...

convegno sull`ocm ortofrutta – risultati

by user

on
Category: Documents
2

views

Report

Comments

Transcript

convegno sull`ocm ortofrutta – risultati
CONVEGNO SULL’OCM ORTOFRUTTA – RISULTATI
Sono stati spediti 1236 inviti a tutte le aziende agricole che, dai dati UMA,
possedevano almeno 1,00 ha di frutta o almeno 2,00 ha di ortaggi.
Al convegno erano presenti 257 persone, di queste 222 erano titolari e/o soci
delle aziende agricole oggetto di invito (18% degli invitati).
Delle 222 aziende partecipanti il 21% ha sede in uno dei comuni della valdaso
(totale 47 aziende) le altre provenivano dalle provincie di Ascoli Piceno - Fermo e
molte dalla provincia di Macerata, molto numerosa la presenza di aziende della zona
di Cupramarittima e Grottammare.
La superficie delle aziende partecipanti, sempre dai dati UMA, ha dato un
risultato prevedibile, il 73% delle aziende presenti (totale 164) presenta una
superficie a frutta e ortaggi superiore ai 9 ettari, e 41 aziende superano i 50 ettari,
quindi in linea di massima hanno partecipato all’evento le aziende con volumi
importanti di produzione (che era anche il target del convegno).
Passiamo adesso hai risultati del questionario che è stato somministrato:
Hanno riconsegnato il questionario anonimo 151 aziende (68% del totale).
Di seguito illustrerò i risultati dei questionari:
1) da oggi al 2020 pensa che la superficie dedicata al settore ortofrutticolo
all’interno della sua aziende agricola:
6%
43%
sarà in diminuzione
51%
sarà in aumento
stabile
Solo il 6% immagina una riduzione della produzione di frutta e ortaggi, mentre il 51%
prevede un aumento della stessa all’interno della propria azienda; risultato positivo
e incoraggiante.
2) quali sono le problematiche più rilevanti che potrebbero incidere in maniera
negativa allo sviluppo della sua azienda ortofrutticola (scegliere solo una
risposta)
6%
16%
diminuzione redditività aziendale
5%
difficoltà assunzione manodopera
difficoltà a vendere la produzione
73%
ricambio generazionale
Il problema principale è la redditività aziendale.
3) saresti interessato all’utilizzo di un’azienda di servizi con manodopera
specializzata per le operazioni di potatura e/o raccolta della frutta e/o
ortaggi?
43%
57%
SI
NO
La mancanza di manodopera non sembra essere un problema urgente, confermato
anche dalla risposta al quesito n° 1 dove il problema è stato segnalato solamente dal
5% degli intervistati.
4) saresti favorevole all’utilizzo di un’azienda che provveda alla raccolta presso la
tua azienda dei sarmenti di potatura?
32%
SI
NO
68%
Il problema dello smaltimento dei sarmenti non sembra sia un problema cogente,
molte aziende tra le note hanno inserito che se fosse eseguito gratuitamente
sarebbero favorevoli.
5) saresti favorevole all’uso gratuito di una piazzola autorizzata per poter
provvedere alla pulizia dell’atomizzatore dopo il suo uso?
29%
54%
1km
2km
17%
NO
Anche in questo caso viene confermata l’assenza o quasi di sensibilità ambientale,
per cui il 54% ha risposto no anche se avessero il necessario ad un passo da casa,
solo il 17% sarebbero disposti a spostarsi di 2 km dal centro aziendale pur di avere
un ambiente migliore.
6) saresti favorevole all’utilizzo di un’azienda che provveda alla raccolta presso la
sua azienda dei contenitori vuoti dei prodotti fitosanitari?
22%
SI
NO
78%
Qua il risultato è completamente opposto alle domande precedenti; quasi ad
un’unanimità hanno mostrato interesse verso un servizio di questo tipo, il 22% che
ha detto NO, ha poi giustificato la risposta negativa valutando la spesa di 4 euro/kg
come troppo alta, ma sarebbero favorevole con una spesa di 1,5 – 2 €/kg.
Moltissimi hanno inoltre indicato che alcune società private svolgono questo
servizio, ma hanno bisogno di quantità elevate per singola azienda e questo spesso
significa tenere per anni i contenitori in azienda per poterne raccogliere diverse
decine di kg.
Fly UP