...

moda: stiamo perdendo la nostra tradizione di eleganza

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

moda: stiamo perdendo la nostra tradizione di eleganza
Rotary International
Anno rotariano
Distretto 2040 Italia
XLVI
2012 – 2013
Bollettino n. 1902
ROTARY CLUB BERGAMO CITTA' ALTA
Riunione dell’ 11 ott. 2012
Taverna Colleoni
Club number: 2040 12216
web site: www.rotbgalta.org
Numero riunione
9
Soci intervenuti
27
Ospiti
7
Familiari
11
Totale presenti
45
MODA: STIAMO PERDENDO
LA NOSTRA TRADIZIONE DI ELEGANZA
CONVIVIALE DELL’11 OTTOBRE
—
Presiede il presidente Mauro Cavallone
La sera del 4/10: Colleoni, Ghiroldi, Lombardini, Pandini, Seccomandi e
Zavaritt. Il 5/10: Gallone, Paleari, Perego, Pesenti, Saffioti.
Organico: soci eff. 75
Angeletti
Bertoli
Bertuzzi*
Briolini
Camplani
Cavallone
Colleoni*
Della volta
Ferraris
Giani
Haessig
Lombardini
Mandolesi
Marino
Medolago
Mirandola
Moresco
Noris
Palma
Pandini
Perego
Pesenti
Previtali
Salvi A
Solari
Suardo
Taddei
ASSIDUITA’
TEMA
27+11 = 38 su 49(2 in congedo)= 77,5%
Donne dell’ oggi, nell’ oggi di Marta Citakov.
OSPITI
Dott.ssa Marta e Michele Citakov. Roberto Ferrari (RC Sarnico). Dott.
Armando e Giuliana Mazza (Suardo), Fulvia Pedrinoni, Barbara Nappi.
FAMILIARI
Nicoletta Angeletti, Mariagrazia Bertoli, Virna Blumer, Paola Briolini,
Ludovica Cavallone, Barbara Lombardini, Maria Marino, Lorella Moresco, Marta Previtali, Elena Suardo, Chiara Taddei.
I PROSSIMI INCONTRI
Giovedì
18 ottobre
Riunione rinviata a domenica prossima, 21 ottobre.
Domenica
21 ottobre
Dalle ore 11 alle 15 ci troveremo a Chiuduno,
Chiuduno ospiti
nella cascina degli amici Gianni e Giuliana Camplani
per una festicciole autunnale: ”Polenta
Polenta e olive”.
olive L’ idea è quella di un distensivo incontro agreste della
nostra famiglia rotariana (vedi pag. 2) con il contributo di tutti. Necessaria la prenotazione.
Giovedì
25 ottobre
Ore 20,00 alla Taverna. Sarà con noi l’ arch. Sergio
Moroni, presidente del club di Treviglio e PB , che ci
parlerà di arte e territorio nell’ ambito del progetto
attuato dai nostri club sull’ arte calcografica alla
scuola “Ghisleri di Bergamo.
Venerdì 5 ottobre
Un ventaglio di argomenti ad ampio respiro
con un unico soggetto: la donna. La moda, gli
esempi del passato, il gusto, i confronti fra ieri
ed oggi, gli eccessi, l’ influsso della comunicazione. Estetica come cultura dell’ immagine
nel costume e nella moda. Protagonista
indiscussa Marta Citakov, giornalista di Vogue
ed ora di Amica e scrittrice.
Poche parole di presentazione da parte di
Mauro che ci ha parlato del suo incontro con
Marta ad un convegno a Parma, di quanto l’
ha affascinato e di come abbia pensato subito
a lei quando ha elucubrato l’ idea di affrontare, in questo suo anno presidenziale, il tema
“viva le donne”.
Nata a New York una quarantina d’ anni fa,
laureata ad Harvard, allieva di Montanelli,
Marta Citakov ci ha offerto una serata brillante
quanto interessante. La moda. L’ esordio non
è stato tenero: “stiamo
perdendo la nostra tradizione di eleganza” ha
Sul tema
“viva le donne” il primo
incontro con
la nota giornalista Marta
Citakov.
affermato.
La bellezza della donna si
evolve; dalla venere di
botticelli, alla donna
androgina di Klimt, ai
simboli come Marylin e
poi alle modelle degli
anni ‘70 e ‘80 come
Naomi apprezzata da
tutti, indipendentemente dal “colore”. Poi
tante cose sono cambiate; oggi le modelle
sono tornate mere indossatrici. Spesso sono
il frutto di incroci di razze diverse ed hanno
perso il fascino della diversità.
Se la moda è lo specchio della capacità di
gestire i propri costumi oggi i costumi sono
decaduti. Un esempio: ci ha mostrato due
immagini quella di Grace Kelly incinta che
“nasconde” la maternità con una grande
borsa di Hermes e quella di Gianna Giannini
che esibisce il “pancione”, nudo e prorompente, come una sfida, volgarotta.
Il terrore di invecchiare, il ricorso massiccio,
ora si sta affinando, alla chirurgia estetica che
(Continua a pagina 3)
Presidente:prof. Mauro Cavallone - (A) viale Zavaritt, 213 - 24020 Gorle (BG) - tel. 035 4599131 - (U) via dei Caniana, 1 - 24122 Bergamo - tel.035 2052539 - cell. +39
348 3129039 – email: [email protected] - Segretario: ing. Gaetano Briolini – viale V. Emanuele, 43 – 24121 Bergamo – tel 035 242554 – - Email: [email protected]
- cell:+39 338- 6193571 - Segreteria: Barbara Nappi - Pass. S. Bartolomeo,7 –24121 Bergamo - email: [email protected] - tel/fax +39 035 223020 - cell. +39 347 7473022
Riunioni rotariane: al giovedì, ore 20,00, Taverna Colleoni - Piazza Vecchia – Bergamo (tel.035 232596). In luglio sede itinerante nel territorio. Agosto riunioni sospese.
Bergamo Città Alta
IL CITTÀ ALTA PRESENTE IN MASSA AL TEATRO SOCIALE
BERGAMOSCIENZA: L’ INAUGURAZIONE
LA CONSEGNA DEI PREMI “FRANCO EMMER”
Dopo l’ anteprima di giovedì, l’ inaugurazione e la consegna dei premi intitolati al
ricordo di Franco Emmer.
Venerdi 5 ottobre ha avuto luogo, nella
suggestiva cornice del Teatro Sociale, l’
inaugurazione della decima edizione di
Bergamoscienza: sul palco ….il nostro
club ( Moltrasio, Martino, Raffaella Ravasio, Mario Salvi e Bettonagli ) e Umberto
Corrado, marito di Raffaella .
Moltrasio ha esordito ringraziando i 55
enti che appoggiano l’iniziativa, i 30 istituti
scolastici coinvolti e i 2400 studenti che si
sono messi in gioco. Dopo la proiezione di
Stamane al Centro congressi
LUBERG: etica e sviluppo
Questa mattina, a partire dalle 8,30, al centro congressi Giovanni XXIII, si terrà un
congresso dal titolo “Etica e sviluppo” promosso dalla LUBERG, associazione laureati
università di Bergamo.
Numerosi gli interventi in programma e,
limitandoci a quelli che saranno tenuti da
nostri soci, segnalo quello di apertura del
rettore Paleari; seguiranno quelli a tema:
Carlo Mazzoleni, presidente di Confindustria
Bergamo, parlerà di “Imprenditori creatori
di innovazione e generatori di produttività”;
Alberto Carrara, presidente dell’ Ordine dei
Dottori commercialisti, interverrà nell’ ambito del tema relativo alla deontologia professionale. Fine lavori alle 13,30.
un interessante video con una carrellata sui
principali eventi e sui più prestigiosi relatori dei primi 9 anni, hanno portato il loro
saluto il Sindaco di Bergamo, l’assessore
provinciale alle infrastrutture, Carlo Saffioti a nome del Consiglio Regionale e dell’
assessore Prea, il Prefetto di Bergamo, il
Rettore dell’Università e la Dirigente
dell’ufficio scolastico provinciale: tutti
hanno espresso un sentito apprezzamento
per la manifestazione, ormai consolidata a
livello nazionale, per la grande importanza
del coinvolgimento dei giovani, per la imponente partecipazione del pubblico
(118.000 nell’ultima edizione ) e per l’
elevato livello scientifico.
Moltrasio ha poi accennato alla candidatura di Bergamo a capitale europea della
cultura per il 2019 ed ha chiamato sul palco l’assessore Sartirani, che ha brevemente
accennato al progetto ed ha sottolineato
l’importanza di BergamoScienza come
fonte di rilevanti eventi in città e di fondamentali collegamenti con il mondo culturale internazionale. Dopo la consegna di
targhe, per l’importante appoggio sempre
fornito a BergamoScienza, a Carlo Mazzoleni, presidente Confindustria Bergamo , a
Cesare Zonca, presidente del Credito Bergamasco ed a Miro Radici, presidente della
SACBO, ha preso la parola Mario Salvi
che ha evidenziato l’ampio spettro del
pubblico emerso dai questionari dell’anno
scorso, con fasce d’età tra 6 e 92 anni,con
pari presenze tra uomini e donne, con il
30% di studenti, con il 50% di laureati e
con giudizi sulla qualità compresi in gran
parte tra 8 e 10. Sono seguiti brevi interventi del presidente del Comitato Scientifico Edoardo Boncinelli (siamo ancora
qua! ) e del Premio Nobel 2004 per la medicina Linda Buck. Si sono poi avuti momenti emozionanti legati all’intervento di
Martina Caironi, fresca vincitrice di una
medaglia d’oro alle Paraolimpiadi di Londra, che ha ricordato l’inizio della sua avventura nel 2008 dopo l’incontro con Pistorius proprio a BergamoScienza e di Raffaella Ravasio nel ringraziamento a tanti
giovani volontari e a chi si è impegnato per
coinvolgerli, citando al riguardo anche il
nostro Pietro Giannini.
La conoscenza è alla base
della formazione di una società migliore
La sintesi della coinvolgente serata l’ ha
bene espressa Umberto Corrado: ”la conoscenza è alla base della formazione di una
società migliore”.
Infine Moltrasio ha invitato sul palco il
nostro Presidente per la premiazione dei
vincitori della 5^ edizione del premio fotografico Franco Emmer, legato a BergamoScienza: Mauro ha brevemente ricordato
gli scopi del Rotary, ha sottolineato gli
stretti legami del nostro club con BergamoScienza (Moltrasio ha commentato che il
nostro club potrebbe chiamarsi Rotary
BergamoScienza) e l’appoggio corale di
tutto il Gruppo Orobico; ha ricordato la
figura e l’impegno di Emmer ed ha proce(Continua a pagina 4)
Polenta, olive e quant’ altro sotto il golf di Chiuduno
Domenica “festa d’ autunno” dagli amici Camplani
Via Montepelato
Il riferimento al golf La Rossera è puramente geografico. La
nostra meta è la cascina di Gianni e Giuliana Camplani, a
Chiuduno, in via Montepelato, 2. Da anni l’ amico Gianni ci
offre ospitalità nella sua campagna, per un incontro distensiProblemi?
vo all’ insegna della semplicità e delle genuinità: Quest’
Chiama
anno Mauro non solo ha raccolto l’ invito ma ne ha fatto un
Giuliana
incontro rotariano. Ecco perché domenica: Il fine è quello di
338
stare insieme in una sorta di festa autunnale, di raccogliere le
3159154
olive e gustare una rustica polenta alla quale farà da contorno aquanto i soci porteranno da casa per alleviare le incombenze culin arie dei nostri ospiti. Non c’ è catering ne guanti
bianchi. Un incontro alla buona in perfetta linea con le tradizioni bergamasche. Al fine di coordinare gli apporti alimentari esterni è bene prendere contatto con l’ amica Chiara
Ferraris ed evitare così inutili confusioni. (email: [email protected]).
E veniamo alla mappa dell’ amico Gianni: attenzione alla
piazza della chiesa in centro a Chiuduno. Per chi proviena da
Bergamo bisogna girare a sinistra, per chi, utilizzando l’
autostrada, esce al casello di Grumello, a destra. E’ la strada
che porta al golf della Rossera. Attenzione al crocefisso di legno sormontato da un vispo galletto. Percorsa via Trasio si arriva al grande
crocefisso. Da li siamo in via Montepelato. La cascina Camplani è al numero 2, quindi la prima sulla destra. Buon viaggio.
2
Bergamo Città Alta
Sabato scorso in visita a BergamoScienza
Ospiti dei Rotary bergamaschi
46 alunni della scuola di Mirandola
Sono stati ospitati dai club Rotary bergamaschi i 46 alunni delle classi 5º G e 5° H
della Scuola Primaria Dante Alighieri i
Mirandola, il paese drammaticamente
colpito dal terremoto della scorsa primavera, accompagnati da 4 insegnanti per una
visita a Bergamoscienza 2012.
L'opportunità è stta offerta loro dai nove
Rotary Club del Gruppo Orobico che quattro mesi fa hanno
Compleanni
deciso
di
"adottar e"
le
d’ Ottobre
scuole di Miran16 - Cavallone e Trombi dola colpite dal
17 - Suardo
terremoto nella
20 - Bertoli
scorsa primavera.
24 - Trevisan
I Soci Rotariani
28 - Previtali
hanno risposto in
modo significativo al "servite a favore delle scuole di Mirandola" facendo confluire in apposito c/c
oltre 55.000 euro con i quali sono stati
acquistate 13 lavagne interattive multimediali (Lim) per la Scuola Primaria "Dante
Alighieri", e 32 tablet per la Scuola Secondaria di Secondo Grado ITCS "G. Luosi",
con l'obiettivo di dotare le scuole di strumenti didattici indispensabili e all'avanguardia, come previsto dal progetto scolastico "Verso la scuola del futuro - [email protected]
2,0".
In occasione della decima edizione di
BergamoScienza, a completamento all'azione di sostegno, i Presidenti dei nostri
club rotariani avevano deciso di regalare a
questi ragazzini una giornata speciale. I
rotariani hanno coperto tutte le spese per
fare arrivare arrivare a Bergamo questi
ragazzini e per far vivere loro una giornata
particolare partecipando allo Space Day,
giornata dedicata allo spazio che si è tenuta in Città Alta, all'interno dello storico
chiostro di San Francesco.
I nostri giovanissimi ospiti studenti avevano un carnet densissimo di appuntamenti: hanno visitato la mostra "More Space
To Space" (organizzata da NASA, ESI e
ASI) e quindi la mostra "Evoluzione della
propulsione (allestita dall' Associazione
Nazionale Marinai d'Italia). Quindi la
visita è proseguita, sempre nel chiostro di
San Francesco, seguendo i temi relativi
alla luce, alla vista ed allo scorrere del
tempo prendendo parte a due interessanti e
stimolanti laboratori intitolati "Click...e la
luce fu" e "Alla ricerca del tempo perduto".
Hanno così vissuto una giornata particolare che hanno molto gradito. I nostri ospiti
erano facilmente riconoscibili in quanto
tutti indossavano la maglietta ufficiale di
BergamoScienza, con il logo del Rotary e
la scritta, personalizzata, "Scuola Primaria
Alighieri Mirandola".
appuntamenti rotariani
NEI CLUB DEL GRUPPO OROBICO
Ore 12,45, al club di Bergamo, ristorante colonna, intervento del
Questore di Bergamo, dott, Dino Finolli, che parlerà de “la tutela
dell’ ordine pubblico a Bergamo”.
Lunedì
15 ottobre
Ore 18,30, il club di Bergamo Ovest si riunirà ad Almenno San salvatore per una visita al Museo del falegname in occasione della presentazione del libro “Tino Sana: l’ orfano che sapeva sognare”.
Relatore il giornalista paolo Aresi. Seguirà la conviviale presso il ristorante bellaria. Prenotazione obbligatoria.
Ore 20,00, al club di Sarnico val Cavallina, ristorante Al vigneto di
Grumello d.M., Vincenzo Marchetti parlerà sul tema: “Che senso ha
pubblicare per la prima volta nel 2012 il vocabolario bergamasco
italiano-latino dell’ abate Giovanni Battista Angelini redatto nel
1700”.
Martedì
16 ottobre
Ore 20,00, al club di Bergamo Nord, ristorante Al Pitentino (via Pitentino 16, intervento di Fulvia Castelli sul tema “Effettivo questo
sconosciuto”.
NEL distretto 2040
Lunedì
5 novembre
Concerto straordinario
di Peppino Principe per Polioplus
Milano
Teatro Manzoni
3
ha prodotto visi asessuati, visi di età indefinibile (citando gli esempi della Kidman o della
chiacchierata Minetti) e l’ incapacità di invecchiare bene. E’ necessario rivedere i canoni
da imitare, torniamo ai visi ed alle espressione “umane” meno chirurgiche.
In tutto questo c’ è una forte influenza delle
comunicazioni, nella loro rapidità ad influenzare le più giovani ad adottare mode e atteggiamenti c he non rispecchiano più la cultura
di origine. Madri che imitano le figlie, figlie
che imitano le madri. Se una volta i canoni
da imitare erano le principesse, oggi sono le
“veline”. Prima la televisione poi internet,
grandi ed apprezzabili strumenti di comunicane, ma non dimentichiamo che quest’
ultimo non ha filtri e spesso gli esempi che
illustra hanno effetti deleteri.
Brillante e spiritosa, Marta Citakov ha concluso con un invito di grande saggezza ed
equilibrio: “Conserviamo la nostra bellezza
perché tutte ne hanno una”.
Non è facile per un uomo di una certa età
riuscire ad entrare nei meandri della sensibilità estetica femminile, ma certamente in
molti, evidentemente come me, sono piaciute molto la sensibilità e la profondità di certe
Domenica
21 ottobre
Festa d’ autunno
da Gianni Camplani
Una scampagnata e per di
più domenicale. Una conviviale diversa, una sorta di festa che trascorreremo nella
cascina degli amici Gianni e
Giuliana Camplani. La raccolta delle olive, una tradizionale polenta e quanto ci offrirà la generosità dei nostri soci. Speriamo nel tempo e godiamoci questa simpatica festa della nostra famiglia rotariana. Si prega di prenotare.
affermazioni della relatrice che della moda e
dei suoi aspetti positivi e negativi che evidentemente conosce in profondità.
Numerose le domande: Ludovica Cavallone
(ripensamenti estetici), Chiara Ferraris (come
si comportano gli uomini), Elena Suardo
(madri e figlie), Antonio Salvi ( la donna per
chi lo fa?)
Prima di concludere, alcune belle notizie che
ci ha dato il presidente: abbiamo quasi
raggiunto la cifra di 10 mila € nella raccolta
di fondi da destinare ai terremotati di Mirandola; l’ interclub di giovedì scorso ha raggiunto presenze da record. “Portate figli e
nipoti” ha esortato Mauro accennando alla
prossima conviviale ospiti di Camplani nel
suo uliveto di Chiuduno. Infine ci ha comunicato che si sta definendo il programma per la
visita a Villingen (ricordo con trasferimento in
bus) fissata per i giorni di sabato e domenica
10 e 11 novembre.
Un caro saluto.
Bergamo Città Alta
I VINCITORI DELLA 5 EDIZIONE
DEL PREMIO “FRANCO EMMER”
Ecco alcune delle immagini presentate dai
concorrenti ai quali la giuria ha assegnato
i quattro premi in palio. Con questa edizione 2011 il Premio Emmer chiude questo
suo primo ciclo. E’ allo studio un rinnovamento che ci permetterà di ampliare la
partecipazione a questa iniziativa nel ricordo del nostre indimenticato segretario.
1
1
2
1) GIOVANNI PASQUINELLI - I classificato: - Motivazione: livello tecnico di
grande qualità con ottimo taglio fotografico. Il contenuto rappresenta appieno
lo spirito del Festival BergamoScienza.
3
2) SIMONE MONTANARI - II classificato. Vengono premiate solo le foto: n. 3,
n. 4 e n. 5. Motivazione: Fotografie
belle, pulite con una buona tecnica e
un’ attenta ricerca dei dettagli.
3) MADDALENA MEUCCI - ISS MAMOLI - 3° classificato. Motivazione:
Buona qualità fotografica e tecnica con
particolare attenzione al movimento.
Tema centrato e descrizione molto
dettagliata.
.4) Sezione speciale studenti: GIULIA
GAMBA e FEDERICA VAJANA - Motivazione: Discreta qualità fotografica.
La consegna dei premi F. Emmer
(Continua da pagina 2)
4
4
duto alle premiazioni (trovate nomi e foto in
questa pagina). La nota simpatica è derivata
dal fatto che Mauro, nel consegnare il 1^
premio a Pasquinelli, si è trovato di fronte un
compagno di scuola di 42 anni fa.
A conclusione da segnalare la notevole
presenza di nostri soci, fra istituzionali e
spettatori: 20 per la cronaca e cioè Moltrasio, Martino, Ravasio, Bettonagli, Mario e
Antonio Salvi, Cavallone, Colleoni, Fumagalli, Gallone, Giannini, Mazzoleni, Paleari,
Pandini, Perego, Pesenti, Saffioti, Seccomandi, Tacchini e Briolini.
Gaio Briolini
Fly UP