...

capitolato trasporto infermi interospedaliero ESATTO

by user

on
Category: Documents
3

views

Report

Comments

Transcript

capitolato trasporto infermi interospedaliero ESATTO
PROCEDURA NEGOZIATA RELATIVA ALL'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI
TRASPORTO INFERMI INTEROSPEDALIERO NON DI EMERGENZA P E R M E S I 6
RINNOVABILE PER ULTERIORI MESI 6.
ALLEGATO n. 2
CAPITOLATO SPECIALE D’ONERI
Trasporti protetti per acuti e post-acuti
NUMERO GARA
56 6 5 8 8 3
CIG 58315077CE
INDICE
ART
ART
.
ART
.
ART
.
ART
.
ART
ART
.
ART
.
ART
.
ART
.ART
.
ART
.
ART
.ART
.
ART
.
ART
.ART
.
ART
.
ART
.ART
.
ART
.
ART
.
ART
.
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
Oggetto dell’appalto: definizione
Durata del contratto e importo presunto
Modalità e disciplina del servizio
Caratteristiche tecniche e qualitative del
servizio e verifica del servizio
Controllo
Obblighi dell’aggiudicatario
Personale
Modifica delle condizioni contrattuali
Variazione soggettive
Cessione dei crediti
Subappalto
Risoluzione del contratto
Foro competente
Assicurazione e obblighi della ditta
aggiudicataria
Penali
Tracciabilità dei flussi finanziari
Modalità di fatturazione e di pagamento
Obbligo di riservatezza e tutela dei dati
Deposito cauzionale definitivo
Tutela della privacy
Spese ed oneri contrattuali
Rinvio alle norme di legge
D.U.V.R.I.
Art. 1 Oggetto dell’appalto: definizione.
Il presente Capitolato disciplina le seguenti attività di trasporto sanitario:
1. Trasporto programmato e protetto di pazienti da strutture dell’Azienda verso altre
strutture sanitarie per acuti, intendendosi per tale il trasporto di pazienti già presi
in carico presso una struttura dell’Azienda per i quali si ritenga necessario un
approfondimento diagnostico non disponibile presso la struttura di trattamento,
ovvero il trasferimento ad altra struttura sanitaria maggiormente idonea a
continuare il trattamento, o per effettuare procedure diagnostiche o il trasporto di
pazienti in regime di assistenza domiciliare, presso le strutture sanitarie di cui sopra.
2. Trasporto programmato e protetto per la continuità dell’assistenza nelle fasi di post-
acuzie, intendendosi per tale il trasporto presso una struttura di ricovero per la
post-acuzie di pazienti che al momento della dimissione da una struttura per acuti,
richiedano un ulteriore fase di trattamento medico utile a stabilizzarne le
condizioni e per i quali si ritenga necessario un trasporto protetto.
3. Trasporto di pazienti detenuti in casa circondariale o agli arresti domiciliari che
debbano essere trasportati in strutture sanitarie
ambulanza, con rientro alla sede di partenza.
o presso aule giudiziarie in
4. Trasporto in regime di dimissioni protette.
L’ Azienda si riserva di apportare variazioni al numero e tipologia dei mezzi nonchè delle
postazioni , previa comunicazione alla Ditta aggiudicataria con preavviso di almeno 30
giorni , a seguito dell'approvazione del nuovo atto aziendale da parte della Regione Lazio
e/ o in base alla ridefinizione della rete ospedaliera della ASL Latina.
Nel caso di riduzione dei mezzi e/o delle postazioni, la ditta aggiudicataria dovrà
accettare tale riduzione senza nulla a pretendere dalla Asl di Latina.
Art. 2 - Durata del contratto e importo presunto.
Il servizio avrà durata d i m e s i s e i ( 6 ) con possibilità di rinnovo, a discrezione
della stazione appaltante, per altri sei (6), alle medesime condizioni economiche e
modalità di esecuzione. La società aggiudicataria è pertanto impegnata, in forza
dell'eventuale opzione di rinnovo, all'esecuzione dei contratti senza che possa
sollevare eccezione alcuna. Nessuna pretesa potrà essere vantata dalla società
aggiudicataria in caso di mancato esercizio dell'opzione di rinnovo.
Nel caso in cui l’Azienda non dovesse avvalersi della facoltà del rinnovo di cui sopra,
la ditta aggiudicataria è tenuta ad accettare una proroga tecnica di mesi sei (6), agli
stessi prezzi, patti e condizioni nelle more dell’indizione della nuova gara d’appalto.
L'importo complessivo semestrale presunto è determinato in €. 1.000.000,00= (IVA
esclusa), di cui €. 28.800 per oneri della sicurezza, non soggetti al ribasso.
Art. 3 - Modalità e disciplina del servizio
Il servizio di trasporto p r o t e t t o dovrà essere assicurato con mezzi e
operatori propri della ditta a g g i u d i c a t r i c e , l a q u a l e p e r t a n t o dovrà
assumersi, qualsiasi tipo di responsabilità derivante dall’espletamento del servizio.
I trasporti saranno richiesti a l l a D i t t a d a l l e D i r e z i o n i M e d i c h e d i P r e s i d i o e
dalle stesse autorizzati, e coordinati a cura dell'Ufficio Trasporti
Interospedalieri della ASL di Latina,
inoltrate a mezzo Fax con
congruo anticipo almeno di 24 ore, utilizzando l'apposito modello in
a l l e g a t o . f a t t e s a l v e l e c o n d i z i o n i d i u r g e n z a d o c u m e n t a t a . I trasporti
potranno avere destinazione locale, provinciale, regionale ed in tutto il territorio nazionale.
La Ditta aggiudicataria dovrà mettere a disposizione per le postazioni Nord, Centro e Sud
(presso gli ospedali di Latina, Terracina, Formia, per il servizio di cui all’art. 1 i seguenti
automezzi e con le modalità indicate di seguito al successivo art. 4:
N. tre (3) ambulanze di tipo A (MSA)
aventi le dotazioni previste come mezzo di soccorso avanzato di cui al Decreto del
Presidente in qualità di Commissario ad Acta della Regione Lazio n. 90/2010,e rispondere
ai requisiti previsti dal Decreto Ministero Trasporti n. 553 del 17 Dicembre 1987, da
assegnare una per ogni postazione, ai Presidi Nord -Centro e Sud ( ospedali di Latina,
Terracina e Formia), operative in h24 , 7 giorni su 7 compresi I festivi.
La Ditta aggiudicataria dovrà mettere a disposizione per le postazioni Nord, Centro e Sud
(presso gli ospedali di Latina, Terracina, Formia, per il servizio di cui all’art. 1 il seguente
personale e con le modalità indicate di seguito ed al successivo art. 4:
•
1 INFERMIERE + 1 AUTISTA +1 MEDICO PRESENTI IN SERVIZIO ATTIVO
OPERATIVI IN H24 SULLE POSTAZIONI NORD E SUD.
•
1 INFERMIERE + 1AUTISTA + 1 MEDICO PRESENTI IN SERVIZIO ATTIVO
OPERATIVI IN H12 (ORE 8 -ORE 20) + 1 INFERMIERE + 1 AUTISTA PRESENTI
IN SERVIZIO ATTIVO OPERATIVI IN H12 (ORE 20 -ORE 8 ) SULLA POSTAZIONE
CENTRO.
Per l’espletamento del servizio, le Direzioni Mediche di Presidio dovranno individuare,
prima dell'inizio dell'attività, e porre a disposizione della ditta idonei spazi per gli
automezzi ed idonei locali di stazionamento per il personale.
La Ditta aggiudicataria dovrà attivare una sede operativa in uno dei Comuni o v e
previste le postazioni Nord, Centro o Sud, con le modalità indicate dalla L.R. 49/89 e
s.m.i. entro 60 gg. dall’aggiudicazione dell’appalto, pena la revoca del contratto.
Art. 4 – Caratteristiche tecniche e qualitative del servizio
La gestione del servizio dovrà prevedere un’organizzazione improntata a garantire più
elevati livelli di performance.
Automezzi
Il servizio dovrà essere espletato con tre ambulanze di tipo A (M S A ) . Tutti i mezzi
forniti, debbono essere nella disponibilità dell’appaltatore al momento dell’ inizio del
servizio, a titolo di proprietà o Leasing.
Le ambulanze di tipologia A devono essere attrezzate secondo la L.R. del Lazio n. 49/89
e s.m.i. e comunque, la stazione appaltante potrà richiedere alla ditta aggiudicataria,
senza nessun aggravio di costo, l’integrazione di attrezzature e apparecchiature
elettromedicali necessarie all’erogazione della migliore assistenza al paziente trasportato.
La ditta dovrà garantire sempre la disponibilità dei mezzi nelle tre postazioni anche in
caso di fermo macchina per manutenzione o per qualsiasi altro motivo, mettendo a
disposizione altri mezzi e comunicando all’ufficio competente il numero di targa. La
sostituzione dovrà avvenire entro 40/60 minuti dalla comunicazione del fermo macchina,
inoltrata all'Ufficio Coordinamento Trasporti ASL Latina.
La descrizione dei mezzi offerti dovrà essere indicata nella relazione tecnica di cui al
disciplinare di gara.
Personale
La Ditta si impegna a fornire il servizio avvalendosi di personale con idonea qualificazione
personale:
Personale con qualifica di autista barelliere in possesso di patente B e certificato di
abilitazione professionale ambulanze (CAP); deve aver svolto corsi BLSD PBLSD e PTC
certificati da non più di 2 anni.
Personale medico in possesso di diploma di laurea, abilitazione all’esercizio della
professione ed iscrizione all’Ordine dei medici, deve aver svolto corsi BLSD PBLSD ALS
certificati da non più di 2 anni.
Personale infermieristico in possesso di Diploma di Laurea deve aver svolto corsi BLSD
PBLSD e PTC certificati da non più di 2 anni.
In caso di impedimento, per qualsiasi motivo da parte degli operatori, la ditta che si
aggiudica l’appalto del servizio, dovrà immediatamente sostituirli con altri, sempre in
possesso dei requisiti richiesti dalle vigenti disposizioni di legge per lo svolgimento del
servizio.
Il personale impiegato dalla ditta aggiudicataria:
• non avrà alcun vincolo di dipendenza gerarchica con il personale della azienda ASL,
• dovrà svolgere il servizio negli orari e modalità previste,
• dovrà indossare la divisa con tesserino di riconoscimento,
• dovrà mantenere il segreto su fatti di cui dovesse venire a conoscenza
durante l’effettuazione del servizio,
• dovrà essere in possesso del certificato medico di idoneità specifica alle mansioni,
• dovrà essere in regola con le vaccinazioni previste dalla normativa vigente
(antitubercolare e antitetanica), sono raccomandate vaccinazione anti epatite A e B
e antinfluenzale,
• dovrà essere sottoposto a sorveglianza sanitaria, ai sensi del D.Lvo n 81/2008,
• dovrà indossare i dispositivi di protezione individuale (DIP) ed essere istruito a farlo
dal datore di lavoro.
La ditta aggiudicataria è corresponsabile in solido con il personale che la medesima
utilizzerà, dei comportamenti del medesimo personale durante lo svolgimento del servizio.
Modalità di svolgimento del servizio
La ditta aggiudicataria dovrà attenersi a tutti i protocolli e direttive , che saranno
consegnati dal responsabile dell'Ufficio coordinamento trasporti interospedalieri, prima
dell'inizio delle attività,
relativamente a:
- modalità di contatto tra l'Ufficio stesso e la ditta aggiudicataria, per la attivazione
e gestione delle ambulanze per le richieste di trasporto;
- trasmissione nominativi e turni del personale in servizio entro il 25 del mese
precedente a quello di effettuazione del servizio;
- predisposizione dei registri di marcia dei trasporti attestanti l’effettivo servizio
prestato, prodotti in triplice copia, di cui una copia dovrà essere consegnata
entro il 1° giorno feriale del mese successivo a qu ello di effettuazione
a l l ' U f f i c i o coordinamento dei trasporti all’interno dell’azienda ed una
allegata alla fattura;
- ritiro dei fogli di trasporto del paziente dalla struttura di prelevamento e
consegna degli stessi alla struttura di afferenza;
- i turni di servizio giornalieri ed in particolare la distribuzione degli stessi
nell’arco della giornata verranno concordati inizialmente con l'Ufficio
coordinamento dei trasporti all’interno dell’azienda, che comunque durante la
durata dell’appalto, potrà richiedere in accordo con la ditta aggiudicataria,
la variazione dei giorni di presenza nelle postazioni. La Ditta aggiudicataria
dovrà
•
farsi carico, intendendosi gli stessi remunerati con il corrispettivo contrattuale, di
tutti gli oneri e rischi relativi alla prestazione del servizio oggetto di gara, nonché
di ogni attività che si rendesse necessaria per l’espletamento dello stesso o,
comunque, opportuna per un corretto e completo adempimento delle obbligazioni
previste,
•
farsi carico delle imposte e tasse, nonché tutti i contributi di assicurazione
sociale ed i premi per le assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro per il
personale alle proprie dipendenze, intendendosi liberata da ogni responsabilità
diretta o indiretta l’amministrazione appaltante, anche per danni a persone e cose,
•
farsi carico delle spese per la pulizia, la disinfezione ordinaria e straordinaria, la
manutenzione degli automezzi e delle apparecchiature elettromedicali ; dovrà
provvedere altresì alle dotazioni farmacologiche e ai presidi presenti sui mezzi come
da normativa vigente.
•
consentire all’amministrazione appaltante di procedere, in ogni momento ed
anche senza preavviso, alla verifica della piena e corretta esecuzione delle
prestazioni oggetto del contratto,
•
comunicare immediatamente alla UOC Acquisti e Gestione del Patrimonio
Mobiliare ogni circostanza che abbia influenza sull’ esecuzione delle prestazioni
oggetto del contratto
•
dotare tutto il personale di vestiario completo con l’identificazione dell’addetto
e la denominazione della ditta aggiudicataria,
•
effettuare le procedure di verifica e controllo sul personale relativamente al rispetto
dell’orario, all’utilizzo delle divise, alle modalità di svolgimento del lavoro e relative
mansioni e trasmettere gli esiti delle stesse alla all'Ufficio coordinamento
trasporti all’interno dell’azienda,
•
istruire i propri operatori relativamente a:
- modalità di svolgimento del lavoro e relative mansioni
- tutte le operazioni inerenti il trasporto
- l’utilizzazione degli automezzi, delle attrezzature , materiali e farmaci
- la pulizia e disinfezione degli automezzi, delle attrezzature e materiali,
o effettuare le procedure mensili di verifica e controllo degli automezzi e trasmettere gli
esiti
delle stesse all'Ufficio coordinamento trasporti all’interno dell’azienda,
o prevedere, obbligatoriamente, nell’ambito del personale impiegato, un referente dal
lunedì alla domenica, dalle h 8 alle h 24, il cui costo sarà considerato nell’importo
offerto; detta figura sarà l’unica ad interfacciarsi con l'Ufficio coordinamento
trasporti all’interno dell’azienda
o predisporre, a sue spese, un sistema di comunicazione ( telefono cellulare su ogni
mezzo) e tra il referente, gli operatori adibiti agli automezzi, l'Ufficio coordinamento
trasporti dell’azienda,
o sarà
responsabile direttamente della sicurezza ed incolumità del proprio
personale, in particolare dovrà dotare tutto il personale dei DPI necessari allo
svolgimento del servizio, dovrà informare il personale sulla prevenzione dei rischi
nello svolgimento del lavoro ai sensi del D.Lvo 81/2008, istruendolo sul corretto
uso degli stessi DPI.
Art. 5 – Controllo e verifica del servizio
Durante l’esecuzione del servizio l’amministrazione provvederà al controllo
dell’espletamento del servizio stesso, per accertare che esso venga compiuto con la
massima diligenza e serietà.
Per le operazioni di controllo relativamente agli automezzi ed al personale,
l’amministrazione si avvarrà dell’organizzazione del competente Ufficio di coordinamento
trasporti, che procederà oltre che alla verifica di quanto trasmesso dalla Ditta
aggiudicataria anche a sopralluoghi periodici effettuati anche senza preavviso.
Art. 6 – Obblighi dell’aggiudicatario.
I servizi oggetto del contratto dovranno essere svolti con esclusiva organizzazione,
responsabilità e rischio dell'operatore economico aggiudicatario, ivi compresa la
responsabilità per gli infortuni del personale addetto, che dovrà essere opportunamente
addestrato ed istruito.
Prima dell’inizio del servizio, la Ditta aggiudicataria è obbligata a portare in visione al
Dirigente dell’Ufficio Coordinamento Trasporti Interospedaliero della Asl di Latina, i mezzi
messi a disposizione per l’espletamento del servizio, oggetto dell’appalto, ai fini della
verifica della loro idoneità e della conformità alle disposizioni vigenti in materia.
I l referente dell'Azienda per l'attività oggetto della presente procedura di gara è il
Dirigente UCTO ( Ufficio Coordinamento Trasporti Ospedalieri ) ASL Latina, che
svolgerà i compiti di Direttore dell'esecuzione del contratto.
L'aggiudicataria è tenuta a nominare e indicare un Responsabile del Servizio, il
quale dovrà rapportarsi, per ogni necessità, con il referente dell'ASL, al fine di garantire il
regolare svolgimento delle attività nella loro continuità e nel rispetto del raggiungimento
degli obiettivi e dagli standard fissati dall’Azienda stessa.
L'ASL Latina, come meglio di seguito specificato nel presente CSA, sarà esonerata dalle
responsabilità civili, amministrative e penali derivanti, per quanto di competenza della
società aggiudicataria, dalla gestione ed esecuzione dei servizi oggetto della presente
procedura di gara e da eventuali danni che gli operatori della società dovessero
arrecare o che, comunque, nell'esecuzione del servizio per cause a questi inerenti,
venissero arrecati a qualunque persona e/o cosa.
In caso di errori ripetuti, ritenuti gravi, nell'esecuzione dell'attività appaltata, con
conseguenze sulla funzionalità ed affidabilità del servizio e sugli utenti, l'aggiudicatario
dovrà porre in essere ogni utile misura atta a risolvere le problematiche, fermo restando
il riconoscimento di eventuali danni prodotti all'Azienda anche rispetto agli obblighi
informativi nei confronti della Regione Lazio, Agenzia di Sanità Pubblica, Ministero delle
Finanze e SOGEI.
Restano fermi i provvedimenti più gravi che l'Azienda si riserva di adottare, come
disciplinati dal presente capitolato.
Gli operatori che verranno preposti all'erogazione del servizio dovranno attenersi alle
seguenti norme di comportamento:
1. mantenere, nel rispetto dei normali canoni di correttezza e buona educazione, un
contegno decoroso ed irreprensibile;
2. osservare il segreto d'ufficio ed il segreto professionale su fatti e circostanze di cui
abbiano avuto notizia durante l'espletamento del servizio o a causa dello stesso,
secondo i dettami della legge sulla privacy che sarà compito dell’aggiudicatario
impartire;
3. garantire la riservatezza dei dati personali sensibili degli utenti;
4. attenersi alle direttive impartite dal per quanto concerne le modalità operative
specifiche del servizio anche attraverso incontri formativi e informativi ritenuti
necessari.
L'Azienda si riserva di chiedere la sostituzione del personale che disattenda le
norme comportamentali suddette o che compia, nonostante eventuali successivi
interventi formativi, errori ripetuti, ritenuti gravi per le conseguenze sulla
funzionalità del servizio e sugli utenti.
In caso di assenza, malattia, ferie, infortunio del lavoratore o per qualsiasi motivo che
comunque comporti l'assenza dell'operatore, la società aggiudicataria dovrà
provvedere a sostituire l'operatore assente senza alcun onere aggiuntivo a carico
dell'Azienda nel rispetto della pianificazione concordata, o concordare con il
Responsabile Coordinamento Trasporti Aziendale soluzioni alternative idonee ad
assicurare comunque il buon andamento del servizio secondo gli standard definiti.
Ciascuna ditta partecipante deve dichiarare che adempirà a tutti gli obblighi verso il
personale autista dipendente, in base alle disposizioni legislative vigenti in materia di
lavoro ed assicurazioni sociali, assumendo a suo carico tutti i relativi oneri e rispettando le
retribuzioni previste dall’ultimo CCNL ( Sanità Privata).
Per quanto non espressamente previsto dal presente CSA, la ditta aggiudicataria è
tenuta al rispetto delle disposizioni di cui alla L. R. Lazio 18 settembre 2007
n. 16 ed in particolare, a quanto disposto dall’ art.7 che al punto 4 testualmente
impone alla impresa aggiudicataria dell’appalto di … “assumere tutti i lavoratori
dipendenti in esso impiegati che abbiano maturato almeno tre mesi di anzianità,
garantendo loro trattamenti normativi e retributivi non inferiori a quelli goduti
presso l’impresa di provenienza …”. La ditta aggiudicataria si impegna inoltre a non
impiegare personale sanitario e non, che si trovi in situazioni di incompatibilità cosi come
dettato dalla vigente normativa contrattuale per la Sanità Pubblica e Privata.
L’amministrazione si riserva la facoltà di effettuare in qualsiasi momento, controlli sulle
incompatibilità a mezzo di funzionari appositamente individuati.
Resta comunque inteso che l’Azienda USL rimane estranea ad ogni rapporto tra
Ditta aggiudicataria e il personale dalla stessa impegnato.
Art. 7 – Personale
L'impresa aggiudicataria è tenuta a osservare tutti gli obblighi, verso i propri
operatori, risultanti dalle disposizioni legislative e regolamentari vigenti, in materia di lavoro
e di assicurazioni sociali, nonché di sicurezza sul lavoro così come stabilito dalla
normativa di settore vigente regionale (in particolare L.R. 16/2007) e nazionale e nella
specie:
a)Rispetto e applicazione delle norme in materia di sicurezza e igiene sui luoghi di lavoro;
b) Impiego di lavoratori a tempo indeterminato in maniera non inferiore al
75%dell’organico dei dipendenti complessivamente utilizzato;
c) Riassorbimento di tutti i lavoratori già impiegati nel precedente appalto, sempre che
abbiano maturato almeno tre mesi di anzianità, garantita altresì da trattamenti normativi e
retributivi non inferiori a quelli goduti presso l’impresa di provenienza;
In caso di nuovo personale da impiegare, lo stesso dovrà essere preventivamente
addestrato e possedere adeguate conoscenze professionali, tecniche e umane/relazionali.
In nessun caso può configurarsi sorgere dal presente contratto un rapporto di
lavoro a tempo indeterminato, né determinato con la AUSL di Latina, essendo lo
stesso esclusivamente disciplinato dalle disposizioni in materia di appalto di servizi.
L'impresa aggiudicataria è obbligata ad attuare, nei confronti dei propri operatori
occupati nelle prestazioni oggetto dei contratto, condizioni normative e retributive non
inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro applicabili, alla data del
contratto, alla categoria ed alla località in cui si svolgono le prestazioni, nonché le
condizioni risultanti da successive modifiche ed integrazioni ed, in genere, da ogni altro
contratto collettivo, successivamente stipulato per la categoria ed applicabile nella
località.
L'obbligo permane anche dopo la scadenza dei su indicati contratti collettivi e fino
alla loro sostituzione.
L'Azienda ASL Latina è esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni o
altro che dovesse accadere al personale di cui si avvarrà la società nell'esecuzione del
contratto.
L'attività prestata dalla società aggiudicataria, al fine di evitare l'interruzione del
servizio pubblico essenziale erogato dall’Azienda, non potrà essere sospesa.
Nel caso di scioperi o ferie, la società non potrà, pertanto, sospendere l'attività
prestata ma eventualmente ridurla, garantendo comunque il livello minimo di servizio, che
sarà concordato con l'Azienda stessa.
In caso di sciopero la società dovrà comunicare per iscritto all'Azienda la data di
inizio dello sciopero almeno 5 giorni prima dello stesso.
Art. 8 - Modifica delle condizioni contrattuali.
L’ Azienda si riserva, nel corso del contratto, di apportare, in accordo con la società
aggiudicataria, modifiche e integrazioni alle condizioni indicate nel presente Capitolato
Speciale di Appalto relativamente alle modalità di espletamento del servizio in
conseguenza di sopravvenuti e imprevedibili cambiamenti strutturali e organizzativi,
anche derivanti da disposizioni emanate dalla Regione. L’ Azienda si riserva di apportare
variazioni al numero e tipologia dei mezzi nonchè delle postazioni , previa comunicazione
alla Ditta aggiudicataria con preavviso di almeno 30 giorni , a seguito dell'approvazione
del nuovo atto aziendale da parte della Regione Lazio e/ o in base alla ridefinizione della
rete ospedaliera della ASL Latina.
Nel caso di riduzione dei mezzi e/o delle postazioni, la ditta aggiudicataria dovrà
accettare tale riduzione senza nulla a pretendere dalla Asl di Latina.
Art.9 - Variazioni soggettive.
E' vietato a pena di nullità assoluta della cessione e di revoca dell’intervenuta
aggiudicazione, di cedere, a qualunque titolo, il contratto derivante dall’aggiudicazione
medesima del presente appalto, senza il previo consenso espresso da parte
dell’Azienda USL Latina, da rilasciarsi previa verifica del possesso dei requisiti
soggettivi ed oggettivi in capo alla società subentrante, e comunque nei limiti delle
previsioni di cui all'art. 116 del D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i..
In caso di violazione del disposto di cui al comma precedente, la stazione
appaltante si riserva la facoltà, ai sensi dell'art. 1456 C.C., di risolvere di diritto il
contratto e di incamerare il deposito cauzionale definitivo, fatto salvo il diritto di agire per
il risarcimento di ogni conseguente danno subito.
Art. 10 - Cessione dei crediti
Non è consentita la cessione dei crediti se non espressamente autorizzata dall’Azienda
USL Latina.
Art.11 - Subappalto
Non è prevista nessuna forma anche parziale di subappalto
Art. 12 - Risoluzione del contratto
In caso di inadempimento recidivo o di grave inadempienza che si
ripercuota sulla regolarità del servizio, l'Azienda USL, si riserva la facoltà di chiedere la
risoluzione del contratto, ai sensi e per gli effetti dell'art. 1456 C.C. (clausola risolutiva
espressa).
Detta risoluzione avverrà mediante raccomandata con avviso di ricevimento.
La risoluzione del contratto, secondo le modalità sopradescritte, potrà avvenire
per i seguenti motivi, enunciati a titolo esemplificativo e non esaustivo:la mancata
assunzione di tutti i lavoratori già impiegati nel precedente appalto, che abbiano
maturato almeno tre mesi di anzianità, garantita altresì da trattamenti normativi e
retributivi non inferiori a quelli goduti presso l’impresa di provenienza (L.R. 16/2007);
a) grave e continuata violazione degli obblighi contrattuali e delle prescrizioni del
presente capitolato non eliminati a seguito di diffida formale;
b) sospensione, abbandono o mancata effettuazione da parte della società del
servizio, contestata regolarmente;
d)sopravvenuta incapacità giuridica dell' Appaltatore;
e)esecuzione, ai sensi dell'art. 3 della L. n. 136/2010 e s.m.i., delle transazioni
relative al presente appalto eseguite senza l'utilizzo del bonifico bancario o
postale ovvero degli altri strumenti idonei a consentire la piena tracciabilità delle
operazioni;
f)casi esplicitamente previsti dal presente capitolato;
g)ogni altra inadempienza o fatto, anche singolo di non scarsa rilevanza e tale da
incidere sull'affidamento contrattuale.
L'Azienda USL di Latina si riserva, inoltre, la facoltà di risolvere il contratto q u a l o r a
intervenisse una aggiudicazione da parte della Centrale Acquisti della Regione Lazio
per l'affidamento di servizio analogo a condizioni più vantaggiose.
Al verificarsi di tale ipotesi, l'aggiudicatario potrà proporre alla Stazione Appaltante di
adeguare le condizioni economiche del contratto a quelle più vantaggiose. In caso di
risoluzione del contratto,
l'Azienda USL si riserva, in ogni caso, di indire una nuova procedura o di rivolgersi alla
società che segue in graduatoria, risultata seconda migliore offerente nella gara in
oggetto, addebitando in entrambi i casi le eventuali spese sostenute in più rispetto a
quelle previste dal contratto risolto.
L'esecuzione in danno non esimerà la società inadempiente da ogni responsabilità in cui
la stessa possa incorrere a norma di legge per i fatti che hanno motivato la risoluzione.
La risoluzione del contratto comporta I'incameramento del deposito cauzionale definitivo a
titolo di penale e di indennizzo dovuti alla Stazione Appaltante, salvo il risarcimento di
eventuali maggiori danni. Allo scopo questa Azienda potrà anche rivalersi su eventuali
esposizioni creditorie della società nei propri confronti.
I danni e le spese conseguenti a detta risoluzione saranno a carico della società fornitrice.
Art. 13 - Foro competente
Per ogni controversia che dovesse insorgere in ordine alla validità, interpretazione,
esecuzione e risoluzione del contratto è competente, in via esclusiva, il Foro di Latina.
Art. 14 Assicurazione e obblighi della ditta aggiudicataria
La società aggiudicataria sarà direttamente responsabile dell'inosservanza delle clausole
contrattuali.
L'Azienda USL è esonerata da ogni responsabilità per danni, infortuni o altro, che dovessero
accadere al personale della società aggiudicataria nella esecuzione del contratto,
convenendosi a tale riguardo che qualsiasi eventuale onere è già compensato e
compreso nel corrispettivo del contratto stesso.
La società aggiudicataria risponde pienamente per danni a persone e cose che
possano derivare dall'espletamento delle prestazioni contrattuali ed imputabili ad essa o ai
suoi dipendenti e dei quali sia chiamata a rispondere l'Azienda USL, che fin d'ora si
intende sollevata e indenne a ogni pretesa o molestia.
La società si impegna di conseguenza a provvedere al risarcimento dei danni e ad
esonerare l'Azienda da ogni responsabilità al riguardo.
La società aggiudicataria dovrà stipulare le seguenti polizze:
1)
Polizza di Responsabilità civile verso terzi, personale dipendente e a rapporto
libero professionale a garanzia degli eventuali danni cagionati a terzi nello svolgimento
dell'attività oggetto dell'appalto.
Detta polizza dovrà prevedere i seguenti specifici termini:
Massimale Sezione RCT Euro 2.000.000,00 per sinistro con il limite di:
- Euro 2.000.000,00 per danni a persone
- Euro 2.000.000,00 per danni a cose
Massimale Sezione RCO Euro 2.000.000 per sinistro con il limite di
- Euro 500.000 per dipendente infortunato
Durata: pari a quella dell'appalto con frazionamento del premio annuale/semestrale.
La polizza dovrà prevedere, tra le altre, le seguenti clausole:
Novero dei terzi: è considerata nel "novero dei terzi” l'Azienda USL Latina, verso la
quale la Società, in caso di sinistro, non potrà eccepire riserve o eccezioni con riguardo
agli Artt. 1892 e 1893 CC fatti salvi i conseguenti diritti di rivalsa della Società.
Trasmissione di denuncia di sinistro.
Qualora l'Azienda Sanitaria fosse chiamata a rispondere per evento dannoso
ascrivibile per legge all'Assicurato è data alla stessa la facoltà di trasmettere direttamente
la denuncia di sinistro alla Società.
2)
Polizza RC Professionale volta a garantire l’Aggiudicatario di quanto sia tenuto a
pagare, quale civilmente responsabile, per perdite patrimoniali involontariamente
cagionate a terzi, incluso il committente dell'attività, in conseguenza di un Atto Illecito
Professionale commesso nell'esercizio dell’Attività indicata nella descrizione del rischio
assicurato.
Massimale Euro 2.000.000 per sinistro e per anno
Durata: pari a quella dell'appalto con frazionamento del premio annuale/semestrale.
I massimali in polizza dovranno essere aggiornati a cura dell'operatore
economico aggiudicatario, qualora intervenissero fattori che possano modificare i relativi
valori assicurativi.
Copia delle suddette polizze dovrà essere depositata presso l'Azienda, prima
dell'avvio del servizio.
Con riguardo alle coperture assicurative di cui sopra l'aggiudicatario si impegna:
Α. A dare immediato avviso scritto all'Azienda USL, con raccomandata AR, di ogni
modifica contrattuale in senso peggiorativo rispetto ai contratti presentati in sede di
aggiudicazione, nonché comunicazione della naturale scadenza o eventuale disdetta della
polizza.
Β. A consegnare il documento comprovante l'avvenuto pagamento dei premi di
rinnovo secondo le scadenze previste dalla polizza stessa.
Qualora, al verificarsi di cause di forza maggiore, la società si trovasse nelle
condizioni di non poter assolvere pienamente ai propri obblighi, dovrà comunicarlo
tempestivamente alla stazione appaltante. L'Azienda si riserva, in tali ipotesi, l'applicazione
delle penali, di cui al presente atto e, nei casi più gravi, la risoluzione del contratto, fermo
restando il risarcimento dell'eventuale maggior danno.
Art. 15 - Penali.
Il procedimento amministrativo preordinato alla verifica delle inadempienze e alla
irrogazione delle penali è regolato dal combinato disposto delle norme di cui agli artt.
136 del d.lgs.163/2006 e 145 e 146 del Nuovo Regolamento di Attuazione del Codice
degli Appalti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture.
In caso di inadempimento delle obbligazioni contrattuali derivanti dall’aggiudicazione del
presente appalto, il Direttore dell’esecuzione del contratto Responsabile Coordinamento
Trasporti Aziendale procede preliminarmente alla contestazione degli addebiti alla ditta
appaltatrice nelle forme di rito, assegnandole un termine non inferiore a giorni 10
(dieci) per la formalizzazione di eventuali controdeduzioni e all’esito della verifica sui
predetti chiarimenti applica la penale nella misura prevista dall’art. 145 del succitato
Nuovo Regolamento di Attuazione.
Nei casi di grave inadempimento o di reiterato inadempimento da parte della ditta
aggiudicataria, il Direttore dell’esecuzione del contratto avvia il procedimento risultante
dall’applicazione del combinato disposto degli artt.136 d.lgs. 163/2006 e s.m.i. e 146
del Nuovo Regolamento di Attuazione del Codice dei Contratti Pubblici.
Art. 16- Tracciabilità dei flussi finanziari
Ai sensi dell'art. 3 della Legge n. 136 del 07/09/2010 e s.m.i., a pena di nullità
assoluta del contratto stipulato, l'operatore economico aggiudicatario è tenuto al rispetto
degli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari.
L'aggiudicatario dovrà rendere, nelle forme richieste dalla stazione appaltante
successivamente all’aggiudicazione definitiva, gli estremi identificativi dei conti correnti
"dedicati" alla presente commessa pubblica, nonché le generalità e il codice fiscale dei
soggetti autorizzati ad operare sui predetti conti.
Eventuali modifiche ai dati comunicati come innanzi, nel corso del rapporto contrattuale,
dovranno essere comunicate entro 7 giorni.
L'aggiudicatario è tenuto altresì a riportare il codice CIG, assegnato alla presente
commessa, in tutte le comunicazioni e operazioni relative alla gestione contrattuale, e in
particolare nel testo dei documenti di trasporto e delle fatture.
L’aggiudicatario si impegna ad indicare sulla fattura il n. CIG. In assenza di tale
indicazione questa azienda è espressamente esonerata da qualsiasi responsabilità
per l’eventuale mancato adempimento degli obblighi previsti dalla normativa stessa e
per le relative sanzioni che, conseguentemente, saranno dall’Azienda addebitate
totalmente alla Ditta appaltatrice. Ove la ditta non fosse a conoscenza del CIG è
tenuta a chiederlo al seguente indirizzo: [email protected]
L'aggiudicatario dovrà verificare che nei contratti sottoscritti con i subappaltatori e i
subcontraenti della filiera delle imprese a qualsiasi titolo interessate al servizio in oggetto,
sia inserita, a pena di nullità assoluta, un'apposita clausola con la quale ciascuno di essi
assume gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari di cui alla legge sopra richiamata.
Art. 17 - Modalità di fatturazione e di pagamento
La fattura dovrà essere emessa su base mensile posticipata.
Esse saranno sottoposte obbligatoriamente al controllo dell’Ufficio preposto UCTO e
dovranno essere inviate all’Area Dipartimentale Economico - Finanziaria di questa
Azienda Sanitaria, accompagnate, di volta in volta, da una dichiarazione attestante la
perfetta esecuzione del servizio da parte del dirigente dell’ufficio UCTO.
Le fatture non accompagnate dai documenti richiesti si intenderanno come non pervenute.
In caso di adesione del fornitore alle previsioni di cui alla DGR 524/2012 e successivi accordi
attuativi, i termini di pagamento ed i tassi di interesse saranno quelli dalle stesse disposizioni
disciplinate. I mancati pagamenti e/o gli eventuali ritardi nei pagamenti non legittimano
assolutamente la ditta aggiudicataria a sospendere la fornitura de qua.
Per i fornitori non aderenti agli accordi tra questa ASL ed i fornitori del SSR del Lazio
(accordi supportarti ex DGR 524/2012 e s.m.i.) il pagamento dei corrispettivi, dedotte le
eventuali penalità in cui la ditta aggiudicataria sarà incorsa, verrà effettuato da questa AUSL
LT entro 60 giorni (D.Lgs 231/2002) decorrenti dalla fine del mese di ricevimento fattura,
previo accertamento della perfetta esecuzione della prestazione dedotta in contratto. Il
predetto termine di pagamento sarà interrotto per tutto il periodo intercorrente di
accettazione dalla data di invio della contestazione fino al 15° giorno successivo al
ricevimento della risposta del fornitore di accettazione della contestazione o di chiarimento
ritenuto valido. A seguito di eventuali ritardi nel pagamento che potrebbero intervenire oltre i
60 giorni dalla fine del mese di ricevimento della fattura, sarà riconosciuto il tasso di
interesse previsto dal citato D.Lgs.231/2002.
Art. 18 - Obbligo di riservatezza e tutela dei dati.
Le notizie ed i dati relativi all'Azienda USL di Latina, comunque venuti a
conoscenza dell'Appaltatore o di chiunque collabori alle sue attività in relazione alla
esecuzione del presente appalto, e le informazioni che transitano attraverso le
apparecchiature di elaborazione dei dati e posta elettronica, non dovranno, in alcun modo
ed in qualsiasi forma, essere comunicate, divulgate o lasciate a disposizione di terzi e non
potranno essere utilizzate, da parte dello stesso Appaltatore o di chiunque collabori alle
sue attività, per fini diversi da quelli previsti dal presente capitolato, salvo esplicita
autorizzazione della stessa Aziende USL Latina.
L'Appaltatore, in relazione a quanto oggetto di prestazione ed alle informazioni e
documenti dei quali sia venuto in possesso, a qualsiasi titolo, nell'esecuzione delle
prestazioni oggetto del presente appalto, si impegna, fatto salvo in ogni caso il diritto al
risarcimento dei danni subiti dalle Aziende USL, ciascuna per il contratto di propria
competenza, a:
• garantire, adottando le opportune misure, la massima riservatezza sulle informazioni;
• non divulgare, anche successivamente alla scadenza del contratto, notizie relative
all'attività svolta dall'Azienda USL;
• non eseguire e non permettere che altri eseguano copia, estratti, note od
elaborazioni di qualsiasi atto o documento;
• garantire il rispetto di quanto previsto dalle norme per la tutela dei dati personali di cui
• al D.Lgs. 196/03, con particolare riguardo alle norme sull'eventuale comunicazione
a terzi dei dati detenuti nelle banche dati, ai sensi di quanto previsto dall'art.
20 della Legge medesima;
• attuare nell'ambito della propria struttura, sotto la propria responsabilità, ai sensi del
D.Lgs. 196/03, tutte quelle norme di sicurezza e di controllo atte ad evitare il rischio
di alterazione, distruzione o perdita, anche parziale, nonché d'accesso non
autorizzato, o di trattamento non consentito, o non conforme alla finalità del
servizio, dei dati e della comunicazione.
Per ciascun contratto stipulato, il titolare del trattamento è l’Azienda USL Latina;
la società aggiudicataria assume la qualifica di Responsabile esterno del
trattamento.
Art. 19 - Deposito cauzionale definitivo.
A garanzia dell'esatto adempimento del servizio, ai sensi dell'art. 113 del
D.Lgs. n. l63/2006 e s.m.i., l'aggiudicataria dovrà provvedere, relativamente alla stipula
del contratto, e proporzionalmente all'ammontare dello stesso, alla costituzione di un
deposito cauzionale definitivo pari al 5% dell'importo contrattuale del servizio, al netto di
IVA, arrotondato al centinaio di euro superiore, a garanzia dell'esatto adempimento
degli obblighi contrattuali ed in uno dei modi previsti per la cauzione provvisoria.
La mancata costituzione della garanzia determina la revoca dell'affidamento e
l'acquisizione della cauzione provvisoria da parte dell'Azienda USL, che aggiudica
l'appalto al concorrente che segue nella graduatoria.
La garanzia copre gli oneri per il mancato o inesatto adempimento e cessa di avere
effetto solo a seguito del riscontro di regolare esecuzione.
Art. 20 - Tutela della privacy
La documentazione presentata, per la partecipazione alla procedura di gara e
per l'espletamento dell'appalto, sarà utilizzata esclusivamente per la gestione del
presente appalto e trattata da organi e uffici interni preposti alla gestione e controllo degli
atti ed in tutti gli altri casi previsti dalla legge.
Art. 21 - Spese e oneri contrattuali
La presente procedura verrà aggiudicata dalla ASL di Latina a lotto unico e
indivisibile e darà luogo a un unico contratto d'appalto, per il quale saranno a carico della
società aggiudicataria tutte le eventuali spese inerenti la stipulazione e la registrazione del
contratto, nonché l'onere della predisposizione di tutte le copie in bollo del contratto
stesso e dei documenti che ne fanno parte integrante, nel numero necessario e secondo
l'occorrenza dell'Azienda USL di Latina.
Art. 22 - Rinvio alle norme di legge
Per quanto non espressamente contemplato nel presente Capitolato e nel
Disciplinare di Gara, si fa espresso richiamo alle normativa vigente in materia, con
particolare riferimento al Codice Civile e al D.Lgs n. 163/2006 e s.m.i. e al Nuovo
Regolamento di Attuazione del Codice dei Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture.
Art. 23 - D.U.V.R.I.
Ai sensi e per gli effetti dell’art. 26. comma 3 del D.Lgs. 81/08,
modificato ed integrato dal D.Lgs. 106/09, è stato elaborato un D.U.V.R.I. (unico
documento di valutazione dei rischi) che indica le misure da adottare per eliminare o, ove
ciò non sia possibile ridurre al minimo i rischi da interferenze. Tale documento sarà
allegato al contratto di appalto stipulato e sarà adeguato durante l’espletamento
dell’appalto.
Si applicheranno altresì le norme di cui ai commi 1 e 2 dell’art. 26 del D.Lgs. 81/08 s.m.i.
L’importo dei costi della sicurezza, stimati nel D.U.V.R.I., è pari a €. 28.800=
L'impresa dichiara di aver esaminato tutte le clausole contenute nel presente Capitolato Speciale
d'Appalto e di averne compreso la portata e gli effetti.
DATA_
PER ACCETTAZIONE: IL LEGALE RAPPRESENTANTE
(indicare generalità, qualifica e firma)
Dichiara altresì di accettare espressamente tutte le clausole contenute nei seguenti articoli:
1.2.3.4.5.6.7.8.9.10.11.12.13.14.15.16.17.18.19.20.21.22 e 23.
PER ACCETTAZIONE: IL LEGALE RAPPRESENTANTE
(indicare generalità, qualifica e firma)
Fly UP