...

SCMT SSB App.A all.12 Procedure

by user

on
Category: Documents
8

views

Report

Comments

Transcript

SCMT SSB App.A all.12 Procedure
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
Codifica:
SCMT
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
2 di 31
ELENCO DELLE REVISIONI
Rev Data
Motivo della revisione
00
Prima emissione
01
30
Settembre
2004
23
Dicembre
2004
Appendice A - Allegato 12 - PROCEDURE
Il documento “SRS SCMT Volume 3 SOTTOSISTEMA DI BORDO Appendice A Allegato 12 Blocco Funzionale Procedure”, è stato riorganizzato nelle specifiche dei
requisiti esistenti nel “precedente” del Volume 3 per adeguamento alla nuova
struttura del Volume3;
Il "precedente" SRF-12 - BF Procedure è stato riorganizzato.
Sono stati mantenuti solo gli aspetti riguardanti le Procedure che riguardano i)
Frenatura e ii) Calcolo (selezione delle tabelle PGOS e del Kr da utilizzare nelle
curve di frenatura).
I requisiti relativi alla funzione di Test sono stati spostati in "Allegato 16 - Blocco
Funzionale Test"
o Spostati i requisiti: UC12.14 , UC12.15 , UC12.16 , UC12.17 , UC12.18 ,
UC12.19 , UC12.20 , UC12.21 , UC12.22 , UC12.23 , UC12.24 , UC12.25 ,
UC12.26 , UC12.27 , UC12.28 , UC12.29 , UC12.30 , UC12.31 , UC12.32 ,
UC12.33 , UC12.34 , UC12.35
I requisiti relativi alla funzione di introduzione dati utilizzando i pulsanti sul
cruscotto SCMT sono stati spostati in "Allegato 17 - Blocco Funzionale
Introduzione Dati"
o Spostati i requisiti: UC12.38 , UC12.39 , UC12.40 , UC12.41 , UC12.42 ,
UC12.43 , UC12.44 , UC12.46 , UC12.47 , UC12.48 , UC12.50 , UC12.51 ,
UC12.52 , UC12.53 , UC12.54
A seguito di accordi con RFI è stato deciso di eliminare dai blocchi funzionali gli
aspetti riguardanti: Manutenzione, Configurazione, Diagnostica.
Cancellati i requisiti: da UC12.55 a UC12.60
Nella riorganizzazione è stata razionalizzato il set dei requisiti eliminando
“duplicazioni”. Per quanto riguarda sia le procedure di frenatura (1) che le procedure
di calcolo (2), i requisiti relativi all’acquisizione degli ingressi sono stati raccolti in
un unico paragrafo.
Cancellati, causa duplicazione, i requisiti:
(1) UC12.6 , UC12.7
(2) da UC12.77 a UC12.86
Sono stati aggiunti nuovi requisiti: da V3A12.1 a V3A12.8
Sostituzione di PdM in PdC in tutto il set di requisiti originali.
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
3 di 31
Rev Data
Motivo della revisione
Sostituzione di “il SSB” in “la funzione” come riferimento in tutto il set di requisiti
originali.
Sono state implementate le seguenti schede di revisione:
•
ALS_SSB_004_02 : UC12.71 UC12.88 : Modificato UC12.71 e UC12.88
con riferimento a doc TabellePGOS & Kr 7.xls / Aggiornato Algoritmo 2.5
“Selezione Tabella PGOS”
•
ALS_SSB_006_00 : UC12.9 : Sostituito T_funzione in T_Funzione_min £ t
< T_Funzione_max, in algoritmo 2-3 Recupero frenatura di emergenza
•
ALS_SSB_036_00 : Nessuna modifica. (Recepita già in ASF_SSB_143_01)
•
ALS_SSB_064_00 : Nessuna modifica
•
ALS_SSB_073_00 : Nessuna modifica.
•
ALS_SSB_123_02 : Nessuna modifica.
•
ALS_SSB_132_01 : UC12.4 : Aggiunto Nota ad Algoritmo relativo al
requisito UC12.4
•
ALS_SSB_418_00 : V3A12.8 : Aggiunto requisito per gestione codice 75 in
presenza di codice75 durante il recupero di. Frenatura di emergenza
•
ALS_SSB_419_00 : UC12.36, UC12.37, UC12.45, UC12.49 UC12.47
UC12.48 UC12.53 : Eliminato i seguenti requisiti: UC12.36, UC12.37, UC12.45,
UC12.49 / Modificato il requisito UC12.47 / Modificato il requisito UC12.48 /
Modificato l’algoritmo 1-7 relativo al requisito UC12.53
·
ASF_SSB_101_00 : Aggiornato Algoritmo 2.5 “selezione della tabella
PGOS”
•
ASF_SSB_107_01 : V3A12.7 : Aggiunto un req. che riporti come effettuare
lo spegnimento dell’icona (Ico_180_ridotta)
•
ASF_SSB_109_09 : UC12.71 UC12.88 : Aggiornato riferimento Tabelle
PGOS&Kr nei req UC12.71 UC12.88
•
ASF_SSB_124_00 : UC12.4 UC12.12 : Modificato degli algoritmo 2.1
"Comando Frenatura di emergenza" e 2.3 "Recupero frenatura di emergenza"
•
ASF_SSB_154_00 : UC12.74 : Sospeso il requisito UC12.74
Convertito in descrizione il requisito V3A12.1 che indica la scomposizione in
sottofunzioni.
A
B
C
03 Marzo
2005
30 Maggio
2005
13
Dicembre
2005
Aggiunto requisito V3A12.0 relativa alle versioni dei riferimenti “aggiornate allo
stato dell’arte”.
Modifica degli stili di formattazione
Modificata da [E] a [R] la tipologia del requisito relativo alla tabella dei riferimenti.
Implementazione ASF_SSB_124_02 - Modificato Algoritmo 2-1 Comando
Frenatura di emergenza
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
4 di 31
Rev Data
Motivo della revisione
Implementazione ALS_SSB_004_03
Modificato Algoritmo 2-5 Selezione Tabella PGOS
Modificati requisiti UC12.76 e UC12.92
Consistenza DFD (frenatura elettrica solo da Controllo Marcia Treno)
Modificato requisito:V3A12.9
Aggiunto requisito:V3A12.10
Consistenza DFD (Frenatura_in_atto è inviata anche a Logica_RSC e Controllo
Modalità operative)
Modificato Algoritmo: 2-1
Modificata Figura 2.1 (Diagramma di contesto della funzione)
D
04
Settembre
2007
Modificata il paragrafo "Convenzioni Adottate" e la tabella degli allegati.
Corretti i requisiti UC12.68 e UC12.69 per renderli consistenti nel comportamento.
(MFranzini, email 20.11.2006)
Implementazione ASF_SSB_124_03
Modificato Algoritmo 2-1 Comando Frenatura di emergenza (UC12.4) : Aggiornato
il tempo di commutazione del pressostato.
Aggiunto nei riferimenti il documento FS305691 - Piastra Pneumatica
Aggiunto requisito V3A12.11: pilotaggio delle EV (alg. 2-1 e 2-3) legato al rispetto
delle caratteristiche di affidabillità espresse in FS305691
Implementazione BT_SSB_005_01
Eliminato V3A12.9
Implementazione BT_SSB_014_01
Modificato Algoritmo 2-3
Sostituito il riferimento al MODELLO DI FRENATURA (da "Specifica N° 372387
Trenitalia" a "RFI TC.PATC SR CM 03 M59 B"
ALS_SSB_004_03
corretta implementazione;
Eliminati requisiti UC12.75 e UC12.91
D
01
25
Settembre
2007
Modificato DFD
Introdotta la variabile Codice_Comando_Frenatura, che tiene conto del codice RSC
presente quando viene comandata la frenatura di emergenza;
Modificati gli Algoritmi 2-1 e 2-3
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
5 di 31
Rev Data
E
31 Ottobre
2008
Motivo della revisione
Annullato il requisito V3A12.8
Implementazione ASF_SSB_170_09:
Modificato Algoritmo 2-3
Aggiunti requisiti : V3A12.12 , V3A12.13 , V3A12.14 , V3A12.15
Aggiunto elemento ([R7] DI TCRS SR MT 03 002 B) in Tabella riferimenti.
Modificato DFD (figura 2-1)
F
15 Maggio
2012
Implementazione ALS_SSB_418_01
Modificato Algoritmo 2-1 - Introdotta la variabile Frenatura
Modificato Algoritmo 2-3 - Introdotta la variabile Frenatura
Implementazione ASF_SSB_109_12
Aggiunti nuovi requisiti V3A12.16,V3A12.17, V3A12.18
Implementata scheda di revisione ALS_SSB_299_01
Modificato il requisito V3A12.2
Implementata scheda di revisione ALS_SSB_271_14
Modificato Algoritmo 2-3 (Recupero frenatura d'emergenza) per disattivazione
dell’icona Ico_attesa_PI utilizzata per segnalare la frenatura per perdita codice di
infill (ALS_SSB_271_12)
Modificato requisito V3A12.15
Modificato algoritmo 2-3 associato (Recupero frenatura d'emergenza)sostituito
T_funzione con T_funzione_min e T_funzione_max ed eliminata la registazione sul
DIS dell'informazione Reg_Rec_Fre_Emerg, per coerenza con la scheda
BT_SSB_014_03
Annullata scheda di revisione ALS_SSB_229_01 quindi eliminati i requisiti
V3A12.6 e V3A12.5
Implementazione RFI_SSB_134_00
Modificati requisiti: V3A12.10, Algoritmo 2-1, Algoritmo 2-2, Algoritmo 2-3,
Algoritmo 2-4.
Implementazione ASF_SSB_141_03
Modificati V3A12.21 V3A12.2 per consistenza DFD
Implementazione INT_SSB_317_00
Declassificati a non requisiti :
UC12.1, UC12.2, UC12.8, V3A12.21, UC12.10, UC12.11, V3A12.2, V3A12.10,
V3A12.AD, V3A12.AE, UC12.61, UC12.67, UC12.68, UC12.69, UC12.70,
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
6 di 31
Rev Data
Motivo della revisione
UC12.87, UC12.93, V3A12.19, V3A12.4
Implementazione INT_SSB_316_00 : RCEC e Diagnostica locale
Aggiunto requisito V3A12.22 che specifica l'interazione tra il blocco funzionale e
RCEC.
Eliminato requisito V3A15.MA
Modificato V3A12.15
Modificato algoritmo 2-1 e algoritmo 2-3
Modificato algoritmo 2-2 e algoritmo 2-4 [I dati menzionati nei requisiti, da
registrare su Diagnostica Locale, sono specificati attraverso il requisito V3A9.214 di
SRF09 (Organi Periferici).]
Implementata la scheda INT_SSB_325_00
Modificato l'algoritmo 2-3 (a meno della gestione della variabile
Riarmo_automatico) e l'aquisizione della variabile G_GDF_ATTUALE
Implementata la scheda ALS_SSB_418_02
Modificato l'Algoritmo 2-3 Recupero frenatura di emergenza
Implementazione scheda RFI_SSB_161_00
Aggiunto il capitolo 2.3 “Procedura VMC” - requisiti V3A12.20 e V3A12.21
Implementazione scheda ASF_SSB_170_10
Modificato Requisito: V3A12.15
Implementazione scheda INT_SSB_321_01.
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
7 di 31
INDICE
1
2
Generalità ......................................................................................................................... 9
1.1
Scopo del documento.............................................................................................................................................. 9
1.2
Convenzioni adottate............................................................................................................................................ 11
1.3
Allegati e appendici.............................................................................................................................................. 13
1.4
Riferimenti ............................................................................................................................................................ 15
1.5
Definizioni ed acronimi ........................................................................................................................................ 16
Requisiti Funzionali ...................................................................................................... 17
2.1
Procedure di Frenatura ....................................................................................................................................... 19
2.1.1
Requisiti di acquisizione ingressi .................................................................................................................... 19
2.1.2
Requisiti di gestione ........................................................................................................................................ 20
2.2
Procedure di Calcolo ........................................................................................................................................... 22
2.2.1
Requisiti di acquisizione ingressi .................................................................................................................... 23
2.2.2
Requisiti di gestione ........................................................................................................................................ 24
2.2.2.1
Procedura Velocità PGOS...................................................................................................................... 24
2.2.2.2
Procedura Ricerca Kr ............................................................................................................................. 26
2.2.2.3
Procedura V_Codice_RSC..................................................................................................................... 29
2.3
Procedura VMC ................................................................................................................................................... 30
2.3.1
Requisiti di acquisizione ingressi .................................................................................................................... 30
2.3.2
Requisiti gestione ............................................................................................................................................ 30
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
8 di 31
INDICE DELLE FIGURE
Figura 1-1 Organizzazione della documentazione ................................................................. 10
Figura 2-1: Diagramma di contesto della funzione ................................................................. 18
INDICE DELLE TABELLE
Tabella 2-1 Corrispondenza Vcodice e Codice_RSC ............................................................. 29
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
9 di 31
1 Generalità
1.1 Scopo del documento
Lo scopo di questo documento è quello di definire i requisiti del blocco funzionale Procedure
che fa parte del SSB di SCMT.
La Figura 1-1 riporta l’intero set documentale relativo al volume 3 con l’identificazione del
presente documento (indicato in grigio).
Nota :
A meno di esplicita indicazione contraria, sono da ritenersi applicabili
le ultime versioni dei documenti valide al momento della stipula del
contratto.
Nota :
In caso di conflitto tra requisiti riportati nel presente documento e negli
allegati richiamati, deve considerarsi valido il contenuto del presente
documento.
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
Codifica:
SCMT
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
10 di 31
SRS SCMT Volume 3
Sotto-sistema di Bordo
Appendice A
Requisiti Funzionali
Blocco funzionale
Gestione PI
Allegato 2
Blocco funzionale
Controllo Marcia Treni
Allegato 3
Blocco funzionale
Controllo rispetto ai
Rallentamenti
Allegato 5
Blocco funzionale
Controllo rispetto
alla Linea
Allegato 6
Blocco funzionale
Controllo rispetto ai
Veicoli e Modulo di
Condotta
Allegato 7
Blocco funzionale
Logica RSC
Allegato 1
Allegato 9
Blocco funzionale
Organi Periferici
Allegato 10
Blocco funzionale
Orologio
Allegato 13
Allegato 14
Blocco funzionale
Supero Rosso
Blocco funzionale Train
Trip
Allegato 18
Blocco Funzionale
Gestione Itinerario
Allegato 19
Blocco Funzionale
Gestione Appuntamenti
...
Allegato 4
Blocco funzionale
Controllo rispetto ai
Segnali Fissi
Allegato 8
Blocco funzionale
Odometria
Allegato 11
Blocco funzionale
Presenza PdC
Allegato 12
Blocco funzionale
Procedure
Allegato 15
Blocco funzionale
Controllo Modalità
Operative
Allegato 16
Blocco Funzionale
Test
Allegato 20
Blocco Funzionale
Calibrazione Diametri
Allegato 21
Blocco Funzionale
INFILL200
Figura 1-1 Organizzazione della documentazione
Allegato 17
Blocco Funzionale
Introduzione Dati
Allegato 22
Blocco Funzionale
Protezione PL
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
FOGLIO
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
11 di 31
1.2 Convenzioni adottate
Al fine di poter tracciare il presente documento con i documenti che lo precedono e seguono
lungo il ciclo di vita, tutti i requisiti specifici individuati sono stati identificati in modo univoco.
A ciascun requisito è stato associato un attributo che ne identifica il grado di definizione e che
può assumere i seguenti valori:
Essenziale [E]: indica un requisito essenziale per il corretto funzionamento del
sistema;
Facoltativo [F]: indica un requisito non obbligatorio per il Fornitore.
Tale requisito può non essere preso in considerazione nelle
successive fasi del ciclo di vita;
Opzionale [O-xx1, xx2, …]: Indica un requisito, di natura essenziale, alternativo ai
requisiti “xxn”. Almeno uno dei requisiti elencati deve essere
implementato dal Fornitore.
Instabile [U]: indica un requisito che necessita di ulteriori approfondimenti e/o
precisazioni;
Richiamato [R]: indica un requisito specificato in altra
documentazione e solo richiamato per uso descrittivo.
parte
della
Ciascun requisito è identificato univocamente. L’identificatore di ciascun requisito è del tipo:
1. UCx.nnn, se il requisito appartiene al set di requisiti originale del Volume 3. In particolare x
sta ad indicare il blocco funzionale e nnn indica il progressivo numerico del requisito nel
blocco funzionale.
2. V3X.nnn, se il requisito è stato specificato per integrare il set dei requisiti originali, ed è
appartenente all’Appendice X del Volume3. La motivazione può essere il completamento del
set oppure l’implementazione di una scheda di revisione delle specifiche.
3. V3Ax.nnn, se il requisito è stato specificato per integrare il set dei requisiti originali ed è
appartenente all’allegato X dell’Appendice A del Volume3. La motivazione può essere il
completamento del set oppure l’implementazione di una scheda di revisione delle specifiche.
La motivazione dell’esistenza di un requisito del secondo tipo può essere ritrovata nel
paragrafo “ELENCO DELLE REVISIONI”.
Nel paragrafo “ELENCO DELLE REVISIONI” è rintracciabile la storia dell’implementazione
delle schede di revisione delle specifiche. Per ogni scheda revisione implementata è
evidenziato l’impatto che l’evento ha avuto sulle specifiche stesse.
Nel capitolo “Acquisizione ingressi”, lo scambio dati tra blocchi funzionali interni è riportato
come semplice testo esplicativo mentre mantiene dignità di requisito d’acquisizione lo
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
12 di 31
scambio di dati proveniente da dati di configurazioni e da dispositivi esterni.
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
13 di 31
1.3 Allegati e appendici
Titolo
Codice
Rev Data
Ente
Emittente
[A1]
SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 1 Blocco funzionale Gestione PI
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 71
F
15/05/2012
RFI
[A2]
SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 2 Blocco funzionale Controllo Marcia Treni
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 72
F
15/05/2012
RFI
[A3]
SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 3 Blocco funzionale Controllo rispetto ai Rallentamenti
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 73
F
15/05/2012
RFI
[A4]
SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 4 Blocco funzionale Controllo rispetto ai Segnali Fissi
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 74
F
15/05/2012
RFI
[A5]
SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 5 Blocco funzionale Controllo rispetto alla Linea
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 75
F
15/05/2012
RFI
[A6]
SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 6 Blocco funzionale Controllo rispetto ai Veicoli e al Modulo
di Condotta
[A7]
SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 7 Blocco funzionale Logica RSC
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 76
F
15/05/2012
RFI
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 77
F
15/05/2012
RFI
[A8]
SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 8 Blocco funzionale Odometria
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 78
F
15/05/2012
RFI
[A9]
SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 9 Blocco funzionale Organi Periferici
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 79
F
15/05/2012
RFI
[A10] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 10 Blocco funzionale Orologio
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 80
F
15/05/2012
RFI
[A11] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 11 Blocco funzionale Presenza PdC
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 81
F
15/05/2012
RFI
[A12] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 82
F
15/05/2012
RFI
[A13] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 13 Blocco funzionale Supero Rosso
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 83
F
15/05/2012
RFI
[A14] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 14 Blocco funzionale TrainTrip
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 84
F
15/05/2012
RFI
[A15] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 15 Blocco funzionale Controllo Modalità Operative
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 85
F
15/05/2012
RFI
[A16] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 16 Blocco funzionale Test
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 86
F
15/05/2012
RFI
[A17] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 17 Blocco funzionale Introduzione Dati
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 87
F
15/05/2012
RFI
[A18] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 18 Blocco funzionale Gestione Itinerario
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 88
F
15/05/2012
RFI
[A19] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 19 Blocco funzionale Gestione Appuntamenti
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 89
F
15/05/2012
RFI
[A20] SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 20 Blocco funzionale Calibrazione Diametri
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 94
F
15/05/2012
RFI
[A21] SottoSistema di Bordo Appendice A - Requisiti
Funzionali
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 68
F
15/05/2012
RFI
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
14 di 31
Titolo
Codice
Rev Data
Ente
Emittente
[A22] SottoSistema di Bordo Appendice B -Requisiti di
Architettura, Ambiente e RAMS
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 69
F
15/05/2012
RFI
[A23] SottoSistema di Bordo Appendice C - Requisiti di
Installazione, Manutenzione e Tool
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 70
F
15/05/2012
RFI
[A24] SottoSistema di Bordo Appendice D - Requisiti di
Ergonomia
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 90
F
15/05/2012
RFI
[A25] SottoSistema di Bordo Appendice E - Requisiti per lo
Sviluppo la Sperimentazione e l Omologazione
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 91
F
15/05/2012
RFI
[A26] SottoSistema di Bordo Appendice F - Requisiti di
Applicazione Specifica
RFI TC.PATC
SR CM 03 M 92
F
15/05/2012
RFI
[A27]
p.m.
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
Codifica:
SCMT
FOGLIO
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
15 di 31
1.4 Riferimenti
Titolo
Codice
Rev.
Data
Ente
emittente
[R1]
SCMT - Volume 1 - Specifica Requisiti di Sistema CMT
Appendice B - Funzioni del Sistema SCMT
RFI TC.PATC
ST CM 01 D01
F
04/12/06
RFI
[R2]
SCMT - Volume 1 - Appendice B - allegato A Specifica
Tecnico - Funzionale Stati e Modi Operativi del SSB
RFI TC.PATC
ST CM
0 1 D22
1
01/09/01
RFI
[R3]
SCMT - Volume 1 - Appendice B - allegato B Specifica
Tecnico - Funzionale Funzionalità RSC integrata in SCMT
RFI TC.PATC
ST CM 01 D23
B
04/12/06
RFI
[R4]
MODELLO DI FRENATURA PER SCMT
RFI TC.PATC
SR CM 03
M59
D
01/03/11
RFI
[R5]
TabellePGOS & Kr 8.xls
RFI TC.PATC
SR CM 03 M47
8
05/08/04
RFI
[R6]
Piastra pneumatica - Per apparecchiature di sicurezza
Esp. 30/09/97
03
FS
[R7]
SCMT - Volume 1 - Specifica dei Requisiti Funzionali
del Dispositivo per il controllo della presenza e vigilanza
dell'Agente di condotta "VIGILANTE"
[R8]
Interfacciamento SCMT - RCEC
FS 305691
DI TCRS SR MT
03 002
B
21/11/02
RFI
DI TC PATC ST
CM 03 E18
B
01/07/11
RFI
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
16 di 31
1.5 Definizioni ed acronimi
CMT
Controllo Marcia Treno
PdC
Personale di Condotta
PI
Punto Informativo
RAMS
Reliability, Availability, Maintainability and Safety
RFI
Rete Ferroviaria Italiana
RSC
Ripetizione Segnali Continua
RSCe
Ripetizione Segnali Continua esclusa
SCMT
Sistema di Controllo Marcia Treno
SRS
Specifica Requisiti di Sistema
SSB
Sotto Sistema di Bordo
SST
Sotto Sistema di Terra
UTMR
Unità Tecnologie Materiale Rotabile
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
17 di 31
2 Requisiti Funzionali
Il blocco funzionale procedure fornisce procedure utilizzate da più funzioni e quindi non
direttamente associabili ad una di esse.
La Figura 2-1 illustra il contesto funzionale in cui la funzione Procedure opera.
I moduli interni alla funzione sono marcati con bordo in neretto.
I dati rappresentati in neretto si riferiscono a gruppi di dati.
Si precisa che i gruppi sono utilizzati per ridurre la complessità dei DFD. Nei requisiti testuali,
per facilitarne la comprensione, si fa generalmente riferimento ai singoli dati che lo
compongono e non al gruppo.
Per la definizione dei dati menzionati e per la loro organizzazione in gruppi fare riferimento a
[A21].
V3A12.22
[E] La funzione deve rendere disponibile a Organi Periferici i dati da
far registrare su RCEC (Reg_RCEC ) in accordo con il rif. [R8].
La funzione deve essere composta da due sotto-funzioni (Procedure di Frenatura, Procedure
di Calcolo).
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
Codifica:
SCMT
FOGLIO
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
18 di 31
Train Trip
Dispositivi
Esterni
Controllo
Presenza PdC
Dati_Configurazione
Allarme_vigilante
Attiva_VMC
VMC_Mo_default_1 (*)
VMC_Mo_default_2 (*)
VMC_Mo_min_1 (*)
VMC_Mo_min_2 (*)
VMC_Mo_max_1 (*)
VMC_Mo_max_2 (*)
Frenatura_in_atto
Gestione
Appuntamenti
Proc_Emerg
Proc_Rec_Emerg
T_allarme
T_allerta_allarme
T_reiterazione_allarme
T_Funzione_min
T_Funzione_max
Procedure di
Frenatura
Proc_Emerg
Proc_Rec_Emerg
Attiva_Pr_VMC
Contatto_NO1
Contatto_NO2
Contatto_NC1
Contatto_NC2
P_RF
Proc_Emerg
Proc_Rec_Emerg
Orologio
Modifica della
Velocità Modulo
di Condotta
Suono_3, Suono_5
Suoni_fr, Suoni_cab
Comandi_EV
L_rossa
FrS, TT, RE
L_RF
Buzzer
Ico_Vigilante_Allarme
Reg_Fre_Emerg
Proc_Rec_Emerg
Proc_Emerg
RTC
Odometria
Proc_Emerg
Proc_Rec_Emerg
Codici_RSC_Filtrati
TF
Proc_Rec_Emerg
Proc_Emerg
Proc_fr
Frenatura_in_atto
P_OK
P_SU
P_GIU
Errore_frenatura_Emergenza
Frenatura_in_atto
Controllo Marcia
Treni
VMC
Logica RSC
Controllo rispetto
ai segnali fissi
Controllo Modalità
Operative
Ogani Periferici
Gestione PI
Kr
V_Codice_RSC
G_GDF_ATTUALE
G_GDF_VARIAZIONE
Q_RICALIBRA
Q_CATEGORIA_LINEA
Codici_RSC_filtrati
Codice_Riconosciuto
Errore_tabelle_PGOS
Errore_tabelle_Kr
Controllo Linea
Attiva_Vcod
Vcodice
Q_RICALIBRA
Modo_operativo
VelocitàTettoGdf
VelocitàObiettivoGdf
Procedure di
Calcolo
Dati_Manutenzione
Attiva_Kr
Attiva_PGOS
L
PPF
Tipo_freno
Tipo_treno
Q_CATEGORIA_TRENO
GDF_CMT_Default
Categoria_Linea_Default
Q_Ricalibra_Default
Dati_Treno
Dati_Configurazione
(*) La variabile Mo deve essere sostituita con Predisposizione CMT, CMTe, RSCe, CMTe+RSCe
Nota: A quanto sopra riportato si aggiunge l’invio di Reg_RCEC dall’intera funzione “Procedure” a “Organi Periferici”. Tale scambio dati
non è rappresentabile graficamente, in quanto il diagramma è a livello di sotto-funzioni.
Figura 2-1: Diagramma di contesto della funzione
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
19 di 31
UC12.55
[ELIMINATO]
UC12.56
[ELIMINATO]
UC12.57
[ELIMINATO]
UC12.58
[ELIMINATO]
UC12.59
[ELIMINATO]
UC12.60
[ELIMINATO]
2.1 Procedure di Frenatura
2.1.1 Requisiti di acquisizione ingressi
La funzione deve acquisire dalla piastra pneumatica lo stato del pressostato (ContattoNOx,
ContattoNCx, con x = 1, 2, in Figura 2-1), per verificare la condizione della condotta aria.
La funzione deve ricevere dall’Orologio, l’orario di sistema (RTC in Figura 2-1), per le verifiche
di temporizzazione interne.
La funzione deve acquisire ciclicamente lo stato del pulsante riarmo freno (P_RF in Figura 21).
La funzione deve ricevere, dalla Logica RSC, la presenza del codice 75 (Codici_RSC_Filtrati
in Figura 2-1).
La procedura deve ricevere dall’Odometria, la condizione di treno fermo (TF in Figura 1-5),
per consentire il recupero con codice 75.
La funzione deve ricevere le richieste di frenatura e recupero frenatura d’emergenza da
Logica RSC, Train Trip, Controllo Modalità Operative, Controllo Presenza PdC, Gestione
Appuntamenti e Controllo Rispetto Segnali Fissi per iniziare le relative procedure.
La funzione deve ricevere le richieste di frenatura e recupero frenature (emergenza e di
servizio) dal Controllo Marcia Treni.
UC12.9
[E] La funzione deve avere a disposizione dai Dati di Configurazione il
tempo di pressione minimo e massimo del pulsante utilizzato
(T_Funzione_min, T_Funzione_max in Figura 2-1).
V3A12.12
[E] La funzione deve avere a disposizione, dai Dati di Configurazione,
il tempo T_allarme (Figura 2-1) necessario per segnalare il mancato
riarmo freno da parte del PdC.
V3A12.13
[E] La funzione deve avere a disposizione, dai Dati di Configurazione,
il tempo T_allerta_allarme (Figura 2-1) necessario per segnalare il
mancato riarmo freno da parte del PdC.
V3A12.14
[E] La funzione deve avere a disposizione, dai Dati di Configurazione,
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
Codifica:
SCMT
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
20 di 31
il tempo T_reiterazione_allarme (Figura 2-1) necessario per segnalare
il mancato riarmo freno da parte del PdC.
2.1.2 Requisiti di gestione
UC12.3
[E] All’attivazione, il SSB, dopo i test iniziali, assume come master
l’elettrovalvola EV1_x e come slave l’elettrovalvola EV2_x (con x = 1 o
2 a seconda della piastra attiva).
UC12.4
[E] Alla richiesta di frenatura di emergenza da parte di una delle
possibili funzioni utente, la funzione deve eseguire le azioni
specificate nell’Algoritmo 2-1.
Algoritmo 2-1 Comando Frenatura di emergenza
attivazione taglio trazione (TT)
attivazione frenatura di servizio (FrS)
Se (Codici_RSC_Filtrati = 75) allora Frenatura = TRUE
Se nessuna elettrovalvola è master allora
Comando per il rubinetto elettronico (RE)
Disalimentazione di entrambe le elettrovalvole
Inizio di un conteggio a tempo
se ContattoNOx = 0 e ContattoNCx = 1 (avvenuta commutazione del pressostato) e tempo trascorso dalla
disattivazione delle due elettrovalvole ≤ 750 ms allora
intervento dell’avvisatore acustico tipo Suono_2 (Suono_a, Suono_b risp. per Cab. A e B
accensione a luce lampeggiante della lampada del pulsante RF (L_RF)
accensione a luce lampeggiante dell’indicatore ottico rosso (L_rossa) **
registrazione su Punte di registrazione eventi (Reg_Fre_Emerg)
altrimenti
Disalimentazione di entrambe le elettrovalvole
Comando avvisatore acustico per tempo indeterminato, Suono_3 (Suono_a, Suono_b risp. per Cab. A e B)
Generazione errore (Errore_Frenatura_Emergenza)
Altrimenti
Comando per il rubinetto elettronico (RE)
Disattivazione dell’elettrovalvola master e Inizio di un conteggio a tempo
se ContattoNOx = 0 e ContattoNCx = 1 (avvenuta commutazione del pressostato) e tempo trascorso dalla
disattivazione dell’EV master ≤ 750 ms allora
intervento dell’avvisatore acustico tipo Suono_2 (Suono_a, Suono_b risp. per Cab. A e B
accensione a luce lampeggiante della lampada del pulsante RF (L_RF)
accensione a luce lampeggiante dell’indicatore ottico rosso (L_rossa) **
segnalazione della frenatura in atto (Frenatura_in_atto verso Controllo Presenza PdC, Logica RSC,
Controllo Modalità Operative)
registrazione su Punte di registrazione eventi (Reg_Fre_Emerg)
altrimenti
Disalimentazione di entrambe le elettrovalvole
Comando avvisatore acustico per tempo indeterminato, Suono_3 (Suono_a, Suono_b risp. per Cab. A e B)
Generazione errore (Errore_Frenatura_Emergenza)
** nota: l’accensione della lampada deve essere effettuata solo se richiesta dalle funzioni controllo marcia o train trip
UC12.5
[E] Alla richiesta di frenatura di servizio la funzione deve eseguire le
azioni indicate nell’Algoritmo 2-2.
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
Codifica:
SCMT
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
21 di 31
Algoritmo 2-2 Comando frenatura di servizio
Attivazione taglio trazione (TT)
Attivazione frenatura di servizio (FrS)
Intervento dell’avvisatore acustico tipo Suono_1 (Suono_a, Suono_b, risp. per Cabina A e Cabina B)
Accensione a luce fissa dell’indicatore ottico rosso (L_rossa)
UC12.6
[ELIMINATO]
UC12.7
[ELIMINATO]
V3A12.8
[ELIMINATO]
UC12.12
[E] Alla richiesta di recupero della frenatura di emergenza la funzione
deve eseguire le azioni specificate nell’Algoritmo 2-3.
Algoritmo 2-3 Recupero frenatura di emergenza
Se (Codici_RSC_Filtrati <> 75 e Frenatura = FALSE) oppure (Codici_RSC_Filtrati = 75 e TF) oppure (Frenatura = TRUE e
TF) allora
Frenatura = FALSE
Attivazione a luce fissa lampada riarmo freno (L_RF)
Se P_RF premuto e rilasciato per T_Funzione_min <= t<T_Funzione_max allora
Attivazione buzzer (Buzzer)
Riattivazione dell’elettrovalvola master
Annullamento del comando Suono_2 per avvisatore acustico (Suono_a, Suono_b risp. per Cab. A e B)
Annullamento del comando per il rubinetto elettronico (RE)
Spegnimento dell’indicatore ottico rosso (L_rossa)
Spegnimento della lampada riarmo freno (L_RF)
Disattivazione del taglio trazione (TT)
Disattivazione della frenatura di servizio (FrS)
Scambio delle funzioni elettrovalvola master tra EV1 e EV2
Disattivazione time out T_allerta_allarme
Disattivazione time out T_allarme
Disattivazione time out T_reiterazione_allarme
Disattivazione visualizzazione icona allarme vigilante (Ico_Vigilante_Allarme)
Disattivazione Suono_5
Disattivazione visualizzazione icona Ico_attesa_PI
segnalazione della frenatura non più in atto (Frenatura_in_atto verso Controllo Presenza PdC, Logica RSC,
Controllo Modalità Operative)
Altrimenti
Se TF allora
Attivazione time out T_allerta_allarme
Attivazione time out T_allarme
Altrimenti
Disattivazione time out T_allerta_allarme
Disattivazione time out T_allarme
Disattivazione time out T_reiterazione_allarme
Se scaduto time out T_allerta_allarme allora
Attivazione Suono_5
Se Modo_Operativo diverso da Gestione Errori allora
Visualizzazione icona allarme vigilante (Ico_Vigilante_Allarme)
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
Codifica:
SCMT
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
22 di 31
Altrimenti
Nessuna azione
Se scaduto time out T_allarme allora
Attivazione time out T_reiterazione_allarme
Altrimenti
Nessuna azione
Se scaduto time out T_reiterazione_allarme allora
Attivazione time out T_reiterazione_allarme
Altrimenti
Nessuna azione
Altrimenti
Nessuna azione
V3A12.15
[E] La funzione deve consentire, su bus MVB e su una uscita a
contatto, l’invio di una segnalazione di Allarme_Vigilante, attivata a
seguito di un mancato riarmo a treno fermo dopo il tempo T_allarme e
successivamente dopo T_reiterazione_allarme, verso il sistema radio
[rif. [R7] par. II.9] generando,un impulso di durata circa pari alla metà
del tempo T_reiterazione_allarme.
V3A12.11
[E] Il pilotaggio delle elettrovalvole nell'algoritmo 2-1 e algoritmo 2-3
deve essere nel rispetto delle caratteristiche di affidabilità espresse in
305691.03 [R6].
UC12.13
[E] Alla richiesta di recupero della frenatura di servizio la funzione
deve eseguire le azioni specificate nell’Algoritmo 2-4.
Algoritmo 2-4 Recupero frenatura di servizio
Disattivazione del taglio trazione (TT)
Disattivazione della frenatura di servizio (FrS)
Annullamento del comando Suono_1 per avvisatore acustico (Suono_a, Suono_b risp. per Cab. A e B)
Spegnimento dell’indicatore ottico rosso (L_rossa)
2.2 Procedure di Calcolo
Questa funzione fornisce le procedure di calcolo basate sulle tabelle PGOS allo scopo di
determinare:
•
Procedura Velocità PGOS: determina le velocità di tetto e di obiettivo in funzione
del grado di frenatura e delle tabelle PGOS rilevanti;
•
Procedura Ricerca Kr: determina il Kr da utilizzare dal Controllo Marcia Treni sulla
base delle tabelle PGOS rilevanti;
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
23 di 31
•
Procedura V_Codice_RSC: determina la velocità associata al codice RSC calcolata
sulla base delle tabelle PGOS rilevanti.
2.2.1 Requisiti di acquisizione ingressi
Le procedure di calcolo devono ricevere, dalla funzione Controllo Modalità Operative, la
variabile Modo_Operativo.
Le procedure di calcolo devono ricevere, dalla funzione Logica RSC, il codice RSC filtrato
(AC/75/120/120*/180/180*/270/270*/270**) aggiornato ad ogni variazione, usato per
determinare la velocità obiettivo o velocità attuale di linea in funzione del grado di frenatura.
Le procedure di calcolo devono ricevere dalla Gestione PI, alla ricezione di un pacchetto di
tipo FV, il valore del campo G_GDF_VARIAZIONE (variazione del grado di frenatura di linea),
per poter ricavare la velocità obiettivo massima ammessa dalla linea e ricavare il valore di Kr
in base alle capacità frenanti del convoglio.
Le procedure di calcolo devono ricevere dalla Gestione PI, alla ricezione di un pacchetto di
tipo S,A oL, il valore del campo G_GDF_ATTUALE (attuale grado di frenatura di linea), per
poter ricavare la velocità attuale massima ammessa dalla linea e ricavare il valore di Kr in
base alle capacità frenanti del convoglio.
Le procedure di calcolo devono ricevere dalla Gestione PI, il valore del campo
Q_RICALIBRA, per poter identificare quale tabella, associata al codice 180, utilizzare.
Le procedure di calcolo devono ricevere dalla Gestione PI, il valore del campo
Q_CATEGORIA_LINEA, per poter identificare quale tabella, associata alla categoria della
linea, utilizzare.
Le procedure di calcolo devono ricevere da Controllo rispetto ai Segnali Fissi la variabili
VCodice che indica quale tabella rsc considerare.
Le procedure di calcolo devono avere a disposizione da Controllo Rispetto ai Segnali Fissi il
parametro Q_RICALIBRA.
Le procedure di calcolo devono ricevere le richieste di attivazione (Attiva_PGOS, Attiva_Kr,
Attiva_VCod in Figura 2-1).
UC12.77
[ELIMINATO]
UC12.78
[ELIMINATO]
UC12.79
[ELIMINATO]
UC12.80
[ELIMINATO]
UC12.81
[ELIMINATO]
UC12.82
[ELIMINATO]
UC12.83
[ELIMINATO]
UC12.84
[ELIMINATO]
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
Codifica:
SCMT
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
24 di 31
UC12.85
[ELIMINATO]
UC12.86
[ELIMINATO]
UC12.62
[E] Le procedure di calcolo devono usare, dai Dati Manutenzione, la
categoria (Q_CATEGORIA_TRENO) alla quale il treno appartiene.
UC12.63
[E] Le procedure di calcolo devono usare, dai Dati Treno, la
percentuale di massa frenata PPF.
UC12.64
[E] Le procedure di calcolo devono usare, dai Dati Treno, il tipo di
freno Tipo_freno.
UC12.65
[E] Le procedure di calcolo devono usare, dai Dati Treno, il tipo di
treno Tipo_treno.
UC12.66
[E] Le procedure di calcolo devono usare, dai Dati Treno, la
lunghezza del treno L.
V3A12.5
[ELIMINATO]
V3A12.9
[ELIMINATO]
V3A12.16
[E] La funzione deve avere a disposizione, dai Dati di Configurazione,
il
valore
delle
variabili
di
default
(GDF_CMT_Default,
Categoria_Linea_Default, Q_Ricalibra_Default) relative a GdF,
Q_CATEGORIA_LINEA, Q_RICALIBRA.
2.2.2 Requisiti di gestione
2.2.2.1 Procedura Velocità PGOS
UC12.71
[E] La procedura deve determinare la tabella PGOS da utilizzare (rif
doc TabellePGOS & Kr 8.xls), in base ai parametri di ingresso
Modo_Operativo, Q_CATEGORIA_TRENO, Tipo_freno (G-P),
Tipo_Treno (M-V), L, Codici_RSC_Filtrati e Q_RICALIBRA, secondo
Algoritmo 2-5.
Algoritmo 2-5 Selezione Tabella PGOS
Se Modo_Operativo= Predisposizione CMT oppure CMT oppure CMT+RSCe oppure RSCe allora
Se Q_CATEGORIA_TRENO=ETR allora Seleziona Tabella Quadro 1A
Altrimenti se Q_CATEGORIA_TRENO=Ale allora
Se L ≤ 30 allora Seleziona Tabella Quadro 1B
Altrimenti Seleziona Tabella Quadro 1C
Altrimenti se Q_CATEGORIA_TRENO=Ordinario
Se Tipo_treno=V allora
Se L ≤ 80 allora Seleziona Tabella Quadro 1D
Altrimenti se 80 < L ≤ 500 Seleziona Tabella Quadro 1E
Altrimenti Seleziona Tabella Quadro 1F
Altrimenti se Tipo_treno=M allora
Se Tipo_freno=P allora
Se L ≤ 80 allora Seleziona Tabella Quadro 1G
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
25 di 31
Altrimenti Seleziona Tabella Quadro 1H
Altrimenti se Tipo_freno=G allora
Se L ≤ 100 allora Seleziona Tabella Quadro 2I
Altrimenti Seleziona Tabella Quadro 2L
Altrimenti se Modo_Operativo= RSC oppure CMT+RSC oppure CMTe+RSC allora
Se Codici_RSC_Filtrati =AC allora
<ricade nel caso precedente (modi operativi Predisposizione CMT, CMT, CMT+RSCe, RSCe)>
Altrimenti se Tipo_freno=P allora
Se Tipo_treno=V allora
Se Codici_RSC_Filtrati=270** allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BA per codice
270**
Se Codici_RSC_Filtrati=270* allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BB per codice
270*
Se Codici_RSC_Filtrati=270 allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BC per codice 270
Se Codici_RSC_Filtrati=180* allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BD per codice
180*
Se Codici_RSC_Filtrati=180 allora
Se Q_RICALIBRA=CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BE per
codice 180 normale
Altrimenti se Q_RICALIBRA=NON_CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale III
Quadro 1bis BE per codice 180 ridotta
Se Codici_RSC_Filtrati=120** allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BF codice 120**
Se Codici_RSC_Filtrati=120* allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BG codice 120*
Se Codici_RSC_Filtrati=120 allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BH codice 120
Se Codici_RSC_Filtrati=75 allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BI codice 75
Altrimenti
Se Tipo_treno=M allora
Se Codici_RSC_Filtrati=270** allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CA per codice
270**
Se Codici_RSC_Filtrati=270* allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CB per codice
270*
Se Codici_RSC_Filtrati=270 allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CC per codice 270
Se Codici_RSC_Filtrati=180* allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CD per codice
180*
Se Codici_RSC_Filtrati=180 allora
Se Q_RICALIBRA= CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CE per
codice 180 normale
Altrimenti se Q_RICALIBRA=NON_CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale IV
Quadro 1bis CE per codice 180 ridotta
Se Codici_RSC_Filtrati=120** allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CF codice 120**
Se Codici_RSC_Filtrati=120* allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CG codice 120*
Se Codici_RSC_Filtrati=120 allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CH codice 120
Se Codici_RSC_Filtrati=75 allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CI codice 75
Altrimenti Tipo_freno=G
Se Codici_RSC_Filtrati=270** allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DA per codice 270**
Se Codici_RSC_Filtrati=270* allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DA per codice 270*
Se Codici_RSC_Filtrati=270 allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DA per codice 270
Se Codici_RSC_Filtrati=180* allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DB per codice 180*
Se Codici_RSC_Filtrati=180 allora
Se Q_RICALIBRA= CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DB per codice 180
normale
Altrimenti se Q_RICALIBRA=NON_CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DB
per codice 180 ridotta
Se Codici_RSC_Filtrati=120** allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DC codice 120**
Se Codici_RSC_Filtrati=120* allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DC codice 120*
Se Codici_RSC_Filtrati=120 allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DC codice 120
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
Codifica:
SCMT
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
26 di 31
Se Codici_RSC_Filtrati=75 allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DD codice 75
V3A12.17
[E] La procedura, nel determinare la Tabella PGOS da utilizzare, in
mancanza di informazioni provenienti dai PI, deve utilizzare i seguenti
valori di default: GDF_CMT_Default, Categoria_Linea_Default,
Q_Ricalibra_Default. Questi valori vanno utilizzati all’inizializzazione,
ogni qual volta che si esclude la captazione discontinua e tutte le volte
che si riceve un pacchetto di tipo FP o l’evento Fine_CMT
UC12.72
[E] La procedura, una volta determinata la tabella PGOS, deve
determinare la VelocitàTettoGdf da utilizzare, in base ai valori assunti
dalle variabili PPF e G_GDF_ATTUALE.
UC12.73
[E] La procedura, una volta determinata la tabella PGOS, deve
determinare la VelocitàObiettivoGdf da utilizzare, in base ai valori
assunti dalle variabili PPF e G_GDF_VARIAZIONE.
UC12.74
[ELIMINATO]
V3A12.7
[ELIMINATO]
UC12.75
[ELIMINATO]
UC12.76
[E] Quando la tabella viene selezionata e il valore acceduto è 0 la
procedura “Velocità PGOS” deve generare un errore (Errore_Tabella_
Pgos).
2.2.2.2 Procedura Ricerca Kr
UC12.88
[E] La procedura deve determinare la Tabella Kr da utilizzare (rif doc
TabellePGOS & Kr 8.xls), in base ai parametri di ingresso
Modo_Operativo, Q_CATEGORIA_TRENO, Tipo_freno (G-P),
tipo_treno (M-V), L, Codici_RSC_Filtrati, Q_RICALIBRA e
Q_CATEGORIA_LINEA, secondo Algoritmo 2-6 .
Algoritmo 2-6 - Selezione Tabella Kr
Se Modo_Operativo= Predisposizione CMT oppure CMT oppure CMT+RSCe oppure RSCe allora
Se Q_CATEGORIA_TRENO=ETR allora
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 1B Seleziona Tabella Quadro 1A categoria 1B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 2B Seleziona Tabella Quadro 1A categoria 2B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 3A Seleziona Tabella Quadro 1A categoria 3A
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 4A Seleziona Tabella Quadro 1A categoria 4A
Altrimenti se Q_CATEGORIA_TRENO=Ale allora
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
27 di 31
Se L ≤ 30 allora
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 1B Seleziona Tabella Quadro 1B categoria 1B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 2B Seleziona Tabella Quadro 1B categoria 2B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 3A Seleziona Tabella Quadro 1B categoria 3A
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 4A Seleziona Tabella Quadro 1B categoria 4A
Altrimenti
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 1B Seleziona Tabella Quadro 1C categoria 1B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 2B Seleziona Tabella Quadro 1C categoria 2B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 3A Seleziona Tabella Quadro 1C categoria 3A
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 4A Seleziona Tabella Quadro 1C categoria 4A
Altrimenti se Q_CATEGORIA_TRENO=Ordinario
Se Tipo_treno=V allora
Se L ≤ 80 allora
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 1B Seleziona Tabella Quadro 1D categoria 1B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 2B Seleziona Tabella Quadro 1D categoria 2B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 3A Seleziona Tabella Quadro 1D categoria 3A
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 4A Seleziona Tabella Quadro 1D categoria 4A
Altrimenti se 80 < L ≤ 500
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 1B Seleziona Tabella Quadro 1E categoria1B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 2B Seleziona Tabella Quadro 1E categoria 2B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 3A Seleziona Tabella Quadro 1E categoria 3A
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 4A Seleziona Tabella Quadro 1E categoria 4A
Altrimenti
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 1B Seleziona Tabella Quadro 1F categoria1B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 2B Seleziona Tabella Quadro 1F categoria 2B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 3A Seleziona Tabella Quadro 1F categoria 3A
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 4A Seleziona Tabella Quadro 1F categoria 4A
Altrimenti se Tipo_treno=M allora
Se Tipo_freno=P allora
Se L ≤ 80 allora
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 1B Seleziona Tabella Quadro 1G categoria1B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 2B Seleziona Tabella Quadro 1G categoria 2B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 3A Seleziona Tabella Quadro 1G categoria 3A
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 4A Seleziona Tabella Quadro 1G categoria 4A
Altrimenti
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 1B Seleziona Tabella Quadro 1H categoria1B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 2B Seleziona Tabella Quadro 1H categoria 2B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 3A Seleziona Tabella Quadro 1H categoria 3A
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 4A Seleziona Tabella Quadro 1H categoria 4A
Altrimenti se Tipo_freno=G allora
Se L ≤ 100 allora
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 1B Seleziona Tabella Quadro 2I categoria1B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 2B Seleziona Tabella Quadro 2I categoria 2B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 3A Seleziona Tabella Quadro 2I categoria 3A
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 4A Seleziona Tabella Quadro 2I categoria 4A
Altrimenti
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 1B Seleziona Tabella Quadro 2L categoria1B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 2B Seleziona Tabella Quadro 2L categoria 2B
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 3A Seleziona Tabella Quadro 2L categoria 3A
Se Q_CATEGORIA_LINEA = 4A Seleziona Tabella Quadro 2L categoria 4A
Altrimenti se Modo_Operativo= RSC oppure CMT+RSC oppure CMTe+RSC allora
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
28 di 31
Se Codici_RSC_Filtrati =AC allora
<ricade nel caso precedente (modi operativi Predisposizione CMT, CMT, CMT+RSCe, RSCe)>
Altrimenti se Tipo_freno=P allora
Se Tipo_treno=V allora
Se Codici_RSC_Filtrati=270** allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BA per codice 270**
Se Codici_RSC_Filtrati=270* allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BB per codice 270*
Se Codici_RSC_Filtrati=270 allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BC per codice 270
Se Codici_RSC_Filtrati=180* allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BD per codice 180*
Se Codici_RSC_Filtrati=180 allora
Se Q_RICALIBRA=CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BE per codice 180
normale
Altrimenti se Q_RICALIBRA=NON_CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BE
per codice 180 ridotta
Se Codici_RSC_Filtrati=120** allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BF codice 120**
Se Codici_RSC_Filtrati=120* allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BG codice 120*
Se Codici_RSC_Filtrati=120 allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BH codice 120
Se Codici_RSC_Filtrati=75 allora Selezione Tabella Speciale III Quadro 1bis BI codice 75
Altrimenti
Se Tipo_treno=M allora
Se Codici_RSC_Filtrati=270** allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CA per codice 270**
Se Codici_RSC_Filtrati=270* allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CB per codice 270*
Se Codici_RSC_Filtrati=270 allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CC per codice 270
Se Codici_RSC_Filtrati=180* allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CD per codice 180*
Se Codici_RSC_Filtrati=180 allora
Se Q_RICALIBRA= CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CE per codice 180
normale
Altrimenti se Q_RICALIBRA= NON_CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CE
per codice 180 ridotta
Se Codici_RSC_Filtrati=120** allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CF codice 120**
Se Codici_RSC_Filtrati=120* allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CG codice 120*
Se Codici_RSC_Filtrati=120 allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CH codice 120
Se Codici_RSC_Filtrati=75 allora Selezione Tabella Speciale IV Quadro 1bis CI codice 75
Altrimenti Tipo_freno=G
Se Codici_RSC_Filtrati=270** allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DA per codice 270**
Se Codici_RSC_Filtrati=270* allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DA per codice 270*
Se Codici_RSC_Filtrati=270 allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DA per codice 270
Se Codici_RSC_Filtrati=180* allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DB per codice 180*
Se Codici_RSC_Filtrati=180 allora
Se Q_RICALIBRA= CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DB per codice 180 normale
Altrimenti se Q_RICALIBRA= NON_CONSIDERA_PI Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DB per
codice 180 ridotta
Se Codici_RSC_Filtrati=120** allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DC codice 120**
Se Codici_RSC_Filtrati=120* allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DC codice 120*
Se Codici_RSC_Filtrati=120 allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DC codice 120
Se Codici_RSC_Filtrati=75 allora Selezione Tabella Speciale Quadro 2bis DD codice 75
V3A12.18
[E] La procedura, nel determinare la Tabella Kr da utilizzare, in
mancanza di informazioni provenienti dai PI, deve utilizzare i seguenti
valori di default: GDF_CMT_Default, Categoria_Linea_Default,
Q_Ricalibra_Default. Questi valori vanno utilizzati all’inizializzazione,
ogni qual volta che si esclude la captazione discontinua e tutte le volte
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
Codifica:
SCMT
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
29 di 31
che si riceve un pacchetto di tipo FP o l’evento Fine_CMT.
UC12.89
[E] La procedura, una volta determinata la Tabella Kr, deve
determinare il parametro Kr da utilizzare, in base ai valori assunti dalle
variabili PPF e G_GDF_ATTUALE.
V3A12.6
[ELIMINATO]
UC12.90
[E] La procedura, una volta determinata la Tabella Kr, deve
determinare il parametro Kr da utilizzare in quanto raggiunto il punto
di variazione, in base ai valori assunti dalle variabili PPF e
G_GDF_VARIAZIONE.
UC12.91
[ELIMINATO]
UC12.92
[E] Quando la tabella viene selezionata e il valore acceduto è 0 la
procedura “Velocità KR” deve generare un errore (Errore_Tabella_Kr).
2.2.2.3 Procedura V_Codice_RSC
V3A12.3
[E] Alla procedura si applica il requisito UC12.71 sostituendo il
parametro di ingresso Codici_RSC_Filtrati con la variabile
Codice_RSC ottenuta tramite la VCodice secondo la tabella 2-1.
Tabella 2-1 Corrispondenza Vcodice e Codice_RSC
VCodice Codice_RSC
UC12.94
Vo
270**
V1
270*
V2
270
V150
180*
Vr
180
V130
120**
V100
120*
V60
120
Vl
75
[E] La procedura, una volta determinata la tabella PGOS, deve
determinare la V_Codice_RSC.
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
30 di 31
2.3 Procedura VMC
Questa funzione determina la velocità modulo condotta (VMC) a seguito di modifica da parte
del PdC.
2.3.1 Requisiti di acquisizione ingressi
La procedura deve ricevere la richiesta di attivazione (Attiva_Pr_VMC in Figura 2-1).
V3A12.20
[E] La funzione deve avere a disposizione, dai Dati di Configurazione,
il valore di default (VMC_Mo_default_1, VMC_Mo_default_2), il valore
minimo (VMC_Mo_min_1, VMC_Mo_min_2) e il valore massimo
(VMC_Mo_max_1, VMC_Mo_max_2) della velocità modulo di
condotta (Figura 2-1) in funzione della modalità operativa e del
numero di agenti.
Nota: (La variabile Mo deve essere sostituita con Predisposizione
CMT, CMTe, RSCe, CMTe+RSCe)
2.3.2 Requisiti gestione
V3A12.21
[E] La procedura “Modifica velocità modulo condotta” deve eseguire
le azioni secondo il seguente algoritmo
Algoritmo 2-7 - Procedura "Modifica velocità modulo condotta"
attivazione la videata Ico_VMC
la videata si presenta con la visualizzazione del valore VMC_Mo_default_x
impostare VMC = VMC_Mo_default_x
Se P_OK premuto e rilasciato per T_Funzione_min <= t<T_Funzione_max allora
Disattivazione taglio trazione
Disattivazione videata Ico_VMC (Ripristino della videata precedente)
VMC = “valore visualizzato”
Memorizzazione valore VMC su RCEC (vedi [R8])
Fine se
se P_SU premuto e successivamente rilasciato entro 0,5 secondi allora
se valore attuale associato = ultimo valore del range allora
Presenta su display il primo valore del range (VMC_Mo_min_x)
Altrimenti
Presenta su display il valore successivo (passo 5)
se P_SU premuto per un tempo uguale o superiore ad 0,5 secondi
allora ogni circa 300 millisecondi
se valore attuale associato = ultimo valore del range allora
Presenta su display il primo valore del range (VMC_Mo_min_x)
altrimenti
Presenta su display il valore successivo (passo 5)
se P_GIU premuto e successivamente rilasciato entro 0,5 secondi allora
se valore attuale associato = primo valore del range allora
Presenta su display l'ultimo valore del range (VMC_Mo_max_x)
altrimenti
Presenta su display il valore precedente (passo 5)
SPECIFICA DEI REQUISITI DI SISTEMA SCMT
Volume 3 - SottoSistema di Bordo Appendice A - Allegato 12 Blocco funzionale Procedure
SCMT
Codifica:
RFI TC.PATC SR CM 03 M 82 F
FOGLIO
31 di 31
se P_GIU premuto per un tempo uguale o superiore ad 0,5 secondi
allora ogni circa 300 millisecondi
se valore attuale associato = primo valore del range allora
Presenta su display l'ultimo valore del range (VMC_Mo_max_x)
altrimenti
Presenta su display il valore precedente (passo 5)
(La variabile Mo deve essere sostituita con Predisposizione CMT, CMTe, RSCe, CMTe+RSCe in base alla modalità corrente,
x deve essere sostituito con 1 o 2 a seconda del valore assunto dal dato treno PdC)
Fly UP