...

Manuale incidente maggiore

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

Manuale incidente maggiore
Gesundheitsamt Graubünden
Uffizi da sanadad dal Grischun
Ufficio dell’igiene pubblica dei Grigioni
7001 Coira, Planaterrastrasse 16, Telefono 081 257 26 44, Telefax 081 257 21 74, www.gesundheitsamt.gr.ch
MANUALE
INCIDENTE MAGGIORE
PER IL
CANTONE DEI GRIGIONI
CONDOTTA DEL SERVIZIO SANITARIO IN CASO DI
SITUAZIONI PARTICOLARI E STRAORDINARIE
COIRA, 28 GIUGNO 2008
1° AGGIORNAMENTO DEL 28 AGOSTO 2012
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
1/1
Haupt_Registerverzeichnis_it.doc
08.05.2008
Indice
1.
BASI
2.
ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO SANITARIO IN CASO DI INCIDENTI CON UN
GRAN NUMERO DI FERITI, NONCHÉ IN CASO DI SITUAZIONI PARTICOLARI E
STRAORDINARIE
3.
CONCETTO D'INTERVENTO CAPO INTERVENTO SANITARIO E MEDICO
D'URGENZA RESPONSABILE
4.
ORGANIGRAMMA SITUAZIONE PARTICOLARE E STRAORDINARIA
(ORGANIZZAZIONE NELL'INTERVENTO)
5.
DESCRIZIONI DELLA FUNZIONI
6.
LISTE DI CONTROLLO
7.
DOCUMENTAZIONE DI LAVORO
8.
POSTO MEDICO AVANZATO (RSA, RSMA E PC SANITÀ FRONTE)
9.
ABBIGLIAMENTO
10.
FORMAZIONE
11.
PIANIFICAZIONI PREVENTIVE DEGLI INTERVENTI IN SVIZZERA
12.
PIANIFICAZIONI PREVENTIVE DEGLI INTERVENTI NEL CANTONE DEI GRIGIONI
13.
PIANIFICAZIONI PREVENTIVE DEGLI INTERVENTI NELLA PROPRIA REGIONE
OSPEDALIERA
14.
GARANZIA DELLA QUALITÀ DEL MANUALE
15.
CONCETTI E ABBREVIAZIONI
16.
BIBLIOGRAFIA
17.
DESTINATARI
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
1.
BASI
1.1
Situazione iniziale
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
01 Basi
1/1
01 Grundlagen_it
28.08.2012
Nella seduta del 20 agosto 2004, la Commissione cantonale di salvataggio ha istituito un gruppo di
lavoro incaricato di elaborare le strutture di condotta sanitarie sul luogo di un incidente maggiore;
in particolare un diagramma delle funzioni e la descrizione del mansionario del MEUR e del C int
san, le liste di controllo per le diverse funzioni, ecc., raccolti in un manuale apposito da elaborare
tenendo conto delle risorse già esistenti nel settore sanitario.
Le seguenti persone sono state nominate nel gruppo di lavoro:

Bruno Casutt, sostituto capo istruttore, Ufficio del militare e della protezione civile

Beat Hugentobler, capo servizio di rettung chur

Dr. med. Gregor Niedermaier, direttore sanitario del servizio ambulanza di Davos

Sabine Weiss, capo settore salvataggio, Ufficio dell'igiene pubblica
Il presente manuale è stato elaborato dai membri di questo gruppo di lavoro.
1.2
Obiettivo
L'obiettivo del presente manuale consiste nel definire l'organizzazione e la condotta del servizio
sanitario in caso di incidente maggiore nel Cantone dei Grigioni e di definire e delimitare in modo
chiaro le competenze di tutte le forze d'intervento. Si parla di incidente maggiore quando i singoli
servizi che operano a livello regionale devono venire sostenuti dall'esterno e si rende necessaria la
cooperazione tra diversi partner. L'attenzione non è rivolta a ipotetiche guerre e ad attacchi terroristici su vasta scala, bensì al crescente numero di incidenti che vede coinvolte più di dieci persone.
Durante l'elaborazione di questo manuale si è tenuto conto delle direttive nazionali dell'Interassociazione di salvataggio (in particolare le Direttive concernenti l'organizzazione dei servizi sanitari in
caso di incidente maggiore o di catastrofe, del 2 novembre 2006 e le Direttive per il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) nel salvataggio, del 22 giugno 2001).
Per una migliore leggibilità, per la designazione di funzioni e professioni viene utilizzata la forma
maschile. I rispettivi termini femminili valgono per analogia.
1.3
Aggiornamento
Nel corso degli ultimi quattro anni sono stati effettuati vari adeguamenti e aggiornamenti sulla base
di evidenze scaturite dalle esercitazioni e dalle formazioni cantonali. Queste modifiche sono ora
considerate nel presente manuale.
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
2.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
02 Organizzazione
1/10
02 Org_San_Grossereignis_it
28.08.2012
ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO SANITARIO IN CASO DI INCIDENTI
CON UN GRAN NUMERO DI FERITI, NONCHÉ IN CASO DI SITUAZIONI
PARTICOLARI E STRAORDINARIE
2.1
Organizzazione dello spazio
2.1.1 Organizzazione nell'area del sinistro
La struttura organizzativa nell'area del sinistro viene allestita dalla polizia o dai pompieri all'inizio
dell'intervento e circoscritta con sbarramenti:

sbarramento esterno (gestione del traffico)

sbarramento interno con pochi accessi e severi controlli

sbarramento di sicurezza qualora, ad esempio in caso di incidenti chimici o nucleari, una
parte della zona sinistrata sia accessibile anche ai soccorritori solo con equipaggiamento di protezione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
02 Organizzazione
2/10
02 Org_San_Grossereignis_it
28.08.2012
All'interno dello sbarramento interno si trovano:

posto di comando (PC) fronte del capo intervento (pompieri, polizia, servizi sanitari, ...)

posto medico avanzato (PMA)

depositi di materiale dei pompieri e dei servizi tecnici comunali
Il posto collettore si trova al margine dello sbarramento interno e serve ad accogliere tutti coloro
che manifestamente sono illesi. Nel posto collettore, la direzione dell'intervento assicura:

assistenza medica minima

registrazione delle persone

informazione, avviso dei familiari

raccolta di informazioni sull'accaduto e configurazione della zona sinistrata

cibo, indumenti
Tra lo sbarramento interno e quello esterno si trovano il punto di ritrovo (posto collettore del personale) e il servizio stampa (Info fronte).
2.1.2 Organizzazione del dispositivo sanitario (aree d'azione)
In caso di eventi maggiori o di catastrofi, il dispositivo sanitario include tutta l'area tra la zona del
sinistro e gli ospedali dove i pazienti vengono ricoverati. Si distinguono tre aree d'azione e cinque
fasi concettuali (1-5):

La zona del sinistro (con pre-triage, 1), la piccola noria (2) e il posto medico avanzato (3)

La zona di trasporto (grande noria, 4) per il trasporto terrestre e aereo verso gli ospedali

La zona di ospedalizzazione (5)
Pre-triage 1
Picc. noria 2
Posto med. av. 3
Grande noria 4
Trattamento
d'urgenza
(TI)
Pretriage
Piccola noria
Triage
Trasporto
(TIIa/TIIb)
H
Grande noria
spec
H
H
Attesa (TIII/TIV)
Zona del sinistro
Ospedale 5
Zona di trasporto
CES 144
Zona di
ospedalizzazione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Basi
3/10
02 Org_San_Grossereignis_it
28.08.2012
Gli ospedali dispongono di un'organizzazione di allarme e in caso di catastrofe che ha i seguenti
obiettivi:

aumentare rapidamente la capacità di accoglienza e di trattamento

garantire il triage e l'amministrazione dei pazienti (anche per la polizia)

assicurare gli accessi al pronto soccorso

garantire la comunicazione interna ed esterna

sostenere se necessario l'area sinistrata con consulenza medica e materiale
Indicazioni

A seconda dell'infrastruttura ancora disponibile, risp. distrutta (ponti, gallerie, ecc.), la
situazione può risultare compromessa anche nella zona di trasporto.
2.1.3 Il posto medico avanzato nell'area sinistrata
Pre-triage
Piccola noria
Zona di triage
Posto/-i di triage
Area di terapia
Attesa
(TIII/ TIV)
Trattamento
d'urgenza
(TI)
Trasporto
(TIIa)
(TIIb)
Posto di carico
Grande noria
Zona di trasporto
Grande noria
Grande noria
Zona di ospedalizzazione
Posto
collettore per
persone illese
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
02 Organizzazione
4/10
02 Org_San_Grossereignis_it
28.08.2012
Durante la fase di soccorso, il posto medico avanzato (PMA) costituisce il cuore dell'area sinistrata.
Esso viene allestito il più rapidamente possibile in prossimità dei punti in cui si trovano i feriti (brevi
distanze della piccola noria / principio trasporto da parte dei pompieri) e accoglie tutti i pazienti. Un
posto medico avanzato viene allestito soltanto se le circostanze e la gravità dell'incidente lo richiedono. La decisione viene presa dal capo intervento sanitario insieme al capo intervento generale
avanzato. Essi stabiliscono insieme l'ubicazione e le dimensioni del posto medico avanzato.
Il posto medico avanzato viene allestito mediante il materiale specifico a disposizione (tende, container) o in locali accessibili adatti nella zona sinistrata. In determinate circostanze è tuttavia sensato allestire un posto medico avanzato virtuale. Questo significa che sono presenti solo le sue
funzioni, ma non i relativi spazi. Ciò può essere utile quando il triage e l'assistenza avvengono
direttamente nell'area sinistrata (p.es. pazienti rimasti intrappolati o che non possono essere trasportati) e vi sono sempre a disposizione mezzi di trasporto sufficienti, di modo che si deve unicamente procedere all'amministrazione dei pazienti prima del trasferimento.
Un incidente all'interno di una galleria viene sempre affrontato da entrambi i portali. I servizi di coordinamento (CES 144 e CCEI) mobilitano le forze di intervento di tutti i partner a entrambi i portali.
2.1.4 Compiti dei posti medici avanzati

Triage = determinare la gravità delle ferite, nonché l'urgenza e il tipo di trattamento e
trasporto

Intraprendere provvedimenti medici per garantire l'equilibrio vitale e per alleviare il
dolore

Rendere i pazienti idonei al trasporto

Trasporto organizzato dei pazienti (dopo triage per trasporto)

Smistamento mirato dei pazienti tra ospedali idonei con capacità di accoglimento.
Gli ospedali mirano a poter lavorare con criteri di medicina individuale il più a lungo possibile. Vanno evitati trasporti secondari.
2.1.5 Struttura dei posti medici avanzati
Nei posti medici avanzati si trovano i seguenti punti:

Zona di triage
Valutazione dei pazienti e decisione sui provvedimenti
da adottare

Area di trattamento e attesa
Trattamento dei feriti gravi e interventi
(TI / TIII / TIV)
Trattamento e assistenza a feriti leggeri
"deve attendere"; ossia la situazione attuale non permette di fornire a questo paziente un'assistenza conforme agli standard della medicina individuale (decisione TIV del MEUR)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Zona di carico per il trasporto
d'urgenza
(TIIa/TIIb)
Manuale cond serv san
Basi
5/10
02 Org_San_Grossereignis_it
28.08.2012
Presa in consegna dei pazienti dalla zona di trattamento
dalla zona di attesa o di triage per
il passaggio all'area di trasporto
Punto cardine tra PMA e area di ospedalizzazione e
caricamento dei pazienti nel mezzo di trasporto
Per i posti medici avanzati, i locali in edifici vicini vanno preferiti alle tende (migliore protezione dalle
intemperie e infrastruttura più confortevole). Per l'allestimento all'aperto è a disposizione il materiale
per il posto medico avanzato caricato nei rimorchi (rimorchio sanitario, RSA / rimorchio tecnico,
RSMA). I soccorritori delle sezioni sanitarie di pronto intervento (ev. con il sostegno dei soccorritori
diplomati dei servizi ambulanza) allestiscono il posto medico avanzato con le diverse zone secondo
le istruzioni del capo PMA e distribuiscono il materiale medico secondo il piano.
2.2
Funzioni delle singole postazioni e percorsi dei pazienti prima, nel
e dopo il PMA
2.2.1 Categorie di triage

I
trattamento d'urgenza immediato sul luogo

IIa
trasporto immediato, 1a priorità (per trattamento definitivo)

IIb
trasporto con 2a priorità (trattamento definitivo appena possibile)

III
"può attendere" (ev. necessaria addirittura solo presa a carico semplice sul luogo
dell'evento)

IV
"deve attendere" (la situazione attuale non permette di fornire a questo paziente
un'assistenza conforme agli standard della medicina individuale)
2.2.2 Pre-triage
Se necessario e se la sicurezza lo permette (il permesso viene fornito dal capo intervento generale), le équipe sanitarie mobili (MU, SD) stabiliscono sul luogo del sinistro la priorità di salvataggio
(pre-triage / urgent) e iniziano il trattamento d'urgenza (p.es. a persone rimaste intrappolate).
In caso di incidenti maggiori o di catastrofi, prima del sopraggiungere dei soccorritori avviene un
primo triage spontaneo, che vede i feriti leggeri allontanarsi autonomamente dall'area sinistrata e
cercare aiuto in ospedali o studi medici vicini. I feriti gravi o le persone intrappolate rimangono sul
luogo. Nell'organizzazione del dispositivo sanitario si deve considerare questo fatto.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
02 Organizzazione
6/10
02 Org_San_Grossereignis_it
28.08.2012
Sul luogo dell'incidente si svolge un cosiddetto pre-triage, che distingue tra due categorie:


"urgent"
equilibrio vitale minacciato (cartellino giallo con SAP)
"non urgent"
equilibrio vitale non minacciato (solo SAP)
Il pre-triage viene effettuato dalle prime forze di intervento sanitarie professionali sopraggiunte nella
zona dell'incidente. Queste forze di intervento devono essere istruite e allenate nell'applicazione
degli algoritmi di pre-triage. Il pre-triage serve a identificare i pazienti classificati come "urgent", ad
assisterli brevemente e a farli trasportare il più rapidamente possibile dai pompieri fuori dalla zona
di pericolo, verso l'assistenza medica (posto medico avanzato e/o trasporto diretto in un ospedale).
Un pre-triage con SAP non deve durare più di un minuto.
Se per motivi di sicurezza i soccorritori non possono accedere al luogo del sinistro, i pompieri trasportano i pazienti nel nido dei feriti in zona sicura. In questo caso il pre-triage viene effettuato nel
nido dei feriti (al di fuori della zona di pericolo).
I morti rimangono sul luogo dell'incidente (luogo del ritrovamento) e possono venire portati via soltanto con l'autorizzazione della polizia cantonale o del giudice istruttore. La polizia cantonale deve
svolgere l'istruttoria insieme al giudice istruttore.
2.2.3 Piccola noria
Con "piccola noria" si definisce il trasporto dei pazienti dal luogo del sinistro al triage/posto medico
avanzato. In situazioni particolari, la piccola noria può estendersi fino al punto di carico per il trasporto (esempio: molte persone rimaste intrappolate per le quali il triage e l'assistenza medica
avvengono sul luogo del sinistro e contemporanea disponibilità di numerose ambulanze in attesa,
che permettono di trasportare immediatamente i pazienti).
A seconda del tipo di evento, il percorso della piccola noria è breve (posto medico avanzato vicino
al luogo del sinistro) o lungo ed eventualmente percorribile solo con mezzi di trasporto terrestri/aerei (verricello) (luogo del sinistro difficilmente raggiungibile oppure rischio presente/incombente).
Il termine noria è di origine araba e significa ruota o catena idraulica. La ruota viene mantenuta in
moto dalla corrente di un corso d'acqua e porta l'acqua a un livello superiore tramite dei recipienti
che ruotano. Con lo stesso significato di piccola noria vengono utilizzati termini come "primo trasporto di pazienti" oppure "piccolo trasporto di pazienti".
2.2.4 Posto/-i di triage (colore blu)
Con triage (dal francese "trier": selezionare, scegliere) si intende il continuo processo volto a
determinare le priorità di trattamento e di trasporto, in considerazione dei mezzi a disposizione.
Esso ha i seguenti obiettivi:
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Basi
7/10
02 Org_San_Grossereignis_it
28.08.2012
 permettere al maggior numero possibile di vittime una completa guarigione (restitutio ad
integrum) o almeno dare loro una possibilità di sopravvivenza
 ridurre al minimo le conseguenze mediche, psicologiche e sociali per i pazienti
 catalogare i pazienti tramite documentazione dei provvedimenti medici e dei dati logistici.
Tutti i pazienti devono dapprima passare dal posto di triage, dove ricevono una scheda del
Sistema d'Accompagnamento del Paziente (scheda SAP). Il 1° triage è un triage di trattamento. Il
medico di triage formula la diagnosi di massima e decide dove va trattato il paziente: zona di trattamento (TI o TIII) oppure trasporto (TIIa o TIIb). Il triage è un'azione medica. Il suo svolgimento,
che avviene senza strumenti diagnostici, è sovente un compito arduo. Nel caso ideale, esso viene
effettuato da un medico appositamente formato ed esperto. La diagnosi di massima costituisce
l'elemento centrale dell'attribuzione a una categoria di triage. La valutazione dei parametri vitali
avviene secondo il principio di ABC-DE (airway, breathing, circulation, disability; exposure invirement; ATLS). Il triage di un paziente in grado di stare in piedi dovrebbe richiedere meno di 2 minuti,
quello di altri pazienti meno di 3 minuti. Al posto di triage non vengono effettuati trattamenti. In caso
di situazioni che costituiscono un pericolo acuto per la vita (p.es. arresto respiratorio) si effettua un
triage volante, ovvero: il paziente riceve la scheda SAP e viene portato direttamente nella zona di
terapia (trattamento d'urgenza TI).
2.2.5 Zona di terapia
2.2.5.1
Trattamento d'urgenza / TI (colore rosso)
Nella zona di trattamento d'urgenza sono allestiti i posti per il trattamento d'urgenza (2-4 supporti
per barelle). Nell'area di trattamento d'urgenza si verifica la diagnosi e vengono ordinati i provvedimenti terapeutici. Lo stato del paziente viene costantemente monitorato (p.es. misurare pressione, ecc.). Medici e operatori sanitari, sostenuti dai soccorritori delle sezioni sanitarie di pronto
intervento, attuano i provvedimenti terapeutici prescritti. Vengono effettuati anche semplici interventi. Ad esempio:

incannulazione di accessi venosi - infusione

somministrazione di ossigeno (sonda nasale o maschera)

iniezioni (analgesico/anestetico/cardiotonico)

fissazioni (Sam-Splint, collare cervicale, materasso vacuum, stecche)

fasciature (compresse, bende, teli triangolari, ecc.)

respirazione artificiale (pallone Ambu) o intubazione

coniotomia (tracheotomia)

drenaggio toracico, legatura dei vasi, catetere vescicale
Quando i provvedimenti sono stati eseguiti e i parametri vitali del paziente sono stabili, quest'ultimo
viene trasferito al rispettivo posto secondo la nuova decisione di triage (TIIa o TIIb o TIII).
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
2.2.5.2
Manuale cond serv san
02 Organizzazione
8/10
02 Org_San_Grossereignis_it
28.08.2012
Trattamento/attesa/TIII (colore verde)
Nella zona trattamento/attesa ci si occupa dei feriti leggeri e di media gravità. Questo significa che
è necessaria un'assistenza minima, ma che il paziente può attendere senza pericoli. Anche qui si
verifica la diagnosi, vengono ordinati i provvedimenti terapeutici e lo stato del paziente viene
costantemente monitorato (p.es. misurare pressione, ecc.). Medici e operatori sanitari, sostenuti dai
soccorritori delle sezioni sanitarie di pronto intervento, attuano i provvedimenti terapeutici prescritti.
Possono essere effettuati i seguenti interventi:

iniezioni, infusioni

fissazioni, bendaggi
Se lo stato del paziente si aggrava, è necessario un trasferimento nell'area di trattamento
d'urgenza (TI).
Una volta ricevute le prime cure, i pazienti vengono portati nell'area "trasporto" (TII), in accordo con
il capo trasporto.
2.2.5.3
Posto di carico per il trasporto (TIIa o TIIb) (colori giallo e rosso/bianco)
Controllo del triage (TIIa/IIb) conformemente alle risorse a disposizione (mezzi di trasporto)

TIIa = trasporto immediato all'ospedale di destinazione

TIIb = 2a priorità di trasporto, ossia appena possibile a seconda di mezzi e destinazione.
Categoria dell'ospedale di destinazione (l'ultimo medico del PMA che effettua un triage (di
norma TI / TIII) stabilisce la categoria dell'ospedale di destinazione)

ospedale regionale

ospedale centrale (ospedale cantonale)

clinica specializzata (clinica universitaria)

oppure casi semplici in uno studio medico
Tipo di trasporto

sdraiato, seduto, mediante ambulanza, elicottero, bus, automobile, ecc.
Il paziente viene portato al posto di carico in accordo con il capo trasporto.
Il posto di carico è fondamentale per i collegamenti dal PMA attraverso l'area di trasporto nell'area
di ospedalizzazione e viene gestito dal capo trasporto in stretta collaborazione con la CES 144. Il
capo trasporto stabilisce l'ospedale di destinazione e la scelta del mezzo di trasporto.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Basi
9/10
02 Org_San_Grossereignis_it
28.08.2012
Il posto di carico per il trasporto ha i seguenti compiti:

informarsi sulla capacità di accettazione degli ospedali (affidare il compito alla CES 144)

mantenere la visione d'insieme sui pazienti pronti al trasporto

richiedere il mezzo di trasporto corretto

caricare in modo corretto i pazienti

attribuire il giusto mezzo di trasporto

determinare l'ospedale di destinazione o altre destinazioni

controllo del SAP e raccolta della parte inferiore e dei protocolli d'identificazione

redazione del protocollo di trasporto
2.2.6 Area di trasporto (grande noria) e area di ospedalizzazione
Con "grande noria" si intende il trasporto dei pazienti dall'area sinistrata all'ospedale di destinazione
per il trattamento definitivo. Questi trasporti vengono anche chiamati trasporti primari. Essi sono
caratterizzati dai due punti di contatto da un lato con l'area sinistrata (punto di carico per il
trasporto) e dall'altro con l'area di ospedalizzazione (pronto soccorso dell'ospedale di destinazione).
L'area di ospedalizzazione comprende gli ospedali di destinazione nei quali viene fornita l'assistenza medica definitiva.
2.2.7 Categoria di triage (TIV) – "deve aspettare"
La classificazione nella TIV contraddice il principio della medicina secondo cui chiunque ha diritto a
un'assistenza adeguata. Il ricorso a questa classificazione va limitato a circostanze molto particolari
(decisione MEUR) e se possibile deve rimanere valida solo quale decisione temporanea fino
all'arrivo di mezzi di soccorso supplementari. Se questi mezzi sono totalmente assenti, si tratta di
una vera e propria catastrofe sanitaria.
In caso di morti, sul fronte e sul retro della SAP va tracciata una croce con un pennarello nero
indelebile. Se ciò non viene effettuato da un medico, non si tratta di un certificato di morte, bensì di
una presunzione di morte. In questo caso si deve procedere, non appena possibile, a un accertamento medico della morte con l'indicazione di data, ora e firma sulla SAP (attenzione ai gravi casi
di ipotermia!).
2.3
Impiego di personale nel posto medico avanzato
L'impiego di personale nel PMA deve sempre venire adeguato in modo molto flessibile alla relativa
situazione (p.es. alla modalità di afflusso dei pazienti, "da soli o in gruppo"). Questo compito
estremamente importante viene assunto e coordinato dal capo del posto medico avanzato e dal
medico d'urgenza responsabile. I compiti dettagliati vanno rilevati dalle descrizioni delle funzioni e
dalle liste di controllo.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
02 Organizzazione
10/10
02 Org_San_Grossereignis_it
28.08.2012
2.3.1 Riconoscimento del personale
Il personale sanitario deve essere facilmente riconoscibile. I gilet devono fornire informazioni sulla
funzione e sulle qualifiche. La scritta deve essere collocata sia sulla parte anteriore che su quella
posteriore e deve essere leggibile a distanza.
2.4
Ruolo della Centrale d'emergenza sanitaria 144 (CES 144)
Alla CES 144 spetta un ruolo primario nella gestione di un incidente maggiore. Dopo la ricezione
della chiamata, allarma i soccorritori e ne coordina l'intervento, se necessario in accordo con altre
centrali d'intervento.
In caso di incidente maggiore, oltre a garantire il "quotidiano", la CES 144 deve svolgere un gran
numero di compiti supplementari. In caso di incidente maggiore, la CES 144 ha il compito di chiarire dove sono disponibili posti letto in reparti specializzati (p.es. per grandi ustionati, in neurochirurgia, in traumatologia infantile), nonché la disponibilità di mezzi intercantonali per sostenere il
servizio sanitario (veicoli di soccorso con personale, medici d'urgenza, kit per incidenti maggiori,
ossigeno, ecc.). Questo difficile compito viene efficacemente sostenuto dal "Sistema d'informazione
e d'impiego del Servizio sanitario coordinato (SII-SSC)" della Confederazione. La CES 144 svolge
quindi un ruolo centrale di "back office".
2.5
Rapporto dopo l'incidente con le organizzazioni partner
Il rapporto dopo un incidente si svolge sempre con tutte le organizzazioni partner (tutte le forze
d'intervento). Il comando per l'organizzazione di tali colloqui spetta alla polizia cantonale.
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
3.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
03 Conc. intervento C int san / MEUR
1/3
03
EL_San_LNA_Einsatzkonzept_it.doc
14.07.2008
CONCETTO D'INTERVENTO
CAPO INTERVENTO SANITARIO E MEDICO D'URGENZA
RESPONSABILE
Obiettivo:
La capacità d'intervento dei servizi sanitari in caso di incidenti maggiori è garantita. Per quanto possibile, gli equipaggi dei servizi ambulanza sul posto vengono
liberati da compiti organizzativi, in modo tale da rendere possibile un funzionamento impeccabile della prima assistenza medica d'urgenza e del trasporto coordinato dei pazienti, così da garantire la sopravvivenza al maggior numero possibile di pazienti e da ridurre al minimo i danni permanenti.
Indicazione:
Nei Grigioni, in caso di incidenti la Centrale d'emergenza sanitaria 144 (CES 144)
allerta un capo intervento sanitario (C int san) e un medico d'urgenza responsabile (MEUR) qualora si debba far fronte a
•
più di dieci feriti, di cui diversi gravi,
•
la messa in pericolo della salute di un gran numero di persone
oppure
•
su richiesta di un determinato comandante di polizia, pompieri (fronte) o
dello Stato maggiore cantonale di condotta (retrovie).
Pool:
I C int san e i MEUR vengono definiti ad personam dall'Ufficio dell'igiene pubblica. Per ogni regione del PMA (Coira, Samedan, Davos e Sedrun) dovrebbero
essere stati definiti almeno due C int san e due MEUR. L'incarico è contenuto nei
mandati di prestazioni degli ospedali.
Organizzazione:
I membri del pool sono al contempo membri del gruppo di lavoro "Condotta servizi sanitari incidente maggiore", diretto dal medico cantonale. Esso lavora su
mandato della Commissione cantonale di salvataggio, gestisce le strutture elaborate dal GL cond serv san e garantisce la fase di consolidamento delle strutture
della condotta del servizio sanitario.
Formazione:
C int san
soccorritore diplomato SSS con funzione dirigenziale
MEUR
Istruzione:
medico con attestato di capacità quale medico d'urgenza SSMUS o equivalente
Ogni C int san e MEUR si impegna a seguire le seguenti formazioni:
Corso di base "Condotta del servizio sanitario in caso di incidente maggiore
GR" (2 giorni)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
03 Conc. intervento C int san / MEUR
2/3
03
EL_San_LNA_Einsatzkonzept_it.doc
14.07.2008
Corso di perfezionamento "Condotta del servizio sanitario in caso di incidente maggiore GR" (1 giorno all'anno)
"Sanitätsdienstliche Führung im Grossereignis, SFG" per MEUR e C int san
dell'Accademia svizzera integrata per la medicina militare e in caso di catastrofe, ASIMC (corso SFG-A e SFG-B complessivamente 5 giorni)
"Refresherkurs Sanitätsdienstliche Führung Grossereignis (SFG)" per
MEUR e C int san dell'Accademia svizzera integrata per la medicina militare e in caso di catastrofe, ASIMC, durata: 1 giorno; la prima volta dopo 5
anni, poi ogni 2 anni
Pianificazione dell'intervento: Non vengono allestiti dei piani di servizio; non vi è servizio di picchetto.
La disponibilità nei rari casi di necessità è garantita dal numero sufficiente di C int
san e MEUR nel pool.
Sistema di allarme:I C int san e i MEUR vanno raggiunti tramite l'impianto SMT dell'Ufficio della
polizia del fuoco. Vengono formati due gruppi (Grigioni meridionale e Grigioni
settentrionale). La CES 144 dispone sempre dell'elenco aggiornato dei C int san
e dei MEUR, affinché possa anche effettuare chiamate individuali.
Chiamata:
La chiamata (individuale) avviene tramite telefono/cellulare da parte della CES
144, secondo la valutazione dell'operatore, in base all'elenco delle indicazioni.
L'allarme di massa avviene tramite l'impianto SMT, attivato a seguito della notifica
della CES 144 alla CCEI (Centrale per chiamate d'emergenza e di pronto intervento della polizia cantonale).
Trasporto:
Dopo una chiamata, il C int san e il MEUR raggiungono il luogo dell'incidente con
un'ambulanza, automedica o automobile privata, che di norma è dotata di segnali
prioritari.
Se per motivi di tempo o tecnici dovesse essere escluso un trasporto stradale, si
può richiedere, tramite la CES 144, un trasporto aereo alla polizia.
Svolgimento dell'intervento: L'intervento si svolge secondo quanto appreso e secondo la dotazione
di supporto (liste di controllo, documenti di lavoro, ecc.).
Qualora sul posto dovessero giungere più di un C int san e MEUR, il primo arrivato assume la condotta. Si deve prestare attenzione al fatto che i gilet con l'indicazione della funzione C int san e MEUR vengano indossati da una sola persona.
Gli altri assumono altre funzioni sul luogo del sinistro, conformemente all'assegnazione da parte del C int san.
Equipaggiamento: Il gilet con l'indicazione della funzione (C int san e MEUR) si trova su ogni ambulanza dei servizi ambulanza.
Ogni C int san e MEUR definito ad personam dall'Ufficio dell'igiene pubblica
dispone di una tessera di riconoscimento (formato carta di credito).
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
03 Conc. intervento C int san / MEUR
3/3
03
EL_San_LNA_Einsatzkonzept_it.doc
14.07.2008
Ogni C int san e MEUR dispone di una documentazione d'intervento; la
documentazione d'intervento completa "Incidente maggiore" si trova anche in
ogni PMA e in ogni servizio ambulanza.
Feedback:
Dopo ogni intervento al quale sono stati chiamati tramite la CES 144, il C int san
e il MEUR devono consegnare, entro due settimane, un rapporto scritto al medico
cantonale inerente l'andamento dell'intervento.
Prima di un allarme o di un'esercitazione, il C int san e il MEUR devono informare
il medico cantonale e, in seguito, devono consegnare, entro due settimane, un
rapporto scritto sull'andamento dell'esercitazione.
Indennizzo:
Non sono previste indennità particolari per l'intervento occasionale quale C int
san o MEUR o quale soccorritore supplementare.
Per sedute del gruppo di lavoro cond serv san, esercitazioni e corsi di perfezionamento, i liberi professionisti ricevono un'indennità conformemente all'ordinanza
per i collaboratori a titolo accessorio del Cantone dei Grigioni (indennità giornaliere e rimborsi spese). Gli ospedali pubblici ricevono annualmente un sussidio
forfetario al servizio ambulanza quale copertura delle spese per esercitazioni e
corse a vuoto.
Medico d'urgenza
responsabile
Capo intervento sanitario
Settore di responsabilità
Sanità fronte
Settore di responsabilità
Posto medico avanzato
(PMA)
Capo sanità fronte
Logistica e sostegno
sanitario
Capo PMA
dfdkslf
Equipe san
mob
Capo triage
Capo trattam./attesa
Medici
Medici
Caposezione
SSPI
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Capo tratt. urg.
Capo trasporto
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Capo intervento sanitario
(Rappresentante nella direzione generale d'intervento)
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
4. ORGANIGRAMMA SITUAZIONE PARTICOLARE E STRAORDINARIA (ORGANIZZAZIONE NELL'INTERVENTO)
Soccorritori
Soccorritori SSPI
Soccorritori
Soccorritori
Soccorritori
Sostituto capo
trasporto
Ass. stato
maggiore SSPI
Capogruppo
SSPI
Soccorritori SSPI
Ausiliario di
trasporto
Ausiliario di
trasporto
Ausiliario di
trasporto
Personale trasp.
Soccorritori SSPI
Soccorritori SSPI
A seconda delle risorse di personale, è possibile che una persona debba assumersi diverse responsabilità.
Soccorritori SSPI
(medici, socc.,
ausiliario di trasp.,
SSPI)
Manuale cond serv san
04 Organigramma
Ausiliario di
trasporto
Medici
1/1
4 Organigramm_it.doc
07.04.2008
Medici
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Registro
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
1/2
05_Registerverzeichnis_it
28.08.2012
Indice
5.
DESCRIZIONI DELLE FUNZIONI
5.1
Direzione d'intervento
Primo equipaggio di soccorso
Capo intervento sanitario (C int san)
Medico d'urgenza responsabile (MEUR)
Capo intervento Care Team Grischun
Assistente di stato maggiore SSPI
5.2
Sanità fronte e piccola noria
Capo sanità fronte (C san fronte)
Equipe sanitaria mobile (Equipe san mob)
Soccorritore SSPI fronte (SSPI fronte)
Mezzi di trasporto fronte (team)
5.3
Posto medico avanzato
Capo posto medico avanzato (C PMA)
Capo sezione sanitari SSPI (C sez)
Capo gruppo sanitari SSPI (C gr)
5.4
Posto di triage (blu)
Capo triage (C Tri)
Personale professionista triage (Prof Tri)
Soccorritore SSPI triage (soc SSPI tri)
Soccorritore portatore SSPI triage (Port SSPI tri)
5.5
Zona di terapia
Soccorritore portatore SSPI terapia (Port SSPI ter)
5.6
Trattamento d'urgenza / TI (colore rosso)
Capo trattamento d'urgenza (C tratt urg)
Personale professionista trattamento d'urgenza (Prof tratt urg)
Soccorritore SSPI trattamento d'urgenza (SSPI tratt urg)
5.7
Trattamento/attesa/ TIII e TIV (colore verde)
Capo trattamento/attesa (C tratt att)
Personale professionista trattamento/attesa (Prof tratt att)
Soccorritore SSPI trattamento/attesa (SSPI tratt att)
Caregiver
5.8
Posto di carico per il trasporto TIIa e TIIb (colori giallo e rosso/bianco)
Capo trasporto (C trasp)
Personale professionista trasporto (Prof trasp)
Soccorritore SSPI trasporto/punto di carico (SSPI trasp)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
5.9
Manuale cond serv san
Indice
2/2
05_Registerverzeichnis_it
28.08.2012
Posto di trasporto (colore rosso/bianco)
Coordinatore di volo civile della Polizia cantonale (CVC Polca)
5.10 Grande noria
Mezzi di trasporto grande noria (team)
Ospedale di destinazione
Operatore CES 144 retrovie
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Registro
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
1/2
05_Registerverzeichnis_it
28.08.2012
Indice
5.
DESCRIZIONI DELLE FUNZIONI
5.1
Direzione d'intervento
Primo equipaggio di soccorso
Capo intervento sanitario (C int san)
Medico d'urgenza responsabile (MEUR)
Capo intervento Care Team Grischun
Assistente di stato maggiore SSPI
5.2
Sanità fronte e piccola noria
Capo sanità fronte (C san fronte)
Equipe sanitaria mobile (Equipe san mob)
Soccorritore SSPI fronte (SSPI fronte)
Mezzi di trasporto fronte (team)
5.3
Posto medico avanzato
Capo posto medico avanzato (C PMA)
Capo sezione sanitari SSPI (C sez)
Capo gruppo sanitari SSPI (C gr)
5.4
Posto di triage (blu)
Capo triage (C Tri)
Personale professionista triage (Prof Tri)
Soccorritore SSPI triage (soc SSPI tri)
Soccorritore portatore SSPI triage (Port SSPI tri)
5.5
Zona di terapia
Soccorritore portatore SSPI terapia (Port SSPI ter)
5.6
Trattamento d'urgenza / TI (colore rosso)
Capo trattamento d'urgenza (C tratt urg)
Personale professionista trattamento d'urgenza (Prof tratt urg)
Soccorritore SSPI trattamento d'urgenza (SSPI tratt urg)
5.7
Trattamento/attesa/ TIII e TIV (colore verde)
Capo trattamento/attesa (C tratt att)
Personale professionista trattamento/attesa (Prof tratt att)
Soccorritore SSPI trattamento/attesa (SSPI tratt att)
Caregiver
5.8
Posto di carico per il trasporto TIIa e TIIb (colori giallo e rosso/bianco)
Capo trasporto (C trasp)
Personale professionista trasporto (Prof trasp)
Soccorritore SSPI trasporto/punto di carico (SSPI trasp)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
5.9
Manuale cond serv san
Indice
2/2
05_Registerverzeichnis_it
28.08.2012
Posto di trasporto (colore rosso/bianco)
Coordinatore di volo civile della Polizia cantonale (CVC Polca)
5.10 Grande noria
Mezzi di trasporto grande noria (team)
Ospedale di destinazione
Operatore CES 144 retrovie
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
1/2
01 FB_erstesTeam_it
28.08.2012
Primo equipaggio di soccorso
Denominazione della funzione e abbreviazione
Primo equipaggio di soccorso
Funzioni superiori
Nel settore organizzativo, direzione generale del fronte d'intervento
Funzioni subalterne
Tutti i professionisti e i non professionisti nel settore sanitario
Obiettivo della funzione
Procedere ai primi provvedimenti per affrontare l'incidente fino al sopraggiungere di un soccorritore
diplomato e/o di un medico di servizio, risp. del capo intervento sanitario (C int san) e/o del medico
d'urgenza responsabile (MEUR).
Compiti
 procede a una prima valutazione della situazione sanitaria - se già possibile, in accordo con i
partner (polizia, pompieri) sul posto - e del tipo di incidente, nonché stima il numero dei potenziali pazienti
 feedback alla CES 144 sulla situazione stimata e richiesta di mezzi sanitari supplementari
 definisce un nido dei feriti e dispone l'assistenza ai primi pazienti (triage e trattamento)
 definisce le vie d'accesso e di partenza, definisce la zona d'attesa per le ambulanze e l'area
d'atterraggio per gli elicotteri
 assegna i mezzi che arrivano, bada che il personale sia identificabile
 esegue un rapporto di consegna a C int san e MEUR (e C PMA)
 chiarisce presso le organizzazioni partner polizia e pompieri (capo intervento generale fronte)
se il pre-triage può essere svolto da personale sanitario e definisce il rispettivo personale (protezione personale)
Competenze
Ha diritto di impartire istruzioni organizzative a tutto il personale sanitario, fino all'arrivo di C int san
e/o MEUR, risp. C PMA.
Requisiti
Formazione professionale:
soccorritore dipl. SSS
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:

auspicato corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni
del 06.02.2007).
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
2/2
01 FB_erstesTeam_it
28.08.2012
Liste di controllo associate
 Primo equipaggio di soccorso
 Posto collettore sanitario
Documentazione di lavoro
 Schema di comunicazione e piano della rete radio sanitaria nell'area sinistrata
 posto collettore del personale sanitario (personale / materiale)
 Schema dell'organizzazione dell'area sinistrata e segni convenzionali
 Modalità di afflusso dei pazienti al pre-triage
 Registro di controllo dell'incarico
 Rapporto sanitario
 sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) da ambulanza (1 set da 25 pezzi)
 Tavola in alluminio con la scritta "Posto collettore del personale sanitario", formato A4, arancione con scritta nera e supporto per il triopan (su ogni ambulanza)
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
1/3
02 FB_ELSan_it.doc
04.07.2008
Capo intervento sanitario (C int san)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo intervento sanitario (C int san)
Funzioni superiori
• nel settore organizzativo, direttamente responsabile per il settore sanitario (direzione generale
intervento Polca)
• nel settore medico, MEUR
Funzioni subalterne
Nel settore organizzativo, tutti i quadri di condotta del servizio ambulanza
Obiettivo della funzione
Ricoprire la responsabilità del settore logistico dell'assistenza sanitaria sul luogo del sinistro e
coordinare la condotta in collaborazione con le organizzazioni partner
Compiti
• effettua il rapporto di consegna con il primo equipaggio di soccorso
• si inserisce nella struttura di condotta del posto di comando (PC) fronte
• definisce un proprio sostituto (di norma soccorritore diplomato 1° equipaggio) in particolare per i
compiti organizzativi e si avvale di assistenti alla condotta
• valuta la situazione sanitaria con il MEUR
• chiede informazioni al MEUR riguardo alla categoria di triage IV
• chiarisce con il capo intervento generale fronte se il pre-triage possa essere effettuato da personale sanitario (se non già avvenuto) e stabilisce il rispettivo personale
• stabilisce l'ubicazione del PMA sulla base delle informazioni del capo intervento generale fronte
e definisce la struttura sanitaria all'interno dell'area sinistrata (PMA, area di carico)
• a seconda dell'incidente, si accorda con il MEUR in merito alla tattica d'intervento del PMA
(modalità di afflusso dei pazienti: da soli o in gruppo)
• attribuisce le funzioni di quadro (MEUR, C fronte, C PMA, C trasp)
• in base alla comunicazione del capo intervento generale fronte, informa il proprio quadro e la
CES 144 riguardo alle vie di accesso e di uscita
• definisce insieme al C PMA il luogo per il posto collettore del personale sanitario
• si informa presso il C PMA sull'ubicazione degli spazi nel PMA (triage, trattamento, trasporto,
ecc.)
• si informa presso il capo intervento generale fronte (polizia o pompieri) sull'ubicazione delle
installazioni provvisorie (posto collettore dei morti, posto collettore degli oggetti trovati, posto
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
2/3
02 FB_ELSan_it.doc
04.07.2008
collettore (po co), posto di sussistenza, posto d'informazione, sbarramenti e regolamentazione
dell'accesso) e trasmette queste informazioni ai suoi quadri (rapporto di situazione)
• allestisce e gestisce il PC sanitario (con assistente di stato maggiore SSPI)
• si informa presso il C trasporto sulla grande noria
• provvede alla sussistenza e al ricambio del personale (= direzione generale dell'intervento)
• è competente per l'identificazione del personale sanitario conformemente alle sue funzioni
(gilet)
• comunica costantemente alla CES 144 l'entità del sinistro e i relativi cambiamenti
• richiede costantemente alla CES 144 le rispettive risorse (materiale e personale), risp. viene
informato in merito dal C trasporto
• stabilisce la comunicazione all'interno del settore sanitario (piano della rete radio)
• richiede supporto al capo di Stato maggiore cantonale di condotta (C SMCC)
• prepara insieme al MEUR informazioni per il capo di Stato maggiore cantonale di condotta (C
SMCC)
• stabilisce in accordo con il capo intervento generale fronte la struttura del PMA e ne informa la
CES 144
• partecipa al defusig o al debriefing dei soccorritori
• partecipa alla valutazione / al colloquio finale
• in accordo con il capo intervento generale fronte, è a disposizione per fornire informazioni ai
media
Competenze
• ha diritto di impartire istruzioni a tutto il personale sanitario del PMA, in ambito organizzativo, e
all'equipe sanitaria mobile
Requisiti
Formazione professionale:
Soccorritore diplomato SSS in posizione di quadro
medico con attestato di capacità quale medico d'urgenza SSMUS o equivalente
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
• alcuni anni di esperienza professionale ed esperienza dirigenziale
• corso Sanitätsdienstliche Führung Grossereignis (SFG), parte A e parte B, dell'Accademia svizzera integrata per la medicina militare e in caso di catastrofe, ASIMC, durata (3 + 2) 5 giorni
• "Refresherkurs Sanitätsdienstliche Führung Grossereignis (SFG)" dell'Accademia svizzera integrata per la medicina militare e in caso di catastrofe (ASIMC), durata: 1 giorno; la prima volta
dopo 5 anni, poi ogni 2 anni
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
3/3
02 FB_ELSan_it.doc
04.07.2008
• formazione di base Sanitätsdienstliche Führung im Grossereignis (SFG GR), 2 giorni (categoria
1 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del 06.02.2007).
• corso di perfezionamento Sanitätsdienstliche Führung im Grossereignis (SFG GR), 1
giorno/anno (categoria 1 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni
particolari e straordinarie nei Grigioni del 06.02.2007).
• ogni due anni tre giorni di aggiornamento nell'ambito degli incidenti maggiori
Indicazione importante:
C int san e MEUR vengono nominati ad personam dall'Ufficio dell'igiene pubblica GR.
Liste di controllo associate
• C int san
Documentazione di lavoro
• schema di comunicazione e piano della rete radio sanitaria nell'area sinistrata
• posto collettore del personale sanitario (personale / materiale)
• schema dell'organizzazione dell'area sinistrata e segni convenzionali
• modalità di afflusso dei pazienti al pre-triage
• registro di controllo dell'incarico
• rapporto sanitario
• conferenza stampa in situazioni particolari e straordinarie
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
1/3
03 FB_F_LNA_it.doc
04.07.2008
Medico d'urgenza responsabile (MEUR)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Medico d'urgenza responsabile (MEUR)
Funzioni superiori
•
direttamente responsabile nel settore medico
•
nel settore organizzativo, capo intervento sanitario (C int san)
Funzioni subalterne
•
nel settore medico, il personale del PMA e delle equipe sanitarie mobili
Obiettivo della funzione
Dirigere e controllare tutti i provvedimenti medici sul luogo del sinistro e nel PMA. In stretta collaborazione con il C int san e il C PMA provvedere a una prima assistenza medica d'urgenza possibilmente rapida e sufficiente per assicurare la sopravvivenza del maggior numero possibile di
pazienti e per limitare i danni permanenti.
Compiti
• se possibile, partecipa al rapporto di consegna con il primo equipaggio di soccorso
• valuta la situazione sanitaria con il MEUR
• definisce, se necessario, un proprio sostituto (entità e durata dell'intervento)
• partecipa all'allestimento della struttura sanitaria
• si informa presso il C int san sulle ubicazioni delle installazioni provvisorie (posto collettore dei
morti, posto collettore degli oggetti trovati, posto collettore (po co), posto di sussistenza, posto
d'informazione, sbarramenti e regolamentazione dell'accesso) e trasmette queste informazioni
ai suoi quadri
• a seconda dell'incidente, stabilisce insieme al C int san la tattica d'intervento del PMA (modalità
di afflusso dei pazienti: da soli o in gruppo)
• bada all'identificazione del personale sanitario conformemente alle sue funzioni (gilet)
• provvede alla gestione medica del pre-triage e dei posti di triage (stabilire le direttive di pretriage e triage)
• decide se gestire una categoria di triage IV ("deve attendere") e informa C PMA, C triage, C
trattamento d'urgenza, C trattamento e C trasporto
• provvede alla gestione medica di triage, trattamento d'urgenza, trattamento/attesa, trasporto
(incl. punto di carico)
• controlla i provvedimenti medici sul luogo del sinistro e provvede al rispetto delle linee guida
mediche e igieniche
• si informa presso il C trasporto in merito alla capacità degli ospedali
• si informa in merito alla sussistenza e alle sostituzioni (= C int san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
2/3
03 FB_F_LNA_it.doc
04.07.2008
• si informa presso il C trasporto in merito al ricovero in un ospedale di categoria diversa da
quanto stabilito
• prepara insieme al C int san informazioni per il capo di Stato maggiore cantonale di condotta (C
SMCC)
• si informa presso il C trasporto in merito alla capacità nell'area di ospedalizzazione
• ha diritto di codecisione sul momento di smantellare il PMA
• partecipa al defusig o al debriefing dei soccorritori
• partecipa alla valutazione / al colloquio finale
• in accordo con il capo intervento generale fronte (e C int san), è a disposizione per fornire
informazioni ai media
Competenze
• ha diritto di impartire istruzioni in ambito medico a tutto il personale del PMA e dell'equipe
sanitaria mobile
Requisiti
Formazione professionale:
medico con attestato di capacità quale medico d'urgenza SSMUS o equivalente
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
• corso Sanitätsdienstliche Führung Grossereignis (SFG), parte A e parte B, dell'Accademia svizzera integrata per la medicina militare e in caso di catastrofe, ASIMC, durata (3 + 2) 5 giorni, o
equivalente
• "Refresherkurs Sanitätsdienstliche Führung Grossereignis (SFG)" dell'Accademia svizzera integrata per la medicina militare e in caso di catastrofe (ASIMC), durata: 1 giorno; la prima volta
dopo 5 anni, poi ogni 2 anni
• formazione di base Sanitätsdienstliche Führung im Grossereignis (SFG GR), 2 giorni (categoria
1 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del 06.02.2007).
• corso di perfezionamento Sanitätsdienstliche Führung im Grossereignis (SFG GR), 1
giorno/anno (categoria 1 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni
particolari e straordinarie nei Grigioni del 06.02.2007).
• ogni due anni tre giorni di aggiornamento nell'ambito degli incidenti maggiori
Indicazione importante:
MEUR e C int san vengono nominati ad personam dall'Ufficio dell'igiene pubblica GR.
Liste di controllo associate
• MEUR
Documentazione di lavoro
• schema di comunicazione e piano della rete radio sanitaria nell'area sinistrata
• schema dell'organizzazione dell'area sinistrata e segni convenzionali
• modalità di afflusso dei pazienti al pre-triage
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
• registro di controllo dell'incarico
• rapporto sanitario
• conferenza stampa in situazioni particolari e straordinarie
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
3/3
03 FB_F_LNA_it.doc
04.07.2008
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
1/2
04 FB C_Einsatzleiter_Care_it
28.08.2012
Capo intervento Care Team Grischun
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo intervento Care Team Grischun
Funzioni superiori
Direzione generale del fronte d'intervento
Funzioni subalterne
Care giver e psicologi d'urgenza del Care Team Grischun
Obiettivo della funzione
Ricoprire la responsabilità per l'impiego mirato dei care giver e degli psicologi d'urgenza nel posto
collettore (po co), in altri alloggi (hotel, ospedale, privato, ecc.), nel punto di assistenza e, per
quanto necessario, nel PMA (trattamento/attesa), nonché in occasione del colloquio finale.
Compiti
 secondo le istruzioni del capo intervento generale fronte, impiega i care giver e gli psicologi
d'urgenza nel po co, in altri alloggi, nei posti di assistenza, nonché nel PMA (trattamento/attesa)
e coordina il loro intervento
 fornisce consulenza al capo intervento generale fronte nel settore dell'aiuto psicologico d'urgenza
 secondo le istruzioni del capo intervento sanitario, impiega i care giver nell'area trattamento/attesa
 sostiene i care giver (team), in particolare nel settore dell'informazione e della logistica
 se auspicato dal capo intervento generale fronte, provvede affinché la prevenzione secondaria
(p.es. defusing, debriefing) venga seguita da care giver, risp. da psicologi d'urgenza
 mantiene il contatto con lo Stato maggiore cantonale di condotta (capo servizio sanitario) e la
CES 144
Competenze
Impiego autonomo del Care Team Grischun
Requisiti
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
 esperienza di condotta
 buone conoscenze sull'organizzazione di una zona sinistrata
 giornata informativa Care Team Grischun (un giorno)
 auspicati: formazione e perfezionamento professionale quale care giver secondo RNAPU (sei giorni)
 corso specialistico di coordinamento dell'aiuto psicologico d'urgenza secondo UFPP (tre giorni)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
5 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
2/2
04 FB C_Einsatzleiter_Care_it
28.08.2012
Liste di controllo associate
 Capo intervento Care Team Grischun
Documentazione di lavoro
 Piano della rete radio
 Necessità di prevenzione secondaria: aiuto psicosociale e psicologico d'urgenza (necessità di care)
 Registro di controllo dell'incarico
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
1/1
05 FB_Stabsassist_it.doc
12.12.2007
Assistente di Stato maggiore SSPI
(ass SM SSPI)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Assistente di Stato maggiore SSPI (ass SM SSPI)
Funzioni superiori
Capo intervento sanitario (C int san)
Funzioni subalterne
Nessuna
Obiettivo della funzione
Nei limiti delle istruzioni impartite dal suo superiore, l'assistente di Stato maggiore SSPI può:
•
garantire l'esercizio di un centro di situazione sanitario presso l'ubicazione di condotta
•
eseguire il ciclo di elaborazione della situazione (acquisizione/valutazione/diffusione)
•
allestire il quadro della situazione nel punto di condotta sanitaria
•
allestire, gestire e mantenere reti di collegamento
•
assumere ulteriori compiti a beneficio della condotta del servizio sanitario
Compiti
Collabora
•
nel garantire l'infrastruttura necessaria per il settore situazione nell'ubicazione di condotta
sanitaria;
•
nella fornitura di servizi e prodotti orientati alla situazione e ai bisogni nel settore della situazione sanitaria;
•
alla messa a disposizione, all'esercizio e alla manutenzione di mezzi di comunicazione e
telematici;
•
all'assunzione di ulteriori attività di comunicazione e di controllo del flusso di informazioni.
Competenze
Nei limiti degli incarichi ricevuti.
Requisiti
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Assistente di Stato maggiore formato con buone competenze organizzative e formazione complementare di assistente di Stato maggiore SSPI.
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.2 Sanità fronte e piccola noria
1/2
06 FB_KN C Front San_it.doc
04.07.2008
Capo sanità fronte (C san fronte)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo sanità fronte (C san fronte)
Funzioni superiori
•
nel settore organizzativo, capo intervento sanitario (C int san)
•
nel settore medico, medico d'urgenza responsabile (MEUR)
Funzioni subalterne
•
equipe sanitarie mobili (professionisti)
•
soccorritori SSPI
•
servizi ambulanza regionali / basi ambulanze con ambulanze
Obiettivo della funzione
Provvedere all'esecuzione di un pre-triage corretto e rapido e sostenere i pompieri nella piccola
noria (trasporto dei pazienti dal luogo del sinistro alla PMA).
Compiti
• esegue il rapporto di consegna con C int san
• valuta la situazione sanitaria sul luogo dell'incidente e la comunica al C int san
• definisce (all'occorrenza) un proprio sostituto
• coordina il personale sanitario sul luogo dell'incidente (fronte)
• provvede alla sicurezza del personale assegnato (gilet, casco, identificazione, ecc.)
• ripartisce adeguatamente il personale assegnatogli
• provvede allo svolgimento del pre-triage = 1 minuto per paziente
• provvede all'esecuzione dei provvedimenti terapeutici in caso di pazienti rimasti intrappolati
(pazienti "urgent")
• controlla che il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) venga gestito conformemente
alle direttive IAS (urgent)
• fa accompagnare le persone illese direttamente al posto collettore
• stabilisce il nido dei feriti, se non ancora stabilito da parte del primo equipaggio, e organizza in
esso l'assistenza ai primi pazienti
• appoggia i pompieri nel trasporto dei pazienti nel nido dei feriti, risp. nel PMA
• secondo il piano della rete radio, tiene i contatti con C int san, C PMA, C triage (triage volante)
e C trasporto
• provvede a garantire la sostituzione del personale
• provvede al rifornimento di materiale
• su ordine del C int san provvede allo sgombero del materiale nel PMA e al suo ristabilimento
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.2 Sanità fronte e piccola noria
2/2
06 FB_KN C Front San_it.doc
04.07.2008
Competenze
• coordina il pre-triage e i primi provvedimenti medici
• ha diritto di impartire istruzioni all'interno dell'area dell'incidente (in ambito medico dopo essersi
consultato con il MEUR).
Requisiti
Formazione professionale:
• medico specialista FMH o equivalente in medicina generale o chirurgia o medicina interna o
anestesia
• Soccorritore dipl. SSS
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Medico:
• corso base di medicina d'urgenza, risp. corso di medico di servizio
• auspicato attestato di capacità quale medico d'urgenza (SSMUS o equivalente)
Medico e soccorritore dipl. SSS:
• esperienza di condotta
• corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
Liste di controllo associate
• Capo san fronte
Documentazione di lavoro
• piano della rete radio sanitaria nella zona sinistrata
• modalità di afflusso dei pazienti al pre-triage
• registro di controllo dell'incarico
• algoritmo SAP / pre-triage di IG Nord
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.2 Sanità fronte e piccola noria
1/2
07 FB_KN Mob San Equipe_it.doc
14.08.2007
Equipe sanitaria mobile (Equipe san mob)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Equipe sanitaria mobile (Equipe san mob)
Funzioni superiori
•
nel settore organizzativo capo sanità fronte (C san fronte)
•
nel settore medico, MEUR
Funzioni subalterne
•
personale non professionista SSPI (soccorritori SSPI fronte)
Obiettivo della funzione
Svolgere il pre-triage e indirizzare i pazienti secondo l'urgenza nell'area di triage del PMA.
Compiti
• si informa presso il C san fronte se l'incidente permette un pre-triage
• rispetta le misure di sicurezza prescritte (sicurezza personale)
• attribuisce al personale SSPI assegnato incarichi secondo il mansionario
• effettua il pre-triage = 1 minuto per paziente
• esegue provvedimenti terapeutici su persone rimaste intrappolate, collabora al loro recupero
• gestisce il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) secondo le direttive IAS (almeno
"urgent")
• tiene il collegamento con C san fronte secondo il piano della rete radio
•
»comunica necessità di materiale al C san fronte
• al termine dell'intervento, collabora allo sgombero e al ristabilimento del materiale
Competenze
• svolge autonomamente il pre-triage e adotta i primi provvedimenti medici
Requisiti
Formazione professionale:
• medico specialista FMH o equivalente in medicina generale o chirurgia o medicina interna o
anestesia oppure
• soccorritore diplomato SSS (con o senza competenze di anestesiologia)
• ausiliari di trasporto (lavorano sotto la direzione dei professionisti)
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.2 Sanità fronte e piccola noria
2/2
07 FB_KN Mob San Equipe_it.doc
14.08.2007
Medico:
• corso base di medicina d'urgenza, risp. corso di medico di servizio
• auspicato attestato di capacità quale medico d'urgenza (SSMUS o equivalente)
Medico e soccorritore dipl. SSS:
• auspicato corso Ressourcen der Sanität des Kantons Graubünden bei beso- und ao Lage,
durata 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del 06.02.2007)
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.2 Sanità fronte e piccola noria
1/1
08 FB_KN SanSSZ_it.doc
14.08.2007
Soccorritore SSPI fronte (SSPI fronte)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Soccorritore SSPI fronte (SSPI fronte)
Funzioni superiori
•
nel settore medico e organizzativo, equipe sanitaria mobile (equipe san mob), capo sanità
fronte (C san fronte)
Funzioni subalterne
•
Nessuna
Obiettivo della funzione
Assistere l'equipe san mob (personale professionista)
Compiti
• sotto la guida dei professionisti, compila la scheda d'accompagnamento del paziente (SAP)
secondo le direttive IAS (almeno "urgent")
• assiste il personale dell'equipe sanitaria mobile
• collabora al recupero di pazienti rimasti intrappolati
• assiste pazienti
• dietro relativo ordine, collabora al trasporto dei pazienti nell'area di triage (piccola noria)
• rispetta le misure di sicurezza prescritte
• al termine dell'intervento, sgombero dal PMA e ristabilimento del materiale
Competenze
• adotta autonomamente misure salvavita immediate (BLS)
Requisiti
Formazione per non professionisti:
Corsi di perfezionamento sanitari dell'Ufficio del militare e della protezione civile GR, moduli di
formazione 1 – 3, durata 6 giorni
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Nessuno
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.2 Sanità fronte e piccola noria
1/1
09 FB_KN RRD AS_it.doc
14.08.2007
Mezzi di trasporto fronte (team)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Se necessari per la piccola noria: servizi ambulanza regionali / basi ambulanze con ambulanze
fronte (SAR/BA con ambulanze fronte)
Funzioni superiori
•
nel settore organizzativo capo sanità fronte (C san fronte)
•
nel settore medico, medico d'urgenza responsabile (MEUR)
Funzioni subalterne
•
personale non professionista SSPI fronte
Obiettivo della funzione
Trasportare pazienti con le ambulanze nelle aree di triage, risp. nel punto previsto del PMA (piccola noria = se grande distanza tra luogo dell'incidente e PMA).
Compiti
• effettua i trasporti dei pazienti dal luogo dell'evento all'area di triage (piccola noria)
• ripartisce adeguatamente il personale (SSPI) assegnato
• rispetta le misure di sicurezza prescritte (sicurezza personale)
Competenze
• effettua autonomamente i trasporti
Requisiti
Formazione professionale:
soccorritore diplomato SSS, ausiliario di trasporto, medico
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
• auspicato corso Ressourcen der Sanität des Kantons Graubünden bei beso- und ao Lage,
durata 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del 06.02.2007)
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.3 Posto medico avanzato
1/2
10 FB_F_CSanHist_it.doc
04.07.2008
Capo posto medico avanzato (C PMA)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo posto medico avanzato (C PMA)
Funzioni superiori
•
nel settore organizzativo, capo intervento sanitario (C int san)
•
nel settore medico, medico d'urgenza responsabile (MEUR)
Funzioni subalterne
•
nel settore organizzativo, il personale del PMA
Obiettivo della funzione
Provvedere al rapido allestimento di un PMA. Provvedere a una struttura organizzativa flessibile,
che possa venire adeguata alle esigenze.
Compiti
• definisce all'occorrenza (per i compiti organizzativi) un proprio sostituto
• in accordo con il C int san assume la responsabilità per il posto collettore del personale sanitario e lo organizza
• stabilisce l'ubicazione del PMA. Nel fare questo presta attenzione alla protezione da fattori
esterni e alla buona accessibilità per soccorritori e veicoli di soccorso
• demarca gli spazi del PMA TI - TIII (IV) da allestire per i soccorritori della SSPI
• definisce le funzioni di tutto il personale del PMA; impiega il personale conformemente alla
modalità d'esercizio concordata (modalità di afflusso dei pazienti: da soli o in gruppo)
• provvede all'identificazione del personale
• provvede all'impiego e al rifornimento di materiale all'interno del PMA (anche su comunicazione
dei responsabili dei settori triage, trattamento d'urgenza, trattamento/attesa, trasporto): materiale medico tramite C trasp e rifornimento generale di materiale sanitario tramite C int san
• provvede a luce e riscaldamento, a seconda del bisogno
• provvede alla sussistenza e alla sostituzione del personale
• si adopera per un efficiente flusso di pazienti all'interno del PMA
• intrattiene stretti contatti con C int san e MEUR
• su ordine del C int san provvede allo smantellamento ordinato del PMA
• organizza e gestisce il posto collettore del personale sanitario
• al termine dell'intervento, è corresponsabile per lo sgombero e il ristabilimento del materiale
Competenze
• nel settore organizzativo, ha diritto di impartire istruzioni all'interno del PMA
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.3 Posto medico avanzato
2/2
10 FB_F_CSanHist_it.doc
04.07.2008
Requisiti
Formazione professionale:
soccorritore diplomato SSS
se possibile, con formazione complementare
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
alcuni anni di esperienza professionale nel servizio ambulanza
corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del 06.02.2007).
auspicati: funzione di quadro nel servizio ambulanza
Liste di controllo associate
• Capo PMA
Documentazione di lavoro
• schema di comunicazione e piano della rete radio sanitaria nell'area sinistrata
• posto collettore del personale sanitario (personale / materiale)
• dotazione standard PMA (tutti i posti: triage, TI, TII e TIII)
• registro di controllo dell'incarico
• rapporto sanitario
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.3 Posto medico avanzato
1/2
11 FB_F_Zfhr_it.doc
07.04.2008
Capo sezione SSPI (C sez)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo sezione SSPI (C sez)
Funzioni superiori
nel settore organizzativo, capo posto medico avanzato (C PMA)
nel settore medico, medico d'urgenza responsabile (MEUR)
Funzioni subalterne
•
capo gruppo SSPI (C gr SSPI)
•
soccorritori SSPI
Obiettivo della funzione
Sostenere il C PMA nell'esecuzione dei suoi compiti
Compiti
•
definisce un proprio sostituto
•
provvede all'allestimento del PMA secondo le istruzioni del C PMA
•
provvede in particolare alla distribuzione del materiale sanitario tra i diversi posti
•
è responsabile del rifornimento di materiale nei diversi posti all'interno del PMA
•
collabora all'organizzazione dell'attività del posto medico avanzato e del posto collettore del
personale sanitario
•
assegna i capi gruppo e i soccorritori SSPI ai diversi posti
•
vigila costantemente sull'impiego dei capi gruppo e dei soccorritori
•
funge da interlocutore per i capi gruppo in caso di problemi organizzativi
•
comunica tempestivamente il bisogno di sussistenza e sostituzione del personale
•
al termine dell'intervento, è corresponsabile per lo sgombero e il ristabilimento del materiale
Competenze
In accordo con il C PMA stabilisce autonomamente l'impiego dei C gr SSPI e dei soccorritori.
Requisiti
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Soccorritore con buone doti organizzative che ha frequentato il corso per quadri C gr e C sez
Liste di controllo associate
• Capo sezione SSPI
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Documentazione di lavoro
• piano della rete radio sanitaria nella zona sinistrata
• registro di controllo dell'incarico
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.3 Posto medico avanzato
2/2
11 FB_F_Zfhr_it.doc
07.04.2008
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.3 Posto medico avanzato
1/1
12 FB_F_Grfhr_it.doc
04.07.2008
Capo gruppo SSPI (C gr SSPI)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo gruppo SSPI (C gr SSPI)
Funzioni superiori
•
capo sezione SSPI (C sez)
Funzioni subalterne
•
soccorritori SSPI (socc SSPI)
Obiettivo della funzione
Sostenere il C sez SSPI nell'esecuzione dei suoi compiti.
Compiti
•
definisce un proprio sostituto
•
esegue i compiti che gli vengono assegnati
•
collabora nell'organizzare l'allestimento del posto medico avanzato (PMA), in particolare nella
distribuzione del materiale sanitario al posto assegnato
•
assicura il rifornimento di materiale all'interno del posto assegnato
•
collabora all'organizzazione dell'attività del PMA, in particolare del posto assegnato
•
all'interno dello spazio assegnato, attribuisce i soccorritori SSPI ai diversi posti
•
vigila costantemente sull'intervento dei soccorritori SSPI
•
funge da interlocutore per i soccorritori SSPI in caso di problemi organizzativi
•
al termine dell'intervento, è corresponsabile per lo sgombero e il ristabilimento del materiale
•
invia il personale non più necessario al posto collettore del personale
Competenze
In accordo con il C sez SSPI, risp. il posto competente (personale professionista), stabilisce autonomamente l'impiego dei soccorritori SSPI.
Requisiti
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Soccorritore con buone doti organizzative che ha frequentato il corso per quadri C gr
Liste di controllo associate
• Capo gruppo SSPI
Documentazione di lavoro
• piano della rete radio sanitaria nella zona sinistrata
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Descrizione della funzione
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.4 Posti di triage
1/2
13 FB_TR_CTriage_it.doc
04.07.2008
Capo triage (C Tri)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo triage (C Tri)
Funzioni superiori
•
nel settore medico, medico d'urgenza responsabile (MEUR)
•
nel settore organizzativo, capo posto medico avanzato (C PMA)
Funzioni subalterne
•
personale professionista triage
•
soccorritori SSPI triage
•
soccorritori portatori (SSPI) triage
Obiettivo della funzione
Dirigere l'area di triage e provvedere a un triage corretto e rapido (osservando direttive riconosciute) e indirizzare i pazienti al punto previsto del PMA.
Compiti
• definisce un proprio sostituto, in particolare per i compiti organizzativi
• ripartisce adeguatamente il personale assegnatogli
• provvede all'allestimento, all'attrezzatura e alla preparazione dell'area di triage (posti di triage)
nel punto stabilito
• dirige i posti di triage
• si informa presso il C PMA sulle ubicazioni delle installazioni provvisorie (posto collettore dei
morti, posto collettore degli oggetti trovati, posto collettore (po co), posto di sussistenza, posto
d'informazione, sbarramenti e regolamentazione dell'accesso) e trasmette queste informazioni
• controlla e disciplina il primo triage (diagnosi di massima e triage (TI – TIII ev. TIV) = 2 minuti
per pazienti in piedi e 3 minuti per pazienti sdraiati)
• controlla che il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) venga gestito secondo le diret-
tive IAS (almeno la diagnosi di massima e la decisione di triage [TI - TIII ev. TIV])
• provvede alla gestione del controllo di entrata (controllo del flusso dei pazienti), nel triage non
viene compilata la sezione "Partenza per".
• provvede all'ulteriore trasporto dei pazienti (TI -TIII ev. TIV) nei diversi posti, a seconda della
decisione di triage (SAP)
• discute con il capo trasporto (C trasp) in caso di decisione TIIa (= trasporto immediato)
• secondo il piano della rete radio, tiene i contatti con capo sanità fronte (C san fronte), C PMA,
MEUR, capo trattamento d'urgenza (C tratt urg = TI), capo trattamento/attesa (C tratt att = TIII)
e C trasp (= TII)
• provvede a garantire la sostituzione del personale
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.4 Posti di triage
2/2
13 FB_TR_CTriage_it.doc
04.07.2008
• secondo le disposizioni del C PMA provvede allo smantellamento dell'area di triage (posti di
triage) e al ristabilimento materiale
Competenze
• effettua autonomamente il triage
• ha diritto di impartire istruzioni all'interno della zona di triage (in ambito medico dopo essersi
consultato con il MEUR).
Requisiti
Formazione professionale:
medico specialista FMH o equivalente
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
corso base di medicina d'urgenza, risp. corso di medico di servizio
Possibilmente alcuni anni di esperienza professionale e comprovata esperienza in medicina d'urgenza
Auspicati formazione e perfezionamento quale medico d'urgenza (SSMUS o equivalente)
auspicato corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto di
formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
Liste di controllo associate
• Capo triage
Documentazione di lavoro
• piano della rete radio sanitaria nella zona sinistrata
• attrezzatura standard posto di triage
• controllo del flusso di pazienti (protocollo di trasporto)
• registro di controllo dell'incarico
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.4 Posti di triage
1/2
14 FB_Triage_Profi_it.doc
14.08.2007
Personale professionista triage (Prof Tri)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Personale professionista triage (Prof Tri)
Funzioni superiori
•
nel settore medico e organizzativo, capo triage (C tri)
Funzioni subalterne
•
soccorritore SSPI triage (soc SSPI tri) e soccorritore portatore SSPI (port SSPI tri)
Obiettivo della funzione
Provvedere a un triage corretto e rapido (osservando direttive riconosciute) e indirizzare i pazienti
al punto previsto del posto medico avanzato (PMA).
Compiti
• attribuisce al personale SSPI assegnato incarichi secondo il mansionario
• rimuove, dove presente, il cartellino "urgent" del pre-triage
• effettua il primo triage (diagnosi di massima e triage (TI – TIII ev. TIV) = 2 minuti per pazienti in
piedi e 3 minuti per pazienti sdraiati)
• gestisce il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) secondo le direttive IAS (almeno la
diagnosi di massima e la decisione di triage [TI - TIII ev. TIV])
• gestisce il controllo delle entrate e delle uscite (controllo del flusso dei pazienti)
• provvede all'ulteriore trasporto dei pazienti (TI -TIII ev. TIV) nei diversi posti, a seconda della
decisione di triage (SAP)
• in accordo con il capo trasporto (C trasp), provvede al trasferimento dei pazienti in caso di decisione TIIa (= trasporto immediato)
• comunica la necessità di materiale al capo posto medico avanzato (C PMA)
• al termine dell'intervento, collabora allo sgombero e al ristabilimento del materiale
Competenze
• su ordine del C tri, svolge autonomamente il triage e si occupa del trasferimento nei rispettivi
posti
Requisiti
Formazione professionale:
• medico specialista FMH o equivalente oppure
• soccorritore diplomato SSS
• ausiliari di trasporto (lavorano sotto la direzione dei professionisti)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.1 Direzione dell'intervento
2/2
14 FB_Triage_Profi_it.doc
12.12.2007
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Medico:
• corso base di medicina d'urgenza, risp. corso di medico di servizio
• auspicato attestato di capacità quale medico d'urgenza (SSMUS o equivalente)
Medico e soccorritore dipl. SSS:
• auspicato corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto
di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.4 Posti di triage
1/1
15 FB_Tri_SanSSZ_it.doc
14.08.2007
Soccorritore SSPI triage (soc SSPI tri)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Soccorritore SSPI triage (soc SSPI tri)
Funzioni superiori
nel settore medico, capo triage (C tri) e personale medico specializzato
nel settore organizzativo, capo gruppo SSPI (C gr SSPI)
Funzioni subalterne
nessuna
Obiettivo della funzione
Aiutare il personale medico specializzato
Compiti
•
collabora nell'organizzazione e nell'allestimento del posto medico avanzato (PMA), in particolare nella distribuzione del materiale sanitario ai diversi posti (in particolare triage)
•
collabora nella gestione del materiale del PMA (RSA, RSMA)
•
compila la scheda d'accompagnamento del paziente (SAP) secondo le istruzioni del personale
medico specializzato
al termine dell'intervento, collabora allo sgombero e al ristabilimento del materiale
•
Competenze
Può sottoporre al personale specializzato e al C gr SSPI proposte per quanto riguarda il proprio
settore d'intervento.
Requisiti
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Corsi di perfezionamento sanitari dell'Ufficio del militare e della protezione civile GR, moduli di
formazione 1 – 3, durata 6 giorni
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.4 Posti di triage
1/1
16 FB_Tri_SanSSZ_Träger_it.doc
14.08.2007
Descrizione della funzione Soccorritore portatore SSPI triage (Port SSPI tri)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Soccorritore portatore SSPI triage (Port SSPI tri)
Funzioni superiori
nel settore medico, capo triage (C tri) e personale medico specializzato
nel settore organizzativo, capo gruppo SSPI (C gr SSPI)
Funzioni subalterne
nessuna
Obiettivo della funzione
Aiutare il personale medico specializzato nell'esecuzione dei suoi compiti.
Compiti
•
collabora nell'organizzazione e nell'allestimento del posto medico avanzato (PMA), in particolare nella distribuzione del materiale sanitario ai diversi posti (in particolare triage)
•
collabora nella gestione del materiale del PMA (RSA, RSMA)
•
effettua trasporti di pazienti all'interno del posto medico avanzato secondo il principio del trasporto (da triage a TI, TIII, trasporto TII o ev. TIV; ritorno immediato al triage);
al termine dell'intervento, collabora allo sgombero e al ristabilimento del materiale
•
Competenze
Può sottoporre al personale medico specializzato e al C gr SSPI proposte per quanto riguarda il
proprio settore d'intervento.
Requisiti
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Corsi di perfezionamento sanitari dell'Ufficio del militare e della protezione civile GR, moduli di
formazione 1 – 3, durata 6 giorni
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.5 Area di terapia
1/1
17 FB_Therapie_Träger_SanSSZ_it.doc
14.08.2007
Descrizione della funzione Soccorritore portatore SSPI terapia (Port SSPI ter)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Soccorritore portatore SSPI terapia (Port SSPI ter)
Funzioni superiori
nel settore medico, capo trattamento/attesa (C tratt att) e personale medico specializzato
nel settore organizzativo, capo gruppo SSPI (C gr SSPI)
Funzioni subalterne
nessuna
Obiettivo della funzione
Aiutare il personale medico specializzato nell'esecuzione dei suoi compiti.
Compiti
•
collabora nell'organizzazione e nell'allestimento del posto medico avanzato (PMA), in particolare nella distribuzione del materiale sanitario ai diversi posti (in particolare trattamento TI e
TIII)
•
collabora nella gestione del materiale del PMA (RSA, RSMA)
•
effettua trasporti di pazienti all'interno del PMA secondo il principio del trasporto dal trattamento/terapia (da TI a TIII, risp. TIV o trasporto TII; ritorno immediato a TI, risp. TIII)
al termine dell'intervento, collabora allo sgombero e al ristabilimento del materiale
•
Competenze
Può sottoporre al personale medico specializzato e al C gr SSPI proposte per quanto riguarda il
proprio settore d'intervento.
Requisiti
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Corsi di perfezionamento sanitari dell'Ufficio del militare e della protezione civile GR, moduli di
formazione 1 – 3, durata 6 giorni
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.6 Trattamento d'urgenza TI
1/2
18 FB_CNotBeh_it.doc
04.07.2008
Capo trattamento d'urgenza (C tratt urg), TI
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo trattamento d'urgenza (C tratt urg)
Funzioni superiori
nel settore medico, medico d'urgenza responsabile (MEUR)
nel settore organizzativo, capo posto medico avanzato (C PMA)
Funzioni subalterne
•
personale specializzato del posto di trattamento (personale medico specializzato)
•
soccorritori SSPI
Obiettivo della funzione
Dirigere il trattamento d'urgenza (TI) e provvedere a un'assistenza medica corretta e rapida
(osservando direttive riconosciute) e indirizzare i pazienti al punto previsto del posto medico avanzato (TII, TIII ev. TIV).
Compiti
• definisce un proprio sostituto, in particolare per i compiti organizzativi
• ripartisce adeguatamente il personale assegnatogli
• provvede all'allestimento, all'attrezzatura e alla preparazione del trattamento d'urgenza nel
punto stabilito
• dirige il posto di trattamento d'urgenza (organizzazione e coordinamento)
• esegue provvedimenti medici conformemente alle risorse, risp. delega i provvedimenti citati
• controlla che il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) venga gestito conformemente
alle direttive IAS
• si accorda in merito all'ulteriore trasporto dei pazienti verso i diversi posti (TI -TIII ev. TIV)
• secondo il piano della rete radio, tiene i contatti con capo del posto medico avanzato, MEUR, C
TIII e C trasp
• comunica tempestivamente al C PMA il fabbisogno supplementare di personale e materiale
• indirizza alle zone di trasporto i pazienti pronti per il trasporto, conformemente alle capacità
disponibili
• provvede a garantire la sostituzione del personale
• secondo le disposizioni del C PMA, provvede allo smantellamento del trattamento d'urgenza e
al ristabilimento materiale
Competenze
• effettua autonomamente il trattamento
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.6 Trattamento d'urgenza TI
2/2
18 FB_CNotBeh_it.doc
04.07.2008
• nel trattamento d'urgenza (TI), ha diritto di impartire istruzioni
Requisiti
Formazione professionale:
medico specialista FMH o equivalente
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
• corso base di medicina d'urgenza, risp. corso di medico di servizio
• se possibile, alcuni anni di esperienza professionale
• auspicato attestato di capacità quale medico d'urgenza (SSMUS o equivalente)
• auspicato corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto
di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
Liste di controllo associate
• Capo trattamento d'urgenza
Documentazione di lavoro
• piano della rete radio sanitaria nella zona sinistrata
• dotazione standard trattamento d'urgenza TI
• registro di controllo dell'incarico
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.6 Trattamento d'urgenza TI
1/2
19 FB_Profi_NotBeh_it.doc
14.08.2007
Descrizione della funzione Personale professionista trattamento d'urgenza
(Prof tratt urg), TI
Denominazione della funzione e abbreviazione
Personale professionista trattamento d'urgenza (Prof tratt urg)
Funzioni superiori
•
nel settore medico e organizzativo, capo trattamento d'urgenza (C tratt urg)
Funzioni subalterne
•
soccorritori SSPI trattamento d'urgenza (SSPI tratt urg) e soccorritori portatori SSPI (Port
SSPI ter)
Obiettivo della funzione
Provvedere a trattamento e assistenza medici adeguati alla situazione (osservando direttive riconosciute) e indirizzare i pazienti al posto di trasporto (TII) o al posto trattamento/attesa (TIII).
Compiti
• attribuisce al personale SSPI assegnato incarichi (secondo il mansionario)
• verifica la decisione di triage (TI) dei pazienti in arrivo ed effettua trattamenti medici
• gestisce il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) conformemente alle direttive IAS
• provvede all'ulteriore trasporto dei pazienti verso i diversi posti (TII, TIII ev. TIV)
• in accordo con il capo trasporto (C trasp), provvede al trasferimento dei pazienti in caso di decisione TIIa (= trasporto immediato) e TIIb
• comunica tempestivamente al capo posto medico avanzato (C PMA) il fabbisogno supplemen-
tare di personale e materiale
• collabora all'allestimento del posto di trattamento d'urgenza (TI) e al ristabilimento del materiale
Competenze
• su ordine del capo trattamento d'urgenza, esegue autonomamente i trattamenti medici e provvede al trasferimento alla zona di trasporto (TII)
Requisiti
Formazione professionale:
• medico specialista FMH o equivalente oppure
• soccorritore diplomato SSS con competenze di anestesiologia
• soccorritore diplomato SSS
• ausiliari di trasporto (lavorano sotto la direzione dei professionisti)
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.6 Trattamento d'urgenza TI
2/2
19 FB_Profi_NotBeh_it.doc
12.12.2007
Medico:
• corso base di medicina d'urgenza, risp. corso di medico di servizio
• auspicato attestato di capacità quale medico d'urgenza (SSMUS o equivalente)
Medico e soccorritore diplomato:
• auspicato corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto
di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.6 Trattamento d'urgenza TI
1/1
20 FB NotBeh_SanSSZ_it.doc
14.08.2007
Soccorritore SSPI trattamento d'urgenza
(SSPI tratt urg), TI
Denominazione della funzione e abbreviazione
Soccorritore SSPI trattamento d'urgenza (SSPI tratt urg)
Funzioni superiori
•
capo trattamento d'urgenza (C tratt urg)
•
personale professionista trattamento d'urgenza (Prof tratt urg)
•
capo gruppo SSPI (C gr SSPI)
Funzioni subalterne
nessuna
Obiettivo della funzione
Aiutare il personale medico specializzato nell'esecuzione dei suoi compiti.
Compiti
•
collabora nell'organizzazione e nell'allestimento del posto medico avanzato (PMA), in particolare nella distribuzione del materiale sanitario ai diversi posti (in particolare trattamento
d'urgenza)
•
collabora nella gestione del materiale del posto medico avanzato (RSA, RSMA)
•
collabora nell'esecuzione di provvedimenti terapeutici, in particolare nell'applicazione di fissazioni e bendaggi, secondo le istruzioni del personale medico specializzato
•
prepara iniezioni e infusioni e controlla le infusioni
•
controlla e assiste costantemente i pazienti secondo le istruzioni del personale medico
specializzato
•
compila la scheda d'accompagnamento del paziente (SAP) secondo le indicazioni del personale medico specializzato
•
collabora allo smantellamento del punto di trattamento d'urgenza e al ristabilimento del materiale
Competenze
Può sottoporre al personale professionista e al C gr SSPI proposte per quanto riguarda il proprio
settore d'intervento.
Requisiti
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Corsi di perfezionamento sanitari dell'Ufficio del militare e della protezione civile GR, moduli di
formazione 1 – 3, durata 6 giorni
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.7 Trattamento/attesa TIII / TIV
1/2
21 FB_BehW Chef_it.doc
04.07.2008
Capo trattamento/attesa (C tratt att), TIII
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo trattamento/attesa (C tratt att)
Funzioni superiori
•
nel settore medico, medico d'urgenza responsabile (MEUR)
•
nel settore organizzativo, capo posto medico avanzato (C PMA)
Funzioni subalterne
•
personale professionista trattamento/attesa (Prof tratt att)
•
soccorritori SSPI trattamento/attesa (ed ev. volontari attribuiti al settore)
•
soccorritori portatori SSPI terapia (ed ev. volontari attribuiti al settore)
Obiettivo della funzione
Dirigere il posto trattamento/attesa e provvedere a verificare la diagnosi e a disporre, risp. eseguire
i necessari provvedimenti terapeutici. In accordo con il capo trasporto (C trasp) indirizzare i
pazienti ai rispettivi punti del posto medico avanzato (TI, TII ev. TIV).
Compiti
• definisce un proprio sostituto, in particolare per i compiti organizzativi
• ripartisce adeguatamente il personale assegnatogli
• provvede all'allestimento, all'attrezzatura e alla preparazione del posto trattamento/attesa nel
punto stabilito
• provvede all'identificazione del suo personale
• dirige il posto trattamento/attesa (organizzazione e coordinamento)
• fa in modo e controlla che il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) venga gestito confor-
memente alle direttive IAS
• provvede affinché venga controllata la decisione di triage dei pazienti in arrivo e controlla che
vengano disposti ed eseguiti i provvedimenti terapeutici
• verifica l'esecuzione dei provvedimenti terapeutici disposti
• prende contatto con il C trasp prima di indirizzare i pazienti a questo posto (TII)
• prende contatto con il C tratt urg prima di procedere a un cambiamento della decisione di triage
e di indirizzare i pazienti a questo posto (TI)
• secondo il piano della rete radio, tiene i contatti con C PMA, MEUR, C tratt urg (TI) e C trasp
• su ordine del MEUR, provvede all'allestimento e alla gestione di un posto "deve aspettare" (TIV
= medicina individuale non possibile a causa della mancanza di risorse sanitarie)
• indirizza alle zone di trasporto (TII) i pazienti pronti per il trasporto, conformemente alle capacità
disponibili
• provvede a garantire la sostituzione del personale
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.7 Trattamento/attesa TIII / TIV
2/2
21 FB_BehW Chef_it.doc
04.07.2008
• comunica tempestivamente al C PMA il fabbisogno supplementare di personale e materiale
• secondo le disposizioni del C PMA provvede allo smantellamento del posto di tratta-
mento/attesa e al ristabilimento materiale
Competenze
• gestisce autonomamente il posto trattamento/attesa
• ha diritto di impartire istruzioni nell'area trattamento/attesa (nel settore medico dopo essersi
consultato con il MEUR).
Requisiti
Formazione professionale:
• medico specialista FMH o equivalente oppure
• soccorritore diplomato SSS
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
• corso base di medicina d'urgenza, risp. corso di medico di servizio
• se possibile, alcuni anni di esperienza professionale
• auspicati formazione e perfezionamento quale medico d'urgenza (SSMUS o equivalente)
• auspicato corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto
di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
Liste di controllo associate
• Capo trattamento/attesa
Documentazione di lavoro
• piano della rete radio sanitaria nella zona sinistrata
• dotazione standard TIII trattamento/attesa
• registro di controllo dell'incarico
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.7 Trattamento/attesa TIII / TIV
1/2
22 FB_BehW Personal Profi_it.doc
14.08.2007
Personale professionista trattamento/attesa
(Prof tratt att), TIII
Denominazione della funzione e abbreviazione
Personale professionista trattamento/attesa (Prof tratt att)
Funzioni superiori
•
nel settore medico e organizzativo, capo trattamento/attesa (C tratt att)
Funzioni subalterne
•
soccorritori SSPI trattamento/attesa (SSPI tratt att) ed ev. volontari attribuiti al settore
•
soccorritori portatori SSPI terapia (Port SSPI ter) ed ev. volontari attribuiti al settore
Obiettivo della funzione
Verificare la decisione di triage (TIII) dei pazienti in arrivo, nonché disporre ed eseguire i provvedimenti terapeutici su pazienti con ferite di lieve e media entità (osservando direttive riconosciute).
Compiti
• collabora all'allestimento, all'attrezzatura e alla preparazione del posto trattamento/attesa nel
punto stabilito
• impartisce incarichi ai soccorritori SSPI assegnati (secondo il mansionario)
• provvede affinché il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) venga gestito conforme-
mente alle direttive IAS
• verifica la decisione di triage (TIII) dei pazienti in arrivo e dispone provvedimenti terapeutici
• in accordo con il C tratt att provvede al trasporto dei pazienti all'interno del PMA (TI, TII ev. TIV)
• comunica la necessità di materiale al capo posto medico avanzato (C PMA)
• collabora all'allestimento del posto trattamento/attesa e al ristabilimento del materiale
Competenze
• su ordine del capo trattamento/attesa, procede autonomamente alla diagnosi, dispone ed esegue provvedimenti terapeutici
Requisiti
Formazione professionale:
• medico specialista FMH o equivalente oppure
• soccorritore diplomato SSS
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
• corso base di medicina d'urgenza, risp. corso base di medico di servizio
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.7 Trattamento/attesa TIII / TIV
2/2
22 FB_BehW Personal Profi_it.doc
14.08.2007
• se possibile, alcuni anni di esperienza professionale
• auspicato corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto
di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.7 Trattamento/attesa TIII / TIV
1/1
23 FB_BehW SanSSZ_it.doc
14.08.2007
Soccorritore SSPI trattamento/attesa
(SSPI tratt att), TIII
Denominazione della funzione e abbreviazione
Soccorritore SSPI trattamento/attesa (SSPI tratt att)
Funzioni superiori
•
nel settore medico e organizzativo, capo trattamento/attesa (C tratt att)
•
personale professionista trattamento/attesa (Prof tratt att)
•
capo gruppo SSPI (C gr SSPI)
Funzioni subalterne
nessuna
Obiettivo della funzione
Sostenere il personale medico specializzato nell'esecuzione dei suoi compiti.
Compiti
• collabora nell'organizzazione e nell'allestimento del posto medico avanzato (PMA), in particolare nella distribuzione del materiale sanitario ai diversi posti (in particolare trattamento/attesa)
• collabora nella gestione del materiale del posto medico avanzato (RSA, RSMA)
• collabora nell'esecuzione di provvedimenti terapeutici, in particolare nell'applicazione di fissazioni e bendaggi, secondo le istruzioni del personale medico specializzato
• prepara iniezioni e infusioni e controlla le infusioni
• controlla e assiste costantemente i pazienti secondo le istruzioni del personale medico
specializzato
• compila la scheda d'accompagnamento del paziente (SAP) secondo le indicazioni del personale
medico specializzato
• collabora all'allestimento del posto trattamento/attesa e al ristabilimento del materiale
Competenze
Può sottoporre al personale professionista trattamento/attesa e al C gr SSPI proposte relative al
proprio settore d'intervento.
Requisiti
Formazione per non professionisti:
Corsi di perfezionamento sanitari dell'Ufficio del militare e della protezione civile GR, moduli di
formazione 1 – 3, durata 6 giorni
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Nessuno
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Descrizione della funzione
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.7 Trattamento/attesa TIII / TIV
1/1
24 FB_BehW Care Giver_it.doc
14.08.2007
Caregiver
Denominazione della funzione e abbreviazione
Caregiver nel posto medico avanzato
Funzioni superiori
•
coordinatore Care Team Grischun
•
nel settore organizzativo, capo trattamento/attesa (C tratt att)
Funzioni subalterne
•
nessuna
Obiettivo della funzione
Assistere i pazienti in ambito psicologico (osservando direttive riconosciute) nel posto trattamento/attesa (se viene gestito TIV)
Compiti
• fornisce sostegno psicologico a pazienti e casi disperati
Competenze
• si occupa autonomamente dell'assistenza psicologica
Requisiti
Formazione professionale:
formazione professionale in ambito sociale, psicologico
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
se possibile, alcuni anni di esperienza professionale
giornata informativa Care Team Grischun (un giorno)
formazione e perfezionamento professionale caregiver certificato secondo RNAPU (6 giorni)
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.8 Posto di carico per trasp. TIIa/TIIb
1/2
25 FB_CTrsp_it.doc
04.07.2008
Capo trasporto (C trasp), TII
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo trasporto (C trasp)
Funzioni superiori
• nel settore organizzativo, capo posto medico avanzato (C PMA)
• nel settore medico, medico d'urgenza responsabile (MEUR)
Funzioni subalterne
• personale specializzato dell'area di trasporto (MU, SD)
• soccorritori SSPI trasporto (SSPI trasp)
Obiettivo della funzione
Gestire autonomamente il trasporto. Impiegare in modo mirato i mezzi di soccorso terrestri e aerei.
Inviare il giusto paziente al giusto ospedale di trattamento finale (niente trasporti secondari)
Compiti
• definisce un proprio sostituto per il punto di carico (sost C trasp)
• ripartisce adeguatamente il personale assegnatogli
• provvede all'allestimento, all'attrezzatura e alla preparazione del punto di trasporto nel luogo
stabilito
• dirige il punto di trasporto (organizzazione e coordinamento)
• ordina per urgenza di trasporto (TIIa = trasporto immediato, TIIb = può aspettare), stabilisce il
mezzo di trasporto, definisce l'ospedale di destinazione
• prosegue la compilazione della scheda d'accompagnamento del paziente (SAP; tagliando
staccabile 1)
• provvede affinché venga tenuto il controllo delle entrate e delle uscite (controllo del flusso di
pazienti)
• provvede al trasporto verso il punto di carico
• mantiene il contatto radio con MEUR, C int san, C fronte, C TI, C TIII e C triage e con il punto di
carico (sost C trasp)
• mantiene aggiornato l'elenco degli ospedali per il capo trasporto (capacità di trattamento), sulla
base delle informazioni della CES 144
• comunica tempestivamente al C PMA il fabbisogno supplementare di personale e materiale
• provvede a garantire la sostituzione del personale
• su ordine del capo posto medico avanzato provvede allo smantellamento del punto di trasporto
e al ristabilimento del materiale
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.8 Posto di carico per trasp. TIIa/TIIb
2/2
25 FB_CTrsp_it.doc
04.07.2008
• garantisce lo scambio di materiale (ambulanza/elicottero verso PMA) nel punto di carico e,
tramite i mezzi di trasporto, trasmette alla grande noria le ordinazioni di materiale medico di
consumo
Competenze
• gestire autonomamente il "trasporto"
• ha diritto di impartire istruzioni nel "trasporto" (in ambito medico dopo essersi consultato con il
MEUR).
Requisiti
Formazione professionale:
• Soccorritore dipl. SSS
• se possibile, con formazione complementare
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
• alcuni anni di esperienza professionale nel servizio ambulanza
• corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
• Auspicata: funzione di quadro nel servizio ambulanza
Liste di controllo associate
• capo trasporto (punto di trasporto)
• sost capo trasporto (punto di carico)
Documentazione di lavoro
• piano della rete radio sanitaria nella zona sinistrata
• registro di controllo dell'incarico
• dotazione standard TII trasporto
• controllo del flusso di pazienti SAP (protocollo di trasporto)
• elenco degli ospedali per il capo trasporto (capacità di trattamento)
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.8 Posto di carico per trasp. TIIa/TIIb
1/2
26 FB_Trsp_Profi_it.doc
14.08.2007
Personale professionista trasporto
(Prof trasp), TII
Denominazione della funzione e abbreviazione
Personale professionista trasporto (Prof trasp)
Funzioni superiori
•
nel settore medico e organizzativo, capo trasporto (C trasp)
Funzioni subalterne
•
soccorritori SSPI trasporto/punto di carico (SSPI trasp)
Obiettivo della funzione
Provvedere a un triage di trasporto corretto e rapido (osservando direttive riconosciute), attribuire ai
pazienti il rispettivo mezzo di trasporto e accompagnarli fino al punto di carico.
Compiti
• impartisce incarichi ai soccorritori SSPI assegnati (secondo il mansionario)
• procede al triage di trasporto e stabilisce il mezzo di trasporto
• gestisce il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) conformemente alle direttive IAS e
tiene il protocollo di trasporto
• provvede al controllo delle entrate e delle uscite (protocollo di trasporto)
• prende contatto con capo triage (C tri), capo trattamento d'urgenza (C tratt urg) e capo tratta-
mento/attesa (C tratt att) per coordinare il trasporto dei pazienti al punto di carico
• comunica la necessità di materiale al capo posto medico avanzato (C PMA)
• assume ulteriori compiti, secondo incarichi C trasp
• collabora allo smantellamento del punto di trasporto e al ristabilimento del materiale
Competenze
• svolge autonomamente il triage di trasporto ed effettua il trasporto al punto di carico.
Requisiti
Formazione professionale:
• medico specialista FMH o equivalente oppure
• soccorritore diplomato SSS
• ausiliari di trasporto (lavorano sotto la direzione dei professionisti)
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Medico:
• corso base di medicina d'urgenza, risp. corso di medico di servizio
• auspicato attestato di capacità quale medico d'urgenza (SSMUS o equivalente)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.8 Posto di carico per trasp. TIIa/TIIb
2/2
26 FB_Trsp_Profi_it.doc
14.08.2007
Medico e soccorritore dipl. SSS:
• auspicato corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto
di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.8 Posto di carico per trasp. TIIa/TIIb
1/1
27
FB_Trsp_SanSSZ_Träger_it.doc
14.08.2007
Soccorritore SSPI trasporto-punto di carico
(SSPI trasp), TII
Denominazione della funzione e abbreviazione
Soccorritore SSPI trasporto/punto di carico (SSPI trasp)
Funzioni superiori
•
nel settore medico, capo trasporto (C trasp) e personale medico specializzato
•
nel settore organizzativo, capo gruppo SSPI (C gr SSPI)
Funzioni subalterne
nessuna
Obiettivo della funzione
Aiutare il personale medico specializzato nell'esecuzione dei suoi compiti.
Compiti
•
collabora nell'organizzazione e nell'allestimento del posto medico avanzato (PMA), in particolare nella distribuzione del materiale sanitario ai diversi posti (in particolare trasporto)
•
collabora nella gestione del materiale del posto medico avanzato (RSA, RSMA)
•
controlla e assiste costantemente i pazienti secondo le istruzioni del personale medico
specializzato
•
trasporta i pazienti al punto di carico
•
compila la scheda d'accompagnamento del paziente (SAP) secondo le indicazioni del personale medico specializzato
collabora allo smantellamento del punto di trasporto e al ristabilimento del materiale
•
Competenze
Può sottoporre al personale medico specializzato e al C gr SSPI proposte per quanto riguarda il
proprio settore d'intervento.
Requisiti
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Corsi di perfezionamento sanitari dell'Ufficio del militare e della protezione civile GR, moduli di
formazione 1 – 3, durata 6 giorni
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.9 Punto di carico
1/3
28 FB TR_ZFK Kapo_it
28.08.2012
Coordinatore di volo civile (CVC Polca)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Coordinatore di volo civile (CVC Polca)
Funzioni superiori
 capo intervento generale Polca
 capo di Stato maggiore cantonale di condotta (C SMCC)
Funzioni subalterne
 sostituto CVC
 coordinatore intervento trasporti aerei (CITA) di tutte le organizzazioni
Obiettivo della funzione
Garantire l'intero coordinamento dei movimenti nello spazio aereo sul luogo dell'incidente, risp.
nell'area dell'incidente, nonché la sicurezza aerea sul luogo dell'incidente.
Compiti
 garantisce la reperibilità costante e tempi di intervento di 15 minuti
 garantisce che il materiale personale sia pronto all'impiego
 tiene aggiornata tutta la documentazione necessaria (p.es. elenco degli indirizzi e telefonico,
carte di volo, carte con l'ubicazione dei rimorchi sanitari (RSA) e dei rimorchi tecnici (RSMA)
 dopo l'allarme da parte della CES 144 (tramite FAS presso CCEI) contatta la CES 144 per
chiarire la necessità d'intervento
 nei limiti delle proprie competenze, ricorre a mezzi di trasporto aereo dell'esercito (CIN TA /
[email protected]) o di imprese di elitrasporto commerciali
 comunica un dispiegamento di mezzi di trasporto aereo al capo SMCC o al suo sostituto
 si annuncia al capo intervento generale Polca e lo informa sullo stato nel settore del
coordinamento aereo
 prende contatto con il capo trasporto, risp. con il suo sostituto
 in caso di necessità chiede rinforzi (CITA) alla Rega, all'esercito o a imprese di elitrasporto
commerciali in Svizzera
 gestisce un eliporto temporaneo
 coordina tutti i movimenti aerei sul luogo dell'incidente, risp. nell'area dell'incidente
 garantisce la sicurezza aerea sul luogo dell'incidente, risp. nell'area dell'incidente e assicura i
necessari collegamenti radio
 consiglia il capo intervento generale fronte e lo Stato maggiore di crisi (SMCC, Stato maggiore
di condotta della polizia = SMCP o Stato maggiore di condotta del comune = SMCCom) nel
settore del coordinamento aereo e della sicurezza aerea (trasporti aerei)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.9 Punto di carico
2/3
28 FB TR_ZFK Kapo_it
28.08.2012
 assicura il rifornimento di carburante, ecc. per i mezzi di trasporto aereo
 organizza i voli di ricognizione (entità dell'incidente) su incarico del capo intervento generale
Polca o dello Stato maggiore cantonale di condotta (SMCC)
Competenze
In relazione a una mobilitazione delle sezioni sanitarie di pronto intervento, o di loro parti (gruppo),
ha il compito di mobilitare i mezzi di trasporto militari e civili secondo principi economici e di
impiegarli in modo sensato per il trasporto di materiale e personale sanitario, nonché di pazienti.
In caso di ulteriore bisogno di mezzi di trasporto aereo per trasportare persone, materiale o acqua
di spegnimento, la competenza per la loro mobilitazione e/o impiego spetta al capo di Stato
maggiore cantonale di condotta o al suo sostituto. Il CVC Polca può sottoporre proposte al capo di
Stato maggiore o al suo sostituto.
Requisiti
Formazione professionale:
Funzionario di polizia
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
Corso base di capo impiego elicotteri (CIE) (2 settimane)
Corsi di perfezionamento annuali (1 settimana)
Corso d'introduzione coordinatore intervento trasporti aerei (CITA) REGA (1 giorno)
auspicato corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto di
formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
Liste di controllo associate
 Lista di controllo per coordinatore intervento trasporti aerei
 Modulo di rilevamento elicottero
 Protocollo movimenti aerei
 Lista di controllo per il dispiegamento per interventi immeditati/d'urgenza (di elicotteri)
 Lista dei RSA 1-4 e dei RSMA 1-4 e delle loro ubicazioni
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.9 Punto di carico
3/3
28 FB TR_ZFK Kapo_it
28.08.2012
Schema di mobilitazione e di allarme CVC Polca:
CES 144
Ilanz
CCEI 117/118
Coira
SSPI 1 – 5
- Caposez
(1)
- Capogr
(3)
- San
(18)
- CVC Polca (2)
- Istr PC
(2)
Il CVC Polca contatta immediatamente la CES 144 e chiarisce:
- necessità d'intervento
- condizioni meteo per l'aviazione
- possibilità di atterraggio
- mezzi di trasporto aereo necessari
Organigramma / struttura d'intervento CVC Polca:
SMCC / Stato maggiore
parziale SMCC
CSM / sost CSM
Capo intervento generale
Polca fronte
Coordinatore di volo civile
Polca
C int fronte
- Pol
- Pol fuoco
- UT
- MEUR/C int san
- UNA
Controllore della circolazione
aerea Pol - radio / sicurezza
CITA Rega
- capo trasporto
(pazienti)
CITA esercito
- pazienti
- personale
- materiale
- altro
CITA commerciale
- pazienti
- personale
- materiale
- altro
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.10 Grande noria
1/1
29 FB_GN TrspMittel_it.doc
14.08.2007
Mezzi di trasporto grande noria (team)
Denominazione della funzione e abbreviazione
Mezzi di trasporto grande noria: ambulanze dei servizi ambulanza e basi ambulanza, elicotteri,
ecc.
Funzioni superiori
•
nel settore organizzativo, capo intervento sanitario (C int san) / per contatto con il posto
medico avanzato (PMA), capo trasporto (C trasp)
Funzioni subalterne
•
nessuna
Obiettivo della funzione
Trasportare i pazienti dal punto di trasporto, risp. carico al luogo di trattamento (ospedale di destinazione), utilizzando i mezzi di trasporto (ambulanza, elicottero, ecc.).
Compiti
• osserva le direttive concernenti accessi e uscite (anche per via aerea)
• si informa presso il C trasp in merito ai pazienti da trasportare e al luogo di destinazione
• prende in consegna i pazienti nel punto di trasporto, risp. di carico
• effettua i trasporti dei pazienti dal punto di trasporto, risp. di carico al luogo di trattamento (ospedale) (grande noria)
• durante il trasporto informa il luogo di destinazione (ospedale di destinazione) sullo stato del
paziente e sul momento dell'arrivo
• porta materiale di consumo al PMA secondo l'incarico CES 144
• informa la CES 144 sul suo stato di impiego (Datcom)
• rispetta le misure di sicurezza prescritte (protezione personale)
Competenze
• effettua autonomamente i trasporti
Requisiti
Formazione professionale:
soccorritore diplomato SSS, ausiliario di trasporto, soccorritore SSPI
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
auspicato corso di perfezionamento (CPerf) MS/Socc, 1 giorno (categoria 2 secondo il concetto di
formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie nei Grigioni del
06.02.2007).
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Descrizione della funzione
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.10 Grande noria
1/1
30 FB_Zielspital_it.doc
14.08.2007
Ospedale di destinazione
Denominazione della funzione e abbreviazione
Capo situazioni particolari e straordinarie (interno all'ospedale)
Funzioni superiori
nel settore medico e organizzativo, secondo il concetto interno in caso di catastrofi
nel settore organizzativo, direzione dell'ospedale (nonché C SMCC)
Funzioni subalterne
personale secondo il concetto interno in caso di catastrofi
Obiettivo della funzione
Gestire la situazione particolare e straordinaria secondo il concetto interno in caso di catastrofi.
Compiti
• stabilisce e assicura accessi e uscite
• allestisce, attrezza e prepara l'accettazione dei pazienti
• si informa sulla situazione dell'incidente esclusivamente presso la CES 144
• trasferisce la scheda d'accompagnamento del paziente (SAP) nella documentazione ospedaliera (riprende il numero d'identificazione della SAP nella documentazione dell'ospedale)
• la parte staccabile della SAP deve essere raccolta internamente presso un punto definito (p.es.
centralino dell'ospedale)
• aggiorna le proprie capacità di ammissione (ev. tramite SII)
• aumenta la capacità d'ammissione in base alla comunicazione della gravità dell'incidente da
parte della CES 144
• richiede ulteriori capacità di trasporto
• viene informato dalla CES 144 in merito all'interruzione dell'intervento e dispone il passaggio
alla situazione normale
• provvede, se necessario, a defusing e debriefing (prevenzione secondaria) per i collaboratori
Competenze
Secondo il concetto interno in caso di catastrofi
Requisiti
Formazione professionale:
secondo il concetto interno in caso di catastrofi
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Descrizione della funzione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.10 Grande noria
1/2
31 FB_Disponent144_it.doc
04.07.2008
Operatore CES 144 retrovie
Denominazione della funzione e abbreviazione
Operatore Centrale d'emergenza sanitaria 144 retrovie (Operatore CES 144 retrovie)
Funzioni superiori
•
nel settore medico e organizzativo, secondo il dispositivo interno
Funzioni subalterne
•
nessuna
Obiettivo della funzione
•
dispiegamento e coordinamento di tutti i mezzi d'intervento
•
sostegno all'organizzazione del servizio sanitario sul luogo dell'incidente per l'impiego mirato di
mezzi di soccorso (terrestri e aerei)
•
garanzia del flusso di informazioni verso gli ospedali di destinazione (comunicazioni sulla situazione, mezzi ausiliari SII)
Compiti
• aumenta le risorse di personale secondo il concetto interno
• raccoglie informazioni presso il primo equipaggio, risp. presso il capo intervento sanitario (C int
san) in merito alla situazione sanitaria e alla comunicazione, risp. agli interlocutori
• si informa presso il capo intervento generale fronte in merito alle possibilità di accesso e di
uscita, risp. alle limitazioni
• si informa sulle capacità di ospedalizzazione (secondo elenco), aggiorna le capacità di ammissione e trattamento degli ospedali e le comunica al capo trasporto
• garantisce il coordinamento nel settore sanitario arretrato
• mantiene il collegamento con capo trasporto (C trasp), C int san, veicoli di soccorso (notifiche
dello stato d'impiego) e con i partner principali (CCEI, soccorso aereo, ospedali)
• mette in atto i piani preparati in caso di catastrofe
• tiene i contatti con ambulanze ed elicotteri di soccorso e si avvale di notifiche dello stato d'impiego
• mobilitazione di mezzi di soccorso per situazioni particolari e straordinarie
• chiede alla Polizia cantonale di mantenere libero l'asse di soccorso (grande noria)
• coordina il rifornimento di materiale, su ordine del C PMA, risp. del C trasp
• raccoglie le informazioni sull'incidente e sostiene le forze di comando sul posto; inoltra le
informazioni agli organi sanitari arretrati (SMCC)
• trasmette rapporti sulla situazione dalla CES 144 agli ospedali di destinazione (mezzi ausiliari
SII), risp. dagli ospedali alla CES 144
• viene informato dal C int san sull'interruzione dell'intervento
• informa gli ospedali sull'interruzione dell'intervento e libera le capacità di ospedalizzazione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
05 Descrizioni delle funzioni
5.10 Grande noria
2/2
31 FB_Disponent144_it.doc
04.07.2008
Competenze
• decide autonomamente circa l'impiego dei mezzi di soccorso a disposizione, in stretta
collaborazione con C int san, capo trasporto (C trasp) e ospedali di destinazione
Requisiti
Formazione professionale:
soccorritore dipl. SSS
se possibile, con formazione complementare di operatore di centrale per chiamate d'emergenza
sanitaria
Perfezionamento professionale e aggiornamento specifico, risp. conoscenze specifiche:
alcuni anni di esperienza professionale nel servizio ambulanza
formazione di base Sanitätsdienstliche Führung im Grossereignis (SFG GR), 2 giorni (categoria 1
secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e straordinarie
nei Grigioni del 06.02.2007).
corso di perfezionamento Sanitätsdienstliche Führung im Grossereignis (SFG GR), 1 giorno/anno
(categoria 1 secondo il concetto di formazione per partner del serv san in situazioni particolari e
straordinarie nei Grigioni del 06.02.2007).
Liste di controllo associate
• Incidente maggiore con 5 – 10 feriti
• Incidente maggiore con 11 feriti e più
• Mobilitazione / Elenco delle indicazioni Care Team Grischun
Documentazione di lavoro
• elenco degli ospedali per il capo trasporto / capacità di trattamento
• SII
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
1/1
06_Registerverzeichnis_it
28.08.2012
Indice
6.
LISTE DI CONTROLLO
6.1
Primo equipaggio di soccorso
6.2
Capo intervento sanitario (C int san)
6.3
Medico d'urgenza responsabile (MEUR)
6.4
Capo intervento Care Team Grischun
6.5
Capo sanità fronte (C san fronte)
6.6
Capo posto medico avanzato (C PMA)
6.7
Capo sezione SSPI (C sez)
6.8
Capo gruppo SSPI (C gr)
6.9
Capo triage (C Tri)
6.10 Capo trattamento d'urgenza (C tratt urg)
6.11 Capo trattamento/attesa (C tratt att)
6.12 Capo trasporto (C trasp)
6.13 Sost capo trasporto (Sost C trasp)
6.14 CES 144: 5 – 10 feriti
6.15 CES 144: 11 e più feriti
6.16 Elenco delle indicazioni di intervento per il Care Team Grischun e
il Servizio psicologico scolastico GR
6.17 Posto collettore sanitario
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
1/1
06_Registerverzeichnis_it
28.08.2012
Indice
6.
LISTE DI CONTROLLO
6.1
Primo equipaggio di soccorso
6.2
Capo intervento sanitario (C int san)
6.3
Medico d'urgenza responsabile (MEUR)
6.4
Capo intervento Care Team Grischun
6.5
Capo sanità fronte (C san fronte)
6.6
Capo posto medico avanzato (C PMA)
6.7
Capo sezione SSPI (C sez)
6.8
Capo gruppo SSPI (C gr)
6.9
Capo triage (C Tri)
6.10 Capo trattamento d'urgenza (C tratt urg)
6.11 Capo trattamento/attesa (C tratt att)
6.12 Capo trasporto (C trasp)
6.13 Sost capo trasporto (Sost C trasp)
6.14 CES 144: 5 – 10 feriti
6.15 CES 144: 11 e più feriti
6.16 Elenco delle indicazioni di intervento per il Care Team Grischun e
il Servizio psicologico scolastico GR
6.17 Posto collettore sanitario
1° equipaggio (SAR)
Lista di
controllo
© GP cond serv san luglio 2012
Indossare gilet C int san (socc)
Recuperare materiale di lavoro 1° equipaggio
SAR







__:__
Tenersi a distanza – riconoscere i pericoli
considerare la propria sicurezza
__:__
Primo feedback a CES 144 – richiesta di allarme
per ulteriori mezzi di soccorso
Farsi un quadro generale, valutare la situazione
– nessun trattamento! Tenuta del giornale (vedi
__:__
__:__
__:__
__:__
__:__
retro)
Punti da accordare con polizia/pompieri in merito alle posizioni di:
1. Nido dei feriti
4. PC fronte
2. PMA
5. Posto collettore persone illese
3. Asse di salvataggio 6. Posto collettore del personale
Pre-triage possibile? Impiego SAP
Preparare comunicato sulla situazione (vedi retro!)
Secondo feedback a CES 144
Demarcare posto collettore del personale
sanitario (triopan sull'ambulanza) e cedere la
gestione (al conducente 2° equipaggio, in seguito al
SSPI).
Assegnare i mezzi/le forze d'intervento in arrivo:
Capo fronte (SAP, pre-triage possibile?)
Nido dei feriti
Capo trasporto (punto di carico ambulanze, area d'atterraggio
elicotteri)

Consegna a C int san (cedere gilet)
__:__
Valutazione della situazione
Luogo esatto:
Tipo di incidente:
Pericoli:
sostanze pericolose
elettricità
estensione / panico
cedimento / crollo
esplosione / incendio
condizioni meteo
Feriti:
feriti gravi
0–3
4 – 10
molti
feriti leggeri
pochi
molti
Necessari mezzi speciali?
Sedi:
Nido dei feriti
PMA
________________________________
Asse di salvataggio
_________________________
Fz
Parco veicoli/posto collettore del
personale
________________________________
Punto di carico sanitario
________________________________
__________________________
F
PC fronte
__________________________
Posto collettore persone illese
________________________
Area d'atterraggio
elicotteri
_________________________
Capo intervento sanitario
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
C int san = direzione organizzazione (PC fronte)
MEUR = direzione medica
Effettuare consegna con il primo equipaggio, se
possibile con MEUR (valutazione della situazione vedi
retro)
Indossare gilet C int san e recuperare materiale di
lavoro C int san
Definire sostituto e assistenti di Stato maggiore
Valutazione dell'intervento e della situazione nel
PC fronte
Trasmettere informazioni a CES 144
Chiarire (con pomp/pol) possibilità di pre-triage e
dare il via libera, determinare capo fronte
Visione d'insieme - ricognizione del luogo del sinistro con MEUR
Stabilire e mantenere collegamento (secondo piano
della rete radio / schema di comunicazione)
Stabilire asse di soccorso con organizzazioni
partner - informare capo trasporto
Stabilire e demarcare posto collettore del personale sanitario (triopan su RSA) (se non ancora effettuato da parte del 1° equipaggio)
Stabilire e demarcare il posto di comando per rapporti sanitari
Informazione a capo di Stato maggiore SMCC tramite tel. 117
Comunicare tempestivamente il bisogno di sussistenza e sostituzione del personale alla direzione
dell'intervento fronte
Valutazione della situazione
Luogo esatto:
Tipo di incidente:
Pericoli:
Feriti:
feriti gravi
0–3
4 – 10
molti
feriti leggeri
pochi
Necessari mezzi speciali?
Vie di accesso e di deflusso ambulanze?
Atterraggio elicottero possibile?
Dove?
molti
Medico d'urgenza
responsabile
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
MEUR = direzione medica
C int san = direzione organizzazione (PC fronte)
Prendere contatto con C int san (valutazione della situazione vedi retro)
Indossare gilet MEUR e recuperare materiale di
lavoro MEUR
Valutare la situazione con C int san
Stabilire la tattica di intervento medico (modalità di
afflusso dei pazienti: da soli o in gruppo?) con C int san
Stabilire l'entità di trattamento e decidere se utilizzare la categoria di triage TIV (informare il personale)
Mantenere i contatti (secondo il piano)
Controllo del pre-triage, del nido dei feriti e dei
posti di triage
Comando medico del PMA; controllo dei provvedimenti medici
Richiedere a capo trasporto informazioni riguardo
alle capacità di ospedalizzazione
Garantire il flusso dei pazienti! (insieme a C PMA)
− Chi è già stato sottoposto a triage?
− Chi è stato trattato?
− Chi è stato trasportato?
−
Quanti pazienti sono ancora attesi?
Valutazione della situazione
Luogo esatto:
Tipo di incidente:
Pericoli:
Feriti:
feriti gravi
0–3
4 – 10
molti
feriti leggeri
pochi
Necessari mezzi speciali?
Vie di accesso e di deflusso ambulanze?
Atterraggio elicottero possibile?
Dove?
molti
Capo intervento Care Team
Lista di
controllo
© GP cond serv san agosto 2012
Preparazione / lavori
Assumere incarico, definire un sostituto (se
necessario)
Stabilire luogo per capo intervento care e allestirlo
(d'accordo con C int = PC fronte)
Chiarire la necessità di "care" (vedi modulo
"Necessità di care")
Assicurare la convocazione dei caregiver
Definire dove i caregiver devono prendere servizio
Allestire piano d'intervento dei caregiver
Allestire piano di sostituzione dei caregiver
Garantire il collegamento con il servizio preposto
Informare CES 144
Coordinare psicologi d'urgenza
Garantire contatto con l'aiuto alle vittime
Logistica e infrastruttura
Chiarire e coordinare necessità di trasporto
Chiarire necessità di sussistenza
Organizzare e coordinare la sussistenza (tramite capo
intervento)
Garantire collegamenti / vie di collegamento
Organizzare e comunicare la collocazione di edifici
/ locali per le necessità di care
Definire e comunicare possibili alternative
Amministrazione / controllo
Raccogliere libretti di servizio, trasmetterli a UMPC
Raccogliere conteggi dell'intervento, trasmetterli a
UMPC
Raccogliere protocolli d'intervento e trasmetterli a
UMPC
Organizzare discussione dell'intervento per
caregiver e peer
Organizzare postassistenza per le forze
d'intervento (solo su incarico)
Capo sanità fronte
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
Effettuare consegna con C int san (valutazione della
situazione vedi retro)
Indossare gilet C fronte, recuperare materiale di
lavoro e SAP
Mantenere i contatti (secondo il piano)
Visione d'insieme sul luogo del sinistro
Comunicare situazione al capo intervento sanitario
Chiedere intervento di equipe sanitarie mobili a C
PMA, suddividerle e dirigerle (badare a equipaggiamento
e sicurezza)
Richiedere aiuto pompieri per trasporto di pazienti
"urgent" nel nido dei feriti, risp. triage
Far tenere lista con numero di feriti "pre-triage"
Far eseguire pre-triage con SAP (talloncino urgent)
(1 minuto per paziente)
Informarsi presso C int san su ubicazione del posto
collettore (persone illese)
Indirizzare le persone illese al posto collettore
(senza SAP)
Avviare le terapie per persone rimaste intrappolate
Definire nido dei feriti (se non già definito dal primo
team sul posto)
Valutazione della situazione
Luogo esatto:
Tipo di incidente:
Pericoli:
Feriti:
feriti gravi
0–3
4 – 10
molti
feriti leggeri
pochi
Necessari mezzi speciali?
Vie di accesso e di deflusso ambulanze?
Atterraggio elicottero possibile?
Dove?
molti
Capo posto medico
avanzato
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
Indossare gilet C PMA
Recuperare materiale di lavoro C PMA
Tenere i contatti (secondo il piano)
In accordo con C int san, stabilire e far gestire
posto collettore del personale sanitario (se non
ancora avvenuto)
Fissare luogo e spazi del PMA e garantirne l'allestimento e l'attrezzatura (il più vicino possibile al luogo del
sinistro; buon collegamento con assi di soccorso e trasporto,
senza incrociare gli assi)
Disporre e ripartire tutto il personale sanitario PMA,
in particolare C Tri, C TI, C TIII
Provvedere all'identificazione del personale
Garantire impiego e rifornimento di materiale
(secondo notifica dei diversi servizi tramite CES
144)
Garantire flusso dei pazienti! (insieme a MEUR)
− Chi è già stato sottoposto a triage?
− Chi è stato trattato?
− Chi è stato trasportato?
−
Quanti pazienti sono ancora attesi?
Triage
……..………………..
TI
TIII
TIV
tratt. urg.
tratt/att
deve asp.
……..………………..
……..………………..
……..………………..
TIIa
TIIb
Trasp
Trasfer.
……..………………..
Impiegare tende soltanto
se non sono disponibili
altri locali per il PMA.
Posto d'attesa
veicoli di
soccorso
Capo sezione SSPI
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
Indossare gilet capo sezione SSPI
Recuperare materiale di lavoro capo sezione SSPI
Definire un sostituto
Mantenere i contatti (secondo il piano)
Sostenere il capo PMA nell'allestimento e nella
gestione del PMA
Assegnare il personale SSPI e C gr SSPI ai diversi
posti, secondo i bisogni
Garantire il rifornimento di materiale ai diversi posti
(triage/TI/TII/TIII, ev. TIV) secondo i bisogni
Triage
……..………………..
TI
TIII
TIV
tratt. urg.
tratt/att
deve asp.
……..………………..
……..………………..
……..………………..
TIIa
TIIb
Trasp
Trasfer.
……..………………..
Impiegare tende soltanto
se non sono disponibili
altri locali per il PMA.
Posto d'attesa
veicoli di
soccorso
Capo gruppo SSPI
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
Indossare gilet capo gruppo SSPI
Definire un sostituto
Mantenere i contatti (secondo il piano)
A seconda dell'assegnazione, sostenere i capi
nell'area assegnata (triage/terapia/trasporto)
Condotta dei sanitari SSPI assegnati
Eseguire i compiti affidati
Garantire il rifornimento di materiale all'interno del
posto assegnato (notifica C PMA)
Triage
……..………………..
TI
TIII
TIV
tratt. urg.
tratt/att
deve asp.
……..………………..
……..………………..
……..………………..
TIIa
TIIb
Trasp
Trasfer.
……..………………..
Impiegare tende soltanto
se non sono disponibili
altri locali per il PMA.
Posto d'attesa
veicoli di
soccorso
Capo triage
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
Indossare gilet C triage
Recuperare materiale di lavoro C triage
Definire un sostituto socc/medico
Mantenere i contatti (secondo il piano)
Richiedere personale sanitario per i posti di triage
al C PMA, distribuirlo e gestirlo
Garantire allestimento e attrezzatura dei posti di
triage (vedi immagine dotazione standard)
Far eseguire controllo del flusso dei pazienti = solo
controllo dei pazienti in entrata e rimuovere scheda
"urgent"
Garantire triage TI/TIII ev. TII/TIV e diagnosi di
massima in max. 2-3 minuti per paziente (vedi retro)
Gestire il sistema accompagnamento del paziente
(diagnosi di massima e categoria di triage)
Garantire ulteriore trasporto in TI/TIII ev. TII/TIV
(soccorritori portatori SSPI triage)
Triage
……..………………..
TI
TIII
TIV
tratt. urg.
tratt/att
deve asp.
……..………………..
……..………………..
……..………………..
TIIa
TIIb
Trasp
Trasfer.
……..………………..
Impiegare tende soltanto
se non sono disponibili
altri locali per il PMA.
Posto d'attesa
veicoli di
soccorso
Capo trattamento
d'urgenza
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
Indossare gilet C trattamento d'urgenza e recuperare materiale di lavoro C trattamento d'urgenza
Definire un sostituto socc/medico
Mantenere i contatti (secondo il piano)
Richiedere personale sanitario per il trattamento
d'urgenza al C PMA, distribuirlo e gestirlo
Garantire allestimento e attrezzatura del trattamento d'urgenza (vedi immagine dotazione standard)
Verificare decisione di triage e diagnosi di massima e garantire trattamento dei pazienti TI
Provvedere affinché il sistema d'accompagnamento del paziente venga aggiornato
Garantire ulteriore trasporto, risp. cambiamento
della decisione di triage in TII/TIII ev. TIV (soccorritori portatori SSPI terapia)
Comunicazione a TII/TIII ev. TIV prima dell'ulteriore trasporto
Comunicare tempestivamente a C PMA il bisogno
di materiale
Triage
……..………………..
TI
TIII
TIV
tratt. urg.
tratt/att
deve asp.
……..………………..
……..………………..
……..………………..
TIIa
TIIb
Trasp
Trasfer.
……..………………..
Impiegare tende soltanto
se non sono disponibili
altri locali per il PMA.
Posto d'attesa
veicoli di
soccorso
Capo trattamento/attesa
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
Indossare gilet C trattamento/attesa
Recuperare materiale di lavoro C trattamento /
attesa
Definire un sostituto SD/medico
Mantenere i contatti (secondo il piano)
Richiedere personale sanitario per il trattamento/
attesa al C PMA, distribuirlo e gestirlo
Garantire allestimento e attrezzatura del posto
trattamento/attesa (vedi immagine dotazione standard)
Verificare decisione di triage e garantire trattamento pazienti
Provvedere affinché il sistema d'accompagnamento del paziente venga aggiornato
Garantire ulteriore trasporto, risp. cambiamento
della decisione di triage in TI/TII ev. TIV (soccorritori portatori SSPI terapia)
Comunicazione a TI/TII ev. TIV prima dell'ulteriore
trasporto
Comunicare tempestivamente a C PMA il bisogno
di materiale
Triage
……..………………..
TI
TIII
TIV
tratt. urg.
tratt/att
deve asp.
……..………………..
……..………………..
……..………………..
TIIa
TIIb
Trasp
Trasfer.
……..………………..
Impiegare tende soltanto
se non sono disponibili
altri locali per il PMA.
Posto d'attesa
veicoli di
soccorso
Capo trasporto
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
Indossare gilet C trasporto e recuperare materiale
di lavoro C trasporto
Definire responsabile posto di carico (sost C
trasporto) e consegnare materiale di lavoro
Stabilire e mantenere contatto con CES 144
Mantenere i contatti (secondo il piano)
Tenere aggiornato l'elenco degli ospedali per il
capo trasporto (capacità di trattamento) e chiarire mezzo
di trasporto
Richiedere personale sanitario per il punto di
trasporto e di carico al C PMA, distribuirlo e
gestirlo
Garantire allestimento, attrezzatura del punto di
trasporto (vedi illustrazione dotazione standard) e di carico
(sbarramenti e assegnazione di ambulanze ed elicotteri)
Prelevare i pazienti pronti al trasporto in TI/TIII
Controllare urgenza del trasporto e categoria
dell'ospedale (SAP), stabilire mezzo di trasporto e
ospedale di destinazione
Concludere SAP (rimuovere tagliando staccabile 1 e
protocollo di identificazione) e far gestire controllo del
flusso dei pazienti (controllo di entrate e uscite)
Garantire lo scambio di materiale (ambulanzaPMA) nel punto di carico
Triage
……..………………..
TI
TIII
TIV
tratt. urg.
tratt/att
deve asp.
……..………………..
……..………………..
……..………………..
TIIa
TIIb
Trasp
Trasfer.
……..………………..
Impiegare tende soltanto
se non sono disponibili
altri locali per il PMA.
Posto d'attesa
veicoli di
soccorso
Sost C trasporto
Lista di
controllo
© PG SanD Fhr 2008
Indossare gilet sost C trasporto
Installare e organizzare il punto di carico il più
vicino possibile al "trasporto" (ultimo posto del PMA)
Allestire a distanza sufficiente un'area d'atterraggio
per elicotteri adatta e cintata
Garantire buone possibilità di accesso e di
partenza in accordo con Polca
Gestire il punto di carico ambulanze
Gestire il posto collettore ambulanze
Garantire misure di sbarramento, risp. di direzione
del traffico da parte della Polca o dei pompieri
Tenere i contatti con capo trasporto
Garantire lo scambio di materiale (ambulanzaPMA) nel punto di carico
Dirigere team trasporto: informare ospedale di
destinazione sull'ora di arrivo e sullo stato del
paziente
Area d'atterraggio elicotteri: area d'atterraggio
sufficiente (Augusta: 20 x 20 m // Superpuma 60 x
60 m)
Assenza di ostacoli per ca. 100 m in tutte le
direzioni; fondo privo di polvere, solido
Collaborazione con coordinatore intervento
trasporti aerei (CITA)
Triage
……..………………..
TI
TIII
TIV
tratt. urg.
tratt/att
deve asp.
……..………………..
……..………………..
……..………………..
TIIa
TIIb
Trasp
Trasfer.
……..………………..
Impiegare tende soltanto
se non sono disponibili
altri locali per il PMA.
Posto d'attesa
veicoli di
soccorso
CES 144: 5 – 10 feriti
Lista di
controllo
© GP cond serv san agosto 2012
Allarme SAR e/o BA competente
Allarme MS competente
Mobilitare picchetto, se non vi è 2° operatore
presso la CES 144 GR
Informare Polca CCEI
Allarme C int san e MEUR (più vicino)
Ev. allarme Rega CIN
Stabilire posto collettore del personale
Se possibile d'accordo con i partner
Mobilitare altri mezzi di soccorso (SAR, BA, MS)
A livello regionale, cantonale, se necessario extracantonale
Informazione a quadri CES 144 GR (pager)
Chiarire capacità di posti letto
tramite elenco degli ospedali per il capo trasporto
Stabilire con C int san
posto collettore dei pazienti / nido dei feriti
Altre chiamate secondo C int san o MEUR
A livello regionale, cantonale, se necessario extracantonale / Care Team
Grischun
Allarme SSPI tramite FAS e punto di ritrovo
Allarme RSA via servizio ambulanza tramite
sistema di gestione
Allarme RSMA tramite FAS
Informare medico cantonale
Viene fatto solo dal capo o dal sost. capo CES GR
Rosso = avviare misure prima del 1° feedback
Lista di
controllo
CES 144: 11 e più feriti
© GP cond serv san agosto 2012
Allarme SAR e/o BA competente
Allarme MS competente
Allarme: chiamata collettiva CES 144 GR
"intervento immediato"
Informare Polca CCEI
Allarme C int san e MEUR (più vicino)
Allarme Rega CIN
Stabilire posto collettore del personale
Se possibile d'accordo con i partner
Allarme SSPI tramite FAS e punto di ritrovo
Allarme RSA via servizio ambulanza tramite
sistema di gestione
Allarme RSMA tramite FAS
Mobilitare altri mezzi di soccorso (SAR, BA, MS)
A livello regionale, cantonale, se necessario extracantonale
Chiarire capacità di posti letto tramite
elenco degli ospedali per il capo trasporto e/o SII
Stabilire con C int san
posto collettore dei pazienti / nido dei feriti
Altre chiamate secondo C int san o MEUR
A livello regionale, cantonale, se necessario extracantonale / Care Team
Grischun
Informare medico cantonale
Viene fatto solo dal capo o dal sost. capo CES GR
Informare SMCC
Viene fatto solo dal capo o dal sost. capo CES GR
Rosso = avviare misure prima del 1° feedback
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
6.16
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
06 Liste di controllo
1/2
616_Indikationsliste_Care Team_it
28.08.2012
ELENCO DELLE INDICAZIONI DI INTERVENTO PER IL CARE TEAM
GRISCHUN E IL SERVIZIO PSICOLOGICO SCOLASTICO GR
Elenco delle indicazioni di intervento per il Care Team Grischun
Il Care Team Grischun interviene in situazioni ordinarie, particolari e straordinarie.
Il Care Team Grischun può essere mobilitato unicamente da forze d'intervento quali servizio
ambulanza, base ambulanza, polizia, comandante dei pompieri o medico di servizio. Si deve chiarire se la persona interessata desidera veramente assistenza psicologica.
Per il Care Team Grischun valgono le indicazioni seguenti:

catastrofi naturali di tutti i tipi

vittime di perdite materiali e senza tetto

persone coinvolte in incidenti con feriti gravi e/o morti (incidenti a seguito dei quali vi sono
persone che manifestano un'acuta reazione da stress)

dopo un suicidio, per sostenere i familiari, oppure in caso di tentato suicidio

vittime di atti di violenza (p.es. reati sessuali, omicidio, presa di ostaggi, ecc.)

sostegno alla polizia nel compito di recare brutte notizie (p.es. notizia di un decesso)

in caso di disturbo da stress delle forze d'intervento coinvolte
L'elenco non è esaustivo.
In linea di principio si deve mirare a soluzioni semplici. Un'alternativa al Care Team Grischun può
anche essere costituita dal medico di servizio, dal medico di famiglia, da familiari, amici e assistenti
spirituali.
Allarme Care Team Grischun
La CES 144 allarma la competente regione del Care Team Grischun tramite lo strumento di allarme
di massa FAS.
Elenco delle indicazioni di intervento per il Servizio psicologico
scolastico GR
Il Servizio psicologico scolastico GR interviene unicamente in caso di evento in una scuola popolare cantonale (scuola elementare e secondaria).
Il Servizio psicologico scolastico GR interviene unicamente quando si tratta di assistere allievi
e/o insegnanti di scuole popolari grigionesi (scuole dell'infanzia, scuole popolari, gradi superiori). L'allarme può essere dato unicamente su richiesta della direzione scolastica, di un
membro dell'autorità scolastica o di un insegnante.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
06 Liste di controllo
2/2
616_Indikationsliste_Care Team_it
28.08.2012
Per il Servizio psicologico scolastico GR valgono le indicazioni seguenti:

persone coinvolte in incidenti di ogni tipo con feriti e/o morti

compagni di classe e/o insegnanti di persone che si sono suicidate

vittime di atti di violenza (p.es. reati sessuali, omicidio, presa di ostaggi, ecc.)

stragi
L'elenco non è esaustivo.
Allarme del Servizio psicologico scolastico GR
La CES 144 allarma tramite allarme individuale o strumento di allarme di massa FAS.
Posto collettore sanitario
Lista di
controllo
© GP cond serv san agosto 2012
Rilevare incarico da C int san ad interim (= 1°
equipaggio sul posto) oppure da C int san
Prendere lista di controllo, documentazione di
lavoro "posto collettore del personale" e tavola in
alluminio con Triopan (su ogni ambulanza SAR e nella
cassetta amministrazione RSA)
Stabilire e mantenere collegamento tra
posto collettore del personale e C int san
Stabilire insieme a C int san il posto collettore del
personale, nonché gli assi di accesso e di uscita
(considerare i pericoli)
Adeguare la necessità di spazio ai veicoli attesi
(indicativamente ¾ di posteggio per veicolo)
Demarcare il posto collettore del personale con
tavola in alluminio con Triopan
Feedback a CES 144: comunicare ubicazione e
accesso al posto collettore del personale (per altre
forze d'intervento sanitario)
Istruire e informare le forze d'intervento sanitario in
arrivo (breve briefing)
Gestire il documento di lavoro "posto collettore
sanitario"
Se il posto collettore del personale è vicino al
luogo dell'incidente:
 mandare il personale a C int san
Se il posto collettore del personale è lontano dal
luogo dell'incidente:
 impiegare il personale secondo istruzioni C int san
Schema di comunicazione servizio sanitario
nell'area sinistrata
Luogo
dell'incidente
Capo san fronte
PC fronte
PC
fronte
C int
san
C int san
*
Leitender
*
Medico
Notarzt d'urgenza
responsabile
PMA
Capo triage
Capo trattamento
d'urgenza
Capo
trattamento/attesa
Capo PMA
Posto collettore
del personale*
Capo trasporto
Sost C trasp
Posto di carico
* sono in contatto con tutti i posti all'interno dell'area
sinistrata
CES
144
H
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
1/1
07_Registerverzeichnis_it
28.08.2012
Indice
7.
DOCUMENTAZIONE DI LAVORO
7.1
Schema di comunicazione e piano della rete radio sanitaria nell'area
sinistrata
7.2
Posto collettore sanitario
7.3
Schema dell'organizzazione dell'area sinistrata e segni convenzionali
7.4
Modalità di afflusso dei pazienti al pre-triage
7.5
Algoritmo SAP / pre-triage di IG Nord
7.6
Registro di controllo dell'incarico
7.7
Rapporto sanitario
7.8
Controllo del flusso dei pazienti (SAP)
7.9
Elenco degli ospedali per il capo trasporto / capacità di trattamento
7.10 Conferenza stampa in situazioni particolari e straordinarie
7.11 Necessità di prevenzione secondaria: aiuto psicosociale e psicologico
d'urgenza (necessità di care)
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
1/1
07_Registerverzeichnis_it
28.08.2012
Indice
7.
DOCUMENTAZIONE DI LAVORO
7.1
Schema di comunicazione e piano della rete radio sanitaria nell'area
sinistrata
7.2
Posto collettore sanitario
7.3
Schema dell'organizzazione dell'area sinistrata e segni convenzionali
7.4
Modalità di afflusso dei pazienti al pre-triage
7.5
Algoritmo SAP / pre-triage di IG Nord
7.6
Registro di controllo dell'incarico
7.7
Rapporto sanitario
7.8
Controllo del flusso dei pazienti (SAP)
7.9
Elenco degli ospedali per il capo trasporto / capacità di trattamento
7.10 Conferenza stampa in situazioni particolari e straordinarie
7.11 Necessità di prevenzione secondaria: aiuto psicosociale e psicologico
d'urgenza (necessità di care)
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.1 Piano della rete radio
1/2
701 Funknetzplan_it.doc
12.12.2007
Schema di comunicazione servizio sanitario
nell'area sinistrata
Luogo dell'incidente
Capo san
fronte
KP Front
PC
EL fronte
San
C int san
*
Leitender
*
Capo
Notarzt
medico d'urgenza
PMA
Capo
triage
Capo
trattamento
d'urgenza
Capo
tratt. / attesa
Capo
PMA
Posto collettore
personale *
Capo
trasporto
Sost C trasp
Posto trasfer.
* Tengono i contatti con tutti i posti all'interno dell'area
sinistrata
CES
144
H
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.1 Piano della rete radio
2/2
701 Funknetzplan_it.doc
12.12.2007
Piano della rete radio sanitaria nell'area sinistrata
Posti
Appellativi
Posto di comando fronte
Capo intervento sanitario
Medico d'urgenza
responsabile
Medico d'urgenza
responsabile
Posto medico avanzato
Capo PMA
Posto collettore del
personale
Posto collettore del
personale
Sanità fronte
Sanità fronte
Triage
Triage
Trattamento d'urgenza
Trattamento d'urgenza
Trattamento/attesa
Trattamento/attesa
Trasporto
Trasporto
Posto di carico
Posto di carico
Canale di lavoro: ……………………
Collegamenti
Canale di riserva: …………………...
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Posto collettore sanitario
Mezzi pervenuti
Quando
Funzione Cosa Chi (nome)
Data:
Foglio:
Mezzi impiegati
Dove
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.2 Posto collettore del personale
1/2
702 Personalsammelstelle Sanität_it.doc
19.11.2007
Feedback
Nella funzione di
Reperibilità
Quando
Visto
Foglio:
Mezzi pervenuti
Quando
Funzione Cosa Chi (nome)
Mezzi impiegati
Dove
Feedback
Nella funzione di
Reperibilità
Quando
Visto
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.3 Segni convenzionali
1/3
703 Signaturen_it
28.08.2012
Schema organizzazione area sinistrata
Segni convenzionali (estratto)
Regolamento 52.2/IV Documenti militari – Segni convenzionali civili
Installazioni provvisorie (blu)
Punto
d'informazione
i
Centro
d'informazione
i
Posto di
controllo
Centro di
controllo
Posto collettore
Posto collettore
dei senzatetto
Posto collettore
di pazienti
Nido dei feriti
Posto medico
avanzato
Posto collettore
dei cadaveri
Posto di trasferimento sanitario
Posto di
debriefing
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Posto collettore
dei cadaveri di
animali
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.3 Segni convenzionali
2/3
703 Signaturen_it
28.08.2012
Posto collettore
degli oggetti
trovati
Deposito del
materiale
M
Posteggio veicoli
Piazza
d'atterraggio per
elicotteri
Piazza di decontaminazione e
disintossicazione
AC
Posto di
consegna della
sussistenza
Posto di
consegna
dell'acqua
potabile
Posto di
consegna del
carburante
Punto di accesso
Sorveglianza
vhc
Fz
W
Radio
Pericoli (arancione)
Esplosione
Ex
Gas
G
Sostanze
radioattive
Elettricità
El
Pericolo per le
acque in
superficie e/o le
falde freatiche
Incidente
Acc
U
Sostanze
chimiche
Pericolo dovuto
a operazione di
spegnimento con
acqua
Pannello dei
pericoli
C
W
80
178
9
Conseguenze di eventi dannosi (rosso)
Zona
contaminata
Zona
infettata
Zona
intossicata
Zona inondata o
sommersa
Zona colpita da
frana o valanga
Zona
sinistrata
Danneggiamento
Distruzione
parziale
Distruzione
totale
Zona sinistrata
impraticabile
all'interno di una
località
Focolaio
d'esplosione
Incendio
Zona toccata
dall'incendio
Feriti
Senzatetto
Persone
imprigionate /
isolate
Paz
Dispersi
Morti
?
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.3 Segni convenzionali
3/3
703 Signaturen_it
28.08.2012
Ubicazioni di condotta (blu)
Stato maggiore
cantonale di
condotta
Organo
comunale di
condotta
Direzione
d'intervento
SMCC
OCC
EL
Capo intervento
Ufficiale
Posto di
condotta
Centrale
d'intervento
Posto comando
"Fronte"
F
F
Posto comando
"Retrovie"
EZ
CIN
R
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.4 Afflusso pazienti al pre-triage
1/1
704 Patientenanfall PreTriage_it.doc
21.02.2008
Numero di pazienti pre-triage
Numero di pazienti
Urgenza
triage
Pazienti con priorità
stralciare il numero successivo nella
rispettiva catego ria, appena viene tro vato
un nuo vo paziente
1
2
3
4
5
6
7
8
9 10
di soccorso
"urgent"
11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
1
Pazienti in grado di
camminare o
sdraiati con
2
3
4
5
6
7
8
9 10
11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
21 22 23 24 25 26 27 28 29 30
soccorso ritardato
"non-urgent"
31 32 33 34 35 36 37 38 39 40
41 42 43 44 45 46 47 48 49 50
1
2
3
4
5
6
7
8
9 10
Morti
11 12 13 14 15 16 17 18 19 20
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di progetto condotta servizi sanitari (GP cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.5 Algoritmo pre-triage
1/1
705 Pre-Triage_IG Nord 30_it
28.08.2012
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Registro di controllo dell'incarico ………………......................................
Data:
Incarico / incidente
Quando
Da chi
Cosa
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.6 Controllo dell'incarico
1/2
706 Journal_Auftragskontrolle_it.doc
14.11.2007
Foglio:
Misura
Cosa
Eseguito
Quando
A chi
Quando
Visto
Foglio:
Incarico / incidente
Quando
Da chi
Cosa
Misura
Cosa
Eseguito
Quando
A chi
Quando
Visto
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.7 Rapporto sanitario
1/1
707 Rapport Sanitaet_it.doc
14.07.2008
Rapporto sanitario
1. Apertura e obiettivo
• Partecipanti: C int san, MEUR, C PMA
• Finalità del rapporto
2. Informazione da parte di C int san
• Informazioni da PC fronte
• Tendenza di sviluppo dell'evento
3. Informazioni e proposte
• C int san
• MEUR
• C PMA
4. Pendenze
5. Decisioni/incarichi
6. Domande
7. Prossimo rapporto:
…………………………….………………...
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.8 Controllo flusso pazienti
1/2
708_PLS_Patientenflusskontrolle_it_ok.d
oc
19.03.2008
Controllo del flusso di pazienti / Patientenfluss-Kontrolle
Data / Datum:
Protocollo di trasporto/ Transportprotokoll
Posto / Stelle:
Protocollista / Protokollführer:
Nome / Name:
N. SAP
Nr. PLS
In arrivo da
Ankunft von
Partenza per
Abgang nach
Commento / mezzo di trasp.
Kommentar / Trsp-Mittel
Incollare etichetta SAP
N.
Nr
Organizzazione / Organisation:
Spiegazioni:
il controllo del flusso di pazienti serve in primo luogo quale protocollo di trasporto, può però venire usato in qualsiasi altro posto (p.es. posti di triage, posto di trattamento terapia [T1]).
Nella prima colonna (N.) si procede alla numerazione progressiva delle iscrizioni per ogni posto (la corrispondenza con altri posti di protocollo avviene tramite il numero SAP). Nelle colonne «In arrivo da» e «Partenza per» viene indicato il posto dal quale il paziente proviene direttamente, risp. verso il quale verrà direttamente trasportato. Nella colonna «Commento …» si possono, se necessario, indicare osservazioni importanti (gruppo di triage, mezzo di trasporto, targa veicolo, ecc.).
Erläuterungen in deutsch siehe Rückseite
9003.04/22.5.01/BH
Patientenfluss-Kontrolle / Controllo del flusso di pazienti
Data / Datum:
Transportprotokoll / Protocollo di trasporto
Stelle / Posto:
Protokollführer / Protocollista:
Name / Nome:
Nr. PLS
N. SAP
Ankunft von
In arrivo da
Abgang nach
Partenza per
Kommentar / Trsp-Mittel
Commento / mezzo di trasp.
PLS-Etikette einkleben
Nr.
N.
Organisation / Organizzazione:
Erläuterungen: Die Patientenfluss-Kontrolle dient in erster Linie als Transportprotokoll, kann aber an jeder beliebigen anderen Stelle (z.B. Triagestellen, Behandlungsstelle Therapie
[T1]) verwendet werden
In der ersten Kolonne (Nr.) werden die Eintragungen pro Stelle fortlaufend nummeriert (die Übereinstimmung mit anderen Protokollstellen erfolgt über die PLS-Nr.). In
den Kolonnen «Ankunft von» und «Abgang nach» wird jene Stelle eingetragen, von der der Patient direkt kommt bzw. direkt hintransportiert wird. In der Kolonne «Kommentar …» können bedarfsweise verschiedene relevante Eintragungen vorgenommen werden (Triagegruppe, Transportmittel, Fz-Kennzeichnung usw.)
Spiegazioni in italiano vedi retro
9003.04/22.5.01/BH
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Elenco degli ospedali per il capo trasporto
(capacità di trattamento)
Spiegazione dei segni:
G:
Ferita/malattia grave
M:
Ferita/malattia di media gravità
L:
Ferita/malattia lieve
Indicare ora della richiesta e capacità di
accoglienza comunicata da CES 144
Ora della richiesta a CES 144: ore………:………
Ospedali nei Grigioni
Ospedale cant.
Ospedale di Ospedale di
GR Coira
Davos
Schiers
L
M G L
M G L
M G
Ospedale di
Samedan
L
M G
Clinica Gut
St. Moritz
L
M
Ospedali fuori Cantone
USZ Zurigo
Ospedale di
Glarona
M G
M G
Ospedale di
Poschiavo
L
M
Ospedale
Val Müstair
L
M
Ospedale
Bregaglia
L
M
Ospedale di
Grabs
M G
Ospedale di
Walenstadt
M G
Ospedale di
Lugano
M G
Ospedale di
Innsbruck
M G
CHUV, Losanna
Estero
Osp. cant. Coira
Kinderspital Zurigo
Osp. univ. Basilea
Inselspital, Berna
Studio medico
Ospedale di Ospedale di Ospedale di
Thusis
Ilanz
Surses
L
M G L
M G L
M
L
Ospedale di
Scuol
L
M G
Posti per terapie speciali
Ustioni
USZ, Zurigo
Cure
intensive
pediatria
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.9 Capacità di trattamento
1/2
709 Spitalliste_ChefTransport_it.doc
31.10.2006
Paraplegia
Altro
Centro
paraplegici
Nottwil
O. univ. Basilea
Balgrist, Zurigo
L
M
G
M
M
G
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Elenco degli ospedali per il capo trasporto
(capacità di trattamento)
Spiegazione dei segni:
G:
Ferita/malattia grave
M:
Ferita/malattia di media gravità
L:
Ferita/malattia lieve
Indicare ora della richiesta e capacità di
accoglienza comunicata da CES 144
Ora della richiesta a CES 144: ore………:………
Ospedali nei Grigioni
Ospedale cant.
Ospedale di Ospedale di
GR Coira
Davos
Schiers
L
M S L
M S L
M S
Ospedale di
Samedan
L
M S
Clinica Gut
St. Moritz
L
M
Ospedali fuori Cantone
USZ Zurigo
Ospedale di
Glarona
M S
M S
Ospedale di
Poschiavo
L
M
Ospedale
Val Müstair
L
M
Ospedale
Bregaglia
L
M
Ospedale di
Grabs
M S
Ospedale di
Walenstadt
M S
Ospedale di
Lugano
M S
Ospedale di
Innsbruck
M S
CHUV, Losanna
Estero
Osp. cant. Coira
Kinderspital Zurigo
Osp. univ. Basilea
Inselspital, Berna
Studio medico
Ospedale di Ospedale di Ospedale di
Thusis
Ilanz
Surses
L
M S L
M S L
M
L
Ospedale di
Scuol
L
M S
Posti per terapie speciali
Ustioni
USZ, Zurigo
Cure
intensive
pediatria
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.9 Capacità di trattamento
2/2
709 Spitalliste_ChefTransport_it.doc
31.10.2006
Paraplegia
Altro
Centro
paraplegici
Nottwil
O. univ. Basilea
Balgrist, Zurigo
L
M
S
M
M
S
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Conferenza stampa
straordinarie
in
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.10 Conferenza stampa
1/2
710 Medienorientierung_it.doc
29.03.2007
situazioni
particolari
e
1. Principi per il lavoro con i media
• L'informazione compete ai vertici della condotta (capo)
• Presentarsi preparati e informare in modo coordinato, tempestivo,
oggettivo, completo e veritiero
• Invitare personalmente i rappresentanti dei media e accoglierli con
benevolenza (senza arroganza, non ignorarli)
• Mostrare fiducia nei rappresentanti dei media
• Gestire posto di ritrovo dei media, far accompagnare i reporter
nell'area dell'intervento
• Considerare tutti i tipi di media (carta stampata e media elettronici)
• Mai negare informazioni, ma definire chiaramente chi ha diritto di
ricevere le informazioni
• Reagire con calma a rimproveri o attacchi personali
• Considerare la chiusura redazionale dei media
• Ringraziare i rappresentanti dei media per l'oggettività dei servizi
• Le conferenze stampa non sostituiscono però la redazione dei rapporti di gestione dell'evento
• L'informazione non deve ostacolare la gestione dell'intervento
• L'informazione non deve mai essere fine a sé stessa
Non è possibile fornire informazioni?
I motivi per rifiutare un'informazione sono i seguenti: la non competenza, la
segretezza o la presenza di documenti classificati, l'obbligo generale di
segretezza di un'autorità, la protezione della personalità o dei dati, una procedura pendente o una conferenza stampa già preannunciata. Indicare
sempre i motivi per i quali non è possibile fornire informazioni.
2. Svolgimento di una conferenza stampa
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.10 Conferenza stampa
2/2
710 Medienorientierung_it.doc
29.03.2007
1. Saluto/presentazione dei partecipanti
(nome e cognome, funzione)
2. Evento
- Cosa è successo?
- Situazione all'inizio dell'intervento
3. Provvedimenti
- Allarme?
- Cosa è stato fatto?
- Chi sta operando al momento?
autorità / polizia
4. Situazione sanitaria
specialisti per
ogni settore:
sanitari, polizia,
pompieri, servizi
tecnici, protezione civile, ecc.
-
Ora dell'allarme
-
Cosa è successo (comunicazione)
-
Chi sta operando (a livello cantonale, regionale, CH, estero)
-
Quali e quante persone (medici, SD., SSPI,
san, ecc.) stanno operando
-
Quali mezzi (RSA, RSMA, ambulanza, elicottero, bus, ecc.) sono impiegati
-
Quali provvedimenti sono stati adottati (edifici, PMA, ecc.)
-
Qual è il numero di pazienti (feriti in modo
grave, medio, lieve, morti)
-
Evolversi della situazione
autorità / polizia
capo intervento
capo intervento
5. Cause
- Cosa si è potuto appurare finora?
- Cos'altro si farà?
6. Ulteriore procedura
polizia / autorità
7. Domande
tutti
Appunti personali:
autorità / polizia
capo intervento
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.11 Bisogno di aiuto d'urgenza emotivo
1/2
711 Care_Bedarf_it
28.08.2012
Necessità di prevenzione secondaria:
aiuto psicosociale e psicologico d'urgenza (necessità di care)
Evento: …………………………………………….………………………………………………….
Momento del rilevamento:
data ……………..……….
Categorie di persone
Necessità
sì
ora ….…..:….….
Numero Caregiver
no
Diretti interessati (vittime primarie, hanno vissuto l'evento in prima persona)
Fronte:
- posto collettore
- PMA (TIV su incarico del C int san)
-
…………………………………………
Retrovie:
- posto di assistenza …………………..
-
posto di assistenza …………………..
-
ospedale ………………………………
-
hotel .…………………………………
-
……………………………….....………
Retrovie:
- privato …………………………………
-
privato …………………………………
-
…………………………………………
-
…………………………………………
Persone indirettamente colpite (vittime terziarie, non hanno vissuto l'evento in prima
persona)
Familiari di persone ferite e decedute
Familiari delle forze d'intervento
Vicini di casa
Personale dell'istituzione coinvolta (impresa,
scuola, ecc.)
- collaboratori, allievi
- quadri
Giornalisti sul luogo del sinistro
Familiari del potenziale autore
Altri
-
…………………………………………
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Categorie di persone
Necessità
sì
Forze d'intervento (vittime secondarie)
Pompieri
-
militi
quadri
-
………………………………………….
Polizia
-
agenti di polizia
quadri
CCEI 117/118
Sanità
-
personale dei servizi ambulanza
Rega
personale ospedaliero
CES 144
Protezione civile
-
squadra
quadri
-
……………………………………………
Servizi tecnici (aziende)
-
azienda elettrica
azienda dell'acqua
azienda del gas
manutenzione strade
-
…………………………………………..
-
……………………………………………
Altri
-
ARG, CAS
conducenti di cani
specialisti
inquirenti
Stato maggiore di condotta della polizia
(SMPC)
Stato maggiore cantonale di condotta
(SMCC)
-
…………………………………………
-
…………………………………………
no
Manuale cond serv san
07 Materiale di lavoro
7.11 Bisogno di aiuto d'urgenza emotivo
2/2
711 Care_Bedarf_it
28.08.2012
Numero Caregiver
Gesundheitsamt Graubünden
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
1/1
08_Registerverzeichnis_it
28.08.2012
Indice
8.
POSTO MEDICO AVANZATO (RSA, RSMA E PC SANITÀ FRONTE)
8.1
Mobilitazioni delle sezioni sanitarie di pronto intervento (5 sezioni) e del
materiale sanitario (RSA e RSMA)
8.2
Ubicazione dei posti di soccorso sanitario nel Cantone dei Grigioni
8.3
Inventari RSA e RSMA
8.4
Dotazioni standard Triage, TI, TIII, TII
8.5
Sistema d'accompagnamento del paziente (SAP)
8.6
PC sanità fronte: documentazione di condotta
Gesundheitsamt Graubünden
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
1/1
08_Registerverzeichnis_it
28.08.2012
Indice
8.
POSTO MEDICO AVANZATO (RSA, RSMA E PC SANITÀ FRONTE)
8.1
Mobilitazioni delle sezioni sanitarie di pronto intervento (5 sezioni) e del
materiale sanitario (RSA e RSMA)
8.2
Ubicazione dei posti di soccorso sanitario nel Cantone dei Grigioni
8.3
Inventari RSA e RSMA
8.4
Dotazioni standard Triage, TI, TIII, TII
8.5
Sistema d'accompagnamento del paziente (SAP)
8.6
PC sanità fronte: documentazione di condotta
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.1 Chiamata SSPI/RSA/RSMA
1/2
801 Aufgebot_SSZ_it
28.08.2012
8.1 MOBILITAZIONI DELLE SEZIONI SANITARIE DI PRONTO INTERVENTO
(5 SEZIONI) E DEL MATERIALE SANITARIO (RSA E RSMA)
Tutte e cinque le sezioni sanitarie di pronto intervento vengono allarmate sempre tramite la Centrale per chiamate d'emergenza sanitaria 144.
1
4
5
3
2
• Telefono
• Cellulare
• Pager
8.1.1
Punto di ritrovo
Mobilitazione in caso di incidente maggiore
La CES 144 allarma:
 servizi ambulanza locali e limitrofi, nonché base ambulanza
 centrale d'intervento Rega Zurigo
 capo intervento sanitario (C int san) e medico d'urgenza responsabile (MEUR) gruppo nord
o sud
 medici di servizio (MS)
 sezioni sanitarie di pronto intervento (SSPI)
 rimorchi sanitari (RSA) 1 – 4
 rimorchi tecnici (RSMA) tramite pompieri
 Care Team Grischun
 altri mezzi di soccorso cantonali, extracantonali o esteri, se sensato dal profilo temporale e
geografico
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
8.1.2

Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.1 Chiamata SSPI/RSA/RSMA
2/2
801 Aufgebot_SSZ_it
28.08.2012
Procedura per la mobilitazione in caso di incidente maggiore
Provvedimenti CES 144 (allarme SSPI)
 Tramite il sistema FAS dell'Assicurazione fabbricati (sistema di allarme di massa
dell'AFG), la CES 144 allarma la corrispondente formazione (sezione SSPI) convocandola
al punto di ritrovo corrispondente
 La CES 144 verifica quanti sanitari hanno risposto all'allarme.

Provvedimenti soccorritori SSPI dopo chiamata
 Recarsi al punto di ritrovo stabilito


osservare le norme della circolazione stradale

portare con sé la giacca d'intervento e scarpe solide (se disponibili)
Provvedimenti squadra, quadri SSPI dopo l'arrivo al punto di ritrovo
 Feedback a CES 144 sul numero di sanitari SSPI presentatisi
Chiedere l'ubicazione e l'accesso al posto collettore del personale presso il luogo dell'evento.
 Partenza per il posto collettore del personale (con il minor numero possibile di auto = trasporti collettivi o con veicoli della protezione civile)

Provvedimenti CES 144
 Il capo intervento CES 144 decide insieme al C int san o al MEUR circa eventuali chiamate supplementari.
8.1.3
Procedura per la mobilitazione in caso di interventi pianificabili
(formazioni)
Per tutti gli interventi pianificabili, il personale sanitario delle sezioni sanitarie viene convocato
dall'Ufficio del militare e della protezione civile attraverso un preavviso di servizio e una chiamata
in servizio (6 - 8 settimane prima del servizio), come avviene per i corsi di formazione.

Obblighi permanenti dei soccorritori SSPI
 Cambiamenti di indirizzo e di numero di telefono vanno comunicati a:

Ufficio del militare e della protezione civile
signor Philipp Rehli, Schloss Haldenstein, Schlossweg 4, 7023 Haldenstein,
Tel. 081 257 35 54, Fax 081 257 21 36 oppure e-mail [email protected]

Ulteriori informazioni si trovano su www.amz.gr.ch
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.2 Ubicazioni
1/6
802 SanHist_Standorte_it.doc
10.04.2008
8.2 UBICAZIONE DIE POSTI MEDICI AVANZATI NEL CANTONE DEI
GRIGIONI
1
1
Coira
3
4
3
Davos
4
Sedrun
2
2
Samedan
4 rimorchi sanitari (RSA)
4 rimorchi tecnici (RSMA)
Posto medico avanzato 1 - 4
RSA 1 – 4
RSMA 1- 4
Peso totale
1’600 kg
2'500 kg
Lunghezza
2300 mm
2750 mm
Altezza
1350 mm
1700 mm
Larghezza
1300 mm
1600 mm
Posto medico avanzato 1
RSA 1
RSMA 1
Ubicazione
Ospedale cantonale dei Grigioni, rettung chur, Loëstr.
170, 7000 Coira
Ufficio del militare e della protezione civile, Meiersboden 3,
7000 Coira
Coordinate
760.240/192.520/637
760.900/189.050/644
Mobilitazione tramite
CES 144 direttamente a rettung chur
CES 144 via Centrale direzionale d'intervento della Polizia
1-4
1-4
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.2 Ubicazioni
2/6
802 SanHist_Standorte_it.doc
10.04.2008
della Città di Coira = pompieri
di Coira
Convenzione
tra l'Ufficio della protezione civile e dell'aiuto in caso di catastrofi e l'Ospedale cantonale
del 15 maggio 2003
tra l'Ufficio del militare e della
protezione civile e i pompieri
della Città di Coira dell'8 maggio 2006
Posto medico avanzato 2
RSA 2
RSMA 2
Ubicazione
Ospedale di circolo dell'Engadina Alta, REO Oberengadin,
Via Nouva 3, 7503 Samedan
Centro logistico di Hinwil, servizio esterno di S-chanf, accantonamento militare Z 308,
7525 S-chanf
Coordinate
760.240/192.520/637
760.900/189.050/644
Mobilitazione tramite
CES 144 direttamente a REO
Oberengadin
CES 144 via CCEI Polca, =
pompieri La Plaiv
Convenzione
tra l'Ufficio del militare e della
protezione civile e l'ospedale di
circolo dell'Engadina Alta del
15 agosto 2003
tra l'Ufficio del militare e della
protezione civile, centro logistico di Hinwil, servizio esterno
di S-chanf e i Pumpiers La
Plaiv del 20 giugno 2006
Posto medico avanzato 3
RSA 3
RSMA 3
Ubicazione
Ospedale di Davos, servizio di
salvataggio, Promenade 4,
7270 Davos Platz
Centro logistico di Hinwil, servizio esterno di Davos Frauenkirch, 7276 Davos
Coordinate
781.390/184.510/1552
780.217/182.015/1505
Mobilitazione tramite
CES 144 direttamente al servizio di salvataggio di Davos
CES 144 via CCEI Polca, =
pompieri di Davos
Convenzione
tra l'Ufficio del militare e della
tra l'Ufficio del militare e della
protezione civile e l'ospedale di protezione civile, centro logiDavos del 15 giugno 2005
stico di Hinwil, servizio esterno
di Davos Frauenkirch e i pompieri di Davos Platz del 28 settembre 2006
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.2 Ubicazioni
3/6
802 SanHist_Standorte_it.doc
10.04.2008
Posto medico avanzato 4
RSA 4
RSMA 4
Ubicazione
Posto di comando NTFA,
Transco, 7188 Sedrun
Posto di comando NTFA,
Transco, 7188 Sedrun
Coordinate
702.014/170.308/1336
702.014/170.308/1336
Mobilitazione tramite
CES 144 via posto di comando
NTFA, risp. direttamente al
servizio di salvataggio Surselva
CES 144 via posto di comando
NTFA, risp. via CCEI Polca =
pompieri Sedrun
Convenzione
tra l'Ufficio del militare e della
protezione civile e l'ospedale
regionale Surselva del 25 agosto 2006
tra l'Ufficio del militare e della
protezione civile e i pompieri di
Disentis/Mustér del 25 agosto
2006
Scritta RSA e RSMA
Parete laterale destra del RSA e del RSMA

altezza 1350 mm / lunghezza 2300 mm
RSA 1
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Anteriore del RSA e del RSMA
Superficie riservata al logo del servizio di salvataggio
RSA
Parete laterale sinistra del RSA e del RSMA
RSA 1
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.2 Ubicazioni
4/6
802 SanHist_Standorte_it.doc
10.04.2008
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Parte posteriore del RSA e del RSMA

altezza 1350 mm / larghezza 1300 mm
RSA 1
Tetto del RSA e del RSMA
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.2 Ubicazioni
5/6
802 SanHist_Standorte_it.doc
10.04.2008
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
RSA 1
1500 kg
risp.
RSMA 1
2500 kg
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.2 Ubicazioni
6/6
802 SanHist_Standorte_it.doc
10.04.2008
Amt für Militär und Zivilschutz
Abteilung Zivilschutz, Sektion Ausbildung
Steinbruchstrasse 18
7000 Chur
URL: www.amz.gr.ch
E-Mail: [email protected]
Ausbildung: Telefon 081 257 35 43
Fax: 081 257 21 37
Liste für Materialkontrolle und -bestellung Rettungs-Sanitäts-Anhänger
RSA
Diese Liste ist für die Kontrolle (Bestand und Funktionstüchtigkeit) des Materials und soll
gleichzeitig als Bestellliste für verbrauchtes, defektes, abgelaufenes oder verlorenes
Material dienen. Sofort nach jedem Einsatz muss eine ausgefüllte und visierte Liste an
folgende Adressen gefaxt werden:
Amt für Militär und Zivilschutz, FDL Sanität, Fax 081 257 21 37
Meiersboden 3, 7000 Chur
verantwortliches Spital bzw. Rettungsdienst (gemäss Vereinbarung)
Stand: August 2012
Anzahl Ist

Anzahl
verbraucht,
defekt oder
verloren
RSA
Position
Anzahl Soll
1
1
Pongratz Kasten-Anhänger
2
2
Radkeil mit Halterung
3
1
Triopan-Faltsignal 90cm (SAN-HIST)
4
1
Triopan-Faltsignal 90cm (TRIAGE)
5
1
Triopan-Faltsignal 90cm (TRANSPORT)
6
10
Krankentrage klappbar mit 4 Gleitfüssen
7
3
Schaufeltragbahre
8
3
Vakuumunterlage REGA
9
3
Absaugpumpe Metall zu Vakuummatratze
10
10
11
5
Wolldecke Eskimo 150/200
Notfallrucksack Stream, 28 Liter enthaltend je:
Material
Stream-Modul rot Infusion enthaltend je:
11.1
1
11.1.1
1
500 ml NaCl 0,9%
11.1.2
1
Staubinde
11.1.3
1
Heftpflaster 2,5 cm
11.1.4
10
Webcoltupfer
11.1.5
3
Katheterverbände
11.1.6
1
Infusionsbesteck
11.1.7
1
Verlängerung zu Infusionsbesteck
11.1.8
1
Kanüle grün
11.1.9
1
Kanüle rosa
11.1.10
1
Kanüle orange
11.1.11
1
Tupfer 5,5 cm
11.1.12
1
11.2
1
11.2.1
1
Laringoskopgriff mit Batterie
11.2.2
3
Spatel zu Laringoskop (Klein/Mittel/Gross)
11.2.3
2
Tubus Gr 7,5 / 6,5
11.2.4
1
Heftpflasterrolle 2,5
11.2.5
1
Heftpflsterrolle 1,25
11.2.6
1
Klebbinde 4 cm / 4 m
11.2.7
5
Güdeltubus Gr 3 / 2 / 1 / 0 / 0,0
11.2.8
2
11.3.1
5
Patientenleitsystemtaschen
11.3.2
1
SAM Splint, Universalschienen
Deckel innen enthaltend:
11.4.1
1
Vitalograph - Absaugpumpe mit 2 Ansatzstücken
11.4.2
1
11.5
1
Beatmungsbeutel komplett mit drei Masken
Sauerstoffflasche Leichtstahl
11.5.1
1
mit Druckreduzierventil
11.5.2
1
mit Sauerstoffschlauch blau 3 - 5 Meter
11.6
1
11.7
1
Set Sauerstoffverabreichung enthaltend:
11.8
1
Halskragen Stifneck
11.9
1
EH-Kleiderschere, kniegebogen, 19 cm
Klebbinde 4 cm / 4 m
Stream-Modul grün Intubation enthaltend je:
Ersatzbatterien Gr mittel/rund (LR14)
Aussentasche enthaltend:
Set Sauerstoffmaske
2 Absaukatheter orange, 2 grün / 2 Sauerstoffbrillen
Seite 1 von 5
Bemerkung
Ablaufdatum
RSA
Position
Anzahl Ist

Anzahl
verbraucht,
defekt oder
verloren
Material
11.10
Anzahl Soll
1
11.11
2
Rettungsdecke Sirius silber/gold 210/160
11.12
3
Gazekompresse 10x10cm
11.13
2
12
10
Noppendecke Rega 1.20 x 2.00 m
13
1
14
2
Handfeuerlöscher
Schnellaufbauzelt Airtent 4x4 m
15
4
Plastikunterlage zu Airtent, 2 Innen / 2 Aussen
16
2
Plastikkoffer enthaltend je:
16.1
1
Druckreduzierventil mit Schlauch
16.2
8
Abspannschnur
16.3
1
Reparaturset (Tuch)
16.4
1
Dose 170 gr Plastigum
16.5
1
17
2
17.1
16
17.2
16
18
2
Zwischenablagenstütze (gelb)
19
3
Sackcontainer Big - Bag für Helikoptertransport
20
1
Plastikkoffer enthaltend:
20.1
10
20.2
10
21
1
21.1
20
Sauerstoffmaske 100%
22
1
22.1
250
Kartonschachtel enthaltend:
Effektensack
23
2
23.1
20
Bemerkung
Blutdruckmessgerät komplett
Dreieck- oder Vierecktuch
Montageanleitung zu Airtent A4
Schutzmaskentragsack enthaltend je:
Herring (weicher Boden)
Herring (harter Boden)
Funkgerät Motorola inkl. Ersatzbatterie (LR6)
Umhängebändel mit Funknetzplänen
Kartonschachtel enthaltend:
Kartonschachtel enthaltend je:
NaCl 100 ml / 09,0%
24
5
24.1
10
Kartonschachteln enthaltend je:
NaCl 1000 ml / 09,0%
25
10
Infusionsständer
25.1
26
2
26.1
15
Graue Kiste enthaltend je:
Voluven 500 ml
27
1
Kistenrolli
28
2
Abfalleimer
29
1
30
1 Schachtel / 100
Kiste 1 - rot Injektionen und Infusionen
Einmal-Handschuhe
31
1 Schachtel / 100
Einmal-Handschuhe
32
1 Schachtel / 100
Einmal-Handschuhe
33
1 Schachtel / 50
Hygienemaske Einmalgebrauch
34
1 Pak / 25
Deltaflo 2 Venenkanülen orange
35
1 Schachtel / 50
Deltaflo 2 Venenkanülen grün
36
1 Pak / 15
Deltaflo 2 Venenkanülen rosa
37
1 Pak / 15
Deltaflo 2 Venenkanülen hellblau
38
1 Schachtel / 100
Einmalkanüle rosa
39
1 Schachtel / 100
Einmalkanüle lila
40
1 Pak / 30
Einmalspritze steril
41
1 Pak / 30
Einmalspritze steril
42
1 Pak / 30
Einmalspritze steril
43
1 Schachtel / 100
Tegaderm Katheterverband
44
1 Schachtel / 100
Webcol Alkoholtupfer
45
30
Infusionsbesteck mit
6-7 small
7-8 medium
8-9 large
2.00
1.50
1.00
0.80
2 ml
5 ml
10 ml
Infusionsverlängerung 80 cm
46
47
2
Blutdruckmessgerät Erwachsene komplett
48
1
Blutdruckmessgerät Kinder komplett
49
5
Venenstauer
50
4
Schere gerade steril
51
4
Pinzette steril
52
2
Verbandschere gebogen steril
53
1
Kleiderschere kniegebogen unsteril
54
1
Bethadine Standart - Desinfektion
55
2
Handalkohol - Desinfektion
56
25
Nierenschale Karton
Seite 2 von 5
1000 ml
500 ml
Ablaufdatum
RSA
Position
Anzahl Soll
Anzahl Ist

Anzahl
verbraucht,
defekt oder
verloren
Material
57
1 Kiste
58
1 Schachtel / 100
Kiste 2 - rot Verbandmaterial
Einmal-Handschuhe
59
1 Schachtel / 100
Einmal-Handschuhe
60
1 Schachtel / 100
Einmal-Handschuhe
61
1 Schachtel / 50
Hygienemaske Einmalgebrauch
62
1 Schachtel / 10
Elastische Binde
63
1 Schachtel / 10
Elastische Binde
64
1 Schachtel / 10
Elastische Binde
65
1 Schachtel / 10
Gaze-Binde
66
5
Klebebinde Wero-Fix
67
5
Klebebinde Wero-Fix
68
1 Schachtel
Dermaplast Schnellverband
69
1 Schachtel
Dermaplast Schnellverband
70
6 Rollen
Heftpflaster Urgofix
71
4 Rollen
Heftpflaster Urgofix
72
20
Neurokompresse
73
70
Gazekompresse
74
60
Gazekompresse
76
10
Kerlixbinde steril
77
30
Rettungsdecke Sirius
78
10
Dreiecktuch
79
30
Nierenschale Karton
80
2
Verbandschere gebogen steril
Bemerkung
6-7 small
7-8 medium
8-9 large
10 cm x 5 cm
8 cm x 5 m
6 cm x 5 m
4 cm x 10 m
8 cm x 4 m
4 cm x 4 m
4 cm x 5 m
6 cm x 5 m
2.5 cm
1.25 cm
70 x 25 cm
10 x 10 cm
5 x 5 cm
75
81
1
82
1 Schachtel / 100
Kiste 3 - rot Verbrennung
Einmal-Handschuhe
83
1 Schachtel / 100
Einmal-Handschuhe
84
1 Schachtel / 100
Einmal-Handschuhe
85
1 Schachtel / 50
Hygienemaske Einmalgebrauch
86
20
Rettungsdecke Sirius
87
5
Aluderm Bett-Tuch
88
10
Aluderm Verband-Tuch
89
10
Dreieck-Tuch
90
10
Neuro-Kompresse
91
10
Kerlix-Binde steril
92
1
Rondotube - Verbandschlauch
93
1
Rondotube - Verbandschlauch
94
2
Kleiderschere kniegebogen
95
2
Schere steril
96
2
Pinzette steril
97
2
Verbandschere gebogen steril
98
1
Bethadine Standart - Desinfektion
99
1
Handalkohol - Desinfektion
100
30
Nierenschale Karton
101
1
102
50
Kiste 4 - rot Behandlung - Arzt
Handschuhe steril
103
40
Handschuhe steril
104
40
Handschuhe steril
105
20
Tubus
106
20
Tubus
107
20
Messer steril
108
20
Messer steril
109
5
Universalset
110
25
Absaugkatheter orange
111
25
Absaugkatheter grün
112
30
Sauerstoffbrille
113
9
Beatmungsfilter
114
5
Trokarkatheter
115
5
Heimlichventil
Seite 3 von 5
6-7 small
7-8 medium
8-9 large
universal
73 x 220 cm
60 x 80 cm
C3/ 4 cm x 20m
E6/ 8 cm x 20m
19 cm
1000 ml
500 ml
Gr 6
Gr 7
Gr 8
Gr 7,5
Gr 6,5
Gr 11
Gr 20
16CH
Ablaufdatum
Anzahl Ist

Anzahl
verbraucht,
defekt oder
verloren
RSA
Position
Anzahl Soll
116
1
117
5
118
2
Vakuumpumpen zu Schiene
119
5
Stifneck - Halskragen varialbel
120
5
Samsplint - Schiene
121
122
1
1 Ordner
Material
Bemerkung
Kiste 5 - rot Fixation und Schienung
Oberschenkel - Vakuumschiene
Erwachsen
Kiste 6 - blau Büro / Logistik
Inhaltsverzeichnis Anhänger,
Fahrzeugpapiere; Instruktionen und
Anweisungen, Formulare Materialkontrolle
Handbuch Grossereignis Graubünden
123
1 Ordner
124
1 Sammelbox
Einsatzleiter Sanität (EL San)
125
1 Sammelbox
Leitender Notarzt (LNA)
126
1 Sammelbox
Chef Front Sanität (C Front San)
127
1 Sammelbox
Chef Sanitätshilfsstelle (C San Hist)
128
1 Sammelbox
Zugführer SSZ (Zfhr SSZ)
129
1 Sammelbox
Gruppenführer SSZ (Grfhr SSZ)
130
1 Sammelbox
Chef Triage (C Tri)
131
1 Sammelbox
Chef Notbehandlung (C Not Beh)
132
1 Sammelbox
Chef Behandlung/Warten (C Beh W)
133
134
1 Sammelbox
14
Chef Transport (C Trsp)
135
4
Schreibblock
136
4
Schreibblock
137
4
Schreibunterlage
138
100
Patientenleittasche PLS alt
139
10
Kugelschreiber
140
10
Wasserfester Filzstift
141
30
Bleistift
142
1
Taschenlampe (4,5V)
143
1 Plakat
RSA
144
1 Plakat
RSA
Führungswesten (LNA, EL San, C Front, C
SanHist, C Triage, C NotBeh, C BehW, C
Trsp, C Trsp Stv, 4 Stabsassistent SSZ, Ziv
Flugkoordinator)
A4
A5
A4
Gr M / schwarz
A3
A4
Trinkbecher
145
100
146
1 Rolle
Absperrband rot/weiss
147
1 Rolle
Klebeband
148
1
149
1 Schachtel / 100
Kiste 7 - grün Injektionen und Infusionen
Einmal-Handschuhe
150
1 Schachtel / 100
Einmal-Handschuhe
151
1 Schachtel / 100
Einmal-Handschuhe
152
1 Schachtel / 50
Hygienemaske Einmalgebrauch
153
1 Pak / 25
Deltaflo 2 Venenkanülen orange
154
1 Schachtel / 50
Deltaflo 2 Venenkanülen grün
155
1 Pak / 15
Deltaflo 2 Venenkanülen rosa
156
1 Pak / 15
Deltaflo 2 Venenkanülen hellblau
157
1 Schachtel / 100
Einmalkanüle rosa
158
1 Schachtel / 100
Einmalkanüle lila
159
1 Pak / 30
Einmalspritze steril
160
1 Pak / 30
Einmalspritze steril
161
1 Pak / 30
Einmalspritze steril
162
1 Schachtel / 100
Tegaderm Katheterverband
163
1 Schachtel / 100
Webcol Alkoholtupfer
164
30
Infusionsbesteck
165
30
Infusionsverlängerunge 80 cm
166
2
Blutdruckmessgerät kompl. Erwachsene
167
1
Blutdruckmessgerät kompl. Kinder
168
4
Venenstauer
169
4
Schere gerade steril
170
4
Pinzette steril
171
2
Verbandschere gebogen steril
172
1
Kleiderschere unsteril
173
1
Bethadine Standart - Desinfektion
174
2
Handalkohol - Desinfektion
175
25
Nierenschale Karton
176
1
177
1 Schachtel / 100
Kiste 8 - grün Verbandmaterial
Einmal-Handschuhe
178
1 Schachtel / 100
Einmal-Handschuhe
Seite 4 von 5
6-7 small
7-8 medium
8-9 large
2.00
1.50
1.00
0.80
2 ml
5 ml
10 ml
1000 ml
500 ml
6-7 small
7-8 medium
Ablaufdatum
RSA
Position
Anzahl Ist

Anzahl
verbraucht,
defekt oder
verloren
Material
Bemerkung
179
Anzahl Soll
1 Schachtel / 100
180
1 Schachtel / 50
Hygienemaske Einmalgebrauch
181
1 Schachtel / 10
Elastische Binde
182
1 Schachtel / 10
Elastische Binde
183
1 Schachtel / 10
Elastische Binde
184
1 Schachtel / 10
Gaze-Binde
185
5
Klebebinde Wero-Fix
186
5
Klebebinde Wero-Fix
187
1 Schachtel
Dermaplast Schnellverband
188
1 Schachtel
Dermaplast Schnellverband
189
5 Rollen
Heftpflaster Urgofix
190
5 Rollen
Heftpflaster Urgofix
191
20
Neurokompresse
192
70
Gazekompresse
193
60
Gazekompresse
194
10
Kerlixbinde steril
195
20
Rettungsdecke Sirius
196
15
Dreiecktuch
197
30
Nierenschale Karton
198
1 Schachtel
Rondotube - Verbandschlauch
199
1Schachtel
Rondotube - Verbandschlauch
200
2
Verbandschere gebogen steril
201
1
202
20
203
10
Schutzanzug weiss
204
10
Schutzanzug weiss
205
1
206
2
209
5 Rollen
Kehrrichtsack 35 Liter
210
5
Sharp-Safe - Nadelbox
1
213
15
XL
L
Urinflasche
2
1 Bund / 50
10
20m x 8 cm
20 m x 4 cm
Kiste 10 - grün Hygiene und Entsorgung
Bettschüssel
208
212
10 cm x 5 m
8 cm x 5 m
5 cm x 5 m
4 cm x 10 m
8 cm x 4 m
4 cm x 4 m
4 cm x 5 m
6 cm x 5 m
2.5 cm
1.25 cm
70 x 25 cm
10 x 10 cm
5 x 5 cm
Kiste 9 - weiss Leichenbergung
Leichenhülle
207
211
Ablaufdatum
8-9 large
Einmal-Handschuhe
Überschürze Plastik
Kiste 11 - weiss Sicherheit - Personal
Schutzhelm weiss
Sicherheitsweste gelb Sanität
214
1
215
10
Kiste 12 - weiss Sicherheit - Personal
Schutzhelm rot
216
5
Sicherheitsweste gelb Arzt
217
25 Paar
Medium
Medium
Handschuhe Zivilschutz
1
q
q
q
Schlüssel zu RSA und RSMA 1
Das Material ist einwandfrei (sauber und trocken)
Das Material ist nass und muss noch getrocknet werden (auf Liste bei nassem
Material in Bemberkungen mit "nass" kennzeichnen).
Das Material ist verschmutzt und muss noch gereinigt werden (auf Liste bei
verschmutzem Material in Bemberkungen mit "verschmutzt" kennzeichnen).
……………………………………
Ort und Datum
…………………………………………………...
Unterschrift
Seite 5 von 5
Amt für Militär und Zivilschutz
Abteilung Zivilschutz, Sektion Ausbildung
Steinbruchstrasse 18
7000 Chur
URL: www.amz.gr.ch
E-Mail: [email protected]
Ausbildung: Telefon 081 257 35 43
Fax: 081 257 21 37
Liste für Materialkontrolle und -bestellung Rettungs-Sanitäts-Material-Anhänger
(RSMA)
Diese Liste ist für die Kontrolle (Bestand und Funktionstüchtigkeit) des Materials und soll
gleichzeitig als Bestellliste für verbrauchtes, defektes oder verlorenes Material dienen. Sofort
nach jedem Einsatz muss eine ausgefüllte und visierte Liste an folgende Adresse gefaxt
werden:
Amt für Militär und Zivilschutz, FDL Sanität, Fax 081 257 21 37
Meiersboden 3, 7000 Chur
RSMA
Position
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
32
33
34
35
36
37
38
39
40
41
42
43
44
Anzahl Soll
1
2
15
3
6
6
6
1
10
20
5
1
1
12
12
24
10
2
20
20
4
1
1
6
1
2
2
1
1
1
2
1
2
2
2
2 Sätze
4
4
2
8
20
4
8
10
q
q
q
Anzahl Ist

Anzahl
verbraucht,
defekt oder
verloren
Material
Bemerkung
Anhänger mit Innenausbau
Radkeil mit Halterung
Tragbahre 81
Sackcontainer (Big Bag für Heli-Transport)
Leitkegel rot / weiss Höhe 75 cm
Tafel mit Bezeichnungen 50 x 15 cm
Plastikaufsatz für Tafel
Wegweisersortiment
Bahrenbock
Effektensack
Wassersack 20 Liter
Plastikkessel 12 Liter mit Schwamm
Handschaufel mit Besen
Medizinalsauerstoffflasche
Druckminderer mit Flowmeter / 2 Abgängen (Rasterscheibe)
Sauerstoffschlauch ….. cm
Beleuchtungseinheit Neon
Ersatz-Neonröhre
Alu-Verbindungsrohr für Bahrenbock
Blache (Zelt 01)
Flutlichtscheinwerfer
Ersatz-Lampe (230 V / 1000 W)
Werkzeugsortiment
Handlampe (Dominit)
Ordner mit Bedienungsanleitungen etc.
Propangasflasche
Infrarot-Heizstrahler
Satz Schneeketten
Lawinenschnur
Adapter für Anhängerkupplung
Bockleiter 3 Tritte, Länge 70 cm
Benzinkanister 20 Liter mit Ausguss
Notstromaggregat 2.5 kVA/230 V
Packsack gross inkl. Zelthaut mit 2 Öffnungen
Packsack klein für Zubehör / Anleitungen
Alu-Stangen für Sattlerzelte gem. Inventarliste
Teleskopmast mit Schutzkappe
Dreibeinständer
FI-Sicherheitsverteiler
Kabel auf Aufrollvorrichtung
Wolldecke
Tisch
Bank
Infusionsständer
Das Material ist einwandfrei (sauber und trocken)
Das Material ist nass und muss noch getrocknet werden (auf Liste bei nassem
Material in Bemberkungen mit "nass" kennzeichnen).
Das Material ist verschmutzt und muss noch gereinigt werden (auf Liste bei
verschmutzem Material in Bemberkungen mit "verschmutzt" kennzeichnen).
Ort und Datum ……………………………………………………..
Stand: August 2012
RSMA Nr. …….
Unterschrift ………………………………………...
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.4 Dotazione standard TI
2/4
804 Standardeinrichtung TI_it.doc
25.03.2008
Dotazione standard
trattamento d'urgenza TI
4 supporti per barelle incl. tubi di collegamento in alluminio
1 barella
4 aste porta flebo
2 panche
2 tavoli
coperte di lana
tutto il materiale contrassegnato con punti rossi
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.4 Dotazione standard TII
4/4
804 Standardeinrichtung TII_it.doc
25.03.2008
Dotazione standard
trasporto TII (giallo)
1 supporto per barelle incl. tubi di collegamento in
alluminio
1 asta porta flebo
1 panca
tutto il materiale contrassegnato con punti gialli
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.4 Dotazione standard TIII
3/4
804 Standardeinrichtung TIII_it.doc
25.03.2008
Dotazione standard
trattamento/attesa TIII
3 supporti per barelle incl. tubi di collegamento in alluminio
4 aste porta flebo
2 barelle 81
coperte di lana
3 panche
1 tavolo
tutto il materiale contrassegnato con punti verdi
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.4 Dotazione standard triage
1/4
804 Standardeinrichtung Triage_it.doc
25.03.2008
Dotazione standard posto di triage
Nella tenda:
2 supporti per barelle incl. tubi di collegamento in
alluminio
1 panca
tutto il materiale contrassegnato con punti blu
Davanti alla tenda:
ca. 9 barelle
coperte di lana
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
8.5
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.5 SAP
1/7
805 PLS_it.doc
14.07.2008
SISTEMA D'ACCOMPAGNAMENTO DEL PAZIENTE (SAP)
Pre-triage
Il pre-triage è la prima misura medica sul luogo dell'incidente e ha l'obiettivo di evitare il dissanguamento e il soffocamento di pazienti, se ciò è possibile tramite misure immediate di soccorso. Il
pre-triage dovrebbe inoltre permettere di individuare in modo semplice e rapido i pazienti che
devono essere indirizzati urgentemente al medico di triage. La decisione di pre-triage si basa su
una valutazione della respirazione e del polso. Tutti i pazienti valutati durante il pre-triage ricevono
una scheda SAP non compilata.
Il triage mobile non è da confondere con il pre-triage. Il triage mobile si utilizza quando l'evacuazione di molti pazienti verso una postazione di triage può avvenire unicamente con molto ritardo. Il
triage mobile è successivo al pre-triage e costituisce una forma ambulatoriale del triage stazionario, durante il quale si compila la scheda SAP.
Procedura per il pre-tirage
Cammina?
si
Sorvegliare fuori dalla zona di pericolo
no
Grida?
si
attendere
no
Respira?
si
Frequenza
10-30/min
no
si
no
si
attendere
si
attendere
no
ben
percettibile
liberare le
vie aeree
Urgent
Respira?
radiale polso < 120
no
si
no
Urgent
Stop
sanguina
emostasi semplice
riuscita
si
incerto
Urgent
attendere
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.5 SAP
2/7
805 PLS_it.doc
14.07.2008
Parte anteriore SAP
Numerazione: su ogni parte della SAP si trova un'etichetta
autoadesiva con lo stesso numero. Questo numero verrà
anche utilizzato su tutti i protocolli, sugli effetti personali del
paziente, in ospedale, in laboratorio, ecc.
•
I primi due segni indicano il Cantone o l'organizzazione sovracantonale (REGA, esercito, CSC, ecc.)
•
segue poi un numero continuo a 5 cifre
DIAGNOSI: il medico di triage valuta lo stato del paziente per
quanto riguarda le sue funzioni vitali. La caratteristica corrispondente viene marcata con un cerchio.
Cosciente:
risponde
non risponde
marcare ok
marcare ⇓
Respirazione: normale
anormale
Circolazione:
marcare ok
marcare ⇓
normale
marcare ok
anormale
marcare ⇓
È inoltre possibile annotare con parole chiave la diagnosi di
massima. Sul disegno viene indicata la posizione delle ferite
visibili. P.es.: frattura (zig-zag), ematoma, ferita estesa
(ovale), ecc. Indicare la forma di entrambe le pupille (ristrette /
dilatate).
TRIAGE: il medico di triage stabilisce inoltre l'urgenza. Viene
marcata la rispettiva categoria di triage e la decisione viene
confermata con l'indicazione dell'orario e la firma del medico.
T I Terapia
luogo
trattamento d'urgenza immediato sul
T IIa Trasporto
trasporto immediato
T IIb Trasporto
trasporto 2 priorità
T III Wait
cura semplice sul luogo dell'evento
T IV Wait
aspettare (pazienti senza speranza)
a
La seconda riga TRIAGE è prevista per l'ulteriore triage in
ospedale.
Al bisogno è possibile definire direttamente la categoria di
ospedale e il relativo reparto specializzato. La destinazione
definitiva sarà stabilita dal posto di trasporto.
Parte anteriore, tagliando staccabile superiore; previsto
per l'ospedale di destinazione.
Qui viene indicato:
•
l'ospedale di destinazione, ev. il reparto
•
l'orario d'arrivo all'ospedale di destinazione (modulo 24h)
All'arrivo in ospedale il tagliando viene staccato e raccolto in
maniera centralizzata come prima informazione per l'ammissione del paziente.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.5 SAP
3/7
805 PLS_it.doc
14.07.2008
Sul retro possono venire indicate ulteriori osservazioni.
Parte anteriore, tagliando staccabile inferiore; previsto
per il posto di trasporto. Qui viene indicato:
•
l'ospedale di destinazione, ev. il reparto
•
informazioni per l'identificazione inequivocabile del
mezzo di salvataggio/trasporto (immatricolazione, servizio di salvataggio)
•
ora del carico del paziente sul mezzo (modulo 24h)
Questo tagliando sarà staccato soltanto al momento del carico
del paziente e conservato dal capo trasporto. Insieme al controllo del flusso di pazienti, serve a controllare la ripartizione
effettiva dei pazienti.
Sul retro possono venire indicate ulteriori osservazioni.
Parte posteriore SAP
Lato sinistro: TERAPIA
Tutte le misure terapeutiche, inclusi i medicamenti prescritti e
la posizione più adeguata, ordinate dal medico in base alla
diagnosi vengono marcate sul lato sinistro nel settore
"THERAPIE" o se necessario scritte a mano in stampatello.
Lato destro: REALIZZAZIONE
Sul lato destro viene confermata l'esecuzione della relativa
misura, indicando l'ora e le iniziali della persona che se ne è
occupata.
Sull'ultima riga del tagliando, accanto ad H viene indicata la
categoria di ospedale richiesta dal medico, p.es.: ospedale
regionale, ospedale centrale, clinica specializzata, ecc.
Parte posteriore, tagliando superiore; previsto per l'ospedale di destinazione
Se noti, vengono qui indicati nome, sesso e anno di nascita del
paziente, nonché il mezzo di trasporto utilizzato. Possono inoltre essere indicate annotazioni supplementari facoltative, come
p.es. "accompagnato dalla figlia" (nome, età/numero SAP della
figlia).
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.5 SAP
4/7
805 PLS_it.doc
14.07.2008
Parte posteriore, tagliando inferiore; previsto per il posto
di
trasporto
Se noti, vengono qui indicati nome, sesso e anno di nascita del
paziente, nonché altre annotazioni supplementari facoltative,
come p.es. "accompagnato dalla figlia" (nome, età/numero
SAP della figlia).
Contenuto della scheda SAP
La scheda contiene:
1
protocollo di decorso e di trattamento (bianco)
1
protocollo d'identificazione (rosa)
1
talloncino "Urgent – Pre-Triage" (giallo)
24
etichette autoadesive numerate supplementari (per effetti personali, ospedale, laboratorio, ecc.)
Stock di riserva delle schede SAP
100 schede SAP su ogni rimorchio sanitario (RSA) e 25 schede SAP con 5 fogli di controllo del
flusso dei pazienti su ogni ambulanza, risp. veicolo d'intervento d'urgenza, risp. elicottero di salvataggio.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.5 SAP
5/7
805 PLS_it.doc
14.07.2008
Protocollo di decorso e di trattamento
In caso di trattamenti d'urgenza sul luogo (pazienti – T I), per esempio: crush-induction e intubazione di un paziente con trauma cranico e con un GCS di 1/2/4, deve essere compilato il protocollo
di trattamento che si trova nella scheda SAP. Lo stesso sarà reinserito in seguito per accompagnare il paziente sul luogo del trattamento finale (l'ospedale di destinazione). Se si dispone di
tempo a sufficienza può essere compilato anche il protocollo di decorso e di trattamento, in particolare se sono state intraprese delle misure specifiche. La compilazione del protocollo non deve
assolutamente ritardare l'evacuazione del paziente. In mancanza di tempo il protocollo di trattamento resterà vuoto (salvo per i pazienti T I).
VERLAUFS- UND BEHANDLUNGSPROTOKOLL
NAME:_______________________
Patienten-Nr.
GR
xxxx
VORNAM E: ______________________
GEB.-D ATUM: __________________
Uhrzeit:
Uhrzeit:
VITALPARAMETER
Blutdruck
Puls
Atemfrequenz
Sauerstoffsättigung
mmHg
/ Min.
/ Min.
SO 2 (%)
SCHMERZANGABE (VRS)
0 = keine / 2 = geringe / 4 = mittelstarke
6 = starke / 8 = sehr starke / 10 = maximal
vorstellbare Schmerzen
GLASGOW COMA SCALE
Augen öffnen:
spontan = 4 / auf Anruf = 3 / auf Schmerz = 2
nicht=1
verbale Antwort:
orientiert = 5 / verwirrt = 4 / W ortsalat = 3
unverständlich = 2 / keine = 1
m otorische Antwort:
Befehl ausführen = 6 / gezielte Abwehr = 5
Flexion gezielt = 4 / Massenbeugung = 3
Extension = 2 / keine = 1
Total:
THERAPIE:
Sauerstoff (Lit./Min.)
Infusion:
M edikamente:
anderes:
Visum:
? Immer in Patientenleittasche zurückstecken
Uhrzeit:
Uhrzeit:
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.5 SAP
6/7
805 PLS_it.doc
14.07.2008
Protocollo d'identificazione
L'identificazione dei pazienti risponde a una richiesta precisa degli organi di polizia. Per questo, se
si dispone di tempo sufficiente, dovrebbe essere compilato anche il foglio rosa, che serve a rilevare i dati personali di pazienti coscienti e alla segnalazione dei pazienti incoscienti, a indicare gli
effetti personali e i gioielli, nonché l'indirizzo di persone da avvisare.
Il protocollo d'identificazione sarà consegnato alla polizia nell'area del sinistro.
La compilazione del protocollo non deve assolutamente ritardare l'evacuazione del paziente. In
mancanza di tempo il protocollo d'identificazione rimane vuoto.
Cartellino "Urgent – Pre-Triage"
I pazienti definiti urgenti nel pre-tirage ricevono, in aggiunta
alla scheda SAP non compilata, un cartellino giallo luminescente "Urgent pre-triage".
Dopo il triage il cartellino "Urgent pre-triage" deve essere ritirato e non può essere utilizzato per indicare l'urgenza durante
il seguito del percorso del paziente. Il numero di cartellini raccolti permette di definire il numero dei pazienti urgenti nell'area
sinistrata.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.5 SAP
7/7
805 PLS_it.doc
14.07.2008
Etichette autoadesive numerate
Le etichette autoadesive supplementari pre-numerate possono
essere utilizzate sempre laddove è necessaria un'attribuzione inequivocabile al paziente: per esempio sacchetti con effetti personali,
oggetti di proprietà del paziente, ma anche per esempio sui suoi
documenti all'ammissione in ospedale, sulle provette dei prelievi,
ecc. Questo vale in particolare anche per il prelievo di sangue sul
luogo dell'incidente. In caso di incidenti stradali è utile – nella misura
in cui sia possibile senza difficoltà eccessive – che un'etichetta
venga incollata nel veicolo dove è stato trovato il paziente. Analogamente si può procedere nelle altre tipologie di incidenti.
Controllo del flusso dei pazienti
Ogni unità di 25 schede SAP è accompagnata da 5 moduli per il controllo del flusso dei pazienti.
A ogni postazione del PMA viene eseguito un controllo sul flusso dei pazienti.
Il modulo di controllo del flusso dei pazienti serve in primo luogo come protocollo di trasporto, può
però anche essere utilizzato per la registrazione di movimenti di pazienti all'interno del PMA. Permette inoltre di avere rapidamente e in ogni momento una visione globale sul numero dei pazienti
presenti o passati nelle diverse postazioni.
Una copia del protocollo di trasporto verrà consegnato alla postazione che ha eseguito l'identificazione delle persone coinvolte.
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
8.6.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc. Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.6 Equipaggiamento servizio di soccorso
1/5
806 KP_Front_Führung_RD_it
28.08.2012
PC SANITÀ FRONTE: DOCUMENTAZIONE DI CONDOTTA
8.6.1 Servizi ambulanza
La documentazione di condotta si trova su ogni veicolo dei servizi ambulanza (incl. VIMU), esclusi i
veicoli delle basi delle ambulanze. Questo materiale viene impiegato dal primo equipaggio sul posto quale sostegno per le sue mansioni di condotta nella prima fase di un incidente maggiore o in
caso di evento che non richiede l'intervento del posto medico avanzato. La documentazione è la
seguente:
8.6.1.1 Cassetta in alluminio (Alu-Box)
Primo equipaggio di soccorso
 su nastro da collo blu in formato A6
o 1 lista di controllo 1° equipaggio (SAR)
o 1 piano della rete radio
o 1 afflusso pazienti al pre-triage con algoritmo pre-triage
o 1 rapporto sanitario
 su nastro da collo blu in formato A6
o 1 lista di controllo posto collettore del personale sanitario e schema di comunicazione
in formato A4:
 2 posto collettore del personale (per 1° equipaggio e C int san)
 1 segni convenzionali (per 1° equipaggio)
 5 registri di controllo dell'incarico (per 1° equipaggio, C int san, MEUR, C fronte, C trasp)
 1 controllo del flusso dei pazienti SAP (per 1° equipaggio)
 1 capacità di trattamento CES 144 (per C trasp)
 1 matita
 1 pennarello nero, indelebile
Capo intervento sanitario (C int san)
 su nastro da collo blu in formato A6
o 1 lista di controllo C int san
o 1 piano della rete radio
o 1 afflusso pazienti al pre-triage con algoritmo pre-triage
o 1 rapporto sanitario
o 1 conferenza stampa
Medico d'urgenza responsabile (MEUR)
 su nastro da collo blu in formato A6
o 1 lista di controllo MEUR
o 1 piano della rete radio
o 1 afflusso pazienti al pre-triage e algoritmo pre-triage
o 1 rapporto sanitario
o 1 conferenza stampa
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.6 Equipaggiamento servizio di soccorso
2/5
806 KP_Front_Führung_RD_it
28.08.2012
Capo sanità fronte (C san fronte)
 su nastro da collo blu in formato A6
o 1 lista di controllo C san fronte
o 1 piano della rete radio
o 1 afflusso pazienti al pre-triage e algoritmo pre-triage
Capo trasporto (C trasp)
 su nastro da collo blu in formato A6
o 1 lista di controllo C trasp
o 1 piano della rete radio
8.6.1.2 Gilet delle funzioni di comando nell'ambulanza




1
1
1
1
gilet capo intervento sanitario (C int san), blu-bianco a quadri
gilet medico d'urgenza responsabile (MEUR), verde-bianco a quadri
gilet capo fronte (C fronte), blu con strisce rosse
gilet capo trasporto (C trasp), giallo con strisce argento
8.6.1.3 Materiale per segnalare il posto collettore del personale sanitario
 1 tavola in alluminio con la scritta "Posto collettore personale sanitario" in formato A4, arancione con scritta nera
 1 supporto per Triopan
8.6.2 Rimorchi sanitari (RSA)
8.6.2.1 Cassetta n. 6 blu ufficio/logistica (cassetta amministrazione)
Sui rimorchi sanitari (delle regioni Coira, Engadina/Valli meridionali, Davos/Grigioni centrale e Surselva), nella cassetta n. 6 (cassetta amministrazione) si trova per ciascuna funzione del posto medico avanzato un raccoglitore di plastica contenente la documentazione di condotta.
1. Raccoglitore: capo intervento sanitario (C int san)







1 gilet capo intervento sanitario, blu-bianco a quadri, grandezza L
su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo C int san
o 1 piano della rete radio
o 1 afflusso pazienti al pre-triage con algoritmo pre-triage
o 1 rapporto sanitario
o 1 conferenza stampa
2 posto collettore del personale (A4)
1 segni convenzionali (A4)
1 registro di controllo dell'incarico (A4)
1 matita
1 pennarello nero, indelebile
 su nastro da collo blu in formato A6
o 1 lista di controllo posto collettore del personale sanitario e schema di comunicazione
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Basi
3/5
806 KP_Front_Führung_RD_it
28.08.2012
2. Raccoglitore: medico d'urgenza responsabile (MEUR)


1 gilet medico d'urgenza responsabile, verde-bianco a quadri, grandezza L
su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo MEUR
o 1 piano della rete radio
o 1 afflusso pazienti al pre-triage e algoritmo pre-triage
o 1 rapporto sanitario
o 1 conferenza stampa
 1 segni convenzionali (A4)
 1 registro di controllo dell'incarico (A4)
 1 matita
1 pennarello nero, indelebile
3. Raccoglitore: capo sanità fronte (C san fronte)





1 gilet capo fronte, blu con strisce rosse, grandezza L
su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo C san fronte
o 1 piano della rete radio
o 1 afflusso pazienti al pre-triage e algoritmo pre-triage
1 registro di controllo dell'incarico (A4)
1 matita
1 pennarello nero, indelebile
4. Raccoglitore: capo posto medico avanzato (C PMA)










1 gilet capo posto medico avanzato, arancione con strisce argento, grandezza L
su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo C PMA
o 1 piano della rete radio
o 1 rapporto sanitario
1 registro di controllo dell'incarico (A4)
1 posto collettore del personale (A4)
1 dotazione standard posto di triage (A4)
1 dotazione standard trattamento d'urgenza TI (A4)
1 dotazione standard trattamento/attesa TIII (A4)
1 dotazione standard trasporto TII (A4)
1 matita
1 pennarello nero, indelebile
5. Raccoglitore: capo sezione SSPI (C sez SSPI)




su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo capo sezione
o 1 piano della rete radio
1 registro di controllo dell'incarico (A4)
1 matita
1 pennarello nero, indelebile
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
08 Posto medico avanzato
8.6 Equipaggiamento servizio di soccorso
4/5
806 KP_Front_Führung_RD_it
28.08.2012
6. Raccoglitore: capo gruppo SSPI (C gr SSPI)



su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo capo gruppo
o 1 piano della rete radio
1 matita
1 pennarello nero, indelebile
7. Raccoglitore: capo triage (C Tri)







1 gilet capo triage, blu con strisce argento, grandezza L
su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo C triage
o 1 piano della rete radio
1 registro di controllo dell'incarico (A4)
1 controllo del flusso dei pazienti SAP (A4)
1 dotazione standard posto di triage (A4)
1 matita
1 pennarello nero, indelebile
8. Raccoglitore: capo trattamento d'urgenza (C tratt urg)






1 gilet capo trattamento d'urgenza, rosso con strisce argento, grandezza L
su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo C tratt urg
o 1 piano della rete radio
1 registro di controllo dell'incarico (A4)
1 dotazione standard trattamento d'urgenza TI (A4)
1 matita
1 pennarello nero, indelebile
9. Raccoglitore: capo trattamento/attesa (C tratt att)






1 gilet capo tratt att, verde con strisce argento, grandezza L
su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo C tratt att
o 1 piano della rete radio
1 registro di controllo dell'incarico (A4)
1 dotazione standard trattamento/attesa TIII (A4)
1 matita
1 pennarello nero, indelebile
10. Raccoglitore: capo trasporto (C trasp)






1 gilet capo trasporto, giallo con strisce argento, grandezza L
1 gilet sost capo trasporto, giallo con strisce argento, grandezza L
su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo C trasp
o 1 piano della rete radio
su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo sost C trasp
o 1 piano della rete radio
2 registro di controllo dell'incarico (A4)
1 controllo del flusso dei pazienti SAP (A4)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato




Manuale cond serv san
Basi
5/5
806 KP_Front_Führung_RD_it
28.08.2012
1 capacità di trattamento CES 144 (A4)
1 dotazione standard trasporto TII (A4)
1 matita
1 pennarello nero, indelebile
11. Raccoglitore: capo intervento Care






1 gilet Care, blu con strisce argento, grandezza L
su nastro da collo blu in formato A6 plastificato
o 1 lista di controllo capo intervento Care
o 1 piano della rete radio
1 registro di controllo dell'incarico (A4)
1 necessità di prevenzione secondaria: aiuto psicosociale e psicologico d'urgenza, necessità di care (A4)
1 matita
1 pennarello nero, indelebile
Cassa radio



10 nastri da collo blu
10 piani della rete radio
10 radio
1 classificatore
Manuale incidente maggiore per il Cantone dei Grigioni, condotta del servizio
sanitario in caso di situazioni particolari e straordinarie (edizione più recente)
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
9.
ABBIGLIAMENTO
9.1
Servizi di salvataggio
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
09 Abbigliamento
1/4
09 Bekleidung_it.doc
14.07.2008
L'Interassociazione di salvataggio (IAS) fissa i requisiti minimi per l'equipaggiamento di protezione
personale delle persone attive nel servizio di soccorso sanitario. La direttiva definisce l'abbigliamento e le protezioni per capo, mani e piedi.
I servizi di salvataggio devono provvedere essi stessi a procurarsi il relativo equipaggiamento di
protezione.
Le indicazioni delle funzioni del personale non sono disciplinate in modo uniforme.
9.2
Soccorritori SSPI
L'Ufficio del militare e della protezione civile ha distribuito in prestito a tutti i soccorritori delle sezioni sanitarie di pronto intervento (SSPI) una giacca da indossare durante gli interventi.
Questa giacca è prevista esclusivamente per scopi sanitari (giorni di servizio nella protezione civile
oppure interventi con i samaritani).
La giacca dei soccorritori è provvista sul retro della scritta "Sanitäter SSZ" risp. "Soccorritore
SSPI". Sono contrassegnate con una scritta sulla schiena anche le funzioni di condotta "capo
gruppo" e "capo sezione".
Strisce a strappo per capo gruppo
o capo sezione
Tasca per
targhetta portanome
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
9.4
Manuale cond serv san
09 Abbigliamento
2/4
09 Bekleidung_it.doc
14.07.2008
Medici di servizio
Secondo la convenzione tra il Cantone dei Grigioni e l'Ordine dei medici grigioni, fanno parte dell'equipaggiamento personale del medico di servizio una giacca di servizio e un gilet di sicurezza.
L'indicazione della funzione riportata sul retro della giacca non è uniforme. Vi sono medici di servizio che portano l'indicazione "medico", "medico d'urgenza" oppure "medico di servizio". Fanno parte dell'equipaggiamento di protezione anche scarpe alte robuste.
Il medico di servizio dispone inoltre di una valigia o di uno zaino d'emergenza con unità di ossigeno, unità di aspirazione, pallone ambu, kit per intubazione, infusioni, medicamenti, bende, materiale diagnostico, defibrillatore e pulsossimetro.
9.5
Gilet per forze di comando
Il personale sanitario deve essere facilmente riconoscibile. I gilet devono fornire informazioni sulla
funzione, sulle qualifiche e sul grado. La scritta deve essere collocata sia sulla parte anteriore che
su quella posteriore e deve essere leggibile a distanza. Non esistono norme in tal senso né a livello europeo, né a livello svizzero. Scritte uniformi sono però di grande importanza per l'efficienza in
caso di incidente maggiore.
In accordo con i Cantoni che fanno parte della comunità d'interesse dei servizi di salvataggio della
Svizzera nord-orientale (IG Nord – AR, AI, SG, TG, GR), il Cantone dei Grigioni ha deciso di impiegare i seguenti gilet quali importanti mezzi ausiliari di condotta:
Funzione
Scritta
Gilet
C int san
Capo intervento san (scritta nera bianco-blu a quadri, con due strisce argento, grandezza "L"
su fondo argento)
MEUR
Capo medico d'urgenza (scritta ne- bianco-verde a quadri, con due
strisce argento, grandezza "L"
ra su fondo argento)
C san fronte
Capo fronte (scritta nera su fondo blu tinta unita, con due strisce
rosse, grandezza "L"
rosso)
C PMA
Capo PMA (scritta nera su fondo rosso vino tinta unita, con due
strisce argento, grandezza "L"
argento)
C Triage
Capo triage (scritta nera su fondo blu tinta unita, con due strisce argento, grandezza "L"
argento)
C tratt urg
Capo trattamento d'urgenza (scrit- rosso tinta unita, con due strisce
argento, grandezza "L"
ta nera su fondo argento)
C tratt att
Capo trattamento (scritta nera su verde tinta unita, con due strisce
argento, grandezza "L"
fondo argento)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
09 Abbigliamento
3/4
09 Bekleidung_it.doc
14.07.2008
C trasp
Capo trasporto d'urgenza (scritta giallo limone tinta unita, con due
strisce argento, grandezza "L"
nera su fondo argento)
Sost C trasp
Sost capo trasporto d'urgenza giallo limone tinta unita, con due
strisce argento, grandezza "L"
(scritta nera su fondo argento)
Assistente di stato mag- Assistente di stato maggiore (scrit- bianco tinta unita, con due strisce
giore
argento, grandezza "L"
ta nera su fondo argento)
Coordinatore di volo civi- Coordinatore di volo (scritta nera giallo limone tinta unita, con due
le
strisce argento, grandezza "L"
su fondo argento)
L'indicazione della funzione è visibile sul retro e sul davanti. Il simbolo "star of life" è stampato sul
retro dei gilet. In questo modo risulta chiaro a tutte le organizzazioni partner che si tratta di personale sanitario. I due gilet a quadri sono ispirati al concetto del Cantone di Zugo. Gli altri colori sono
conformi alle direttive della International Civil Aviation Organisation (disposizioni ICAO).
Tutti e quattro i PMA (RSA 1 - 4) dispongono di tutti i gilet di condotta (11 funzioni ciascuno x 4 =
44 gilet). Sulle ambulanze dei servizi di salvataggio sono depositati i gilet per le quattro funzioni "C
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
09 Abbigliamento
4/4
09 Bekleidung_it.doc
14.07.2008
int san", "MEUR", "C fronte" e "C trasp" (4 funzioni x 44 ambulanze = circa 180 gilet). Il materiale
dei quattro PMA è differenziato per colore (casse). Anche i colori corrispondono alle direttive ICAO.
Complessivamente, l'Ufficio del militare e della protezione civile ha acquistato 218 gilet di condotta.
Da ottobre 2007 questi sono distribuiti tra le ambulanze e i PMA.
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
10 Formazione
1/3
10 Schulung_it.doc
14.07.2008
10. FORMAZIONE
Obiettivo
Tutti i partner dell'ambito sanitario, nonché le organizzazioni partner devono essere informati
riguardo all'organizzazione della condotta del servizio sanitario in caso di situazioni particolari e
straordinarie e poter rilevare la propria funzione in caso di un evento particolare o straordinario.
Categorie di formazione
Le diverse funzioni che devono ricevere una formazione vengono suddivise nelle 3 categorie
seguenti (tra parentesi è indicato il numero di persone da formare):
Categoria 1 (quadri)
•
medici d'urgenza responsabili (8 MEUR)
•
capi intervento sanitario (8 C int san)
•
capi intervento Centrale d'emergenza sanitaria 144 (8 C int CES 144)
Categoria 2 (professionisti)
•
medici di servizio / d'urgenza / ospedalieri (~ 120/53 MS/MU)
•
soccorritori diplomati (~ 105 socc)
•
ausiliari di trasporto (~ 147 ausiliari di trasporto)
•
ospedali (~ 60 partecipanti), solo settori definiti come p.es. reparti di pronto soccorso,
amministrazione, responsabile SII, ecc.
Categoria 3 (partner)
•
partner della protezione della popolazione: (~ 50 partecipanti) come polizia, pompieri, uffici tecnici, protezione civile (solo funzioni di condotta e istruttori) in particolare i coordinatori di volo
della Polizia cantonale
Contenuto della formazione
Categoria 1 (24 titolari di funzioni)
La formazione della categoria 1 è suddivisa in una formazione di base e in una formazione continua:
Formazione:
(cond serv san)
formazione di base di condotta del servizio sanitario
Offerta di formazione:
unica / in seguito, a seconda della necessità
Durata:
2 giorni
Numero di partecipanti / corso:
16/8 (max. 16/corso)
Pubblicazione del corso / invito:
ODC, capo sanità
Obiettivi della formazione: informazione in merito a tutte le funzioni di condotta nel servizio
sanitario sul luogo del sinistro nei Grigioni. Conoscenza dell'organizzazione della zona sinistrata,
Il concetto di formazione è stato approvato dalla Commissione di salvataggio cantonale nella seduta del 19 marzo 2007.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
10 Formazione
2/3
10 Schulung_it.doc
14.07.2008
in particolare del posto medico avanzato e capacità di eseguire i propri compiti secondo la descrizione della funzione e con l'ausilio delle liste di controllo. Capacità di impiegare correttamente la
scheda di accompagnamento pazienti conformemente alle direttive IAS.
Formazione continua:
formazione continua cond serv san 1 giorno / anno
Categoria 2 (~ 485 titolari di funzioni)
La formazione della categoria 2 viene svolta sotto forma di formazione continua.
Formazione:
diplomati (MS/socc)
formazione continua medici di servizio / soccorritori
Offerta di formazione:
2 corsi all'anno
Durata:
1 giorno
Numero di partecipanti / corso:
425/60 (max. 30/corso)
Pubblicazione del corso / invito:
ODC, capo sanità
Obiettivi della formazione: conoscenza del concetto di situazione particolare e straordinaria nel
servizio sanitario dei Grigioni. Conoscenza dell'organizzazione della zona sinistrata, in particolare
del posto medico avanzato e capacità di svolgere i propri possibili compiti, risp. assumere i ruoli
secondo la descrizione della funzione e con l'ausilio delle relative liste di controllo. Capacità di
impiegare correttamente la scheda di accompagnamento pazienti conformemente alle direttive
IAS.
Categoria 3 (~ 50 titolari di funzioni)
La formazione della categoria 3 viene svolta durante una formazione continua oppure si chiarisce
se le singole organizzazioni partner possano dedicarvi una finestra di circa 3 ore all'interno delle
proprie formazioni.
Formazione:
formazione continua partner serv san
Offerta di formazione:
4 corsi all'anno
Durata:
½ giornata
Numero di partecipanti / corso:
50 (max. 25/corso)
Pubblicazione del corso / invito:
ODC, capo sanità
Obiettivi della formazione: conoscenza del concetto di situazione particolare e straordinaria nel
servizio sanitario. Conoscenza dell'organizzazione dell'area sinistrata, in particolare del posto
medico avanzato e dei punti di contatto con il servizio sanitario. Conoscenza dei punti di contatto
nel sistema di accompagnamento pazienti secondo le direttive dell'IAS relative al sistema sanitario.
Infrastruttura e istruttori
Spazi:
il centro di formazione della protezione civile Meiersboden è gratuitamente a disposizione dei partner attivi nella protezione della popolazione.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Istruttori:
Manuale cond serv san
10 Formazione
3/3
10 Schulung_it.doc
14.07.2008
se le richieste vengono accolte, le spese per gli istruttori necessari
possono essere conteggiate tramite l'indennità per perdita di guadagno.
Materiale di formazione: il materiale di formazione è in ampia misura a disposizione (RSA e
RSMA). Possono essere utilizzate le risorse a disposizione (fotocopiatrici, laptop, beamer, ecc.) del centro di formazione della protezione
civile. Le spese residue, pari a ca. fr. 3'000,00 annui, vanno assunte
dall'Organo direttivo cantonale per i casi di catastrofe e di guerra.
Attuazione
•
L'Ufficio del militare e della protezione civile (UMPC) provvede a pianificare annualmente e a
stabilire le date dei corsi d'intesa con l'Ufficio dell'igiene pubblica. I primi corsi si terranno nel
2008.
•
La competenza per l'elaborazione dei contenuti dei corsi è del capo sanità in collaborazione
con l'UMPC.
•
L'UMPC inserisce gli istruttori necessari nei quadri degli istruttori del servizio sanitario a titolo
accessorio (soggetti all'obbligo di prestare servizio nella protezione civile).
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
14.
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
14 Garanzia della qualità
Aggiornamento del manuale
1/1
14 Qualitätssicherung_it.doc
14.07.2008
GARANZIA DELLA QUALITÀ DEL MANUALE
Disponibilità
Per garantire la qualità del manuale nel modo più semplice possibile, il contenuto dello stesso
deve essere facilmente accessibile a tutti coloro che ne possiedono una copia. Il contenuto del
manuale è a disposizione, in formato PDF, sulla homepage dell'Ufficio dell'igiene pubblica.
Aggiornamento
Tutti gli interessati possono inoltrare costantemente alla segreteria del medico cantonale proposte
di modifica. Il medico cantonale, in veste di presidente del gruppo di lavoro Condotta servizi sanitari, decide sull'ulteriore procedura relativa alle richieste. Egli è libero di decidere personalmente in
merito alle richieste o di sottoporre le proposte al gruppo di lavoro Condotta servizi sanitari. A
seconda dell'entità dell'aggiornamento, il medico cantonale può istituire un gruppo di lavoro per
l'elaborazione.
Per garantire la qualità, il medico cantonale deve verificare periodicamente l'intero manuale o singole parti. La verifica può avvenire da parte del medico cantonale stesso o da specialisti interni o
esterni.
Tutti coloro che sono in possesso del Manuale incidente maggiore vengono informati via e-mail in
merito a correzioni e modifiche, a nuove iscrizioni o all'eliminazione di capitoli. Ogni persona che
dispone di una copia del manuale è personalmente responsabile per l'aggiornamento della propria
copia e deve provvedere affinché i suoi collaboratori conoscano il manuale e le sue modifiche.
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
1/2
15 Abkuerzungen_it alph
28.08.2012
15. CONCETTI E ABBREVIAZIONI
ASIMC
Accademia svizzera integrata per la medicina militare e in caso di catastrofe
AT
Ausiliario di trasporto
BA
Base ambulanza
BLS
Misure salvavita immediate (Basic Life Support)
C
Capo
Capogr
Capogruppo
Caposez
Caposezione
CCEI
Centrale per chiamate d'emergenza e di pronto intervento della Polizia cantonale dei Grigioni (117 e 118)
CES 144
Centrale per chiamate d'emergenza sanitaria 144
CIE
Capo impiego elicotteri
CIN TA
Centrale d'impiego dei trasporti aerei
C int san
Capo intervento sanitario
CITA
Coordinatore intervento trasporti aerei
CP
Corso di perfezionamento
CR
Corso di ripetizione
CSSIM
Condotta servizi sanitari incidente maggiore
CVC
Coordinatore di volo civile
Equipe san mob
Equipe sanitaria mobile
FAS
Sistema di allarme dei pompieri dell'Assicurazione fabbricati dei Grigioni
(sistema di allarme di massa)
FMH
Federazione dei medici svizzeri
GP cond serv san
Gruppo di progetto condotta servizi sanitari
GR
Cantone dei Grigioni
IAS
Interassociazione di salvataggio
ICAO
International Civil Aviation Organization
MEUR
Medico d'urgenza responsabile
MS
Medico di servizio
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
Indice
2/2
15 Abkuerzungen_it alph
28.08.2012
MU
Medico d'urgenza
Noria grande
Trasporto per la distanza tra il punto di trasporto e il luogo di cura (p.es. ospedale)
Noria piccola
Trasporto per la distanza tra il luogo del sinistro e il triage del PMA
ODC
Organi direttivi cantonali
OI
organizzazione intervento
PC fronte
Posto di comando fronte
PMA
Posto medico avanzato
po co
Posto collettore
Pol
Polizia
Polca
Polizia cantonale (Grigioni)
Rega
Guardia aerea svizzera di soccorso
RNAPU
Rete nazionale per l'aiuto psicologico d'urgenza
RSA
Rimorchio sanitario (Rettungssanitätsanhänger)
RSMA
Rimorchio tecnico (Rettungssanitätsmaterialanhänger)
San
Sanità
SAP
Sistema d'accompagnamento del paziente
SAR
Servizio ambulanza regionale
SD SSS
Soccorritore diplomato Scuola specializzata superiore
SII
Sistema d'informazione e d'intervento del Servizio sanitario coordinato
SMCC
Stato maggiore cantonale di condotta
SMCP
Stato maggiore di condotta della polizia
SMDCo
Stato maggiore direzione comunale
SSC
Servizio sanitario coordinato
SSMUS
Società svizzera di Medicina d'Urgenza e di Salvataggio
sost
Sostituto
SSPI
Sezione sanitaria di pronto intervento
Trasp
Trasporto
UMPC
Ufficio del militare e della protezione civile
UNA
Ufficio per la natura e l'ambiente
UT
Ufficio tecnico
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di progetto condotta servizi sanitari (GP cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
16 Bibliografia
1/1
16 Literaturverzeichnis_it.doc
08.05.2008
16. BIBLIOGRAFIA
•
Direttive IAS per l'organizzazione del servizio sanitario in caso di incidenti con un gran numero
di feriti, nonché in caso di situazioni particolari e straordinarie del 2 novembre 2006
•
Direttive per il sistema d'accompagnamento del paziente (SAP) nel salvataggio del 22 giugno
2001
•
Concetto di salvataggio del Cantone dei Grigioni del maggio 1999 (decreto governativo del 22
giugno 1999, protocollo n. 1174)
•
Legge sull'aiuto in caso di catastrofi (LAC, CSC 630.100) del 4 giugno 1989
•
Legge federale sulla protezione della popolazione e sulla protezione civile (LPPC, RS 520.1)
del 4 ottobre 2002
•
Promemoria Analisi della situazione del gennaio 2001
•
Condotta degli interventi di polizia dell'Istituto Svizzero di Polizia, CIP, Neuchâtel, 1a edizione
del 2006
Ufficio dell'igiene pubblica dei Grigioni
Planaterrastrasse 16
7001 Coira
Autore: Gruppo di lavoro condotta servizi sanitari (GL cond serv san)
Doc
Rubrica
Capitolo
Pagine
Nome doc.
Stato
Manuale cond serv san
17 Destinatari
1/1
17 Verteiler_it.doc
14.07.2008
17. DESTINATARI
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
•
Servizi ambulanza (SAR) e basi ambulanze (BA) (1 copia ciascuno)
RSA (1 copia ciascuno)
Ospedali pubblici (1 copia ciascuno)
SMCC (1 copia)
UMPC (5 copie)
Ufficio dell'igiene pubblica (2 copie) e homepage
Gruppo di lavoro cond serv san (1 copia ciascuno)
CES 144 (1 copia)
Ordine dei medici grigioni, segretariato (1 copia)
Polizia cantonale (1 copia)
Polizia del fuoco dell'Assicurazione fabbricati (1 copia)
Ufficio tecnico (1 copia)
Basi Rega di Untervaz e Samedan (2 copie)
Fly UP