...

Contratto di Assicurazione in caso di morte a vita intera a

by user

on
Category: Documents
9

views

Report

Comments

Transcript

Contratto di Assicurazione in caso di morte a vita intera a
Contratto di Assicurazione in caso di morte a vita intera a premio
annuo temporaneo costante e con rivalutazione annua del capitale.
Il presente Fascicolo Informativo, contenente:

Scheda sintetica

Nota Informativa

Condizioni di Assicurazione comprensive del Regolamento della Gestione
separata

Glossario

Modulo di proposta
deve essere consegnato al Contraente prima della sottoscrizione della proposta
di assicurazione.
Prima della sottoscrizione leggere attentamente la Scheda sintetica e la Nota
Informativa.
Mod. 106- Edizione aggiornata al 06/2015
SCHEDA SINTETICA
La presente Scheda sintetica è redatta secondo lo schema predisposto dall’IVASS, ma il suo contenuto non è
soggetto alla preventiva approvazione dell’IVASS.
ATTENZIONE: LEGGERE ATTENTAMENTE LA NOTA INFORMATIVA PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DEL
CONTRATTO.
La presente Scheda sintetica è volta a fornire al Contraente un’informazione di sintesi sulle caratteristiche, sulle
garanzie, sui costi e sugli eventuali rischi presenti nel contratto e deve essere letta congiuntamente alla Nota
Informativa.
1. Informazioni generali
1.a) Compagnia
Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa (Gruppo Cattolica Assicurazioni).
1.b) Informazioni sulla situazione patrimoniale della Compagnia
Il patrimonio netto della Compagnia al 31 dicembre 2014 ammonta a 1.925 milioni di Euro (capitale sociale: 523 milioni di
Euro; totale delle riserve patrimoniali: 1.293 milioni di Euro).
L’indice di solvibilità riferito alla gestione vita, che rappresenta il rapporto tra l’ammontare del margine di solvibilità
disponibile e l’ammontare del margine di solvibilità richiesto dalla normativa vigente, al 31 dicembre 2014 risulta pari 2,8
volte.
1.c) Denominazione del contratto
Cattolica Previdenza PerLaProtezione Profilo Elite
1.d) Tipologia del contratto
Le prestazioni assicurative dal presente contratto sono contrattualmente garantite dalla Compagnia e si rivalutano
annualmente in base al rendimento di una gestione interna separata di attivi.
1.e) Durata
La durata del presente contratto coincide con la vita dell’Assicurato.
È possibile esercitare il diritto di riscatto a condizione che siano state corrisposte almeno due annualità intere di premio
oppure solo dopo un anno in seguito al venir meno delle condizioni obiettive per l’inclusione dell’Assicurato nella polizza
individuale ad esempio la cessazione del rapporto di collaborazione con l’Azienda Contraente della polizza.
1.f) Pagamento dei premi
A fronte delle prestazioni previste dal contratto, è previsto il versamento di un premio annuo costante determinato nel suo
ammontare all’atto della sottoscrizione della proposta di assicurazione per un periodo che va da un minimo di 3 anni a un
massimo di 25 anni.
Tale premio annuo costante può essere corrisposto in rate annuali o semestrali, a scelta del Contraente. L’importo del
premio annuo non potrà essere inferiore a 2.500,00 Euro mentre se il versamento viene effettuato semestralmente,
ciascuna rata di premio non potrà essere inferiore a 1.250,00 Euro.
In relazione al prodotto in oggetto, il cumulo dei premi annui versati effettuati dallo stesso Contraente non potrà essere
superiore a 1.000.000,00 Euro. Inoltre per tutta la durata contrattuale non potrà essere superiore a 3.000.000,00 Euro il
cumulo complessivo dei premi versati con più contratti, afferenti a prodotti le cui prestazioni sono collegate al rendimento
della gestione separata "CP PREVI", in vigore alla data di sottoscrizione del presente contratto e stipulati dallo stesso
Contraente con la Compagnia, al netto della parte di premio che ha generato i capitali eventualmente riscattati
parzialmente.
2. Caratteristiche del contratto
Il contratto è una polizza assicurativa sulla vita in cui le prestazioni si incrementano in base al rendimento di una gestione
interna separata.
Per la comprensione del meccanismo di partecipazione agli utili si rinvia al Progetto esemplificativo dello sviluppo delle
prestazioni, del valore di riduzione e di riscatto contenute nella sezione E della Nota Informativa.
La Compagnia è tenuta a consegnare al Contraente il Progetto esemplificativo elaborato in forma personalizzata al più tardi
al momento in cui il contratto è concluso.
Scheda sintetica - pag. 1 di 3
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
3. Prestazioni assicurative e garanzie offerte
Il contratto prevede le seguenti tipologie di prestazioni:
Prestazioni in caso di decesso dell’Assicurato
Definizione
Descrizione della prestazione
In caso di decesso dell’Assicurato, in qualsiasi epoca avvenga, il
Caso morte a vita intera
pagamento del capitale assicurato ai Beneficiari designati in polizza dal
Contraente
Solo nel periodo pagamento premi, in caso di decesso dell’Assicurato,
Capitale aggiuntivo previsto esclusivamente
sempreché il contratto sia in regola con il pagamento dei premi, il
durante il periodo pagamento premi
pagamento di un ulteriore capitale prefissato agli eredi dell’Assicurato.
Il contratto prevede un rendimento minimo garantito dell’1,00% mediante l’adozione di un tasso tecnico già conteggiato nel
calcolo del capitale assicurato iniziale, e una garanzia di consolidamento annuale delle prestazioni.
Le partecipazioni agli utili eccedenti la misura minima contrattualmente garantita, una volta dichiarate al Contraente,
risultano definitivamente acquisite sul contratto.
In caso di riscatto il Contraente sopporta il rischio di ottenere un importo inferiore ai premi versati.
Qualora non siano corrisposte le prime due annualità di premio, il contratto si intenderà estinto con la perdita per il
Contraente dei premi pagati.
Maggiori informazioni sono fornite in Nota Informativa alla sezione B. In ogni caso le coperture assicurative ed i meccanismi
di rivalutazione delle prestazioni sono regolati dagli Artt. 11 e 12 delle Condizioni di Assicurazione.
4. Costi
La Compagnia, al fine di svolgere l’attività di collocamento e di gestione dei contratti e di incasso dei premi, preleva dei costi
secondo la misura e le modalità dettagliatamente illustrate in Nota Informativa alla sezione C.
I costi gravanti sui premi e quelli prelevati dalla gestione separata riducono l’ammontare delle prestazioni.
Per fornire un’indicazione complessiva dei costi che gravano a vario titolo sul contratto, viene di seguito riportato l’indicatore
sintetico “Costo percentuale medio annuo che indica di quanto si riduce ogni anno, per effetto dei costi, il tasso di
rendimento del contratto rispetto a quello di una analoga operazione non gravata da costi.
Il predetto indicatore ha una valenza orientativa in quanto calcolato su parametri prefissati.
Il Costo percentuale medio annuo (CPMA) è calcolato con riferimento al premio della prestazione principale e non tiene
pertanto conto dei premi delle coperture complementari e/o accessorie.
Il Costo percentuale medio annuo in caso di riscatto nei primi anni di durata contrattuale può risultare significativamente
superiore al costo riportato in corrispondenza del 5° anno.
Gestione separata “CP PREVI”
Ipotesi adottate
Premio annuo: 2.500,00 Euro
Età dell'Assicurato:45 anni
Tasso di rendimento degli attivi: 4,00%
L’indicatore non risulta funzione del sesso dell’Assicurato.
Durata: 15 anni
Anno
5
10
15
CPMA
12,04%
5,93%
3,65%
Durata: 20 anni
Anno
5
10
15
20
CPMA
16,24%
8,17%
5,04%
3,50%
Scheda sintetica - pag. 2 di 3
Durata: 25 anni
Anno
5
10
15
20
25
CPMA
16,16%
10,79%
6,65%
4,57%
3,41%
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
5. Illustrazione di alcuni dati storici di rendimento della gestione separata
In questa sezione è rappresentato il tasso di rendimento realizzato dalla gestione separata “CP PREVI” negli ultimi 5 anni
ed il corrispondente tasso di rendimento minimo riconosciuto agli Assicurati.
Il dato è confrontato con il tasso di rendimento medio dei titoli di Stato e con l’indice ISTAT dei prezzi al consumo per le
famiglie di impiegati ed operai.
Anno
Rendimento realizzato
dalla gestione separata
2010
2011
2012
2013
2014
3,97%
4,87%
5,18%
5,01%
4,82%
Rendimento minimo riconosciuto agli
Assicurati nell’anno successivo a
quello di riferimento (*)
2,87%
3,77%
4,08%
3,91%
3,72%
Rendimento medio dei
titoli di Stato
Inflazione
3,35%
4,89%
4,64%
3,35%
2,08%
1,55%
2,73%
2,97%
1,17%
0,21%
(*) Rendimento annuo riconosciuto alle polizze con ricorrenza marzo, previsto nel caso il capitale assicurato risulti inferiore
a 25.000,00 Euro.
Attenzione: i rendimenti passati non sono indicativi di quelli futuri.
6. Diritto di ripensamento
Il Contraente ha la facoltà di revocare la proposta o di recedere dal contratto. Per le relative modalità leggere la sezione D
della Nota Informativa.
Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa è responsabile della veridicità dei dati e delle notizie
contenuti nella presente Scheda sintetica.
Il Rappresentante Legale
Paolo Bedoni
Scheda sintetica - pag. 3 di 3
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
NOTA INFORMATIVA
CONTRATTO DI ASSICURAZIONE IN CASO DI MORTE A VITA INTERA
A PREMIO ANNUO TEMPORANEO COSTANTE E CON RIVALUTAZIONE ANNUA DEL CAPITALE
La presente Nota Informativa è redatta secondo lo schema predisposto dall’IVASS, ma il suo contenuto non è
soggetto alla preventiva approvazione dell’IVASS.
Il Contraente deve prendere visione delle Condizioni di assicurazione prima della sottoscrizione del contratto.
A. INFORMAZIONI SULLA COMPAGNIA
1. Informazioni generali
a) Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa, capogruppo del Gruppo Cattolica Assicurazioni, iscritto
all’Albo dei gruppi assicurativi presso IVASS al N. 019. Codice fiscale e numero di iscrizione al Registro delle Imprese di
Verona 00320160237, numero di iscrizione al Repertorio Economico Amministrativo di Verona 9962, Società iscritta
all’Albo delle Società Cooperative al n. A100378;
b) Sede Legale e Direzione Generale: Lungadige Cangrande, 16 – 37126 Verona, Italia;
c) Telefono: 0458391111; sito Internet: www.cattolica.it; indirizzo posta elettronica: [email protected];
indirizzo posta elettronica certificata: [email protected];
d) Autorizzazione all’esercizio delle assicurazioni: art. 65 R.D.L. 29/4/1923 N° 966;
e) Iscrizione all’Albo delle imprese tenuto dall’IVASS n. 1.00012.
B. INFORMAZIONI SULLE PRESTAZIONI ASSICURATIVE E SULLE GARANZIE OFFERTE
2. Prestazioni assicurative e garanzie offerte
La durata del presente contratto coincide con la vita dell’Assicurato. La scelta della durata del periodo pagamento dei premi
deve essere valutata dal Contraente sulla base degli obiettivi che intende perseguire.
Il contratto prevede la corresponsione di un capitale in caso di decesso dell’Assicurato in qualsiasi epoca esso avvenga. Si
rinvia all'Art. 11 I) delle Condizioni di Assicurazione per le informazioni di dettaglio.
Nel caso di decesso dell’Assicurato durante il periodo pagamento premi e sempreché il contratto sia in regola con il
pagamento dei premi, la Compagnia corrisponderà, oltre a quanto previsto al comma precedente, un ulteriore capitale
addizionale di importo fisso. Si rinvia all'Art. 11 II) delle Condizioni di Assicurazione per le informazioni di dettaglio.
Avvertenza: sono previste esclusioni, periodi di sospensione e limitazione della copertura dei rischi; si rinvia
all'Art. 7 delle Condizioni di Assicurazione per gli aspetti di dettaglio.
La rivalutazione della prestazione, determinata come indicato al punto 5, una volta dichiarata al Contraente, risulta
definitivamente consolidata.
Il contratto prevede un rendimento minimo garantito dell’1,0% mediante l’adozione di un tasso tecnico già conteggiato nel
calcolo del capitale assicurato iniziale, e una garanzia di consolidamento annuale delle prestazioni.
Si invita l’Assicurato a leggere le raccomandazioni e avvertenze contenute in proposta relative alla compilazione
del questionario sanitario.
3. Requisiti soggettivi
Il presente contratto può essere concluso sia da persone fisiche che da persone giuridiche.
L’età dell’Assicurato, al momento in cui viene concluso il contratto di assicurazione, non può essere inferiore a 18 anni, né
superiore a 75 anni, e al termine del periodo di pagamento premi non può essere superiore a 85 anni.
4. Premi
Il premio annuo è determinato in relazione alle garanzie prestate, alla loro durata ed ammontare, all’età dell’Assicurato
nonché dalle condizioni di salute, dall’attività professionale svolta e dall’attività sportiva praticata dall’Assicurato.
Il contratto prevede il versamento di un premio annuo, costante per tutta la durata del periodo pagamento premi e
comunque non oltre la data di decesso dell’Assicurato.
Il Contraente acquisisce il diritto di riscatto o di riduzione della prestazione nel caso in cui egli abbia provveduto a
versare almeno le prime due annualità di premio; in caso di mancato pagamento di tali annualità il Contraente
perde quanto versato. È possibile esercitare il diritto di riscatto anche solo dopo un anno in seguito al venir meno
delle condizioni obiettive per l’inclusione dell’Assicurato nella polizza individuale ad esempio la cessazione del
rapporto di collaborazione con l’Azienda Contraente della polizza.
Il premio annuo può essere corrisposto in rate annuali o semestrali.
Nota Informativa - pag. 1 di 9
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Si rinvia all'Art. 8 delle Condizioni di Assicurazione per le informazioni di dettaglio.
Il pagamento del premio alla sottoscrizione del contratto e alle rate successive può essere effettuato tramite:
– bonifico bancario (specificando obbligatoriamente come causale la dicitura “Polizza vita”, il codice agenzia ed il numero
di proposta di polizza) accreditando l’importo sul conto di Agenzia autorizzato dalla Compagnia che verrà indicato
dall’Agenzia al momento della stipula del contratto ovvero sul conto della Compagnia (modalità prevista esclusivamente
per i broker), fermo restando che per specifiche esigenze procedurali la Compagnia si riserva di richiedere che il bonifico
venga intestato direttamente a Società Cattolica di Assicurazioni – Società Cooperativa;
– bonifico postale, postagiro, bollettino postale (specificando obbligatoriamente come causale la dicitura “Polizza vita”, il
codice agenzia ed il numero di proposta di polizza) accreditando l’importo sul conto di Agenzia autorizzato dalla
Compagnia che verrà indicato dall’Agenzia stessa al momento della stipula del contratto;
– assegno, recante tassativamente la clausola di non trasferibilità, intestato a:“Ragione sociale Agente, in qualità di
Agente di Società Cattolica di Assicurazione” ovvero intestato alla Compagnia (modalità prevista esclusivamente per i
broker).
Il pagamento del premio delle rate successive può essere effettuato anche tramite SDD (Sepa Direct Debit).
5. Modalità di calcolo e di assegnazione della partecipazione agli utili
La presente forma assicurativa è collegata ad una specifica gestione patrimoniale denominata “CP PREVI”, separata dalle
altre attività della Compagnia.
La misura annua di rivalutazione da attribuire al contratto si ottiene:
– diminuendo dei costi indicati al punto 6.2 il rendimento medio realizzato dalla Gestione “CP PREVI”;
– scontando, per il periodo di un anno al tasso tecnico dell’1,0%, la differenza tra il rendimento medio ottenuto secondo le
modalità indicate al punto precedente e il tasso tecnico stesso, già riconosciuto nel calcolo del capitale assicurato
iniziale.
Il rendimento medio di CP PREVI, quale definito al punto 10 del Regolamento, è quello realizzato nei 12 mesi che
precedono l’inizio del secondo mese antecedente quello nel quale cade l’anniversario considerato.
La misura annua di rivalutazione così attribuita, determina la progressiva maggiorazione del capitale per rivalutazione.
La misura annua di rivalutazione attribuita al contratto non potrà in nessun caso essere negativa; ciò significa che di anno in
anno il capitale non può diminuire.
Si rinvia all'Art. 12 delle Condizioni di Assicurazione per le informazioni di dettaglio sulla clausola di rivalutazione e al
Regolamento della gestione separata che forma parte integrante delle Condizioni di Assicurazione.
Per l’illustrazione degli effetti della rivalutazione si rinvia alla sezione E della presente Nota informativa contenente il
Progetto esemplificativo di sviluppo dei premi, delle prestazioni assicurative e dei valori di riduzione e di riscatto.
La Compagnia consegna al Contraente, al più tardi al momento in cui è informato che il contratto è concluso, il Progetto
esemplificativo elaborato in forma personalizzata.
C. INFORMAZIONI SUI COSTI, SCONTI, REGIME FISCALE
6. Costi
6.1 Costi gravanti direttamente sul Contraente
6.1.1 Costi gravanti sul premio
I costi di acquisizione ed amministrazione vengono trattenuti dalla Compagnia, che li detrae dall’importo del premio annuo.
I costi gravanti sul premio sono rappresentati nella tabella che segue.
Tabella A
Premio
Costi gravanti sul premio
Per qualsiasi importo
Cifra fissa di 20,00 Euro
più 6,5% del premio annuo (al netto della cifra fissa).
Qualora il Contraente corrisponda il premio annuo in rate sub-annuali, la Compagnia applicherà i costi di frazionamento
rappresentati nella seguente tabella.
Tabella B
Rateazione del premio annuo
Annuale
Semestrale
Nota Informativa - pag. 2 di 9
Costi di frazionamento
Non previsti
2,5% del premio annuo
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
6.1.2 Costi per riscatto
I costi applicati in caso di riscatto vengono trattenuti dalla Compagnia che li detrae dal capitale ridotto determinato secondo
le modalità previste al punto “Il capitale ridotto” dell’Art. 14 delle Condizioni di Assicurazione.
Tali costi sono pari al 2,0% per ogni premio annuo, o frazione di esso, ancora dovuto e non corrisposto con il massimo del
30%, secondo lo schema riportato nella seguente tabella.
Tabella C
Annualità di premio
non corrisposte
1
2
3
4
5
6
7
8
Costo percentuale
applicato
2,0%
4,0%
6,0%
8,0%
10,0%
12,0%
14,0%
16,0%
Annualità di premio
non corrisposte
9
10
11
12
13
14
15 e oltre.
Costo percentuale
applicato
18,0%
20,0%
22,0%
24,0%
26,0%
28,0%
30,0%
Qualora invece il Contraente intenda esercitare il diritto di riscatto successivamente al termine del periodo di pagamento dei
premi, la Compagnia corrisponderà un valore di riscatto senza l’applicazione di costi per riscatto di cui sopra.
6.2 Costi applicati in funzione delle modalità di partecipazione agli utili
Si sottrae annualmente dal tasso annuo di rendimento finanziario realizzato dalla gestione “CP PREVI” un’aliquota
rappresentata nella seguente Tabella.
Capitale assicurato alla ricorrenza anniversaria precedente
Fino a 25.000,00 Euro compreso
Oltre 25.000,00 Euro.
Costi applicati mediante prelievo
sul rendimento della gestione.
1,10%
0,90%
***
Nella tabella di seguito riportata, è data evidenza della quota parte percepita in media dagli Intermediari stimata sulla base
di quanto stabilito dalle convenzioni di collocamento, con riferimento a ciascuna tipologia di costo di cui al presente
paragrafo.
Tipo costo
Misura costo
Cifra fissa 20,00 euro
6,5%
0,0% annuale
Costi di frazionamento del premio
2,5% semestrale
2,0% per ogni premio annuo
Costi per riscatto
dovuto e non corrisposto
1,1%
Costi applicati in funzione delle modalità
di partecipazione agli utili
0,9%
Costi gravanti sul premio
Provvigioni percepite in media dagli
Intermediari (quota parte dei costi)
76,92%
0,0%
0,0%
0,0%
7. Regime fiscale
Imposta sui premi
I premi del presente contratto sono esenti dall’imposta sulle assicurazioni.
Regime per persone fisiche
Detraibilità e deducibilità fiscale dei premi
È prevista la non detraibilità e la non deducibilità dei premi relativi al presente contratto se non per il seguente caso: la
garanzia che copre il rischio di morte dà diritto, ove esplicitato il relativo premio, ad una detrazione dall'imposta sul reddito
delle persone fisiche dichiarato dal Contraente alle condizioni e nei limiti del plafond di detraibilità fissati dalla legge.
Nota Informativa - pag. 3 di 9
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Tassazione delle somme assicurate
Le somme corrisposte dalla Compagnia in dipendenza di questo contratto in caso di decesso dell’Assicurato sono esenti
dall’imposta sulle successioni e sono assoggettate all’IRPEF secondo quanto previsto dalla normativa vigente.
In tutti gli altri casi, le somme corrisposte sono soggette alla seguente tassazione:
–
prestazione erogata in forma di capitale: la prestazione verrà assoggettata alla tassazione di legge vigente al momento
dell’erogazione della prestazione e applicata sulla differenza fra il capitale percepito, comprensivo di eventuali
prestazioni iniziali aggiuntive o bonus, se previsti contrattualmente, e l’ammontare dei premi pagati in conformità a
quanto previsto dall’art. 45, comma 4 del D.P.R. n. 917 del 22/12/1986.
In ogni caso, l’aliquota di tassazione viene ridotta ove tra gli attivi a copertura delle riserve matematiche siano compresi i
titoli di Stato, di cui all’art. 31 del D.P.R. 601/73 e le obbligazioni emesse da Stati “white list”.
L’art. 2 del Decreto del Ministro dell’Economia e delle Finanze 13 dicembre 2011 ha determinato le modalità di
individuazione delle predette quote di proventi non soggette ad imposta sostitutiva.
Tali quote sono determinate in proporzione alla percentuale media dell’attivo investito direttamente o indirettamente (tramite
fondi) nei titoli medesimi a copertura delle riserve matematiche.
Regime per persone giuridiche
Detraibilità e deducibilità fiscale dei premi
Per la Società Contraente i premi versati per la copertura del rischio morte sono deducibili se, ai sensi dell’Art. 109 comma
5 del TUIR, risultano correlati da un rapporto di causa – effetto alle attività produttive di reddito imponibile (principio di
inerenza all’attività d’impresa). E’ consigliato avvalersi di una adeguata consulenza fiscale per il corretto inquadramento del
costo.
Inoltre, data la particolarità del contratto, utilizzando le facoltà previste dal codice civile quali il cambio di contraenza e la
variazione del Beneficiario, è necessario valutare le implicazioni fiscali in capo alle figure contrattuali.
Tassazione delle somme assicurate
Le somme corrisposte in dipendenza di questo contratto sono soggette alla seguente tassazione:
–
prestazione erogata in forma di capitale: la prestazione erogata rientra nel reddito d’impresa e pertanto verrà
assoggettata alla tassazione di legge vigente al momento dell’erogazione ai fini IRES ed IRAP;
–
riscatto esercitato dalla Società Contraente: la prestazione rappresenta una sopravvenienza attiva per l’azienda ai sensi
dell’art. 88 del TUIR e verrà assoggettata alla tassazione di legge vigente al momento dell’erogazione ai fini IRES ed
IRAP.
D. ALTRE INFORMAZIONI SUL CONTRATTO
8. Modalità di perfezionamento del contratto
Si rinvia all’Art. 2 delle Condizioni di Assicurazione per le modalità di perfezionamento del contratto e la decorrenza delle
coperture assicurative.
9. Risoluzione del contratto e sospensione del pagamento dei premi
Il Contraente che abbia provveduto al pagamento almeno delle prime due annualità di premio ha facoltà di sospendere i
versamenti, e può altresì mantenere in vigore il contratto per un capitale ridotto calcolato come previsto al punto “Il capitale
ridotto” dell’Art. 14 delle Condizioni di Assicurazione.
Il Contraente che abbia provveduto al pagamento almeno delle prime due annualità di premio ha, altresì, la facoltà di
risolvere il contratto con il riconoscimento del valore di riscatto, calcolato come indicato al successivo punto 10.1.
A parziale deroga di quanto sopra riportato si stabilisce che il riscatto è consentito anche dopo il pagamento di una sola
annualità di premio in seguito al venir meno delle condizioni obiettive per l’inclusione dell’Assicurato nella polizza individuale
ad esempio la cessazione del rapporto di collaborazione con l’azienda Contraente.
Entro il termine di sei mesi dalla data di scadenza della prima rata di premio non pagata il Contraente può riattivare il
contratto con il semplice pagamento delle rate arretrate aumentate del tasso annuo di riattivazione.
Avvertenza
Trascorso tale termine, comunque entro e non oltre il termine di 12 mesi decorrente dalla prima rata rimasta
insoluta senza che sia avvenuta la riattivazione, o in caso di mancata accettazione da parte della Compagnia, il
contratto:
 resta in vigore per un capitale ridotto, qualora siano state corrisposte almeno due annualità di premio;
 è risolto di diritto e i premi pagati rimangono acquisiti dalla Compagnia in tutti gli altri casi.
Si rinvia all'Art. 8 delle Condizioni di Assicurazione per le informazioni di dettaglio.
Nota Informativa - pag. 4 di 9
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
10. Riscatto e riduzione
10.1 L’esercizio del diritto di riscatto
In conformità con quanto disposto dall’art. 1925 cod. civ., il Contraente può riscattare anticipatamente il contratto,
riscuotendo un capitale pari al valore di riscatto maturato.
Il diritto di riscatto può essere esercitato a condizione che siano state corrisposte almeno due annualità di premio.
A parziale deroga di quanto sopra si stabilisce che il riscatto è consentito, dopo il pagamento della prima annualità
di premio, in seguito al venir meno delle condizioni obiettive per l’inclusione dell’Assicurato nella polizza
individuale ad esempio la cessazione del rapporto di collaborazione con l’Azienda Contraente.
Si rinvia all’Art. 14 delle Condizioni di Assicurazione per le modalità di determinazione del valore di riscatto.
Esiste la possibilità che il valore sopra citato risulti inferiore ai premi versati.
L’ufficio della Compagnia cui rivolgersi per ottenere informazioni su detti valori è: Società Cattolica di Assicurazione –
Società Cooperativa – Servizio Clienti – Lungadige Cangrande, 16 – 37126 Verona (Italia), telefono 848800721, fax 0458372317, E-mail [email protected]
Il Contraente potrà esercitare il diritto di riscatto inviando un fax al numero 045-8372317 o lettera raccomandata con avviso
di ricevimento indirizzata a: Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa – Ufficio Gestione Canali Proprietari –
Largo Tazio Nuvolari, 1 – 20143 Milano – Italia.
La Compagnia considererà comunque valida la richiesta fatta pervenire tramite l’Intermediario presso cui è stato stipulato il
contratto.
Si rinvia al Progetto esemplificativo di cui alla sezione E per l’illustrazione della evoluzione dei valori di riscatto e riduzione.
Si precisa che i valori riferiti alle caratteristiche richieste dal Contraente saranno contenuti nel Progetto personalizzato.
10.2 Riduzione della prestazione.
In caso di sospensione del pagamento dei premi, il contratto prevede, a condizione che siano state corrisposte almeno
due annualità di premio, la riduzione del capitale assicurato.
Ad ogni ricorrenza annuale, coincidente o successiva alla data di sospensione del pagamento dei premi, il capitale ridotto
verrà rivalutato utilizzando la misura annua di rivalutazione attribuita al contratto come definito al precedente punto 5.
Il capitale ridotto può essere inoltre riscattato in qualsiasi momento secondo le modalità riportate nel precedente punto 10.1.
Si rinvia all’Art. 14 delle Condizioni di Assicurazione per le modalità di determinazione del valore di riduzione.
Esiste l’eventualità che il valore sopra citato risulti inferiore ai premi versati.
Il Contraente può richiedere informazioni circa il valore di riduzione a: Società Cattolica di Assicurazione – Società
Cooperativa – Servizio Clienti – Lungadige Cangrande, 16 – 37126 Verona (Italia), telefono 848800721, fax 0458372317, E-mail [email protected]
Si rinvia al Progetto esemplificativo di cui alla sezione E per l’illustrazione della evoluzione dei valori di riduzione.
Si precisa che i valori riferiti alle caratteristiche richieste dal Contraente saranno contenuti nel Progetto personalizzato.
11. Revoca della proposta
Prima della data di decorrenza del contratto, il Contraente ha la facoltà di revocare la proposta di assicurazione, inviando
comunicazione scritta alla sede della Compagnia, mediante fax al numero 045-8372317 o lettera raccomandata con avviso
di ricevimento indirizzata a: Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa – Ufficio Gestione Canali Proprietari –
Largo Tazio Nuvolari, 1 – 20143 Milano – Italia.
La revoca della proposta pervenuta alla Compagnia successivamente alla decorrenza del contratto, ma inviata dal
Contraente entro il periodo consentito sopra indicato, verrà considerata comunque valida.
La Compagnia considererà inoltre valida la revoca della proposta fatta pervenire tramite l’Intermediario presso cui è stato
stipulato il contratto, purché essa sia stata presentata dal Contraente entro i termini sopraindicati.
La Compagnia, entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione, rimborserà al Contraente il premio corrisposto.
12. Diritto di recesso
Il Contraente può recedere dal presente contratto entro 30 giorni dalla data di decorrenza dello stesso.
Il recesso si esercita mediante l’invio di fax al numero 045-8372317 o lettera raccomandata con avviso di ricevimento
indirizzata a: Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa – Ufficio Gestione Canali Proprietari – Largo Tazio
Nuvolari, 1 – 20143 Milano – Italia.
La comunicazione di recesso pervenuta alla Compagnia successivamente al termine di 30 giorni dalla data di decorrenza
del contratto, ma inviata dal Contraente entro detto termine, verrà considerata comunque valida.
La Compagnia considererà inoltre valido il recesso fatto pervenire tramite l’Intermediario presso cui è stato stipulato il
contratto, purché esso sia stato presentato dal Contraente entro i termini sopraindicati.
A far tempo dalle ore 24:00 del giorno in cui la Compagnia ha ricevuto la comunicazione scritta di recesso del Contraente,
le parti del presente contratto si intendono liberate da qualunque reciproca obbligazione dal medesimo derivante.
Entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione di recesso, la Compagnia è tenuta a rimborsare al Contraente il premio
corrisposto.
Nota Informativa - pag. 5 di 9
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
13. Documentazione da consegnare alla Compagnia per la liquidazione delle prestazioni, dei rimborsi e termini di
prescrizione
Per la liquidazione delle prestazioni assicurative del contratto, il Contraente o il Beneficiario sono tenuti a presentare, per
ogni ipotesi di liquidazione prevista, la documentazione indicata all’Art. 16 delle Condizioni di Assicurazione.
La Compagnia esegue i pagamenti derivanti dai propri obblighi contrattuali, premesso che sia maturato il diritto alla
prestazione oggetto della richiesta, entro 30 giorni dalla ricezione della documentazione completa.
Decorso tale termine sono dovuti gli interessi moratori a favore del Contraente e/o dei Beneficiari.
Nel caso in cui non venga fornita la completa documentazione, la Compagnia non sarà tenuta alla corresponsione di alcuna
somma.
I diritti derivanti dal presente contratto sono soggetti ad un termine di prescrizione di dieci anni che decorre dal momento in
cui tali diritti possono essere fatti valere. In caso di mancato esercizio di tali diritti entro detti termini, troverà applicazione la
legge 266 del 23 dicembre 2005 e successive modificazioni ed integrazioni, pertanto le prestazioni saranno devolute al
fondo di cui alla citata legge.
14. Legge applicabile al contratto
Al contratto si applica la legge italiana.
15. Lingua in cui è redatto il contratto
Il contratto ed ogni documento al medesimo allegato vengono redatti in lingua italiana.
16. Reclami
Eventuali reclami riguardanti il rapporto contrattuale o la gestione dei sinistri devono essere inoltrati per iscritto al seguente
indirizzo: Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa – Servizio Reclami di Gruppo – Lungadige Cangrande,
16 – 37126 Verona (Italia) – Fax 0458372354 – E-mail [email protected] indicando i seguenti dati: nome,
cognome e indirizzo completo dell’esponente; numero di polizza e nominativo del Contraente; numero e data del sinistro a
cui si fa riferimento; indicazione del soggetto o dei soggetti di cui si lamenta l’operato. L’impresa gestirà il reclamo dando
risposta al reclamante entro 45 giorni dal ricevimento.
Qualora l’esponente non si ritenga soddisfatto dell’esito del reclamo o in caso di assenza di riscontro nel termine massimo
di 45 giorni, potrà rivolgersi all’IVASS – Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni – Via del Quirinale, 21 – 00187 Roma –
Telefono 06/421331 – Fax 06-42133745 o 06-42133353, utilizzando lo specifico modello disponibile sul sito dell’IVASS,
corredando l’esposto della documentazione relativa al reclamo trattato dalla Compagnia e dell’eventuale riscontro fornito
dalla stessa.
Il reclamo all’IVASS deve contenere i seguenti elementi essenziali: nome, cognome e domicilio del reclamante con
eventuale recapito telefonico; denominazione dell’impresa, dell’eventuale intermediario di cui si lamenta l’operato; breve ed
esaustiva descrizione del motivo della lamentela ed ogni documento utile a descrivere compiutamente il fatto e le relative
circostanze.
Per la risoluzione delle liti transfrontaliere è possibile presentare reclamo all’IVASS o direttamente al sistema estero
competente chiedendo l’attivazione della procedura FIN-NET. Il sistema competente è individuabile accedendo al sito
http://ec.europa.eu/internal_market/fin-net/members_en.htm.
Si ricorda che permane la facoltà di attivare la procedura di mediazione finalizzata alla conciliazione delle controversie civili
di cui al D.lgs 4 marzo 2010 n. 28 presentando specifica istanza ai sensi dell’art. 4 presso gli organismi di mediazione
previsti dall’ art. 16 del citato decreto.
Si ricorda infine che permane la facoltà di ricorrere all’Autorità Giudiziaria.
17. Norme a favore del Contraente
Cessione, pegno e vincolo
Il Contraente può cedere a terzi il contratto, così come può darlo in pegno o comunque vincolare le somme assicurate.
Tali atti divengono efficaci solo quando la Compagnia, a seguito di comunicazione scritta da parte del Contraente, ne abbia
fatto annotazione sull’originale di polizza o su appendice. Nel caso di pegno o vincolo, le operazioni di riscatto o di prestito
richiedono l’assenso scritto del creditore o vincolatario.
Limitazioni di azioni esecutive o cautelari
Ai sensi dell’art. 1923 cod. civ. le somme dovute dalla Compagnia al Beneficiario non possono essere sottoposte ad azione
esecutiva o cautelare.
Diritto proprio del Beneficiario
Al momento della designazione, il Beneficiario acquista un diritto proprio nei confronti della Compagnia.
Nota Informativa - pag. 6 di 9
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
18. Informativa in corso di contratto
La Compagnia è tenuta a trasmettere, entro sessanta giorni dalla chiusura di ogni anno solare ovvero entro sessanta giorni
dalla data prevista nelle Condizioni di Assicurazione per la rivalutazione delle prestazioni assicurative, l’estratto conto
annuale della posizione assicurativa con l’indicazione dei premi versati, del capitale rivalutato e della misura della
rivalutazione.
In seguito all’emanazione del Provv. 7 IVASS del 16/07/2013 la Compagnia ha predisposto sul proprio sito internet
un’apposita area riservata, tramite la quale sarà possibile consultare le coperture assicurative in essere, le condizioni
contrattuali sottoscritte, lo stato dei pagamenti e le relative scadenze nonché i valori di riscatto e le valorizzazioni
aggiornate.
È possibile richiedere le credenziali di accesso all’area riservata, secondo le modalità pubblicate nella home page del sito
internet della Compagnia.
19. Conflitto di interessi
Il presente contratto è un prodotto della Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa.
La Compagnia potrebbe effettuare investimenti in strumenti finanziari emessi da società partecipanti al capitale sociale della
Compagnia stessa o in attivi emessi da società partecipate dalla Compagnia stessa.
La Compagnia si riserva la facoltà di comunicare, prontamente e per iscritto, ogni eventuale successiva variazione rilevante
circa quanto sopra.
La Compagnia, pur in presenza di eventuali situazioni di conflitto di interessi, opererà in modo tale da non recare
pregiudizio alcuno al Contraente.
Si rinvia al rendiconto annuale della gestione separata per la quantificazione delle eventuali utilità ricevute e retrocesse agli
assicurati.
20. Gestione separata
L'ultimo prospetto della composizione della gestione separata “CP PREVI” ed il relativo rendiconto sono pubblicati sul sito
internet della Compagnia.
E. PROGETTO ESEMPLIFICATIVO DELLE PRESTAZIONI
La presente elaborazione viene effettuata in base ad una predefinita combinazione di premio, durata, periodicità di
versamenti ed età dell’Assicurato.
Gli sviluppi delle prestazioni rivalutate e dei valori di riduzione e di riscatto di seguito riportati sono calcolati sulla base di
due diversi valori:
a) il tasso di rendimento minimo garantito contrattualmente;
b) una ipotesi di rendimento annuo costante stabilito dall’IVASS e pari, al momento di redazione del presente progetto, al
4,00%. La misura annua della rivalutazione è ottenuta scorporando il tasso di interesse tecnico già riconosciuto nel
calcolo della prestazione iniziale
I valori sviluppati in base al tasso minimo garantito rappresentano le prestazioni certe che la Compagnia è tenuta a
corrispondere, laddove il contratto sia in regola con il versamento dei premi, in base alle condizioni di polizza e non tengono
pertanto conto di ipotesi su future partecipazioni agli utili.
I valori sviluppati in base al tasso di rendimento stabilito dall’IVASS sono meramente indicativi e non impegnano in alcun
modo la Compagnia. Non vi è infatti nessuna certezza che le ipotesi di sviluppo delle prestazioni applicate si realizzeranno
effettivamente. I risultati conseguibili dalla gestione degli investimenti potrebbero discostarsi dalle ipotesi di rendimento
impiegate.
Nota Informativa - pag. 7 di 9
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
SVILUPPO DEI PREMI, DELLE PRESTAZIONI E DEI VALORI DI RIDUZIONE E DI RISCATTO IN EURO IN BASE A:
A) TASSO DI RENDIMENTO MINIMO GARANTITO
– Tasso di rendimento minimo garantito (mediante l’adozione di un tasso tecnico già conteggiato nel calcolo del
capitale assicurato iniziale): 1,00%
– Età dell’Assicurato: 40 anni
– Durata pagamento premi: 10 anni
– Sesso dell’Assicurato: maschile/femminile
– Rateazione del premio: annuale
– Premio di rata: 10.000,00 Euro
–
Costi gravanti sul premio: costi di acquisizione ed amministrazione cifra fissa di 20,00 Euro più 6,5% del premio
annuo al netto della cifra fissa
Anni
trascorsi
Premio
annuo
Cumulo dei
premi annui
Capitale
assicurato alla
fine dell’anno
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
20.000,00
30.000,00
40.000,00
50.000,00
60.000,00
70.000,00
80.000,00
90.000,00
100.000,00
129.058,98
129.058,98
129.058,98
129.058,98
129.058,98
129.058,98
129.058,98
129.058,98
129.058,98
129.058,98
Interruzione del pagamento dei premi
Capitale ridotto alla fine
Capitale
Valore di
dell’anno rivalutato al
ridotto alla
riscatto alla
termine del periodo
fine dell’anno fine dell’anno
pagamento premi
15.124,91
23.443,57
32.281,49
41.649,24
51.558,22
62.020,05
73.043,60
84.641,73
96.825,08
25.811,80
38.717,69
51.623,59
64.529,49
77.435,39
90.341,29
103.247,18
116.153,08
129.058,98
25.811,80
38.717,69
51.623,59
64.529,49
77.435,39
90.341,29
103.247,18
116.153,08
129.058,98
In caso di decesso dell’Assicurato durante il periodo pagamento premi, secondo quanto previsto all’Art. 11 II), verrà
corrisposto al Beneficiario designato un ulteriore capitale addizionale di importo fisso pari a 15.000,00 Euro.
L’operazione di riscatto comporta una penalizzazione economica.
Come si evince dalla tabella, il recupero dei premi versati potrà avvenire, sulla base del tasso di rendimento
minimo contrattualmente garantito e della durata scelta per lo sviluppo del presente progetto esemplificativo, dopo
il pagamento di 10 annualità di premio.
Al termine del periodo di pagamento premi la polizza resta attiva e le prestazioni continueranno a rivalutarsi:
Anni trascorsi dalla
decorrenza della
polizza
15
20
25
Anni trascorsi dal
termine del periodo
pagamento premi
5
10
15
Cumulo premi pagati
100.000,00
100.000,00
100.000,00
Nota Informativa - pag. 8 di 9
Capitale assicurato in
caso di morte alla fine
dell’anno
129.058,98
129.058,98
129.058,98
Valore di riscatto alla
fine dell’anno
101.119,78
105.354,46
109.468,99
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
B) IPOTESI DI RENDIMENTO FINANZIARIO
– Tasso di rendimento finanziario: 4,00%
– Tasso tecnico: 1,00%
– Prelievo sul rendimento finanziario (sottratto dal tasso di rendimento finanziario): 0,90%
– Tasso di rendimento retrocesso: 3,10%
– Tasso di rendimento retrocesso (al netto del tasso tecnico già conteggiato nel calcolo del capitale assicurato
iniziale): 2,08%
– Età dell’Assicurato: 40 anni
– Durata pagamento premi: 10 anni
– Sesso dell’Assicurato: maschile/femminile
– Rateazione del premio: annuale
– Premio di rata: 10.000,00 Euro
– Costi gravanti sul premio: costi di acquisizione ed amministrazione cifra fissa di 20,00 Euro più 6,5% del premio
annuo al netto della cifra fissa
Anni
trascorsi
Premio
annuo
Cumulo dei
premi annui
Capitale
assicurato alla
fine dell’anno
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
10.000,00
20.000,00
30.000,00
40.000,00
50.000,00
60.000,00
70.000,00
80.000,00
90.000,00
100.000,00
129.327,42
129.869,89
130.692,08
131.799,82
133.199,04
134.895,81
136.896,31
139.206,87
141.833,93
144.784,08
Interruzione del pagamento dei premi
Capitale ridotto alla fine
Valore di
Capitale
dell’anno rivalutato al
riscatto alla
ridotto alla fine
termine del periodo
fine dell’anno
dell’anno
pagamento premi
15.600,08
24.432,41
33.995,41
44.321,36
55.444,51
67.400,44
80.222,86
93.950,94
108.622,66
26.622,71
40.350,79
54.364,43
68.669,55
83.272,22
98.178,62
113.395,07
128.928,03
144.784,08
31.389,01
46.605,45
61.511,85
76.114,52
90.419,64
104.433,28
118.161,36
131.609,73
144.784,08
In caso di decesso dell’Assicurato durante il periodo pagamento premi, secondo quanto previsto all’Art. 11 II), verrà
corrisposto al Beneficiario designato un ulteriore capitale addizionale di importo fisso pari a 15.000,00 Euro.
Le prestazioni indicate nelle tabelle sopra riportate sono al lordo degli oneri fiscali.
Al termine del periodo di pagamento premi la polizza resta attiva e le prestazioni continueranno a rivalutarsi:
Anni trascorsi dalla
decorrenza della
polizza
15
20
25
Anni trascorsi dal
termine del periodo
pagamento premi
5
10
15
Cumulo premi pagati
100.000,00
100.000,00
100.000,00
Capitale assicurato in
caso di morte alla fine
dell’anno
160.481,18
177.880,12
197.165,41
Valore di riscatto alla
fine dell’anno
125.739,57
145.208,52
167.237,48
Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa è responsabile della veridicità e completezza dei dati e
delle notizie contenuti nella presente Nota Informativa.
Il Rappresentante Legale
Paolo Bedoni
Nota Informativa - pag. 9 di 9
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE
CONTRATTO DI ASSICURAZIONE IN CASO DI MORTE A VITA INTERA
A PREMIO ANNUO TEMPORANEO COSTANTE E CON RIVALUTAZIONE ANNUA DEL CAPITALE
Art. 1 – Oggetto.
A fronte del versamento di tutti i premi annui convenuti, fissati nel loro ammontare al momento della conclusione del
contratto in base a quanto previsto dall’Art. 8, il presente contratto garantisce, in caso di decesso dell’Assicurato, la
corresponsione ai Beneficiari designati di un capitale in base a quanto previsto dall’Art. 11 I), inoltre, in caso di decesso
dell’Assicurato durante il periodo pagamento premi, è previsto, sempreché il Contraente sia in regola con il pagamento
dei premi, la corresponsione di un capitale addizionale di importo fisso in base a quanto previsto all’Art. 11 II).
Una volta corrisposte almeno due annualità di premio (solo un’annualità nel caso del venir meno delle condizioni
obiettive per l’inclusione dell’Assicurato nella polizza individuale) il Contraente potrà esercitare il diritto di riscatto
secondo quanto regolato all’Art. 14 ottenendo un capitale secondo le modalità ivi definite.
Il rischio morte è coperto qualunque possa esserne la causa, fatto salvo quanto previsto al successivo Art. 7, senza
limiti territoriali e senza tenere conto dell’eventuale cambiamento di professione dell’Assicurato, fatti salvi gli effetti sul
contratto previsti dall’art. 1926 cod. civ. in ordine alle circostanze che possano aggravare il rischio o comportarne la
sua esclusione.
Art. 2 – Modalità di perfezionamento del contratto.
Il contratto è concluso e produce i propri effetti dalle ore zero della data di decorrenza indicata nella proposta, sempre
che sia stato pagato il premio e che la Compagnia non comunichi per iscritto, prima di detta data, il proprio rifiuto a
contrarre.
Nel caso in cui non sia possibile rispettare gli obblighi di adeguata verifica previsti dal Regolamento IVASS N. 5 del 21
luglio 2014, la Compagnia non potrà dare corso al perfezionamento del presente contratto.
Nel termine di 30 giorni dalla data di sottoscrizione della proposta la Compagnia farà pervenire al Contraente una
comunicazione scritta di conferma dell'avvenuta stipulazione e della regolare emissione della polizza. Nel caso di
mancato ricevimento della comunicazione nel termine anzidetto, il Contraente potrà richiedere informazioni a: Società
Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa – Servizio Clienti – Lungadige Cangrande, 16 – 37126 Verona (Italia),
telefono 848800721, fax 045-8372317, e-mail [email protected]
Qualora, prima della conclusione del contratto, si verifichi il decesso del Contraente ovvero si verifichi il decesso
dell’Assicurato, la Compagnia rimborserà – nel primo caso agli eredi del Contraente e, nel secondo caso, al
Contraente medesimo – il premio da questi corrisposto entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione di decesso.
Art. 3 – Revoca della proposta.
Prima della data di decorrenza del contratto, il Contraente ha la facoltà di revocare la proposta di assicurazione,
inviando comunicazione scritta alla sede della Compagnia, mediante fax al numero 045-8372317 o lettera
raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata a: Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa –
Ufficio Gestione Canali Proprietari – Largo Tazio Nuvolari, 1 – 20143 Milano – Italia.
La revoca della proposta pervenuta alla Compagnia successivamente alla decorrenza del contratto, ma inviata dal
Contraente entro il periodo consentito sopra indicato, verrà considerata comunque valida.
La Compagnia considererà inoltre valida la revoca della proposta fatta pervenire tramite l’Intermediario presso cui è
stato stipulato il contratto, purché essa sia stata presentata dal Contraente entro i termini sopraindicati.
La Compagnia, entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione, rimborserà al Contraente il premio corrisposto.
Art. 4 – Diritto di recesso del Contraente.
Il Contraente può recedere dal presente contratto entro 30 giorni dalla data di decorrenza dello stesso.
Il recesso si esercita mediante l’invio di fax al numero 045-8372317 o lettera raccomandata con avviso di ricevimento
indirizzata a: Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa – Ufficio Gestione Canali Proprietari – Largo
Tazio Nuvolari, 1 – 20143 Milano – Italia.
La comunicazione di recesso pervenuta alla Compagnia successivamente al termine di 30 giorni dalla data di
decorrenza del contratto, ma inviata dal Contraente entro detto termine, verrà considerata comunque valida.
La Compagnia considererà inoltre valido il recesso fatto pervenire tramite l’Intermediario presso cui è stato stipulato il
contratto, purché esso sia stato presentato dal Contraente entro i termini sopraindicati.
A far tempo dalle ore 24:00 del giorno in cui la Compagnia ha ricevuto la comunicazione scritta di recesso del
Contraente, le parti del presente contratto si intendono liberate da qualunque reciproca obbligazione dal medesimo
derivante.
Entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione di recesso, la Compagnia è tenuta a rimborsare al Contraente il
premio corrisposto.
Condizioni di Assicurazione pag. 1 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Art. 5 – Accertamenti sanitari.
Questa assicurazione richiede il preventivo accertamento delle condizioni di salute dell’Assicurato mediante rapporto di
visita medica oltre che eventuali accertamenti sullo stato economico e patrimoniale dello stesso. È tuttavia possibile
limitarsi alla compilazione di un questionario sanitario, nel qual caso sussiste una limitazione della garanzia,
denominato periodo di carenza, come specificato all’Art. 7.
Si richiama l’attenzione del Contraente e dell’Assicurato sulla necessità di leggere le raccomandazioni e le
avvertenze contenute in proposta relative alla compilazione del questionario sanitario.
Senza rapporto di visita medica ed alle Condizioni di carenza sopra menzionate, la Compagnia non consente di
assicurare sulla vita di una stessa persona, con uno o più contratti stipulati con le Compagnie del Gruppo Cattolica
Assicurazioni, una somma superiore a 250.000,00 Euro, purché l’età dell’Assicurato alla decorrenza del contratto sia
inferiore o uguale ad anni 50; tale somma sarà ridotta a 150.000,00 Euro qualora l’età dell’Assicurato sia superiore ad
anni 50 e inferiore o uguale ad anni 65.
In tutti gli altri casi il contratto potrà essere stipulato solo con rapporto di visita medica oltre che con eventuali
accertamenti sullo stato economico e patrimoniale dell’Assicurato.
Art. 6 – Dichiarazioni del Contraente e dell’Assicurato.
Il Contraente e l’Assicurato hanno l’obbligo di comunicare alla Compagnia le circostanze a loro note rilevanti per la
determinazione del rischio.
In caso di dichiarazioni inesatte o di reticenze relative a circostanze tali che la Compagnia non avrebbe prestato il suo
consenso o non lo avrebbe prestato alle medesime condizioni se avesse conosciuto il vero stato delle cose, la
Compagnia stessa:
A) HA DIRITTO, QUANDO IL CONTRAENTE HA AGITO CON DOLO O COLPA GRAVE:
– di impugnare il contratto dichiarando al Contraente di voler esercitare tale diritto entro tre mesi dal giorno in cui ha
–
conosciuto l’inesattezza della dichiarazione o la reticenza. La Compagnia decade dal diritto di impugnare il
contratto trascorsi tre mesi dal giorno in cui ha conosciuto l’inesattezza della dichiarazione o la reticenza;
di rifiutare, in caso di decesso dell’Assicurato, il pagamento della prestazione in caso di decesso restituendo la
somma dei versamenti di premio effettuati al netto dei costi gravanti sul premio, dei costi di frazionamento e delle
eventuali imposte.
B) HA DIRITTO, QUANDO IL CONTRAENTE NON HA AGITO CON DOLO O COLPA GRAVE:
– di recedere dal contratto stesso, mediante dichiarazione da farsi all’Assicurato entro tre mesi dal giorno in cui ha
conosciuto l’inesattezza della dichiarazione o la reticenza;
– di ridurre la somma dovuta, in proporzione alla differenza tra il premio convenuto e quello che sarebbe stato
applicato se si fosse conosciuto il vero stato delle cose.
In ogni caso, l’inesatta indicazione dell’età dell’Assicurato comporta la rettifica, in base all’età effettiva, delle somme
dovute.
Art. 7 – Rischio morte - Esclusioni e limitazioni della garanzia.
A) ESCLUSIONI
È escluso dalla garanzia solo il decesso causato da:
– dolo del Contraente o del Beneficiario;
– partecipazione attiva dell’Assicurato a delitti dolosi;
– partecipazione attiva dell’Assicurato a fatti di guerra, salvo che non derivi da obblighi dello Stato italiano.
In tal caso la garanzia può essere prestata, su richiesta del Contraente, alle condizioni previste dal
competente Ministero;
– conseguenze di infortuni o malattie preesistenti alla data di sottoscrizione della proposta di assicurazione
e le conseguenze di situazioni patologiche preesistenti alla data di sottoscrizione della proposta di
assicurazione, già note in tale data all’Assicurato;
– suicidio, se avviene nei primi due anni dalla data di efficacia del contratto di assicurazione e, trascorso
tale periodo, nei primi dodici mesi dall’eventuale riattivazione;
– incidente di volo, se l’Assicurato viaggia a bordo di aeromobile non autorizzato al volo o con pilota non
titolare di brevetto idoneo e, in ogni caso, se viaggia in qualità di membro dell’equipaggio;
– abuso di alcool;
– uso non terapeutico di stupefacenti, allucinogeni, sostanze psicotrope e simili;
– svolgimento di un’attività professionale pericolosa, non dichiarata come praticata al momento della
sottoscrizione della proposta, che comporti una maggiorazione di rischio. Sono escluse, ad esempio, le
Condizioni di Assicurazione pag. 2 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
attività professionali che comportino esposizione ad alta tensione, radiazioni, gas, acidi, esplosivi, veleni,
ed i lavori sotterranei, subacquei o su impalcature, tetti, ponti, in miniere, cave, pozzi e stive;
– pratiche di sport pericolosi come: attività alpinistiche (intese come diverse da semplici
escursioni/trekking) al di sopra dei 4.000 metri di altitudine o con scalata su roccia superiore al 3 grado
UIAA (Unione Italiana Associazioni Alpine) ed in ogni caso senza guida, attività speleologiche senza
guida, automobilismo, motociclismo, motonautica, sport aerei quali deltaplano, deltaplano a motore e
parapendio in caso di più di 50 ore di volo annue, aliante e ultraleggeri in caso di più di 25 ore di volo
annue, paracadutismo e tutti i tipi di skydiving se si fanno più di 50 lanci annui, canoa e kayak su rapide in
aree remote o su lunghe distanze, vela in caso di traversate transoceaniche o giri al mondo, rafting, slittino
e guidoslitta a livello agonistico, pugilato e arti marziali o lotta nelle sue varie forme se fatte a livello
professionistico, rugby professionistico, immersioni subacquee con autorespiratore se fatto al di sotto dei
40 metri di profondità, salti dal trampolino con sci o idrosci, caccia a cavallo, atletica pesante, sport
estremi (ad esempio, Base jumping, Bungee Jumping, Canyoning, Zorbing), sci fuori pista. Sarà possibile
estendere la copertura ad alcune delle attività sportive sopra riportate, se praticate dall’Assicurato, dietro
esplicita richiesta del Contraente e previa corresponsione del relativo sovrapremio.
In tutti i casi sopra esposti, verrà corrisposto un importo pari alla riserva matematica calcolata al momento del
decesso.
B. CONDIZIONI DI CARENZA PER ASSICURAZIONI SENZA RAPPORTO DI VISITA MEDICA
Qualora il contratto venga concluso senza rapporto di visita medica e il decesso dell’Assicurato avvenga entro
i primi sei mesi dalla conclusione del contratto, e lo stesso sia in regola con il pagamento dei premi, il capitale
assicurato, così come previsto ai punti I) e II) dell’Art. 11, non verrà corrisposto. In tal caso verrà corrisposto
un importo pari alla riserva matematica calcolata al momento del decesso.
Tuttavia la Compagnia non applicherà la limitazione sopraindicata e pertanto la somma da essa dovuta sarà
pari alle prestazioni definite a i punti I) e II) dell’Art. 11, qualora il decesso sia conseguenza diretta:
a) di una delle seguenti malattie infettive acute sopravvenute dopo la conclusione del contratto: tifo, paratifo, difterite,
scarlattina, morbillo, vaiolo, poliomielite anteriore acuta, meningite cerebrospinale, polmonite, encefalite epidemica,
carbonchio, febbri puerperali, tifo esantematico, epatite virale A e B, leptospirosi ittero emorragica, colera,
brucellosi, dissenteria bacillare, febbre gialla, febbre Q, salmonellosi, botulismo, mononucleosi infettiva, parotite
epidemica, peste, rabbia, pertosse, rosolia, vaccinia generalizzata, encefalite post-vaccinica;
b) di shock anafilattico sopravvenuto dopo la conclusione del contratto;
c) di infortunio avvenuto dopo la conclusione del contratto, intendendo per infortunio – fermo quanto disposto al
precedente punto A) – l’evento dovuto a causa fortuita, improvvisa, violenta ed esterna che produca lesioni
corporali obiettivamente constatabili, che abbiano come conseguenza la morte.
L’Assicurato può richiedere che gli venga accordata la piena copertura assicurativa senza periodo di carenza, purché
presenti alla Compagnia il rapporto di visita medica predisposto dalla Compagnia stessa. Qualora l’importo assicurato
sia pari o inferiore a 500.000,00 Euro, il rapporto di visita medica potrà essere compilato dal medico di famiglia; in caso
di importo assicurato superiore a 500.000,00 Euro, il rapporto di visita medica dovrà essere compilato esclusivamente
dal medico non di famiglia. Ogni onere rimarrà esclusivamente a carico dell’Assicurato.
In assenza di esami clinici necessari per l’accertamento dell’eventuale stato di malattia da HIV o di
sieropositività, qualora il decesso dell’Assicurato avvenga entro i primi 5 anni dalla conclusione del contratto
e sia dovuto alla sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS), ovvero ad altra patologia ad essa collegata,
il capitale assicurato non sarà pagato.
Se il decesso dell’Assicurato dovesse invece verificarsi, per la suddetta causa, dopo cinque anni dalla conclusione del
contratto il capitale assicurato sarà comunque pagato.
Art. 8 – Modalità di versamento del premio.
Il contratto prevede il versamento di un premio annuo, costante per tutta la durata del periodo pagamento premi e
comunque non oltre la data di decesso dell’Assicurato, che viene determinato nel suo ammontare dal Contraente
stesso all’atto della sottoscrizione della proposta. Il periodo pagamento premi va da un minimo di 3 anni a un massimo
di 25 anni.
Il premio annuo è calcolato in annualità anticipate, non potrà essere variato nel corso della durata contrattuale, ed è
comprensivo dei costi dei costi indicati all’Art. 9 a) I).
L’entità del premio dipende dalla durata del pagamento premi, dall’età dell’Assicurato nonché dalle condizioni di salute,
dall’attività professionale svolta e dall’attività sportiva praticata dall’Assicurato.
L’ammontare minimo del premio annuo è pari a 2.500,00 Euro. Tale premio annuo costante può essere corrisposto
anche in due rate semestrali, in tal caso ciascuna rata di premio non potrà essere inferiore a 1.250,00 Euro.
In caso di frazionamento del premio in rate sub-annuali si applicheranno i costi indicati nella tabella B dell’Art. 9 a) I.
Condizioni di Assicurazione pag. 3 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Il Contraente può richiedere una variazione del frazionamento del premio; la variazione avrà effetto dalla prima
ricorrenza anniversaria successiva alla richiesta purché la stessa pervenga entro il 60° giorno che precede detta
ricorrenza.
La richiesta dovrà essere inviata all'Intermediario con cui è stato stipulato il contratto o a Società Cattolica di
Assicurazione – Società Cooperativa – Ufficio Gestione Canali Proprietari – Largo Tazio Nuvolari, 1 – 20143 Milano –
Italia.
Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa, ad avvenuta esecuzione della richiesta, ne darà specifica
informativa al Contraente mediante comunicazione tramite lettera.
In relazione al prodotto in oggetto, il cumulo dei premi annui versati effettuati dallo stesso Contraente non potrà essere
superiore a 1.000.000,00 Euro. Inoltre per tutta la durata contrattuale non potrà essere superiore a 3.000.000,00 Euro
il cumulo complessivo dei premi versati con più contratti, afferenti a prodotti le cui prestazioni sono collegate al
rendimento della gestione separata "CP PREVI", in vigore alla data di sottoscrizione del presente contratto e stipulati
dallo stesso Contraente con la Compagnia, al netto della parte di premio che ha generato i capitali eventualmente
riscattati parzialmente.
Il pagamento del premio, alla sottoscrizione del contratto e alle rate successive, può essere effettuato tramite:
– bonifico bancario (specificando obbligatoriamente come causale la dicitura “Polizza vita”, il codice agenzia ed il
numero di proposta di polizza) accreditando l’importo sul conto di Agenzia autorizzato dalla Compagnia che verrà
indicato dall’Agenzia al momento della stipula del contratto ovvero sul conto della Compagnia (modalità prevista
esclusivamente per i broker), fermo restando che per specifiche esigenze procedurali la Compagnia si riserva di
richiedere che il bonifico venga intestato direttamente a Società Cattolica di Assicurazioni – Società Cooperativa;
– bonifico postale, postagiro, bollettino postale (specificando obbligatoriamente come causale la dicitura “Polizza
vita”, il codice agenzia ed il numero di proposta di polizza) accreditando l’importo sul conto di Agenzia autorizzato
dalla Compagnia che verrà indicato dall’Agenzia stessa al momento della stipula del contratto;
– assegno, recante tassativamente la clausola di non trasferibilità, intestato a:“Ragione sociale Agente, in qualità di
Agente di Società Cattolica di Assicurazione” ovvero intestato alla Compagnia (modalità prevista esclusivamente
per i broker).
Il pagamento del premio delle rate successive può essere effettuato anche tramite SDD (Sepa Direct Debit).
Per maturare il diritto al riscatto del contratto o alla riduzione della prestazione assicurata il Contraente deve
versare almeno le prime due annualità di premio; in caso di mancato pagamento di tali annualità il Contraente
perde quanto versato.
A parziale deroga di quanto sopra si stabilisce che il riscatto è consentito, dopo il pagamento della prima
annualità di premio, in seguito al venir meno delle condizioni obiettive per l’inclusione dell’Assicurato nella
polizza individuale ad esempio la cessazione del rapporto di collaborazione con l’Azienda Contraente.
Mancato pagamento del premio: risoluzione e riduzione del contratto.
Il mancato pagamento anche di una sola rata di premio, trascorsi trenta giorni dalla scadenza della rata non pagata,
determina la sospensione del contratto per un periodo massimo di 12 mesi.
Se entro tale periodo, alle condizioni previste nel successivo punto “Ripresa del pagamento del premio: riattivazione“, il
Contraente non riprende il pagamento, il contratto si intenderà estinto ed i premi acquisiti dalla Compagnia.
A giustificazione del mancato pagamento del premio annuo, il Contraente non può, in nessun caso, opporre che la
Società non gli abbia inviato avvisi di scadenza ne provveduto all’incasso a domicilio.
Tuttavia, nel caso siano state corrisposte interamente almeno due annualità di premio, l’assicurazione resta in vigore,
libera dal pagamento di ulteriori premi, per un capitale ridotto determinato come previsto all’Art. 14
Ad ogni ricorrenza annuale, coincidente o successiva alla data di sospensione del pagamento dei premi, il capitale
ridotto verrà rivalutato utilizzando la misura di rivalutazione prevista all’Art. 12.
Esiste la possibilità che il valore sopra citato risulti inferiore ai premi versati.
Ripresa del pagamento del premio: riattivazione.
Entro il termine di sei mesi dalla data di scadenza della prima rata di premio non pagata il Contraente può riattivare il
contratto con il semplice pagamento delle rate arretrate aumentate degli interessi legali.
Trascorso tale termine, comunque entro e non oltre il termine di 12 mesi, decorrente dalla prima rata rimasta insoluta,
è consentita la riattivazione sempre che:
1) il Contraente ne faccia espressa richiesta;
2) la Compagnia accetti.
La riattivazione viene concessa dietro il pagamento di tutti i premi arretrati aumentati degli interessi calcolati sulla base
del tasso annuo di riattivazione nonché in base al periodo intercorso tra la data di scadenza della prima rata di premio
rimasta insoluta e la data di riattivazione.
Condizioni di Assicurazione pag. 4 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Il tasso annuo di riattivazione si ottiene aumentando di un punto percentuale la misura annua di rivalutazione (così
come definita all’Art. 12) da attribuire al contratto alla ricorrenza annuale alla quale ciascuna rata arretrata si riferisce.
Nel caso il tasso ottenuto sia inferiore al tasso di interesse legale si applica quest’ultimo.
La riattivazione del contratto per mancato pagamento dei premi, effettuata nei termini di cui ai comma precedenti,
ripristina le prestazioni assicurative ai valori contrattuali che si sarebbero ottenuti qualora non si fosse verificata
l’interruzione del pagamento dei premi.
In caso di riattivazione, l’assicurazione entra in vigore, per l’intero suo valore, nel giorno in cui avviene il versamento
dell’importo dovuto.
Art. 9 – Costi.
a) Costi gravanti direttamente sul Contraente.
I) Costi gravanti sul premio.
I costi di acquisizione ed amministrazione vengono trattenuti dalla Compagnia, che li detrae dall’importo del premio
annuo.
I costi gravanti sul premio sono rappresentati nella tabella che segue.
Tabella A
Premio
Per qualsiasi importo
Costi gravanti sul premio
Cifra fissa di 20,00 Euro
più 6,5% del premio annuo (al netto della cifra fissa).
Qualora il Contraente corrisponda il premio annuo in rate sub-annuali, la Compagnia applicherà i costi di
frazionamento rappresentati nella seguente tabella.
Tabella B
Rateazione del premio annuo
Annuale
Semestrale
Costi di frazionamento
Non previsti
2,5% del premio annuo
II) Costi per riscatto.
I costi applicati in caso di riscatto vengono trattenuti dalla Compagnia che li detrae dal capitale ridotto determinato
secondo le modalità previste all’Art. 14 al punto “Il capitale ridotto”.
Tali costi sono pari al 2,0% per ogni premio annuo, o frazione di esso, ancora dovuto e non corrisposto con il massimo
del 30%, secondo lo schema riportato nella seguente tabella.
Tabella C
Annualità di premio dovute
e non corrisposte
1
2
3
4
5
6
7
8
Costo percentuale
applicato
2,0%
4,0%
6,0%
8,0%
10,0%
12,0%
14,0%
16,0%
Annualità di premio
dovute e non corrisposte
9
10
11
12
13
14
15 e oltre.
Costo percentuale
applicato
18,0%
20,0%
22,0%
24,0%
26,0%
28,0%
30,0%
Qualora invece il Contraente intenda esercitare il diritto di riscatto successivamente al termine del periodo di
pagamento dei premi, la Compagnia corrisponderà un valore di riscatto senza l’applicazione dei costi per riscatto di cui
sopra.
b) Costi applicati in funzione delle modalità di partecipazione agli utili.
Si sottrae annualmente dal tasso annuo di rendimento finanziario realizzato dalla gestione “CP PREVI” un’aliquota
rappresentata nella seguente Tabella.
Costi applicati mediante prelievo
Capitale assicurato alla ricorrenza anniversaria precedente
sul rendimento della gestione.
Fino a 25.000,00Euro compreso
1,10%
Oltre 25.000,00 Euro.
0,90%
Condizioni di Assicurazione pag. 5 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Art. 10 – Requisiti soggettivi – Durata del contratto.
Il presente contratto può essere concluso sia da persone fisiche che da persone giuridiche.
L’età dell’Assicurato, al momento in cui viene concluso il contratto di assicurazione, non può essere inferiore a 18 anni,
né superiore a 75 anni, e al termine del periodo di pagamento premi non può essere superiore a 85 anni.
La durata del presente contratto coincide con la durata della vita dell’Assicurato.
Il Contraente può esercitare il diritto di recesso di cui all’Art. 4 e il diritto di riscatto di cui all’Art. 14.
Art. 11 – Prestazioni assicurative.
Il presente contratto garantisce:
I. in caso di decesso dell’Assicurato in qualsiasi epoca esso avvenga, la corresponsione del capitale assicurato
rivalutato all’ultima ricorrenza anniversaria di polizza.
II. in caso di decesso dell’Assicurato durante il periodo pagamento premi, sempreché il Contraente sia in regola con
il pagamento dei premi, la corresponsione immediata di un capitale addizionale di importo fisso pari a 15.000,00
Euro, oltre a quanto previsto al punto I).
Le prestazioni previste dal contratto sono garantite dalla Compagnia.
Il contratto prevede un rendimento minimo garantito dell’1,00% mediante l’adozione di un tasso tecnico già conteggiato
nel calcolo del capitale assicurato iniziale, e una garanzia di consolidamento annuale delle prestazioni.
Art. 12 – Rivalutazione annuale del capitale.
Il capitale assicurato iniziale indicato in polizza viene annualmente rivalutato in base ai rendimenti conseguiti dalla
gestione “CP PREVI” nella misura e con le modalità di seguito indicate.
A tal fine la Compagnia gestisce, secondo quanto previsto dal Regolamento della gestione “CP PREVI”, che forma
parte integrante delle presenti Condizioni di Assicurazione, attività di importo non inferiore alle Riserve Matematiche
relative all’insieme dei contratti appartenenti alla suddetta gestione.
Il rendimento medio di CP PREVI, quale definito al punto 10 del Regolamento, è quello realizzato nei 12 mesi che
precedono l’inizio del secondo mese antecedente quello nel quale cade l’anniversario considerato.
Misura di rivalutazione
La misura annua di rivalutazione da applicare al presente contratto si ottiene:
– diminuendo il tasso annuo di rendimento finanziario realizzato dalla Gestione “CP PREVI” di una percentuale
determinata in relazione all’importo del capitale assicurato alla ricorrenza anniversaria precedente e pari:
 all’1,10% (costi applicati mediante prelievo sul rendimento della gestione di cui all’art. 9 b)) nel caso in cui il
capitale assicurato sia inferiore od uguale a 25.000,00 Euro;
 allo 0,90% (costi applicati mediante prelievo sul rendimento della gestione di cui all’art. 9 b)) nel caso in cui il
capitale assicurato sia superiore a 25.000,00 Euro.
– scontando, per il periodo di un anno al tasso tecnico dell’1,00%, la differenza tra il rendimento ottenuto secondo le
modalità indicate al punto precedente e il tasso tecnico stesso, già riconosciuto nel calcolo del capitale assicurato
iniziale.
La misura annua di rivalutazione così attribuita, determina la progressiva maggiorazione del capitale per rivalutazione.
La misura annua di rivalutazione attribuita al contratto non potrà in nessun caso essere negativa; ciò significa che di
anno in anno il capitale non può diminuire.
La Compagnia garantisce in ogni caso un tasso annuo di rendimento minimo dell’1,00% mediante l’adozione di un
tasso tecnico già conteggiato nel calcolo del capitale assicurato iniziale ed il consolidamento annuale delle prestazioni.
Determinazione del Capitale Rivalutato
Il capitale rivalutato si ottiene sommando al capitale rivalutato alla ricorrenza annuale precedente due importi così
definiti:
– un importo ottenuto moltiplicando il capitale assicurato iniziale per la misura di rivalutazione attribuita al contratto,
ridotta nella proporzione in cui il numero degli anni trascorsi sta al numero degli anni di durata del pagamento dei
premi;
– un ulteriore importo ottenuto moltiplicando la misura di rivalutazione attribuita al contratto per la differenza tra il
capitale rivalutato alla ricorrenza annuale precedente e quello inizialmente assicurato.
Per la prima rivalutazione il capitale rivalutato alla ricorrenza annuale precedente coincide con il capitale assicurato
iniziale.
Rivalutazione del capitale ridotto
Ad ogni ricorrenza annuale coincidente o successiva alla data di sospensione del pagamento dei premi, il capitale
ridotto verrà rivalutato utilizzando la misura di rivalutazione sopra definita.
Condizioni di Assicurazione pag. 6 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Art. 13 – Conflitto di interessi.
Il presente contratto è un prodotto della Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa.
La Compagnia potrebbe effettuare investimenti in strumenti finanziari emessi da società partecipanti al capitale sociale
della Compagnia stessa o in attivi emessi da società partecipate dalla Compagnia stessa.
La Compagnia si riserva la facoltà di comunicare, prontamente e per iscritto, ogni eventuale successiva variazione
rilevante circa quanto sopra. La Compagnia, pur in presenza di eventuali situazioni di conflitto di interessi, opererà in
modo tale da non recare pregiudizio alcuno al Contraente.
Si rinvia al rendiconto annuale della gestione separata per la quantificazione delle eventuali utilità ricevute e retrocesse
agli assicurati.
Art. 14 – Diritto di riscatto e riduzione.
In conformità con quanto disposto dall’art. 1925 cod. civ., il Contraente può riscattare anticipatamente il contratto
riscuotendo un capitale pari al valore di riscatto maturato.
Il diritto di riscatto può essere esercitato a condizione che siano state corrisposte almeno due annualità di
premio. A parziale deroga di quanto sopra si stabilisce che il riscatto è consentito, dopo il pagamento della
prima annualità di premio, in seguito al venir meno delle condizioni obiettive per l’inclusione dell’Assicurato
nella polizza individuale ad esempio la cessazione del rapporto di collaborazione con l’Azienda Contraente.
Prima di effettuare l’operazione di riscatto, il Contraente può richiedere informazioni circa le modalità e le condizioni
dell’operazione all'Intermediario con cui è stato stipulato il contratto o a Società Cattolica di Assicurazione – Società
Cooperativa – Servizio Clienti - Lungadige Cangrande, 16 – 37126 Verona (Italia), telefono 848800721, fax 0458372317, e-mail [email protected]icaassicurazioni.it.
Il Contraente potrà esercitare il diritto di riscatto inviando fax al numero 045-8372317 o lettera raccomandata con
avviso di ricevimento indirizzata a: Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa – Ufficio Gestione Canali
Proprietari – Largo Tazio Nuvolari, 1 – 20143 Milano – Italia.
Il Contraente potrà esercitare il diritto di riscatto inviando una richiesta all'Intermediario con cui è stato stipulato il
contratto o alla Compagnia con le modalità sopra specificate.
Durante il periodo di pagamento dei premi il valore di riscatto si ottiene moltiplicando il capitale ridotto calcolato alla
data di richiesta del riscatto secondo quanto stabilito al successivo paragrafo “Il capitale ridotto” al netto dei costi di cui
all’Art. 9 a) II) per un coefficiente di riscatto indicato nella tabella E sotto riportata, utilizzando il valore in
corrispondenza dell’età raggiunta dall’Assicurato. Nel caso in cui l’età non sia intera, si procederà all’interpolazione
lineare dei coefficienti relativi all’età più prossime rispetto a quella di riferimento.
Qualora invece il Contraente intenda esercitare il diritto di riscatto al termine del periodo di pagamento dei premi, la
Compagnia corrisponderà un valore che si ottiene moltiplicando il capitale rivalutato al momento della richiesta per un
coefficiente di riscatto indicato sempre nella tabella E sotto riportata utilizzando il valore in corrispondenza dell’età
raggiunta dall’Assicurato. Nel caso in cui l’età non sia intera, si procederà all’interpolazione lineare dei coefficienti
relativi all’età più prossime rispetto a quella di riferimento.
Tabella E
Coefficiente
Coefficiente
Coefficiente
Coefficiente
Coefficiente
Età
Età
Età
Età
Età
di riscatto
di riscatto
di riscatto
di riscatto
di riscatto
18
0,557175
36
0,659545
54
0,776865
72
0,889614
90
0,962811
19
0,562434
37
0,665765
55
0,783516
73
0,895044
91
0,965263
20
0,567719
38
0,672040
56
0,790167
74
0,900368
92
0,967530
21
0,573043
39
0,678361
57
0,796794
75
0,905551
93
0,969718
22
0,578402
40
0,684726
58
0,803355
76
0,910576
94
0,971841
23
0,583807
41
0,691131
59
0,809885
77
0,915441
95
0,973879
24
0,589270
42
0,697582
60
0,816328
78
0,920168
96
0,975790
25
0,594780
43
0,704070
61
0,822755
79
0,924715
97
0,977513
26
0,600355
44
0,710596
62
0,829158
80
0,929105
98
0,979107
27
0,605998
45
0,717144
63
0,835533
81
0,933406
99
0,980585
28
0,611702
46
0,723720
64
0,841900
82
0,937756
100
0,981941
29
0,617472
47
0,730328
65
0,848209
83
0,942062
101
0,983244
30
0,623316
48
0,736941
66
0,854436
84
0,946100
102
0,984457
31
0,629216
49
0,743580
67
0,860564
85
0,949524
103
0,985497
32
0,635180
50
0,750239
68
0,866588
86
0,952477
104
0,986458
33
0,641198
51
0,756909
69
0,872535
87
0,955139
105
0,987386
34
0,647266
52
0,763576
70
0,878360
88
0,957639
106
0,988502
35
0,653376
53
0,770244
71
0,884043
89
0,960262
107
0,988486
Condizioni di Assicurazione pag. 7 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Esiste la possibilità che il valore sopra citato risulti inferiore ai premi versati.
Si rinvia al Progetto esemplificativo di cui alla sezione E della Nota Informativa per l’illustrazione della evoluzione dei
valori di riscatto.
I valori puntuali saranno invece contenuti nel Progetto personalizzato.
Il capitale ridotto
In caso di sospensione del pagamento dei premi, il contratto prevede a condizione che siano state corrisposte
almeno due annualità di premio, la riduzione del capitale assicurato.
Il capitale ridotto si determina moltiplicando il capitale assicurato iniziale per il coefficiente di riduzione di seguito
definito e aggiungendo al valore così ottenuto la differenza tra il capitale rivalutato alla ricorrenza annuale precedente
la data di scadenza della prima rata di premio non pagata e il capitale assicurato iniziale.
Il coefficiente di riduzione è uguale al rapporto tra il numero dei premi annui pagati, comprese eventuali frazioni di
premio annuo, ed il numero dei premi annui pattuiti.
Ad ogni ricorrenza annuale, coincidente o successiva alla data di sospensione del pagamento dei premi, il capitale
ridotto verrà rivalutato utilizzando la misura annua di rivalutazione attribuita al contratto come definito all’Art. 12.
Esiste la possibilità che il valore sopra citato risulti inferiore ai premi versati.
Il Contraente può richiedere informazioni circa il valore di riduzione all'Intermediario con cui è stato stipulato il contratto
o a Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa – Servizio Clienti – Lungadige Cangrande, 16 – 37126
Verona (Italia), telefono 848800721, fax 045-8372317, e-mail [email protected]
Si rinvia al Progetto esemplificativo di cui alla sezione E per l’illustrazione della evoluzione dei valori di riduzione.
I valori puntuali saranno invece contenuti nel Progetto personalizzato.
Art. 15– Modalità di erogazione del valore di riscatto totale.
Il pagamento della somma corrispondente alla prestazione di cui all’Art. 14 avviene in forma di capitale in un’unica
soluzione.
Art. 16 – Documentazione e modalità di pagamento dei rimborsi e delle prestazioni assicurative.
Tutti i pagamenti saranno effettuati dalla Compagnia tramite bonifico bancario ovvero, laddove non sia possibile,
mediante emissione di assegno circolare.
Al fine di consentire l’esecuzione dei pagamenti da parte della Compagnia, il Contraente e/o i Beneficiari sono tenuti a
comunicare alla Compagnia medesima le coordinate del conto corrente bancario sul quale saranno effettuati i
pagamenti dovuti in virtù del presente contratto.
Il Contraente e/o i Beneficiari e/o l’intestatario del conto corrente di accredito sono tenuti altresì a consegnare alla
Compagnia i seguenti documenti:
In caso di revoca della proposta:
– richiesta sottoscritta dal Contraente;
In caso di recesso dal contratto:
– richiesta sottoscritta dal Contraente;
In caso di riscatto:
– richiesta sottoscritta dal Contraente;
– fotocopia fronte e retro di un documento di identità in corso di validità e fotocopia del codice fiscale del Contraente.
Se il Contraente è una persona giuridica è necessario comunicare i dati societari unitamente a quelli anagrafici e
fiscali (fotocopia aggiornata) del rappresentante legale e allegare copia della visura camerale;
– fotocopia fronte e retro di un documento di identità in corso di validità e fotocopia del codice fiscale dell’intestatario
del conto corrente di accredito, se persona diversa dal Contraente;
In caso di decesso:
– richiesta di liquidazione dei Beneficiari di polizza e/o aventi diritto (tramite compilazione dell’apposito modulo);
– fotocopia fronte e retro di un documento di identità in corso di validità e fotocopia del codice fiscale di tutti i
Beneficiari. Se il Beneficiario è una persona giuridica è necessario comunicare i dati societari unitamente a quelli
anagrafici e fiscali (fotocopia aggiornata) del rappresentante legale e allegare copia della visura camerale;
– fotocopia fronte e retro di un documento di identità in corso di validità e fotocopia del codice fiscale dell'intestatario
del conto corrente di accredito, se persona diversa dal Beneficiario;
– certificato di morte dell’Assicurato;
– relazione medica dettagliata redatta dall’ultimo medico curante sulle cause del decesso con indicato quando sono
sorti gli eventuali primi sintomi o copia della cartella clinica;
– in presenza di testamento:
 copia del verbale di pubblicazione del testamento completo degli allegati previsti;
Condizioni di Assicurazione pag. 8 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015

atto di notorietà o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà attestante che il testamento pubblicato è l’ultimo
redatto, valido e contro il quale non esistono impugnazioni, nonché le generalità, il grado di parentela, l’età e la
capacità giuridica degli eredi legittimi o degli eredi testamentari (a seconda che i Beneficiari designati siano gli
eredi legittimi o gli eredi testamentari);
 in assenza di testamento, atto di notorietà o dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà che attesti la mancanza
di testamento, nonché le generalità, il grado di parentela, l’età e la capacità giuridica degli eredi legittimi
dell’Assicurato (se sono i Beneficiari designati in polizza);
 in caso di Beneficiario minorenne o incapace copia autentica del decreto del Giudice Tutelare che autorizzi la
persona designata a riscuotere la prestazione;
Il Contraente e/o i Beneficiari e/o l’intestatario del conto corrente di accredito sono tenuti altresì a fornire alla
Compagnia ogni altra documentazione fosse necessaria per la liquidazione della prestazione o per l'identificazione dei
Beneficiari ed in particolare, nel caso in cui il decesso sia conseguenza di incidente stradale, di infortunio, di suicidio o
di omicidio, copia del verbale dell'Autorità Giudiziaria.
Qualora il Contraente e/o i Beneficiari non forniscano la documentazione indicata, la Compagnia non sarà tenuta alla
corresponsione di alcuna somma.
La Compagnia esegue i pagamenti derivanti dai propri obblighi contrattuali, premesso che sia maturato il diritto alla
prestazione oggetto della richiesta, entro 30 giorni dalla ricezione della documentazione completa indicata nel presente
articolo e dopo aver ricevuto il modulo per l’identificazione e l’adeguata verifica della Clientela debitamente compilato e
sottoscritto dai Beneficiari di polizza e/o aventi diritto, inviata dal Contraente e/o dai Beneficiari mediante fax al numero
045-8372317 o lettera raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata a: Società Cattolica di Assicurazione –
Società Cooperativa – Ufficio Gestione Canali Proprietari – Largo Tazio Nuvolari, 1 – 20143 Milano – Italia
In alternativa la Compagnia esegue i pagamenti derivanti dai propri obblighi contrattuali entro 30 giorni dal ricevimento
di detta documentazione completa da parte dell'Intermediario presso cui è stato stipulato il contratto.
Decorso tale termine sono dovuti gli interessi moratori a favore del Contraente e/o dei Beneficiari.
Art. 17 – Pegno.
Il Contraente può costituire in pegno il credito derivante dal presente contratto.
Tale atto diviene efficace dal momento in cui alla Compagnia viene notificata l’avvenuta costituzione in pegno del
credito derivante dal contratto.
In tale momento la Compagnia ha l’obbligo di effettuare la relativa annotazione in polizza o su appendice.
In conformità con quanto disposto dall’art. 2805 cod. civ. la Compagnia può opporre al creditore pignoratizio le
eccezioni che le spettano verso il Contraente originario sulla base del presente contratto.
Nel caso di pegno le operazioni di riscatto o di prestito richiedono l’assenso scritto del creditore.
Art. 18 – Cessione del contratto.
In conformità con quanto disposto dall’art. 1406 cod. civ. il Contraente può sostituire a sé un terzo nei rapporti derivanti
dal presente contratto.
Tale atto diviene efficace dal momento in cui alla Compagnia viene notificata l’avvenuta cessione corredata dalla
documentazione ad essa inerente. In tale momento la Compagnia ha l’obbligo di effettuare l’annotazione relativa
all’avvenuta cessione in polizza o su appendice.
La Compagnia secondo quanto disposto dall’art. 1409 cod. civ. può opporre al terzo cessionario tutte le eccezioni
derivanti dal presente contratto.
Art. 19 – Beneficiari della prestazione.
Il Contraente designa i Beneficiari delle prestazioni della Compagnia.
Il Contraente può, in qualsiasi momento, revocare o modificare la designazione precedentemente effettuata.
La designazione del Beneficiario e le sue eventuali revoche o modifiche devono essere comunicate per iscritto alla
Compagnia o disposte per testamento.
Il Contraente non può esercitare tale facoltà di revoca o modifica:
– dopo che il Contraente ed il Beneficiario abbiano dichiarato per iscritto alla Compagnia, rispettivamente, la rinuncia
al potere di revoca e l’accettazione del beneficio;
– dopo che, verificatosi l’evento previsto, il Beneficiario abbia comunicato per iscritto alla Compagnia di voler
profittare del beneficio.
Non può altresì essere modificata la designazione da parte degli eredi dopo la morte del Contraente.
In tali casi le operazioni di riscatto e di pegno sul credito richiedono l’assenso scritto dei Beneficiari.
Art. 20– Imposte e tasse.
Eventuali imposte e tasse relative al contratto sono a carico del Contraente o dei Beneficiari.
Condizioni di Assicurazione pag. 9 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Art. 21 – Foro competente.
Per ogni controversia riguardante l’interpretazione, la validità, lo scioglimento e l’esecuzione del presente contratto, è
competente l’autorità giudiziaria del luogo in cui il Contraente (o l’Assicurato, o il Beneficiario) ha la residenza o ha
eletto domicilio.
Art. 22 – Comunicazioni del Contraente alla Compagnia
In caso di modifiche di professione dell’Assicurato eventualmente intervenute in corso di contratto, dovrà essere resa
comunicazione alla Compagnia ai sensi dell’art. 1926 cod. civ..
In caso di trasferimento di residenza del Contraente in un altro Stato membro dell’Unione Europea, eventualmente
intervenuto in corso di contratto, dovrà essere resa comunicazione alla Compagnia entro i 30 giorni successivi.
L’inosservanza di tale obbligo comporta il rimborso di quanto eventualmente corrisposto dalla Compagnia alla locale
Autorità fiscale, a qualunque titolo, in conseguenza della mancata comunicazione.
Art. 23 – Prescrizione.
I diritti derivanti dal presente contratto sono soggetti ad un termine di prescrizione di dieci anni che decorre dal
momento in cui tali diritti possono essere fatti valere. In caso di mancato esercizio di tali diritti entro detti termini,
troverà applicazione la legge 266 del 23 dicembre 2005 e successive modificazioni ed integrazioni, pertanto le
prestazioni saranno devolute al fondo di cui alla citata legge.
Art. 24 – Legge applicabile al contratto.
Al contratto si applica la legge italiana.
Condizioni di Assicurazione pag. 10 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
REGOLAMENTO DELLA GESTIONE SEPARATA “CP PREVI”
1  Viene attuata una forma di gestione degli investimenti, separata da quella delle altre attività di Società Cattolica di
Assicurazione – Società Cooperativa, che viene contraddistinta con il nome “CP PREVI”. La gestione “CP PREVI” è
attuata in modo conforme alla normativa vigente ed in particolare secondo quanto previsto dal Regolamento Isvap n.
38 del 3 giugno 2011.
2  La valuta di denominazione della gestione “CP PREVI” è in Euro.
3  All’inizio di ogni mese viene determinato il rendimento medio di “CP PREVI” realizzato nel periodo costituito dai
dodici mesi immediatamente precedenti.
4  Obiettivi e politiche di investimento:
a) Principali tipologie di strumenti finanziari e valuta di denominazione: si indicano di seguito gli strumenti
finanziari ammessi e i relativi limiti e condizioni di investimento, fatti salvi i limiti previsti dalle norme pro
tempore in vigore, che comprendono:
 titoli di stato, obbligazioni a tasso fisso o variabile e depositi bancari: i titoli di stato, le obbligazioni (incluse
cartolarizzazioni), i depositi bancari e gli altri titoli di debito negoziabili sul mercato dei capitali, sono
ammessi fino al 100% del portafoglio;
 azioni: le azioni, i warrant, le obbligazioni convertibili e gli altri strumenti rappresentativi di capitale di rischio
negoziati sul mercato dei capitali, sono permessi fino al limite del 20% del portafoglio;
 organismi di investimento collettivi (OICR): gli investimenti in organismi di investimento collettivi del
risparmio (fondi comuni e SICAV, inclusi fondi chiusi di private equity e hedge fund):
– fondi azionari: a valere sullo stesso limite fissato per le azioni (complessivamente azioni, OICR azionari,
hedge fund e fondi di private equity non possono superare la soglia del 20% del portafoglio);
– fondi obbligazionari e monetari (considerati congiuntamente): il limite è pari al 40% del valore investibile
nel comparto obbligazionario;
– fondi bilanciati: per convenzione si ritiene che gli investimenti sottostanti siano equamente divisi tra la
componente azionaria e quella obbligazionaria; si fa pertanto riferimento ai limiti fissati per le classi di
investimento identificate;
– hedge fund e fondi di private equity: a valere sullo stesso limite fissato per le azioni (complessivamente
azioni, OICR azionari, hedge fund e fondi di private equity non possono superare la soglia del 20% del
portafoglio);
 immobili e fondi immobiliari: sono ammessi nel limite massimo del 25%.
La scelta delle categorie di investimento dovrà inoltre tenere in considerazione le seguenti limitazioni:
 aree geografiche: gli investimenti sono appartenenti alle categorie di investimento emesse da soggetti
appartenenti all'area euro. Gli investimenti in categorie di investimento emesse da soggetti non
appartenenti all'area euro sono limitati a una quota massima del 40% di ciascun portafoglio come sopra
identificato;
 valuta: gli investimenti saranno principalmente denominati in euro; è consentito l'investimento in valute
diverse dall'euro e privo di copertura del rischio di cambio.
Politiche di investimento: la politica di gestione adottata mira alla redditività e rivalutabilità nel medio e lungo
termine del patrimonio in gestione, ottenuto attraverso una ripartizione degli attivi che tenda a minimizzare la
volatilità mediante una diversificazione degli investimenti.
Gli attivi sono allocati e gestiti in modo coerente con le finalità della gestione e con un adeguato livello di
diversificazione, sempre nel rispetto della durata degli impegni delle passività e tenendo conto delle garanzie di
rendimento minimo previste dal contratto.
Le scelte di investimento nel comparto degli investimenti a reddito fisso vengono effettuate sulla base delle
previsioni circa l’evoluzione dei tassi di interesse considerando le opportunità di posizionamento sui diversi
tratti della curva dei rendimenti, nonché sulla base dell’analisi dell’affidabilità degli emittenti.
Condizioni di Assicurazione pag. 11 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
La selezione dei singoli titoli azionari è basata sia sull’analisi di dati macroeconomici (ciclo economico,
andamento dei tassi di interesse e delle valute, politiche monetarie e fiscali) sia sullo studio dei fondamentali
delle singole società (dati reddituali, potenzialità di crescita e posizionamento sul mercato).
b) La gestione separata non investe in attività finanziarie riconducibili al medesimo gruppo di appartenenza della
Compagnia.
c) Nell'ambito dell'attività di investimento possono venire utilizzati strumenti finanziari derivati o prodotti strutturati
al fine di:
 salvaguardare il valore delle attività finanziarie, riducendo o eliminando i rischi finanziari;
 ottimizzare i flussi reddituali derivanti dall'investimento nelle attività finanziarie.
L’eventuale impiego di strumenti finanziari derivati avviene nel rispetto delle condizioni per l’utilizzo previste
dalla normativa vigente in materia di attività a copertura delle riserve tecniche.
5  La gestione “CP PREVI” è dedicata a contratti a prestazioni rivalutabili. La gestione “CP PREVI” non è dedicata ad
un particolare segmento di clientela.
6  Il valore delle attività gestite non sarà inferiore all’importo delle riserve matematiche costituite per le assicurazioni
che prevedono una clausola di rivalutazione legata al rendimento della gestione “CP PREVI”.
7  Esiste la possibilità di effettuare modifiche al presente regolamento, derivanti dall’adeguamento dello stesso alla
normativa primaria e secondaria vigente. Modifiche al regolamento potranno essere effettuate anche a fronte di mutati
criteri gestionali, con esclusione di quelle meno favorevoli per l’assicurato.
8  Sulla gestione “CP PREVI” possono gravare unicamente le spese relative all’attività di verifica contabile effettuata
dalla Società di revisione e quelle effettivamente sostenute per l’acquisto e la vendita delle attività della gestione
separata. Non sono consentite altre forme di prelievo, in qualsiasi modo effettuate.
9  Il rendimento della gestione “CP PREVI” beneficia di eventuali utili derivanti dalla retrocessione di commissioni o di
altri proventi ricevuti dalla Compagnia in virtù di accordi con soggetti terzi e riconducibili al patrimonio della gestione.
10  Il tasso medio di rendimento annuo della gestione “CP PREVI” si ottiene rapportando il risultato finanziario della
gestione “CP PREVI”, di competenza del periodo indicato al punto 3, al valore medio della gestione “CP PREVI” nello
stesso periodo.
Nel risultato finanziario della gestione “CP PREVI”, al lordo delle ritenute di acconto fiscale, sono compresi i proventi
finanziari di competenza dell’esercizio – comprensivi degli scarti di emissione e di negoziazione di competenza – gli
utili e le perdite da realizzo per la quota di competenza della gestione “CP PREVI”, comprensivi degli utili e dei proventi
di cui al precedente punto 9.
Le plusvalenze e le minusvalenze vanno prese in considerazione, nel calcolo del risultato finanziario, solo se
effettivamente realizzate nel periodo di osservazione.
Gli utili e le perdite da realizzo vengono determinati con riferimento al valore di iscrizione delle corrispondenti attività
nella gestione “CP PREVI” e cioè al prezzo di acquisto per i beni di nuova acquisizione ed al valore di mercato all’atto
dell’iscrizione nella gestione “CP PREVI” per i beni già di proprietà della Compagnia.
Per valore medio della gestione “CP PREVI” si intende la somma della giacenza media annua dei depositi in numerario
presso gli istituti di credito, della consistenza media annua degli investimenti in titoli e della consistenza media annua di
ogni altra attività della gestione “CP PREVI”.
La consistenza media annua dei titoli e delle altre attività viene determinata in base al valore di iscrizione nella
gestione “CP PREVI” ai fini della determinazione del rendimento annuo della gestione “CP PREVI”.
L’esercizio di “CP PREVI” da sottoporre a certificazione coincide con l’anno solare.
Le regole che sovrintendono al calcolo del rendimento annuo della gestione “CP PREVI” sono determinate sulla base
della normativa fiscale attualmente vigente.
11  È ammessa la possibilità di fusione della gestione “CP PREVI” con altre gestioni separate della Compagnia ove
ricorrano tutte le seguenti condizioni:
a) rispetto delle disposizioni previste dall’art. 5, comma 6 del Regolamento Isvap n. 38, dal Provvedimento Isvap n.
2472 del 10 novembre 2006 e dal D.lgs. n. 252 del 5 dicembre 2005 e successive eventuali modifiche;
b) l'operazione persegua l'interesse dei Contraenti coinvolti nella fusione;
c) le caratteristiche delle gestioni separate oggetto di fusione siano similari;
d) le politiche di investimento delle gestioni separate oggetto di fusione siano omogenee;
e) il passaggio tra la precedente gestione e la nuova gestione avvenga senza oneri o spese per i Contraenti;
f) l'operazione di fusione non comporti modifiche del regolamento della gestione “CP PREVI” in senso meno
favorevole ai Contraenti;
Condizioni di Assicurazione pag. 12 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
g) non si verifichino soluzioni di continuità nella gestione delle gestioni separate.
In tal caso, la Compagnia informerà, in via preventiva e per iscritto, i Contraenti della gestione “CP PREVI” circa tutti gli
aspetti connessi con l’operazione di fusione che rilevino per gli stessi, in particolare precisando:
i) le motivazioni dell’operazione di fusione;
ii) gli effetti che la stessa determina sulle politiche di investimento delle gestioni separate interessate alla fusione e sul
regime delle commissioni;
iii) le modalità ed i tempi esatti di regolazione della fusione;
iv) la composizione sintetica delle gestioni separate interessate alla fusione.
La Compagnia provvederà, altresì, ad inviare ai Contraenti il nuovo regolamento della gestione patrimoniale cui è
collegato il presente contratto derivante dall’operazione di fusione, che costituirà parte integrante del contratto
medesimo.
Il Contraente che non intenda accettare le suddette modifiche potrà esercitare il diritto di riscatto o di trasferimento del
contratto, senza l’applicazione di alcun onere o penalizzazione, comunicando per iscritto – entro 30 giorni dalla
ricezione della comunicazione da parte della Compagnia delle modifiche che intende apportare – la propria decisione
tramite lettera raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata alla Compagnia.
La comunicazione di riscatto o di trasferimento pervenuta alla Compagnia successivamente alla scadenza del suddetto
termine, ma inviata dal Contraente entro il periodo consentito sopra indicato, verrà considerata comunque valida.
Qualora il Contraente non eserciti il diritto di riscatto o di trasferimento, il contratto resta in vigore alle nuove condizioni.
12  La gestione di “CP PREVI” è annualmente sottoposta a certificazione da parte di una Società di revisione iscritta
all’albo di cui al D.lgs. n. 39 del 27 gennaio 2010, la quale attesta la rispondenza di “CP PREVI” al presente
regolamento. In particolare, sono certificati la corretta valutazione delle attività attribuite a “CP PREVI”, il rendimento
medio di “CP PREVI” realizzato nell’esercizio, quale descritto al punto 10 e l’adeguatezza dell’ammontare delle attività
a fronte degli impegni assunti dalla Compagnia sulla base delle riserve matematiche.
13  Il presente regolamento è parte integrante delle Condizioni di Assicurazione.
Condizioni di Assicurazione pag. 13 di 13
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
GLOSSARIO
Adeguata verifica
della Clentela
L'Adeguata Verifica della Clientela costituisce l'aspetto più importante ai fini di un’efficace
azione preventiva di contrasto ai fenomeni criminali del riciclaggio e del finanziamento del
terrorismo.
Tale attività prevede i seguenti adempimenti:
a) identificazione dei soggetti che intervengono nel rapporto assicurativo:
 cliente (contraente) ed eventuale esecutore,
 beneficiario ed eventuale esecutore (al momento della corresponsione della
prestazione assicurativa),
 eventuale titolare effettivo, cioè la persona fisica nell’interesse della quale è
instaurato il rapporto assicurativo;
b) verifica dell'identità dei soggetti che intervengono nel rapporto, di cui al punto a), sulla
base di documenti, dati o informazioni ottenuti da una fonte affidabile e indipendente;
c) acquisizione di informazioni sullo scopo e sulla natura del rapporto continuativo posto
in essere;
d) esercizio di controllo costante nel corso del rapporto continuativo.
Anno assicurativo
Periodo calcolato in anni interi a partire dalla decorrenza.
Appendice
Documento che forma parte integrante del contratto e che viene emesso unitamente o in
seguito a questo per modificarne alcuni aspetti in ogni caso concordati tra la Società ed il
Contraente.
Assicurato
Persona fisica sulla cui vita viene stipulato il contratto, che può coincidere o no con il
Contraente e con il Beneficiario. Le prestazioni previste dal contratto sono determinate in
funzione dei suoi dati anagrafici e degli eventi attinenti alla sua vita.
Beneficiario
Persona fisica o giuridica designata in polizza dal Contraente, che può coincidere o no
con il Contraente stesso e con l’Assicurato, e che riceve la prestazione prevista dal
contratto quando si verifica l'evento Assicurato.
Carenza
Periodo durante il quale le garanzie del contratto di assicurazione non sono efficaci.
Qualora l’evento assicurato avviene in tale periodo la Compagnia non corrisponde la
prestazione assicurata.
Cessione pegno e vincolo
Condizioni secondo cui il Contraente ha la facoltà di cedere a terzi il contratto, così come
di darlo in pegno o comunque di vincolare le somme assicurate. Tali atti divengono
efficaci solo quando la Compagnia, a seguito di comunicazione scritta del Contraente, ne
fa annotazione sul contratto o su un’appendice dello stesso. In caso di pegno o vincolo,
qualsiasi operazione che pregiudichi l’efficacia delle garanzie prestate richiede l’assenso
scritto del creditore titolare del pegno o del vincolatario.
Compagnia
Vedi "Società"
Composizione della
gestione separata
Informazione sulle principali tipologie di strumenti finanziari o altri attivi in cui è investito il
patrimonio della gestione separata.
Condizioni di
Assicurazione
Insieme delle clausole che disciplinano il contratto di assicurazione.
Conflitto di interessi
Insieme di tutte quelle situazioni in cui l’interesse della Compagnia può collidere con
quello del Contraente.
Consolidamento
Meccanismo in base al quale il rendimento attribuito secondo la periodicità stabilita dal
contratto (annualmente, mensilmente, ecc.), e quindi la rivalutazione delle prestazioni
assicurative, sono definitivamente acquisiti dal contratto e conseguentemente le
prestazioni stesse possono solo aumentare e mai diminuire.
Glossario - pag. 1 di 6
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Contraente
Persona fisica o giuridica, che può coincidere o no con l’Assicurato o il Beneficiario, che
stipula il contratto di assicurazione e si impegna al versamento dei premi alla Compagnia.
Contratto (di
assicurazione sulla vita)
Contratto con il quale la Compagnia, a fronte del pagamento del premio, si impegna a
pagare una prestazione assicurativa in forma di capitale o di rendita al verificarsi di un
evento attinente alla vita dell’Assicurato.
Costi (o spese)
Oneri a carico del Contraente gravanti sui premi versati o, laddove previsto dal contratto,
sulle risorse finanziarie gestite dalla Compagnia.
Decorrenza del contratto
Momento in cui il contratto è concluso, a condizione che sia stato pagato il premio
pattuito.
Diritti (o interessi) di
frazionamento
Diritto proprio (del
Beneficiario)
In caso di rateazione del premio, maggiorazione applicata alle rate in cui viene suddiviso
il premio per tener conto della dilazione frazionata del versamento a fronte della
medesima prestazione assicurativa.
Diritto del Beneficiario sulle prestazioni del contratto di assicurazione, acquisito per effetto
della designazione del Contraente
Durata contrattuale
Periodo durante il quale il contratto è efficace.
Durata del pagamento
dei premi
Periodo che intercorre fra la data di decorrenza del contratto di assicurazione e la
scadenza del piano di versamento dei premi previsto dal contratto stesso.
Esclusioni/Limitazioni
Rischi esclusi o limitazioni relativi alla copertura assicurativa prestata dalla Compagnia,
elencati in apposite clausole del contratto di assicurazione.
Estratto conto annuale
Riepilogo annuale dei dati relativi alla situazione del contratto di assicurazione, che
contiene l’aggiornamento annuale delle informazioni relative al contratto, quali il valore
della prestazione maturata, i premi versati e quelli in arretrato e il valore di riscatto
maturato. Per i contratti con prestazioni collegate a gestioni separate, il riepilogo
comprende inoltre il tasso di rendimento finanziario realizzato dalla gestione separata,
l’aliquota di retrocessione riconosciuta e il tasso di rendimento retrocesso con l’evidenza
di eventuali rendimenti minimi trattenuti. Per i contratti con forme di partecipazione agli
utili diverse, il riepilogo comprende gli utili attribuiti alla polizza.
Età assicurativa
L’età dell’assicurato espressa in anni interi arrotondata all’anno successivo se dal
compimento dell’anno sono decorsi più di sei mesi.
Fascicolo informativo
L’insieme della documentazione informativa da consegnare al potenziale cliente,
composto da: Scheda sintetica; Nota Informativa; Condizioni di Assicurazione,
comprensive del regolamento della gestione separata; Glossario; Modulo di proposta.
FATCA
Il Foreign Account Tax Compliance Act è una normativa fiscale americana – recepita in
Italia tramite la firma di uno specifico accordo Intergovernativo tra Italia e Stati Uniti – che,
al fine di contrastare l’evasione fiscale da parte di cittadini e imprese statunitensi, prevede
in capo alla Compagnia obblighi di identificazione e classificazione dello Status o meno di
cittadino/contribuente americano. La Compagnia è a tal fine obbligata ad acquisire alcune
specifiche informazioni ed una autocertificazione sottoscritta dal contraente (se persona
fisica) o dal rappresentante legale (per le persone giuridiche). La Compagnia è altresì
obbligata ha effettuare attività di monitoraggio al fine di individuare prontamente eventuali
variazioni delle informazioni sul cliente che possano comportare l’obbligo di
comunicazione all’Agenzia delle Entrate e conseguentemente al fisco statunitense
(Internal Revenue Service - IRS).
Gestione separata
(o speciale)
Fondo appositamente creato dalla Compagnia e gestito separatamente rispetto al
complesso delle attività, in cui confluiscono i premi al netto dei costi versati dai Contraenti
che hanno sottoscritto polizze rivalutabili. Dal rendimento ottenuto dalla gestione
separata e dall’aliquota di retrocessione deriva la rivalutazione da attribuire alle
prestazioni assicurative.
Glossario - pag. 2 di 6
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Imposta sostitutiva
Imposta applicata alle prestazioni che sostituisce quella sul reddito delle persone fisiche;
gli importi ad essa assoggettati non rientrano più nel reddito imponibile e quindi non
devono venire indicati nella dichiarazione dei redditi.
Intermediario
Soggetto che esercita a titolo oneroso attività di presentazione o proposizione di contratti
assicurativi o presta assistenza e consulenza collegate a tale attività.
Ipotesi di rendimento
Rendimento finanziario ipotetico fissato dall’IVASS per l’elaborazione dei progetti
personalizzati da parte della Compagnia.
ISVAP
Vedi “IVASS”.
IVASS (ex ISVAP)
L’Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni è un ente dotato di personalità giuridica di
diritto pubblico che opera per garantire la stabilità del mercato assicurativo e la tutela del
consumatore.
Istituito con la legge n. 135 del 7 agosto 2012 (di conversione, con modifiche, del decreto
legge n. 95 del 6 luglio 2012), l'IVASS succede in tutte le funzioni, le competenze e i
poteri che precedentemente facevano capo all'ISVAP.
Ai sensi dell'art. 13, comma 42, della legge n. 135, "ogni riferimento all'ISVAP contenuto
in norme di legge o in altre disposizioni normative e' da intendersi effettuato all'IVASS".
Liquidazione
Pagamento al Beneficiario della prestazione dovuta al verificarsi dell’evento Assicurato.
Nota informativa
Documento redatto secondo le disposizioni dell’IVASS che la Compagnia deve
consegnare al Contraente prima della sottoscrizione del contratto di assicurazione, e che
contiene informazioni relative alla Compagnia, al contratto stesso e alle caratteristiche
assicurative e finanziarie della polizza.
Opzione
Clausola del contratto di assicurazione secondo cui il Contraente può scegliere che la
prestazione liquidabile sia corrisposta in una modalità diversa da quella originariamente
prevista. Ad esempio, l’opportunità di scegliere che il capitale liquidabile alla scadenza
contrattuale sia convertito in una rendita vitalizia oppure, viceversa, di chiedere che la
rendita vitalizia sia convertita in un capitale da pagare in soluzione unica.
Perfezionamento del
contratto
Momento in cui avviene il pagamento del premio pattuito.
Periodo di copertura
(o di efficacia)
Periodo durante il quale il contratto è efficace e le garanzie operanti.
Periodo di osservazione
Periodo di riferimento in base al quale viene determinato il rendimento finanziario della
gestione separata, ad esempio dal primo gennaio al trentuno dicembre di ogni anno.
Polizza
Documento che fornisce la prova dell’esistenza del contratto di assicurazione.
Polizza caso vita
Contratto di assicurazione sulla vita con il quale la Compagnia si impegna al pagamento
di un capitale o di una rendita vitalizia nel caso in cui l’Assicurato sia in vita alla scadenza
pattuita.
Polizza caso morte (o in
caso di decesso)
Contratto di assicurazione sulla vita con il quale la Compagnia si impegna al pagamento
della prestazione assicurata al Beneficiario qualora si verifichi il decesso dell’assicurato.
E’ a vita intera, se si prevede che il pagamento della prestazione sia effettuato in
qualunque momento avvenga il decesso dell’assicurato.
Polizza con partecipazione
agli utili
Contratto di assicurazione sulla vita o di capitalizzazione caratterizzato da vari
meccanismi di accrescimento delle prestazioni quali ad esempio la partecipazione al
rendimento di una gestione interna separata o agli utili di un conto di gestione.
Glossario - pag. 3 di 6
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Polizza di assicurazione
sulla vita
Contratto di assicurazione con il quale la Compagnia si impegna a pagare al Beneficiario
un capitale o una rendita quando si verifichi un evento attinente alla vita dell’Assicurato,
quali il decesso o la sopravvivenza ad una certa data. Nell’ambito delle polizze di
assicurazione sulla vita si possono distinguere varie tipologie quali polizze caso vita,
polizze caso morte, polizze miste.
Polizza rivalutabile
Contratto di assicurazione sulla vita o di capitalizzazione in cui il livello delle prestazioni
ed eventualmente quello dei premi varia in base al rendimento che la Società ottiene
investendo i premi raccolti in una particolare gestione finanziaria, separata rispetto al
complesso delle attività della Società stessa.
Premio annuo
Importo che il Contraente si impegna a corrispondere annualmente secondo un piano di
versamenti previsto dal contratto di assicurazione.
Premio complessivo
(o lordo)
Importo complessivo, eventualmente rateizzabile, da versare alla Società quale
corrispettivo delle prestazioni previste dal contratto.
Premio di riferimento
Importo del premio che viene preso a riferimento per calcolare determinate prestazioni o
altri valori rilevanti per le condizioni contrattuali.
Premio rateizzato o
frazionato
Parte del premio complessivo risultante dalla suddivisione di questo in più rate da versare
alle scadenze convenute, ad esempio ogni mese o ogni trimestre. Rappresenta
un’agevolazione di pagamento offerta al Contraente, a fronte della quale la Società può
applicare una maggiorazione, ossia i cosiddetti diritti o interessi di frazionamento.
Prescrizione
Estinzione del diritto per mancato esercizio dello stesso entro i termini stabiliti dalla legge.
I diritti derivanti dai contratti di assicurazione sulla vita si prescrivono nel termine di dieci
anni.
Prestazione a scadenza
Pagamento al Beneficiario della prestazione assicurativa alla scadenza contrattuale,
risultante dalla capitalizzazione dei premi versati al netto dei costi e delle parti utilizzate
per le eventuali garanzie di puro rischio.
Prestazione assicurativa
Somma pagabile sotto forma di capitale o di rendita che la Società garantisce al
Beneficiario al verificarsi dell'evento Assicurato.
Prestazione minima
garantita
Valore minimo della prestazione assicurativa sotto il quale la stessa non può scendere.
Principio di adeguatezza
Principio in base al quale la Compagnia è tenuta ad acquisire dal Contraente in fase
precontrattuale ogni informazione utile a valutare l’adeguatezza della polizza offerta in
relazione alle sue esigenze e alla sua propensione al rischio.
Progetto personalizzato
Ipotesi di sviluppo, effettuata in base al rendimento finanziario ipotetico indicato
dall’IVASS, delle prestazioni assicurative e dei valori di riduzione e riscatto, redatta
secondo lo schema previsto dall’IVASS e consegnato al potenziale Contraente.
Proposta
Documento o modulo sottoscritto dal Contraente, in qualità di proponente, con il quale
egli manifesta alla Compagnia la volontà di concludere il contratto di assicurazione in
base alle caratteristiche ed alle condizioni in esso indicate.
Prospetto annuale della
composizione della
gestione separata
Riepilogo aggiornato annualmente dei dati sulla composizione degli strumenti finanziari e
degli attivi in cui è investito il patrimonio della gestione separata.
Quietanza
Documento che prova l’avvenuto pagamento del premio, rilasciato su carta intestata della
Compagnia in caso di pagamento con assegno (bancario, circolare o di traenza),
costituito invece dall’estratto di conto corrente bancario, in caso di accredito alla
Compagnia, ovvero dalla ricevuta in caso di pagamento in conto corrente postale.
Glossario - pag. 4 di 6
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Recesso (o ripensamento)
Diritto del Contraente di recedere dal contratto e farne cessare gli effetti.
Regolamento della
gestione separata
L’insieme delle norme, riportate nelle condizioni contrattuali, che regolano la gestione
separata.
Rendiconto annuale
della gestione separata
Riepilogo aggiornato annualmente dei dati relativi al rendimento finanziario conseguito
dalla gestione separata e all’aliquota di retrocessione di tale rendimento attribuita dalla
Società al contratto.
Rendimento finanziario
Risultato finanziario della gestione separata nel periodo previsto dal regolamento della
gestione stessa.
Rendimento minimo
trattenuto
Rendimento finanziario fisso che la Società può trattenere dal rendimento finanziario
della gestione separata.
Revoca
Diritto del proponente di revocare la proposta prima della conclusione del contratto.
Ricorrenza annuale
L’anniversario della data di decorrenza del contratto di assicurazione.
Riduzione
Diminuzione della prestazione inizialmente assicurata conseguente alla scelta effettuata
dal Contraente di sospendere il pagamento dei premi periodici, determinata tenendo
conto dei premi effettivamente pagati rispetto a quelli originariamente pattuiti.
Riscatto
Facoltà del Contraente di interrompere anticipatamente il contratto e chiedendo la
liquidazione del valore maturato risultante al momento della richiesta e determinato in
base alle condizioni contrattuali.
Facoltà del Contraente di riscuotere anticipatamente una parte del valore di riscatto
maturato sulla polizza alla data della richiesta.
Riscatto parziale
Riserva matematica
Importo che deve essere accantonato dalla Società per fare fronte agli impegni nei
confronti degli assicurati assunti contrattualmente. La legge impone alle Società
particolari obblighi relativi a tale riserva e alle attività finanziarie in cui essa viene
investita.
Rivalutazione
Maggiorazione delle prestazioni assicurative attraverso la retrocessione di una quota del
rendimento della gestione separata secondo la periodicità (annuale, mensile, ecc.)
stabilita dalle condizioni contrattuali.
Rivalutazione minima
garantita
Garanzia finanziaria che consiste nel riconoscere una rivalutazione delle prestazioni
assicurative ad ogni ricorrenza periodica stabilita dal contratto (annuale, mensile, ecc.) in
base al tasso di interesse minimo garantito previsto dal contratto. Rappresenta la soglia
al di sotto della quale non può scendere la misura di rivalutazione applicata alle
prestazioni.
Scadenza
Data in cui cessano gli effetti del contratto.
Scheda sintetica
Documento informativo sintetico redatto secondo le disposizioni dell’IVASS che la
Compagnia deve consegnare al potenziale Contraente prima della conclusione del
contratto, descrivendone le principali caratteristiche in maniera sintetica per fornire al
Contraente uno strumento semplificato di orientamento, in modo da consentirgli di
individuare le tipologie di prestazioni assicurative, le garanzie di rendimento, i costi e i
dati storici di rendimento delle gestioni separate o dei fondi a cui sono collegate le
prestazioni.
Sinistro
Verificarsi dell’evento di rischio Assicurato oggetto del contratto e per il quale viene
prestata la garanzia ed erogata la relativa prestazione assicurativa, come ad esempio il
decesso dell’Assicurato.
Società (di assicurazione)
Società autorizzata all’esercizio dell’attività assicurativa, definita alternativamente anche
Compagnia o impresa di assicurazione, con la quale il Contraente stipula il contratto di
assicurazione.
Glossario - pag. 5 di 6
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Società di revisione
Società diversa dalla Compagnia prescelta nell’ambito di un apposito albo cui tali società
possono essere iscritte soltanto se godono di determinati requisiti, che controlla e
certifica i risultati della gestione separata.
Sostituto d'imposta
Soggetto obbligato, all’atto della corresponsione di emolumenti, all’effettuazione di una
ritenuta, che può essere a titolo di acconto o a titolo definitivo, e al relativo versamento.
Tasso minimo garantito
Rendimento finanziario, annuo e composto, che la Compagnia garantisce alle prestazioni
assicurative. Può essere già conteggiato nel calcolo delle prestazioni assicurative iniziali
oppure riconosciuto anno per anno tenendo conto del rendimento finanziario conseguito
dalla gestione separata.
Tasso tecnico
Rendimento finanziario, annuo e composto, che la Compagnia riconosce nel calcolare le
prestazioni assicurative iniziali.
Trasformazione
Richiesta da parte del Contraente di modificare alcuni elementi del contratto di
assicurazione quali la durata, il tipo di garanzia assicurativa o l’importo del premio, le cui
condizioni vengono di volta in volta concordate tra il Contraente e la Compagnia, che non
è comunque tenuta a dar seguito alla richiesta di trasformazione. Dà luogo ad un nuovo
contratto dove devono essere indicati, in un apposito documento, gli elementi essenziali
del contratto trasformato.
Glossario - pag. 6 di 6
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
FA
C
-S
IM
IL
E
MODULO DI PROPOSTA
PROFILO ELITE
PROPOSTA N.
SOCIETÀ CATTOLICA DI ASSICURAZIONE - SOCIETÀ COOPERATIVA - Sede legale: Lungadige Cangrande,16 - 37126 Verona (Italia) - Tel. 045 8 391 111 - Fax 045 8 391 112 - Pec: [email protected]
C.F./P.I. e numero di iscriz. al registro delle imprese di Verona 00320160237 - R.E.A. della C.C.I.A.A. di Verona n. 9962 - Società iscritta all’Albo delle Società Cooperative al n. A100378 - Albo Imprese presso IVASS n. 1.00012
Capogruppo del Gruppo Cattolica Assicurazioni, iscritto all’Albo dei gruppi assicurativi presso IVASS al n. 019 - Impresa autorizzata all’esercizio delle assicurazioni a norma dell’art. 65 R.D.L. numero 966 del 29 aprile 1923
www.cattolica.it
Modulo di proposta - pag. 1 di 7
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
"
Cattolica Previdenza PerLaProtezione Profilo Elite
emessa sulla base del questionario per la
valutazione dell’adeguatezza del contratto N.
PROPOSTA N.
Codice Conv.
Convenzione
SI
Descrizione Conv.
Preventivo N.
NO
La Compagnia, in base alle dichiarazioni rese e sottoscritte dal Contraente e dall’Assicurato nella presente proposta, corrisponde le prestazioni specificate
nel Fascicolo Informativo.
GENERALITÀ DEL CONTRAENTE
Nome
Cognome o denominazione sociale
Sesso
Data di nascita
M F
Comune di nascita
Prov.
Partita IVA (se diversa dal codice fiscale)
Codice Fiscale
Nazione di nascita (se estera)
Codice professione
Professione
CAP
Comune di residenza
Prov.
FA
C
-S
IM
IL
E
Indirizzo
Titolo di studio* •• Sottogruppo••• ATECO••••
Nazione di residenza (se estera)
Documento identificativo
Tel. cellulare o tel. abitazione (indicare obbligatoriamente almeno uno dei due)
Numero documento
Rilasciato da
E-mail*
in
il
GENERALITÀ DEL LEGALE RAPPRESENTANTE O DELEGATO (compilare se il Contraente è una persona giuridica)
Nome
Cognome
Sesso
Data di nascita
M F
Comune di nascita
Indirizzo
Prov.
CAP
Nazione di residenza (se estera)
Documento identificativo
Nazione di nascita (se estera)
Codice Fiscale
Comune di residenza
Tel. cellulare o tel. ufficio (indicare obbligatoriamente almeno uno dei due)
Numero documento
Rilasciato da
Prov.
E-mail*
in
il
GENERALITÀ DELL’ASSICURATO
n barrare se il Contraente coincide con l’Assicurato; in caso contrario compilare la sezione sotto riportata
Nome
Cognome
Sesso
Data di nascita
M F
Comune di nascita
Prov.
Nazione di nascita (se estera)
Codice Fiscale
Professione
Codice professione
Titolo di studio* ••
NOMINATIVO / INDIRIZZO DI DOMICILIAZIONE DELLA CORRISPONDENZA (compilare solo nel caso si desideri che la corrispondenza venga inviata ad un nominativo o a un indirizzo diverso da quello indicato nel riquadro “Generalità del Contraente”)
Nominativo o denominazione
CAP
Indirizzo
Comune
Prov.
* I campi contrassegnati da asterisco non sono obbligatori
•• Riportare il codice corrispondente indicato nel presente modulo alla Tabella “Codifiche Titolo di Studio”
Nazione (se estera)
••• Riportare il codice corrispondente indicato nel presente modulo alla TABELLA 1: SOTTOGRUPPO DI ATTIVITÀ ECONOMICA
•••• Riportare il codice corrispondente indicato nel presente modulo alla TABELLA 2: CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ
ECONOMICHE ATECO 2007
Modulo di proposta - pag. 2 di 7
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
DESIGNAZIONE DEI BENEFICIARI IN CASO DI DECESSO DELL’ASSICURATO
n Eredi dell’Assicurato
n Altri (compilare la sezione sottostante)
Beneficiario n. 1 - Cognome e nome o denominazione sociale
Codice Fiscale / Partita IVA
% del capitale
Beneficiario n. 2 - Cognome e nome o denominazione sociale
Codice Fiscale / Partita IVA
% del capitale
Beneficiario n. 3 - Cognome e nome o denominazione sociale
Codice Fiscale / Partita IVA
% del capitale
BENEFICIARIO DEL CAPITALE AGGIUNTIVO PREVISTO PER IL SOLO PERIODO DI DURATA PAGAMENTO PREMI
EREDI DELL’ASSICURATO
Capitale addizionale di importo fisso: 15.000,00 Euro
DATI TECNICI DI POLIZZA
Data di
decorrenza
Durata periodo
pagamento premi (in anni)
.
.
,
Premio annuo temporaneo . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Euro
.
.
,
.
.
,
FA
C
-S
IM
IL
E
Capitale assicurato Euro
PREMI
PREMIO ANNUO
Tipo di rateazione di premio prescelta
(barrare l’opzione prescelta)
Annuale
Semestrale*
* Il premio di rata è comprensivo di interessi di
frazionamento pari al 2,5% del premio stesso.
PREMIO RATA DI SOTTOSCRIZIONE E RATE SUCCESSIVE . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . . Euro
DICHIARAZIONI DEL CONTRAENTE E DELL’ASSICURATO
IL CONTRAENTE DICHIARA DI AVER RICEVUTO E PRESO VISIONE DELLA NOTA INFORMATIVA, DELLE CONDIZIONI DI ASSICURAZIONE E
DEL GLOSSARIO PRIMA DELLA SOTTOSCRIZIONE DELLA PRESENTE PROPOSTA DI POLIZZA.
IL CONTRAENTE
(firma leggibile)
Diritto di recesso del Contraente. Il Contraente può recedere dal presente contratto entro 30 giorni dalla data di decorrenza dello
stesso. Il recesso si esercita mediante l’invio di fax al numero 0458372317 o lettera raccomandata con avviso di ricevimento indirizzata a: Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa – Ufficio Gestione Canali Proprietari – Largo Tazio Nuvolari,
1 – 20143 Milano – Italia. La comunicazione di recesso pervenuta alla Compagnia successivamente al termine di 30 giorni dalla
decorrenza del contratto, ma inviata dal Contraente entro detto termine, verrà considerata comunque valida. La Compagnia
considererà inoltre valido il recesso fatto pervenire tramite l’Intermediario presso cui è stato stipulato il contratto, purché esso
sia stato presentato dal Contraente entro i termini sopraindicati. A far tempo dalle ore 24:00 del giorno in cui la Compagnia ha
ricevuto la comunicazione scritta di recesso del Contraente, le parti del presente contratto si intendono liberate da qualunque
reciproca obbligazione dal medesimo derivante. Entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione di recesso, la Compagnia
è tenuta a rimborsare al Contraente il premio corrisposto.
Qualora il Contraente abbia versato un ulteriore premio annuo per le garanzie complementari infortuni, in caso di recesso tale
importo verrà restituito al netto delle imposte di legge.
L’Assicurato si impegna a produrre il proprio certificato di nascita, se richiesto dalla Compagnia.
I sottoscritti Contraente e Assicurato dichiarano di aver ricevuto e preso visione delle Condizioni di Assicurazione consegnate loro.
Accettano integralmente il contenuto delle stesse ove non in contrasto con i dati e le dichiarazioni rese nel presente modulo delle quali,
pur se materialmente scritte da altri, riconoscono la piena veridicità e completezza anche ai fini del loro utilizzo ai sensi della normativa
applicabile in materia di antiriciclaggio. Dichiarano di essere a conoscenza che il contratto è concluso secondo le modalità definite
all’Art. 2 delle Condizioni di Assicurazione.
IL CONTRAENTE
(firma leggibile)
L’ASSICURATO
(o chi ne esercita la potestà) (ai sensi dell’Art. 1919 C.C.) (se diverso dal Contraente)
Modulo di proposta - pag. 3 di 7
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
DICHIARAZIONI DELL’ASSICURATO
AVVERTENZE: le dichiarazioni non veritiere, inesatte o reticenti rese dal soggetto legittimato a fornire le informazioni richieste per la conclusione
del contratto possono compromettere il diritto alla prestazione. Prima della sottoscrizione, l’Assicurato deve verificare l’esattezza delle dichiarazioni riportate nel Questionario Sanitario. L’Assicurato può chiedere che gli venga accordata la piena copertura assicurativa senza periodo di
carenza, purché presenti alla Compagnia il rapporto di visita medica, predisposto dalla Compagnia stessa e compilato da parte del medico di
famiglia o non di famiglia, a seconda del capitale assicurato. Ogni onere rimarrà esclusivamente a carico dell’Assicurato.
QUESTIONARIO SANITARIO
Se l’Assicurato si trova nella situazione di rispondere SI ad una delle prime cinque domande sul proprio stato di salute, il rischio non potrà essere assunto senza il supporto di documentazione sanitaria integrativa. La Compagnia si
riserva di valutare se assumere il rischio, dopo che l’Assicurato si sia sottoposto a visita medica o abbia prodotto la
documentazione sanitaria richiesta dalla Compagnia.
Da sottoscrivere sempre, segnando con una X la risposta (altrimenti il contratto non potrà essere emesso).
La differenza tra la Sua altezza in centimetri ed il Suo peso in chilogrammi è inferiore a 80 (ad
es. altezza 175 cm – peso 70 kg = 175 – 70 = 105) o superiore a 120?
Indicare altezza e peso attuali
l SI
l NO
2.
Ha mai sofferto (e se si quando) o attualmente soffre di malattie dell’apparato cardiocircolatorio, ipertensione, ictus, malattie dell’apparato gastrointestinale, malattie dell’apparato
respiratorio, malattie dell’apparato muscoloscheletrico, malattie neurologiche, mentali o nervose, malattie dell’apparato urogenitale, malattie del sistema endocrino, malattie del sangue,
tumori, diabete o epatite?
l SI
l NO
3.
Negli ultimi 5 anni ha sofferto, o attualmente soffre di malattie per cui è stata/è necessaria una
cura farmacologica continuativa?
l SI
l NO
4.
Negli ultimi 5 anni ha subito interventi chirurgici o ricoveri in ospedale o in casa di cura, salvo
il caso di appendicectomia, tonsillectomia, infortuni senza postumi, parto, operazione di chirurgia estetica, fratture senza complicazioni?
l SI
l NO
Ha mai ottenuto un rifiuto o un differimento ad una richiesta di assicurazione (vita, invalidità,
malattie gravi) oppure una accettazione a condizioni speciali o con sovrapremio ?
l SI
l NO
Pratica attività sportive esposte a particolari rischi (ad es: subacqueo, paracadutismo, parapendio, deltaplano, gare automobilistiche e motociclistiche, alpinismo, ecc…..)? Se si, quali?
l SI
l NO
5.
6.
FA
C
-S
IM
IL
E
1.
In caso di risposta affermativa
inserire il valore (punto 1) o fornire
breve descrizione (punti da 2 a 6)
Altezzacm
Pesokg
Ai fini dell’accettazione del rischio da parte della Compagnia dichiaro, assumendomi ogni responsabilità, consapevole che le notizie ed i dati di ordine sanitario ed informativo costituiscono elemento fondamentale per la valutazione del rischio, di aver risposto con esattezza e in modo veritiero al questionario circa il mio stato di salute. Prosciolgo dal segreto
professionale e legale medici ed enti che mi hanno o potranno in futuro curare o visitare e le altre persone alle quali la Compagnia volesse rivolgersi per informazioni.
Ha in vigore con Cattolica Assicurazioni polizze Vita che prevedono un capitale in caso di morte? l SI l NO
Se SI indicare numero di polizza:
Capitale assicurato
.
,
FIRMA DELL’ASSICURATO
(o chi ne esercita la potestà, firma leggibile)
NORME SUGLI ACCERTAMENTI SANITARI
Per stabilire quali sono gli accertamenti sanitari ai quali deve essere sottoposto l’Assicurato, è necessario computare anche i capitali assicurati precedentemente con altre polizze in vigore con Società Cattolica di Assicurazione – Società Cooperativa.
Età dell’Assicurato
Capitale da assicurare (Euro)
Fino a 250.000,00
Fino a 50 anni
Sì
Da 250.000,01 a 600.000,00
Da 600.000,01 a 1.500.000,00
Fino a 150.000,00
Da 51 anni a 65 anni
No
Sì
Da 150.000,01 a 500.000,00 (*)
Da 500.000,01 a 1.500.000,00 (*)
Da 66 anni a 75 anni
Carenza
No
Accertamenti Sanitari
A (Questionario Sanitario)
B
C + eventuale Documentazione Finanziaria (**)
A (Questionario Sanitario)
B
C + eventuale Documentazione Finanziaria (**)
Fino a 300.000,00 (*)
No
B
Da 300.000,01 a 500.000,00 (*)
No
C
n
n
n
n
n
n
n
n
(*)Per gli Assicurati di sesso maschile di età superiore a 50 anni per i quali, in considerazione del capitale assicurato, sono previsti gli esami della lettera B, viene
richiesto anche PSA totale e PSA free.
(**)Documentazione Finanziaria:
• Per capitali tra Euro 1.000.000,01 e Euro 1.500.000,00: si richiede in ogni caso la compilazione del Questionario Fin 1
ACCERTAMENTI SANITARI
Scaglione di riferimento
Accertamenti sanitari richiesti
A
- Questionario sanitario standard
B
Come la A più:
- Rapporto di visita medica da parte del medico (mod. 602 predisposto dalla Compagnia)
- Esame delle urine effettuato in laboratorio
- Colesterolemia totale, HDL, LDL, Trigliceridemia, Glicemia
- PSA totale e PSA free (solo per assicurandi di sesso maschile)
- Test HIV (***) se il capitale assicurato supera i 250.000,00 Euro
C
Come la B più:
- Elettrocardiogramma da sforzo massimale al cicloergometro con valori di pressione arteriosa per ogni carico di lavoro secondo protocolli standard
- Azotemia, Creatininemia, AST, ALT, Gamma G.T, Bilirubina totale e frazionata, elettroforesi proteica, fosfatasi alcalina, tempo di protrombina, VES, Emocromo completo con formula e conta piastrinica, HBsAg, HBeAg, anti HCV
(***) nel caso in cui l’Assicurato rifiuti di sottoporsi al test HIV, come è suo diritto, viene applicato alla polizza, solo per le patologie collegate all’AIDS, un periodo di carenza di 5 anni.
NOTE GENERALI SUGLI ACCERTAMENTI SANITARI
1. I rapporti di visita medica debbono essere interamente e completamente compilati dal medico esaminatore sul mod. 602.
2. Per una migliore valutazione di qualsiasi rischio la Compagnia si riserva di richiedere, per qualsiasi scaglione di capitale, gli accertamenti sanitari che
riterrà necessari.
Qualora, prima della conclusione del contratto, si verifichi il decesso del Contraente ovvero si verifichi il decesso dell’Assicurato, la Compagnia rimborserà,
nel primo caso, agli eredi del Contraente e, nel secondo caso, al Contraente medesimo, il premio da questi corrisposto, entro 30 giorni dal ricevimento
della comunicazione di decesso.
Modulo di proposta - pag. 4 di 7
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
MODALITÀ DI PAGAMENTO DEL PREMIO
Se il SOGGETTO PAGATORE non coincide con il Contraente è obbligatorio compilare anche il modulo relativo al terzo pagatore.
Il pagamento del premio, alla sottoscrizione del contratto e alle rate successive, può essere effettuato tramite:
– bonifico bancario (specificando obbligatoriamente come causale la dicitura “Polizza vita”, il codice agenzia ed il numero di proposta di polizza)
accreditando l’importo sul conto di Agenzia autorizzato dalla Compagnia che verrà indicato dall’Agenzia al momento della stipula del contratto ovvero
sul conto della Compagnia (modalità prevista esclusivamente per i broker), fermo restando che per specifiche esigenze procedurali la Compagnia si
riserva di richiedere che il bonifico venga intestato direttamente a Società Cattolica di Assicurazioni – Società Cooperativa;
– bonifico postale, postagiro, bollettino postale (specificando obbligatoriamente come causale la dicitura “Polizza vita”, il codice agenzia ed il numero di
proposta di polizza) accreditando l’importo sul conto di Agenzia autorizzato dalla Compagnia che verrà indicato dall’Agenzia stessa al momento della
stipula del contratto;
– assegno, recante tassativamente la clausola di non trasferibilità, intestato a: “Ragione sociale Agente, in qualità di Agente di Cattolica Assicurazioni”
ovvero intestato alla Compagnia (modalità prevista esclusivamente per i broker).
Il pagamento del premio delle rate successive alla prima può essere effettuato anche tramite SDD (Sepa Direct Debit).
1) In caso di pagamento alla sottoscrizione tramite assegno compilare la sezione sottostante
COGNOME E NOME SOGGETTO PAGATORE
ABI
CAB
NUMERO COMPLETO DELL’ASSEGNO
IMPORTO IN EURO
.
.
* La data dell’assegno deve coincidere con la data di sottoscrizione della presente proposta di assicurazione.
,
,
DATA ASSEGNO*
2) In caso di pagamento alla sottoscrizione tramite bonifico compilare la sezione sottostante
ABI BANCA DEL SOGGETTO PAGATORE CAB BANCA DEL SOGGETTO PAGATORE
FA
C
-S
IM
IL
E
COGNOME E NOME SOGGETTO PAGATORE
Attenersi alle Istruzioni di pagamento del modulo “Istruzione per il pagamento tramite bonifico”
IMPORTO IN EURO
.
.
,
,
N.B.: Al pagamento delle periodicità successive a quella della sottoscrizione, in caso di variazione – rispetto a quanto indicato nelle sezioni
precedenti – del soggetto pagatore e/o del codice ABI e CAB della banca del soggetto pagatore, è necessario comunicare all’Agenzia
ovvero alla Compagnia i nuovi riferimenti.
In caso di pagamento per le periodicità successive alla prima tramite SDD intestato alla Compagnia compilare la sezione sottostante.
MANDATO PER ADDEBITO DIRETTO SEPA
RIFERIMENTO DEL MANDATO (riportare nello spazio sottostante il numero di proposta)
La sottoscrizione del presente mandato comporta per quanto riguarda il contratto sotto specificato:
(A) l’autorizzazione alla Società Cattolica di Assicurazioni – Società Cooperativa/creditore richiedere alla banca del Contraente/debitore l’addebito del suo conto e
(B) l’autorizzazione alla banca del debitore di procedere a tale addebito conformemente alle disposizioni impartite dalla Società Cattolica di Assicurazioni
– Società Cooperativa/creditore.
Nei casi consentiti (importo errato o non conforme con quanto concordato con il creditore) il Contraente/debitore ha diritto di ottenere il rimborso dalla
propria Banca secondo gli accordi ed alle condizioni che regolano il rapporto con quest’ultima. In tali casi, il rimborso deve essere richiesto nel termine
di 8 settimane a decorrere dalla data di addebito in conto.
Nome del debitore
CAP
Via e n. civico
Paese
Località
IBAN conto di addebito
Nome del creditore
Codice di identificazione del creditore
Società Cattolica di Assicurazione - Società Cooperativa
CAP
Codice fiscale del debitore
Swift BIC conto di addebito
IT430010000000320160237
Via e n. civico
Lungadige Cangrande 16
Paese
Località
37126
Italia
Verona
Tipo di pagamento: RICORRENTE
Luogo e data
IL SOGGETTO PAGATORE
In deroga alle disposizioni della normativa vigente che prevede la notifica del preavviso di addebito almeno 14 giorni di calendario prima della scadenza,
il sottoscritto dichiara che l’allegato A alla comunicazione scritta di conferma dell’avvenuta stipulazione e della regolare emissione della polizza – consegnato contestualmente allo stesso e nel quale sono indicati l’importo e la data di scadenza degli addebiti – vale come comunicazione di preavviso. Il
sottoscritto autorizza pertanto la Compagnia ad addebitare l’importo convenuto il giorno successivo alla data di sottoscrizione del presente mandato.
SOTTOSCRIZIONE DELLA PROPOSTA
Luogo,
IL CONTRAENTE
(firma leggibile)
L’ASSICURATO
Data di sottoscrizione della proposta
(o chi ne esercita la potestà) (ai sensi dell’Art. 1919 C.C.) (se diverso dal Contraente)
SPAZIO RISERVATO ALL’INTERMEDIARIO
La presente firma è posta anche a titolo di ricevuta dello/degli eventuale/i assegno/i consegnato/i per il pagamento del premio dovuto alla sottoscrizione.
Cognome e nome dell’Intermediario (in stampatello)
Iniziativa
Codice iniziativa
Codice dell’Intermediario
FIRMA DELL’INTERMEDIARIO
Descrizione iniziativa
SI NO
Modulo di proposta - pag. 5 di 7
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
TABELLA 2 CLASSIFICAZIONE DELLE ATTIVITÀ ECONOMICHE ATECO 2007
A
AGRICOLTURA, SILVICOLTURA E PESCA
01.1
01.2
01.3
01.4
01.5
01.6
01.7
02
02.1
02.2
02.3
02.4
03
03.1
03.2
COLTIVAZIONI AGRICOLE E PRODUZIONE DI PRODOTTI ANIMALI, CACCIA E SERVIZI
CONNESSI
COLTIVAZIONE DI COLTURE AGRICOLE NON PERMANENTI
COLTIVAZIONE DI COLTURE PERMANENTI
RIPRODUZIONE DELLE PIANTE
ALLEVAMENTO DI ANIMALI
COLTIVAZIONI AGRICOLE ASSOCIATE ALL’ALLEVAMENTO DI ANIMALI: ATTIVITÀ MISTA
ATTIVITÀ DI SUPPORTO ALL’AGRICOLTURA E ATTIVITÀ SUCCESSIVE ALLA RACCOLTA
CACCIA, CATTURA DI ANIMALI E SERVIZI CONNESSI
SILVICOLTURA ED UTILIZZO DI AREE FORESTALI
SILVICOLTURA ED ALTRE ATTIVITÀ FORESTALI
UTILIZZO DI AREE FORESTALI
RACCOLTA DI PRODOTTI SELVATICI NON LEGNOSI
SERVIZI DI SUPPORTO PER LA SILVICOLTURA
PESCA E ACQUACOLTURA
PESCA
ACQUACOLTURA
B
ESTRAZIONE DI MINERALI DA CAVE E MINIERE
05
05.1
05.2
06
06.1
06.2
07
07.1
07.2
08
08.1
08.9
09
09.1
09.9
C
10
10.1
10.2
10.3
10.4
10.5
10.6
10.7
10.8
10.9
11
11.0
12
12.0
13
13.1
13.2
13.3
13.9
14
14.1
14.2
14.3
15
15.1
15.2
16
16.1
16.2
17
17.1
17.2
18
18.1
18.2
19
19.1
19.2
20
20.1
20.2
20.3
20.4
20.5
20.6
21
21.1
21.2
22
22.1
22.2
23
23.1
23.2
23.3
23.4
23.5
23.6
23.7
23.9
24
24.1
24.2
24.3
24.4
24.5
25
25.1
25.2
25.3
25.4
25.5
25.6
25.7
25.9
26
26.1
26.2
26.3
26.4
26.5
26.6
26.7
26.8
27
27.1
27.2
27.3
27.4
27.5
27.9
28
28.1
28.2
28.3
28.4
ESTRAZIONE DI CARBONE (ESCLUSA TORBA)
ESTRAZIONE DI ANTRACITE
ESTRAZIONE DI LIGNITE
ESTRAZIONE DI PETROLIO GREGGIO E DI GAS NATURALE
ESTRAZIONE DI PETROLIO GREGGIO
ESTRAZIONE DI GAS NATURALE
ESTRAZIONE DI MINERALI METALLIFERI
ESTRAZIONE DI MINERALI METALLIFERI FERROSI
ESTRAZIONE DI MINERALI METALLIFERI NON FERROSI
ALTRE ATTIVITÀ DI ESTRAZIONE DI MINERALI DA CAVE E MINIERE
ESTRAZIONE DI PIETRA, SABBIA E ARGILLA
ESTRAZIONE DI MINERALI DA CAVE E MINIERE NCA
ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI SUPPORTO ALL’ESTRAZIONE
ATTIVITÀ DI SUPPORTO ALL’ESTRAZIONE DI PETROLIO E DI GAS NATURALE
ATTIVITÀ DI SUPPORTO PER L’ESTRAZIONE DA CAVE E MINIERE DI ALTRI MINERALI
ATTIVITÀ MANIFATTURIERE
INDUSTRIE ALIMENTARI
LAVORAZIONE E CONSERVAZIONE DI CARNE E PRODUZIONE DI PRODOTTI A BASE
DI CARNE
LAVORAZIONE E CONSERVAZIONE DI PESCE, CROSTACEI E MOLLUSCHI
LAVORAZIONE E CONSERVAZIONE DI FRUTTA E ORTAGGI
PRODUZIONE DI OLI E GRASSI VEGETALI E ANIMALI
INDUSTRIA LATTIERO-CASEARIA
LAVORAZIONE DELLE GRANAGLIE, PRODUZIONE DI AMIDI E DI PRODOTTI AMIDACEI
PRODUZIONE DI PRODOTTI DA FORNO E FARINACEI
PRODUZIONE DI ALTRI PRODOTTI ALIMENTARI
PRODUZIONE DI PRODOTTI PER L’ALIMENTAZIONE DEGLI ANIMALI
INDUSTRIA DELLE BEVANDE
INDUSTRIA DELLE BEVANDE
INDUSTRIA DEL TABACCO
INDUSTRIA DEL TABACCO
INDUSTRIE TESSILI
PREPARAZIONE E FILATURA DI FIBRE TESSILI
TESSITURA
FINISSAGGIO DEI TESSILI
ALTRE INDUSTRIE TESSILI
CONFEZIONE DI ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO; CONFEZIONE DI ARTICOLI IN PELLE E
PELLICCIA
CONFEZIONE DI ARTICOLI DI ABBIGLIAMENTO (ESCLUSO ABBIGLIAMENTO IN PELLICCIA)
CONFEZIONE DI ARTICOLI IN PELLICCIA
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI DI MAGLIERIA
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN PELLE E SIMILI
PREPARAZIONE E CONCIA DEL CUOIO; FABBRICAZIONE DI ARTICOLI DA VIAGGIO,
BORSE, PELLETTERIA E SELLERIA; PREPARAZIONE E TINTURA DI PELLICCE
FABBRICAZIONE DI CALZATURE
INDUSTRIA DEL LEGNO E DEI PRODOTTI IN LEGNO E SUGHERO (ESCLUSI I MOBILI);
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN PAGLIA E MATERIALI DA INTRECCIO
TAGLIO E PIALLATURA DEL LEGNO
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI IN LEGNO, SUGHERO, PAGLIA E MATERIALI DA INTRECCIO
FABBRICAZIONE DI CARTA E DI PRODOTTI DI CARTA
FABBRICAZIONE DI PASTA-CARTA, CARTA E CARTONE
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI DI CARTA E CARTONE
STAMPA E RIPRODUZIONE DI SUPPORTI REGISTRATI
STAMPA E SERVIZI CONNESSI ALLA STAMPA
RIPRODUZIONE DI SUPPORTI REGISTRATI
FABBRICAZIONE DI COKE E PRODOTTI DERIVANTI DALLA RAFFINAZIONE DEL PETROLIO
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI DI COKERIA
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI DERIVANTI DALLA RAFFINAZIONE DEL PETROLIO
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CHIMICI
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI CHIMICI DI BASE, DI FERTILIZZANTI E COMPOSTI
AZOTATI, DI MATERIE PLASTICHE E GOMMA SINTETICA IN FORME PRIMARIE
FABBRICAZIONE DI AGROFARMACI E DI ALTRI PRODOTTI CHIMICI PER L’AGRICOLTURA
FABBRICAZIONE DI PITTURE, VERNICI E SMALTI, INCHIOSTRI DA STAMPA E ADESIVI
SINTETICI (MASTICI)
FABBRICAZIONE DI SAPONI E DETERGENTI, DI PRODOTTI PER LA PULIZIA E LA
LUCIDATURA, DI PROFUMI E COSMETICI
FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI CHIMICI
FABBRICAZIONE DI FIBRE SINTETICHE E ARTIFICIALI
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI FARMACEUTICI DI BASE E DI PREPARATI FARMACEUTICI
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI FARMACEUTICI DI BASE
FABBRICAZIONE DI MEDICINALI E PREPARATI FARMACEUTICI
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN GOMMA E MATERIE PLASTICHE
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN GOMMA
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI IN MATERIE PLASTICHE
FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI DELLA LAVORAZIONE DI MINERALI NON METALLIFERI
FABBRICAZIONE DI VETRO E DI PRODOTTI IN VETRO
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI REFRATTARI
FABBRICAZIONE DI MATERIALI DA COSTRUZIONE IN TERRACOTTA
FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI IN PORCELLANA E IN CERAMICA
PRODUZIONE DI CEMENTO, CALCE E GESSO
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI IN CALCESTRUZZO, CEMENTO E GESSO
TAGLIO, MODELLATURA E FINITURA DI PIETRE
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI ABRASIVI E DI PRODOTTI IN MINERALI NON
METALLIFERI NCA
METALLURGIA
SIDERURGIA
FABBRICAZIONE DI TUBI, CONDOTTI, PROFILATI CAVI E RELATIVI ACCESSORI IN
ACCIAIO (ESCLUSI QUELLI IN ACCIAIO COLATO)
FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI DELLA PRIMA TRASFORMAZIONE DELL’ACCIAIO
PRODUZIONE DI METALLI DI BASE PREZIOSI E ALTRI METALLI NON FERROSI,
TRATTAMENTO DEI COMBUSTIBILI NUCLEARI
FONDERIE
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI IN METALLO (ESCLUSI MACCHINARI E ATTREZZATURE)
FABBRICAZIONE DI ELEMENTI DA COSTRUZIONE IN METALLO
FABBRICAZIONE DI CISTERNE, SERBATOI, RADIATORI E CONTENITORI IN METALLO
FABBRICAZIONE DI GENERATORI DI VAPORE (ESCLUSI I CONTENITORI IN METALLO
PER CALDAIE PER IL RISCALDAMENTO CENTRALE AD ACQUA CALDA)
FABBRICAZIONE DI ARMI E MUNIZIONI
FUCINATURA, IMBUTITURA, STAMPAGGIO E PROFILATURA DEI METALLI;
METALLURGIA DELLE POLVERI
TRATTAMENTO E RIVESTIMENTO DEI METALLI; LAVORI DI MECCANICA GENERALE
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI DI COLTELLERIA, UTENSILI E OGGETTI DI FERRAMENTA
FABBRICAZIONE DI ALTRI PRODOTTI IN METALLO
FABBRICAZIONE DI COMPUTER E PRODOTTI DI ELETTRONICA E OTTICA;
APPARECCHI ELETTROMEDICALI, APPARECCHI DI MISURAZIONE E DI OROLOGI
FABBRICAZIONE DI COMPONENTI ELETTRONICI E SCHEDE ELETTRONICHE
FABBRICAZIONE DI COMPUTER E UNITÀ PERIFERICHE
FABBRICAZIONE DI APPARECCHIATURE PER LE TELECOMUNICAZIONI
FABBRICAZIONE DI PRODOTTI DI ELETTRONICA DI CONSUMO AUDIO E VIDEO
FABBRICAZIONE DI STRUMENTI E APPARECCHI DI MISURAZIONE, PROVA E
NAVIGAZIONE; OROLOGI
FABBRICAZIONE DI STRUMENTI PER IRRADIAZIONE, APPARECCHIATURE
ELETTROMEDICALI ED ELETTROTERAPEUTICHE
FABBRICAZIONE DI STRUMENTI OTTICI E ATTREZZATURE FOTOGRAFICHE
FABBRICAZIONE DI SUPPORTI MAGNETICI ED OTTICI
FABBRICAZIONE DI APPARECCHIATURE ELETTRICHE ED APPARECCHIATURE PER USO
DOMESTICO NON ELETTRICHE
FABBRICAZIONE DI MOTORI, GENERATORI E TRASFORMATORI ELETTRICI E DI
APPARECCHIATURE PER LA DISTRIBUZIONE E IL CONTROLLO DELL’ELETTRICITÀ
FABBRICAZIONE DI BATTERIE DI PILE ED ACCUMULATORI ELETTRICI
FABBRICAZIONE DI CABLAGGI E APPARECCHIATURE DI CABLAGGIO
FABBRICAZIONE DI APPARECCHIATURE PER ILLUMINAZIONE
FABBRICAZIONE DI APPARECCHI PER USO DOMESTICO
FABBRICAZIONE DI ALTRE APPARECCHIATURE ELETTRICHE
FABBRICAZIONE DI MACCHINARI ED APPARECCHIATURE NCA
FABBRICAZIONE DI MACCHINE DI IMPIEGO GENERALE
FABBRICAZIONE DI ALTRE MACCHINE DI IMPIEGO GENERALE
FABBRICAZIONE DI MACCHINE PER L’AGRICOLTURA E LA SILVICOLTURA
FABBRICAZIONE DI MACCHINE PER LA FORMATURA DEI METALLI E DI ALTRE
MACCHINE UTENSILI
28.9
29
29.1
29.2
29.3
30
30.1
30.2
30.3
30.4
30.9
31
31.0
32
32.1
32.2
32.3
32.4
32.5
32.9
33
33.1
33.2
D
35
35.1
35.2
35.3
E
36
36.0
37
37.0
38
38.1
38.2
38.3
39
39.0
FABBRICAZIONE DI ALTRE MACCHINE PER IMPIEGHI SPECIALI
FABBRICAZIONE DI AUTOVEICOLI, RIMORCHI E SEMIRIMORCHI
FABBRICAZIONE DI AUTOVEICOLI
FABBRICAZIONE DI CARROZZERIE PER AUTOVEICOLI, RIMORCHI E SEMIRIMORCHI
FABBRICAZIONE DI PARTI ED ACCESSORI PER AUTOVEICOLI E LORO MOTORI
FABBRICAZIONE DI ALTRI MEZZI DI TRASPORTO
COSTRUZIONE DI NAVI E IMBARCAZIONI
COSTRUZIONE DI LOCOMOTIVE E DI MATERIALE ROTABILE FERRO-TRANVIARIO
FABBRICAZIONE DI AEROMOBILI, DI VEICOLI SPAZIALI E DEI RELATIVI DISPOSITIVI
FABBRICAZIONE DI VEICOLI MILITARI DA COMBATTIMENTO
FABBRICAZIONE DI MEZZI DI TRASPORTO NCA
FABBRICAZIONE DI MOBILI
FABBRICAZIONE DI MOBILI
ALTRE INDUSTRIE MANIFATTURIERE
FABBRICAZIONE DI GIOIELLERIA, BIGIOTTERIA E ARTICOLI CONNESSI;
LAVORAZIONE DELLE PIETRE PREZIOSE
FABBRICAZIONE DI STRUMENTI MUSICALI
FABBRICAZIONE DI ARTICOLI SPORTIVI
FABBRICAZIONE DI GIOCHI E GIOCATTOLI
FABBRICAZIONE DI STRUMENTI E FORNITURE MEDICHE E DENTISTICHE
INDUSTRIE MANIFATTURIERE NCA
RIPARAZIONE, MANUTENZIONE ED INSTALLAZIONE DI MACCHINE ED
APPARECCHIATURE
RIPARAZIONE E MANUTENZIONE DI PRODOTTI IN METALLO, MACCHINE ED
APPARECCHIATURE
INSTALLAZIONE DI MACCHINE ED APPARECCHIATURE INDUSTRIALI
FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA, GAS, VAPORE E ARIA
CONDIZIONATA
FORNITURA DI ENERGIA ELETTRICA, GAS, VAPORE E ARIA CONDIZIONATA
PRODUZIONE, TRASMISSIONE E DISTRIBUZIONE DI ENERGIA ELETTRICA
PRODUZIONE DI GAS; DISTRIBUZIONE DI COMBUSTIBILI GASSOSI MEDIANTE CONDOTTE
FORNITURA DI VAPORE E ARIA CONDIZIONATA
FORNITURA DI ACQUA; RETI FOGNARIE, ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI
RIFIUTI E RISANAMENTO
RACCOLTA, TRATTAMENTO E FORNITURA DI ACQUA
RACCOLTA, TRATTAMENTO E FORNITURA DI ACQUA
GESTIONE DELLE RETI FOGNARIE
GESTIONE DELLE RETI FOGNARIE
ATTIVITÀ DI RACCOLTA, TRATTAMENTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI; RECUPERO DEI
MATERIALI
RACCOLTA DEI RIFIUTI
TRATTAMENTO E SMALTIMENTO DEI RIFIUTI
RECUPERO DEI MATERIALI
ATTIVITÀ DI RISANAMENTO E ALTRI SERVIZI DI GESTIONE DEI RIFIUTI
ATTIVITÀ DI RISANAMENTO E ALTRI SERVIZI DI GESTIONE DEI RIFIUTI
K
64
64.1
64.2
64.3
64.9
65
ATTIVITÀ FINANZIARIE E ASSICURATIVE
66.2
66.3
ATTIVITÀ DI SERVIZI FINANZIARI (ESCLUSE LE ASSICURAZIONI E I FONDI PENSIONE)
INTERMEDIAZIONE MONETARIA
ATTIVITÀ DELLE SOCIETÀ DI PARTECIPAZIONE (HOLDING)
SOCIETÀ FIDUCIARIE, FONDI E ALTRE SOCIETÀ SIMILI
ALTRE ATTIVITÀ DI SERVIZI FINANZIARI (ESCLUSE LE ASSICURAZIONI E I FONDI PENSIONE)
ASSICURAZIONI, RIASSICURAZIONI E FONDI PENSIONE (ESCLUSE LE ASSICURAZIONI
SOCIALI OBBLIGATORIE)
ASSICURAZIONI
RIASSICURAZIONI
FONDI PENSIONE
ATTIVITÀ AUSILIARIE DEI SERVIZI FINANZIARI E DELLE ATTIVITÀ ASSICURATIVE
ATTIVITÀ AUSILIARIE DEI SERVIZI FINANZIARI (ESCLUSE LE ASSICURAZIONI E I FONDI
PENSIONE)
ATTIVITÀ AUSILIARIE DELLE ASSICURAZIONI E DEI FONDI PENSIONE
ATTIVITÀ DI GESTIONE DEI FONDI
L
ATTIVITÀ IMMOBILIARI
M
ATTIVITÀ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE E TECNICHE
65.1
65.2
65.3
66
66.1
68
68.1
68.2
68.3
69
69.1
69.2
ATTIVITÀ IMMOBILIARI
COMPRAVENDITA DI BENI IMMOBILI EFFETTUATA SU BENI PROPRI
AFFITTO E GESTIONE DI IMMOBILI DI PROPRIETÀ O IN LEASING
ATTIVITÀ IMMOBILIARI PER CONTO TERZI
72.2
73
73.1
73.2
74
74.1
74.2
74.3
74.9
75
75.0
ATTIVITÀ LEGALI E CONTABILITÀ
ATTIVITÀ DEGLI STUDI LEGALI
CONTABILITÀ, CONTROLLO E REVISIONE CONTABILE, CONSULENZA IN MATERIA
FISCALE E DEL LAVORO
ATTIVITÀ DI DIREZIONE AZIENDALE E DI CONSULENZA GESTIONALE
ATTIVITÀ DI DIREZIONE AZIENDALE
ATTIVITÀ DI CONSULENZA GESTIONALE
ATTIVITÀ DEGLI STUDI DI ARCHITETTURA E D’INGEGNERIA; COLLAUDI ED ANALISI
TECNICHE
ATTIVITÀ DEGLI STUDI DI ARCHITETTURA, INGEGNERIA ED ALTRI STUDI TECNICI
COLLAUDI ED ANALISI TECNICHE
RICERCA SCIENTIFICA E SVILUPPO
RICERCA E SVILUPPO SPERIMENTALE NEL CAMPO DELLE SCIENZE NATURALI E
DELL’INGEGNERIA
RICERCA E SVILUPPO SPERIMENTALE NEL CAMPO DELLE SCIENZE SOCIALI E UMANISTICHE
PUBBLICITÀ E RICERCHE DI MERCATO
PUBBLICITÀ
RICERCHE DI MERCATO E SONDAGGI DI OPINIONE
ALTRE ATTIVITÀ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE E TECNICHE
ATTIVITÀ DI DESIGN SPECIALIZZATE
ATTIVITÀ FOTOGRAFICHE
TRADUZIONE E INTERPRETARIATO
ALTRE ATTIVITÀ PROFESSIONALI, SCIENTIFICHE E TECNICHE NCA
SERVIZI VETERINARI
SERVIZI VETERINARI
N
NOLEGGIO, AGENZIE DI VIAGGIO, SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE
70
70.1
70.2
71
71.1
71.2
72
72.1
FA
C
-S
IM
IL
E
01
F
41
41.1
41.2
42
42.1
42.2
42.9
43
43.1
43.2
43.3
43.9
G
45
COSTRUZIONI
COSTRUZIONE DI EDIFICI
SVILUPPO DI PROGETTI IMMOBILIARI
COSTRUZIONE DI EDIFICI RESIDENZIALI E NON RESIDENZIALI
INGEGNERIA CIVILE
COSTRUZIONE DI STRADE E FERROVIE
COSTRUZIONE DI OPERE DI PUBBLICA UTILITÀ
COSTRUZIONE DI ALTRE OPERE DI INGEGNERIA CIVILE
LAVORI DI COSTRUZIONE SPECIALIZZATI
DEMOLIZIONE E PREPARAZIONE DEL CANTIERE EDILE
INSTALLAZIONE DI IMPIANTI ELETTRICI, IDRAULICI ED ALTRI LAVORI DI
COSTRUZIONE E INSTALLAZIONE
COMPLETAMENTO E FINITURA DI EDIFICI
ALTRI LAVORI SPECIALIZZATI DI COSTRUZIONE
COMMERCIO ALL’INGROSSO E AL DETTAGLIO; RIPARAZIONE DI
AUTOVEICOLI E MOTOCICLI
47.7
47.8
47.9
COMMERCIO ALL’INGROSSO E AL DETTAGLIO E RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI E
MOTOCICLI
COMMERCIO DI AUTOVEICOLI
MANUTENZIONE E RIPARAZIONE DI AUTOVEICOLI
COMMERCIO DI PARTI E ACCESSORI DI AUTOVEICOLI
COMMERCIO, MANUTENZIONE E RIPARAZIONE DI MOTOCICLI E RELATIVE PARTI ED
ACCESSORI
COMMERCIO ALL’INGROSSO (ESCLUSO QUELLO DI AUTOVEICOLI E DI MOTOCICLI)
INTERMEDIARI DEL COMMERCIO
COMMERCIO ALL’INGROSSO DI MATERIE PRIME AGRICOLE E DI ANIMALI VIVI
COMMERCIO ALL’INGROSSO DI PRODOTTI ALIMENTARI, BEVANDE E PRODOTTI DEL
TABACCO
COMMERCIO ALL’INGROSSO DI BENI DI CONSUMO FINALE
COMMERCIO ALL’INGROSSO DI APPARECCHIATURE ICT
COMMERCIO ALL’INGROSSO DI ALTRI MACCHINARI, ATTREZZATURE E FORNITURE
COMMERCIO ALL’INGROSSO SPECIALIZZATO DI ALTRI PRODOTTI
COMMERCIO ALL’INGROSSO NON SPECIALIZZATO
COMMERCIO AL DETTAGLIO (ESCLUSO QUELLO DI AUTOVEICOLI E DI MOTOCICLI)
COMMERCIO AL DETTAGLIO IN ESERCIZI NON SPECIALIZZATI
COMMERCIO AL DETTAGLIO DI PRODOTTI ALIMENTARI, BEVANDE E TABACCO IN
ESERCIZI SPECIALIZZATI
COMMERCIO AL DETTAGLIO DI CARBURANTE PER AUTOTRAZIONE IN ESERCIZI
SPECIALIZZATI
COMMERCIO AL DETTAGLIO DI APPARECCHIATURE INFORMATICHE E PER LE
TELECOMUNICAZIONI (ICT) IN ESERCIZI SPECIALIZZATI
COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ALTRI PRODOTTI PER USO DOMESTICO IN ESERCIZI
SPECIALIZZATI
COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ARTICOLI CULTURALI E RICREATIVI IN ESERCIZI
SPECIALIZZATI
COMMERCIO AL DETTAGLIO DI ALTRI PRODOTTI IN ESERCIZI SPECIALIZZATI
COMMERCIO AL DETTAGLIO AMBULANTE
COMMERCIO AL DETTAGLIO AL DI FUORI DI NEGOZI, BANCHI E MERCATI
H
TRASPORTO E MAGAZZINAGGIO
45.1
45.2
45.3
45.4
46
46.1
46.2
46.3
46.4
46.5
46.6
46.7
46.9
47
47.1
47.2
47.3
47.4
47.5
47.6
49
49.1
49.2
49.3
49.4
49.5
50
50.1
50.2
50.3
50.4
51
51.1
51.2
52
52.1
52.2
53
53.1
53.2
I
55
55.1
55.2
55.3
55.9
56
56.1
56.2
56.3
J
58
58.1
58.2
59
59.1
59.2
60
60.1
60.2
61
61.1
61.2
61.3
61.9
62
62.0
63
63.1
63.9
TRASPORTO TERRESTRE E TRASPORTO MEDIANTE CONDOTTE
TRASPORTO FERROVIARIO DI PASSEGGERI (INTERURBANO)
TRASPORTO FERROVIARIO DI MERCI
ALTRI TRASPORTI TERRESTRI DI PASSEGGERI
TRASPORTO DI MERCI SU STRADA E SERVIZI DI TRASLOCO
TRASPORTO MEDIANTE CONDOTTE
TRASPORTO MARITTIMO E PER VIE D’ACQUA
TRASPORTO MARITTIMO E COSTIERO DI PASSEGGERI
TRASPORTO MARITTIMO E COSTIERO DI MERCI
TRASPORTO DI PASSEGGERI PER VIE D’ACQUA INTERNE
TRASPORTO DI MERCI PER VIE D’ACQUA INTERNE
TRASPORTO AEREO
TRASPORTO AEREO DI PASSEGGERI
TRASPORTO AEREO DI MERCI E TRASPORTO SPAZIALE
MAGAZZINAGGIO E ATTIVITÀ DI SUPPORTO AI TRASPORTI
MAGAZZINAGGIO E CUSTODIA
ATTIVITÀ DI SUPPORTO AI TRASPORTI
SERVIZI POSTALI E ATTIVITÀ DI CORRIERE
ATTIVITÀ POSTALI CON OBBLIGO DI SERVIZIO UNIVERSALE
ALTRE ATTIVITÀ POSTALI E DI CORRIERE
ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI ALLOGGIO E DI RISTORAZIONE
ALLOGGIO
ALBERGHI E STRUTTURE SIMILI
ALLOGGI PER VACANZE E ALTRE STRUTTURE PER BREVI SOGGIORNI
AREE DI CAMPEGGIO E AREE ATTREZZATE PER CAMPER E ROULOTTE
ALTRI ALLOGGI
ATTIVITÀ DEI SERVIZI DI RISTORAZIONE
RISTORANTI E ATTIVITÀ DI RISTORAZIONE MOBILE
FORNITURA DI PASTI PREPARATI (CATERING) E ALTRI SERVIZI DI RISTORAZIONE
BAR E ALTRI ESERCIZI SIMILI SENZA CUCINA
SERVIZI DI INFORMAZIONE E COMUNICAZIONE
ATTIVITÀ EDITORIALI
EDIZIONE DI LIBRI, PERIODICI ED ALTRE ATTIVITÀ EDITORIALI
EDIZIONE DI SOFTWARE
ATTIVITÀ DI PRODUZIONE CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI,
DI REGISTRAZIONI MUSICALI E SONORE
ATTIVITÀ DI PRODUZIONE, POST-PRODUZIONE E DISTRIBUZIONE
CINEMATOGRAFICA, DI VIDEO E DI PROGRAMMI TELEVISIVI
ATTIVITÀ DI REGISTRAZIONE SONORA E DI EDITORIA MUSICALE
ATTIVITÀ DI PROGRAMMAZIONE E TRASMISSIONE
TRASMISSIONI RADIOFONICHE
ATTIVITÀ DI PROGRAMMAZIONE E TRASMISSIONI TELEVISIVE
TELECOMUNICAZIONI
TELECOMUNICAZIONI FISSE
TELECOMUNICAZIONI MOBILI
TELECOMUNICAZIONI SATELLITARI
ALTRE ATTIVITÀ DI TELECOMUNICAZIONE
PRODUZIONE DI SOFTWARE, CONSULENZA INFORMATICA E ATTIVITÀ CONNESSE
PRODUZIONE DI SOFTWARE, CONSULENZA INFORMATICA E ATTIVITÀ CONNESSE
ATTIVITÀ DEI SERVIZI D’INFORMAZIONE E ALTRI SERVIZI INFORMATICI
ELABORAZIONE DEI DATI, HOSTING E ATTIVITÀ CONNESSE; PORTALI WEB
ALTRE ATTIVITÀ DEI SERVIZI D’INFORMAZIONE
77
77.1
77.2
77.3
77.4
78
78.1
78.2
78.3
79
79.1
79.9
80
80.1
80.2
80.3
81
81.1
81.2
81.3
82
82.1
82.2
82.3
82.9
O
84
84.1
84.2
84.3
P
ATTIVITÀ DI NOLEGGIO E LEASING OPERATIVO
NOLEGGIO DI AUTOVEICOLI
NOLEGGIO DI BENI PER USO PERSONALE E PER LA CASA
NOLEGGIO DI ALTRE MACCHINE, ATTREZZATURE E BENI MATERIALI
CONCESSIONE DEI DIRITTI DI SFRUTTAMENTO DI PROPRIETÀ INTELLETTUALE E
PRODOTTI SIMILI (ESCLUSE LE OPERE PROTETTE DAL COPYRIGHT)
ATTIVITÀ DI RICERCA, SELEZIONE, FORNITURA DI PERSONALE
ATTIVITÀ DI AGENZIE DI COLLOCAMENTO
ATTIVITÀ DELLE AGENZIE DI LAVORO TEMPORANEO (INTERINALE)
ALTRE ATTIVITÀ DI FORNITURA E GESTIONE DI RISORSE UMANE
ATTIVITÀ DEI SERVIZI DELLE AGENZIE DI VIAGGIO, DEI TOUR OPERATOR E SERVIZI DI
PRENOTAZIONE E ATTIVITÀ CONNESSE
ATTIVITÀ DELLE AGENZIE DI VIAGGIO E DEI TOUR OPERATOR
ALTRI SERVIZI DI PRENOTAZIONE E ATTIVITÀ CONNESSE
SERVIZI DI VIGILANZA E INVESTIGAZIONE
SERVIZI DI VIGILANZA PRIVATA
SERVIZI CONNESSI AI SISTEMI DI VIGILANZA
SERVIZI INVESTIGATIVI PRIVATI
ATTIVITÀ DI SERVIZI PER EDIFICI E PAESAGGIO
SERVIZI INTEGRATI DI GESTIONE AGLI EDIFICI
ATTIVITÀ DI PULIZIA E DISINFESTAZIONE
CURA E MANUTENZIONE DEL PAESAGGIO
ATTIVITÀ DI SUPPORTO PER LE FUNZIONI D’UFFICIO E ALTRI SERVIZI DI SUPPORTO
ALLE IMPRESE
ATTIVITÀ DI SUPPORTO PER LE FUNZIONI D’UFFICIO
ATTIVITÀ DEI CALL CENTER
ORGANIZZAZIONE DI CONVEGNI E FIERE
SERVIZI DI SUPPORTO ALLE IMPRESE NCA
AMMINISTRAZIONE PUBBLICA E DIFESA; ASSICURAZIONE SOCIALE
OBBLIGATORIA
AMMINISTRAZIONE PUBBLICA E DIFESA; ASSICURAZIONE SOCIALE OBBLIGATORIA
AMMINISTRAZIONE PUBBLICA: AMMINISTRAZIONE GENERALE, ECONOMICA E
SOCIALE
SERVIZI COLLETTIVI DELLE AMMINISTRAZIONI PUBBLICHE
ASSICURAZIONE SOCIALE OBBLIGATORIA
ISTRUZIONE
85
85.1
85.2
85.3
85.4
85.5
85.6
ISTRUZIONE
ISTRUZIONE PRESCOLASTICA
ISTRUZIONE PRIMARIA
ISTRUZIONE SECONDARIA
ISTRUZIONE POST-SECONDARIA UNIVERSITARIA E NON UNIVERSITARIA
ALTRI SERVIZI DI ISTRUZIONE
ATTIVITÀ DI SUPPORTO ALL’ISTRUZIONE
Q
SANITÀ E ASSISTENZA SOCIALE
86
86.1
86.2
86.9
87
87.1
87.2
87.3
87.9
88
88.1
88.9
ASSISTENZA SANITARIA
SERVIZI OSPEDALIERI
SERVIZI DEGLI STUDI MEDICI E ODONTOIATRICI
ALTRI SERVIZI DI ASSISTENZA SANITARIA
SERVIZI DI ASSISTENZA SOCIALE RESIDENZIALE
STRUTTURE DI ASSISTENZA INFERMIERISTICA RESIDENZIALE
STRUTTURE DI ASSISTENZA RESIDENZIALE PER PERSONE AFFETTE DA RITARDI
MENTALI, DISTURBI MENTALI O CHE ABUSANO DI SOSTANZE STUPEFACENTI
STRUTTURE DI ASSISTENZA RESIDENZIALE PER ANZIANI E DISABILI
ALTRE STRUTTURE DI ASSISTENZA SOCIALE RESIDENZIALE
ASSISTENZA SOCIALE NON RESIDENZIALE
ASSISTENZA SOCIALE NON RESIDENZIALE PER ANZIANI E DISABILI
ALTRE ATTIVITÀ DI ASSISTENZA SOCIALE NON RESIDENZIALE
R
ATTIVITÀ ARTISTICHE, SPORTIVE, DI INTRATTENIMENTO E DIVERTIMENTO
S
ALTRE ATTIVITÀ DI SERVIZI
T
ATTIVITÀ DI FAMIGLIE E CONVIVENZE COME DATORI DI LAVORO
PER PERSONALE DOMESTICO; PRODUZIONE DI BENI E SERVIZI
INDIFFERENZIATI PER USO PROPRIO DA PARTE DI FAMIGLIE E
CONVIVENZE
90
90.0
91
91.0
92
92.0
93
93.1
93.2
94
94.1
94.2
94.9
95
95.1
95.2
96
96.0
97
97.0
98
98.1
98.2
U
99
99.0
ATTIVITÀ CREATIVE, ARTISTICHE E DI INTRATTENIMENTO
ATTIVITÀ CREATIVE, ARTISTICHE E DI INTRATTENIMENTO
ATTIVITÀ DI BIBLIOTECHE, ARCHIVI, MUSEI ED ALTRE ATTIVITÀ CULTURALI
ATTIVITÀ DI BIBLIOTECHE, ARCHIVI, MUSEI ED ALTRE ATTIVITÀ CULTURALI
ATTIVITÀ RIGUARDANTI LE LOTTERIE, LE SCOMMESSE, LE CASE DA GIOCO
ATTIVITÀ RIGUARDANTI LE LOTTERIE, LE SCOMMESSE, LE CASE DA GIOCO
ATTIVITÀ SPORTIVE, DI INTRATTENIMENTO E DI DIVERTIMENTO
ATTIVITÀ SPORTIVE
ATTIVITÀ RICREATIVE E DI DIVERTIMENTO
ATTIVITÀ DI ORGANIZZAZIONI ASSOCIATIVE
ATTIVITÀ DI ORGANIZZAZIONI ECONOMICHE, DI DATORI DI LAVORO E PROFESSIONALI
ATTIVITÀ DEI SINDACATI DI LAVORATORI DIPENDENTI
ATTIVITÀ DI ALTRE ORGANIZZAZIONI ASSOCIATIVE
RIPARAZIONE DI COMPUTER E DI BENI PER USO PERSONALE E PER LA CASA
RIPARAZIONE DI COMPUTER E DI APPARECCHIATURE PER LE COMUNICAZIONI
RIPARAZIONE DI BENI PER USO PERSONALE E PER LA CASA
ALTRE ATTIVITÀ DI SERVIZI PER LA PERSONA
ALTRE ATTIVITÀ DI SERVIZI PER LA PERSONA
ATTIVITÀ DI FAMIGLIE E CONVIVENZE COME DATORI DI LAVORO PER PERSONALE
DOMESTICO
ATTIVITÀ DI FAMIGLIE E CONVIVENZE COME DATORI DI LAVORO PER PERSONALE
DOMESTICO
PRODUZIONE DI BENI E SERVIZI INDIFFERENZIATI PER USO PROPRIO DA PARTE DI
FAMIGLIE E CONVIVENZE
PRODUZIONE DI BENI INDIFFERENZIATI PER USO PROPRIO DA PARTE DI FAMIGLIE E
CONVIVENZE
PRODUZIONE DI SERVIZI INDIFFERENZIATI PER USO PROPRIO DA PARTE DI FAMIGLIE
E CONVIVENZE
ORGANIZZAZIONI ED ORGANISMI EXTRATERRITORIALI
ORGANIZZAZIONI ED ORGANISMI EXTRATERRITORIALI
ORGANIZZAZIONI ED ORGANISMI EXTRATERRITORIALI
I codici SAE e ATECO assegnati al cliente devono corrispondere all’attività lavorativa esercitata, se si tratta di persona fisica, oppure all’attività economica svolta, se si tratta di soggetto diverso da persona fisica.
Qualora il cliente eserciti un’attività per la quale è prevista l’iscrizione al Registro delle Imprese tenuto dalla Camera di Commercio, le codifiche relative alle attività sono reperibili dalle visure camerali.
Modulo di proposta - pag. 6 di 7
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
ELENCO DELLE SOCIETÀ DEL GRUPPO CATTOLICA
E
Licenza Elementare
M
Licenza Media Inferiore
S
Licenza Media Superiore
L
Laurea
T
Laurea + Master
CODIFICHE PROFESSIONE
01
Libero Professionista
02
Rappresentante, Agente di Commercio
03
Imprenditore
04
Commerciante
05
Artigiano, Lavoratore autonomo
06
Agricoltore non dipendente
07
Altro Lavoratore Non Dipendente
08
Collaboratore coordinato e continuativo
20
Dirigente
21
Funzionario, Quadro
22
Impiegato
23
Operaio
24
Agricoltore
25
Altro Lavoratore Dipendente
26
Socio di Cooperativa di Produzione
40
Casalinga
41
Studente
FA
C
-S
IM
IL
E
SOCIETÀ
SEDE LEGALE
ABC Assicura S.p.A.
Verona, Via Carlo Ederle 45
BCC Assicurazioni S.p.A.
Milano, Largo Tazio Nuvolari 1
BCC Vita S.p.A
Milano, Largo Tazio Nuvolari 1
Berica Vita S.p.A.
Vicenza, Via Battaglione Framarin 18
C.P. Servizi Consulenziali S.p.A.
Verona, Via Carlo Ederle 45
Cattolica Agricola S.a.r.l.
Verona, Via Carlo Ederle 45
Cattolica Beni Immobili S.r.l.
Verona, Via Carlo Ederle 45
Cattolica Immobiliare S.p.A.
Verona, Via Carlo Ederle 45
Cattolica Life Ltd
KBC House 4, George’s Dock, IFSC Dublin, 1
Cattolica Services S.C.p.A.
Verona, Via Carlo Ederle 45
Cattolica Services Sinistri S.p.A.
Verona, Via Carlo Ederle 45
Fata Assicurazioni Danni S.p.A.
Roma, Via Urbana 169/A
Lombarda Vita S.p.A.
Brescia, Corso Martiri della Libertà 13
Prisma S.r.l.
Milano, Via Santa Tecla 5
Società Cattolica di Assicurazione Soc. Coop. Verona, Lungadige Cangrande 16
Tua Assicurazioni S.p.A.
Milano, Largo Tazio Nuvolari 1
Tua Retail S.r.l.
Milano, Largo Tazio Nuvolari 1
CODIFICHE TITOLO DI STUDIO
Modulo di proposta - pag. 7 di 7
42
Pensionato
43
In cerca di prima occupazione
44
Redditiero, Benestante
45
Altro Non Professionale
99
Altro
Mod. 106 - Edizione aggiornata al 06/2015
Fly UP