...

GUIDA PRATICA PER LO STUDENTE UNISANNIO

by user

on
Category: Documents
12

views

Report

Comments

Transcript

GUIDA PRATICA PER LO STUDENTE UNISANNIO
Università degli Studi del Sannio
GUIDA PRATICA PER LO STUDENTE
Questa guida ha lo scopo di supportare gli studenti negli adempimenti amministrativi previsti per l’anno
accademico 2015/2016.
Le informazioni fornite fanno riferimento alle diverse fasi della carriera dello studente, riportate nella
sequenza in figura.
Eventuali aggiornamenti ed ulteriori comunicazioni saranno tempestivamente pubblicati sul sito di Ateneo
all’indirizzo http://www.unisannio.it – sezione STUDENTI.
Prove di ingresso ai Corsi di Studio
L’accesso a tutti i Corsi di Studio prevede una prova di ingresso obbligatoria ma non selettiva.
Fa eccezione il Corso di Laurea Magistrale Interateneo in Scienze e Tecnologie Genetiche, il cui accesso è
programmato a livello locale ed il cui bando di concorso è reperibile all’indirizzo
http://www.sciunisannio.it/doc/attach/didattica/2015bandoGENETICHE.pdf
Le istanze per l’ammissione alla prova di ingresso possono essere presentate dal 13 luglio 2015 e:
- fino alle ore 12.00 del giorno antecedente la data fissata per l’espletamento delle
relative prove, limitatamente ai test di accesso per i Corsi di Studio di seguito
specificati:
- Corsi di Laurea in:
• Ingegneria Civile
• Ingegneria Elettronica per l’Automazione e le Telecomunicazioni
• Ingegneria Energetica
• Ingegneria Informatica
- Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in Giurisprudenza
- Corsi di Laurea in:
• Economia Aziendale
• Economia dei Servizi
• Scienze Statistiche e Attuariali;
- fino alle ore 12.00 del giorno 3 settembre 2015, limitatamente ai test di accesso per i
Corsi di Laurea in:
• Biotecnologie
• Scienze Biologiche
• Scienze Geologiche.
Le prove si svolgeranno secondo il seguente calendario. Ulteriori dettagli logistici ed eventuali
aggiornamenti saranno disponibili sul sito di Ateneo all’indirizzo http://www.unisannio.it – sezione
STUDENTI.
1
DATA/ORA E SEDE
DELLA PROVA DI INGRESSO
CORSI DI STUDIO
Corsi di Laurea in:
 Ingegneria Civile
 Ingegneria Elettronica per l’Automazione
e le Telecomunicazioni
 Ingegneria Energetica
 Ingegneria Informatica
Corso di Laurea Magistrale a Ciclo Unico in
Giurisprudenza
Corsi di Laurea in:
 Biotecnologie
 Scienze Biologiche
 Scienze Geologiche
Corsi di Laurea in:
 Economia Aziendale
 Economia dei Servizi
 Scienze Statistiche e Attuariali
3 settembre 2015, ore 10.00
9 settembre 2015, ore 10.30
7 settembre 2015, ore 10.30
10 settembre 2015, ore 14.30
La compilazione dell’istanza di ammissione alla prova di ingresso avviene esclusivamente on-line
all’indirizzo https://servizistudenti.unisannio.it/pls/self/gissweb.home
Per partecipare alla prova di ingresso è previsto un contributo di € 20,00 destinato al ristoro delle spese
connesse alla organizzazione e all’espletamento delle prove medesime. Il contributo va versato prima
dell’espletamento della prova e non è rimborsabile. Nel caso in cui lo studente intenda partecipare a più
prove di ingresso il contributo di € 20,00 dovrà essere corrisposto per ciascuna prova.
Gli studenti che presentano l’istanza di ammissione ad una prova di ingresso nei tre giorni antecedenti la data
fissata per la prova stessa dovranno presentarsi, nella data e nel luogo stabiliti per il suo espletamento, muniti
della ricevuta di versamento, da esibire, ove richiesto, al personale a ciò adibito.
Per i Corsi di Studio in Ingegneria e in Economia la prova di ingresso può essere sostenuta anche in modalità
on-line (Test On Line CISIA - TOLC). Il TOLC (http://www.unisannio.it/tolc/index.html) ha la stessa
validità del test cartaceo ed è spendibile in tutte le sedi universitarie aderenti al Consorzio Interuniversitario
Sistemi Integrati per l’Accesso (CISIA); ulteriori dettagli sono disponibili sul sito del CISIA all’indirizzo
http://www.cisiaonline.it/. Il risultato è comunicato immediatamente, al termine della prova, a ciascun
candidato, ed è acquisito a tutti gli effetti dall’Ateneo, senza alcun adempimento successivo da parte del
candidato. Tutti i candidati che avranno sostenuto il TOLC avranno diritto ad immatricolarsi.
Agli studenti che, avendo presentato domanda di ammissione ad una prova di ingresso per i Corsi di Laurea
del Dipartimento di Ingegneria o ai Corsi di laurea in Biotecnologie e Scienze Biologiche, nella prova di
ingresso abbiano conseguito una votazione inferiore alla soglia fissata dal Corso di Studi, sono attribuiti gli
Obblighi Formativi Aggiuntivi (OFA). L’attribuzione degli OFA non preclude l’immatricolazione. Lo
studente può colmare gli OFA frequentando i precorsi appositamente organizzati dai Dipartimenti e
superando la relativa prova di verifica, ovvero, laddove previsto, superando con successo il TOLC. Gli
studenti non possono sostenere alcun esame di profitto prima di avere colmato gli eventuali OFA.
Sono esonerati della prova di ingresso:
• gli studenti trasferiti da altra istituzione universitaria, ad eccezione di quelli immatricolati per l’anno
accademico 2015/2016 che effettuino, per lo stesso anno accademico, un trasferimento presso
l’Università degli Studi del Sannio, nel rispetto dei “Regolamenti per l’accesso ai Corsi di Studio”
eventualmente predisposti dai singoli Dipartimenti;
• gli studenti che chiedano l’iscrizione per il conseguimento di un secondo titolo accademico, nel rispetto
dei “Regolamenti per l’accesso ai Corsi di Studio” eventualmente predisposti dai singoli Dipartimenti;
• gli studenti che, iscritti ad anni successivi al primo, intendano effettuare un passaggio di corso;
2
• gli studenti che abbiano sostenuto presso altra istituzione universitaria la prova di ingresso per Corsi di
Laurea o di Laurea Magistrale a Ciclo Unico afferenti alle medesime classi, istituite ai sensi del Decreto
Ministeriale 270/04. In questi casi lo studente ha l’obbligo di presentare apposita dichiarazione della
partecipazione alla prova medesima nonché il relativo risultato;
• gli studenti incorsi nella decadenza e/o rinuncia dagli studi afferenti alla medesima Area Disciplinare,
nel rispetto dei “Regolamenti per l’accesso ai Corsi di Studio” eventualmente predisposti dai singoli
Dipartimenti.
3
Immatricolazioni ai Corsi di Laurea e di Laurea Magistrale a
Ciclo Unico
L’immatricolazione è la prima iscrizione ad un corso di laurea o di laurea magistrale a ciclo unico. Per
immatricolarsi occorre:
1. accedere al servizio on-line attivato sul sito web di Ateneo all’indirizzo http://www.unisannio.it –
sezione STUDENTI, digitando la username e la password definiti all’atto della presentazione
dell’istanza di ammissione alla relativa prova di ingresso, consultando, laddove necessario, la guida
on-line;
2. stampare la domanda di immatricolazione, il bollettino di pagamento MAV e l’informativa sulla
privacy;
3. effettuare il pagamento del bollettino MAV mediante una delle seguenti modalità:
 presso un qualsiasi sportello bancario su tutto il territorio nazionale;
 presso gli sportelli Bancomat della Banca Popolare di Bari con l'utilizzo della Carta
Bancomat;
 con il sistema di "Internet Banking" fornito dalla propria banca;
4. compilare eventuali istanze (di esonero tasse, di riconoscimento crediti, ecc.) mediante i moduli
reperibili on-line sul sito web di Ateneo all’indirizzo http://www.unisannio.it – sezione STUDENTI,
ovvero in distribuzione presso gli sportelli della Segreteria Studenti;
5. attendere almeno 3 giorni lavorativi dopo aver effettuato il pagamento e verificare che sia stata
attribuita la matricola, accedendo alla propria “Area Riservata Studenti”, dal sito web di Ateneo
all’indirizzo http://www.unisannio.it, mediante le credenziali definite all’atto della presentazione
dell’istanza di ammissione alla relativa prova di ingresso;
6. consegnare presso gli sportelli della Segreteria Studenti tutta la documentazione, comprensiva di una
foto formato tessera e della fotocopia di un documento di riconoscimento in corso di validità;
7. recarsi entro il 31 dicembre 2015 presso gli enti preposti (CAF, INPS, COMUNE, PATRONATO,
etc) al rilascio della attestazione I.S.E.E. per “Prestazioni per il diritto allo studio universitario” per il
calcolo degli importi della terza e della quarta rata.
All’atto della presentazione dei documenti, la Segreteria Studenti rilascerà allo studente immatricolato il
libretto universitario. Nella “Area Riservata Studenti” sarà disponibile lo Statone, documento da esibire
alla commissione all’atto del sostenimento degli esami di profitto.
Iscrizioni ai Corsi di Laurea Magistrale
Per iscriversi al primo anno del Corso di Laurea Magistrale, occorre innanzitutto verificare il possesso dei
requisiti curriculari richiesti per l’accesso al Corso di Studio.
Nel caso in cui lo studente sia in possesso dei predetti requisiti curriculari, ai fini dell’iscrizione, dovrà
recarsi presso gli sportelli della Segreteria Studenti per ottenere l’abilitazione all’accesso all’apposito
servizio di iscrizione on-line mediante esibizione di un proprio documento di riconoscimento in corso di
validità, del codice fiscale e di una autocertificazione attestante il titolo conseguito (se laureato presso altro
ateneo).
4
Iscrizioni ad anni successivi al primo
Per l’iscrizione ad anni successi al primo occorre:
1. accedere alla propria Area Riservata Studenti (Portale Studenti), attivata sul sito Web di Ateneo
all’indirizzo http://www.unisannio.it/servizionline/studenti.html, utilizzando le credenziali personali,
e consultando, laddove necessario, la guida on-line;
2. stampare il bollettino di pagamento MAV per il versamento della prima rata dalla sezione
“ISCRIZIONI ONLINE”;
3. effettuare il pagamento del bollettino MAV mediante una delle seguenti modalità:
 presso un qualsiasi sportello bancario su tutto il territorio nazionale;
 presso gli sportelli Bancomat della Banca Popolare di Bari con l'utilizzo della Carta
Bancomat;
 con il sistema di "Internet Banking" fornito dalla propria banca;
4. compilare eventuali istanze (di esonero tasse, di riconoscimento crediti; ecc.), mediante i moduli
reperibili on-line sul sito web di Ateneo all’indirizzo http://www.unisannio.it – sezione STUDENTI,
ovvero in distribuzione presso gli sportelli della Segreteria Studenti;
5. recarsi entro il 31 dicembre 2015 presso gli enti preposti (CAF, INPS, COMUNE, PATRONATO,
etc.) al rilascio della attestazione I.S.E.E. per “Prestazioni per il diritto allo studio universitario” per
il calcolo degli importi di terza e quarta rata.
Nella “Area Riservata Studenti” sarà disponibile lo Statone, documento da esibire alla commissione all’atto
del sostenimento degli esami di profitto.
5
Tasse e Contributi
Il pagamento delle tasse per l’Anno Accademico 2015/2016 avverrà in quattro rate trimestrali secondo le
seguenti scadenze:
1
2
3
4
SCADENZE TASSE A.A. 2015/2016 UNIVERSITA’ DEGLI STUDI DEL SANNIO
Prima rata
€ 256,00 (comprensiva di € 140,00 di tassa regionale e €16,00 imposta 30/09/2015
di bollo)
Seconda rata
€ 250,00
31/12/2015
Terza rata
Variabile (in funzione dell’indicatore I.S.E.E. e dell’Indice di Merito)
29/04/2016
Quarta rata
Variabile (in funzione dell’indicatore I.S.E.E. e dell’Indice di Merito)
30/06/2016
Il contributo variabile, che definisce l’importo della terza e della quarta rata delle tasse, è funzione sia
dell’indicatore I.S.E.E. che dell’Indice di Merito (descritti di seguito).
Per i ritardati pagamenti sono definite le seguenti indennità di mora:
1
2
3
4
INDENNITA’ DI MORA
RITARDO DI PAGAMENTO DA 1 A 15 GIORNI
RITARDO DI PAGAMENTO DA 16 A 30 GIORNI
RITARDO DI PAGAMENTO DA 31 A 60 GIORNI
RITARDO DI PAGAMENTO DI OLTRE 60 GIORNI
€ 10,00
€ 20,00
€ 30,00
€ 40,00
ATTENZIONE: per poter svolgere un qualsiasi atto di carriera (esami, passaggi, richiesta di certificazione,
ecc.) occorre essere in regola con il pagamento della tasse.
Per conoscere l'importo complessivo di tasse e contributi ed, in particolare, della terza e quarta rata è stato
predisposto un simulatore per il calcolo delle rate in funzione dell’indicatore I.S.E.E. e dell’Indice di
Merito. Il simulatore è accessibile dal sito web di Ateneo all’indirizzo:
http://extra-app.unisannio.it/simrateweb/service/
Qualsiasi versamento deve essere effettuato mediante bollettino MAV da stampare, a cura dello
studente, dalla propria Area Riservata Studenti (Portale Studenti).
6
I.S.E.E.
L'ISEE (Indicatore della Situazione Economica Equivalente) è uno strumento che permette di misurare la
condizione economica delle famiglie tenendo conto, fra l'altro, del reddito, del patrimonio e delle
caratteristiche di un nucleo familiare. Grazie ad esso è possibile accedere all'erogazione di determinati
servizi e prestazioni sociali a condizioni agevolate.
Per consentire il calcolo del contributo variabile in relazione al reddito familiare, lo studente, entro il 31
dicembre 2015, dovrà recarsi presso gli enti preposti (CAF, INPS, COMUNE, PATRONATO, etc.) al
rilascio della attestazione ISEE per “Prestazioni per il Diritto allo Studio Universitario”. Successivamente
l’Università acquisirà direttamente dall’INPS l’attestazione ISEE che utilizzerà per la determinazione del
contributo integrativo variabile.
Si precisa che NON è necessario che lo studente si rechi presso la Segreteria Studenti per la consegna della
predetta attestazione.
Per le richieste di attestazione effettuate dopo il 31 dicembre 2015 sarà applicata una mora di ritardata
richiesta dell’attestazione I.S.E.E. secondo la tabella riportata di seguito.
MORA PER RITARDATA RICHIESTA ATTESTAZIONE I.S.E.E.
1 DOPO IL 31 DICEMBRE 2015 ED ENTRO IL 15 GENNAIO 2016 € 50,00
2 DOPO IL 15 GENNAIO 2016 ED ENTRO IL 30 GENNAIO 2016 € 100,00
3 DOPO IL 30 GENNAIO 2016 ED ENTRO IL 29 FEBBRAIO 2016 € 200,00
ATTENZIONE si precisa che:
- in assenza della attestazione ISEE entro i termini sopra indicati, gli studenti dovranno
pagare il massimo importo previsto per il contributo variabile;
- anche gli studenti che si iscriveranno al primo anno dei Corsi di Laurea Magistrale, di
durata biennale, ad accesso non programmato (le cui iscrizioni sono consentite entro il 31
marzo 2016) dovranno comunque effettuare la richiesta della attestazione ISEE entro il 31
dicembre 2015.
Studente “autonomo”
In presenza di genitori non conviventi con lo studente che ne fa richiesta, il richiedente medesimo fa parte
del nucleo familiare dei genitori, a meno che non ricorrano entrambi i seguenti requisiti:
- residenza fuori dall’unità abitativa della famiglia di origine, da almeno due anni rispetto alla data di
presentazione della domanda di iscrizione per la prima volta a ciascun corso di studi, in alloggio non di
proprietà di un suo membro;
- esistenza di un reddito lordo dello studente derivante da lavoro (compresi i redditi equiparati a lavoro
dipendente), da almeno due anni, non inferiore ad € 6.500, oltre agli eventuali redditi di natura
patrimoniale.
7
Indice di Merito (IM)
Una parte del contributo integrativo variabile è legata ad un Indice di Merito, che è funzione dei crediti
acquisiti e del profitto. Per ciascuno studente l’indice di merito viene calcolato in base:
− alla somma dei CFU (Crediti Formativi Universitari) degli esami sostenuti fino al 30 settembre 2015
rispetto alla somma dei CFU previsti dal piano di studio dello studente;
− al voto medio ponderato ottenuto negli esami di profitto sostenuti fino al 30 settembre 2015.
Dal calcolo sono esclusi tutti i CFU riconosciuti con convalida o dispensa.
L’indice di merito consente di classificare lo studente in fascia malus, normale o bonus e di quantificare
l’importo della riduzione o della maggiorazione dei contributi annuali da versare. In particolare per gli
studenti classificati in:
− fascia malus, la contribuzione individuale annua viene incrementata in misura variabile tra un minimo di
30,00 Euro e un massimo di 60,00 Euro.
− fascia normale, non sono previste riduzioni e/o maggiorazioni.
− fascia bonus, la riduzione annua dei contributi da versare, varia tra un minimo di 100,00 Euro e un
massimo di 270,00 Euro.
Per gli studenti fuori corso, le tasse e i contributi sono maggiorati del 2% per ogni anno di fuori corso a
partire dal 2°. Dal 6° anno di fuori corso in poi si applica una maggiorazione del 10%.
Esempio di calcolo delle rate per studente in fascia normale
A titolo esemplificativo, nella tabella successiva, vengono riportati gli importi, per alcuni valori I.S.E.E.,
delle rate calcolate per gli studenti in fascia normale.
8
Tasse e contributi A.A. 2015-16. Esempi per importi I.S.E.E. variabili
tra 0 e 70.000 Euro e studenti classificati in fascia normale
I.S.E.E.
€ 0.00
€ 2.000,00
€ 4.000,00
€ 6.000,00
€ 8.000,00
€ 10.000,00
€ 12.000,00
€ 14.000,00
€ 16.000,00
€ 18.000,00
€ 20.000,00
€ 22.000,00
€ 24.000,00
€ 26.000,00
€ 28.000,00
€ 30.000,00
€ 32.000,00
€ 34.000,00
€ 36.000,00
€ 38.000,00
€ 40.000,00
€ 42.000,00
€ 44.000,00
€ 46.000,00
€ 48.000,00
€ 50.000,00
€ 52.000,00
€ 54.000,00
€ 56.000,00
€ 58.000,00
€ 60.000,00
€ 62.000,00
€ 64.000,00
€ 66.000,00
€ 68.000,00
€ 70.000,00
1 a Rata
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
€ 256,00
2 a Rata
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
€ 250,00
9
3 a Rata
€ 35,00
€ 39,00
€ 51,00
€ 70,50
€ 96,50
€ 128,00
€ 163,50
€ 202,00
€ 242,00
€ 282,50
€ 321,50
€ 358,50
€ 393,00
€ 424,50
€ 452,50
€ 476,50
€ 497,00
€ 514,50
€ 528,50
€ 540,00
€ 549,00
€ 556,00
€ 561,00
€ 565,00
€ 568,00
€ 570,00
€ 571,50
€ 573,00
€ 573,50
€ 574,00
€ 574,50
€ 574,50
€ 575,00
€ 575,00
€ 575,00
€ 575,00
4 a Rata
€ 35,00
€ 39,00
€ 51,00
€ 70,50
€ 96,50
€ 128,00
€ 163,50
€ 202,00
€ 242,00
€ 282,50
€ 321,50
€ 358,50
€ 393,00
€ 424,50
€ 452,50
€ 476,50
€ 497,00
€ 514,50
€ 528,50
€ 540,00
€ 549,00
€ 556,00
€ 561,00
€ 565,00
€ 568,00
€ 570,00
€ 571,50
€ 573,00
€ 573,50
€ 574,00
€ 574,50
€ 574,50
€ 575,00
€ 575,00
€ 575,00
€ 575,00
Esoneri
In aggiunta alle riduzioni per reddito e/o merito, per l’Anno Accademico 2015/2016, sono previste le
seguenti forme di esonero e di agevolazione contributiva:
Situazione soggettiva
Esonero
Studenti con disabilità (certificata) pari Esonero dal pagamento di tasse e contribuiti universitari.
o superiore al 66%
Quanto pagare
- Imposta di bollo;
- Tassa regionale per il diritto allo studio universitario.
Come pagare
Gli studenti sono tenuti al versamento entro la scadenza
prevista per la prima rata.
Studenti con una disabilità
Esonero dal pagamento del 50% del contributo integrativo
(certificata) compresa tra il 45% e il
variabile
65%
Quanto pagare
- Imposta di bollo;
- Tassa regionale per il diritto allo studio universitario;
- Tassa minima;
- Contributo integrativo fisso;
- 50% del contributo integrativo variabile.
Come pagare
Gli studenti sono tenuti all’intero versamento della prima e
della seconda rata e pagano in misura ridotta la terza e la quarta
rata.
Studenti costretti ad interrompere gli Esonero dal pagamento di tasse e contributi nel periodo di
studi a causa di infermità gravi e interruzione
prolungate, debitamente certificate
Quanto pagare
Nulla.
Status
Nel periodo di interruzione gli studenti risultano “sospesi” dalla
carriera universitaria e di conseguenza non possono compiere
alcun atto.
Situazione soggettiva
Studenti idonei o beneficiari di borse di
studio ADISU
Esonero
Gli studenti beneficiari o idonei delle borse di studio erogate
dall’ADISU sono esonerati totalmente dalla tassa di
iscrizione e dai contributi universitari.
Quanto pagare
- Imposta di bollo;
- Tassa regionale per il diritto allo studio universitario.
(In caso di revoca o rinuncia della borsa di studio, lo studente
dovrà versare l’importo delle tasse e contributi universitari per
l’A.A.).
Come pagare
Gli studenti sono inizialmente tenuti al versamento delle rate
previste in base al proprio reddito I.S.E.E. ed alla propria
carriera (entro le rispettive scadenze).
Appena l’ADISU comunica all’Ateneo le graduatorie dei
beneficiari ed idonei alle borse di studio, è interrotto l’obbligo
di pagamento delle rate non ancora scadute e l’Ateneo
provvede ad effettuare eventuali rimborsi.
Situazione soggettiva
Esonero
Studenti assistiti economicamente da enti Gli studenti sono esonerati dal pagamento della tasse e dei
caritativi o strutture pubbliche o private contributi universitari.
10
riconosciute, impegnate
socio/assistenziali
in
attività Quanto pagare
-Imposta di bollo;
-Tassa regionale per il diritto allo studio universitario.
Come pagare
Gli studenti sono tenuti ad effettuare il versamento entro la
scadenza prevista per il pagamento della prima rata.
Situazione soggettiva
Studenti non comunitari provenienti dai
Paesi a "basso sviluppo umano", come
disciplinato dalla normativa ministeriale
Situazione soggettiva
Studenti stranieri nell’ambito
convenzioni
Esonero
Gli studenti sono esonerati dal pagamento della tasse e dei
contributi universitari.
Quanto pagare
-Imposta di bollo;
-Tassa regionale per il diritto allo studio universitario.
Come pagare
Gli studenti sono tenuti ad effettuare il versamento entro la
scadenza prevista per il pagamento della prima rata.
Esonero
di Quanto pagare
Nell’ambito di specifici progetti di internazionalizzazione a
seguito di accordi con università o enti stranieri, si applicano le
eventuali esenzioni previste dagli accordi.
Situazione soggettiva
Studenti stranieri beneficiari di borse di
studio del Governo italiano nell’ambito
dei programmi di cooperazione allo
sviluppo e degli accordi intergovernativi
culturali e scientifici e relativi periodici
programmi esecutivi
Esonero
Gli studenti beneficiari delle borse di studio del Governo sono
esonerati totalmente dalla tassa di iscrizione e dai
contributi universitari.
Quanto pagare
- Imposta di bollo;
- Tassa regionale per il diritto allo studio universitario.
Come pagare
Gli studenti sono tenuti ad effettuare il versamento entro la
scadenza prevista per il pagamento della prima rata.
Condizioni
L’esonero è condizionato al rinnovo della borsa di studio da
parte del Ministero degli Affari Esteri.
Situazione soggettiva
Studenti in stato di detenzione
Esonero
Gli studenti sono esonerati dal pagamento di tasse e contributi
universitari.
Quanto pagare
- Imposta di bollo;
- Tassa regionale per il diritto allo studio universitario.
Come pagare
Gli studenti sono tenuti ad effettuare il versamento entro la
scadenza prevista per il pagamento della prima rata.
Condizioni
Tale situazione soggettiva per essere valutata richiede apposita
convenzione tra Ateneo e Ministero della Giustizia.
11
Riduzioni
Per l’Anno Accademico 2015/2016 sono previste le seguenti forme di riduzione e di agevolazione
contributiva:
Situazione soggettiva
Riduzione
Immatricolati al primo anno dei corsi di
laurea e di laurea magistrale a ciclo unico
Voto diploma (in
che abbiano conseguito il diploma di
sessantesimi)
istruzione secondaria con voto uguale o
54
superiore a 54/60 ovvero con voto uguale
55
o superiore a 90/100
56
57
58
59
60
Riduzione
€ 100
€ 128
€ 157
€ 185
€ 213
€ 242
€ 270
Voto diploma (in
centesimi)
90
91
92
93
94
95
96
97
98
99
100
Riduzione
€ 100
€ 117
€ 134
€ 151
€ 168
€ 185
€ 202
€ 219
€ 236
€ 253
€ 270
Situazione soggettiva
Riduzione
Iscritti al primo anno dei corsi di laurea
Voto laurea
magistrale che abbiano conseguito la
105
laurea con voto uguale o superiore a
106
105/110
107
108
109
110
Situazione soggettiva
Presenza nello stesso nucleo familiare di
due o più fratelli/sorelle iscritti nello
stesso anno accademico a corsi di studio
dell’Ateneo
Riduzione
€ 100
€ 134
€ 168
€ 202
€ 236
€ 270
Riduzione
In caso di contemporanea iscrizione a corsi di primo e secondo
livello dell’Università degli Studi del Sannio di studenti
appartenenti allo stesso nucleo familiare, ciascuno studente
otterrà una riduzione di 100,00 Euro della parte variabile dei
contributi. (Una volta operata la riduzione, qualora l’importo
risultante fosse inferiore a zero, non si dà luogo a rimborsi).
Applicazione
Gli studenti sono tenuti al versamento della prima e della
12
seconda rata (entro le rispettive scadenze).
La riduzione si applica sulla terza rata e sulla quarta rata che,
comunque, vanno pagate entro le rispettive scadenze.
Condizione
Ai fini della concessione del beneficio, i fratelli/sorelle devono
far parte di un nucleo familiare con valore ISEE inferiore o
uguale a € 75.000
Situazione soggettiva
Studenti “fuori sede”
Riduzione
Riduzione di 100,00 Euro della parte variabile dei contributi
dovuti nell’A.A. 2015-16.
Applicazione
Gli studenti sono tenuti al versamento della prima e della
seconda rata (entro le rispettive scadenze).
La riduzione si applica sulla terza e sulla quarta rata che,
comunque, vanno pagate entro le rispettive scadenze.
Condizione
Gli studenti che chiedono la riduzione devono trovarsi nelle
seguenti simultanee condizioni:
1) essere componenti di nucleo familiare residente in un
Comune distante oltre 60 km dal Comune di
Benevento, ovvero, in presenza di nucleo familiare
residente in un comune distante meno di 60 km dal
Comune di Benevento, abbiano preso alloggio in
Benevento e possano esibire il relativo contratto
d’affitto registrato presso l’Agenzia delle Entrate.
2) far parte di un nucleo familiare con valore ISEE
inferiore o uguale a € 30.000.
Situazione soggettiva
Riduzione
Studenti dipendenti o figli di dipendenti Riduzione di 200,00 Euro della parte variabile dei contributi
dell’Ateneo del Sannio
dovuti nell’A.A. 2015-16.
Applicazione
Gli studenti sono tenuti al versamento della prima e della
seconda rata (entro le rispettive scadenze).
La riduzione si applica sulla terza e sulla quarta rata che,
comunque, vanno pagate entro le rispettive scadenze.
Situazione soggettiva
Riduzione
Studenti che optano per un impegno Gli studenti, all’atto dell’immatricolazione o dell’iscrizione ad
ogni singolo anno accademico, possono scegliere di svolgere
didattico a tempo parziale
una quantità ridotta di lavoro di apprendimento. In questo caso
l’importo di tasse e contributi universitari (al netto della tassa
regionale di diritto allo studio e dell’imposta di bollo) viene
ridotto di:
- 250,00 Euro per studenti che optano per un carico di lavoro
compreso tra 30 e 35 CFU;
- 200,00 Euro per studenti che optano per un carico di lavoro
tra 36 e 45 CFU.
Applicazione
Tasse e contributi sono versati in due sole rate:
- la prima e la seconda rata hanno importo identico a quello per
gli studenti a tempo pieno (e devono essere pagate entro le
medesime scadenze);
- la terza e la quarta rata hanno importo pari alla differenza tra
il totale annuo previsto ridotto secondo le regole di contratto.
13
Condizione
Allo studente iscritto a tempo parziale, entro la durata
concordata del corso di studio al quale è iscritto, non si applica
il meccanismo bonus/malus.
Qualora lo studente non consegua il titolo entro la durata
concordata del corso di studio al quale è iscritto perderà il
diritto alla riduzione e si applicheranno gli incrementi previsti
per gli studenti fuori corso.
Situazione soggettiva
Riduzione
Studentesse madri con figli minori di due Per le studentesse madri con figli minori di due anni (al termine
anni
della scadenza stabilita per il versamento della prima rata)
riduzione di 200 Euro della parte variabile del contributo
integrativo.
Applicazione
Le studentesse sono tenute a versare le prime tre rate entro le
rispettive scadenze.
Condizione
All’istanza di riduzione deve essere allegata una
autocertificazione dello stato di famiglia.
Situazione soggettiva
Studenti iscritti per il conseguimento di
una seconda laurea (avendone già
conseguita una dello stesso livello)
Riduzione
Riduzione di 100,00 Euro della parte variabile dei contributi
dovuti. Una volta operata la riduzione, l’importo risultante non
potrà comunque essere inferiore a quello previsto dalla minima
tassazione ISEE.
Situazione soggettiva
Studenti apolidi o rifugiati politici
Riduzione
Studenti riconosciuti quali rifugiati politici, titolari di
protezione sussidiari ed apolidi (D.P.C .M. 9 aprile 2001) sono
assoggettati al pagamento delle tasse e contributi secondo la
fascia di reddito di appartenenza risultante, tenendo conto dei
redditi e del patrimonio eventualmente detenuti in Italia.
Applicazione
Stesse modalità di pagamento degli studenti che non
beneficiano di riduzioni.
Situazione soggettiva
Riduzione
Studenti prossimi al conseguimento A) Per gli studenti che alla data del 31 dicembre 2015 siano in
debito di un numero di CFU compreso tra 13 e 36 (inclusi la
della laurea
prova finale e l’eventuale tirocinio) si applica una riduzione di
euro 100,00 del contributo integrativo variabile per
l’iscrizione all’anno accademico successivo.
B) Per gli studenti che alla data del 31 dicembre 2015 siano in
debito di un numero di CFU minore o uguale a 12 (inclusi la
prova finale e l’eventuale tirocinio) si applica una riduzione di
euro 250,00 del contributo integrativo variabile per l’iscrizione
all’anno accademico successivo. Tale riduzione è applicata
anche a favore degli studenti iscritti a Corsi di Studio del
vecchio ordinamento che alla data del 31 dicembre 2015 siano
in debito della sola prova finale.
14
Studenti decaduti e rinunciatari
Lo studente può rinunciare in qualsiasi momento agli studi intrapresi. La rinuncia deve essere manifestata
con atto scritto, utilizzando l'apposito modulo, reperibile sul sito web dell’Ateneo ovvero presso gli sportelli
della Segreteria Studenti. L’istanza deve essere presentata in carta legale (marca da bollo secondo legge
vigente) con in allegato il libretto universitario. Qualora l’istanza venga presentata tramite terze persone,
oppure utilizzando i servizi postali, la dichiarazione di rinuncia deve essere accompagnata da una fotocopia
di un valido documento di identità.
Non è prevista la restituzione di tasse e contributi versati dallo studente che presenti istanza di rinuncia agli
studi.
Lo studente che abbia rinunciato agli studi può ottenere i certificati relativi alla carriera pregressa solo a
condizione che abbia pagato tutte le tasse dovute per l’anno accademico a cui si riferiscono gli atti di
carriera. Nel caso in cui lo studente non sia in regola con i pagamenti, l’ateneo non potrà certificare esami
eventualmente sostenuti, in quanto quegli atti sono formalmente nulli.
La decadenza e la rinuncia non comportano la cancellazione irrevocabile degli atti di carriera, con particolare
riferimento agli esami superati ed ai crediti acquisiti. Coloro che in passato siano incorsi in decadenza o
abbiano rinunciato agli studi possono presentare istanza di immatricolazione con abbreviazione di corso,
chiedendo il riconoscimento della carriera pregressa in termini di crediti didattici.
La convalida di atti di carriera relativi a precedenti carriere accademiche è subordinata al pagamento delle
tasse di iscrizione previste nel corso di studi in cui lo studente ha sostenuto gli atti di cui chiede il
riconoscimento. Lo studente, pertanto, se rinuncia agli studi ma non ha pagato tutte le tasse dovute per l’anno
accademico a cui si riferiscono gli atti di carriera, anche in caso di nuova iscrizione, non potrà ottenere il
riconoscimento degli esami eventualmente sostenuti nella carriera accademica precedente, in quanto quegli
atti sono formalmente nulli.
Contestualmente alla domanda di nuova immatricolazione, gli studenti possono chiedere il riconoscimento
della carriera pregressa. Nell’istanza di riconoscimento lo studente deve autocertificare in carta libera gli
esami sostenuti.
Qualora la struttura didattica competente lo ritenesse opportuno, allo studente potrà essere chiesto di allegare
anche i programmi degli esami sostenuti.
Si precisa che non vi è alcun obbligo di riconoscimento da parte dei competenti organi didattici; essi
procederanno al riconoscimento, tenendo conto della validità o dell’eventuale obsolescenza dei contenuti
delle attività formative di cui si chiede il riconoscimento.
Contributi.
− Contributo fisso per la valutazione della carriera pregressa: 50,00 Euro.
− Contributo per il riconoscimento crediti: 10,00 Euro per ciascun credito riconosciuto.
15
Altri contributi universitari
Studenti che si iscrivono per il conseguimento di un secondo titolo accademico
Contributo fisso per la valutazione della carriera pregressa
€ 25,00
Trasferimenti
Trasferimenti in entrata
€ 25,00
Trasferimenti in uscita
€ 50,00
Passaggi e opzioni di corso
Contributo fisso per la valutazione della carriera pregressa
€ 25,00
Duplicato del libretto universitario
€ 20,00
Triplicato del libretto universitario
€ 35,00
Laureandi
€ 20,00
Contributo per il costo della pergamena di laurea
Ricognizione di carriera
€ 200,00
Ricognizione annua primi quattro anni
(per ciascun anno)
€ 400,00
Ricognizione annua per anni successivi al quarto
(per ciascun anno)
Iscrizione a Corsi Singoli
Iscrizione ad un Corso Singolo
€ 150,00
Iscrizione a due Corsi Singoli
€ 250,00
Iscrizione a tre Corsi Singoli
€ 300,00
16
Scadenze amministrative per l’Anno Accademico 2015/2016
Di seguito sono riassunte le principali scadenze amministrative dell’Anno Accademico 2015/2016,
raggruppate per tipologia di studente.
Nuovi studenti
Dal 14 settembre al 30 settembre 2015
Immatricolazione ai Corsi di Laurea e
al Corso di Laurea Magistrale a ciclo
unico in Giurisprudenza
Oltre il termine fissato con il pagamento della indennità di
mora come specificato nella relativa Tabella a pagina 6.
Per la presentazione delle istanze di esonero e riduzioni vedi
specifica scadenza.
Studenti iscritti
Dal 1° settembre al 30 settembre 2015
Iscrizione ad anni successi al primo
Iscrizione ai singoli insegnamenti
Presentazione di istanze di passaggio
e di opzione
Oltre il termine fissato con il pagamento della dovuta indennità
di mora come specificato nella relativa Tabella a pagina 6.
Per la presentazione delle istanze di esonero e riduzioni vedi
specifica scadenza.
Le istanze possono essere presentate durante l’intero anno
accademico, per gli insegnamenti offerti.
Dal 1° ottobre al 30 dicembre 2015
Le istanze possono essere presentate successivamente alla
iscrizione per l’anno accademico 2015/2016.
Dal 1° ottobre al 30 dicembre 2015
Variazione dei piani di studio
Agli studenti che si iscrivono al primo anno dei Corsi di
Laurea Magistrale, di durata biennale, ad accesso non
programmato, la presentazione delle istanze di variazione dei
piani di studio è consentita entro il 31 marzo 2016.
Le istanze possono essere presentate successivamente alla
iscrizione per l’anno accademico 2015/2016.
Ammissione all’esame finale
Le istanze devono essere presentate entro il termine perentorio
di trenta giorni antecedenti la data dell’esame finale.
Sospensione degli studi
Dal 1° settembre al 30 dicembre 2015
17
Laureati
Dal 1° settembre 2015 al 31 marzo 2016
Iscrizione al primo anno dei corsi di
laurea magistrale ad accesso non
programmato
Per iscrizioni effettuate successivamente al 30 dicembre 2015,
lo studente dovrà provvedere contestualmente al pagamento
del primo e del secondo versamento delle tasse e dei contributi
universitari.
Iscrizione al primo anno del Corso di
Laura Magistrale Interateneo in
Scienze e Tecnologie Genetiche, ad
accesso programmato
Per la presentazione delle istanze di esonero e riduzioni vedi
specifica scadenza.
Secondo le modalità e i termini indicati nel bando di
ammissione.
Per la presentazione delle istanze di esonero e riduzioni vedi
specifica scadenza.
Iscrizione per il conseguimento di un
secondo titolo accademico ai corsi di
studio ad accesso non programmato
Dal 1° settembre al 30 settembre 2015
Oltre il termine fissato con il pagamento della indennità di
mora come specificato nella relativa Tabella a pagina 6.
Per la presentazione delle istanze di esonero e riduzioni vedi
specifica scadenza.
Studenti in trasferimento
Dal 1° settembre al 30 settembre 2015
Trasferimento da altra Università
Oltre il termine fissato con il pagamento della indennità di
mora come specificato nella relativa Tabella a pagina 6.
Trasferimento ad altra Università
Dal 1° settembre al 30 dicembre 2015.
Nuovi studenti e studenti iscritti
Riconoscimento crediti formativi
Dal 1° ottobre al 30 dicembre 2015.
Presentazione di istanze per il
riconoscimento dei crediti
Agli studenti che si iscrivono al primo anno dei Corsi di
Laurea Magistrale, di durata biennale, ad accesso non
programmato, la presentazione delle istanze di riconoscimento
di crediti è consentita entro il 31 marzo 2016.
Le istanze possono essere presentate successivamente alla
iscrizione per l’anno accademico 2015/2016.
18
Nuovi studenti e studenti iscritti
pagamento rate delle tasse
Secondo versamento tasse e
contributi universitari
Terzo versamento tasse e contributi
universitari
Entro il 31 dicembre 2015
Oltre il termine fissato con il pagamento della indennità di
mora come specificato nella relativa Tabella a pagina 6.
Entro il 29 aprile 2016
Oltre il termine fissato con il pagamento della indennità di
mora come specificato nella relativa Tabella a pagina 6.
Entro il 30 giugno 2016
Quarto versamento tasse e contributi
universitari
Oltre il termine fissato con il pagamento della indennità di
mora come specificato nella relativa Tabella a pagina 6.
Nuovi studenti e studenti iscritti
risconoscimenti di status per esonero e riduzioni delle tasse
Presentazione istanze di:
1. esonero totale e parziale dal
pagamento di tasse e contributi Dal 1° settembre 2015 al 30 dicembre 2015
universitari;
2. riduzione
tasse
e contributi
universitari per:
⋅ contemporanea iscrizione a corsi di
primo
e
secondo
livello
dell’Università degli studi del
Sannio di studenti appartenenti
allo stesso nucleo familiare;
⋅ studenti “fuori sede”
⋅ studenti dipendenti o figli di
dipendenti dell’ dell’Università
degli studi del Sannio;
⋅ studentesse madri con figli minori
di due anni;
⋅ studenti apolidi o rifugiati politici
Presentazione istanza per il
riconoscimento dello status di
“Studente a tempo parziale”
Agli studenti che si iscrivono al primo anno dei Corsi di
Laurea Magistrale, di durata biennale, ad accesso non
programmato, la presentazione di tali istanze è consentita entro
il 31 marzo 2016.
La presentazione oltre i termini delle istanze di esonero o di
riduzione delle tasse e dei contributi universitari è consentita
esclusivamente agli studenti che, non essendo riusciti a
conseguire il titolo finale entro il 31 maggio 2016, ossia entro
la sessione straordinaria dell’anno accademico 2014/2015,
provvederanno tardivamente alla iscrizione.
Dal 1° ottobre al 30 dicembre 2015
19
Entro il 31 dicembre 2015
Oltre il termine fissato con il pagamento della indennità di
mora come specificato nella relativa tabella a pagina 7.
La mancata richiesta di tale certificazione presso gli enti
preposti al rilascio, nei termini sopra indicati, comporterà
la collocazione dello studente nell’ultima fascia
contributiva ed il conseguente pagamento del terzo e del
quarto versamento con il massimo importo previsto.
Richiesta
della
Attestazione
dell’Indicatore
della
Situazione
Economica Equivalente (I.S.E.E.) per
“Prestazioni per il Diritto allo Studio
Universitario”, rilasciata dagli enti
preposti
Gli studenti che, per qualsiasi motivo, dovessero effettuare
l’immatricolazione o l’iscrizione all’anno accademico
2015/2016, e gli studenti che si iscrivono al primo anno dei
Corsi di Laurea Magistrale, di durata biennale, ad accesso non
programmato, successivamente al 1° gennaio 2016, dovranno
provvedere alla richiesta della attestazione dell’Indicatore della
Situazione Economica Equivalente entro il termine del 31
dicembre 2015, pena l’applicazione delle sanzioni innanzi
illustrate.
Tutti gli studenti che, per qualsiasi motivo, dovessero
effettuare
l’immatricolazione
o l’iscrizione
all’anno
accademico 2015/2016 successivamente al 1° marzo 2016,
dovranno provvedere alla richiesta della attestazione ISEE nei
termini innanzi specificati e, alla sua consegna in formato
cartaceo agli sportelli della Unità Organizzativa “Carriere
Studenti” o, in alternativa, alla sua trasmissione in formato
elettronico a mezzo di posta elettronica all’indirizzo
[email protected], entro e non oltre il 31
marzo 2016.
Per gli studenti che conseguono il titolo entro la durata legale, e sono classificati nella fascia di
bonus, la riduzione dei contributi è applicata sotto forma di premio di laurea, liquidato dopo il
conseguimento della laurea.
Eventuali istanze finalizzate a richiedere differenti modalità di corresponsione o di rateizzazione
degli importi delle tasse e dei contributi universitari, come stabiliti dal nuovo Sistema di Contribuzione
Studentesca, approvato dal Consiglio di Amministrazione nella seduta del 15 maggio 2014, saranno
dichiarate inammissibili.
Gli studenti che sono tenuti al pagamento, a titolo di terza e quarta rata, di un importo complessivo
uguale o inferiore a € 30,00 effettueranno un unico pagamento alla scadenza della terza rata.
Are a Studenti – Settore Segreteria Studenti - Unità Organizzativa “Carriere Studenti”:
Orario di sportello: dal Lunedì al Venerdì 09:00 - 12:00; Lunedì e Giovedì 15.00 - 16.00
Call center telefonico - (numero unico 0824 305415): dal Lunedì al Venerdì 09:00 - 12:00
Email: [email protected]
20
Fly UP