...

Scarica il numero di Marzo 2012 - BCC San Marzano di San Giuseppe

by user

on
Category: Documents
21

views

Report

Comments

Transcript

Scarica il numero di Marzo 2012 - BCC San Marzano di San Giuseppe
Bilancio 2011
Così abbiamo
sostenuto il Territorio
Web TV
È l’ora di
BCC San Marzano
FuoriOrario
Tutto ciò che non
vi sareste mai aspettati
di trovare qui
Andiamo
nel
futuro
w w w . b c c s a n m a r z a n o . i t
sommario
-1-
Scarica Sportello Aperto
sul telefonino
02.Editoriale
A chiacchiere
stiamo a zero
03.Benvenuti nella
17.News BCC
Cultura, spettacolo,
economia, sport
e finanza
Nuova Dimensione
Primo Piano
Top e flop
sul pianeta terra
38.Carta BCC
04.Bilancio 2011:
36.Bull & Bear
il nostro impegno
sul territorio
AcquistoFacile
la Rivoluzione degli
Acquisti
56.Fashion
58.Gusto
59.5 stelle
60.Benessere
Sorridi, prego
39.Sportello del
contribuente
24.Pianeta BCC
06.L’Albero dell’etica
08.Il rating?
Ma mi faccia
il piacere
10.“Gestione Impresa”
Realtà tangibile
in BCC
My bank my app
Finanza
28.Woooow!
Il lusso? Si paga.
E anche salato
Ho fatto Trading
sul Forex
42.Personaggi
Andrea Lo Cicero
“Il Gigante buono”
Omaggio per i lettori
riflessione continua
All’interno l’inserto del
150° Anniversario
Unità d’Italia
14.Web TV
È l’ora di
BCC San Marzano
BCC
32.Bond, occhi puntati
su Renault, Citigroup
e Popolare Vicenza
33.Mercato Azionario
SAN MARZANO
La Passione di Puglia
fuoriOrario
12.Banche e territorio la
61.Design
62.Puglia life
BCC Casagiove
90 anni e non sentirli
26.Home banking
Italiano, attesi rialzi a
due cifre
46.Viaggi
48.Motori
52.Trailer
54.Hi tech
editoriale
-2-
Francesco Cavallo
A chiacchiere
stiamo a zero
La chiarezza è alla base della correttezza fra Banca
e Territorio. Nella fase attuale, in cui si avverte in
maniera prepotente il clima recessivo, i dati della
BCC San Marzano di San Giuseppe confermano la
bontà della Banca locale al di là dei proclami
Negli ultimi anni abbiamo assistito a una mutazione globale
non solo degli scenari economici, ma del sistema di vita in
generale. Equilibri che fino a poco tempo fa potevamo dare
per granitici e consolidati si sono dissolti, evaporati alle prese con una grave fase di recessione. Dall’America all’Europa,
da Roma a Taranto, dalla finanza all’economia, tutto è stato
toccato, cambiato, stravolto. Rimane, a mio modo di vedere,
un tassello importante, un riferimento: quello della Banca
capace di alzare una diga nei confronti della crisi e non verso
i clienti. Ecco, la recessione va affrontata in questo modo,
favorendo la relazione, creando una rete di buone pratiche e
sostenendo i progetti meritevoli.
Per noi, in questo momento parlano i numeri. Sono i dati i
testimoni reali del sostegno al territorio, concetto empirico
del quale sentiamo parlare sempre in maniera più diffusa e
talvolta poco pratica. Incontrovertibili e, se vogliamo, anche
un tantino freddi, i numeri trasmettono in maniera chiara
l’impegno profuso, la passione alimentata dalla voglia della
crescita e dall’affiancamento alla nostra economia. Sono la
cartina tornasole di ciò che siamo e di ciò che facciamo. Il
resto è tutto legato all’analisi soggettiva.
Quegli stessi numeri, però, devono essere la matrice di
tutti i paragoni e i confronti a livello trasversale. Esempio,
cosa penserebbero i nostri soci e i nostri clienti se dietro
il propagandato affiancamento al territorio si celasse un
decremento degli impieghi, vale a dire di quei prestiti (a
famiglie e imprese) che servono come benzina per il motore
dell’economia? Ecco, siamo consapevoli di ciò, di quanto sia
importante declinare non solo in pubblicità ma nella realtà
quotidiana il modo di fare Banca in maniera reale e leale.
Al di là di questa linea, possiamo dire che, francamente, a
chiacchiere stiamo a zero.
Emanuele di Palma
-3-
Benvenuti nella Nuova
Dimensione
Parte con questo numero di Sportello Aperto una
frontiera inedita per la comunicazione bancaria.
Vi raccontiamo la nostra BCC con un taglio moderno e
con contenuti freschi. A breve, anche BCC San Marzano
TV, la Web Tv della nostra Banca
Sportello Aperto si trasforma. Si arricchisce di nuovi
contenuti e ulteriori amici collaborano con noi per creare
un house organ sempre più godibile. Gli obiettivi sono quelli
che persegue da tempo la nostra Banca: innovare, ricercare
nuove vie, coagulare intorno a sé le migliori intelligenze del
territorio.
Con questo numero facciamo un altro passo avanti, la
grafica è stata rivoluzionata, i contenuti diventano più vari,
le rubriche propongono tematiche attuali e una attenzione
particolare viene dedicata alle nuove tecnologie che
cambieranno nel prossimo futuro il modo di comunicare
e fare Banca. Il nuovo Sportello Aperto sarà aperto al
contributo dei nostri lettori, dei nostri clienti e soci che
vorranno porre, all’attenzione della comunità, propri
approfondimenti su tematiche di interesse generale. Ne
vogliamo fare un prodotto di punta della comunicazione nel
nostro territorio, un luogo di incontro in cui chiunque abbia
argomenti innovativi e di interesse collettivo potrà avere il
suo spazio. E’ una nuova scommessa per la nostra Banca,
interagire con il territorio per far emergere idee, iniziative,
progetti, che altrimenti rimarrebbero chiusi in un cassetto.
All’iniziativa su carta stampata si affiancherà (a breve)
la nostra Web Tv, con la stessa filosofia innovativa e
partecipativa. La Web Tv ci consentirà di essere vicini
alle istanze e ai progetti del territorio consentendoci,
quotidianamente, di interagire con maggiore velocità
e cogliere istanze ed opportunità con ancora maggiore
tempismo. Sono progetti importanti che richiedono
impegno, passione e professionalità, li mettiamo in campo
perché diventino nuovi servizi capaci di declinare in
maniera sempre più moderna il nostro ruolo di Banca locale.
Vi auguro buona lettura. In attesa di potervi augurare buona
visione.
-4INCASELLATO UN ALTRO SUCCESSO
RACCOLTA, IMPIEGHI E UTILE: DATI OK
bilancio
Bilancio 2011:
il nostro impegno
sul territorio
La BCC San Marzano di San Giuseppe archivia
con dati estremamente positivi un 2011 particolarmente controverso per il sistema bancario.
Lo stato di crisi generale dell’economia reale,
amplificato da una recessione locale particolarmente intensa e ormai cronica, ha rimandato
al 2012 migliori aspettative globali. In ambito
locale, però, la Banca ionica, ha confermato il
proprio trend di crescita ma, soprattutto, rafforzato il proprio sostegno al territorio. Lo dicono i numeri di una performance che rimarca
in maniera forte il senso dell’appartenenza. E,
nello specifico, gli impieghi (vale a dire le risorse messe a disposizione di famiglie e imprese)
che in un anno particolarmente difficile, la BCC
San Marzano di San Giuseppe non ha fatto
mancare alla sua area, potenziando l’erogazione
del credito fino a segnare un lusinghiero +8%
sull’esercizio precedente (224 milioni 486 mila
euro). E’ un dato che dimostra come, con criterio, la Banca abbia premuto sull’acceleratore del
Così abbiamo affrontato la grande crisi
2005
2006
2007
2008
2009
Raccolta
Raccolta
Raccolta
Raccolta
Raccolta
174.000 (+19%)
205.400 (+18%)
241.167 (+17%)
297.000 (+23%)
318.417 (+7%)
Impieghi
Impieghi
Impieghi
Impieghi
Impieghi
98.000 (+20%)
120.300 (+20%)
140.438 (+16%)
169.000 (+22%)
191.400 (12%)
TUTTI I DATI SONO IN MILIONI DI EURO
-5sostegno in maniera concreta. Segnale, questo, colto e ripagato dai risparmiatori che hanno rafforzato la propria fiducia nella Banca locale tanto da far
attestare la raccolta complessiva ad un significativo
+4% (387 milioni 593 mila euro) con un saldo positivo tanto alla raccolta diretta, quanto all’indiretta.
Positivo anche il dato riveniente dall’utile presunto
che si conferma agli stessi livelli dello scorso anno:
1 milione e 445 mila euro (+21% sul 2010). Il consuntivo 2011 consegna al giudizio dei risparmiatori
una Banca solida, con circa 35 milioni di euro di
patrimonio e 583 milioni (+5%) di masse amministrate. Anche il 2012, che si prevede in contrazione
dal punto di vista economico per il Paese, vedrà la
Banca impegnata a sostenere il territorio e creare
sinergie con associazioni, autorità e istituzioni per
massimizzare le risorse e le potenzialità dell’area
ionica.
2010
2011
Raccolta
Raccolta
341.283 (+11%)
387.593 (+4%)
Impieghi
Impieghi
208.620 (+8%)
224.486 (+8%)
Francesco Cavallo
(Presidente)
«Nei dati è sintetizzata la nostra cultura
d’impresa. Grazie ad un’attenta politica
manageriale, capace di leggere le evoluzioni
degli scenari globali e le attese dell’area di
riferimento, abbiamo segnato un nuovo positivo
traguardo nella nostra storia. Siamo convinti
che tante piccole buone pratiche, a tutti i livelli,
possano contribuire a segnare un’inversione
di tendenza della fase recessiva. Ma occorre
oculatezza e volontà. Elementi imprescindibili
per affrontare le future sfide globali alle quali
prestiamo particolare attenzione senza perdere
di vista l’orientamento al sostegno del nostro
territorio».
Emanuele di Palma
(Direttore Generale)
«Il 2011, pur nella sua complessità, ha
evidenziato il radicamento della nostra Banca
sul territorio. Clienti e soci, hanno infatti
premiato le attività svolte nell’anno al fine
di non far mancare le risorse finanziarie alle
famiglie e alle imprese. Gli impieghi sono infatti
cresciuti di un significativo 8%. Anche la nostra
storica vicinanza al risparmiatore ha prodotto
un lusinghiero risultato, l’incremento del 4%
della raccolta complessiva della Banca. Sono
dati che confermano la simbiosi della BCC di
San Marzano di San Giuseppe con il territorio
d’appartenenza, nel quale raccoglie e impiega
le disponibilità messe a disposizione da chi da
decenni crede in lei e che oggi, rispetto alla
fase recessiva, svolge appieno una sua funzione
anticiclica».
Vedi l’intervista
-6-
Emanuele di Palma
l’Albero
etica
dell’
primopiano
Se fossimo chiamati a individuare due parole
che negli ultimi anni sono state particolarmente
attuali, o addirittura delle quali si è spesso
abusato, sono leadership ed etica. Parole
delle quali si è fatto uso a piene mani, talvolta
improprio. Direi, invece, che forse si dovrebbe
parlare di carenza di leadership e mancanza
di etica, in un mondo in cui le certezze sono
sempre meno. In un mondo in cui mancano
modelli e punti di riferimento.
Proviamo ad immaginare per un attimo come
sarebbe oggi il mondo se, andando a ritroso
solo di un paio d’anni, avesse potuto
contare su modelli validi, su leader
che avessero quel plus etico capace
di guidare gli scenari secondo un
percorso sicuramente diverso da quello
in cui ci siamo ritrovati. Proviamo
ad immaginare i tanti focolai tipo
Lehman Brothers e simili.
Quali sono gli elementi che
accomunano l’involuzione e
l’aspra fase di recessione della
nostra economia e finanza?
Fondamentalmente uno: la
mancanza di leader con un profilo
etico capaci di riversare esperienze,
potenzialità ed energie su buone pratiche
e percorsi sostenibili piuttosto che su altri
obiettivi.
Etica e leadership
devono
camminare
a braccetto
La leadership è esercizio
del potere, in sé è neutrale,
come il denaro.
Essere leader vuol dire avere
in mano uno strumento
capace di determinare
azioni e processi, innescare
meccanismi volti ad ottenere
conseguenze. E, come
tutti gli strumenti, possono
essere usati bene
o male.
-7Purtroppo uno dei guai del potere
è che le persone che lo detengono
considerano il loro mantenimento
la cosa principale non capendo
che gli è stato concesso per
rendere un servizio.
Esiste un solo
modello di etica
Chi oggi determina le scelte è
chiamato a confrontarsi con un
mondo sempre più stratificato,
con livelli esistenziali sempre più
segnati da marcate differenze
sociali. E’ impensabile adottare
una soluzione differenziata.
Occorre, quindi,
avere una
coerenza di comportamento, una
linea di condotta entro la quale
far scivolare le proprie idee e le
proprie azioni. Non esiste, dunque,
un’etica del business, degli
affari. Esiste una sola etica. Non
è possibile seguire valori diversi
nella vita e nel lavoro. Ambedue
devono essere ispirati dagli stessi
principi.
Da dove bisogna
ripartire?
Affinché la moderna società
possa progredire e svilupparsi è
indispensabile
ritornare a valori e principi
ispirati ad una visione etica
della vita e del lavoro. Le attese
dell’opinione pubblica su onestà
e integrità si sono modificate. Si
pretende di conoscere non solo
il prezzo ma come un prodotto è
ottenuto, il suo impatto sull’uomo
e sull’ambiente, le condizioni di
lavoro degli esseri umani.
Le aziende che si sono imposte un
comportamento etico all’insegna
della responsabilità sociale,
grazie ai loro leader,
manager e collaboratori,
risultano maggiormente
redditizie rispetto a
competitor anche più
agguerriti che però
non fanno dell’etica
un proprio modello di
comportamento.
Gioco di squadra
sui personalismi
Un buon manager è chiamato
a fornire valore aggiunto
all’impresa. Il nostro valore
aggiunto dovrà essere quello
di anteporre il noi all’io. I
progetti comuni alle ambizioni
personali. E, alla fine della partita,
si potrà vincere o perdere, ma il
nostro esempio sarà modello per
energie fresche e nuove sfide.
IL SEMINARIO
DISTRETTUALE
DEI ROTARY
“LEADERSHIP ETICA,
MODELLO VINCENTE
PER IL SOSTEGNO
DELL’ECONOMIA”. UNA
VISIONE MANAGERIALE
SOPRATTUTTO IN UN
PERIODO DI CRISI,
TENENDO FEDE A
PRINCIPI E VALORI ETICI.
E’QUESTO IL CENTRO
DELLA RELAZIONE DEL
DIRETTORE GENERALE,
EMANUELE DI PALMA
CHE, IN QUALITÀ DI
ECONOMISTA, HA
TENUTO AL SEMINARIO
DISTRETTUALE
DEL ROTARY 2120:
“LEADERSHIP: IL RUOLO
DEL ROTARIANO IN UNA
SOCIETÀ IN CRISI”.
«L’APPUNTAMENTO DI
TARANTO – SPIEGA IL
GOVERNATORE MARIO
GRECO - È STATO
CENTRATO SU UN TEMA
CHE, PER I ROTARIANI,
È STRETTAMENTE
CONNESSO CON I
LORO PIÙ PROFONDI
CONNOTATI, DIREI
COL LORO DNA: LA
LEADERSHIP. CAPACITÀ
QUESTA, QUALCHE VOLTA
EVOCATA A SPROPOSITO,
MOLTE VOLTE CONFUSA
CON ALTRE NON MENO
DEGNE, MA DALLE
FINALITÀ ED EFFETTI
PROFONDAMENTE
DIVERSI».
-8-
Mauro Roussier Fusco
Il rating?
Ma mi faccia il piacere
Dopo che Standard & Poor’s ha declassato il debito
sovrano dell’Italia e di altri Paesi europei si sono
scatenate le critiche verso le Società di rating. Politici, ministri, amministratori, presidenti, giornalisti, opinionisti e via di seguito, sia italiani che europei hanno fatto sentire la loro voce.
Si è parlato di conflitto di interessi, la proprietà di questa aziende fa capo alle maggiori società
americane di gestione del risparmio che sono tra i
principali utilizzatori dei rating in fase di acquisizione di obbligazioni sul mercato e quindi capaci
di trarre vantaggio da conoscenze in “anteprima”
per fare acquisti a buon mercato, fino a spingersi al
raggiungimento del controllo della società oggetto
di speculazione.
E’ stato affermato che, le Agenzie di rating non sono
arbitri oggettivi o istituti di ricerca imparziali, anzi
«le agenzie giocano molto secondo le regole del capitalismo finanziario americano e traggono vantag-
gio economico dalla destabilizzazione dell’Euro»,
ha chiosato Olli Rehn, commissario europeo agli
affari economici. E il Presidente della BCE Mario
Draghi ha affermato: «sarà necessario imparare a
vivere senza le agenzie di rating o quanto meno a
non dipendere al 100% dalle agenzie di rating, ridimensionare il loro potere, magari istituendo un
agenzia pubblica tutta europea che possa salvaguardare il vecchio continente».
E noi, piccola Banca del Sud Italia, in tutto questo
caos cosa possiamo dire o fare? Nel nostro piccolo una parola l’abbiamo detta, non per interposta
persona, ma direttamente alla Standard & Poor’s.
Da alcuni anni anche la BCC di San Marzano è retata con grande soddisfazione. Quando a febbraio
2011 fummo invitati a Milano da Standard & Poor’s
per la presentazione della nuova metodologia per
l’assegnazione del rating, senza sapere quello che
sarebbe successo, di lì a qualche mese ponemmo
-9una domanda ai funzionari della società: «Per una
Banca come la nostra che pur operando in un territorio mediamente sempre depresso, ha imparato a
emergere per risultai e qualità, perché la valutazione dovrebbe essere funzione di quella del territorio
/ nazione a cui appartiene?».
Trasponendo la domanda ad oggi: perché il rating
deve essere condizionato da quello del Paese in cui
si opera, perché il downgrade del debito sovrano
italiano deve inficiare quello di un’azienda che per
dimensione non ha implicazioni a livello nazionale, la BCC, infatti, oggi non è sicuramente diversa
rispetto a com’era tre mesi o sei mesi prima.
E ancora, nel nostro piccolo, una cosa abbiamo fatto. Ora che S&P’s ci ha comunicato di aver rivisto
il nostro rating al ribasso, possiamo affermare di
dissentire e di non essere più tanto certi del valore
di questa iniziativa. E anche per questo abbiamo
comunicato alla Società di voler ritirare il nostro
rating. Sperando che questo moto di coraggio di
un piccolo Davide, possa smuovere il Golia che c’è
intorno.
Infine, secondo molti, le agenzie di rating, il cui
lavoro è anche quello di valutare Stati che emettono titoli, non devono essere soggetti privati, perché in grado di incidere in maniera straordinaria
sull’economia degli stessi Stati valutati. Ci vorrebbe
un’agenzia pubblica internazionale scevra da interessi particolaristici: quando un’agenzia abbassa il
rating di uno Stato perché potrebbe avere problemi
di tenuta nel lungo periodo, sottrae ad esso la base
di investitori diventando essa stessa la causa dei paventati timori di insolvibilità dei titolo.
«Le agenzie giocano molto
secondo le regole del
capitalismo finanziario
americano e traggono
vantaggio economico dalla
destabilizzazione dell’Euro».
Olli Rehn
Commissario Europeo
agli Affari Economici
«Sarà necessario imparare
a vivere senza le agenzie
di rating o quanto meno
a non dipendere al 100%
dalle agenzie di rating,
ridimensionare il loro potere,
magari istituendo un agenzia
pubblica tutta europea che
possa salvaguardare il vecchio
continente».
Mario Draghi
Presidente
Banca Centrale Europea
“ ”
- 10 -
Giuseppe My
Responsabile Servizio Crediti & Commerciale
Gestione Impresa
Realtà tangibile
in BCC
Ha preso il via un nuovo
progetto di affiancamento
al mondo delle aziende. La
nostra Banca ha un team
dedicato espressamente al
settore imprese per sostenere
gli investimenti, fornire una
consulenza appropriata, snello
e soprattutto capace di essere
sempre vicino agli imprenditori
nel momento delle scelte
”
- 11 -
Il Team
“Gestione Impresa”
e sotto, la squadra
dell’Ufficio Crediti
BCC San Marzano
di San Giuseppe
Assicurare qualità del servizio e personalizzazione del rapporto bancario; gestire e fornire
una corretta erogazione del credito al territorio; offrire un “Progetto Dedicato” per meglio
garantire gestibilità quotidiana della relazione; contribuire a reciproca profittabilità nel
business d’Impresa quale fonte di ricchezza
comune; fornire maggiore trasparenza informativa; Questi i principali obiettivi che ci
proponiamo di traguardare attraverso la nuova figura professionale del “Gestore Impresa”
a disposizione del Cliente Impresa del nostro
Istituto. A partire da gennaio 2012 avviamo
questo ambizioso progetto, una figura professionale dedicata esclusivamente ad attività gestionale di un selezionato portafoglio Clienti.
Il lavoro giunge alla fase realizzativa dopo
una intensa attività di progettazione per la
quale non poco tempo è stato investito parallelamente alle attività quotidiane da uno
specifico gruppo di lavoro nei servizi Crediti & Commerciale. L’intervento si colloca in
questo delicato momento storico tra gli investimenti dell’Istituto al fianco delle nostre
Imprese Clienti, che non poco faticano in
un contesto di così difficile interpretazione
prospettica sacrificando energie complessive
di non scarso rilievo per raggiungere un fine
comune: riemergere nel contesto economico
locale registrando crescita tangibile con attenuazione dei pesi finanziari.
Da qui l’esigenza di mettere a disposizione
figure professionali altamente qualificate,
rafforzandone a regime il presidio della gestione corporate e small business, segmenti
di mercato di primaria importanza. Il Gestore Impresa utilizzerà, nella specifica attività,
sofisticate strumentazioni di lavoro quali il
CRM (Customer relationship management),
strumento di lavoro manutenuto ed aggiornato in continuo da Euseco Milano, società
con la quale ci siamo adoperati in un lavoro
sinergico, creando un prodotto complessivamente soddisfacente per la nostra realtà bancaria, ben allineato alle esigenze del Cliente
Impresa. L’investimento dell’Istituto garantisce una maggiore offerta al Cliente per meglio consolidare il rapporto di fiducia sempre
al centro della nostra attenzione. Riferendo
ad uno specifico slogan del Movimento del
Credito Cooperativo “Differente per Forza”,
questo il nostro contributo per il nuovo anno
per rafforzarne ed esplicitarne sempre più il
significato, convinti come siamo che l’Impresa locale è motore del territorio ed è per questo che confermiamo la nostra sempre vigile
presenza al suo servizio.
Euseco Italia
l’uso corretto
del marketing
relazionale
Euseco Italia costituita nel
2003, da uno spin-off di
un grande player dell’IT e
della Consulenza, nasce
con l’obiettivo di fornire
alle imprese del mercato
Finance consulenza
strategica e organizzativa,
nonché strumentazione
software, nell’ambito
del CRM e del Marketing
Relazionale e dei sistemi
di analisi e di business
intelligence.
L’approfondita conoscenza
del settore e l’attenta
e costante analisi
dell’evoluzione delle
esigenze del mondo
Finance hanno definito
la missione aziendale
di Euseco Italia quale
alternativa italiana al
marketing e alla consulenza per il mercato delle banche e
delle assicurazioni.
Euseco realizza soluzioni
verticali facilmente adattabili
ai modelli di business del
cliente di cui condivide le
finalità progettuali e si pone
al suo fianco per il migliore
raggiungimento degli
obiettivi prefissati.
- 12 -
Stefano Antonacci
Consulente Crediti - Legale BCC San Marzano di San Giuseppe
Banche
e territorio
la riflessione
continua
approfondimento
Si fa un gran parlare, in questo periodo, del
problema della “liquidità” delle banche e della
(in)disponibilità di quest’ultime a concedere
credito alle imprese. Il problema ruota, anche,
intorno alle Banche locali con stretta relazione
all’ambito territoriale in cui esse operano. Tutto
vero quello che è stato scritto (e detto) in riferimento alla storicità di tale rapporto che tuttavia, seppure con qualche eccezione, ha avuto
grandissima importanza per la crescita economica del nostro territorio. Il riferimento va fatto in primis alle BCC del “Grande Salento” ed
alla “nostra” in particolare, quali banche locali
per definizione. Tutto vero, laddove il rapporto
banca-cliente è facilitato dalla conoscenza diretta “reciproca”.
Sì, “reciproca”, se si considera anche il più lento turn-over del management bancario locale.
Tutto bene quindi? Pare di no se è vero, come è
vero, che l’acuirsi della crisi pare abbia influito
(almeno in parte) sul rapporto banca/impresa
in particolare, tanto da temere il verificarsi di
un “cortocircuito” fatale sulla disponibilità delle
banche alla concessione di “capitale di finanziamento” o, come talora più impropriamente
richiesto, di ”funzionamento”.
È ovvio che in una situazione di crisi si tenda, da parte di chi è chiamato a fornire mezzi
finanziari, ad adottare criteri di maggior prudenza nella valutazione del “merito creditizio”,
adottando, magari strumenti d’indagine più
sofisticati.
È ovvio che, la valutazione del richiedente sulla
base della “conoscenza diretta”, può non essere
più bastevole.
È ovvio che, in certe situazioni, si arrivi al diniego, talora apparso ingiustificato, dal punto
di vista del richiedente.
E allora? Come se ne esce quando, invece, in
tale situazione la richiesta di finanziamenti si fa
più pressante?
Da più parti (soprattutto “politiche”) s’invocano “tavole rotonde” a vari livelli per coinvolgere, soprattutto, le banche locali nel dibattito sul
“problema” del credito.
Ma, a mio parere, credo che ciò serva a ben
poco. Pensare di ottenere una maggiore disponibilità delle aziende di credito nella concessione del credito solo perché convocate intorno ad
un “tavolo” più o meno prestigioso, può essere,
ma solo sul piano teorico, una lodevole iniziativa, ma dubito che ciò possa condurre poi a ri-
- 13 -
a
s
e
r
p
o
t
m
r
I
o
a
p
c
p
n
a
R
Ba
l
i
a
i
b
am
C
e
m
o
C
e verso le
lle aziend
solvenza de
in
di
ro
di eu
ima)
80 miliardi
ll’anno pr
nel 2011
11 (+36% su
20
l
le imprese
ne
al
he
ti
ti
banc
es
pr
i
di di euro
)
995 miliar
precedente
’ultimo
to all’anno
et
sp
prese nell
im
le
(+3% ri
al
i
at
og
er
ti
ti
es
-1,5% i pr
so anno
ia)
dello scor
nca d’Ital
trimestre
credito Ba
l
de
e
ch
isti
(Fonte Stat
sultati pratici. Mi spiego meglio. Per esperienza
diretta, so che, specialmente in passato, quando
le banche registravano margini di reddito tali da
potersi permettere di gestire il credito, diciamo
così, con maggior disinvoltura (anche perché
l’economia, in generale, girava), l’attenzione,
nella fase decisionale, era maggiormente incentrata, sulla “conoscenza diretta” del soggetto da
finanziare e sulle “garanzie” che questi, avendole, era disposto ad offrire.
Se questi due “requisiti” (soprattutto il secondo)
erano considerati validi, in assenza ovviamente
di altri elementi ostativi, il credito era concesso.
Salvo poche eccezioni, tale cultura era molto diffusa, soprattutto nelle banche locali. Ma l’aspetto più deleterio del problema era, e lo è ancora,
che anche la clientela ne era negativamente contagiata da questo modo di “fare banca” e, ancor
“Una buona impresa
fa una buona banca e
viceversa”.
Tutto sta ad intendersi
cosa vuol dire “buona
impresa” e “buona
banca”
oggi, permangono gli effetti. Da tempo però,
anche nelle banche locali, la situazione è cambiata, si valuta il “merito creditizio” con maggiore attenzione e professionalità, avendo come
riferimento primario la redditività del richiedente ovvero la sua capacità di rimborso che,
beninteso, può anche non essere “immediata”
ma, ad esempio, legata alla validità di un progetto o a più progetti in corso (le garanzie se ci
sono è bene, ma non sono e non possono essere
decisive nella concessione del credito).
In altri termini, il processo decisionale, per forza di cose è dovuto profondamente cambiare
per adeguarsi velocemente ai tempi, occorre
capire essenzialmente e prioritariamente se e
quali possono essere le prospettive di reddito
dell’azienda, reddito su cui sia la Banca che la
stessa azienda potrà poi contare per il rimborso
del finanziamento accordato.
Ovviamente, tutto questo esige un’elevata professionalità: cioè chi è chiamato a valutare il
“merito creditizio” deve essere in grado di capire
la validità dell’investimento imprenditoriale che
la banca è chiamata a finanziare e poiché questa
condizione è diventata ormai imprescindibile,
ecco che “conoscenza” e “garanzie”, essendo diventate delle qualità subordinate, spesso succede
che si nega il credito per inconsistenza del progetto imprenditoriale e non, almeno nel nostro
caso, per “scarsa liquidità” disponibile. Quindi,a
mio avviso, è questo il nocciolo della questione.
Per quanto precede e per finire, calza a pennello un famoso (a ragione) aforisma: “una buona
impresa fa una buona banca e viceversa”. Tutto
sta ad intendersi cosa vuol dire “buona impresa”
e “buona banca”. Le tavole rotonde, perciò, lasciano il tempo che trovano.
- 14 -
Mimmo Rodia
3... 2...
webtv
BCC
SAN MARZANO
Dopo il restyling (di grafica e contenuti) di Sportello Aperto
la nostra Banca è pronta ad un innovativo impegno: varare
una piattaforma web tv. La sfida è sicuramente inedita,
l’obiettivo uno su tutti: accorciare sempre più le distanze
nella comunicazione fra Banca e Territorio
4 TG AL GIORNO
Quattro aggiornamenti quotidiani
con il Telegiornale firmato
dall’Ansa, la più importante
Agenzia italiana. Le breaking
news dall’Italia e dal mondo
suddivise per un approfondito
tg generalista e ben tre notiziari
economici
IL PUNTO DEL DIRETTORE
È la striscia periodica di
approfondimento firmata dal
Direttore Generale Emanuele di
Palma
SPORTELLO APERTO
Una finestra pratica, diretta
e senza filtri su tematiche
prettamente bancarie
BCC SAN MARZANO LIVE
Finestre in diretta sugli eventi più
importanti promossi dalla Banca
ECONOMIA GLOCALE
Programma sull’economia
locale e reale del territorio e sul
sostegno della BCC San Marzano
di San Giuseppe all’area di
appartenenza
1... in ONDA
È l’ora
di BCC
San Marzano
Poco meno di una televisione in senso classico, molto di
più di un canale video. E’ questa la Web TV della nostra
Banca, ormai prossima a sbarcare online attraverso il
portale istituzionale della BCC San Marzano di San
Giuseppe che completa, così, la propria offerta informativa
e accorcia ulteriormente le distanze con soci e clienti, ma
anche con risparmiatori attenti alle evoluzioni della crisi.
E’ il secondo passo in poco tempo, dopo quello della
nuova linea di Sportello Aperto. Il tutto incastonato in
un percorso innovativo. «La comunicazione economica
e finanziaria negli ultimi anni è cambiata radicalmente
– dice Rocco Viola, direttore responsabile della testata
giornalistica della nostra Banca -. I processi devono
tener conto di due aspetti. Il primo è l’evoluzione delle
aspettative della clientela. Il secondo dei nuovi media
entrati in maniera prepotente nel quotidiano. L’asticella,
LA BANCA RISPONDE
Programma di risposta ai quesiti
dei telespettatori
A LEZIONE CON…
Seminari formativi su argomenti
di natura economico-finanziaria
CONSIGLI PER GLI ACQUISTI
Promozione servizi e prodotti
delle società che collaborano
con la BCC San Marzano
di San Giuseppe
per entrambi, si è posizionata verso l’alto. Ed è per questo
che la BCC San Marzano di San Giuseppe, anche in
maniera pionieristica, ha strutturato questa nuova linea di
comunicazione».
BCC San Marzano TV sarà un incrocio fra news nazionali
e internazionali e territorio. Fra consigli per i risparmiatori
e focus tematici.
Il progetto, nella sua complessità, prevede ben quattro
telegiornali quotidiani (tre di natura economica e uno
generalista) forniti dall’ANSA e una linea di format con
produzioni curate direttamente dalla Comunicazione
della nostra Banca e realizzate all’interno di uno studio
televisivo allestito in Direzione Generale. I contenuti,
inoltre, troveranno ampia condivisione sui social network
all’interno dei quali è presente in maniera piuttosto
diffusa, la nostra Banca.
BCC REPORTAGE
Inchiesta a puntate su
dinamiche e possibilità di
sviluppo dell’area ionica
CLIENT CLIP
Iniziativa tesa ad ospitare i
contributi di Soci, Clienti e Amici
della Banca (concorsi, rassegne,
etc.)
LINEA BCC
Punto di contatto con i prodotti
e servizi proposti dalla nostra
Banca. Un grande contenitore
con le formule d’investimento
per Soci e Clienti.
- 16 -
PUB.
AUREO GESTIONI
DA 4 DI COP. ULTIMO
NUMERO
Vedi “Il Signor H”
sul tuo telefonino
•L’idea
Far raccontare ai
giovani autori i risvolti
sociali della crisi
economica.
•Il film
“Il Signor H” è interpretato da Alessandro
Haber e prodotto da
BCC San Marzano di
San Giuse Bunker Lab.
•Tax credit
È il primo film corto in
Italia ad usufruire del
credito d’imposta per
gli investimenti dei
privati nel mondo del
cinema.
newsBCC
•I premi
A parte il Premio
AIFIN, ha già vinto il
Premio del Festival
del Cinema Europeo
di Lecce.
Alla “Fabbrica
dei Sogni” il Premio Aifin
È “LA FABBRICA DEI SOGNI”, IL PROGETTO DELLA BCC SAN MARZANO DI
SAN GIUSEPPE, IL VINCITORE DEL PREMIO AIFIN (ASSOCIAZIONE ITALIANA
FINANCIAL INNOVATION) “BANCA E TERRITORIO 2011” (INSIGNITO DALLA MEDAGLIA DEL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA), SEZIONE SOSTEGNO
ALL’ARTE E ALLA CULTURA. A DECRETARLO, LA COMMISSIONE DI ESPERTI
CHE HA ESAMINATO I 58 PROGETTI PARTECIPANTI ALL’INIZIATIVA PROMOSSA ANNUALMENTE DA AIFIN, TESA A PROMUOVERE E METTERE IN EVIDENZA
LA RESPONSABILITÀ SOCIALE DELLE IMPRESE BANCARIE FINALIZZATA A
TUTELARE E VALORIZZARE L’IDENTITÀ DEL TERRITORIO E SOSTENERNE LO
SVILUPPO. IL PREMIO È STATO CONSEGNATO NELL’AMBITO DEL CONVEGNO
BANCHE LOCALI 2011, SVOLTOSI A MILANO.«IN QUESTO PARTICOLARE PERIODO DI CRISI – DICE IL PRESIDENTE DI AIFIN, SERGIO SPACCAVENTO
– IL LEGAME FRA BANCA E TERRITORIO È FONDAMENTALE. UNA BANCA
LOCALE CHE SAPPIA VINCERE LE SFIDE COMPETITIVE DEL SETTORE, ANCHE
ATTRAVERSO L’INNOVAZIONE, RAPPRESENTA UN VERO E PROPRIO ASSET
STRATEGICO PER LA SUA AREA».
SOCI E CLIENTI AL FIANCO DEL NOSTRO PAESE
La nostra Banca al fianco dell’Italia. La BCC San Marzano di San Giuseppe è stata fra le prime ad aderire al “BTP Day”, l’iniziativa lanciata
da ABI per favorire l’acquisto del debito del nostro Paese da parte degli
italiani. Scalettata su due giornate, l’iniziativa, soprattutto nella seconda,
ha segnato un ottimo ritorno. E’ stato infatti di circa un milione di euro
(e una percentuale superiore all’800%) il risultato della seconda giornata dedicata al BTP Day. I risparmiatori, che hanno scelto di sostenere
l’Italia in occasione del “BTP Day” acquistando titoli di Stato italiani, non
hanno pagato le previste commissioni di sottoscrizione.
La BCC San Marzano di San Giuseppe, aderendo all’iniziativa, ha incentivato l’acquisto dei BTP e dei BOT nelle due giornate di emissione
(fine novembre e dicembre 2011). Purtroppo, molte richieste sono giunte nelle sede operative lo stesso giorno d’acquisto anziché – come previsto – qualche giorno prima per sottoscrivere la prenotazione. Questo
fatto ha assottigliato il comunque brillante risultato raggiunto.
LA PUGLIA NON È UN BINARIO MORTO
Anche la nostra Banca ha aderito alla campagna per difendere i collegamenti ferroviari della regione Puglia. L’iniziativa, promossa dalla
testata Senza Colonne di Brindisi, ha coinvolto su ampia scala le principali istituzioni regionali. Con lo slogan “La Puglia non è un binario morto. Ridateci i treni”, si punta a sensibilizzare le Autorità a far rivedere la
decisione di Trenitalia di sopprimere i collegamenti sulle grandi distanze
e i notturni, utilizzati soprattutto da giovani universitari che studiano lontano dalla Puglia.
AMBIENTE: TARANTO CHE FARE?
Pensare ad un futuro ecosostenibile, capace di credere nella riconversione, valorizzando il territorio, è ancora possibile. A tracciarne le
linee-guida è il convegno promosso da Eticambiente e sostenuto dalla
nostra Banca, “Taranto, che fare? Anatomia di un disastro ambientale. Strategie per rinascere”. Attorno al tavolo per esaminare i problemi
legati all’inquinamento dell’Ilva, i maggiori esperti in ambito nazionale
che hanno offerto risposte sotto tutti i campi: da quello economico e
sociale, fino all’aspetto sanitario.
- 18 -
C U L T U R A S O C I A L E E C
UNIVERSIADI DEL TRADING, VINCE GENOVA. DI PALMA AGLI
STUDENTI: «L’IMPORTANTE E’ NON BRUCIARSI»
newsBCC
Il tavolo della Cerimonia di
Premiazione delle Universiadi
del Trading. Da sinistra il
pilota Alex De Angelis;
il nostro Direttore Generale,
Emanuele di Palma; l’Ing.
Mario Fabbri di Directa Sim;
il top trader Davide Biocchi.
Sopra Alex De Angelis,
durante l’ultimo Gran Premio
della passata stagione
«Essere protagonisti e continuare a scommettere sul proprio futuro in un mondo che
sta cambiando sempre più rapidamente. L’utilizzo della tecnologia e della passione
è dalla vostra parte. E’ opportuno, però, procedere con prudenza e razionalità. Solo
così, si può pensare di fare trading senza bruciarsi». Con queste parole, il Direttore Generale, Emanuele di Palma, ha salutato gli studenti partecipanti alla seconda
edizione delle Universiadi del Trading promossa da Directa Sim e sostenute dalla
nostra Banca. La cerimonia di premiazione sì è svolta a Palazzo Mezzanotte di Milano
nell’ambito dell’annuale appuntamento del TOL EXPO promosso da Borsa Italiana.
All’incontro hanno preso parte, oltre ai vertici di Directa Sim, guidati dall’Amministratore, Ing. Mario Fabbri, anche Raffaele Jerusalmi (Amministratore Delegato di Borsa
Italiana) e il pilota di Moto2, Alex De Angelis, protagonista di un parallelo fra velocità
in pista e nell’operatività trading.
La seconda edizione è stata vinta dall’Università di Genova e ha visto la partecipazione di 92 squadre appartenenti a 63 atenei italiani, 20 francesi, 7 tedeschi, 1 austriaco
e 1 inglese. Notevole il coinvolgimento degli studenti: 380 ragazzi contro i 180 della
prima edizione, con 88 docenti di riferimento per le squadre che hanno operato sui
mercati disponibili nella piattaforma Directa e hanno avuto a disposizione sia gli strumenti (quotazioni e analisi) sia 5.000 Euro di denaro reale.
OBBLIGAZIONI IL CAMPANILE SU “PLUS” DE IL SOLE 24 ORE
“Il Campanile”, il progetto delle obbligazioni etiche della nostra Banca, è stato inserito
all’interno dell’esempio di buone pratiche da “Plus”, il settimanale de Il Sole 24 Ore. Il
reportage, a firma del del giornalista Vitaliano D’Angerio, ha messo in luce gli esempi
positivi attuati dal sistema creditizio. Come noto, le obbligazioni etiche “Il Campanile”
hanno finanziato una serie di progetti altamente sociali, fra cui il Fondo Antidiossina (attraverso il quale è stato effettuato uno screening sull’inquinamento e i riflessi
sul corpo umano) e la valorizzazione dell’impegno del centro culturale Filonide nel
recupero dell’Ipogeo Beaumont-Bonelli. E proprio il primo, quello relativo al Fondo
Antidiossina, è stato segnalato come particolare esempio positivo. - 19 -
O N O M I A F O R M A Z I O N E
Cultura & Sociale ai tempi della crisi
SUCCESSO PER LA SECONDA EDIZIONE DI “CULTURA & SOCIALE AI TEMPI DELLA
CRISI”, IL CANTIERE DI INIZIATIVE A SOSTEGNO DEL PATRIMONIO INTELLETTUALE DEL TERRITORIO E UNO SGUARDO AL SOCIALE. IL PROGETTO, LANCIATO DALLA
BCC SAN MARZANO DI SAN GIUSEPPE, INTENDE CONIUGARE DIVERSI ASPETTI ED
EVENTI IN CONTEMPORANEA PER ESALTARE LA GRANDE RETE DELLA COLLABORAZIONE.
«IL PERIODO DI CRISI – DICE IL PRESIDENTE FRANCESCO CAVALLO – NEGLI
ULTIMI MESI SI È ACUITO ULTERIORMENTE, FIGLIO DI SITUAZIONI CHE, PUR NON
DIPENDENDO SPESSO DAI NOSTRI TERRITORI, MINANO ANCHE I RAPPORTI UMANI. LA FASE DI EMERGENZA, IN MANIERA
QUASI NATURALE, CI PORTA AD ESSERE
PIÙ CHIUSI AL MONDO ESTERNO ED ALLE
RELAZIONI. IL PROGETTO DELLA NOSTRA
BANCA VUOLE INVECE INVERTIRE LA ROTTA: VUOLE TRASMETTERE, NONOSTANTE
TUTTO, UN MESSAGGIO DI ULTERIORE
FIDUCIA E COLLABORAZIONE».
PER IL
Tanti sono stati i navigaDIRETTORE GENERALE, EMANUELE DI
PALMA, L’INIZIATIVA REALIZZATA PER IL
tori che hanno utilizzato
SECONDO ANNO: «E’ L’ESEMPIO PRATICO
il bigliettino elettronico
DI COME, CON POCHE RISORSE MA GRANDE DISPONIBILITÀ E VOLONTÀ D’ANIMO,
natalizio. L’iniziativa ha
SI POSSA CONCRETIZZARE UN CONTENITORE CAPACE DI TRASMETTERE VALORI
sostenuto, rafforzandolo,
UMANI, SOCIALI, MA ANCHE ARTISTICI
il rapporto fra BCC San
E CULTURALI. CONTINUEREMO A TENER
DESTA L’ATTENZIONE SULLE PROBLEMarzano di San Giuseppe e
MATICHE CONTINGENTI, CONSAPEVOLI
PERÒ DEL NOSTRO RUOLO SUL TERRILega Tumori (LILT).
TORIO: QUELLO DI FAVORIRE SCAMBI E
CRESCITA SOTTO MOLTEPLICI ASPETTI».
120 CLICK
DI SOLIDARIETÀ
DE FILIPPIS INTERPRETA DANTE. IN BANCA
“La Scultura di Vincenzo De Filippis interpreta Dante”. Su questa linea è stata sviluppata all’interno dell’Auditorium della nostra Banca, la mostra di sculture dell’artista
grottagliese. L’iniziativa è stata allestita, insieme alla BCC San Marzano di San Giuseppe, dal Lions Club Grottaglie, dall’Associazione Koinè Culturale “G. Battista” e
in collaborazione con l’IIS “Don Milani Pertini” di Grottaglie. La presentazione delle
opere di De Filippis stimola la riflessione sui temi portanti della Divina Commedia vista
con gli occhi dell’artista grottagliese che, da alcuni decenni, si distingue con talento
e competenza nel campo della scultura, della ceramica e della grafica, dimostrando
sempre alto valore artistico e grande professionalità. MERIDIONE D’INCHIOSTRO
Si è concluso positivamente, il secondo ciclo di “Incontri con l’Autore”, promosso
dal Presidio del Libro, del quale la nostra Banca è partner. L’ultimo appuntamento ha
visto la presenza del critico letterario Filippo La Porta, con gli Autori Gabriella Genisi
e Omar Di Monopoli i quali hanno dato vita ad una sintesi pratica della “Primavera
Letteraria Pugliese”, presentando “Meridione d’Inchiostro”, antologia (edita da Stilo
e coordinata da Giovanni Turi) che raccoglie autori pugliesi e meridionali di qualità e
promuove la letteratura della nostra regione, quale momento di sintesi all’interno di
una particolare stagione di vitalità artistica e culturale regionale.
- 20 -
C U L T U R A S O C I A L E E C
POLIZIA DI STATO NUOVO COMMISSARIATO
AL BORGO DI TARANTO
È stato inaugurato dal Prefetto Nicola Izzo, vice direttore generale della Pubblica sicurezza con funzioni vicarie, il nuovo commissariato di Polizia nel quartiere Borgo, a
Taranto. Sono 24 gli agenti in servizio, oltre al dirigente Cosimo Candita. La sede è
in via Anfiteatro, fino a qualche anno fa presidio della Squadra Mobile. La BCC San
Marzano di San Giuseppe ha sostenuto il presidio donando una serie di computer al
servizio degli uffici. La nuova sede nasce come risposta alle esigenze di sicurezza del
centro storico tarantino e si colloca in una più ampia riorganizzazione che ha l’obiettivo di creare una vera e propria cintura di sicurezza intorno alla città.
M’ILLUMINO DI MENO, RISPARMIO E AIUTO LA TERRA
Anche quest’anno la BCC San Marzano di San Giuseppe ha sostenuto con vigore la
campagna “M’illumino di meno” promossa dalla trasmissione di Radio2 Rai, Caterpillar, tesa a promuovere e sensibilizzare il Paese verso una coscienza ecosostenibile
attraverso il risparmio energetico.
La nostra Banca, oltre ad attuare le buone pratiche per il risparmio energetico (sposate
già da diverso tempo), proseguirà con l’allestimento del proprio parco auto attraverso
l’acquisto di vetture ibride, promuovendo i principi di una corretta gestione dell’energia verso soci e clienti, attraverso i propri canali di comunicazione: dalle pagine dei
social network, del proprio sito e del servizio tv all’interno delle filiali.
newsBCC
DALLA MEMORIA AL RICORDO.
IL DRAMMA DELL’ESODO ISTRIANO
“Dalla Memoria al Ricordo”. E’ stato questo il filo conduttore del convegno sostenuto
dalla nostra Banca e promosso dell’Istituto Comprensivo “Giorgio Castriota” di San
Marzano di San Giuseppe per riannodare testimonianze e riflessioni e per non dimenticare. La tragedia delle Foibe e dell’esodo istriano interpretata dai giovani studenti
ben si è intrecciata con una proiezione originale del 1947 di un filmato realizzato a
Pola e con l’excursus storico della presenza dalmata e istriana nel territorio ionico,
culminato con la presenza al convegno – svoltosi nell’Auditorium della nostra Banca –
della Signora Antonia Costella, profuga istriana e moglie di un sopravvissuto ai campi
di sterminio dei nazisti.
- 21 -
O N O M I A F O R M A Z I O N E
DALLA SETTIMA EDIZIONE DI “MEDICI PER SAN CIRO”,
LA RICETTA CONTRO GLI SPRECHI NELLA SANITÀ
Due soluzioni per una corretta gestione della sanità. A fornirle è stato il Direttor Generale, Emanuele di Palma, nel corso della Settima Edizione di “Medici per San Ciro”,
il forum annuale che quest’anno ha avuto quale traccia: Il buon uso dell’Ospedale
nel Territorio. Gestione, pratica e ricerca”. Per di Palma, la prima strada da battere
è quella «del contenimento della spesa non tanto nelle prestazioni sanitarie, quanto
sugli sprechi: prestazioni sanitarie inutili e capitolo acquisti. La seconda è quella della
prevenzione. A fronte di un concentramento dei servizi sanitari, si va verso un invecchiamento, importante sotto il profilo percentuale, della popolazione. Una corretta
prevenzione oggi si tradurrà in minor richiesta di servizi e stress economici per il sistema domani. In caso contrario, a breve, la Sanità non peserà sul bilancio della Regione
per l’88%, ma per una percentuale ancora più alta». Nel corso dell’edizione 2012,
inoltre, è stata premiata Anna Santoro, nata il 9 agosto 1986, laureatasi alla Sapienza
di Roma con 110 e lode, con la tesi: ”Utilizzo dell’Ivabradina in pazienti sottoposti a
chirurgia cardiaca ad alto rischio con tachicardia indotta da catecolamine”.
CHIESA SAN ROBERTO BELLARMINO,
ECCO LA NUOVA CAPPELLA DEL SS. SACRAMENTO
L’inaugurazione della nuova Cappella del Santissimo Sacramento, all’interno della
Chiesa di San Roberto Bellarmino, è stata l’occasione per l’incontro con la comunità
da parte del nuovo Arcivescovo Metropolita di Taranto, Sua Eccellenza Monsignor
Filippo Santoro. Realizzata grazie all’estro artistico del Maestro Orazio Del Monaco,
la nuova Cappella (la cui inaugurazione è stata sostenuta dalla nostra Banca) riporta
alcuni dei momenti salienti della vita di Gesù, come la Cena con gli Apostoli e la
Moltiplicazione dei Pani.
La civiltà contadina a tavola
nel lavoro del Preside Andrea De Franco
È STATO DATO ALLE STAMPE, CON IL SOSTEGNO DELLA NOSTRA BANCA, IL PAMPHLET “FAI E SPINCITURI”. SAGGIO SU UN ASSAGGIO CIBO DI
NONNA BRIGIDA”. L’AUTORE, ANDREA DE
FRANCO, PRESIDE IN QUIESCENZA, HA
RACCOLTO IN MANIERA SCIENTIFICA
NON SOLO L’IMMAGINARIO COLLETTIVO DI UNO DEI PIATTI TIPICI DELLA
NOSTRA TERRA, LA PUREA DI FAVE,
MA HA COLLOCATO LA PIETANZA IN
UN CONTESTO STORICO E SOCIALE
CHE RENDE VALORE ALLA SEMPLICITÀ DELLA CUCINA DEL TERRITORIO, ARRICCHITA ULTERIORMENTE
DA PRODOTTI (SEMPRE GENUINI),
CHE CARATTERIZZANO LA PUGLIA
E LA SUA CIVILTÀ CONTADINA.
- 22 -
C U L T U R A S O C I A L E
La legalità
ha bisogno dei giovani
Prosegue il Progetto dell’Associazione Libera,
della nostra Banca e delle scuole
di Francavilla Fontana
La “Legalità” protagonista a Francavilla Fontana nell’ambito delle iniziative promosse
dal Liceo Classico “V. Lilla” per affermare in maniera decisa l’impegno dei giovani
studenti. Il progetto, viaggia sotto la traccia “Le(g)ali al Sud” e a metto attorno al
tavolo esperienze e idee su “Mafia Economy. Analisi della Criminalità Economica”. A
parlarne, il Tutor progettuale, Prof. Mimmo Tardio. Mentre, le relazioni sono state curate da Domenico Bianco (Presidente Sezione Agroalimentari di Confindustria Brindisi);
Alessandro Leo (Responsabile Associazione Libera, Puglia), Antonio Nicola Pezzuto
(Autore di “Mafia Economy”); Rocco Viola (Responsabile Relazioni Esterne BCC San
Marzano di San Giuseppe). Nel corso dell’iniziativa è stato spacchettato il business
dell’illegalità e affrontato sotto i diversi aspetti: sociale, economico, prospettico. Particolarmente incisive le conclusioni affidate al Magistrato Milto Stefano De Nozza (Sostituto Procuratore della Repubblica di Brindisi), il quale ha ribadito: «I giovani sono la
spina dorsale del nostro Paese». L’iniziativa, sostenuta dalla BCC San Marzano di San
Giuseppe e dall’Associazione Libera Nomi e Numeri contro le mafie, s’incasella nelle
celebrazioni annuali dell’Aiuola della Legalità, che è il segno della scelta educativa
delle scuole di Francavilla Fontana, di ricordare i testimoni della legalità. Un impegno
sostenuto e sottoscritto dalle scuole della città insieme ai due partner istituzionali.
“MAFIA ECONOMY” ECCO LA FOTOGRAFIA SCATTATA DAL
13° RAPPORTO DI SOS IMPRESA DI CONFESERCENTI
I NUMERI DELLA HOLDING
newsBCC
140 mld di fatturato
65 mld
di liquidità
100 mld di utile
(al netto di investimenti
e accantonamenti)
100 mld pari al 7% del PIL nazionale
incidenza economica delle organizzazioni
criminose sul mondo dell’impresa
1300 reati al giorno subiti dalle imprese
50 in un’ora / quasi uno ogni minuto
Reati più diffusi contro le imprese
Usura (40 mld – 200mila commercianti)
Racket (9 mld – 160mila commercianti)
Puglia. Per le estorsioni siamo al quarto posto
nella classifica nazionale dopo Campania,
Sicilia e Lombardia con 443 delitti commessi
I.P.
90
80%
76%
SCONTO
70%
SCONTO
46%
SCONTO
65%
SCONTO
Offerta Creatività
29%
SCONTO
80%
SCONTO
44%
SCONTO
anziché € 85,20
Risparmio € 32,30
Codice 443
SOLO € 52,90
Focus + Focus Junior
(1 anno) 24 numeri
38%
SCONTO
Offerta Sapere
anziché € 62,40
Risparmio € 27,40
Codice 279
SOLO € 35,00
Men’s Health + Starbene
(1 anno) 24 numeri
Offerta Benessere
anziché € 231,00
Risparmio € 184,00
Codice 117
SOLO € 47,00
Panorama (1 anno) + Economy
(6 mesi) 77 numeri
Offerta Informazione
anziché € 42,00
Risparmio € 12,10
Codice 889
SOLO € 29,90
Casa Facile + Cucina Moderna
(1 anno) 24 numeri
TESTATA
Art Attack Magazine
Disney Junior
Disney Punto croce
I Classici Disney
Paperino
Topolino
W.I.T.C.H.
Winnie The Pooh
402
039
674
408
440
007
675
004
12
12
6
12
12
52
12
12
N°
31,20
43,20
21,60
34,80
34,80
119,60
31,20
32,40
PREZZO
INTERO
6,30
6,40
5,70
8,90
8,90
54,80
6,30
8,50
RISPARMIO
60%
SCONTO
35%
SCONTO
anziché € 130,40
Risparmio € 85,50
Codice 011
SOLO € 44,90
Vanity Fair + Glamour
(1 anno) 64 numeri
20%
15%
26%
26%
26%
46%
20%
26%
SCONTO
24,90
36,80
15,90
25,90
25,90
64,80
24,90
23,90
PREZZO
SPECIALE
66%
SCONTO
Offerta Vip
anziché € 96,00
Risparmio € 33,80
Codice 730
SOLO € 62,20
Quattroruote + Dueruote
(1 anno) 24 numeri
Offerta Motori
anziché € 73,20
Risparmio € 44,20
Codice 149
SOLO € 29,00
Casaviva (1 anno) + Donna Moderna
Pocket (6 mesi) 38 numeri
Abbonandoti a Famiglia Cristiana, GBaby,
Il Giornalino e Vivere c’è un bellissimo regalo per te!
Collegati: www.abbonamenti.it/regalisanpaolo
COD.
62%
SCONTO
Offerta Stile
anziché € 102,00
Risparmio € 63,50
Codice 015
SOLO € 38,50
Offerta Lifestyle
AD + Traveller
(1 anno) 24 numeri
Attenzione: le riviste che compongono le offerte Extra verranno spedite ad un solo destinatario.
anziché € 197,60
Risparmio € 127,70
Codice 547
SOLO € 69,90
Topolino + TV Sorrisi e Canzoni
(1 anno) 104 numeri
Offerta Famiglia
anziché € 135,20
Risparmio € 62,30
Codice 625
SOLO € 72,90
Topolino (1 anno) + Art Attack
Magazine (6 mesi) 58 numeri
Offerta Ragazzi
anziché € 202,80
Risparmio € 142,90
Codice 336
SOLO € 59,90
Panorama + Focus
(1 anno) 64 numeri
Offerta Conoscere
anziché € 126,00
Risparmio € 96,10
Codice 333
SOLO € 29,90
Grazia + Flair
(1 anno) 62 numeri
Offerta Fashion
Extra!
SuperOfferte
E con le SuperOfferte Extra,
leggi di più e aumenti il risparmio!
Abbonati e regala un abbonamento.
Per te un’ampia scelta di riviste per
soddisfare ogni interesse e passione:
attualità, cultura ed economia, moda,
bellezza, salute e benessere, casa, cucina,
famiglia, storia, scienza e tecnologia,
cinema e viaggi, fumetti, sport e motori.
Abbonati subito!
Oltre
riviste con
SuperSconti fino all’
272
311
043
896
129
019
050
577
066
006
056
880
008
438
646
738
621
141
740
488
291
292
473
062
060
579
500
981
461
170
948
257
462
166
160
155
064
289
165
009
290
172
518
273
002
051
293
176
779
065
717
128
025
168
040
090
520
886
298
301
054
734
735
030
348
220
483
294
733
316
478
199
830
254
055
274
300
903
005
754
127
063
519
370
AD
Auto & Fuoristrada
Banca Finanza
Casa Facile
Casabella
Casaviva
Chi
Ciak
Classici Giallo
Confidenze
Cosmopolitan
Cucina Moderna
Cucina Moderna Oro
Cucina No Problem
Darwin
Domus
Donna Moderna (no allegati)
Donna Moderna Pocket
Dueruote
Economy
Elle
Elle Decor
Evo
Famiglia Cristiana+REGALO
Flair
Focus
Focus Brain Trainer
Focus D&R
Focus Extra
Focus Geronimo Stilton
Focus Junior
Focus Pico
Focus Storia
Focus Storia Biografie
Focus Storia Wars
Gambero Rosso
GBaby+REGALO
Gente
Geo
Giallo Mondadori
Gioia
Giornale delle Assicurazioni
Glamour
GQ
Grazia
Grazia.Casa
Hachette Home
Harvard Business Review
I Romanzi
Il Giornalino+REGALO
Internazionale
Interni+Guida+3Annual+1OnBoard
Intimità
Jack
La Cucina Italiana
Linus
L’Uomo Vogue
Mani di Fata
Marie Claire
Marie Claire Maison
Men’s Health
Meridiani
Meridiani Montagne+Cartine
Panorama
Panorama Travel
Panoramauto
PC Professionale
Psychologies
Quattroruote
Riders
Rolling Stone
Sale&Pepe
Starbene
Storia in rete
Storica
Traveller
Tu Style
TV Sorrisi e Canzoni
Urania
Vanity Fair
VilleGiardini
Vivere+REGALO
Vogue Italia
Wired
TESTATA
12
10
11
12
12
12
52
12
26
52
12
12
9
12
6
11
52
52
12
50
12
10
10
52
12
12
12
4
6
12
12
12
12
4
6
12
12
52
12
26
52
11
12
12
50
10
10
10
48
51
50
10
52
12
12
12
10
12
12
10
12
10
6
52
10
12
12
10
12
11
12
12
12
10
12
12
52
52
12
52
11
12
12
12
N°
60,00
40,00
55,00
22,80
144,00
42,00
104,00
54,00
127,40
83,20
26,40
19,20
27,00
12,00
39,00
110,00
88,40
62,40
36,00
150,00
36,00
45,00
59,00
104,00
36,00
46,80
34,80
18,00
29,40
42,00
38,40
42,00
58,80
19,60
35,40
58,80
24,00
104,00
58,80
127,40
93,60
55,00
26,40
36,00
90,00
30,00
19,00
135,00
216,00
96,90
153,00
115,00
78,00
46,80
48,00
58,80
50,00
48,00
42,00
35,00
36,00
62,00
45,00
156,00
39,00
26,40
82,80
25,00
60,00
31,90
38,40
38,40
26,40
60,00
46,80
42,00
52,00
78,00
54,00
104,00
55,00
36,00
60,00
48,00
PREZZO
INTERO
31,10
22,00
19,30
4,90
65,00
23,10
62,50
29,50
69,90
50,20
13,20
4,30
6,00
3,00
14,00
47,30
43,40
38,50
10,80
115,00
23,40
25,10
24,00
16,00
23,40
14,90
12,10
5,10
8,10
13,10
14,50
14,10
24,90
5,10
10,50
20,30
5,00
72,80
29,40
69,90
73,70
19,30
12,50
24,10
67,50
15,50
10,00
47,50
108,00
19,90
69,00
51,00
29,50
23,90
24,50
26,50
27,20
10,10
29,40
21,00
17,00
20,00
17,60
121,50
16,20
7,90
50,80
15,10
20,10
17,60
11,50
13,50
9,30
25,00
16,90
23,10
29,50
48,10
27,00
69,10
25,10
11,00
40,50
28,80
52%
55%
35%
21%
45%
55%
60%
55%
55%
60%
50%
22%
22%
25%
36%
43%
49%
62%
30%
77%
65%
56%
41%
15%
65%
32%
35%
28%
28%
31%
38%
34%
42%
26%
30%
35%
21%
70%
50%
55%
79%
35%
47%
67%
75%
52%
53%
35%
50%
21%
45%
44%
38%
51%
51%
45%
54%
21%
70%
60%
47%
32%
39%
78%
42%
30%
61%
60%
34%
55%
30%
35%
35%
42%
36%
55%
57%
62%
50%
66%
46%
31%
68%
60%
RISPARMIO SCONTO
28,90
18,00
35,70
17,90
79,00
18,90
41,50
24,50
57,50
33,00
13,20
14,90
21,00
9,00
25,00
62,70
45,00
23,90
25,20
35,00
12,60
19,90
35,00
88,00
12,60
31,90
22,70
12,90
21,30
28,90
23,90
27,90
33,90
14,50
24,90
38,50
19,00
31,20
29,40
57,50
19,90
35,70
13,90
11,90
22,50
14,50
9,00
87,50
108,00
77,00
84,00
64,00
48,50
22,90
23,50
32,30
22,80
37,90
12,60
14,00
19,00
42,00
27,40
34,50
22,80
18,50
32,00
9,90
39,90
14,30
26,90
24,90
17,10
35,00
29,90
18,90
22,50
29,90
27,00
34,90
29,90
25,00
19,50
19,20
PREZZO
SPECIALE
!
COD.
Inviatemi le riviste indicate qui sotto.
Rivista/Offerte Extra
Firma
di
q SI q NO
Informativa D.Leg 196/2003. I suoi dati saranno trattati dall’Editore della testata prescelta - titolare del trattamento - per evadere la sua richiesta di
abbonamento. Nome, cognome, indirizzo sono indispensabili per tale finalità. Previo suo consenso, tutti i dati conferiti potranno essere trattati dalle medesime
titolari anche per effettuare procedure statistiche di analisi, per l’invio di altre vantaggiose offerte, proposte commerciali e indagini di mercato. Responsabile
del trattamento è Press Di Distribuzione Stampa e Multimedia srl. Incaricati del trattamento sono gli addetti alla gestione degli abbonamenti. Lei può esercitare i diritti previsti dall’art. 7 D. Leg. 196/2003 scrivendo a Press Di Distribuzione Stampa e Multimedia srl - Ufficio Privacy Milano Oltre - Via Cassanese
224 - 20090 Segrate (Milano)
Privacy Acconsento che le titolari utilizzino i miei dati per le finalità e secondo le modalità illustrate nell’informativa:
Dalla richiesta di abbonamento al ricevimento della prima copia trascorreranno circa 4 settimane per i settimanali,
6 per i mensili. Il regalo, dove previsto, verrà inviato a pagamento ricevuto. Offerta valida solo per l’Italia.
Data
Filiale numero
sul mio conto corrente numero
Autorizzo l’addebito di €
Nome e Cognome
Attenzione: questo spazio è da compilare
sempre, per autorizzare l’addebito.
Prov.
CAP
Estremi per la Banca
N°
Prezzo Speciale €
Inviate le riviste alla persona indicata.
Indirizzo
Località
Nome e Cognome
Codice
Sì, regalo l’abbonamento
BCC San Marzano di San Giuseppe 0998968155 71972-4 FP24 20110082
Rivista/Offerte Extra
Sì, mi abbono
Codice
Prezzo Speciale €
Prov.
CAP
Tel.
N°
Località
Attenzione: questo spazio è da compilare sempre!
San Marzano
di San Giuseppe
Scrivi il codice e il nome delle Riviste/OfferteExtra
alle quali vuoi abbonarti più il Prezzo Speciale,
a te riservato, unitamente ai tuoi dati.
Se vuoi regalare uno o più abbonamenti, ricordati
di scrivere sia i tuoi dati che quelli della persona
alla quale vuoi regalare un abbonamento.
Compila lo spazio con gli estremi da comunicare alla
Banca, taglia lungo il tratteggio e consegna questo
coupon allo sportello.
Indirizzo
Cognome
Nome
I miei dati
Coupon di
Abbonamento
Speciale
Correntisti
- 23 -
Servizio clienti: tel. 199.111.999 (costo massimo della chiamata da tutta Italia per telefoni fissi: 0,12+IVA al minuto senza scatto alla risposta) oppure 02-6681 4363
- 24 -
Tiziana Caianiello
BCC Casagiove
90 anni
e non sentirli
pianetabcc
BCC San Vincenzo De’ Paoli di Casagiove nata nel 1921
per opera di Don Lorenzo Centore a cui è stata intestata
una strada della città. Oggi locale espressione della Cooperazione di Credito in Italia, offre servizi di qualità per
giocare un ruolo competitivo.
Il turnover pianificato dal Cda nel 2010, presieduto dal
Presidente Valentino Grant, si è concluso con l’avvicen-
Le buone pratiche
delle
BCC
La BCC di Gradara
premia i Talenti
Giovani premiati dalla
BCC di Gradara che
ha reso merito agli
studenti delle province di
Pesaro-Urbino e Rimini.
Sessantadue i vincitori
della borsa di studio:
33 ragazzi delle scuole
medie inferiori, premiati
con un buono di 250 euro
e 29 ragazzi delle scuole
medie superiori, ai quali è
andato un buono di 500
euro. Due giovani laureati
(tecnologia e umanistica)
hanno ricevuto un
buono da mille euro e la
pubblicazione della loro
tesi nella collana “Talenti”
edita dalla BCC.
- 25 damento alla guida dell’istituto. Al vertice della Direzione
Generale è giunto Antonio Francese, con un notevole curriculum professionale alle spalle (circa 20 anni in Banca
d’Italia), che gli consente un fecondo e produttivo lavoro
per proseguire con tenacia e determinazione l’azione di
profondo rinnovamento della struttura per renderla più
competitiva ed attrezzata per traghettare la banca fuori
dalla crisi globale in cui tutto il sistema bancario attualmente si dimena. Le P.M.I., come la piccola cooperativa
edilizia o la media cooperativa agricola fino ai Consorzi,
trovano nella Banca di Credito Cooperativo di Casagiove,
l’ambiente ideale per accedere a sistemi di finanziamento
adeguati alle singole esigenze. Leggi speciali, provvedimenti regionali, interventi per l’incentivazione di iniziative private per lo sviluppo della piccola e media imprenditoria, fanno da supporto all’attività quotidiana della BCC
San Vincenzo De’ Paoli. Non manca la costante attenzione verso coloro che necessitano di un sostegno maggiore
come famiglie e imprese del territorio, salvaguardando al
contempo gli interessi ed il patrimonio della Banca.
L’impegno verso la cura dei nostri 1.700 soci è un
“must” per una banca che con 90 anni
di storia più invecchia e più è
giovane. Essere socio per
la BCC Casagiove significa
credere non solo nelle potenzialità dell’area, ma anche sostenere il suo sviluppo, offrire nuove possibilità
di crescita, appartenere ad
una realtà locale importante ed essere parte attiva ed
BCC Carugate
contro l’usura
BCC Carugate ha
rinnovato la sua adesione
alla Convenzione tra
Federazione Lombarda
del Credito Cooperativo
e Fondazione San
Bernardino Onlus associazione promossa
dalle Diocesi lombarde per l’erogazione di prestiti
finalizzati a prevenire il
fenomeno dell’usura.
BCC Carugate, attiva in
Lombardia, ha stanziato
un plafond di 400 mila
euro, per consentire a
soggetti in gravi condizioni
di indebitamento di
accedere al credito
bancario senza ricorrere
all’usura. La Convenzione
prevede la costituzione da
parte di Fondazione San
Bernardino Onlus di un
apposito fondo di garanzia
presso Iccrea Banca, che
consente alle banche di
concedere finanziamenti
e prestiti, in casi
accuratamente vagliati
dagli organi preposti, cosi
da permettere ai soggetti
in difficoltà di accedere al
credito bancario.
BCC Treviglio e
la serra solare
La serra fotovoltaica,
sostenuta dalla BCC di
Treviglio e realizzata da
EDF ENR Solare, ha rappresentato l’eccellenza
del fotovoltaico nel settore
agricolo alla Mostra Best
integrante verso le comunità in cui opera, garantendo la
sua presenza alle numerose iniziative sociali e culturali
a favore del territorio del quale promuove la sua crescita
economica. «Queste iniziative che richiedono un notevole impiego di tempo e di risorse hanno un grande valore:
contribuiscono a rafforzare lo spirito che deve animare i
soci di una cooperativa favorendo un interscambio culturale e di conoscenze non realizzabile altrimenti», ha
affermato il Presidente in occasione della Festa del socio.
Così, convenzioni con la SUN (Seconda Università degli
Studi di Napoli) permettono la collaborazione di stagisti
per la formazione e il supporto presso gli uffici. Gite sociali, come quella in Terra Santa, sono la prova di una
condivisione continua dei valori e di un impegno costante nel diffonderli.
Practices di EnerSolar.
L’impianto ricopre 6.836
metri quadrati di tetto per
una produzione di energia
di 992 MWh/anno ed evita
l’immissione nell’atmosfera di 380 tonnellate di
CO2.
Puglia, nasce
BCC Putignano
Si arricchisce di un altro
tassello il mondo delle BCC pugliesi. Dallo
scorso 4 febbraio è
operativo a Putignano il
primo sportello della locale
BCC. «L’apertura della
BCC – dice il presidente,
Alessandro Mele – non è
solo un atto di coraggio,
ma soprattutto un atto
di fede nei confronti del
nostro territorio, del nostro
Sud, troppe volte bistrattato, delle nostre risorse,
delle nostre competenze,
delle nostre intelligenze,
dei nostri giovani e del loro
futuro». Buon lavoro dalla
BCC San Marzano di San
Giuseppe.
- 26 -
Aldo Lo Prete
homebanking
MY BANK
MY APP
Il mobile web ha rivoluzionato il modo di
interagire e accedere alle informazioni degli
italiani: oggi 13 milioni accedono alla rete
tramite il dispositivo mobile (+34% rispetto a
2010). Il 60% degli utilizzatori conferma che
difficilmente si separa dal proprio smartphone e lo utilizza ovunque sia in casa (nel 98%
dei casi), fuori (88%) e in ufficio (77%). Lo
smartphone fa parte oramai del nostro vissuto quotidiano.
Nel corso dei primo sei mesi del 2011 abbiamo assistito ad una crescita spettacolare pari
a 347% delle vendite di tablet passando da 89
mila unità vendute nel primo semestre 2010
a 398 mila in giugno 2011. In Italia, il 7.5% di
utilizzatori smartphone accede ai suoi conti
bancari.
La banca diventa mobile. Il tasso di crescita
è importante, i numeri assoluti ancora modesti. Questa la tendenza che, dati alla mano,
descrive l’andamento del mobile banking, e
cioè di tutti quei servizi di gestione di conti
correnti e deposito titoli utilizzabili attraverso dispositivi mobili, smartphone in particolare.
Nel terzo trimestre del 2010 le operazioni
informative e dispositive effettuate tramite cellulare dai clienti sono aumentate del
424% rispetto alla media del primo semestre
dell’anno.
Dei conti attivi via telefonino molti sono utilizzati solo per i messaggi di “alert” via Sms
che informano il cliente dei movimenti che
%ti utilizza i
7,5
e
ceder
li uten
ac
deg
ni per ri
i
n
o
f
e
tel
anca
vizi b
r
e
s
i
a
hanno interessato il suo conto, mentre è esigua la percentuale delle operazioni di bonifico effettuata da terminale mobile. Una buona
fetta di utenti, questo il quadro d’insieme che
descrivono operatori e analisti di settore, sposerà progressivamente il modello multicanale
- 27 -
a cui tutte le banche sono da tempo votate e
adotterà via via gli strumenti di interazione
digitale che queste metteranno a disposizione.
Il 39% degli utenti che hanno sottoscritto un
contratto di multicanalità integrata ha età
compresa tra i 36 e i 50 anni, mentre l’incidenza dei giovani di età inferiore ai 36 anni
è del 32% - è uno dei cardini del successo del
mobile banking. L’eterogeneità dei clienti, il
fatto cioè che non vi sia un “gap” culturale e
generazionale da colmare (casomai il problema si pone dal punto di vista tecnologico), si
affianca alla sempre maggiore diffusione degli
smartphone (e l’arrivo di modelli con schermi sempre più grandi e con funzionalità da
mini computer) e la semplicità di utilizzo e
gli elevati standard di sicurezza che caratterizzano i vari programmi attraverso cui operare su conti correnti o sul portafoglio titoli,
ricevere l’estratto conto e altro. Le banche, in
altre parole, hanno lavorato molto sulle interfacce mobili dei loro (già esistenti) servizi di
banking on line e le hanno adattate per cavalcare uno dei nuovi paradigmi della società
digitale, cioè di quello di navigare in Rete dal
cellulare. Abitudine che riguarda oggi circa
otto milioni di italiani.
Grazie a SimplyMobile, in qualunque momento è possibile gestire diverse operazioni
come il controllo del saldo e dei movimenti, ma anche effettuare bonifici o ricaricare il
proprio cellulare o la carta prepagata. L’applicazione di Auriga per BCC San Marzano è già
disponibile per il download gratuito sull’App
Store di Apple e sull’Android Market per gli
smartphone basati sul sistema operativo di
Google. L’azienda ha già annunciato a breve il
rilascio della versione per Windows Phone 7
e per BlackBerry. L’interfaccia semplice e intuitiva è stata sviluppata partendo dalle funzionalità offerte da SimplyBank. L’App rende
accessibili, attraverso i dispositivi mobili in
maniera affidabile e sicura, le opportunità
offerte dall’Internet banking. Bastano pochi
clic per scaricare l’applicazione, configurare
il dispositivo e cominciare a usare le funzionalità messe a disposizione dal sito di www.
bccsanmarzano.it.
13milio
ni
gli italia
ni
internet che accedono
a
tramite
smartph
one
a
7%
vendit 10
a
l
+34
l
e
d
ento
sul 20
5.00
1
l’aum
el 201
n
t
e
l
b
di ta
0
i clien
t
che u i
tilizza
no
i serv
izi
intern
e
della t banking
n
Banc ostra
a
- 28 -
Andrea Fiorini
WOOOOW!
Ho fatto Trading
finanza
sul Forex
Uno degli effetti più evidenti che la normativa
europea sui mercati finanziari, nota come Mifid, ha avuto sul trading online italiano è stata la
diffusione dei servizi che consentono di operare
sui cambi, sinteticamente noti come servizi per
il Forex. Come mai? Semplice, perché dalla fine
del 2007 è stata introdotta la cosiddetta “patente europea” per gli intermediari finanziari del
Vecchio Continente, con la quale ogni società,
autorizzata dagli organi di vigilanza del proprio Paese d’origine, può pretendere di operare
in qualunque altro Stato dell’Unione. In Italia
basta che alla Consob arrivi la segnalazione
dell’autorizzazione da parte dell’ente omologo
del Paese in cui ha sede il broker e il gioco è
fatto.
Ciò ha fatto sì che, a partire dal biennio 20082009, un numero crescente di broker online
esteri specializzati nel trading sul Forex, abbia
aperto i battenti anche da noi. Dapprima come
società “senza succursale” (per usare la terminologia Consob), cioè mantenendo la sede
legale nel Paese d’origine, poi aprendo ufficio
commerciali di rappresentanza e infine, progressivamente, insediandosi con succursali
vere e proprie.
Ma perché proprio il Forex? Dal punto di vista
delle società, il trading sui cambi è da sempre
un’attività che sfugge a molte regole e ai normali controlli che vengono effettuati sulle altre
attività. Questo perché, fino a poco tempo fa, in
tutti i Paesi finanziariamente evoluti, le valute e
i relativi cambi non venivano considerati degli
strumenti finanziari veri e propri come invece avviene per azioni, obbligazioni o derivati
trattati su borse regolamentate. Non solo, ma
in certi casi la pesante fiscalità ha spinto gli intermediari verso lo sviluppo di strumenti alter-
- 29 nativi a quelli quotati in borsa, con lo scopo di
aumentare i propri margini di guadagno sulle
transazioni finanziarie. È ciò che è accaduto per
esempio nel Regno Unito, patria per eccellenza
di questo tipo di broker che, dalla nascita del
Forex all’inizio degli Anni ’70 ha visto la piazza di Londra diventare il punto di riferimento
mondiale per il trading di valute.
E quale miglior risorsa degli strumenti overthe-counter (OTC), cioè non quotati, su cui la
trattativa sul prezzo è diretta col cliente e su cui
non vi sono regole se non quelle stabilite dalle
due parti in causa?
Questa situazione ha consentito, nei Paesi a
forte vocazione commerciale come appunto il
Regno Unito, di sviluppare un sottobosco di società specializzate in Forex, CFD e, più recentemente, opzioni binarie che, grazie alla Mifid e
alla loro struttura aziendale leggera, sono sciamate per il continente. Fino ad arrivare in Paese
che, dal punto di vista del trading online, è certamente uno dei più avanzati d’Europa: l’Italia.
Questa presenza ha avuto il pregio di aprire il
mercato tanto che, nel giro di poco, due tra le
più importanti banche online italiane hanno
lanciato una propria offerta sul Forex.
Ma cosa vuol dire fare trading sui cambi?
I vantaggi non mancano ma, prima di buttarcisi, è necessario studiarne bene i meccanismi.
Tra le caratteristiche positive, vi sono la possibilità di fare trading almeno 23 ore su 24 (la
notte molte società interrompono il trading per
un ora per la gestione dei sistemi e degli ordini), la forte volatilità, che fornisce sempre ottime opportunità, e l’impossibilità
di manipolazioni, almeno nel breve e
medio periodo, che è poi l’orizzonte temporale che interessa il cliente
privato. Inoltre, operare sul Forex è
semplice grazie all’ampia disponibilità di piattaforme evolute
che, per la peculiarità dello strumento negoziato,
non sono particolarmente
complesse. Infine, sul Forex non si pagano commissioni per eseguito: i broker,
come vedremo, guadagnano
applicando un differenziale
(“spread”) sui prezzi applicati.
Tuttavia, va spiegato cos’è il Forex. Anzi, cosa non è. Non è una
borsa, né un mercato regolamentato. Se pensate, quindi, di aprire
un conto per negoziare cambi non
pensate che sia la stessa cosa di ne-
goziare Eni o Mediobanca, Bot o Fib.
Forex significa “foreign exchange” e non è né
un mercato regolamentato né una borsa, ma più
semplicemente un circuito di scambio interbancario, a cui accedono direttamente, via telefono
o attraverso sistemi digitalizzati, banche, istituti
centrali, hedge fund, multinazionali, governi e
altre grandi istituzioni.
Si tratta appunto di un mercato OTC, in cui chi
ha bisogno di comprare o vendere una valuta
dando in cambio quella che possiede (come se
fosse un normale scambio di merci) contatta –
direttamente – uno o più controparti, propone
o chiede un prezzo, riceve un’offerta e decide se
aderire.
L’utente privato, in pratica, non si deve illudere
che il prezzo che gli verrà applicato nel corso di
una negoziazione, sia il migliore possibile, anzi.
È invece il prezzo più alto che il broker riuscirà a spuntare, tenuto conto della concorrenza
di altri broker (a cui li cliente può sempre rivolgersi). E la piattaforma che gli viene messa
a disposizione (per esempio MetaTrader, oggi
quasi uno standard di fatto del settore) non mostrerà prezzi derivanti dall’incontro di domanda
e offerta gestite secondo regole valide per tutti,
nei tempi e nei modi di esecuzione. Quello che
vedrà, cioè un prezzo di vendita e di acquisto
(senza book a più livelli come invece accade per
le azioni), sarà il frutto della contrattazione del
broker stesso con l’entità superiore da cui ottiene i prezzi (in genere una o più grandi banche
internazionali), a cui applicherà uno spread che,
COS’È IL FOREX?
Il Forex (FoReign
EXchange) è il
mercato delle
valute: il valore
di una valuta in
termini di un’altra
è detto “tasso di
cambio” (Exchange
Rate) ed il Forex
è il mercato nel
quale una serie
di operatori
(banche, broker,
hedge found,
ecc.) scambiano
le diverse valute
con fini diversi
(speculazione,
hedging, ecc.).
Il mercato Forex
non ha una sede
fisica come le
Borse Valori, è
quindi un mercato
geograficamente
decentrato (OTC o
Over The Counter)
e le contrattazioni
avvengono
unicamente per via
telematica (trading
on-line).
- 30 come già detto, rappresenta il suo guadagno.
Nel trading sui cambi poi, è molto importante
il fattore tempo. La negoziazione delle valute
più importanti segue infatti il ciclo delle attività
umane a livello mondiale. Ciò significa che l’euro sarà maggiormente scambiato (è quindi più
volatile) a partire dalle prime ore del mattino
(ora italiana), quando cioè gli operatori europei si svegliano e raggiungono i propri posti di
lavoro all’interno delle grandi banche; nel corso della giornata, poi, le valute svizzera, russa,
giapponese e asiatiche, statunitense, canadese o
australiana seguiranno la stessa regola, ovvero
quella del fuso orario locale. A cui il buon trader non può non fare riferimento.
Sempre in tema di broker, se l’autorizzazione
Consob deve essere un must da verificare prima
di prendere in considerazione qualunque altro
passo, il secondo punto è quello della succursale, a cui abbiamo in precedenza accennato. L’assenza di succursale ha tre controindicazioni: la
necessità di inviare i soldi per il trading all’estero, l’assistenza e l’impossibilità di usare il broker come sostituto d’imposta. Nel primo caso
è bene controllare se, nel Paese in cui ha sede
l’intermediario, è prevista l’esistenza (e l’obbligatorietà) di aderire a quello che in Italia è il fondo
di garanzia interbancario, ovvero un ente che,
in caso di fallimento della società, restituisce
almeno un parte dei fondi depositati dal cliente (in Italia fino a 100.000 euro nelle banche e
fino a 20.000 euro nelle Sim); inoltre, in caso
di controversia legale, il tribunale di riferimento sarà quello della società. Nel secondo caso,
l’assistenza viene per lo più fornita via web, via
e-mail, via chat e via telefono, spesso anche
in lingua italiana, non sarà comunque recarsi
personalmente presso la sede per incontrare
di persona il personale della società. Nel terzo
caso, infine, la situazione è più seria, visto che
il broker non è autorizzato a trattenere l’ammontare delle imposte dovute per l’eventuale
guadagno, le lascia al cliente, che quindi deve
provvedere da solo (a tramite commercialista)
a fari i conti di tutti gli ordini e compilare gli
appositi riquadri del modello Unico.
OCCHIO ALLE SCAM
Per le sue caratteristiche normative, il mondo del Forex è caratterizzato da un’alta incidenza di
società-truffa (in inglese definite “scam”), di società non autorizzate come pure di attività illecite,
visto che l’attività sembra prestarsi egregiamente al riciclaggio di denaro. Per esempio, alcuni
dei più grandi Forex broker statunitensi sono stati recentemente sanzionati con milioni di dollari
dalla SEC per aver truffato i clienti, manipolando i prezzi con un software per ottenere vantaggi
economici. Inoltre, proprio perché l’attività della stragrande maggioranza dei broker è di fatto
un market maker nei confronti del cliente, guadagna dalla sue perdite, visto che non ha nei suoi
confronti gli stessi obblighi che hanno invece i market maker dei mercati regolamentati. Cioè,
pur impegnandosi a “fare il mercato”, cioè a offrire sempre un prezzo di vendita e di acquisto
agli strumenti offerti, ha tutto l’interesse a lucrare sugli spread e a far sì che questi siano sempre
a proprio favore. Per esempio, sfruttando l’alta volatilità che caratterizza il Forex, può capitare di
inserire un ordine per un certo prezzo e veder eseguito in prezzo differente, leggermente più alto
o più basso a seconda delle fasi di mercato, ma questo cosiddetto “slippage” (scivolamento) del
prezzo, non può essere una regola. Se lo fosse, il trader avrebbe tutto il diritto di avere dei dubbi
sui motivi di questa inconsueta regolarità.
- 31 -
- 32 -
?
Beppe D’Amico
Dietro questo pseudonimo si cela
una prima firma finanziaria italiana
Bond, occhi puntati
su Renault, Citigroup
e Popolare Vicenza
in un arco temporale cosi ristretto. Eppure, i
precedenti negativi non mancano. «In questo
caso i titoli hanno comunque un buon mercato
secondario – ha spiegato Lupotto – in caso di
pericolosa discesa possono essere liquidati preventivamente».
Quanto ai confronti quello più immediato e
gettonato da parte degli investitori è rappresentato dal rendimento dei titoli di stato. I Btp,
compresi nella fascia di scadenza fra 3 e 2 anni,
oscillano con un rendimento compreso fra il
2,88% e il 3,47%. I rendimenti proposti sono
mediamente più alti di circa un punto rispetto ai corporate. I corporate bond pagano una
ritenuta fiscale del 20% al contrario dei titoli di
stato che scontano un prelievo fiscale agevolato
al 12,50%. Tenendo conto del carico tributario,
i rendimenti dei corporate scendono al 3,41%
per bond Renault, 3,40% per Citigroup e 4,33%
per la Popolare di Vicenza.
finanza
Un industriale e due titoli finanziari: sono queste le tre obbligazioni proposte dal consulente
indipendente Gianni Lupotto (nella foto) per
Sportello Aperto. Si tratta di Renault cedola
5,625% con scadenza 30 giugno 2015, il secondo bond è Citigroup scadenza settembre 2014
con cedola del 4,5% e infine tocca a Popolare di
Vicenza con cedola del 3,25% e scadenza ottobre 2014. I bond sono quotati tutti sul mercato
italiano Tlx. Il bond Renault viene scambiato
nel momento in cui si scrive a 104,10 il suo rendimento a scadenza è pari al 4,27%. Per quanto
concerne gli altri due bond Citigroup viaggia a
100,57 con rendimento al 4,26%; Popolare di
Vicenza infine gira a 94,68 con un rendimento
a scadenza del 5,42%. Il Consulente finanziario
indipendente ha selezionato tre bond con scadenza a tre anni. «Una maturity non casuale»,
ha spiegato Lupotto, «l’orizzonte temporale prescelto ci consente di evitare particolari ragionamenti sui fondamentali di bilancio della singola
azienda». Per il consulente è difficile pensare
che dei brand cosi importanti e patrimonializzati possano navigare in “cattivissime acque”
Vita
Prezzo Descrizione Mercato Scadenza Cedola Rimborso Emittente CDS Lotto Min Residua
Rendimento
104,11 RENAULT
5.625%
GN15
TLX
30/6/2015 5,63%
100
100,57 CITIGOUP
4.5% ST14
TLX
29/9/2014 4,50%
100
94,68
BANCA
TLX 21/10/2014 3,25% 100
POPOLARE
DI VICENZA
3.25%
renault
356
1.000
3,4
4,27%
citigroup 246
1.000
2,6
4,26%
banca
popolare
vicenza
1.000
2,7
5,42%
nd
- 33 Ma quali sono stati i criteri di scelta che hanno
portato alla selezione di questi specifici titoli?
Il Consulente Indipendente confronta il cds
al rendimento. Il Cds è il Credit Default Swap
ovvero il premio assicurativo che si paga per
trasferire il rischio di insolvenza dell’emittente.
«Nel caso dei primi due bond, ha spiegato Lupotto, il rendimento è molto più alto del cds».
Sotto il profilo rischio rendimento le tre operazioni sono quindi ottimali. Nello specifico il cds
su Renault vale 356 quello su Citigroup è pari
a 246. Popolare di Vicenza non ha invece rating. La selezione è poi ultimata cercando delle
obbligazioni con extra rendimento rispetto ai
titoli di stato.
finanza
Mercato Azionario
Italiano, attesi
rialzi a due cifre
L’impostazione rialzista dei mercati azionari
italiani partita la metà del mese di novembre
non è certamente archiviata. Prima di lanciarsi
in spericolate nuove operazioni verso l’alto la
struttura tecnica suggerisce di attendere però
un fisiologico ritracciamento dei mercati. La
strategia più corretta è quella di aspettare una
correzione del mercato per poi rientrare è catturare il successivo impulso rialzista. Al di là
di semplici indicazioni di direzione, i punti di
riferimento sul grafico per il contratto a termine sul nostro indice sono l’area 15.300/15.400,
si tratterebbe di una discesa dagli livelli attuali
del 8-10%. Più in basso ci potrebbe essere un
altro punto di ingresso estremamente interessante l’area 14.300-14.400. Nella zona indicata
si trova un picco di volumi, lotti accumulati
alla fine dell’estate e nell’ultima parte dell’anno precedente. Volumi importanti nelle aree
indicate aiutano a pensare che in quelle zone
ci possa essere una forte partecipazione di pubblico al rialzo sui livelli indicati. Ma perché mai
attendere un ritracciamento invece di un più comodo ingresso in posizione da questi livelli? Il
principale indice italiano sta mostrando a contatto
con alcune resistenze di medio periodo evidenti
segnali di stanchezza, pesano sicuramente alcune
prese di profitto. La nostra borsa ha messo a segno un rally superiore al 20% dai minimi di metà
settembre. Alcuni titoli all’interno dell’indice hanno raggiunto risultati ancora più sorprendenti e
cosi chi è riuscito a catturare questa prima parte
del movimento rialzista a interesse ai primi segni
di distribuzione a liquidare le posizioni. In modo
analogo gli oscillatori, degli strumenti in grado di
rivelarci situazione di eccesso se analizzati sul breve periodo segnalano un evidente ipercomprato
che va scaricato.
C’è poi un altro elemento che angoscia i mercati ed è l’eccessivo ipercomprato della Borsa
MERCATI
FINANZIARI
IN TEMPESTA?
SCEGLI
LA SOLIDITÀ.
ORO FISICO DA INVESTIMENTO:
IL BENE RIFUGIO PER ECCELLENZA, DA SEMPRE.
Lingotti d’Oro da investimento svizzero,
purezza 999,9 - prodotti da fonderie LGD
Iscrizione all’elenco Banca d’Italia degli Operatori Professionali in Oro al n. 5003371
Per informazioni rivolgiti alla tua filiale
del nostro partner
Per informazioni : + 3 9 0 3 6 2 9 4 2 5 5 2
acqui[email protected] www.bmpi.it
www.studio-levati.it
- 34 -
- 35 -
L’andamento degli
ultimi sette mesi del
future sull’indice del
mercato azionario
italiano.
Sotto, la sede del New
Work Stock Exchange.
Nella pagina a
lato il consulente
indipendente
Giovanni Cuniberti
Americana. Ciò che preoccupa è in particolare
la situazione della volatilità giunta su livelli di
minimo estremamente importanti. La volatilità molto bassa generalmente anticipa movimenti di correzione significativi. Un naturale
scivolamento della borsa americana finirebbe
per compromettere anche la Borsa Italiana.
Una volta individuate le prime aree di ingresso rappresentate dalla zona 15.300/400 e
dalla area 14.300/400 si tratta di individuare
gli obiettivi dei movimenti al rialzo. Il target
più interessante in questo senso è la barriera
psicologica a 18.500 punti. Dall’area indicata
partì l’accelerazione ribassista della metà del
mese di luglio. Eventuali ingressi al rialzo sui
punti indicati possono tuttavia essere liquidati
già prima del baluardo psicologico a 18.500. Il
mercato statisticamente mostra difficoltà nel
contatto con le resistenze psicologiche, quindi
una buona area di vendita potrebbe essere la
zona 18.300/200.
Sotto il profilo rischio rendimento l’operazione
sarebbe ben strutturata. I potenziali guadagni
se i punti di ingresso e di uscita venissero rispettati sarebbero compresi fra il 20 e il 25%.
Resta da capire invece dove posizionare lo stop
loss. I punti di uscita in leggera perdita possono essere ragionevolmente collocati al di sotto
di una manciata di punti percentuali rispetto
ai livelli di ingresso, al più 3-4%.
Chi teme una fuga verso l’alto dei mercati potrebbe anticipare l’ingresso dai livelli attuali,
mantenendo però rigorosamente uno stop
loss al di sotto dei 16,000 punti. Le attese di
profitto sono cosi ridimensionate ma anche le
perdite potenziali sono ridotte. L’orientamento
rialzista a prescindere dalla tempestività della
strategia non cambia.
Ma quali sono i fondamentali a sostegno
dell’operazione di segno positivo? «Tutti gli
indicatori anticipatori», ha spiegato Giovanni
Cuniberti, consulente indipendente dello Studio G2C di Torino, «hanno compiuto inversione importanti. Gli indicatori macroeconomici
hanno quindi fornito segnali rialzisti di medio
periodo. In particolare ha spiegato Cuniberti
seguiamo gli indicatori tedeschi».
Sempre sul piano fondamentale alla fine del
mese di febbraio la Banca Centrale Europea
fornirà un’importante iniezione di liquidità al
sistema bancario. Le risorse saranno impegnate nell’acquisto di titoli di stato o di bond bancari. I benefici dell’operazione seppur parzialmente scontati dal mercato potranno fornire
un’ulteriore spinta positiva.
a grande tumultuosa
emozione dell’Italia
L’antefatto della nostra storia recente comincia
nel 1859 con la Seconda Guerra d’Indipendenza
Italiana contro l’Austria. L’Italia democratica
si mette in movimento e la spedizione dei
Mille di Giuseppe Garibaldi (1860) fa partire il
viaggio. In appena 50 tappe abbiamo riassunto
i nostri 150 anni di Unità. Da Vittorio Emanuele
II al Governo tecnico del Prof. Mario Monti.
Non è tutto. Molti nomi, avvenimenti e
storie meriterebbero di essere narrate perché
parimenti importanti. Il filo conduttore, ieri
come oggi, è quello di un Paese alla continua
ricerca di una propria identità per fronteggiare
emergenze e recessione.
A coloro i quali hanno fornito il proprio
contributo di idee e di impegno per il nostro
Paese, e a quanti lo fanno quotidianamente con
la loro passione, dedichiamo questo lavoro che,
nella sua estrema sintesi, evidenzia la grande
tumultuosa emozione dell’Italia.
Venerdì 26 ottobre 1860, ore 9.
A Teano Giuseppe Garibaldi incontra Vittorio Emanuele II.
È l’episodio simbolo della Storia Risorgimentale,
con il quale si conclude la spedizione dei Mille
1861
- 1861 -
- 1861 -
- 1863 -
- 1866 -
17 marzo A Torino nasce
il Regno d’Italia
(senza Roma e le
Venezie) e Vittorio
Emanuele II è
acclamato Padre
della Patria e
1° Re d’Italia.
6 giugno Muore Camillo
Benso conte di
Cavour, stratega
di primo piano
nella costituzione
del Regno d’Italia
Firenze diventa
capitale del Regno.
A causa della
tumultuosa protesta
di Torino si dimette
il Presidente del
Consiglio Minghetti.
Comincia l’era La
Marmora
16 giugno Terza Guerra
d’Indipendenza
culminata nella
Pace di Vienna
(3 ottobre).
Il Veneto è
annesso all’Italia
- 1915 -
- 1912 -
26 aprile - Con il Patto di
Londra (segreto), l’Italia
firma la Triplice Intesa
(Francia, Germania, Russia).
La promessa di ottenere il
Trentino, l’Alto Adige, Trieste,
Gorizia, l’Istria e parte della
Dalmazia: non Fiume
1915
È legge il voto ai
cittadini maschi
(i maggiori di 21 anni
che sappiano leggere
e scrivere e gli
analfabeti con più di
30 anni). Le donne
voteranno dal
gennaio 1945
- 1870 -
- 1870 -
settembre L’Esercito
entra in Roma
attraverso
la Breccia
di Porta Pia
1° luglio Roma diventa
Capitale del
Regno d’Italia
- 1906 -
- 1903 -
È l’anno
della prima
confederazione
unitaria dei
lavoratori (Cgdl),
dal 1944 CGIL
3 novembre - Ritorna
alla guida del Governo,
Giolitti. Nasce una
grande stagione di
riforme e sviluppo
(soprattutto al nord), ma
anche la proclamazione
del primo sciopero
generale (1904)
- 1900 29 luglio A Genova
Re Umberto I
è ucciso
dall’anarchico
Gaetano Bresci.
Erede sarà
Vittorio
Emanuele III
- 1917 -
- 1918 -
- 1919 -
- 1921 -
3 maggio L’Italia denuncia la
Triplice Alleanza
e dichiara guerra
(24 maggio)
ad Austria
e Ungheria.
L’anno dopo alla
Germania
24 ottobre - I tedeschi sferrano
un violento attacco contro
il disorganizzato esercito
italiano. È la disfatta di
Caporetto. Nonostante ciò le
truppe italiche si assestano
sulla linea del Monte Grappa
e del Piave per difendere il
presidio (24 marzo)
4 novembre Dopo aver
condotto le truppe
a Trento e Trieste,
il Maresciallo
Armando Diaz
firma il Bollettino
della Vittoria
Luigi Sturzo fonda a
Roma il Partito Popolare
Italiano(18 gennaio).
A Milano (23 marzo)
Benito Mussolini i Fasci
di Combattimento basati
sulle rivendicazioni
sociali
L’Italia è in piena
recessione. A
gennaio, a Livorno
si scinde il PSI e
nasce il Partito
Comunista e,
a novembre, il
Partito nazionale
Fascista
18 aprile - La Democrazia
Cristiana, vince le elezioni.
È il sopravvento delle forze
moderate già delineatosi nel
maggio 1947 in seguito alla
fine dei governi di coalizione
antifascista. Luigi Einaudi è
Presidente della Repubblica
(12 maggio)
1957
- 1957 25 marzo Roma ospita
il trattato istituivo
della CEE
- 1877 -
10 marzo Muore Giuseppe
Mazzini il
simbolo del
Risorgimento
italiano
15 luglio Promulgata
la “Legge
Coppino”, che
prevede l’obbligo
dell’istruzione
elementare per i
bambini
- 1899 -
- 1898 -
11 luglio Giovanni Agnelli
a Torino fonda
la FIAT
- 1915 -
- 1948 -
- 1872 -
8 maggio A Milano
esplode la
“protesta dello
stomaco” contro
il carovita, con
violenti moti
rivoluzionari
- 1922 -
- 1878 9 gennaio Muore Vittorio
Emanuele II.
Gli succede
Umberto I
10 agosto Viene istituita la
Banca d’Italia
28 ottobre - La Marcia su
Roma: Vittorio Emanuele
III chiede formalmente
a Mussolini di formare il
nuovo esecutivo. Comincia il
«ventennio» dell’era fascista,
che nel 1924 diventa di
maggioranza al Parlamento
10 giugno Il deputato Giacomo
Matteotti (PSI)
viene ucciso da sicari
fascisti. L’Aventino,
segna la secessione
parlamentare dei
gruppi antifascisti
- 1946 -
- 1945 -
- 1945 -
22 dicembre L’Assemblea costituente
(con 453 voti favorevoli
e 62 contrari) vara il
testo della Costituzione.
È in vigore dal 1°
gennaio 1948 ed è la
base della Repubblica
democratica
2 giugno - L’Italia
diventa Repubblica
grazie ai 12.717.923
voti referendari contro
i 10.719.281 a favore
della Monarchia.
Il 1° luglio Enrico
De Nicola è Capo
provvisorio dello Stato
9 maggio Vittorio Emanuele
II abdica in favore
del figlio Principe
Umberto II (in
carica solo per
un mese prima
di rifugiarsi in
Portogallo)
10 dicembre Alcide De Gasperi
presiede il primo
governo di unità
nazionale
25 aprile - Il CLNAI (Comitato
Liberazione Nazionale Alta
Italia) dà l’ordine di insurrezione
generale. È l’atto conclusivo
della lotta di Resistenza al
nazifascismo, iniziata nel
settembre 1943, che segna la
vittoria politica e morale delle
forze della rinascita nazionale
Il Parlamento
approva lo
Statuto dei
Lavoratori
- 1978 -
Per la prima volta
dal 1945 la crescita
del Pil
è negativa: - 2,7%
16 marzo - Il rapimento
di Aldo Moro e la strage
della scorta è l’apice
dell’attacco allo Stato
da parte delle Brigate
Rosse. Il corpo di Aldo
Moro viene ritrovato a
Roma (9 maggio)
- 1983 Il pentapartito
(DC, PSI, PRI,
PSDI e PLI)
guidato da
Bettino Craxi è
il primo governo
a presidenza
socialista
- 1882 -
10 marzo Con l’acquisto
del possedimento
di Assab in
Egitto (416mila
lire), ha inizio
il Colonialismo
Italiano
20 maggio Contro il dominio
franco-inglese nel
Mediterraneo il
Regno d’Italia firma
la Triplice Alleanza
con Germania
e l’esercito
Austro-Ungarico
2 giugno Muore Giuseppe Garibaldi.
A Trieste è Guglielmo Oberdan
per aver “pensato” un attentato
contro l’Imperatore austriaco
Francesco Giuseppe atteso in
città per la cerimonia del quinto
centenario della dedizione della
città all’Austria
- 1892 -
- 1892 -
- 1887 -
15 agosto - Nasce a
Genova il Partito dei
Lavoratori Italiani
che l’anno seguente
avrebbe assunto
il nome di Partito
Socialista Italiano. Tra
i fondatori c’è Filippo
Turati
S’insedia alla
guida del Governo
Giovanni Giolitti.
Sarà travolto dallo
scandalo della
Banca Romana e
costretto a rifugiarsi
all’estero. Ritorna
Crispi
Varato il Governo
di Francesco Crispi.
Risposta autoritaria
all’impasse del
Paese. Cadrà nel
1891 a causa degli
attriti con la Francia
- 1927 -
- 1929 -
- 1924 -
- 1946 -
- 1975 -
- 1882 -
- 1893 -
- 1947 -
- 1970 -
- 1882 -
15 dicembre Viene fondato
l’Eiar (Ente Italiano
per le Audizioni
Radiofoniche) che
riunisce varie società
radiofoniche ottenendo
il monopolio per le
trasmissioni nel Paese
- 1943 3 settembre - Il Generale
Badoglio firma a Cassibile
(Sicilia) l’armistizio con gli
anglo-americani che porterà
alla fase più cruenta del
conflitto con i tedeschi e con
Mussolini che fonda a Salò, la
Repubblica Sociale Italiana
(23 settembre)
11 febbraio Dopo una
trattativa
durata 30 mesi
Stato Italiano
e Pontificio
sottoscrivono i
Patti Lateranensi
- 1940 -
10 giugno - L’Italia entra
nella Seconda guerra
mondiale a fianco della
Germania: al
termine il suo territorio
perderà l’Istria, parte
del Trentino e della
Venezia Giulia
1887
- 1936 La lira viene
svalutata e con la
svolta autarchica
di Mussolini,
viene siglato l’Asse
Roma-Berlino
- 1939 L’Italia invade
l’Albania (7 aprile)
e sigla il Patto
d’Acciaio con la
Germania
(22 maggio)
- 1992 -
- 1994 -
- 1999 -
- 2006 -
- 2011 -
Con l’arresto del socialista Mario
Chiesa parte “Mani pulite”, che
mette a nudo l’intreccio corruttivo
tra affari e politica. Tangentopoli
determinerà il crollo del sistema
dei partiti (17 febbraio). La Mafia
alza il tiro uccidendo i giudici
Giovanni Falcone (23 maggio) e
Paolo Borsellino (19 luglio)
A maggio si apre
l’era di Silvio
Berlusconi con il
Polo delle Libertà.
Scompaiono DC
e PSI. Si alternerà
con governi di
centrosinistra
1° gennaio –
Addio, lira. L’euro
diventa la moneta
legale in 11 Stati
dell’Unione
Europea
15 maggio Giorgio
Napolitano è
l’undicesimo
Capo dello Stato
e alla guida del
Paese per 150 anni
dell’Unità d’Italia
16 novembre - Con
l’avvento del Governo
guidato da Mario Monti
(il secondo governo
tecnico, dopo quello di
Lamberto Dini del 1995),
prende il via la fase delle
riforme per impattare la
grande recessione
1939
2011
- 36 Gianni Carbotti
SCLEROSI LATERALE AMIOTROFICA
LA BATTAGLIA SI PUÒ VINCERE
Sono risultati positivi i primi test su pazienti di una terapia a base di
cellule staminali del midollo contro il morbo di Lou Gehrig: si tratta di
una prima fase sperimentale su malati di sclerosi laterale amiotrofica
condotta dalla Cell Therapeutics e basata sulla tecnologia ‘NurOwn’,
che trasforma le staminali del midollo dei pazienti stessi in “cellule
terapeutiche”. NurOwn è una tecnologia che “manipola” le cellule
staminali adulte prelevate dal midollo osseo dei pazienti stessi trasformandole in cellule in grado di produrre composti neuro protettivi e
neurotrasmettitori come la dopamina. Il titolo Cell Therapeutics, quotato a New York, sulla notizia è passato da 80 centesimi di dollaro a
una punta di 1,40 dollari nelle ultime settimane.
È ITALIANO IL MIGLIOR VINO DEL MONDO
AVEVATE DUBBI?
Nasce nel territorio dell’Unione Comuni Valdarno Valdisieve il miglior vino del 2011. E’ il Nipozzano riserva 2007 dei Marchesi di
Frescobaldi, il vino dell’anno, secondo la prestigiosa rivista internazionale WineEntusiast Magazine. Che il Nipozzano, prodotto nei
dintorni del suggestivo castello in Comune di Pelago, sia un vino di
qualità eccezionale era già noto agli estimatori del Chianti Rufina,
ma adesso la sua importanza si conferma a livello internazionale.
La rivista ha valutato ben 16.000 vini provenienti da ogni parte del
mondo e tra questi ha scelto i “Top 100” basandosi su una serie di criteri tra i quali prezzo, bevibilità e unicità. Il Nipozzano riserva 2007 è
risultato il primo in assoluto per “generosità e personalità”. Segnaliamo anche che l’Italia ha in questa speciale classifica 17 vini, meglio
hanno fatto solo gli Stati Uniti con 30 e la Francia con 20.
INVESTIMENTI IMMOBILIARI?
È ISTANBUL LA REGINA
Istanbul, la più grande e più popolosa città della Turchia, si è imposta
all’attenzione degli investitori immobiliari internazionali.
Stando al rapporto “Emerging Trends in Real Estate Europe” per il
2011, uno studio che rileva le tendenze più recenti nel settore immobiliare in termini di investimenti e prospettive di sviluppo, Istanbul offre
le opportunità più interessanti del comparto a livello europeo.
In tale documento, Istanbul si colloca al primo posto per le prospettive di sviluppo offerte. Inoltre, la città ha guadagnato cinque posizioni
nella categoria relativa ai profitti derivati dagli investimenti già avviati, assicurandosi in tal modo il secondo posto. Il rapporto indica
infine che gli investitori dell’ambito immobiliare investono più frequentemente in progetti alle prime fasi di sviluppo.
L’ARTE AL CENTRO DEL BUSINESS.
OCCHIO A BUTTARE I VECCHI QUADRI
Avete trovato un quadro in soffitta? Occhio a buttarlo, perché il valore
potrebbe essere davvero interessante. Ad esempio, l’opera “Untitled”
del 1999 di Sigmar Polke, artista tedesco scomparso recentemente,
dopo soli 12 anni dalla sua realizzazione, ha reso al suo possessore
un 40% l’anno con una rivalutazione di oltre 1,5 milioni di dollari (sette volte il valore dell’acquisto).
Investire in arte paga sempre. La conferma arriva dall’“Urlo” di Munch
che sarà battuto all’asta (il 2 maggio dalla Sotheby’s a New York). La
versione (fra le quattro dell’opera) che sarà battuta all’asta ha un valore di circa 80 milioni di dollari.
bull
&
&
bear
TOP E FLOP SUL PIANETA TERRA
PER FATTI, AVVENIMENTI E PERSONE
- 37 -
IL GOOGLE ITALIANO VOLUNIA
SARA’ UNA METEORA?
Per mesi se n’è parlato come del progetto italiano che avrebbe sfidato
Google sul suo campo, quello dei motori di ricerca. Il 9 febbraio Volunia è stato finalmente presentato all’Università di Padova dal suo
«papà», Massimo Marchiori, uno degli ideatori dell’algoritmo su cui si
basa l’azienda di Mountain View.Risultato? Per gli addetti ai lavori,
se Volunia non vuole restare solo una bella meteora e un ennesimo
tentativo fallito di far emergere l’innovazione italiana, dovrà ammodernare la tecnologia di base. Marchiori & C. hanno da fare un bel po’
di strada prima di poter competere con Google.
IL SALVA-STATI IN DIFFICOLTÀ
…È IN DIFFICOLTÀ
Lo European Financial Stability Facility (EFSF), chiamato in italiano anche Fondo europeo di stabilità finanziaria (semplificato, nel
gergo giornalistico, con la formula Fondo salva-stati) è stato creato
dai ventisette stati membri dell’Unione Europea, il 9 maggio 2010 in
seguito alla crisi economica del 2008-2010, per il solo fine di aiutare
finanziariamente gli stati membri, preservando la stabilità finanziaria dell’Eurozona in caso di difficoltà economica.
Il 16 gennaio 2012, l’agenzia americana Standard & Poor’s ha abbassato il rating del fondo ad AA+ da AAA. Il fondo istituito per salvare gli
stati europei in difficoltà … è in difficoltà!
DOPO CONCORDIA E ALLEGRA
COSTA CROCIERE TREMA
Il naufragio del Concordia al Giglio e il black-out che ha mandato
alla deriva alle Seychelles l'Allegra mette in crisi il colosso navale.
Fallimento. Questa parola, impensabile per un gruppo finanziariamente solido, ha incominciato infatti a circolare per questioni d'immagine e di credibilità. In Costa sono tutti in attesa: in primavera è
in programma l'approvazione del bilancio 2011; mentre al Seatrade,
la più importante convention di settore del mondo, il gruppo si è
presentato con un naufragio e mezzo e la grana-risarcimenti sul
groppone.
IL SUD SUDAN: IL PIÙ GIOVANE
PAESE DEL MONDO È GIÀ IN AGONIA
La Repubblica del Sud Sudan è l’ultima nata tra le nazioni del mondo, ma è di salute tanto cagionevole da temere per la sua stessa esistenza. Separata dal resto del Sudan appena nel luglio scorso, dopo
una guerra di secessione durata oltre vent’anni e alimentata per lo
più dagli aiuti angloamericani, per ora non sembra altro che un paese precipitato nell’anarchia, formalmente governato dal partito secessionista che a sua volta è poco più di una banda di guerriglieri
ormai avanti con gli anni rinforzati da qualche espatriato di ritorno.
Cambierà qualcosa?
- 38 -
cartaBCC
AcquistoFacile
la Rivoluzione degli Acquisti
LA NOVITÀ
E’ disponibile, nelle filiali della BCC San Marzano di San Giuseppe, la nuova gamma CartaBCC
su circuito MasterCard, dotata di un innovativo
pacchetto assicurativo, completamente gratuito,
che accompagna il titolare della carta nelle spese
quotidiane, conferendogli una maggiore sicurezza
e serenità nelle scelte dei suoi acquisti. Acquisto Facile è la rivoluzionaria proposta di CartaBCC che
offre la formula Soddisfatti o rimborsati insieme
all’estensione di un anno della garanzia legale sui
beni acquistati con la carta.
CartaBCC concretizza la differenza e il legame delle BCC con il territorio attraverso iniziative e valori
al passo con i tempi, offrendo a tutti i suoi titolari di
carte personali un pacchetto assicurativo totalmente gratuito che la rende differente e unica. I titolari
della nuova CartaBCC potranno dunque usufruire
di questo speciale pacchetto assicurativo per tutte
le spese effettuate con la carta. Acquisto Facile assicura il rimborso del 100% del valore del bene acquistato (fino a 5.000 euro) con CartaBCC prepagata e di credito personale, su circuito MasterCard,
se restituito entro 30 giorni dalla data di acquisto, qualunque sia il motivo. Tanti
clienti
hanno già usufruito
SODDISFATTI O
RIMBORSATI. PER DAVVERO
di questa utile copertura assicurativa.
Non solo, ma tutti i possessori di vecchie carte possono richiedere le nuove carte su circuito MasterCard; infatti l’estensione della garanzia è retroattiva
e verrà applicata anche sugli acquisti effettuati nei
due anni precedenti con la precedente CartaBCC.
Le nuove leggi tendono a sollecitare gli italiani
all’utilizzo di metodi di pagamento alternativi al
contante, con giuste e attente motivazioni: la trasparenza, la tracciabilità, la lotta all’evasione. CartaBCC, con i suoi esclusivi pacchetti assicurativi,
cerca di invogliare e tranquillizzare ulteriormente
i suoi titolari verso l’utilizzo della carta di credito
o prepagata, accompagnandoli nelle scelte di ogni
giorno. L’estensione della garanzia sui beni acquistati con la carta e il rimborso totale della spesa
(fino a 5.000 euro) nel caso di insoddisfazione per
qualunque motivo, sono un valore aggiunto che
CartaBCC offre ai titolari.
Pagare con CartaBCC su circuito MasterCard conviene! Non si hanno costi di commissione sulle
spese, si può usufruire di innovativi e utili pacchetti assicurativi come Acquisto Facile e, inoltre,
superata una soglia di utilizzo, la carta è gratuita
grazie al meccanismo Re-bate! Queste sono solo alcune delle possibilità che CartaBCC offre ai titolari,
insieme alla massima sicurezza, al controllo delle
spese e all’esclusivo e sempre più prestigioso ClubCartaBCC.
Perché conviene? Ecco qualche esempio pratico. Poniamo il caso che, dopo due anni garanzia il televisore smetta di
funzionare a fine campionato, durante una delle ultime partite della squadra del cuore. Cosa accade? Probabilmente si
sceglierà un amico con il quale vedere la partita (a casa sua). Oppure, se si ha la Acquisto Facile, grazie all’estensione della
garanzia tornerà come nuovo in tempo per la finale! Infatti, la legge del nostro Paese prevede una garanzia legale di 2 anni
sugli acquisti; a questi due anni Acquisto Facile di CartaBCC aggiunge un ulteriore anno di garanzia, con maggiore sicurezza e
tranquillità per l’acquirente titolare di CartaBCC.
Ancora: il nuovo cellulare comprato con CartaBCC non soddisfa le aspettative? La borsa comprata non si abbina al vestito?
Avete comprato on line un paio di scarpe e all’arrivo del pacco vi siete accorti che sono diverse da come venivano raffigurate?
In tutti questi casi e in tanti altri CartaBCC viene in soccorso e Acquisto Facile permette di restituire l’acquisto e ottenere
velocemente il rimborso totale della spesa.
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
- 39 Rosellina De Santis
TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUEN
TE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPOR
TELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL
CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRI
BUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
TRIBUENTE SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
Siamo in recessione. Non ci possiamo permettere le Olimpiadi del 2020 e molte altre spese superSPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO
SPORTELLO
flue. Ognuno deve contribuire
alla ripresa. Il DEL
GovernoCONTRIBUENTE
Monti non ha fatto sconti a nessuno.
E, fra
una riforma già attuata e un percorso in divenire, ecco alcuni dettagli contenuti nel Decreto Monti,
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
noto come “Salva Italia”, contenente le “Disposizioni urgenti per la crescita, l’equità e il consolidaTRIBUENTE SPORTELLO
DEL
CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
mento
dei conti
pubblici”.
La notizia principale riguarda i cosiddetti beni di lusso in vigore dal 1° maggio 2012. Tra questi saSPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
ranno tassate anche le unità di diporto (o meglio lo stazionamento presso porti in acque pubbliche
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
DEL
SPORTELLO
DEL
nazionali). La misura della
tassa èCONTRIBUENTE
commisurata alla lunghezza dell’imbarcazione
ed è dovuta
per lo CON
stazionamento giornaliero o per frazione di esso. Si va dai 5 euro per i 10 metri ai 703 per gli over 64
TRIBUENTE SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
metri con riduzioni graduali in base all’anno di costruzione -45% dopo 15 anni. Ovviamente, a paSPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO
DEL
CONTRIBUENTE
SPORTELLO
gare saranno: proprietari,
usufruttari, acquirenti
con patto
di riservato dominio, utilizzatori
a titolo
di locazione finanziaria. Scure anche sulle vetture di grossa cilindrata. Alla tassazione già aumenDEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
tata dal decreto 98, si aggiunge la manovra Monti. Dallo scorso 1° gennaio i proprietari di vetture
TRIBUENTE SPORTELLO
DEL
CONTRIBUENTE
CONTRIBUENTE
superiori
ai 185
kw. pagano 20 euro in più per SPORTELLO
cavallo. Anche in questoDEL
caso sono
previste riduzioni
fino all’85% dopo 15 anni. Gli aeromobili privati, invece, sono soggetti ad una tassazione che tiene
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
conto del peso massimo al decollo: da 1000 chili (1,50 euro) a oltre 10mila chili (7,55 euro).
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
25.000 euro SPORTELLO
75.500
6.900
euro
DEL CONTRIBUENTE
DELeuro
CONTRIBUENTE
SPORTELLO
DEL CON
TRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO
DEL CONTRIBUENTE
Tanto costerà avere un yacht
Dovrete pagare questa cifra
È la supertassa prevista per la
SPORTELLO
CONTRIBUENTE
SPORTELLO
SPORTELLO
64 metri.DEL
L’ultima
modifica della
(all’anno)
se il vostro jet DEL CONTRIBUENTE
guerriera Aventador della
Lamtassa
è
sul
possesso
e
non
più
supera
i
10mila
chili
di
pieno
borghini.
Un
totale
riveniente
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
sullo stazionamento.
carico al decollo.
dai 515 chilowatt di potenza.
TRIBUENTE
DEL CONTRIBUENTE
DEL
CONTRIBUENTE
Per una SPORTELLO
barca da 10,1 a 12 metri
Occhio anche agli elicotteri,SPORTELLO
la
Al secondo
posto,
la Rolls Royce
l’importoDEL
dell’imposta
è pari a
cui tassa
è raddoppiata. Si DEL
parte CONTRIBUENTE
Ghost la cui tassa annuale
è pari
SPORTELLO
CONTRIBUENTE
SPORTELLO
SPORTELLO
800
euro
annuali
da
3
euro
al
chilogrammo.
450
a
6.196
euro
(per
i
420
kW)
DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CON
E, invece per gli alianti
TRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE
SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO DEL CONTRIBUENTE SPORTELLO
SPORTELLO DEL
CONTRIBUENTE
Il lusso? Si paga.
E anche salato
- 40 -
“Integra
la tua voglia
di protezione.”
BCC Vita
Concreta. 5/2012
Per investire con tranquillità, scegli una soluzione concreta.
Con Concreta. 5/2012 puoi ottenere una duplice certezza: la garanzia del capitale e un tasso di interesse
annuale che consente di incrementare il tuo risparmio con un rendimento che matura di anno in anno.
www.bccvita.it
Integra la tua voglia di protezione,
visita i nostri sportelli.
Messaggio pubblicitario. Prima della sottoscrizione leggere il Fascicolo Informativo disponibile su www.bccvita.it e presso i nostri sportelli.
- 41 -
g
hi
tech
design usto
motori viaggi
fashion 5stelle puglia
personaggitrailer
benessere
a
fuoriOrario
life
LETTERA APERTA
Rocco Viola
a Sportello Aperto
Caro Vecchio, stavolta ti scrivo per davvero. Nel senso che provo a mandarti
una lettera con la speranza che giunga alle tante lettrici e lettori che in questi
anni ci hanno seguito. Hanno sfogliato le tue pagine che raccontavano passo
dopo passo l’evoluzione della nostra Banca, gli scenari di una crisi che
fino a qualche anno fa era tutta in divenire e che poi è deflagrata in tutta la
sua potenza. Abbiamo raccontato le inaugurazioni, il nostro impegno nel
sociale, negli ambiti più disparati, offrendo una giusta cassa di risonanza
a ciò che la BCC San Marzano di San Giuseppe ha messo in campo
per affermare l’essenza del suo animo: essere la Banca di riferimento
del Territorio.
In questi otto anni sei passato dall’essere un A3 piegato in due a un
house organ strutturato con oltre cinquanta pagine e tutto il nostro
modo di fare da raccontare.
Oggi comincia una nuova dimensione. E’ il momento di cambiare.
Di guardare avanti, aprendo gli orizzonti e offrendo quegli stessi
orizzonti alle nostre Amiche e Amici, ai nostri Soci e Clienti, a
quanti per puro caso intercetteranno fra le mani questa nuova
vita di Sportello Aperto. A loro dedichiamo questa nuova
dimensione. E a te, Vecchio mio, chiedo di continuarla a
raccontare con la stessa passione di sempre.
personaggi
- 42 -
Il Gigante buono
Andrea Lo Cicero,
pilone della nazionale azzurra
di rugby si racconta
a Sportello Aperto
E’ il gigante delle 100 volte in Azzurro (traguardo ormai imminente). Lo sguardo da bravo ragazzo e la mole da roccia.
Andrea Lo Cicero è un concentrato di forza e cuore, di gambe
e cervello. Sportello Aperto lo ha incontrato nel pieno dello
storico Sei Nazioni. Con lui abbiamo fatto una chiacchierata
per offrire ai lettori uno spaccato del mondo dello sport che
non è solo calcio, ma che anzi oggi rappresenta l’emblema al
quale aspirare. Ecco, se ci fosse una disciplina sportiva alla
quale affiancare il mondo del Credito Cooperativo, forse il
rugby sarebbe quella adatta: dà il senso del sacrificio, della
- 43 -
Faccia da bravo ragazzo e grinta da
vendere.
Ecco Andrea Lo Cicero double-face:
sereno e sorridente e grintoso e
determinato. Scegliete voi
- 44 squadra, della perseveranza e, se vogliamo, anche della testardaggine. Quella
stessa che ci fa agire sempre con maggiore
insistenza sul nostro territorio.
Come si spiega un’esplosione così eclatante del rugby in Italia?
«Si spiega partendo dallo scandalo del
calcio-scommesse: da quel momento gli
sportivi italiani e le famiglie che dovevano
inserire i figli in un ambiente sportivo hanno scelto il rugby, uno sport che prometteva valori di lealtà e correttezza. Noi non li
abbiamo delusi».
Il rugby come metafora del sacrificio e del
senso di squadra. Quale la sua visione?
«Sì, effettivamente nel rugby metti a disposizione la tua persona come singolo, ma il
lavoro è per la squadra: se dai ricevi, ne hai
un ritorno positivo, altrimenti no».
Perché un campione di rugby decide di
diventare tale snobbando altri sport (anche più remunerativi)?
«Per me, che ho fatto nuoto, lotta grecoromana, e altri sport, posso dire che l’unica
attività che mi ha completato, fisicamente
e psicologicamente, è stato il rugby. Il calcio, anche volendo, non sarebbe stato alla
mia portata: porto il 47 di scarpe, sono alto
1,87 e peso 112 Kg!».
Qual è il suo rapporto con i soldi e il mondo dell’economia e finanza in genere?
«Cinquantacinque punti in testa, di cui
ventuno solo a un orecchio. Sei dita
rotte. Quattro costole. Un gomito. Spalle
lussate a volontà e una clavicola fratturata.
Distorsioni varie alle gambe. Un collaterale
rotto e una sublussazione del ginocchio.
Uscite dal campo per infortunio: nessuna»
«Investo, ma non in Borsa, se non in rarissimi casi. Attualmente i miei guadagni
vanno in un’azienda agricola di Roma in
cui alleviamo asini per produrre latte e
offrire l’onoterapia, un tipo di trattamento
terapeutico per bambini con problemi, effettuato con l’ausilio dell’asino».
Avendo a disposizione un capitale infinito, quale sogno si comprerebbe?
«Comprerei più terra possibile, per evitare
gli scempi edilizi che hanno strappato la
terra alla natura».
Dritto alla meta
con la maglia del
Racing Métro; nella
sfida personale con
la salsiccia e con i
colori della Nazionale
Azzurra
- 45 Il Barone dal Cuore d’Oro
Andrea Lo Cicero Vaina (Catania il 7 maggio 1976) è un rugbista
(pilone sinistro) e allenatore. Alto 187 cm.,
pesa 112 kg. Milita nel club francese del Racing Métro 92 di
Parigi. È il giocatore in attività con il maggior numero di presenze
in Nazionale italiana (93) e secondo assoluto dopo Alessandro
Troncon (101). Le ascendenze nobiliari valgono il soprannome
“Barone”, nipote di rugbista (suo zio Michele fu giocatore
nell'Amatori Catania), fu avviato alla pratica da Pippo Puglisi,
insegnante di educazione fisica e fratello di Antonio “Nino” Puglisi,
già nazionale negli anni settanta, nonché allenatore. Fu proprio
con gli Amatori Catania, nelle cui giovanili entrò a 17 anni nel
1993, che Lo Cicero esordì in campionato (24 settembre 1995);
con il club etneo rimase fino al 1997, dopodiché si trasferì al
Bologna per una stagione; nel 1998 fu la volta del trasferimento al
Rovigo, squadra nella quale si impose quasi subito come titolare.
Poi Roma (1999-2001) con la quale vince lo Scudetto (2000),
Tolosa, allenatore-giocatore della Lazio (2002-2004) prima di finire
a L’Aquila e poi dal 2007 in Francia con il Racing Métro (Scudetto
2009). Dal 1999 è nel giro della Nazionale Azzurra e dal 2004 nella
Selezione dei Barbarians. Ha un diploma da dentista, gli piacciono
le antichità, il mare e l’enogastronomia. Particolarmente attivo nel
sociale fin dall’infanzia con la Sezione Pionieri della Croce Rossa.
Oggi è al fianco dell’Associazione Antea (che si occupa di assistenza
a pazienti oncologici allo stadio terminale) e del Comitato Aurora
(per la ricerca nelle malattie rare).
- 46 Mimmo Mazza
•Un portale ci
dice tutto in
anticipo
Se state pianificando
il vostro viaggio 2012
a Londra, online
potrete trovare diversi
siti che vi propongono
programmi,
escursioni,
appuntamenti. Fra
questi, vi segnaliamo
Quilondra.com,sito
internet gestito da
un gruppo di italiani
residenti nella City.
Molto aggiornato
sugli appuntamenti ed
eventi, contiene anche
numerose guide per
muoversi con facilità.
Prima che le Olimpiadi (al via il 27 luglio) la rendino meta turistica leader nel 2012, Londra merita una
vacanza. A circa due ore di volo dalla Puglia, la metropoli – 12,5 milioni di abitanti – grazie ad una sterlina
non propriamente forte, garantisce un riuscito e accattivante mix di cultura, svago, shopping e divertimento. Grandi parchi e lunghe vie puntellate di negozi alla moda, musei – come il British che ospita sei milioni
di oggetti che testimoniano la storia e la cultura materiale dell’umanità dalle origini ad oggi – e monumenti. Londra, peraltro, offre centinaia di cose da vedere e da fare senza spendere un centesimo. Dalla prova
di un simulatore di volo al Cambio della Guardia, si possono provare tantissime entusiasmanti esperienze.
Inoltre, non dimenticatevi che anche la maggior parte dei principali musei e delle gallerie d’arte sono
gratuiti. Londra è poi ricchissima di posti trendy, dalle gallerie ai bar di tendenza.
Tutta la Città ai vostri piedi
Per una veduta a volo d’uccello su Londra, fatevi un giro
sulla London Eye, la ruota panoramica che domina il fiume
Tamigi. Non vi perdete le pietre miliari londinesi, come il Big
Ben, la Tower of London, St. Paul’s Cathedral e il Globe Theatre. Trascorrete una giornata alla Tate Modern, o facendo
shopping lungo Portobello Road a Notting Hill. Visitate le
Cabinet War Rooms che durante la seconda guerra mondiale ospitarono il bunker di Winston Churchill e osservate il
cambio della guardia a Buckingham Palace. Desiderate una
pausa? Fatevi un boccale di birra in un pub, o visitate una
delle famose sale da tè londinesi.
viaggi
London, my love
La sosta è Made in Italy
Quando il desiderio di pizza e pasta si fa sentire basta cercare tra i migliori ristoranti italiani di
Londra (come le catene Carluccio’s o Rossopomodoro) per ritrovare il sapore di casa. Nella
capitale britannica si possono trovare piatti tradizionali cucinati con ottimi ingredienti e ormai al
livello di quelli dell’Italia.
LE OLIMPIADI 2012
Dopo aver ospitato 2 volte, nel
1908 e nel 1948, le Olimpiadi,
Londra batte ogni record, e
diventa la prima città che ha
ospitato tre olimpiadi estive.
I giochi della XXX Olimpiade
inizieranno il 27 luglio 2012
e termineranno il 12 agosto
2012. I Giochi verranno ospitati
nei 33 impianti dell “Olympic
Village”, situato a est di
Londra.
DOVE DORMIRE
Pernottare a Londra può
essere molto costoso,
soprattutto se non si parte
per il viaggio già con la
prenotazione degli alberghi
fatta. Tra le varie soluzioni
proposte è meglio optare per
una sistemazione piuttosto
centrale, facendosi aiutare
da siti specializzati (come
booking.com).
COME MUOVERSI
Il modo migliore per girare Londra è
usare i mezzi pubblici, in particolare
la metropolitana. Per i turisti
conviene quasi sempre comprare
le Travelcard (che coprono un
intero giorno o periodi più lunghi)
o le Oyster Card (ricaricabili).
Entrambe garantiscono risparmi
sul prezzo di una corsa (4 sterline e
30, con le card invece si spendono
mediamente 2 sterline,
ovvero 2,40 euro).
Un tuffo nel magico mondo di Harry Potter
Da non perdere il Warner Bros. Studio Tour, la meta perfetta per tutti i fan di Harry Potter (inaugurazione il 31 marzo), che qui potranno compiere una emozionante passeggiata tra i vari set degli
8 film ispirati al maghetto inventato da J.K. Rowling. Il parco di Harry Potter a Londra, costato
100 milioni di euro, si trova nel sobborgo londinese di Leavesden a nord-est della capitale,
all’interno dell’anello autostradale della M25, nei pressi di Watford. Dall’ufficio del direttore di
Hogwards, Albus Silente, alle famose stradine di Diagon Alley, i visitatori avranno a disposizione
molte dellescenografie più spettacolari dei vari set dei film, in un tour che durerà circa 3 ore.
Verranno anche messi in mostra alcuni oggetti unici e preziosi che hanno caratterizzato i vari
episodi della saga. Info e biglietti su: www.wbstudiotour.co.uk.
I collegamenti
Sette voli settimanali da Bari (tre garantiti da British Airways da
aprile a ottobre, quattro da Ryan Air tutto l’anno), quattro voli
settimanali da Brindisi (tutti targati Ryan Air per 12 mesi all’anno):
le possibilità di raggiungere Londra in aereo dalla Puglia sono
davvero tante, e prenotando con un pochino di anticipo si riescono a
spuntare tariffe molto interessanti senza dimenticare anche le offerte periodicamente
proposte da Alitalia, che però impone il cambio di aereo a Roma o Milano. Il traffico sulla direttrice PugliaLondra è davvero imponente. Merito di Ryan air che nel 2004 aprì i primi voli tra Londra Stansted con Bari e
Brindisi sino a portare a 35 le rotte tra la Puglia, l’Italia e l’Europa.
- 48 Vittorio Ricapito
•Porsche 918,
il futuro è arrivato.
E costa
645mila euro
È disponibile al prezzo di 7.750 euro
chiavi in mano, comprensivo del primo
tagliando, la nuova monocilindrica
di 650 cc della BMW Motorrad. La
Bmw G 650 GS Sertao rappresenta
il nuovo capitolo nella storia delle
monocilindriche della famiglia
Bmw GS. È caratterizzata dalla
linea snella, ideale per la guida
in piedi tipica dell’uso offroad,
ha un peso estremamente
contenuto e consumi molto
ridotti. Percorre infatti oltre 30
km al litro. La nuova Sertao ha una linea più sportiva con caratteristiche studiate per la guida
in fuoristrada come le sospensioni con l’escursione maggiorata, i cerchi a raggi e la ruota
anteriore da 21 pollici. È pensata per tutti quelli che amano l’avventura, senza rinunciare alle
caratteristiche tecniche di una moto adatta alla mobilità di tutti i giorni.
PANDA, orgoglio italiano
“Le cose che costruiamo ci rendono ciò
che siamo”. Basteranno quei 90 secondi
per rilanciare orgoglio nazionale, talento,
passione e creatività tricolori ma soprattutto
per lanciare la nuova Panda? Ai posteri
l’ardua sentenza. Quel che è certo è che
la nuova Panda è la coerente evoluzione
di un’invenzione che in 31 anni di vita (6,4
milioni unità prodotte) è sempre stata
sinonimo di simpatia, semplicità d’uso e
motori
È la grande novità
2012-2013 di Casa
Porsche. Stiamo
parlando della 918,
l’auto del futuro: 918
esemplari al prezzo di
645mila euro (in vendita
da ottobre 2013).
Monta un V8 da 500
cv e raggiunge i 320
km. orari. Con un litro
percorre 33 chilometri e
arriva a 100 km. orari
in 3”. Anteprima
primavera 2012.
BMW da sogno,
ecco la Sertao
Vedi la nuova Panda con plancia
a marsupio e frenata autonomatica
versatilità. Con la terza generazione
punta sulla qualità per confermare la
leadership nel segmento delle city-car.
Un compromesso fra utilità e design,
che si traduce in grande abitabilità
per i 5 posti ed elevati standard di
sicurezza, pur restando un’auto molto
compatta (lunga 365 cm, larga 164
e alta 155 con un vano portabagagli
tra i più capienti del segmento: 225
lt). Fra le dotazioni tecnologiche, il
sistema frenante “Low Speed Collision
Mitigation” e il navigatore TomTom, cui
si aggiungono Start&Stop, Gear Shift
Indicator (GSI), ecoDrive e modalità
ECO del motore TwinAir Turbo, sigle
ormai entrate nel linguaggio comune
degli utenti Fiat. Nella gamma motori,
due bicilindrici: il 900cc TwinAir Turbo
da 85 cv e la sua versione aspirata da
65 cv. Fra i 4 cilindri: il benzina 1.2 Fire
da 69 cv e il turbodiesel 1.3 Multijet
da 75 cv. Orgogliosamente made in
Pomigliano d’Arco si propone con 3
allestimenti (Pop, Easy e Lounge), 10
colori di carrozzeria, 9 ambienti interni
e 2 cerchi in lega da 14 e 15”. Presto
anche la Panda 4x4.
La Nuova Panda è da SIAI spa
Concessionaria FIAT
Taranto e provincia: Taranto, Massafra
e Grottaglie - www.siaispa.com.
- 49 TORNA LA VELOCITÀ A TARANTO.
UN CAMPIONATO SOLO PER
LE LUPO CUP IN PUGLIA
Dopo qualche decennio di inattività, dai tempi del rally
dello Jonio, si torna a correre in provincia di Taranto. La
Pro Motor Sport ha organizzato per luglio uno slalom,
ovvero una gara di velocità su un tratto di strada in
salita i cui tratti di rettilineo sono rallentati da prove
di abilità costituiti da birilli. La gara, che si disputerà
sulla strada che collega Faggiano e Roccaforzata, è
valida come secondo appuntamento del campionato
regionale di slalom. Al Campionato, grazie ad una
formula alla portata di tutte le tasche, sarà possibile partecipare noleggiando le Volkswagen Lupo cup 1.6 della
scuderia Epta, che ha organizzato un trofeo monomarca. Il percorso di gara, di circa 2 km, è stato individuato
sulla strada provinciale che collega i due paesi di Faggiano e Rocca Forzata, caratterizzato da un asfalto
nuovissimo, sede stradale ampia e curve impegnative (di tipo misto-veloce) che daranno filo da torcere ai
piloti impegnati in gara. Sui tratti di rettilineo, così come prevede il regolamento della specialità, verranno
posizionate delle porte con birilli. L’abilità dei piloti, oltre che nelle curve, starà anche nell’affrontare lo
slalom fra i birilli nel minor tempo possibile senza toccarli, pena l’aggiunta di 10 secondi a birillo sul tempo di
manche. Info: www.tarantostorica.org; www.salentomotorsport.com; www.eptamotorsport.it.
SPORTIVA SENZA
RINUNCIARE AL LUSSO
La dotazione di serie è ancora più proiettata verso
il segmento di lusso. Di serie anche il dispositivo
di rilevamento della fatica del guidatore ed a
richiesta il dispositivo che aiuta nella manovra
di parcheggio, la gestione automatica degli
abbaglianti ed un inedito sistema di rilevamento
dei segnali stradali basato su telecamera. Anche
il comfort nell’abitacolo risulta migliorato, grazie
ai sedili climatizzati con funzione massaggio
integrata. Sotto il cofano, propulsori benzine e
diesel ad iniezione diretta. I Tdi (da 140 e 170 cv)
sono dotati di serie del sistema start/stop e del dispositivo per il recupero dell’energia in frenata, quest’ultimo montato
anche su tutti i motori benzina (con potenze che vanno dai 160 ai 300 cv). Il turbodiesel da 140 cv abbinato al cambio
manuale a sei rapporti consuma nel ciclo combinato solo 4,7 l per 100 km.
ANTEPRIMA COREANA
I coreani di Kia si cimentano nella
costruzione di una ammiraglia
e per la prima volta puntano sulla
trazione posteriore.
Lo stile del progetto riprende quello
delle classiche berline europee.
La gamma Kia la trovi da
AutoMoto Giovane, S.S. 7 Appia Km. 3 - San Giorgio Jonico (Ta).
motori
- 50 -
Davvero per pochi
Metti il blasone di Aston Martin, con un 12 cilindri sotto al cofano e prestazioni sportive testate sul circuito più
difficile del mondo (il vecchio Nürburgring) la matita di Zagato, la cui eleganza è sancita a Villa d’Este ed il risultato è un oggetto del desiderio per 150 fortunati collezionisti disposti a sborsare circa 400 mila euro tasse escluse.
Questa in poche parole la nuova V12 di Aston Martin firmata dal designer italiano.
Sotto il cofano pulsa un cuore da 6.0 litri e 510 cv ma l’unicità sta anche nella carrozzeria di alluminio realizzata
artigianalmente con componenti in fibra di carbonio così come dai tanti piccoli particolari racing, costellati di “Z”,
il marchio inconfondibile del disegnatore. La coupé firmata da Zagato celebra nel migliore dei modi i 50 anni dalla
nascita della DB4 Gtz, uno dei monumenti della storia dell’auto. Le consegne inizieranno a fine 2012: prima, i
tecnici inglesi l’hanno messa a dura prova sul mitico “Ring” in Germania, dove la Aston ha partecipato persino alla
“24ore” con due esemplari: Zig e Zag, la prima in livrea verde oliva, la seconda bianco/rossa.
- 51 -
V12 Zagato
- 52 Massimo Causo
Da vedere a casa
•Faust di A. Sokurov
Il mito di Goethe riletto
dal grande regista russo:
tra spirito e materia, un
viaggio nella coscienza
umana premiato con
Leone d’Oro all’ultima
Mostra di Venezia.
(DVD e Blu-Ray CecchiGori).
•Roma città aperta
di R. Rossellini
Finalmente in edizione
restaurata il capolavoro
del Neorealismo
italiano. Tra gli extra
un raro dietro le quinte
e testimonianze di
Scorsese, Truffaut,
Bergman, e dei Taviani.
(DVD e Blu-Ray CecchiGori).
•Melville Noir
Due capolavori del
cinema noir francese
firmati da un maestro
come Jean-Pierre
Melville: Bob il giocatore
(1956) e Tutte le ore
feriscono... l’ultima
uccide (1966). Classici
da non perdere! (DVD
Sinister Film).
Le Idi di Marzo, William Shakespeare, Rebibbia, i fratelli
Taviani: il mix ha per titolo Cesare deve morire e il
risultato è stato un meritatissimo Orso d’Oro alla 62ma
Berlinale. Il film è di quelli che non lasciano tregua: 72
minuti appena, tra colore e bianco & nero, categoria
documentario, in realtà un dramma in bilico sulla vita
vissuta. Quella di ieri (la Roma Antica, Giulio Cesare) e
quella di oggi (Rebibbia, gli ergastolani). Alle spalle c’è
un testo che è un classico della retorica drammaturgica
come il “Giulio Cesare” di Shakespeare, sullo schermo
un film che Paolo e Vittorio Taviani hanno trovato
nell’esperienza del laboratorio teatrale di Rebibbia e
hanno elaborato raccontando la messa in scena del testo
shakespeariano, tra le prove nei luoghi della prigione, le
intime incertezze dei carcerati, l’emozione dello spettacolo. Il risultato è un dramma scritto sul sentimento della
colpa e su un delitto che proclama giustizia: materia nota
alla coscienza dei protagonisti.
trailer
Berlinale:
Cesare coperto d’oro
Berlinale 2: “Diaz”,
sangue da non
pulire
L’altra Italia della 62ma Berlinale è
sporca di sangue, quello versato
dagli attivisti del Gonoa Social
Forum, finiti nella “macelleria
messicana” scatenata dalla Polizia
alla Scuola Diaz durante il G8
del luglio 2001. Daniele Vicari ha
raccontato quella drammatica notte
in Diaz – Non pulire questo sangue,
un film che parte dalle infiltrazioni
dei black bloc e arriva all’inaudita
violenza con cui le forze dell’ordine
agirono nella sede degli attivisti.
Rabbia, furore, torture e manganelli:
da vergogna. Cinema civile, dalle
parti di Pontecorvo, Rosi, Lizzani e
Costa Gavras. A Berlino si è piazzato
al secondo posto nella classifica del
Premio del Pubblico della sezione
Panorama.
- 53 DISTRARSI
DALLA COMMEDIA
A Lecce, Castellitto
d’Europa
Bene, Bari... Bif&st
Terzo anno per il Bif&st, ovvero il
Bari International Film F&stival, la
kermesse pugliese del cinema
italiano (e non solo) promossa
dall’Apulia Film Commission,
presieduta da Ettore Scola e
diretta da Felice Laudadio.
Nell’edizione 2012 non sono
mancati gli eventi, tutti a base
di grandi nomi del cinema
nazionale. Protagonista, Carmelo
Bene con un tributo a 10 anni
dalla morte. Proposti tutti i suoi
film e 50 ore di materiali sulla
sua multiforme attività. Fra le
prestigiose Anteprime al Teatro
Petruzzelli (tra cui): “Il primo uomo”
di Amelio, “Diaz” di Vicari, “Titanic
3D” di Cameron, il competitivo
“Panorama Internazionale” con
una giuria popolare, i concorsi
riservati al Cinema Italiano.
Info: www.bifest.it.
Sarà Sergio Castellitto il
protagonista del cinema italiano
omaggiato dal 13mo Festival del
Cinema Europeo di Lecce, dal
17 al 21 aprile presso la Multisala
Massimo. L’omaggio prevede
una retrospettiva dei film del
grande attore italiano, affiancata
da una mostra fotografica e dalla
pubblicazione di una monografia
a cura di Enrico Magrelli. Come
sempre ricco e prolifico, il festival
leccese, diretto con passione
da Alberto La Monica e Cristina
Soldano, proporrà anche un
Concorso di film europei in
prima nazionale, un omaggio
a un grande regista europeo,
l’assegnazione del Premio Mario
Verdone riservato a un’opera
prima italiana, oltre a numerosi
eventi ed anteprime. Info: www.
festivaldelcinemaeuropeo.it.
Vita (semplice)
cinese
Amelio e “Il primo
uomo” di Camus
La grande regista di Hong Kong
Ann Hui ha raccontato la storia
della sua “amah” (una di quelle
donne che in Cina dedicano la
loro intera vita ad accudire una
famiglia) in A Simple Life. Il risultato
è uno dei film più belli della scorsa
Mostra di Venezia, che ora esce
al cinema, grazie anche al premio
assegnato alla sua straordinaria
interprete, Deanie Ip.
L’infanzia e il sentimento del
passato: c’è molto del cinema di
Gianni Amelio nel Primo uomo, il
romanzo autobiografico e postumo
di Albert Camus. Il ritorno di un uomo
nell’Algeria del ‘54, nella visione
dolce e dolente di Gianni Amelio, si
prospetta come uno dei momenti
forti del cinema italiano del 2012.
Premio della critica internazionale al
Toronto Film Festival.
L’abitudine porta spesso lo
spettatore al cinema che libera
la giornata dall’angoscia di
ogni giorno, la frenesia della
commedia, del dover distrarre
se stessi dal fragore degli eventi
e dai sussurri della coscienza
che ci sovrastano. E allora, nella
preoccupazione quotidiana
risorge (insorge?) la commedia
che torna ad essere (all’)italiana,
in un profluvio di Ex, Immaturi,
Manuali d’amore, Benvenuti al
Sud e al Nord, checcozzalonate
qualunquemente d’a(u)ttore...
Dice: di che ti lamenti? Non è
forse vero che la grande stagione
del nostro cinema è stata quella
della commedia all’italiana? E
infatti, chi si lamenta, rispondo.
Magari puntualizzo che quella
stagione sta più o meno tra
lo specchio neorealista dei
Rossellini, De Sica e Zavattini
e i miraggi della modernità di
Fellini, Antonioni e Pasolini...
Ma a fare gli storici si finisce con
l’annoiare. E allora mi guardo
attorno, frugo nel mio bagaglio
ancora pesante dei residui
della 62ma Berlinale e vi trovo
– guarda un po’ – un’Italia che
vince lontana dal sorriso, a stretto
contatto con una verità che è
fonte di storie, emozioni, rabbie,
paure, bisogno di conoscere e
capire: tra l’afflato classico della
tragedia che scolora dietro le
sbarre di una prigione (Cesare
deve morire dei fratelli Taviani)
e la foga civile di un’inchiesta
in forma di dramma scritto tra
errori ed orrori della cronaca
quasi recente (Diaz – Non pulire
questo sangue di Daniele Vicari).
E una sorda soddisfazione mi
porta a notare che, per una volta,
i fratelli Taviani, Shakespeare e
gli ergastolani di Rebibbia hanno
costretto i giornali a togliere un
po’ di spazio a Sanremo e ai suoi
celentani...
- 54 -
•Raggi X
Primavera 2012,
tecnologia senza confini
Un impulso creativo senza precedenti. È ciò che spinge le case tecnologiche a investire in ricerca e
nuove produzioni. Un assaggio lo abbiamo avuto all’ultima edizione del Consumer electronic Show
di Las Vegas, il più importante Salone della tecnologia, l’evento per eccellenza degli appassionati di
elettronica di consumo, i produttori e tutti coloro che non vogliono perdersi le ultime novità dell’hitech. Un’edizione da record: oltre tremila espositori da tutto il mondo, quasi 150mila metri quadrati di
stand e 20.000 nuovi prodotti lanciati. Ecco alcune novità.
hi tech
Molte offerte, ma all’ultimo
CES di Las Vegas non si
sono viste grandi novità
sotto il profilo strettamente
tecnologico e di prodotto,
c’era la TV OLED e il nuovo
il Crystal LED di Sony,
tecnologia davvero
interessante se sarà capace
di mantenere ciò che
promette, migliore qualità a
prezzi competitivi. Sempre
attivo e in evoluzione il
mercato mobile, 1920 x
1200 è la nuova risoluzione
dei tablet per il 2012.
Restando nello stesso
ambito, Samsung ha
lanciato negli States il
Galaxy Note e gli americani
sono impazziti per lo
schermo enorme, così
come hanno reagito in
modo positivo al nuovo
Nokia Lumia 900. Questo
pareva dovesse essere
l’anno degli Ultrabook,
quasi tutti i produttori
hanno presentato nuovi
modelli, peccato che
nessuno di questi portatili
ultrasottili avesse niente
di più rispetto ad un
MacBook Air presentato
nel 2008 da Apple, quattro
anni fa! Concludo con la
fotografia, due i prodotti
più interessanti: la nuova
Canon G1 X e la mirrorless
Fujifilm X Pro1, con il suo
particolare sensore Trans
X che promette prestazioni
record. Quella del 2012
è stata quindi un’edizione
di transizione, ci si muove
lenti verso nuove tecnologie
cercando soprattutto di
migliorare quelle esistenti.
Donatello Corallo
Nati stanchi? Ecco le spnKix
Si chiamano spnKiX, le scarpe motorizzate con
controllo remoto, per muoversi senza fare il minimo
sforzo. Alimentate con batteria al litio e controllate da un
telecomando wireless, hanno un’autonomia di circa 3-5
chilometri e possono trasportare 80 kg a 16km/h.
Le mail arrivano sull’orologio
I’m Watch, ideato da due italiani, è un dispositivo da
polso che con un display da 1.54”.
Si connette in bluetooth a uno smartphone per offrire
funzioni di chiamata direttamente dall’orologio. È dotato
di applicazioni per leggere la postaed accedere ai principali
social network come Facebook e Twitter.
Prezzo di partenza, 299 euro.
- 55 -
3D Viewer non è arrivato ed è già un mito
BLAST CHILLER
da caldo a ghiaccio in 5”
Arriva per l’estate 2012
Blast Chiller, la nuova
tecnologia dei frigoriferi
di LG. Una funzionalità
che, grazie a movimenti
ondulatori e a getti d’aria
ghiacciata, permette di
gelare una lattina di birra in
meno di 5”.
Per gli amanti del
cinema in casa e
di una piattaforma
giochi completa e
rigorosamente in 3D,
Sony, ha presentato
in anteprima mondiale
all’ultimo Salone CES
di Las Vega il Sony
personal 3D Viewer, il
nuovo tecnogadget che ha
fatto impazzire tutti i visitatori.
Si tratta di due pannelli OLED ad
altissima definizione proiettano, uno
per occhio, due immagini separate per creare la stereoscopia perfetta e una
definizione dell’immagine senza precedenti. Il prezzo: 800 euro.
DOCK IPHONE
pressione e battiti sotto controllo
Avere sempre sotto controllo pressione sanguigna e
frequenza cardiaca? Con Medisana CardioDock,
è possibile. L’applicazione trasforma l’iPhone
in un misuratore estremamente preciso della
pressione sanguigna e della frequenza cardiaca.
La dock organizza questi dati automaticamente
sullo smartphone in modo da avere una vera e propria cartella portatile.
CUBIFY
la stampante che
materializza i file
La stampa 3D consumer
verrà presto rivoluzionata,
ecco la prima stampante
3D low-cost, si tratta di
Cubify. A 1200 dollari si
potrà collegare al proprio
computer questa piccola
stampante capace di
generare modellini plastici
partendo da un disegno 3D
e da un composto di resina.
Una ricarica di resina costa
50 dollari e con una ricarica
si stampano circa 15 oggetti
di piccole dimensione.
La TV? Accendiamola con la voce
Nuova frontiera per i televisori. La novità
è targata Samsung, che sulla
produzione 2012 (ES8000) ha
inserito due funzionalità inedite:
controllo vocale e controllo
con i gesti. Il microfono e
la videocamera inseriti nella
cornice catturano gesti, suoni
e volti per rendere ancora più
futuristica la fruizione della
televisione. La logica gestuale
funziona soprattutto per il web,
più interessante il controllo
vocale: bastano un paio di
parole per alzare il volume e
cambiare canale.
- 56 Maristella Massari
•MiCoach,
belle e funzionali
Avanza il Vintage
In tempi di crisi la parola d’ordine è riciclare. Ma bisogna saperlo fare. Occorre stile. La moda è in
continua e costante innovazione. La tendenza del momento è l’ossessione per il vintage, sia nell’abbigliamento che nell’oggettistica di arredo. Ma non basta riciclare (appunto) vecchi abiti della nonna per
essere alla moda. Occorre saper contestualizzare un vecchio accessorio, un gioiello, un abito, al luogo,
al momento ed alle caratteristiche del proprio fisico e delle personalità. Solo così un capo, magari di
famiglia, avrà una seconda vita. Da un recente sondaggio è emerso che la maggior parte dei ragazzi,
dai 15 ai 25 anni, è orientata verso il casual-elegante. Un ritorno al tanto amato vintage con le sue
griffe e i marchi intramontabili. E poi c’è chi su questa nuova tendenza fa affari d’oro. Case d’aste e
banche ne sono convinte: gli abiti usati sono la nuova fonte di investimento al pari con le opere d’arte.
Il cappellino sopra tutto
Uno degli accessori più divertenti per la stagione in arrivo è
sicuramente il cappellino da baseball che è stato reinterpretato
in versione chic. Per gli irrinunciabili occhiali da sole, invece, c’è
ancora una volta l’imbarazzo della scelta. Tornano le montature
retrò, soprattutto con un tocco Anni ‘50 con gli angoli
“all’insù”. Sì anche a montature colorate, volendo anche con
lenti colorate. Per chi non
vuole tuffi nel passato,
resistono linee moderne
ed innovative. Nella foto la
Collezione Dior 2012 e la
nuova linea Harley.
fashion
“Solo miCoach
analizza ogni
dettaglio della tua
prestazione; registra
fino ad 8 ore di dati
relativi alla velocita’,
accelerazione,
distanza e ritmo,
fugando ogni dubbio
su chi sia il piu’
veloce.”
Le trovi da
IPERSPORT
nei centri commerciali
Auchan di Mesagne e
Taranto.
Rosso per labbra
e unghie
Rosso fuoco scaccia-gelo. Labbra
e unghia, il make up propizia la fine
dell’inverno. Un gloss volumizzante
può rivelare nuove frontiere della
seduzione. Abbinare al rouge a levres
uno smalto laccato lucido diventa un
must. Mak Up Forever ha presentato
Perfect Red Lips.
- 57 -
Cerimonie solidali
Primavera, tempo di cerimonie. Ogni evento che si rispetti, si chiude
con il dono della bomboniera. Dal battesimo al matrimonio, è tutto
un fiorire di oggetti, più o meno preziosi, più o meno classici, per
ricordare la speciale ricorrenza e ringraziare gli invitati. Non fa eccezione
la prima comunione. Proprio per la particolare natura dell’evento, da
qualche anno a questa parte, si è diffusa la tendenza della cosiddetta
bomboniera solidale, un modo elegante e raffinato per comunicare ad
amici e parenti le occasioni importanti ed aiutare la ricerca sul cancro, i
bambini del terzo mondo, la tutela ambientale.
Le bomboniere solidali le trovate
da By Angy Gioiellerie
in Via Principe Umberto, 146
a Lizzano (Ta)
e Charme in Via Marconi, 24
a Massafra (Ta).
La zeppa non passa di moda
Voglia di primavera,
bianco underwear
Voglia di primavera, si parte
dall’underwear. Animo romantico o
allure da diva anni Cinquanta? Se
l’inverno soffoca la nostra voglia di
esprimerci, il segreto è scegliere
l’intimo giusto. Il trend della stagione
è il bianco retrò, come i corredi che le
nonne tenevano nei bauli da sposa,
con forme che esaltano le curve.
Culotte e push-up strutturati che
strizzano l’occhio alle dive del cinema
degli anni Cinquanta. Il segreto della
seduzione è l’intima combinazione tra
innocenza e voluttà. La moda vuole
seni a punta e corsetteria strizza
busti. Nella foto uno dei modelli che
hanno dominato le nuove collezioni in
passerella a New York.
Trovi le nuove linee da R.B. Srl
in Via del Canaletto, 27
a San Giorgio Jonico (Ta).
Per la Primavera tornano le classiche décolletée, eleganti e
femminili. Sono in chiave anni ‘20 i sandali dal tacco alto e
snello in versione dorata oppure argentata. Sì
anche ai sandali alti con tocchi di metallo o
applicazioni di fiori. Le amanti della zeppa
possono stare tranquille, vanno sempre di
moda, colorate oppure in versione sneaker.
E per la stagione calda tiriamo di nuovo fuori
i sandali piatti. Nella foto, la zeppa (una vera e
propria scultura) da collezione 2012 di Nicholas Kirkwood.
Cravatta italian style
Parla sempre più italiano il linguaggio della cravatta.
Anche per il 2012, portabandiera italico sarà Maurizio
Marinella. L’antica azienda meridionale (Napoli), ha
conquistato anche i freddi anglosassoni, portando
a casa, grazie anche alle nuove linee, ilprestigioso
Uk-Italy Business Awards.
- 58 Giuseppe Mazzarino
“Virgole Golose”
sbarca su
“Sportello Aperto”
Dieci anni fa iniziava
l’avventura di “Virgole
Golose”, rubrica di
enogastronomia e
critica della ristorazione
condotta con Anna
De Feo sulle riviste
“Ribalta”, “InFormaSalute” e “Wemag”,
dotata anche di un
gruppo su Facebook.
Approda ora, con
ambizione ad una
proiezione nazionale
anche come lettorato,
su “Sportello Aperto”. E
per inaugurare la nuova
serie, nulla di meglio di
uno dei più importanti
locali italiani, l’enoteca
con Ristorante Casa
Bleve di Roma.
gusto
Casa Bleve
Via del Teatro Valle 49,
Roma - Tel. 06 6865970
chiuso lunedì e domenica
Prezzo medio: 80 euro.
Casa Bleve, nel cuore di Roma.
Come a casa propria
È una delle enoteche più importanti del mondo, ed
è probabilmente la più bella e preziosa in assoluto.
Preziosa non solo per i vini e i distillati che custodisce,
o per la tavola di altissimo livello che ne fa un must
della ristorazione, ma anche per la sede, ad un passo
dal Senato, nello storico Palazzo Lante, con cantine (i
restauri furono bloccati per anni dalla Soprintendenza
archeologica) dai grandi muri d’epoca augustea... ed
anche se confessiamo nostalgia per la Bottega del
Vino a Santa Maria del Pianto, come sede, come linea
gastronomica, e come prezzi (...), non possiamo non
rilevare l’eleganza delle sale di Casa Bleve,
l’ultima (per ora...) realizzazione di Anacleto
e Tina. Lui, probabilmente, il più grande
enotecario del mondo; lei promotrice
dei trionfi di cucina con l’invenzione dei
suoi celeberrimi “involtini”, purtroppo
ridimensionati da un paio d’anni e che non
troneggiano più a vista sul bancone (dal fiore
di zucca crudo farcito di ricotta e nocciole
tritate all’involtino di tacchino con ricotta
tartufata): partiti da Maglie, prima esperienza
lavorativa al Jolly Hotel di Taranto, poi a
Roma da Piperno fino alla scommessa di un
locale tutto loro, i rapporti con grandi case
vinicole, l’incontro con Silvano Samaroli, il re
dei distillati, l’apertura della lussuosa Casa
Bleve. Prodotti selezionatissimi, cucina d’alto
rango (il locale ha decisamente virato verso
la ristorazione, è aperto a pranzo e a cena),
prezzi ahinoi stellari... difficile stare sotto
gli 80 euro (vini naturalmente esclusi: e se
venite qui non vi accontenterete certo di un
vinello... e come perdere un rum o un whisky
di Samaroli, a fine pasto, a 15 euro? Anacleto
è in società con Samaroli, e ne distribuisce
i meravigliosi distillati) ma l’esperienza
gastronomica è da estasi. Meglio prenotare.
- 59 -
Una finestra sul Mediterraneo
5stelle
I profumi del Mediterraneo esaltati dalla fragranza delle primavera per un ponte da gustare. Prendete
nota, se volete assaporare un assaggio d’estate. Siamo al Grand Hotel Atlantis Bay, sulla splendida
Baia delle Sirene a Taormina fra colori smeraldo e azzurro intenso. Sembra di essere in un antico borgo
siciliano, invece siamo in un extra lusso di prima categoria dove la cucina isolana trova una sua propria
dimensione. Da segnalare il nuovo Wellness Centre HYD’OR.
Prezzi: il Pacchetto Caldo Aprile costa (due giorni, a persona): da 365 euro in Camera Doppia a 5mila
euro in Suite Presidenziale. www.atlantisbay.it - Tel. 0942 618011.
Non chiamatele più
solo terme
Il lusso incontra il benessere. E il mix è davvero
intrigante. Se volete assaporarli entrambi in piena
primavera, la strada porta ad Abano Terme dove il
Grand Hotel (un 5 stelle extra lusso) non concede vie
di mezzo. Camere in stile Luigi XV e bagni affogati nei
marmi rosa-verde con una SPA da sogno (3 piscine
termali), il tutto circondato da un grande giardino dove
spiccano ulivi, piante tropicali e palme. Da segnalare
gli aperitivi (davvero ricca la scelta) al “James Bond
Bar” e le cene gourmet all’interno dell’elegante
Ristorante.
Prezzi (dall’1 aprile al 3 giugno) da 160 euro in Classic
e 1.495 euro in Presidential Suite.
www.abanograndhotel.it - Tel. 049 8248100.
benessere
- 60 -
SORRIDI,
PREGO
Ecco come è cambiata
l’odontoiatria
negli ultimi anni
Un bel sorriso è per sempre? Potrebbe
anche darsi, ma tenerlo vivo è un po’ impegnativo. In verità non molto, bastano
poche semplici regole. La bocca, i denti e
l’occlusione hanno assunto un ruolo importante. Sempre più arrivano richieste di
consulenza odontoiatrica per valutare se
il distretto buccale, nel suo insieme, stia
creando dei problemi particolari in distretti diversi da quello orale. Negli ultimi 15 anni si è sviluppata l’odontoiatria
olistica integrata, che ha come scopo la
cura della bocca nel suo insieme tenendo
conto del contesto globale di cui fa parte
(“olos”= “tutto”). Per analizzare l’evoluzione dell’odontoiatria, abbiamo incontrato
il Dott. Michele Bonfrate, fra i massimi
esperti regionali in questo campo.
Partiamo dal cavo orale è così importante per la salute generale?
«Una risposta la troviamo nell’anatomia
del sistema nervoso centrale: più del 75%
delle cellule cerebrali sono deputate al
controllo ed al funzionamento dell’apparato buccale e della deglutizione!
Secondo l’agopuntura cinese, poi, è l’unica zona del corpo in cui passano tutti
i meridiani energetici e l’articolazione
temporo-mandibolare è il secondo centro
regolatore dell’energia dell’organismo.
Studi scientifici mirati hanno confermato le varie corrispondenze energetiche, ai
vari livelli, anche a livello emozionale. Il
cavo orale diviene, così, un organo molto
importante e con peculiarità caratteristi-
- 61 -
I CONSIGLI DELL’ESPERTO
La salute dentale comincia a 5 anni.
A 7 anni visita importante
Le associazioni dentistiche di tutto il mondo raccomandano
che un bambino visiti il dentista a 5 anni. A questa età,
la prima dentatura(da latte)è normalmente erotta ed è il
momento ideale per gettare le basi della salute dentale futura. Questo permette ai bambini di avere un buon impatto
sin dall’inizio e in futuro con il dentista e con l’igiene orale. È importante che ogni bambino venga visitato da
un ortodontista a 7 anni. Questo vi può sorprendere perché il trattamento ortodontico è generalmente associato
all’adolescenza. Una visita precoce è invece importantissima per assicurare la massima salute dentale
ai vostri figli. I segni seguenti possono indicare
la necessità di una immediata visita ortodontica:
difficoltà a masticare; respirazione a bocca aperta; succhiamento delle dita; sovrapposizione e
affollamento dei denti permanenti erotti; mandibola sporgente; denti troppo aperti, troppo chiusi o troppo sporgenti.
Anche se 7 anni è l’ètà migliore per la
maggior parte dei bambini per una prima
visita ortodontica, una visita anche
più precoce è necessaria se il pediatra o i genitori notano particolari problemi(ad esempio una crescita
eccessiva del mento o una dentatura
incrociata.
che solo a questa sede. E’, nel suo insieme, un distretto dal quale si possono
attingere tantissime informazioni per la
diagnosi e per la terapia. E’scientificamente accertato che la malocclusione (dentale)
ha delle strette correlazioni con numerose
disfunzioni a livello cranico e quindi può
interferire sull’assetto posturale in misura
rilevante. Cefalee, sindromi vertiginose,
acufeni (ronzii), cervicalgie, scoliosi problemi della colonna vertebrale, hanno
spesso una stretta correlazione con una
alterazione del rapporto mandibolo-cranico».
Ma come è cambiata l’odontoiatria?
«L’odontoiatria moderna, non si limita a
fare diagnosi, ad esempio, di gengivite,
parodontopatia, malocclusioni o altro,
- 62 -
GAL Colline Joniche
S.c.a.r.l
Comuni di Carosino, Crispiano, Faggiano, Grottaglie,
Monteiasi, Montemesola, Monteparano, Pulsano,
Roccaforzata, San Giorgio Jonico, Statte
Dalle colline al mare,
dalle masserie ai trulli, dagli olivi alle vigne
alla scoperta dei nostri “tesori”
con nuovi itinerari e proposte
a portata di click nel nuovo sito
www.galcollinejoniche.it
campagna promossa da
BCC San Marzano di San Giuseppe per il suo Territorio
- 63 ma si pone una serie di altre domande.
Potrà interrogarsi sul “perché” si è sviluppata una carie su quel determinato
dente e non su altri; “perché” i tessuti di
sostegno di quel o quegli elementi dentari
stanno soffrendo (a parità di microrganismi costituenti la flora batterica orale
di quella persona), perché si è sviluppata quella mal occlusione e via di seguito. Naturalmente, il primo livello di valutazione da eseguire è quello odontoiatrico
classico, ossia la determinazione di even-
Prima visita gratuita e
sconto del 10% per soci e
clienti della nostra banca
Una realtà giovane e dinamica, con un
team all’avanguardia, che lavora nell’ottica
dell’ottimizzazione del servizio al cliente,
sotto tutti i suoi aspetti. Per questo motivo
lo Studio Dentistico Bonfrate si preoccupa di
dare un servizio di accoglienza il più adatto
possibile alle specifiche esigenze di ogni
paziente: dalla chiarezza d’informazione
ai finanziamenti, all’assistenza
post-cura. Per i Clienti e i Soci
della nostra Banca, lo Studio
Bonfrate effettua la prima
visita gratuita e il 10% di
sconto su tutti gli interventi.
tuali patologie di denti e tessuti di sostegno, l’osservazione di eventuali edentulie
(mancanze di elementi dentari non sostituiti) e malocclusione, parafunzioni (bruxismo), modalità di deglutizione, situazione posturale e così via».
Il paziente classico ha paura della natura
invasiva del dentista. Come superarla? «Nonostante le innumerevoli nozioni e
correlazioni dei sistemi che abbiamo studiato ed appreso dal mondo scientifico,
operiamo sempre permeati da un sincero
rispetto per quello che la Natura ha creato.
Noi tutti sappiamo che da quel semplice
aprir di bocca del paziente, inizierà una
scoperta dietro l’altra, articolata su vari
piani di interpretazione, ma tutti facenti
parte di quell’esclusivo essere umano che
si è rivolto a noi con fiducia. Il dentista è
assolutamente dalla sua parte, quindi non
c’è nulla da temere»
INFORMAZIONI UTILI
Orario: 09.00 - 12.30 • 15.30 - 19.00 - Lun - Mar - Mer - Gio - Ven
Via Madonna di Pompei, 118 - Grottaglie (Ta) - Tel. 099 5638888
[email protected] - www.studiobonfrate.eu
- 64 Ceramiche fluorescenti. E cangianti
Avete mai pensato di portare in tavola oggetti cangianti? L’idea, davvero originale arriva dalla A-Z Collection, appartenente alla linea Maison Sauvage, innovativa azienda (guidata dalla designer tedesca Nicole Muller) che rivoluziona il concetto dei servizi da tavola. Prodotti in
serie limitata: l’originalità sta nel fatto che ogni pezzo appartenente a questa
linea vede cambiare le tonalità cromatiche in base alla stagione.
Buonanotte in 3D
Il comfort
ora ha
trovato
il suo spazio
design
E’ una delle novità 2012 in fatto di comfort
domestico, progettata anche per spazi
outdoor. E’ Birba, la poltrona che fa della
morbidezza il proprio piatto forte. Progettata
da Marco Maran per Parri, è composta da
migliaia di sfere di polistirene espanso che la
rendono modellabile sotto il peso corporeo.
Particolarmente vivaci le tonalità, cui
contrasta, dando coordinate precise la lunga
cerniera che scorre dal basso verso l’alto.
Design esclusivo, fodera 3D e materiale
Tempur. Sono le caratteristiche principali
di Ombracio Pillow, il nuovo cuscino
realizzato da Tempur, leader mondiale
americano del riposo, destinato a
rivoluzionare il mondo dei guanciali
in quanto non ha limiti: è adatto infatti
anche per chi dorme prono o bocconi e
addirittura per chi ama stringere il cuscino
durante la notte. Ombracio Pillow è ideale
per coloro che non vogliono rinunciare a
dormire nelle posizioni che, di solito, sono
fortemente sconsigliate dai dottori.
Tempur nel nostro territorio lo trovi da
Sanità Sas (Via Pupino 47 - Taranto).
New look per Daisy Box
Ricordate lo storico Daisy Box, meglio noto come il gioco delle
forme? Dopo diverse generazioni si rifà il look, raggiungendo la
massima espressione del Daisy Shape Sorter, linea Quercetti
dedicata alla Prima Infanzia che continua ad ottenere un ottimo
riscontro di pubblico a livello internazionale. Il nuovo prodotto è il
classico ed intramontabile gioco delle forme composto da una tavola a forma di margherita con 7 diversi fori, ciascuno di un colore
diverso in cui il bambino dovrà incastrare i 7 blocchi corrispondenti agli stessi colori e forme.
- 65 -
- 66 -
Emilio Cattolico
La
“Passione”
di
Puglia
a
puglia
life
10° SALONE NAUTICO DI BRINDISI
Un’edizione da record
La Puglia è la regione della Passione di
Cristo, con i sui riti e le sue processioni.
Numerossimi. Ogni anno si ripetono
come tradizioni antichissime. Su tutte
troviamo i Riti della Settimana Santa
Tarantina caratterizzati dalla doppia
processione: quella dell’Addolorata
e dei Misteri. Suggestive anche
quella di Molfetta, Ginosa e le tante
rappresentazioni salentine
Duecento aziende provenienti da
tutto il mondo, con una media annua
di 65mila visitatori. Queste sono solo
alcune delle cifre record delle ultime
edizioni del SNIM, meglio conosciuto
come il Salone nautico della Puglia.
Un evento che richiama operatori del
settore e visitatori da tutta la penisola,
nato una decina di anni fa quasi per
scommessa. Una manifestazione
ricca di punti di forza e collaborazioni:
su tutte la partnership con i comuni
costieri salentini, che più di ogni
altro luogo esprimono al meglio “i
valori della Puglia in termini di risorse
naturali e diportistica navale”. Uno
degli obbiettivi primari dello SNIM è
quello di esplorare i nuovi mercati del
mediterraneo e della parte balcanica
dell’adriatico. Una mission che si è
configurata già nella scorsa
edizione grazie a un programma
di rapporti di collaborazione con
Montenegro, l’Albania, le Isole
Greche e la Turchia. Nuove realtà
troppo vicine per essere trascurate,
soprattutto per via del forte sviluppo
a
aa a
Appuntamento
dal 18 al 20
maggio con
la fiera
internazionale
di arte
contemporanea.
Alla Fiera del
Levante di Bari.
Musica
Raiz ex voce degli
Almamegretta
e Mesolella
chitarrista degli
Avion Travel in
versione “duo” al
TaTà di Taranto il
12 aprile.
Arte
turistico avuto negli ultimi anni.
La pesca e i suoi fisherman
caratterizzeranno questa
decima edizione del salone
nautico brindisino. Un modo
come un altro per richiamare
a se un numero maggiore di
visitatori consolidando, così,
un primato tutto pugliese sulla
vendita e l’immatricolazione delle
imbarcazione tipo fisherman
che si attesta intorno al 35% del
totale regionale. Appuntamento
a Brindisi allo Snim dal 24 aprile
al 1 maggio.
Parcheggiate la macchina,
indossate come scarpe da
escursione e tanto cammino.
Un modo salubre e scuramente
indimenticabile per ammirare da
vicino uno degli angoli di natura
più belli di Puglia.Un percorso
di trekking studiato per tutti.
Quindi non sono ammesse
scuse. Per informazioni
Trekebike 0731212293
3382382647.
IN CONCERTO IN PUGLIA FINO A MAGGIO
Streghette in
Musical
Le Storie tese
di Elio
Le straordinarie
macchine mobili
di Leonardo da
Vinci in mostra a
castello Acaya di
Vernole(LE) fino
al 12 aprile.
Musica
I Teatro degli
Orrori in concerto
ad Aprile (19 a
Trepuzzi e il 20 a
Molfetta) per un
nuovo tour.
Teatro
L’attore casertano
Toni Servillo
“legge Napoli”
con testi De
Filippo e Di
Giacomo. Il 20
aprile al Teatro
Paisiello di Lecce.
Incontri
Continuano le
lezioni Rock delal
coppia Assente/
Castaldo. Ad
aprile doppio
appuntamento
con Talking
Head, l’11, e Joy
Division il 18.
Teatro Armenise
a Bari.
a
ExpoArte
La band più strampalata torna
in Puglia con un nuovo tour
dal sapore molto teatrale, con
picchi di tradizionale demenzia
alla Ettore Petrolini. Il nome
del tour dice tutto: “ENLARGE
YOUR PENIS”. Scaletta
ancora “top secret”, ma non si
escludono alcuni colpi di scena
e vecchi cavalli di battaglia.
Dopo la tappa di Gallipoli (31
marzo), la band, fra più longeve
italiane approderà al Petruzzelli
di Bari (2 maggio).
TREKKING A SERRACAPRIOLA(FG)
DAL 6 AL 10 APRILE
Pasqua
sul Gargano
Un nuovo modo per passare
le vostre vacanze pasquali.
TORNANO LE WITCH A MARTINA FRANCA
IL 10 E 11 APRILE
Tutto nasce da un fumetto
interamente italiano. Un
successo senza precedenti
tradotto in tutto il mondo.
Dal quel momento milioni di
bambini e adolescenti hanno
seguito le allegre vicende
di queste piccole aspiranti
streghette.Dal successo del
fumetto è nata anche una
compagnia teatrale in carne e
ossa che porta in giro per l’Italia
uno spettacolo che sintetizza le
vicende raccontate nell’intera
saga a fumetti. Adesso il
musical inedito“Witch“ arriva
a Martina Franca diretto
da Claudio Rossano con
la sceneggiatura di Luisa
D`amore e le coreografie di
Mary Norvedi e Samantha
Ponte. Per informazioni e
prenotazioni: [email protected]
associazionefuoritempo.it
www.associazionefuoritempo.it.
IL BALLETTO DI SAN PIETROBURGO
A BRINDISI
Il lago dei cigni
La storia è la stessa di sempre.
Un creatura bellissima ,Odette,
trasformata in un bellissimo
cigno dal mago Rothbart,
deluso per essere stato rifiutata
dalla giovane principessa.
Una classico del balletto russo
su musiche di Caikovskij fa
risalire la sua prima assoluta
addirittura al 1877 al Teatro
Bol’šoj di Mosca. Ma sarà a
San Pietroburgo, la città di
origine della compagnia cui è
affidata la rappresentazione in
programma il 24 aprile al teatro
Verdi, che questa performance
si consacrerà alla storia. Un
appuntamento di altissimo livello
che conferma la splendida
stagione proposta dal Verdi.
Ingresso a pagamento.
Info: 0831 562554.
IL DUO AL TEATRO FORMA IL 12 MAGGIO
Tuck & Patty
a Bari
Una coppia capace di
far sognare da trent’anni
grazie ad una musica unica
e ricercatissima. Merito
probabilmente del chitarrista
Tuck capace di suonare più
accordi di chitarra e linee di
basso contemporaneamente.
Soul, R&B e jazz, grazie alla
voce black di Patty, si fondono
al pop fino al rock più duro.
Ingresso a pagamento.
Info 080.5212484.
- 68 Che cos'è il QR Code?
Marzo 2012 - Anno IX - N° 1
Periodico di economia, cultura e sociale
Registrazione Tribunale di Taranto numero 247/2004
Direttore Editoriale Emanuele di Palma
Direttore Responsabile ed editing Rocco Viola
Direzione e Redazione
Via Vittorio Emanuele, 190 - Tel. 099 9577420
74020 San Marzano di San Giuseppe (Ta)
[email protected]
www.bccsanmarzano.it
[email protected]
Hanno collaborato:
Stefano Antonacci, Silvia Bertero, Michele Bonfrate,
Tiziana Caianello, Gianni Carbotti, Massimo Causo,
Emilio Cattolico, Donatello Corallo, Beppe D’Amico,
Rosellina De Santis, Andrea Fiorini, Giuseppe Imperatore,
Francesco Lenti, Aldo Lo Prete, Maristella Massari,
Mimmo Mazza, Giuseppe Mazzarino, Giuseppe My,
Giuseppina Petrelli, Alfonso Raguso, Vittorio Ricapito,
Mimmo Rodia, Mauro Roussier-Fusco, Dora Spagnulo
Foto:
AIFin, Angelo Ingenito, Antonio Zanata, Archivio BCC Casagiove,
Archivio BCC San Marzano di San Giuseppe, Studio Bonfrate
L’Archivio Storico di Sportello Aperto è scaricabile
gratuitamente in formato PDF sul sito www.bccsanmarzano.it
Stampa
Litografia Ettorre - Grottaglie (Ta)
Sportello Aperto è amico dell’ambiente.
È stampato su carta ecologica
I codici QR sono codici a barre bidimensionale che possono
memorizzare informazioni come URL, indirizzi e-mail o anche
semplicemente un bigliettino da visita.
Utilizziamo questi codici QR poiché all'interno di un solo crittogramma
possono essere memorizzati fino a circa 4000 caratteri alfanumerici,
più che sufficienti, quindi, per contenere tutto l'indirizzo Web di un sito.
I codici QR sono facilmente leggibili da uno Smartphone di ultima
generazione dotato di videocamera.
Sui siti Apple Store e Android Market è possibile scaricare
l'applicazione chiamata "scanner QR code" da installare sul proprio
Smartphone.
Come funziona il QR Code?
Una volta scaricata l'applicazione ed installata sul proprio Smartphone,
va lanciato il programma. Lo schermo dell’apparecchio verrà oscurato
lasciando solo un quadrato, tagliato a metà da una linea rossa.
La linea rossa va centrata a metà del QR Code e si deve attendere fino a
quando i tre led verdi agli angoli del codice, appaiono come in figura.
Presidenza e Direzione Generale
Via Vittorio Emanuele, 190/A - 74020 San Marzano di S.G.
Centralino 099 9577411
Segreteria Generale 099 9577412
Relazioni Esterne 099 9577420
Borsa e Finanza 099 9577428
Fax 099 9575501
San Marzano di San Giuseppe
Via Vittorio Emanuele, 190/A
099 9577441 - 099 3789040 (fax)
Taranto
Via Pupino, 13 (ang. C.so Umberto)
099 4535806 - 099 3789043 (fax)
Taranto 2
Via Umbria, 216 (ang. Via Romagna)
099 374973 - 099 3789044 (fax)
Faggiano
Via V. Emanuele (ang. Via Alfieri)
099 5914229 - 099 3789045 (fax)
Grottaglie
Filiale: Via Messapia (ang. Via Emilia)
099 5637899 - 099 3789041 (fax)
Leporano
Via De Gasperi, 37 (Pal. A)
099 5315002 - 099 3789042 (fax)
Francavilla Fontana
C.so Garibaldi, 77
0831 812855 - 0831 343011 (fax)
Villa Castelli
Via per Ceglie
0831 860195 - 0831 343010 (fax)
Massafra
Via Falcone, 8
099 8854266 - 099 3789047 (fax)
Sava
Via Mazzini, 118
099 9746172 - 099 3789046 (fax)
A questo punto lo Smartphone emetterà un "beep" e comparirà un
messaggio.
Scelta l'opzione desiderata, si potrà:
- Aprire il link con il browser di navigazione;
- Condividere il link via e-mail;
- Condividere il link via SMS.
SIAI spa
www.siaispa.com
TARANTO via Ariosto z. ind.le - tel. 099.4760116 - viale Magna Grecia - tel. 099.7723538
MASSAFRA via Appia km. 634 - tel. 099.8802200 GROTTAGLIE viale Gramsci - tel. 099.5669001
Fly UP