...

Debora Villajronta per Camera Café, ironizza sul famoso

by user

on
Category: Documents
2

views

Report

Comments

Transcript

Debora Villajronta per Camera Café, ironizza sul famoso
F R I Z Z A N T I . Lapomica, che vediamo anche a Lilit su Raitre, si prepara a una
Debora Villajronta per Camera Café, ironizza sul famoso "sesso forte":
LORENZA S E B A S T I A N I
^k Milano - Dicembre
E
una delle attrici
comiche più apprezzate del momento. E una delle
più simpatiche, non solo
per "esigenze di copione"
ma anche nella vita privata. Poi, è brava. Sì, perché
Debora Villa è in grado di
passare da una sitcom esilarante come Camera Café
(dal 13 dicembre in
prima serata su Italia
"**
1 con i nuovi episodi della sesta serie)
e Così fan tutte (in
onda la domenica
alle 23.30, sempre
sulla rete giovane di
Da martedì
Mediaset),
per arrivare alla
13 dicembre
Tv ironica, ma impegnata,
21.10
che la vede protagonista di
Lilit - In un mondo mìgliore, in palinsesto la domenica su Raitre alle 23.40. Un
molo, quello di conduttrice,
che mette in evidenza tutta
la versatilità della Villa.
Una curiosità: durante la
nostra piacevole chiacchierata abbiamo dovuto tenerci
la pancia dalle risate. L'attrice, infatti, non risparmia
battute per nessuno...
CRPÉ
i f E D C A T I I E M i l a n o - C o nl a s u a iroiia» Debora Villa (42 anni)
V E l i O A l I L E ha conquistato il piccolo schermo. Infatti, l'attrice ha lavorato in diversi programmi Rai e Mediaset: su Raitre, ha condotto
Glob - L'osceno del villaggio con Enrico Bertolino, mentre per le reti del Biscione è stata anche inviata di alcune puntate de Le lene. L'abbiamo poi vi-
T& nel film per il cinema // cosmo sul comò di Aldo, Giovanni e Giacomo,
È impegnativo girare
una sitcom come Camera
Café?
«Direi abbastanza. Durante le riprese non sono
previsti stacchi di camera,
dunque se si sbaglia l'ultima parola dell'ultima frase si deve ripetere tutta la
scena dall'inizio. Insomma,
questa sitcom richiede una
recitazione frontale, di tipo
teatrale. Ho girato anche le
puntate zero negli studi di
Parigi. Esperienza unica».
«Cast perfetto.
A parte me...»
Che cosa ci racconti, invece, di Lilit?
«Si tratta di un progetto
"tosto", molto innovativo, che ha caro il tema del
rispetto per l'ambiente.
Inoltre, questo programma
intende dare voce alle persone di valore, che sono più
numerose rispetto a quelle
"meno buone", che però
spesso fanno sentire più
forte la propria voce. Qui ho
la possibilità di confrontarmi con professionisti come
Daniele Bossari e Antonio
Cornacchione. Insomma, il
grappo è ottimo, e un buon
«La vita della mia lavoro di squadra è sempre
il segreto di un ottimo risulPatti cambierà» tato».
Debora, la nuova ediSiete soddisfatti degli
zione di Camera Café è ai ascolti?
blocchi di partenza. Puoi
«Abbiamo riscontrato una
svelarci qualche chicca?
risposta positiva da parte
«Patti, il personaggio che del pubblico. Il cast è valiinterpreto, sta per vivere dissimo, l'idea anche. Tutto
uno stravolgimento epoca- è grandioso. A parte la conle. Ma non posso aggiunge- duttrice».
re altro! Girare con Luca e
Che cosa intendi dire?
Paolo è stato molto diver«Devo decisamente mitente, sono delle macchine gliorare, perché non sono
da guerra. Trascorrevamo capace di condurre con pale pause a scherzare, a fare dronanza totale. Comunque,
gag o imitazioni surreali».
sto recuperando. Mi spiego:
nuova avventura con Luca e Paolo. E si toglie qualche sassolino dalla scarpa.
II maschio vive all'insegna del "tanto iproblemi si risolveranno da soli"»
\ ~-ì
I I
A l i I A A l I E A U I La Vila si dicembre su Italia 1 in prima serata. Sopra, una
V I I I V w U L C V i n i prepara a foto di gruppo del cast: in primo piano a destra,
mare in ufficio con i colleghi di Camera Café, Debora Villa con un abitino a righe bianche e nere
esilarante sitcom che ripartirà il prossimo 13 nel ruolo di Patti, l'eterna fidanzata di Silvano, in-
a volte, quando mi trovo
davanti un personaggio particolarmente "di peso", mi
faccio un po' prendere da
una specie di soggezione».
Ricordi qualche episodio in particolare?
«Mi è capitato quando è
venuto in studio il magistrato Gherardo Colombo. Ero
sua "fan" dai tempi di Mani
Pulite, nel '92. È un uomo
di valore, tutto d'un pezzo.
Ed ero un po' in soggezione
anche con Gad Lerner: pur
terpretato da Alessandro Sampaoli (34), che le
tiene la mano sul pancione. Accanto a lei, i due
protagonisti, Paolo Kessisoglu (42, presta il volto
a Paolo Bitta) e Luca Bizzarri (40, è Luca Nervi).
rivincita di una comicità
tutta al femminile?
«Loretta Goggi, Delia
Scala, Franca Valeri... Porto questi nomi per far capire che le brave comiche
ci sono sempre state. Ma
«Chi "ce la fa" è mi chiedo: gli uomini sono
ad accettarle? Mi riuna numero uno»» pronti
ferisco anche a chi controlla
Altre tue colleghe, come i programmi. Le poche donTeresa Mannino, Katia ne che riescono sono dei
Follesa e Geppi Cuccia- numeri uno. Invece, ci sono
ri, stanno riscuotendo il pochi comici bravi, ma gli
favore del pubblico. È la esordienti sono tantissimi».
prestandosi al gioco, esprime una certa autorevolezza.
Del resto, quando si hanno
davanti questi grandi uomini, non è facile sentirsi a
proprio agio».
Spiegati meglio.
«A una comica non si perdona di essere scarsa. Invece un comico, anche se non
è proprio il massimo, o non
fa poi così ridere, magari
lavora comunque... Se si è
uomini, in questo settore,
la mediocrità viene meglio
tollerata».
Zelig che esperienza è
stata?
«Il pubblico vuole vedere
Claudio Bisio e Paola Corcontinua a pag. 53
FRIZZANTI. La Villa: «Ho quarant'anni, ormai posso scherzare su tutto»
segue da pag. 51
tellesi, si aspetta un certo
tipo di comicità e certi volti. Qualcuno ci ha messo sei
puntate per capire che ero
l'attrice di Camera Cafél
Quando faccio le mie serate, invece, sono sicura che
la gente venga a teatro per
vedere me... insomma, ho
impiegato un po' di tempo
per guadagnare il favore del
pubblico, del resto è giusto
così. In ogni modo, Zelig ha
sempre cercato di valorizzare noi comiche, concedendoci la possibilità di sperimentare e di crescere».
«Spregiudicata
solo per gioco»
Sei protagonista in Tv e
a teatro. Qual è la tua dimensione ideale?
«Gli spettacoli dal vivo.
Quando sento la gente ridere davanti a me, provo una
carica indescrivibile».
In Così fan tutte ti vediamo simpaticamente spregiudicata.
«È un gioco! Sono una
quarantenne che ormai
può scherzare su qualunque cosa. Abbiamo girato
cinquecento episodi, e una
sessantina di questi sono
decisamente spregiudicati.
Un 10 per cento di esagerazione ci può anche stare,
no? Un altro aspetto straordinario è che quel programma mi permette di farmi
concorrenza da sola. Infatti,
mi si vede su Raitre e Italia
1 allo stesso giorno e alla
stessa ora!».
«Che divertimento
con la Marcimi»
Che rapporto hai con
Alessia Marcuzzi?
«Non un'amicizia di
quelle in cui ci si frequenta, perché viviamo lontano.
E abbiamo entrambe ritmi
abbastanza frenetici. Ma
se mi dicessero che da domani lavorerò ancora con
la Marcuzzi, sarei felice. E
sarebbe lo stesso anche per
Alessia. Insieme ci siamo
divertite tanto. Siamo due
sceme patentate».
Il tuo libro, Amo un bastardo (ma non è il mio
cane), parla di una donna
che non si vuole arrendere
davanti all'evidenza di un
tradimento.
«È la storia di tutte noi.
Mi hanno ispirata certe mie
esperienze passate piuttosto
esilaranti. E ne è uscito un
quadretto sopra le righe».
«Ariete di segno e
anche di fatto»
Che cosa pensi degli uomini di oggi?
«Il maschio è in crisi
perché è pigro. Fa finta di
non capire, così non viene
costretto a prendersi delle
responsabilità. Sostanzialmente potrebbe essere diverso, ma non gli importa
di cambiare. Vive all'insegna del "tanto i problemi si
risolveranno da soli"».
Anche tuo marito è così
pigro?
«Lui è come un opossum,
uno di quegli animali che si
fingono morti finché il nemico non se ne va».
E tu, invece, come sei?
«Un Ariete di segno e
di fatto. Se le porte non si
aprono le tiro giù a testate.
Sul lavoro sono determinata. Non ho fatto una vera
scuola di recitazione, ma
tanti corsi. E sono arrivata a
fare il mestiere che volevo.
Viva l'ostinazione».
•
Fly UP