...

A partire da gennaio 2017 saranno in vigore le nuove aliquote

by user

on
Category: Documents
2

views

Report

Comments

Transcript

A partire da gennaio 2017 saranno in vigore le nuove aliquote
A partire da gennaio 2017 saranno in vigore le nuove aliquote di conversione. Qui troverete le
risposte alle domande frequenti e scoprirete quali effetti avranno i cambiamenti sulle
prestazioni di rendita.
Che cos’è l’aliquota di conversione?
Con l’aliquota di conversione l’ammontare della rendita annua viene calcolato dal capitale di risparmio
esistente. Esso viene determinato moltiplicando il capitale di risparmio per l’aliquota di conversione.
L’attuale aliquota di conversione di ABB CP è pari al 6,5% all’età di 65 anni.
Esempio: a fronte di un avere di vecchiaia di 400 000 franchi e di un’aliquota di conversione del 6,5%, in
caso di pensionamento all’età di 65 anni risulta una rendita di 26 000 franchi l’anno.
Perché ABB Cassa pensione riduce l’aliquota di conversione?
Nell’aliquota di conversione vengono considerate l’aspettativa di vita e l’utile da investimento da
prevedere in futuro.
Il capitale ancora disponibile durante il percepimento della rendita viene calcolato con il cosiddetto
«tasso d’interesse tecnico». Nel frattempo la rendita ottenibile con obbligazioni sicure è estremamente
bassa da molti anni. Anche se negli ultimi anni le rendite da investimenti della cassa pensioni sono state
soddisfacenti, in futuro a causa del basso livello degli interessi sarà necessario tenere conto di possibilità
di rendimento notevolmente ridotte sui nostri investimenti patrimoniali. L’aspettativa di vita continua
ad aumentare, anche per le persone assicurate già pensionate. È necessario considerare tale situazione.
Conclusione: il denaro disponibile al momento del pensionamento deve bastare più a lungo (a causa
dell’aumento dell’aspettativa di vita) e durante questa fase genererà ancora meno utili. Pertanto
l’aliquota di conversione deve essere ridotta.
Quando entrerà in vigore l’adeguamento?
L’aliquota di conversione sarà ridotta a partire dal 1o gennaio 2017.
Come viene effettuata la riduzione dell’aliquota di conversione?
La riduzione dell’aliquota di conversione dal 6,5% all’età di 65 anni al 5,25% sarà effettuata in modo
scaglionato in 6 anni, a partire dal 2017 fino al 2022.
ABB Cassa pensione non viola la legge abbassando le aliquote di conversione? Legalmente è prescritta
un’aliquota di conversione minima notevolmente superiore.
Una riduzione dell’aliquota di conversione non contraddice la cosiddetta aliquota di conversione minima
secondo la Legge federale sulla previdenza professionale per la vecchiaia, i superstiti e l’invalidità (LPP).
Le prestazioni di ABB CP sono superiori rispetto alle prestazioni minime secondo la LPP. L’aliquota legale
vale solo per le prestazioni minime. Per dimostrare l’adempimento all’obbligo legale, per il calcolo delle
prestazioni minime viene gestito separatamente un secondo conto per ogni persona assicurata attiva,
con l’aliquota di conversione minima secondo la LPP utilizzando l’avere LPP di ciascuna persona
assicurata.
ABB CP non riduce l’aliquota di conversione minima LPP, bensì le aliquote di conversione secondo il
proprio regolamento di previdenza. Di conseguenza si parla sempre di aliquota di conversione secondo il
regolamento di previdenza di ABB CP.
Esempio:
pensionamento all’età di 65 anni nel 2022
avere di vecchiaia presso ABB CP totale 500 000 franchi
aliquota di conversione ABB CP ora 5,25%
risulta pensione annua di 26 250 franchi
quota avere di vecchiaia secondo LPP: 300 000 franchi
aliquota di conversione secondo LPP: 6,8%
risulta pensione annua secondo LPP di 20 400 franchi
La rendita di vecchiaia ordinaria di ABB CP è notevolmente superiore alla rendita minima secondo la LPP.
Quale aliquota di conversione applicherà ABB CP all’età di pensionamento di 65 anni a partire da
gennaio 2017?
Anno
2016
2017
2018
2019
2020
2021
2022
Aliquota di
conversione
6,50%
6,25%
6,05%
5,85%
5,65%
5,45%
5,25%
Come vengono tamponate le conseguenze degli adeguamenti?
Le misure adottate dalla cassa pensioni hanno come conseguenza un’aliquota di conversione più bassa e
determinerebbero rendite inferiori per i futuri beneficiari di rendite. La situazione finanziaria di ABB CP
non ammette il finanziamento di misure di tamponamento. Tuttavia ABB come datore di lavoro si è già
dichiarata disposta a versare ogni anno, nei prossimi sei anni, 10 milioni di franchi l’anno come
corresponsione di interessi supplementare sul capitale di risparmio a favore delle persone assicurate.
Per poter calcolare in autonomia quali effetti avranno la riduzione dell’aliquota di conversione a partire
dal 2017 e la corresponsione di interessi supplementare sulla vostra rendita stimata, sul sito web è a
vostra disposizione un comparatore all’indirizzo www.avadis.ch/abb-calcolatore-rendita.
Che cosa significa concretamente la corresponsione di interessi supplementare dell’1% sul capitale di
risparmio?
Sul capitale esistente nella cassa pensioni (vedasi certificato di assicurazione) delle persone assicurate
attive viene corrisposto un interesse supplementare dell’1% rispetto al tasso d’interesse di cassa.
Quest’ultimo si orienta al tasso d’interesse minimo specificato dal Consiglio federale, il quale stabilisce
ogni anno l’ammontare del tasso d’interesse minimo LPP (2015: 1,75%, 2016: 1,25%). Persino se il tasso
d’interesse minimo LPP fosse pari allo 0%, sul capitale sarebbero sempre corrisposti interessi dell’1%.
Entro quando dovrò licenziarmi se vorrò andare in pensione prima della riduzione dell’aliquota di
conversione?
Se volete andare in pensione prima della riduzione dell’aliquota di conversione, il vostro rapporto di
lavoro dovrà terminare entro al più tardi il 31 dicembre 2016. Vi preghiamo di voler considerare il vostro
termine di licenziamento.
Che cosa accade alle rendite in corso?
Le rendite già in corso prima di gennaio 2017 non sono interessate da tale cambiamento. L’ammontare
di queste rendite rimane invariato.
La riduzione dell’aliquota di conversione influirebbe sulla mia prestazione di uscita, nel caso in cui
lasciassi ABB CP?
No, la riduzione non influisce sulla prestazione di uscita. L’aliquota di conversazione viene utilizzata solo
per il calcolo delle rendite. Al contrario, la corresponsione di interessi supplementare determina una
prestazione di uscita più elevata.
Anziché una rendita posso ritirare anche il capitale esistente all’età di pensionamento?
In qualità di cassa pensioni progressista, ABB Cassa pensione offre la possibilità di scegliere tra beneficio
di rendita, ritiro di capitale e una combinazione di entrambi. Così, ad esempio, è possibile investire il
capitale versato presso Avadis Patrimonio e farsi versare un importo mensile tramite un piano di
versamento.
Ho presentato una richiesta di ritiro del capitale al momento del mio pensionamento. In che modo la
riduzione dell’aliquota di conversione influisce sulla mia richiesta?
La riduzione dell’aliquota di conversione non influisce in alcun modo sulla possibilità di ritirare capitale.
È importante che il relativo termine di notifica di 6 mesi venga rispettato.
L’ammontare del mio prelievo di capitale viene ridotto dalla riduzione dell’aliquota di conversione?
No, il prelievo di capitale non viene calcolato con l’aliquota di conversione. Il capitale di risparmio
rimanente dopo il prelievo viene moltiplicato per la nuova aliquota di conversione; da ciò risulta la
rendita di vecchiaia.
Che cos’è un grado di copertura?
Il grado di copertura corrisponde al rapporto del patrimonio effettivamente esistente con il patrimonio
di previdenza necessario dal punto di vista attuariale. In caso di grado di copertura inferiore al 100% si
parla di sottocopertura, se esso è superiore al 100% di una sovracopertura.
Negli ultimi anni il grado di copertura è continuato ad aumentare. Per quale motivo è tuttavia
necessario adottare misure?
I beneficiari di rendite oggi vivono più a lungo di quanto supposto al momento del calcolo della rendita
di vecchiaia al momento del pensionamento. Questo obbligo supplementare e il perdurare da anni del
basso livello degli interessi costringono le casse pensioni ad apportare adeguamenti.
In base alle nuove aliquote di conversione è ancora possibile un pensionamento anticipato?
Ogni persona assicurata deve verificare individualmente se vale la pena un pensionamento anticipato. In
considerazione delle persone assicurate più anziane o che stanno per andare in pensione, ABB Cassa
pensione ridurrà gradualmente l’aliquota di conversione nell’arco di sei anni. In questo modo si eviterà
che le persone assicurate vengano spinte ad andare anticipatamente in pensione a causa delle misure
stabilite. Su richiesta, ABB Cassa pensione offre consulenza alle persone assicurate.
Che cosa comportano gli adeguamenti per le mie prestazioni di rendita future?
Tutte le persone assicurate attive saranno informate sulla loro situazione di previdenza personale nel
primo trimestre del 2016. All’indirizzo www.avadis.ch/abb-calcolatore-rendita troverete un tool di
calcolo per simulare un confronto tra la rendita di vecchiaia precedente e quella nuova.
In che modo posso assicurare, come giovane lavoratore, di avere capitale sufficiente a disposizione in
futuro?
Le persone assicurate di giovane età possono influenzare l’ammontare del loro capitale di risparmio con
la scelta della tabella dei contributi. Nella Standard plus vengono assegnati gli accrediti di risparmio più
elevati.
E se ABB, con una riduzione dell’aliquota di conversione, volesse semplicemente risparmiare denaro
in questa difficile situazione economica?
ABB Cassa pensioni è una fondazione autonoma. Essa deve garantire di essere in grado di rispettare gli
impegni assunti anche a lungo termine per i prossimi decenni. La riduzione dell’aliquota di conversione è
una misura volta a garantire a lungo termine le rendite.
Con la riforma delle rendite del 2020 l’aliquota di conversione subirà un ulteriore adeguamento?
A partire dal 2017, nell’arco di sei anni ABB Cassa pensione ridurrà l’aliquota di conversione dal 6,5%
all’età di 65 anni al 5,25%. La riduzione dell’aliquota di conversione è una misura volta a garantire a
lungo termine le rendite. Ulteriori adeguamenti non sono previsti, ma non è neppure possibile
escluderli.
Andrò presto in pensione e ho effettuato versamenti per anni. Ora, negli anni decisivi, ho già interessi
bassi sul mio capitale di risparmio e devo anche tenere conto di un’aliquota di conversione ancora più
bassa. Non si potrebbe aspettare ancora qualche anno prima di effettuare la riduzione, fino a quando i
tassi d’interesse non saranno di nuovo migliori?
Negli scorsi anni i mercati finanziari sono stati caratterizzati da diverse crisi. Ciò ha determinato che, ad
esempio, negli anni 2000-2011 con le azioni non si guadagnasse praticamente nulla. Con il record
negativo degli interessi sui mercati del capitale la situazione ha continuato a peggiorare e non si può
contare su una rapida ripresa. A ciò si aggiunge l’aumento dell’aspettativa di vita delle persone
assicurate. Soltanto negli ultimi dieci anni esso è divenuto pari a circa due anni. Il che significa che in
media le persone assicurate percepiscono una rendita circa due anni in più, ma che il capitale
risparmiato a suo tempo a tale scopo era stato costituito per una durata del percepimento inferiore. Si
deve rimediare a questo squilibrio al fine di poter garantire a lungo termine il finanziamento della
previdenza di vecchiaia. La riduzione avviene però nell’arco di un periodo di 6 anni, a partire
dall’1.1.2017 fino all’1.1.2022.
Come può il Consiglio di fondazione decidere l’andamento futuro della situazione degli interessi e dei
mercati azionari? Chi sa come sarà tra 4 anni…?
Il Consiglio di fondazione agisce in modo lungimirante per creare una base stabile per il futuro della
cassa pensioni. Negli scorsi anni i mercati finanziari sono stati caratterizzati da diverse crisi. Ciò ha
determinato che, ad esempio, negli anni 2000-2011 con le azioni non si guadagnasse praticamente nulla.
Con il record negativo degli interessi sui mercati del capitale la situazione ha continuato a peggiorare e
non si può contare su una rapida ripresa. A ciò si aggiunge l’aumento dell’aspettativa di vita delle
persone assicurate. Soltanto negli ultimi dieci anni esso è divenuto pari a circa due anni. Il che significa
che in media le persone assicurate percepiscono una rendita circa due anni in più, ma che il capitale
risparmiato a suo tempo a tale scopo era stato costituito per una durata del percepimento inferiore. Si
deve rimediare a questo squilibrio al fine di poter garantire in modo sostenibile il finanziamento della
previdenza di vecchiaia.
L’aliquota di conversione sarebbe nuovamente aumentata, qualora la situazione lo consentisse?
Qualora la situazione finanziaria di ABB Cassa pensione migliorasse, il Consiglio di fondazione
provvederà a valutare nuovamente il quadro generale. Le persone assicurate potrebbero inoltre
beneficiare di una corresponsione degli interessi superiore. In questo modo il capitale di risparmio
aumenterebbe, contribuendo a ottenere rendite più elevate.
Ho sempre letto che ABB Cassa pensioni fa un ottimo lavoro e che registra una performance per lo più
superiore alla media. Ora l’aliquota di conversione viene ridotta. Come devo intendere questa
situazione?
Oggi i beneficiari di rendite vivono più a lungo rispetto a quanto si supponeva al calcolo della rendita di
vecchiaia al momento del pensionamento. Questo impegno supplementare, così come il perdurare da
anni del basso livello degli interessi, costringono le casse pensioni a introdurre adeguamenti.
Anche la rendita transitoria sarà oggetto di misure di risparmio? Sto pensando di andare in
pensionamento anticipato e ora devo verificare concretamente gli aspetti finanziari.
Attualmente non si prevede di apportare modifiche al pensionamento flessibile. Ogni persona assicurata
deve verificare individualmente se vale la pena un pensionamento anticipato. In considerazione delle
persone assicurate più anziane o che stanno per andare in pensione, ABB Cassa pensione ridurrà
gradualmente l’aliquota di conversione nell’arco di sei anni. In questo modo si eviterà che le persone
assicurate vengano spinte ad andare anticipatamente in pensione a causa delle misure decise. Su
richiesta, ABB Cassa pensione offre consulenza alle persone assicurate.
Lasciando ABB, la mia situazione migliorerebbe? Come vanno le cose alle altre casse pensioni e in che
modo è possibile effettuare una comparazione?
Anche altre casse pensioni hanno dovuto ridurre la loro aliquota di conversione a causa dello sviluppo
demografico e della situazione negativa dei tassi d’interesse. Anche ABB Cassa pensioni si vede quindi
costretta a tale passo, riducendo pertanto gradualmente la propria aliquota di conversione su un arco di
6 anni a partire dall’1.1.2017.
La riduzione dell’aliquota di conversione influisce sulle rendite in corso?
No, le rendite di vecchiaia in corso non sono colpite dalla riduzione dell’aliquota di conversione.
Quale versione del regolamento di previdenza è determinante in caso di pensionamento (parziale) per
il 31 dicembre 2016?
Determinante è la versione valida al momento dell’inizio del caso assicurativo. Per un pensionamento
(parziale) per il 31 dicembre 2016, l’inizio del caso assicurativo è il 31 dicembre 2016 e sono quindi
determinanti le norme del regolamento del 2016.
Qual è la validità delle nuove aliquote di conversione?
La cassa pensioni verifica periodicamente i propri parametri attuariali. Qualora dovessero rendersi
necessarie ulteriori misure volte a stabilizzare la situazione finanziaria in seguito al cambiamento delle
condizioni quadro, il Consiglio di fondazione dovrebbe metterle in pratica. Attualmente esso parte dal
presupposto che nei prossimi tempi non dovrebbe esservi alcuna necessità di adeguamenti.
Che cosa cambia in merito alle prestazioni in caso di invalidità e di decesso?
Le prestazioni AI non subiscono alcuna modifica. Le prestazioni per superstiti sono parzialmente
dipendenti dall’ammontare del capitale di risparmio e possono pertanto variare.
Nota giuridica
Le domande e le risposte devono fornire una panoramica semplificata sul tema. Da esse non possono
essere derivati diritti. Dal punto di vista giuridico sono esclusivamente vincolanti il regolamento di
previdenza e le relative basi giuridiche.
Fly UP