...

aree di rispetto - Provincia di Ancona

by user

on
Category: Documents
4

views

Report

Comments

Transcript

aree di rispetto - Provincia di Ancona
AREE DI RISPETTO
(DGR 1308/2011)
Il Piano Faunistico Venatorio della Provincia di Ancona 2012-2017 prevede, in base all’art. 10
bis della Legge Regione Marche n. 7 del 5 gennaio 1995, le Aree di Rispetto funzionali
all’incremento della fauna selvatica sul territorio e all’adattamento in ambiente naturale della
fauna di allevamento.
Le modalità di istituzione e la gestione delle AA.RR. sono demandate agli Ambiti Territoriali
di Caccia competenti per territorio sotto il coordinamento della Provincia la quale provvede
al controllo della conformità con il P.F.V.P. dell’Area interessata.
Gli A.T.C. possono, all’interno di dette aree, istituire limitazioni all’esercizio venatorio o
all’attività cinofila secondo criteri e modalità stabilite dalla Regione Marche che individuano
particolari provvedimenti limitativi al prelievo venatorio ed all’attività cinofila finalizzati al
buon esito gestionale delle AA.RR.
Le AA.RR. rappresentano dei veri e propri istituti faunistici, istituite all’interno del territorio
gestito dagli A.T.C. e destinate ad incrementare le presenze faunistiche della piccola fauna
stanziale di interesse venatorio delle seguenti specie: Fagiano, Starna, Coturnice e Lepre.
La finalità principale delle AA.RR. è quella di consentire l’insediamento di nuclei di piccola
fauna stanziale sopra elencata e, ciò, può essere realizzato creando modelli applicativi
modulati sulle dimensioni delle zone e sulle tecniche gestionali.
Nelle AA.RR. dovranno essere prese tutte le misure necessarie per tutelare la fauna stanziale
oggetto di divieto di caccia; la Deliberazione della Giunta Regione Marche n. 1308 del
3/10/2011 stabilisce che gli A.T.C., all’interno delle suddette Aree, possono consentire
l’esercizio venatorio nei confronti delle altre specie non oggetto di tutela solo nelle seguenti
forme:
o
o
o
da appostamento;
ai cervidi in forma selettiva;
al cinghiale nelle forme consentite.
L’attività cinofila, all’interno delle suddette aree, potrà essere consentita nei periodi indicati
dal calendario venatorio e da eventuali ed ulteriori provvedimenti regionali.
Il PFVP prevede che le AA.RR. possono occupare una Superficie Faunistico Venatoria
massima di ha 12.000, ripartita in ha 6.000 per ciascun A.T.C..
Gli Ambiti Territoriali di Caccia sono suddivisi per territorio in A.T.C. AN1 e A.T.C. AN2.
Le AA.RR. esistenti sono n.
ha 3.969 e n.
19 nel territorio di competenza dell’A.T.C. AN1 per complessivi
9 nel territorio di competenza dell’ATC AN2 per complessivi ha 1.219.
REFERENTE:
Carlini Marcella -
tel. 0715894255 – fax: 07199520290
[email protected]
Fly UP