...

Furti di automobili chiesto il processo per dodici persone

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

Furti di automobili chiesto il processo per dodici persone
-MSGR - 08 ABRUZZO - 54 - 22/05/16-N:
54
Lanciano Vasto Ortona
Domenica 22 Maggio 2016
www.ilmessaggero.it
(C) Il Messaggero S.p.A. | ID: 00000000 | IP: 93.62.51.98
Furti di automobili
chiesto il processo
per dodici persone
Parcheggio
bus e parco
le tre idee
di D’Amico
LANCIANO
Dal dicembre del 2014 hanno rubato una quarantina di mezzi
nell’intera provincia. L’accusa è di associazione a delinquere
`
LANCIANO
Da Natale 2014 allo scorso settembre avevano rubato una quarantina di auto, e non solo, mettendo a
soqquadro mezza provincia. Dopo
otto mesi esatti il pm Rosaria Vecchi ha chiuso l'inchiesta per associazione a delinquere finalizzata
ai furti e chiesto il processo per 12
persone, di cui nove furono arrestate dai carabinieri il 15 settembre scorso su ordinanza del gip
Massimo Canosa. L'inchiesta ha
sbaragliato una banda ben organizzata, in sette residenti a Lanciano. Quasi metà della gang è composta da rumeni frentani che si
erano «apparentati» con foggiani
che commissionavano ogni genere di furto, in particolare auto
scomparse a Lanciano, L'Aquila,
Chieti, Casoli, Ortona, Foggia. Fiat
coupè, Ducato, Doblò, Cinquecento, Alfa Mito, Peugeot 207 e altro
ricomparsi in un garage di Foggia
dove i motori venivano ripunzona-
ti e rivenduti anche a un concessionario emiliano e pure spediti in
Grecia. Prima del definitivo trasferimento delle auto rubate si attendeva se c'era l'allarme satellitare.
Tanti inoltre anche furti nelle abitazioni, come al Ct di Lanciano e
poi rifornimenti di carburante
con prepagate rubate ed estorsione di 1.600 euro per riconsegnare
un auto rubata, tentata rapina a
un tabaccaio lancianese colpito da
scariche elettriche con una illegale pistola taser. Otto mesi fa il pm
Vecchi commentò «si tratta di una
banda ben organizzata che ha
messo sottosopra il territorio
I PROVVEDIMENTI CAUTELARI
già da subito: «Abbiamo tutte le
autorizzazioni - ha detto Cossa Sono decorsi i tempi per
presentare osservazioni. Questo
incontro è cortesia degli
imprenditori verso la
popolazione». Previsti 1 o 2 posti
di lavoro per le 4 centrali ed
eventualmente energia e
riscaldamento gratuiti per gli
edifici pubblici. Per stemperare i
toni, Vincenzo Bozzi (della
Pescara Biovin) ha proposto
l'istituzione di un comitato
misto - società, cittadini ed
esperti indipendenti - per
migliorare gli aspetti critici.
Dall'assemblea qualcuno però
promette: «Faremo di tutto per
fermarvi».
Antonino Dolce
Provvedimenti cautelari poi per
Eduard Grigore (25), alias Edy,
l'imprenditore Fernando Bibbò
(52), di Budrio(Bologna), che acquistava e rivendeva nel suo salone Eribicar. i motori che sapeva di
provenienza illecita, e ancora i rumeni Marina Grigore (43) che custodiva parte della refurtiva, madre di Vasile, Adrian Marius Martin (32), alias Adriano, e Andrei Petru Vitega (23). Processo chiesto
pure per i soli denunciati quali il
lancianese Domenico Cicolini
(50), il rumeno Ovidiu Miron
Mihai Toma, residente a Chieti,
Daniel Alexandru Grigore (24),
fratello di Vasile, infine Francesco
Paolo D'Augelli (40), di Foggia.
L'indagine interregionale e internazionale è valsa anche l'encomio
al capitano Massimo Capobianco,
coadiuvato dal tenente Massimo
Canale e dal maresciallo Michele
Moscogiuri, da parte del vertice
nazionale dell'Arma dei carabinieri. Per il procuratore Francesco
Menditto «si è trattata di un'indagine complessa e sofisticata. Continueremo ad essere attenti sulla
presenza della criminalità esterna
che si infiltra sul territorio e che
va contenuta», promise. Tant'è
che sulle attività delinquenziali è
prevista per domani una conferenza stampa di Menditto. Di recente
il procuratore ha pure coordinato
l'inchiesta di polizia sui furti di
computer selle scuole che ha già
portato a tre arresti.
Walter Berghella
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA
LA METÀ DELLA GANG
COSTITUITA
DA ROMENI RESIDENTI
IN FRENTANIA
“APPARENTATI”
AI CLAN FOGGIANI
San Salvo
Centrali a biomasse, paesi all’attacco
Assemblea ad alta tensione a
Carpineto Sinello dove i
rappresentanti della Pescara
Biovin Italia e della Energylife
Industry hanno incontrato la
popolazione per illustrare il
proprio progetto: 4 centrali a
biomassa (2 a Carpineto e 2 a
Guilmi) da 200 Kw e un impianto
per lo stoccaggio e la
triturazione della biomassa
sulla costa. Tanti i dubbi dei
cittadini, soprattutto legati agli
impatti sulla salute, rilanciati da
Alessandro Lanci (Nuovo Senso
Civico) e dall'ing. Tommaso
Gianbuzzi. «Quest'impianto - ha
replicato l'ing. Aldo Cossa della
ditta costruttrice - inquina meno
di un motorino». Nonostante la
differenza di vedute, però, la
società potrebbe iniziare i lavori
abruzzese con una frequenza di
furti allarmante». Dei 12 imputati
sono finiti agli arresti i foggiani
Angelo Antonio Pelullo, 64 anni, e
il figlio Paolo (37), i quali commissionavano ai rumeni i furti di auto, quindi i rumeni Vasile Sebastian Grigore (19), di Lanciano,
alias Sangue o Seby, ritenuto di
elevatissima pericolosità, già con
17 procedimenti sulla testa, che si
beccò ben due ordini di arresto
per i furti di auto.
Rosaria Vecchi, Francesco Menditto e Massimo Capobianco
Lanciano
Musica, animali storia, eventi per tutti i gusti
Musica, animali e storia molti
gli eventi di oggi. In attesa del
debutto della 45˚ Estate
Musicale Frentana torna al
Parco delle Arti Musicali, ore 18,
l'International EMF Young
Musician (nella foto), una
collaborazione tra Amici della
Musica e Rotary Club.
L'evento è legato alle
attività di formazione
musicale, seminari,
workshop e master
class per il
perfezionamento
individuale e musica
d'insieme. Attività che ha
permesso di individuare
giovani talenti. Chiude il
quartetto d'archi Mitja, eredi
della cultura della Magna
Grecia. Il cartellone Efm 2016
verrà presentato mercoledì.
Altro appuntamento
primaverile da anni imperdibile
per i lancianesi è Canile in Festa,
9-13, per una gioiosa giornata al
canile municipale di Lanciano
Affidamento lavori per il dragaggio
Il Tar di Pescara annulla la determina
`L’iter di avvio
rischia adesso
un lungo stop
ORTONA
Il Tar di Pescara ha annullato l'affidamento dei lavori per il dragaggio: l'iter di avvio dei lavori rischia
ora un lungo stop. La sentenza del
Tar di Pescara, depositata il 16
maggio, ha annullato la determinazione del Comune con cui i lavori
di escavazione venivano affidati
all'Ati Dragaggi srl - Mariter srl Sapir. Il Comune è stato anche condannato al pagamento delle spese
progettuali stimate in 4 mila euro.
«Oltre a mancanze di tipo formalespiega il capogruppo di Forza Italia Tommaso Cieri- quali l'assenza
della presentazione dello studio di
impatto ambientale o la nomina
del geologo, la sentenza spiega che
il problema è l'aver lasciato alla
iniziativa degli offerenti la possibilità di meglio determinarsi sullo
smaltimento della sabbie. Il problema è ancora più serio perché il
Tar non ha annullato l’assegnazio-
ne alla prima classificata riconoscendo automaticamente valida la
seconda: dovrà essere ora la stessa
commissione a dover verificare se
la seconda ditta abbia i requisiti, e
soprattutto, dove e come smaltirà
di fanghi classificati B1 e B2 quelli
cioè non destinati al ripascimento».
ALTRI RICORSI
Un'incertezza, che secondo Forza
Italia, potrebbe esporre la procedura a nuovi ricorsi. Cieri ora chiede che venga convocata la commissione consiliare che monitora l'iter
ed è presieduta dal presidente del
consiglio, Ilario Cocciola, alla presenza del responsabile del procedimento e del progettista per avere
chiarimenti sul da farsi. A preoccupare la minoranza, sono i tempi
perche il cronoprogramma preve-
IL COMUNE
CONDANNATO
AL PAGAMENTO
DELLE SPESE
FEBBO ATTACCA
D’ALESSANDRO
de che, per non perdere i 9 milioni
di euro, i lavori debbano essere
rendicontati entro il 31 dicembre:
il rischio è di non fare in tempo.
Mauro Febbo, presidente della
Commissione di vigilanza, attacca,
invece, il consigliere regionale delegato ai trasporti, Camillo D'Alessandro, sul masterplan da 53 milioni di euro: «Quei fondi sono solo
un copia e incolla di quanto fatto
dalla precedente amministrazione
di centrodestra».
Daniela Cesarii
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Tommaso Cieri e Mauro Febbo
che ospita 300 cani. Si può
visitare il rifugio, conoscere i
Fido e adottarli. Novità è la
partecipazione
dell'associazione di clown
terapia «La Tavolozza dei
Sorrisi» che allieterà i bambini.
Quanto al Mese della Cultura la
rassegna oggi ospita all'ex
Casa di Conversazione,
ore 18 e 21, il concerto
lirico «L'oro di Napoli»,
nell'ambito della
rassegna di canzoni
napoletane. Per la
festa di Santa Rita, ore
21.30, show con Rimini in
Varietà e spettacolo di
cabaret con Santino Caravella.
Infine tutta da gustare ad Archi,
dalle ore 12, «Un salto nel
Medioevo» per la Giornata
Nazionale dei Borghi Autentici
d'Italia. Nello splendido borgo
tanti gli eventi a tema
medievale.
W. B.
«Tre idee per Lanciano»: sotto
questo slogan la lista di Forza
Italia, che sostiene il candidato
sindaco Errico D'Amico, ha
presentato tre progetti che
hanno
il
pregio
della
fattibilità. Riguardano la creazione di un terminal per i bus
turistici; la sistemazione a parco dell'area Ippodromo-Villa
delle Rose; parcheggio rialzato alla Pietrosa fino a Largo
Mario Bianco, sfruttando la
conformazione del terreno.
«Per il terminal dei bus turistici - dice Antonella Fratangelo si prevede una variante all'asse viario, tagliando la curva
che immette nel parco Diocleziano. Si creerebbe così un
nuovo spazio per i bus, con un
percorso in mezzo al parco fino a un ascensore panoramico
per la risalita nel centro storico, a ridosso della Cattedrale e
del Santuario del Miracolo Eucaristico. Per Ippodromo e Villa delle Rose, messa in sicurezza delle gradinate, attrezzature sportive, spazi verdi liberi
per giochi ed eventi vari. Infine, per l'area della Pietrosa e
Largo Mario Bianco, si prevede la realizzazione di un parcheggio rialzato accessibile
dalla rotonda di via Ferro di
Cavallo: sotto una fascia carrabile per il normale traffico veicolare, sopra un parcheggio
accessibile da Largo Bianco,
con torrette di risalita e discesa tra i due piani».
GLI ALTRI TEMI
Forza Italia ha parlato anche
di tanti altri temi. In particolare, Graziella Di Campli e Fabrizio Bomba hanno illustrato
una sorta di "rivoluzione sociale" che prevede: asilo nido gratuito quando le famiglie hanno un reddito fino a 30 mila euro; asilo nido prolungato, incentivi per le giovani coppie,
monitoraggio delle persone sole o in condizioni di disagio; sostegno alla genitorialità, servizi gratuiti per i diversamente
abili, centro di aggregazione
giovanile, sportello giovani,
operatori di strada, interventi
per le nuove povertà.
Mario Giancristofaro
© RIPRODUZIONE RISERVATA
© RIPRODUZIONE RISERVATA
Vigili del fuoco, un piano
per delocalizzare la caserma
VASTO
FARMACIE.
Chieti.
Menna
(0871/330061). Scalo. Paterno
(0871-561047). Lanciano. Marcello Marciani (0872/710837). Vasto.
Pietrocola (0873-367192). Ortona.
Valentinetti (085/9063498).
CINEMA. Chieti. Movieland: X
men apocalisse in 3 D (18, 21); X
men apocalisse (16.30, 19.20,
22.15); La pazza gioia (16.40, 19,
22.10); My father Jack (16.25, 18.30,
20.35, 22.40); Captain America
(17, 20.40); The boy (16.40, 18.40,
20.40, 22.40); Money monster
(16.40, 18.40, 20.40, 22.40); Tini la
nuova vita di Violetta (16.30, 18.30.
20.30, 22.30); Robinson Crusoe
(16.30); Il regno di Wuba (20.25); Il
libro della giungla (18.20, 22.40).
Rocca San Giovanni. Ciakcity. La
pazza gioia (15.50, 18.10, 20.30,
22.45); X men apocalisse (15.45,
16.45, 18.30, 18.30, 21.15, 22.20).
Robinson Crusoe (16.40); Money
monster l'altra faccia del denaro
(18.40, 20.40, 22.40); Captain america civil war (16, 18.45, 21.30); Tini
la nuova vita di Violetta (16.30,
18.30); The boy (20.40, 22.40).
Vasto. Movieland: X men apocaliss (16, 19 – 22); La pazza gioia
(17.30, 20, 22.30); The boy (20.20,
22.30); Captain America (19, 22);
Money Monster (18.10, 20.20
22.30); Tini (16, 18.10).
Un progetto per delocalizzare la
caserma dei vigili del fuoco, ora in
un'area densamente urbanizzata,
tra sette scuole e un incrocio pericoloso e caotico, specie nelle ore di
punta. Lo hanno predisposto due
architetti vastesi, Piernicola Carlesi e Giammaria Racano, che, con
la collaborazione di un altro giovane professionista, Vincenzo Suriani, sono pronti a inserirlo tra le
proposte più interessanti della
campagna elettorale.
LE ANALISI
L'analisi dei professionisti parte
da una considerazione impietosa:
«Traffico caotico, urla, ingorghi,
pedoni che attraversano, autobus
bloccati, macchine in sosta azzardata, bambini che cercano i genitori e blocco prolungato per chiunque, in auto, debba transitare sulla strada, tra via Madonna dell'Asilo e via Conti Ricci. Sembra la descrizione di una occasionale situazione di caos, mentre invece è un
rituale che si ripete ogni giorno, alle 7.45 del mattino e alle 13.00».
Suriani e i colleghi non si limitano
all'analisi, ma presentano la solu-
-TRX IL:21/05/16
zione: «Quella su cui stiamo lavorando e per la quale ci batteremo,
consiste nel recuperare alcuni spazi fondamentali da destinare a uso
parcheggio, a cominciare dal vicino sottoterminal di via Conti Ricci. Basilare, all'interno di questo
progetto, è lo spostamento della
caserma dei vigili del fuoco in una
zona più periferica, ma ben collegata a livello infrastrutturale».
Con le nuove possibilità offerte
dalla cessione dei beni demaniali
le alternative certo non mancano,
a cominciare dalla dismessa caserma dell'esercito a Sant'Antonio
Abate. I tre hanno pensato pure
all'eventuale riuso del fabbricato
di via Madonna dell'Asilo: «Potrebbe diventare una Casal dello
Studente per gli ragazzi del comprensorio, mentre il piazzale potrebbe essere sfruttato come area
di scambio. Si garantirebbe, così,
un flusso pedonale più adeguato,
incentivando l'ordine e la sicurezza». Per i tre vastesi è arrivata
l'ora, insomma, di dare ai vigili del
fuoco di Vasto la possibilità di lavorare in sicurezza, senza mettere
a rischio, paradossalmente, l'altrui incolumità.
Gianni Quagliarella
20:52-NOTE:
© RIPRODUZIONE RISERVATA
diffusione:113520
tiratura:152577
22/05/2016
Pag. 54 Ed. Abruzzo
La proprietà intellettuale è riconducibile alla fonte specificata in testa alla pagina. Il ritaglio stampa è da intendersi per uso privato
Fly UP