...

Condizioni di vendita - Il Ponte casa d`aste

by user

on
Category: Documents
5

views

Report

Comments

Transcript

Condizioni di vendita - Il Ponte casa d`aste
Condizioni di vendita
1) La Vendita all’asta dei beni raggruppati in lotti si effettua in locali aperti al pubblico.
Il Ponte Casa d’Aste s.r.l. (d’ora in poi “Il Ponte”) agisce in qualità di mandataria dei
proprietari dei beni posti in vendita, il cui nome è trascritto in appositi registri tenuti
secondo le disposizioni di Pubblica Sicurezza e non assume quanto alla vendita
obbligazioni in proprio. Gli importi riportati sul catalogo costituiscono una valutazione
indicativa e soggettiva, e sono da intendersi in euro: il prezzo base d’asta e quello di
aggiudicazione possono essere superiori o inferiori alle valutazioni indicate. Il Ponte
organizza l’esposizione dei beni in vendita anteriormente all’asta, allo scopo di far
constatare ai partecipanti la qualità e lo stato di conservazione dei beni oggetto degli
incanti. Ogni partecipante all’asta è tenuto ad esaminare preventivamente lo stato di
ciascun bene, facendo effettuare tutti i controlli e le prove ritenuti necessari. Le
illustrazioni del catalogo sono riportate al solo fine di individuare il bene. Durante
l’esposizione, il personale de Il Ponte sarà a disposizione del pubblico per fornire una
illustrazione aggiornata dei beni stessi. Condition report sullo stato dei lotti – ad
integrazione delle descrizioni contenute nel catalogo - sono disponibili su richiesta del
Cliente. Pertanto - dopo l’aggiudicazione - Il Ponte non potrà essere ritenuto responsabile
per eventuali vizi relativi lo stato di conservazione, l’errata attribuzione, l’autenticità e la
catalogazione degli oggetti.
2) Per concorrere alla vendita all’asta è necessario munirsi dell’apposita paletta numerata,
che viene consegnata al banco di registrazione dal personale de Il Ponte, in seguito alla
compilazione del modulo di iscrizione e alla esibizione di un documento di identità e la
conferma del luogo di residenza, domicilio o dimora.
Per partecipare all'asta in nome e per conto di qualcun'altro, nel caso di Persona Fisica i
Clienti dovranno presentare una delega firmata dal delegante corredata di copia del
documento d'identità e del codice fiscale di entrambi. Nel caso di Persona Giuridica, i
Clienti della Società dovranno presentare una delega firmata dal legale rappresentante
corredata da copia del documento di identità e del codice fiscale di entrambi i soggetti.
Il Ponte invita gli interessati a munirsi per tempo della paletta numerata e informa che
è possibile effettuare la relativa iscrizione anche nei giorni nei quali si svolge l’esposizione
che precede l’asta. Lo smarrimento della paletta numerata dovrà essere immediatamente
comunicato al Banditore. La paletta numerata dovrà essere restituita a Il Ponte al termine
dell’asta.
3) Il Ponte si riserva il diritto di chiedere al partecipante il rilascio di idonee garanzie per
permettere al partecipante stesso di poter formulare offerte al fine dell’aggiudicazione
di un bene oggetto dell’incanto.
4) Il Ponte ha facoltà di ritirare dall’asta qualsiasi bene posto in vendita. Il Ponte ha del
pari facoltà, ad insindacabile giudizio del Banditore, di abbinare o separare i lotti e di
variarne l’ordine di vendita, purché i lotti non vengano posti in asta in una giornata
anteriore a quella loro assegnata nei cataloghi. Il Banditore ha facoltà di accettare sia le
offerte del pubblico presente sia quelle di persone non presenti, purché comunicate
anteriormente all’asta in forma scritta attraverso commissioni d’acquisto.
Potranno essere altresì formulate offerte a mezzo del telefono durante l’asta, purché la
volontà da parte dell’offerente di parteciparvi in tale modo sia comunicata a Il Ponte in
forma scritta anteriormente alla apertura dell’asta (entro le 24 ore antecedenti) e
l'importo minimo di valutazione del lotto su cui si richiede contatto telefonico sia
superiore a € 100.00.
Le suddette comunicazioni scritte dovranno essere effettuate utilizzando l’apposito
“modulo per offerte scritte e telefoniche” de Il Ponte, riportato sui cataloghi dell’asta o
sul sito ( www.ponteonline.com). Il Ponte non accetterà offerte in nome di terzi, a meno
che non sia stata depositata presso Il Ponte, prima dell’asta, procura, rilasciata dal terzo
per atto pubblico o per scrittura privata autenticata.
I clienti potranno anche formulare offerte via internet: in pre-asta e in diretta durante lo
svolgimento delle tornate.
Per partecipare online è sufficiente inoltrare la richiesta di iscrizione nella sezione IL
PONTE LIVE.
Al fine di poter ricevere conferma della richiesta, i nuovi Clienti dovranno inoltrare copia
di un proprio documento in corso di validità con foto identificativa e, in caso di
passaporto, un documento che attesti l'indirizzo corrente, nonchè copia del proprio codice
fiscale e di una carta di credito (American Express, Diners, Visa o Mastercard). Qualora il
Cliente avesse referenze/accrediti presso altre Case d'Aste potrà comunicarle e sarà
facoltà de Il Ponte accettare la Sua richiesta sulla base delle stesse.
Se il potenziale Cliente volesse registrarsi come Persona Giuridica verrà chiesto di inviare
copia della visura camerale della Società oppure copia di una delibera assembleare o
consiliare.
In alcuni casi Il Ponte si riserva di chiedere al Cliente, oltre alla documentazione di cui
sopra un deposito a garanzia per la prima partecipazione. Deposito che verrà restituito
in caso di mancata aggiudicazione.
Un volta verificata la richiesta ed i documenti forniti Il Ponte inoltrerà una mail di
conferma al Cliente il quale potrà quindi attivare il proprio account e partecipare all'asta.
5) L’offerta per l’aggiudicazione in sala deve essere effettuata alzando la paletta
numerata. L’aggiudicazione dei beni è fatta al miglior offerente, con apposita
dichiarazione del Banditore che varrà quale accettazione dell’offerta, proposta dal
partecipante all’asta.
Nel caso di due offerte scritte di pari importo, sarà tenuta in considerazione solo l’offerta
che sia stata ricevuta e accettata per prima. Nel caso di una offerta scritta e di una offerta
di pari importo proveniente dal pubblico presente in sala, prevarrà ai fini
dell’aggiudicazione quella proveniente dal pubblico presente. Nel caso di una offerta
scritta e di una offerta di pari importo comunicata a mezzo del telefono, prevarrà ai fini
dell’aggiudicazione quella comunicata a mezzo del telefono.
Ove sorga contestazione intorno all’aggiudicazione, il bene disputato, ad insindacabile
giudizio del Banditore, potrà essere ritirato dall’asta, oppure rimesso in vendita all’incanto
nella stessa seduta, sulla base dell’ultima offerta raccolta.
6) Il Ponte si riserva il diritto di rifiutare offerte provenienti da, o riconducibili a, soggetti
che in precedenza non abbiano puntualmente onorato obbligazioni pecuniarie, anche a
titolo risarcitorio, nei confronti de Il Ponte.
7) All’importo costituente il prezzo dell’aggiudicazione, l’Acquirente dovrà aggiungere
l’ammontare pari al 25% per le aste di via Pontaccio e il 31% per le aste di via Pitteri (IVA
inclusa). All’atto dell’aggiudicazione l’Aggiudicatario dovrà sottoscrivere il verbale di
aggiudicazione - non cedibile - e versare l’intero importo, come sopra dovuto, entro e
non oltre dieci giorni. Il trasferimento della proprietà del lotto dal Venditore all’Acquirente
avverrà soltanto al momento del pagamento da parte dell’Acquirente dell’ammontare
totale dovuto. Il bene aggiudicato sarà consegnato all’Acquirente al momento del saldo
del suo debito, e dovrà essere ritirato a cura, rischio e spese di detto Acquirente, entro
sette giorni da tale momento. Decorso il termine, Il Ponte sarà esonerato da ogni
responsabilità nei confronti dell’Aggiudicatario per la custodia del bene e potrà depositare
il bene presso terzi per conto e a spese dell’aggiudicatario o addebitare il costo di € 10
al giorno per magazzinaggio nei propri locali. Nel caso in cui l'Aggiudicatario incaricasse
una terza persona al ritiro dei lotti previo saldo dei medesimi presso una delle nostre
sedi, quest'ultimo dovrà essere munito di delega scritta rilasciata dall'Acquirente nonchè
fotocopia del documento del delegante, oltre alla ricevuta quietanzata rilasciata da Il
Ponte.
Su espressa richiesta dell'Aggiudicatario Il Ponte potrà organizzare, a spese e rischio
dell'Aggiudicatario stesso, l'imballaggio, il trasporto e l'assicurazione del/i lotto/i previa
comunicazione e accettazione scritta da parte dell'Aggiudicatario delle spese necessarie
a tali fini.
Nel caso sia richiesta l'indicazione di un trasportatore, Il Ponte fornirà dei nominativi
sulla base della propria esperienza, maturata nel corso degli anni, ma non potrà in alcun
modo essere ritenuto responsabile per le azioni o le omissioni degli stessi.
8) In caso di mancato pagamento degli importi dovuti in seguito all’aggiudicazione
protrattosi per oltre 15 (quindici) giorni, Il Ponte potrà risolvere la vendita dandone
comunicazione scritta ai sensi dell’art. 1456 c.c.
9) I lotti acquistati possono essere pagati a mezzo assegno circolare, carta di credito,
bancomat, bonifico e contanti. Nel caso di pagamento a mezzo bonifico, il pagamento si
considererà effettuato soltanto in seguito all’effettivo accredito della somma sul conto
de Il Ponte. Nel rispetto delle Norme Antiriciclaggio è escluso il pagamento in contanti per
importi superiori a € 2.999,00.
10) Ogni indicazione, commento o valutazione dei beni contenuta nelle schede del
catalogo e concernente le caratteristiche del bene stesso costituisce una mera opinione.
Salvo non si tratti di beni di proprietà de Il Ponte, quest’ultimo agisce in qualità di
mandatario con rappresentanza del soggetto che ha posto i beni in vendita all’Asta
(“Mandante”). Per i beni venduti all’Asta, il rapporto tra il Ponte e il Mandante si chiude
indicativamente a 45 giorni lavorativi de Il Ponte dalla data di chiusura dell’Asta. Ferma
restando l’applicazione dei termini di decadenza previsti dalla legge, una volta che Il
Ponte, incassate le somme dell’Acquirente, abbia già pagato il Mandante ogni
contestazione, da effettuarsi comunque per iscritto, dovrà essere rivolta direttamente al
Mandante, del quale Il Ponte, essendo a ciò autorizzato, a semplice richiesta
dell’Acquirente, fornirà generalità e dati in suo possesso. Il Ponte è responsabile soltanto
per quanto abbia espressamente garantito e limitatamente a quanto ricevuto a titolo di
diritto d’asta. Qualora dopo l’aggiudicazione, un bene risulti essere una contraffazione Il
Ponte, previa riconsegna del bene libero da rivendicazioni e/o pretese e/o vincoli da parte
di terzi e/o dell’Autorità giudiziaria e/o amministrativa, sarà tenuto a rimborsare
l’Acquirente del prezzo da questi pagato, nella medesima valuta, a condizione che
l’esistenza della contraffazione sia motivatamente contestata per iscritto dall'Acquirente
a Il Ponte entro e non oltre 5 anni dalla data di aggiudicazione e non per oltre tre mesi
dalla data in cui l’Acquirente ha avuto notizia degli elementi che lo inducono a ritenere
che il bene sia una contraffazione. Il Ponte non sarà vincolato ai pareri forniti
dall'Acquirente e si riserva il diritto di richiedere il parere addizionale di altri esperti a
proprie spese.
Il Ponte non effettuerà il rimborso all'Acquirente qualora la descrizione nel catalogo fosse
conforme all'opinione di esperti, archivi, fondazioni e eredi ritenuta autorevole dal
mercato alla data della vendita.
11) Il Ponte non assume alcuna responsabilità nei confronti degli Acquirenti per gli
eventuali limiti posti all’esportazione dei beni acquistati, né in ordine alle eventuali licenze
o permessi che l’Acquirente dovrà ottenere o procurarsi in base alle leggi vigenti. La
richiesta di una licenza sarà presentata soltanto dopo il pagamento completo del lotto.
Per gli oggetti sottoposti alla Notifica dello Stato, gli Acquirenti sono tenuti all’osservanza
di tutte le disposizioni legislative vigenti in materia. Nel caso in cui le competenti autorità
italiane esercitassero il diritto di prelazione all'acquisto di un lotto, l'Aggiudicatario non
avrà il diritto di ricevere da Il Ponte alcun rimborso degli interessi sul prezzo di vendita
e sulla commissione di acquisto eventualmente già corrisposti.
Il Ponte Casa d’Aste può, dietro richiesta del cliente, occuparsi delle procedure
burocratiche inerenti l’esportazione con l’addebito di un costo fisso pari a € 150 + IVA
per ogni lotto di cui si chieda l'esportazione. I tempi di attesa sono di circa 45
(quarantacinque) giorni dal momento della convocazione al Ministero dei Beni Culturali,
Ufficio Esportazioni.
12) Tutti i beni fatti o contenenti parti di piante o animali, come ad esempio corallo,
coccodrillo, avorio, osso di balena, tartaruga, etc..... indipendentemente dall’età e dal
valore, potrebbero richiedere licenza o certificato prima dell’esportazione e richiedere
ulteriori licenze o certificati per l’importazione nei Paesi extraCee. Si prega di notare che
l’aver ottenuto la licenza o il certificato di esportazione non garantisce alcuna licenza
e/o certificato per l’importazione e viceversa.
In alcuni Paesi l'importazione di tali materiali è severamente proibita (per esempio è
illegale importare avorio di elefante avente meno di 100 anni negli Stati Uniti), mentre
in altri è necessaria licenza CITES rilasciata dal Ministero dell'Ambiente e della Tutela del
Territorio, sia per l'importazione che per l'esportazione. È responsabilità del Cliente
informarsi e attenersi alle leggi vigenti in materia di esportazione e importazione di beni
fatti o contenenti materiali derivati da specie protette. L'impossibilità da parte di un
Cliente a esportare o importare oggetti contenenti materiale ricavato da specie protette
non è considerata motivo di annullamento o rescissione della vendita.
13) Il presente Regolamento è accettato automaticamente da quanti concorrono alla
vendita all’asta.
14) La legge penale tutela la libertà degli incanti e punisce la turbativa delle gare anche
mediante offerte fittizie.
Fly UP