscono una protezione sicura sui robot di saldatura
Polvere, sporco, fango, compost,
e nelle macchine utensili. In alcune applicazioni, a
legno, fibre tessili, polvere di carta,
seconda delle quantità e delle dimensioni dei trucioli,
pasta abrasiva, refrigeranti, schegge
rimangono sulla catena portacavi dei segni di bruciatura.
di vetro, polvere di vetro, carbone in
La igus® propone in questi casi il proprio materiale
polvere, sabbia, corindone...e molte
igumid HT resistente ai trucioli anche incandescenti,
altre sostanze...
fino a 850°C. Su richiesta sono disponibili in igumid HT
le catene portacavi chiuse della serie E2 ed E4. Il
Condizioni ambientali
mostrato che le catene portacavi chiuse della igus®
Progettazione
Prove di laboratorio ed applicazioni reali hanno di-
materiale standard igumid G / GLW non è adatto per
il contatto diretto con grandi quantità di alluminio fuso.
Catene portacavi resistenti ai trucioli fino a
850 °C. Altre informazioni
www.igus.it/it/HT
Grazie al materiale di realizzazione ed alle caratteristiche
+39 - 039 - 59 06 1
costruttive, le catene portacavi igus® risolvono diverse
problematiche legate ad ambienti di lavoro particolari..
Vuoto
Le catene portacavi igus® in igumid G / GLW possono
essere utilizzate in applicazioni sottovuoto. Si assiste
ad un minimo rilascio di gas..
Tel.
Resistenza chimica
Il materiale igumid G / GLW resiste a carburanti,
Fax +39 - 039 - 59 06 222
Sporco, polvere, trucioli
lubrificanti, oli, grassi, alcool, chetoni, idrocarburi alifatici
e aromatici. Ossidanti e acidi sono invece dannosi.
Catena chiusa igus® in zona con caduta
La tabella
di trucioli su una macchina utensile
pagina 1.39 offre un estratto dei dati
sulla resistenza chimica del materiale. Su richiesta
siamo in grado di fornire catene particolarmente
resistenti agli acidi.
Resistenza ai refrigeranti
Le catene igus® hanno dimostrato ottima resistenza
ai refrigeranti. Siamo a disposizione per eseguire test
personalizzati e/o sviluppare applicazioni particolari.
Tabella della resistenza chimica
pagina 1.39
Le catene portacavi hanno dimostrato la loro robustezza; esempio in presenza di asfalto - serie R48
Serie indicate per applicazioni
con polvere, sporco, trucioli caldi
E4/4HD
capitolo 7
Sistema E4
capitolo 7
Impianto di compostaggio.
E2 catene chiuse
capitolo 6
Referenze disponibili a richiesta
E2/000
capitolo 5
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.37
Dati tecnici I tecnopolimeri igus®
Plastics for longer life® - innovazione con i tecnopolimeri
Alla igus® sviluppiamo continuamente nuovi materiali effettuando oltre 5000 prove e test di laboratorio all’anno su
compound autolubrificanti esenti da manutenzione. Punti chiave dei nostri test sono forze di tenuta, attrito, usura,
nonchè l’influsso dei diversi fattori quali sporcizia, temperatura, condizioni ambientali. I test sono effettuati sia sulle catene
portacavi che sui cavi, tubi idraulici e pneumatici e su tutti gli altri componenti del programma di produzione igus®. Tutte
queste esperienze ci hanno consentito di raggiungere un know-how molto vasto relativo ai materiali utilizzati e di creare
un’esauriente banca dati dedicata alle proprietà tribologiche dei polimeri. Questa banca dati ci permette oggi di supportarvi
nella scelta della catena portacavi più idonea alla vs. applicazione e di offrirvi una garanzia di funzionamento e durata.
Dati tecnici materiali igumid
Caratteristiche tecniche
Proprietà meccaniche
Carico di snervamento (secco/umido)
Allungamento alla rottura (secco/umido)
Modulo elastico (prova di trazione)
Limite di elasticità (in curvatura)
Resistenza alla flessione
Durezza Shore D
Proprietà generali
Densità
Assorbimento di umidità 23/50 RF
Max assorbimento di acqua
Proprietà elettriche
Resistività di massa
Resistenza di superficie ROA
Proprietà termiche
Temp. operativa minima
Temp. operativa massima
Temp. massima per breve durata
Certificazione dei materiali
Non propagante la fiamma UL94
Privo di silicone
Privo di alogeni
2002/95/EG (RoHS)
2002/96/EG (WEEE).
Colore
Colore, acc. RAL
Unità di
misura
MPa
%
MPa
MPa
MPa
–
Valori materiale Valori materiale Valori materiale Valori materiale Valori materiale
igumid G / GLW igumid NB
igumid ESD
igumid TE
igumid GE
190/130
004/006
9000/7000
7.8001)
2401)
791)
78/40
20/210
2900/1200
3.0001)
1201)
791)
*
*
*
9.5001)
2301)
831)
*
*
*
1.2901)
551)
721)
*
*
*
72001)
2001)
801)
g/m3
% in peso
% in peso
1,37
1,4
5,6
1,14
3,4
7,6
1,2
1,9
7,3
1,02
0,8
1,6
1,46
0,7
4
Ω*cm
Ω
>1011
>1011
>1011
>1011
<109
<109
>1011
>1011
>1011
>1011
°C / °F
°C / °F
°C / °F
-40°C / -40°F -40°C / -40°F -40°C / -40°F -40°C / -40°F -40°C / -40°F
100°C / 212°F 80°C / 176°F 80°C / 176°F 70°C / 158°F 120°C / 248°F
160°C / 320°F 170°C / 338°F 150°C / 302°F 140°C / 284°F 200°C / 392°F
–
–
–
–
–
–
HB
si
si
si
si
≈RAL9004
V-2
si
si
si
si
≈RAL9004
HB
si
si
si
si
≈RAL7015
HB
si
si
si
si
≈RAL9004
HB
si
no
si
–
≈RAL9004
* valori su richiesta
1.38 Altri informazioni ed esempi applicativi
www.igus.it/it/plasticsforlongerlife
Dati tecnici Resistenza chimica Colori e soluzioni speciali
Agente chimico
Concentrazione igumid
peso %
G /NB
Acetone
100
+
Acido formico (acquoso)
2
10
+
Ammoniaca (acquosa)
100
+
Benzina
100
+
Benzolo
100
Bitume
10
+
Acido borico (acquoso)
100
Acido butirrico
+
Cloruro di calcio (acquoso)
Sol.sat.
+
Idrocarburo clorato
–
Acqua di cloro
Sol.sat.
1
Acido cromico (acquoso)
100
+
Gasolio
30
Ferro II Cianuro
2
+
Acido acetico
+
Vernice
+
Grassi alimentari
+
Clorofluorocarburi
30
Formaldeide (acquosa)
+
Oli idraulici
10
+
Potassa liquida
Concentrazione igumid
peso %
G /NB
+
Carbonato di potassio (acquoso) 60
100
+
Solfato di potassio (acquoso)
100
+
Acetato di metile
+
Latte
+
Olio minerale
50
+
Carbonato di sodio (acquoso)
+
Olio alimentare
+
Olio lubrificante
100
+
Acido oleico
+
Olio di paraffina
100
+
Tricloroetilene
+
Resine poliesteri (con stirolo)
+
Gas propionico
+
Mercurio
pH2
Acido cloridrico
2
–
Acido cloridrico
10
–
Acido cloridrico
+
Coloranti
+
Vaselina
Acido tartarico
10
+
Solfato di zinco (acquoso)
Parametri di resistenza
Sol.sat.
= soluzione satura
+
= resistente
Conc. aq. sol.
= concentrated aqueous solution
= parzialmente resistente
I valori indicati derivano da prove di laboratorio sul materiale.
–
= non resistente
Tutte le indicazioni valgono per catene portacavi nere.
Colori e soluzioni speciali
Tutti i prezzi delle catene portacavi sono riferiti al colore standard
nero. Tutti i colori indicati a tergo sono soggetti ad un
sovrapprezzo. Altri colori sono disponibili su richiesta e
richiedono un calcolo specifico per il prezzo basato sui
quantitativi ed il tipo di prodotto richiesto, dove tecnicamente
sia possibile realizzarlo. Come regola generale le catene
portacavi colorate non sono disponibili a magazzino, tempi
di resa e costi sono disponibili a richiesta. Inoltre tutte le
specifiche tecniche indicate per le catene (es. autoportanza)
sono valide con materiale standard di colore nero.
Agente chimico
Catene portacavi colorate
per un migliore design o
per la segnalazione di
parti in movimento
Codici colore
Nero Standard, a magazzino!
Grigio ardesia solo per materiale ESD
Marrone grigiastro solo per materiale HT
Grigio colore speciale per catene aperte
Grigio polvere colore speciale per catene chiuse
Bianco colore speciale
Bianco grigiastro colore speciale
Arancione colore speciale
Giallo colore speciale
Grigio chiaro colore speciale
≈ RAL 9004
≈ RAL 7015
≈ RAL 8019
≈ RAL 7023
≈ RAL 7037
≈ RAL 9003
≈ RAL 9002
≈ RAL 2003
≈ RAL 1018
≈ RAL 7035
Indice .0
Indice .ESD
Indice .HT
Indice .3
Indice .31
Indice .1
Indice .1S
Indice .2
Indice .4
Indice .14
Colore standard nero disponibile a magazzino!
Altri colori indicati: spedizione a partire da 5 giorni lavorativi*
Le caratteristiche tecniche delle
catene colorate ed in materiale
speciale possono variare rispetto
a quanto riportato a catalogo.
Per motivi tecnici le catene in materiale HT e materiale
ESD non possono essere fornite in altri colori.
*tempo per l'affidamento della merce al corriere (dopo l'approvazione tecnica).
Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
1.39
Qualità Norme e certificazioni
Alcune certificazione ed
omologazioni dei prodotti igus®
ISO 9001
Certificazione ISO 9001 dal Novembre 1996
Test per ogni
produzione
TÜV - controllo costruttivo
Tutte le catene portacavi igus® sono state controllate con esito
positivo dal TÜV Rheinland secondo le norme vigenti per le
macchine. La igus® è stata la prima, tra i costruttori di catene
portacavi, a sottoporre i suoi prodotti a questa procedura. Il
test 2PFG 1036 / 10/97 per equipaggiamenti di protezione
esamina i seguenti elementi:
Applicazione / Sicurezza
Montaggio
Resistenza continua
Resistenza a fattori
esterni
Angoli e bordi taglienti
ESD/ATEX
Test per idoneità ESD
per le catene igus®
Catene portacavi igus® nel materiale standard igumid G
classificate Ex II 3 GD secondo ATEX-RL 94/9/EG dal
Physikalisch-Teschnischer Bundesanstalt (PTB). Catene
portacavi igus® nel materiale speciale igumid ESD classificate
Ex II 2 GD secondo ATEX-RL 94/9/EG dal PhysikalischTeschnischer Bundesanstalt (PTB).
IPA Ambienti asettici
Molte catene portacavi igus® sono idonee per l’impiego in
ambienti asettici secondo DIN EN ISO 14644-1. Test effettuati
dall’ IPA Fraunhofer Institut.
UL, CSA, CEI, CE e VDE
Cavi chainflex® - conformi
a normative DESINA
Tutti i materiali igumid sono approvati UL. Il materiale igumid
NB, per quanto riguarda la non propagazione degli incendi, è
classificato IIb secondo VDE 0304 Parte 3/5.70, classificato
V2 secondo UL 94 e classificato B2 secondo DIN 4102.
Interbus, CC-Link e DESINA
I cavi chainflex® sono prodotti secondo i maggiori standard
internazionali. Interbus: disponibile per cavi bus CF11. CCLink: disponibile per il cavo CF.BUS035 CC-Link è uno standard
della Mitsubishi Electric Automation. Desina: molti cavi chainflex®
sono conformi alle norme DESINA.
Silenziosità
Test di rumorosità nel
nostro laboratorio acustico
I sistemi per catene portacavi igus® sono particolarmente
silenziosi. Test effettuati sia nel laboratorio igus® che nel laboratorio
del TÜV dimostrano una riduzione della rumorosità con i sistemi
igus®.
RoHS
Materiale igumid G privo di sostanze pericolose secondo
2002/95/EC (RoHS)
iF Design Award
Dal 1987 - 21 catene portacavi hanno vinto l’iF Design-Award
www.igus.it/iF
1.40 Altre informazioni ed esempi applicativi
visitate il ns. sito internet: www.igus.it
®
readychain
1.41
®
readychain
readychain® Sistemi preassemblati
...per aumentare la Vostra capacità produttiva...
...reparto dedicato di oltre 3000 m2
....con le migliori attrezzature...
...per aumentare il Vostro Cash-flow...
...tecnici specializzati si prendono cura del Vostro progetto dall'inizio alla fine.
1.42 Altre informazioni ed esempi applicativi
www.igus.it/readychain
readychain® Per aumentare il Vostro Cash flow
®
readychain
Scegliete la Vostra readychain®
Definite Voi il "livello" di preassemblaggio
Forniamo sia preassemblati "semplici" - catena
portacavi con i soli cavi chainflex® posati - sia
molto complessi, con cavi, tubi (idraulici e
pneumatici), connettori, e parti strutturali della
macchina forniti anche su simulacri per il
trasporto.
Dal "Basic".................................................................................................... al "Premium"
Definite Voi le quantità
Ogni quantità è possibile
La nostra struttura flessibile ci consente di
rispondere con prontezza a richieste sia per
singole unità sia per produzioni di serie.
Per produzioni singole.......................................................................ma anche di serie
Definite Voi la corsa
Ogni corsa è possibile
Le readychain® sono realizzate con qualsiasi
modello di catena portacavi, cavo e connettore,
nel rispetto delle specifiche da Voi segnalate, sia
per corse brevi che per corse lunghe.
Per corse brevi ................................................................................................e lunghe
3 soluzioni per ogni vostra esigenza
readychain® "Basic"
readychain® "Standard"
readychain® "Premium"
Spedizione in 3 giorni lavorativi*
Spedizione in 3-5 giorni lavorativi*
Spedizione in 10 giorni lavorativi*
*tempo per l'affidamento della merce al corriere (dopo l'approvazione tecnica).
igus® S.r.l. Robbiate (LC) | Tel. +39 - 039 - 59 06 - 1 Fax -222 | [email protected] | www.igus.it 1.43
®
readychain
readychain® readycable® - Cavi connettorati
readycable® - Cavi connettorati in 24-48h
Heidenhain
Allen Bradley
B&R
Jetter
Baumüller
Lenze
Beckhoff
LTi DRiVES
Berger Lahr
NUM
Control Techniques
Omron
Danaher Motion
Rexroth
ELAU
SEW
Fagor
Siemens
Fanuc
Stöber
● Più di 1400 tipologie di cavi per drive tecnology secondo i principali standard per azionamenti
● Cavi servomotore, potenza, segnale ed encoder
● Nessun costo di taglio
● Raggi minimi di curvatura da 7,5 x d
● Riduzione dei tempi di stoccaggio e aumento del cash flow
100% Testati
+
1.44 Altre informazioni ed esempi applicativi
QuickPin 2.0
Configuratore online per cavi connettorati
EPLAN P8.
www.igus.it/quickpin
www.igus.it/readychain
readychain® Più di 100 specialisti per readychain®
Il nostro servizio:
Project management:
Componenti selezionati
Interfaccie definite
Documentazione completa
Report produttivi continui
Pianificazione
Ottimizzazione dei costi
Produzione:
Cliente
®
readychain
Project
manager
igus®
Specialisti qualificati
Qualità assicurata
Magazzino
Processi standardizzati
Trasparenza
Lean Management
igus® S.r.l. Robbiate (LC) | Tel. +39 - 039 - 59 06 - 1 Fax -222 | [email protected] | www.igus.it 1.45
®
readychain
readychain® Soluzione personalizzata
Venite a trovarci e scoprite di più sulla nostra azienda, dagli
ordini alla vendita, dallo studio dei progetti alla produzione.
Christian Stremlau
Manager readychain® systems
Tel. +49(0)2203/9649-273
E-Mail: [email protected]
1.46 Altre informazioni ed esempi applicativi
Video online
www.igus.it/readychain/factory
www.igus.it/readychain
readychain® Nel mondo
®
readychain
Più di 3000m2 (in arancione) di reparto dedicati alle readychain® nella sede di Cologna
11 unità produttive per
readychain® in tutto il mondo:
1
2
3
readychain® factories
igus® subsidiaries
certified partners
4
5
6
igus® Cologne
igus® Brasil
igus® China
igus® India
igus® Italy
igus® Japan
7
8
9
10
11
igus® South Africa
igus® South Korea
igus® Spain
igus® UK
igus® USA
igus® S.r.l. Robbiate (LC) | Tel. +39 - 039 - 59 06 - 1 Fax -222 | [email protected] | www.igus.it 1.47
Fly UP