...

Preziosi accorgimenti per restare in forma

by user

on
Category: Documents
20

views

Report

Comments

Transcript

Preziosi accorgimenti per restare in forma
> RICETTE GUSTOSE > IN FORMA > IN VIAGGIO > DIETA 14 GIORNI > BELLEZZA > MODA
anno 4 - NUMERO 13
Trimestrale Gen-Feb-Mar
UE: E 2,25 USA: $ 2,99
Manuela
e Manfred
MOELGG
si raccontano a Peso Perfecto
TESTIMONIAL
TRANI
41
kg
18
kg
IN MENO
STRADELLA
IN MENO
FOCUS
MIGLIORIAMO
LE NOSTRE PRESTAZIONI
CON LA CARNITINA
Cinque pasti al giorno
Preziosi accorgimenti per restare in forma
Vendita in escluviva nei centri Naturhouse
Info 0532 90 70 80 www.naturhouse.it
editoriale
> RICETTE GUSToSE > In FoRMa > In VIaGGIo > DIETa 14 GIoRnI > BELLEZZa > MoDa
anno 4 - nUMERo 13
Trimestrale Gen-Feb-Mar
UE: E 2,25 USa: $ 2,99
Manuela
e Manfred
MOELGG
SI RAccONTANO A PESO PERfEcTO
TESTIMONIAL
TRANI
41 kg
18 kg
IN MENO
STRADELLA
IN MENO
FOCUS
MIGLIORIAMO
LE NOSTRE PRESTAZIONI
CON LA CARNITINA
Cinque pasti al giorno
Preziosi accorgimenti per restare in forma
Anno 4 n.13 - Trimestrale Gen-Feb-Mar
Direttore Editoriale:
Vanessa Revuelta
Direttore Responsabile:
Federica Pagliarone
Direttore Tecnico:
Chiara Lisi
Direttore Marketing e Pubblicità:
Raffaello Pellegrini
Collaboratori
Barbara Felloni, Federica Pagliarone,
Fabio Paziente, Tommaso Refini,
Valentina Rizzuti, Viviana Avallone,
Ilaria Cevolani, Lisa Buzzoni
Coordinamento
Chiara Molinari
Direzione artistica
Vanessa Revuelta
Grafica e Impaginazione:
SDBADV www.sdbadv.it
Fotografie
Carlo Coppitz www.coppitz.it, Flickr™,
Sandro Giannelli, iStockphoto®,
stock.xchng®, internet
Edito da
Naturhouse srl,
Via G.Caselli 11/f - 44124 Ferrara
Pubblicità:
Ufficio Marketing - Tel. 0532 907080
[email protected]
Sottoscrizione:
Naturhouse srl,
Via G.Caselli 11/f- 44124 Ferrara
tel. 0532 907080
Stampato da:
Sogari Arti Grafiche srl
via dei Mestieri, 165
41038 San Felice sul Panaro (Mo)
Tel, 0535 85425
Distribuito da
Naturhouse srl,
Via G.Caselli 11/f - 44124 Ferrara
Distributore esclusivo per l’Italia
Parrini & C SpA
Via di Santa Cornelia, 9
00060 Formello (RM) - 06 907781.1;
Viale Forlanini 23
20134 Milano - tel. 02/75417.1
Reg. Trib. di Ferrara n° 1 del 22/01/2008
ISSN 1972-6805
2011...
per stare in forma
Q
uest’anno vi proponiamo un
numero invernale particolarmente ricco.
In copertina Manuela e Manfred Moelgg:
due fratelli per cui lo sci è diventato una
missione, condividendo fin da piccoli allenamenti e piccoli e grandi successi.
Per non parlare poi dei successi dei nostri testimoni reali, Giovanna e Valeria
che hanno raggiunto risultati strepitosi,
perdendo rispettivamente 41 e 18 chili.
Anche in questo numero troverete tra le
nostre pagine piccoli ma preziosi accorgimenti per restare in forma, cercando
di capire come attivare il metabolismo
consumando cinque pasti al giorno o
intraprendendo un viaggio attraverso le
terapie salutistiche più efficaci.
In ultimo con questo numero, nella sezione “a ciascuno il suo”, inauguriamo
un appuntamento fisso con la piramide
alimentare, avviando un percorso che,
di numero in numero, ci porterà alla
sua scoperta.
VANESSA REVUELTA
Direttrice di Peso Perfecto
3
sommario
24
7 LETTERE
L’esperto risponde
8 NEWS
32
10
Dall’Italia e dal Mondo
10INTERVISTA A...
Manuela e Manfred MOELGG
16PESO IDEALE: UN SOGNO CHE DIVENTA REALTÀ
Giovanna Fabiano grazie ai consigli Naturhouse
ha perso 41 kg in 8 mesi
Valeria Quaroni con il piano alimentare Naturhouse ha perso 18 kg in 4 mesi (pag 20)
18INTERVISTA NATURHOUSE
Vincenza Amoruso, del Centro Naturhouse di Trani (Ba)
Monica Fanoli, titolare del Centro Naturhouse di Stradella (Pv) (pag 22)
24SALUTE E IMMAGINE
34
Cinque pasti al giorno
Attiva il tuo metabolismo
Piccoli ma preziosi accorgimenti per restare in forma
30A CIASCUNO IL SUO
Introduzione alla Piramide Alimentare
Conosciamo meglio il simbolo della sana ed equilibrata alimentazione
32FOCUS
MIGLIORIAMO LE NOSTRE
PRESTAZIONI CON LA CARNITINA
34LA DIETA DEI 14 GIORNI
Consigli preziosi per dimagrire
4
I consigli dei professionisti della nutrizione per un piano equilibrato
da attaccare al tuo frigorifero!
N°13
36
36RICETTE GUSTOSE
Dall'antipasto al dolce
41
41IN FORMA
Viaggio nel variegato mondo
delle arti marziali
46BELLEZZA
Il culto del benessere e l’oriente.
Un viaggio alla scoperta delle terapie salutistiche più efficaci!
50MODA
Il fascino intramontabile
dell’oriente
52IN VIAGGIO
France, mon amour
Una terra dal fascino indiscusso, ricca di patrimoni artistici
e culturali, paesaggi suggestivi, griffes d'alta moda, cibo e vino di qualità.
Il tutto all'insegna dello charme e del savoir faire.
46
52
56IN VETRINA
59OROSCOPO
61ABBONATI A PESO PERFECTO
62CENTRI NATURHOUSE IN ITALIA E NEL MONDO
66NEL PROSSIMO NUMERO
5
in tutta Italia
Ritaglia
questo
cupon e spediscilo.
Avrai diritto
ad una
progettazione
gratuita.*
lettere
POCO CAFFÈ
E MOLTO RELAX,
CONSIGLI PER
ALLONTANARE L’INSONNIA
Soffro d’insonnia, non riesco a conciliare
il sonno di notte e durante il giorno mi
sento sempre molto stanca e priva di
concentrazione. Cosa posso fare?
Chiara
C’è chi impiega qualche ora per addormentarsi, chi ci riesce in pochi minuti ma
si sveglia dopo poche ore e chi ha solo la
percezione di non riuscire a dormire durante la notte.
Il problema di questa patologia è che tende a diventare cronica, perché si assumono
comportamenti sbagliati, come bere molto
caffè per combattere la stanchezza durante la giornata.
E l'estate da un lato migliora la qualità del
sonno perché ci si rilassa, dall'altro accentua il problema a causa del caldo che disturba il sonno. La durata del sonno non è
un criterio per capire se si soffre di insonnia. Tutto dipende dal ritmo sonno-veglia
del malato e dalla qualità del sonno.
La terapia comportamentale e una corretta igiene del sonno prevede:
1. Mantenere il bioritmo costanti, andando a letto sempre alla stessa ora.
Quanto più si hanno disturbi del sonno
tanto più vale questo consiglio.
2. Non prendere stimolanti: il caffè nel pomeriggio e l’alcool prima di andare a letto
3. Evitare la palestra nelle ore serali, la
temperatura del corpo aumenta così come
la difficoltà a prendere sonno. Meglio rilassarsi con la palestra nel tardo pomeriggio
4. Per l’insonne è da evitare la doccia la
sera. Si può fare un bagno caldo ma mai
dopo cena.
5. No ai sonnellini del pomeriggio e/o prima di cena.
6. Non portare sul letto qualsiasi cosa,
come il computer o altro.
Usare il letto come una scrivania impedisce all’insonne di identificarlo con il luogo
del riposo e del relax.
7. Gli esperti consigliano di non rimanere
a letto più di una ventina di minuti se si è
attanagliati dall'insonnia.
Meglio accendere una luce e leggere un
libro. Ci si può mettere seduti in un posto
caldo, con una luce non particolarmente
forte e cominciare a leggere.
Quando ci si sente chiudere gli occhi si
torna a letto. L'obiettivo è disinnescare nel
cervello l'associazione fra l'idea del letto e
quella dell'incapacità di addormentarsi.
Se desideri inviarci lettere, domande, curiosità, scrivi a:
[email protected]
CARENZA DI FERRO
Ho fatto recentemente le analisi del
sangue, ed il mio medico ha sottolineato
che ho una forte carenza di ferro.
Milva Romano
Il ferro è un elemento molto importante
per il nostro organismo, infatti entra nella
costituzione dell'emoglobina, della mioglobina e di diversi enzimi. Il contenuto di
ferro nell'organismo è di circa 3-4 g.
Circa il 65% del ferro totale dell'organismo
è presente nella molecola dell'emoglobina,
mentre il 10% è contenuto nella mioglobina.
La quota rimanente è rappresentata principalmente dal ferro di deposito (ferritina
ed emosiderina), mentre minime quantità
sono contenute negli enzimi e nei citocromi
o sono associate alla transferrina (proteina
di trasporto). Il fabbisogno di ferro varia con
l'età, le condizioni fisiologiche e il sesso. È
maggiore nella donna a causa delle perdite
mestruali, aumenta in gravidanza e diminuisce con l'età. Il nostro organismo assorbe
circa il 25% del ferro contenuto in carne,
pesce e pollame. L'assorbimento di ferro da
cereali, verdura, frutta è notevolmente minore ma aumenta se sono assunti insieme a:
• Vitamina C, presente negli agrumi,
uva, kiwi, peperoni,
è in grado di moltiplicare
l'assimilazione del ferro "non eme".
• La cisteina presente nella carne
e nel pesce è in grado di far assorbire
di 2 o 3 volte in più il ferro
"non eme" presente nella verdura.
• La vitamina A, il complesso B, il rame,
il calcio, il manganese e il molibdeno
sono necessari per un completo
assorbimento del ferro.
• L'acido lattico nei crauti aumenta
l'assorbimento del minerale.
ATTENZIONE: il tè e il caffè
riducono l'assorbimento del ferro.
TINTURE PER CAPELLI
IN GRAVIDANZA
E DURANTE
L’ALLATTAMENTO
È vero che è meglio non fare i "colpi di
luce" ai capelli quando si è incinta?
Da qualche parte ho letto che sconsigliano la tintura e la permanente in
gravidanza, mentre la mia parrucchiera mi
ha assicurato che non ci sono problemi. Si
tratta di "dicerie" o se e' stato scientificamente provato qualcosa?
Vorrei imbiondirmi un po', ma se questo
puo' essere effettivamente un pericolo
per il piccolo, rinuncio volentieri.
Cristina D.
La colorazione e la decolorazione dei capelli sono trattamenti che riguardano il fusto,
ovvero la parte del capello che emerge dal
cuoio capelluto. Tuttavia, le sostanze impiegate possono, anche se in minima parte,
penetrare nell’organismo ed essere assorbite attraverso i vasi sanguigni che arrivano al
cuoio capelluto. Per questo motivo, tingersi i
capelli sarebbe un trattamento da evitare
del tutto durante la gravidanza in quanto
c’è il rischio che alcuni elementi chimici
che si trovano nelle tinture siano dannosi
per la formazione dell’embrione. Il primo
trimestre, è il periodo più importante e delicato per lo sviluppo del bambino, perché
è proprio in questi primi tre mesi che avviene l’organogenesi. Se però ritenete che
la convivenza con qualche capello bianco o
con un’antiestetica ricrescita sia intollerabile,
tingersi i capelli dopo il terzo è sicuramente
meno pericoloso rispetto al primo trimestre,
ma è assolutamente consigliato usare tinte
senza ammoniaca (elemento chimico che
permette al capello di aprire le cuticole per
far penetrare il pigmento colorante) e senza resorcina (elemento chimico che serve
per la preparazione dei coloranti).
BAMBINI, SCUOLA E ATTIVITÀ FISICA
L’arrivo dell’inverno e la ripresa della suola hanno ridotto il tempo in cui posso portare
i miei figli a correre e giocare ai giardini. Che alternative posso valutare? Maria Grazia T.
La ripresa dell’attività scolastica pone ai genitori domande sulla corretta “gestione” dei propri
figli. Anzitutto è importante ricordare quanto sia utile alternare alla sedentarietà
dell’attività scolastica un’adeguata attività fisica. Nei primi anni dell’età scolare
è indicato il nuoto, attività fisica completa che assicura uno sviluppo motorio adeguato
e privilegia lo sviluppo armonico di tutto il fisico.Le moderne correnti di pensiero in materia
consigliano l’inizio di una specializzazione sportiva solo successivamente l’attività fisica deve
costituire un vantaggio per il bambino e non essere causa di esposizione a pericoli; quindi, oltre
all’ attività più corretta, è necessario sottoporre il bambino ad una visita dal pediatra.
7
news
Un bicchiere
di vino rosso
per restare in linea
Un bicchiere di rosso ogni tanto fa
bene anche alla linea.
A dirlo, sono gli scienziati del Brigham
and Women’s Hospital di Boston, negli
Stati Uniti, secondo i quali consumare
alcoolici in modo occasionale e moderato aiuta le donne a conservare
la propria silhouette, al contrario di
ciò che avviene per chi è totalmente
astemia.
Tanoressia,
la malattia del sole
La passione eccessiva per il sole ha un
nome, tanoressia.
Il termine, formato dall'unione delle
parole anoressia e tanning (abbronzatura in inglese), è stato coniato dai
medici dermatologi per indicare un'errata percezione del proprio corpo e
per identificare il disturbo di coloro
che non si ritengono mai abbastanza
abbronzati e che passano ore sotto il
sole o nei centri estetici.
Il cibo “spazzatura” crea dipendenza
Attenti alla dipendenza da cibi grassi! A metterci in guardia contro hamburger,
patatine fritte e merendine è una ricerca proveniente da uno dei paesi più a
rischio in tal senso, gli Stati Uniti.
I medici dell'Istituto Scripps di Jupiter, in Florida, sostengono che ciò che viene
definito negli States “junk food”, vale a dire quel tipo di alimentazione che ha
scarso valore nutrizionale, ma molte calorie e grassi, può creare anche una forma di dipendenza simile a quella prodotta dal fumo o dall'alcool.
Troppe
creme sono
pericolose
Creme e profumi renderanno più belle, ma a costo
della propria salute.
È quanto afferma una ricercatrice inglese della casa
cosmetica Bionsen, Charlotte Smith. In un 'intervista
al quotidiano britannico
The Sun, la dott.ssa punta il
dito contro l'incredibile numero di oltre 500 sostanze
chimiche che ogni giorno
le donne applicherebbero
ignare sul viso e sul corpo,
allo scopo di restare giovani
e belle.
Sciroppo d’acero,
un alleato per la salute
In Canada ne conoscono bene le qualità, ma ora una ricerca statunitense dà valenza scientifica alle proprietà terapeutiche dello sciroppo
d'acero. Al suo interno, si troverebbero addirittura 20 diversi composti
chimici utili per la salute e per il benessere dell'organismo.
Di questi, 13 sono stati scoperti di recente, mentre gli altri sono stati
scovati dalla ricerca dell'Università di Rhode Island, negli Stati Uniti.
Il dott. Navindra Seeram, coadiuvato dalla sua équipe, ha scoperto
che le sostanze antiossidanti venute alla luce avrebbero anche effetti
benefici contro il cancro, le infezioni e il diabete.
8
Chiodi
di garofano,
veri antiossidanti
Sono ormai note le proprietà antiossidanti delle spezie, tra le quali tuttavia
spiccano i chiodi di garofano, secondo
una ricerca dell'Università spagnola
Miguel Hernandez.
Secondo l'équipe guidata dalla dott.ssa
Juana Fernández-López, i chiodi di garofano produrrebbero effetti benefici
maggiori rispetto alle altre. In particolare, analizzando le proprietà dei chiodi di garofano è stato scoperto che
questa spezia è in grado di sprigionare
idrogeno e ridurre la perossidazione
dei lipidi.
Malattie
del fegato:
mangiate i frutti
di bosco
Una manciata di frutti di bosco al giorno protegge il nostro fegato.
È la conclusione cui giunge uno studio finlandese pubblicato sulle pagine del prestigioso European Journal
of Clinical Nutrition, secondo cui un
consumo regolare di frutti di bosco,
di mirtilli e ribes sarebbe in grado di
difendere l'organismo dal rischio di infiammazione, dalle malattie epatiche e
dalla sindrome metabolica.
L'amore
cura ogni male
È di questi giorni la notizia che il mal
d'amore si cura con una speciale
pillola: ora si scopre che, quando ci
si ritrova con un forte mal di testa,
non è sempre necessario ricorrere
all'aspirina, in quanto basta pensare
alla persona amata e il dolore probabilmente diminuirà senza ricorrere ai
farmaci. L'amore è infatti un potente analgesico che agisce sulle stesse
aree neurali prese di mira dall'azione
dei farmaci antidolorifici, le aree "primitive" e profonde del cervello che
presidiano l'appagamento e il piacere, e sulle quali agiscono anche le sostanze stupefacenti come la cocaina.
Insomma, aveva ragione Virgilio quando scriveva.
"Amor vincit omnia", ossia, l'amore
vince tutto? Almeno nel caso del dolore sembra di sì.
Allattamento al seno:
garanzia
di buona salute
Allattare al seno il proprio bambino
non può che produrre effetti positivi sulla salute. Lo affermano ricerche
mediche e ora anche il Ministero della Salute, che ha promosso una campagna - “Il latte della mamma non si
scorda mai” - di sensibilizzazione indirizzata alle mamme affinché scelgano questo tipo di alimentazione per
il proprio bambino.
L’olio d’oliva
protegge dai tumori
Tante ricerche in passato ne hanno
esaltato le virtù e le qualità.
L'immagine dell'olio extravergine di
oliva, fondamento della nostra dieta mediterranea, esce dal convegno
“Olio e salute” di Arezzo ancora
più rafforzata.
Gli esperti, intervenuti all'incontro
organizzato dalla Regione Toscana,
hanno sottolineato ancora una volta l'importanza dell'olio nel quadro
di un'alimentazione equilibrata per
prevenire l’insorgenza di malattie
gravi come i tumori, il diabete e le
varie patologie cardiovascolari.
Cinque erbe per la salute dei denti
Salvia, ratania, camomilla, mirra ed
echinacea: sono le cinque erbe per
la salute di denti e gengive, ognuna
delle quali ha una funzione specifica
ed effetti diversi sui nostri denti.
Effettuare il giusto mix di queste
erbe agevola una corretta igiene
orale. La salvia officinalis ad esempio è molto utile in tutti i casi di
infezioni della bocca.
Quando le gengive appaiono gonfie,
tumefatte e calde, oltre che con un
energico spazzolamento verticale
dalla gengiva alla punta del dente
si può utilizzare anche un decotto
di salvia. La mirra svolge un azione
astringente e antisettica e diventa
il trattamento ideale per la cura di
gengive delicate.
La camomilla invece ha un effetto
lenitivo e decongestionante. L’echinacea lenisce i dolori e la ratania
disinfetta e protegge.
9
inter vista a...
Manuela e Manfred
MOELGG
TESTI TOMMASO REFINI
I due atleti delle Fiamme Gialle,
FOTO ARCHIVIO MOELGG
campioni dello sci azzurro, si raccontano
sul numero invernale di Peso Perfecto:
l'amore per le montagne di casa,
le Dolomiti, e la passione per lo sport;
il rapporto Tra fratelli e le abitudini alimentari.
Si ringrazia per la collaborazione
l'agenzia LM2 Communication in Sport
Per restare in forma mangiare bene è fondamentale, poi serve un buon
allenamento, perchè muoversi è importante.
Fin da bambini
avete condiviso tutto:
gli allenamenti, i successi,
le sconfitte.
Raccontatevi a vicenda: un
pregio e un difetto dell’altro?
Manuela - In allenamento Manfred
è pignolo, perfezionista e questo è una
grande pregio.
Ma in casa è un disastro: diciamo che potrebbe migliorare tanto…
Manfred - Manuela invece ha il difetto di fare sempre di testa sua; non mi
ascolta mai, però abbiamo un ottimo
rapporto.
Come atleta ha tante qualità: per esempio, sa aumentare il ritmo in gara come
poche rivali.
Per un atleta l’alimentazione
è fondamentale: a cominciare
dalla colazione, cosa mangiate
durante la giornata?
Manuela - Al mattino cereali, yogurt,
pane con miele, burro e marmellata; mi
piace molto anche il tè. Per gli spuntini
tanta frutta, che adoro.
A pranzo preferisco pasta o riso e a
cena la carne con l’insalata.
Manfred - A me piace mangiare molto
10
11
e, come mia sorella, faccio sempre una
colazione abbondante.
A metà mattinata, o durante il pomeriggio, mangio qualche barretta come spuntino, per non arrivare ai pasti principali
con troppa fame.
Il vostro piano alimentare
cambia a ridosso
degli appuntamenti sportivi
e delle gare?
Manuela e Manfred - Cambia di
poco, perché cerchiamo di mantenere
sempre un equilibrio a tavola.
Può capitare di restare un po’ più leggeri
prima di un allenamento o di mangiare
un piatto di pasta anche alla sera, prima
di una gara, ma nel complesso la nostra
alimentazione è molto regolare e dunque non subisce cambiamenti significativi.
Anche in vacanza seguite
una dieta ferrea
o vi concedete qualche peccato
di gola?
Manuela - Qualche dolce me lo concedo, come la cioccolata.
Ma capita normalmente, non solo in vacanza.
Con la dovuta attenzione e moderazione, penso che qualche peccato di gola
possa far parte della nostra educazione
alimentare.
Manfred - Sono d’accordo e anche
per quanto mi riguarda sono i dolci il
peccato di gola più frequente.
Lo sport professionistico
è sinonimo di trasferte,
dunque di incontro
con tradizioni culinarie
anche molto diverse.
Nei vostri viaggi,
c’è un piatto che avete
apprezzato particolarmente?
Manuela - Ho conosciuto molti piatti
tipici, ma confesso che il cibo delle nostre parti resta il mio preferito.
Manfred - La cucina italiana è ottima
e quando sono lontano dal nostro Paese mi manca la pasta, ma amo in modo
particolare la carne argentina.
Che rapporto avete con i
fornelli, amate cucinare?
Manuela - Io sì, anche se non ho molto tempo. Mi piace cucinare, biscotti fatti
in casa o altri piatti. Lui invece…
Manfred - Sono molto più bravo a
mangiare!
12
Avete viaggiato molto,
ma spesso il ‘turismo’
di un atleta si riduce
ad aeroporti, alberghi
e nel vostro caso piste da sci.
Dove vorreste tornare
con più calma?
Manuela - Sicuramente in Argentina,
un Paese che mi ha sempre incuriosito.
Vorrei scendere a sud da Buenos Aires,
alla scoperta di un territorio sconfinato.
Manfred - Io amo la Svizzera, il Canada, ma adoro anche le nostre Dolomiti.
Da sportivi, cosa consigliate
ai lettori di Peso Perfecto per
mantenersi in forma?
Manuela e Manfred - Mangiare bene
è fondamentale; poi un buon allenamento, perché muoversi è importante.
Lontano dalle piste, come
amate trascorrere il vostro
tempo libero?
Manuela - Pratico sport come il ciclismo e il nuoto.
Ma nel tempo libero so anche staccare
la spina, regalandomi una giornata in un
centro benessere, piuttosto che un caffè
con gli amici o qualche ora di shopping.
Manfred - Sono sportivo, dunque amo
andare in bici e fare comunque attività
fisica. Mi sono avvicinato anche al golf,
che mi piace praticare e mi diverte.
inter vista a...
Che consiglio potete dare ai
giovani che si avvicinano allo sci?
Manuela e Manfred - Sicuramente
l’importante è divertirsi, ma impegnandosi con serietà e seguendo i consigli dei
maestri e di chi ha più esperienza.
Entrambi siete molto legati alla
vostra terra: un aggettivo per
descriverla?
Manuela - Emozionante, perché è bella
d’inverno e d’estate: ci sono montagne
davvero splendide.
Manfred - Bella. E molto silenziosa,
dunque ideale per ricaricare le batterie.
La rivista è in uscita a gennaio
2011: quali sono i vostri
prossimi appuntamenti
e i progetti per il futuro?
Manuela e Manfred - Gennaio è un
mese importante per entrambi, perché
ci sono molte competizioni. Poi l’obiettivo dietro l’angolo è rappresentato dai
Mondiali di Garmisch. Al termine della
stagione tracceremo un bilancio, come
accade ogni anno, e dopo un po’ di pausa saremo pronti a ripartire con il solito
entusiasmo.
MANUELA E MANFRED
IN PILLOLE
La città preferita
Manuela - Merano
Manfred - Vancouver
La vacanza ideale
Manuela - Al mare, in spiaggia
Manfred - Alle Maldive
Il colore portafortuna
Manuela - Amo i colori vivaci
Manfred - Il Blu
L’ultimo film visto
Manuela - Australia
Manfred - Shooter
Cinema o dvd?
Manuela - Preferisco restare
a casa sul divano
Manfred - Entrambi
La canzone che hai in testa?
Manuela - Waka Waka di Shakira
Manfred - Domani, cantata per
l’Abruzzo
Il segreto per mantenere il Peso Perfecto?
Manuela e Manfred
Trovare il proprio equilibrio,
nell’alimentazione e nell’attività fisica
13
SKIPASS ON-LINE
SU:
SFOGALA
100 KM DI PURO SCI
TTI
ALLA PORTATA DI TU
RFETTA
PE
RE
MP
SE
VE
CON NE
NUOVI IMPIANTI DI RI
SALITA
MODERNI E VELOCI
NUOV
SALE
E CIM
LA QU
E
OTA D
EL
LE PIS
TE
È scientificamente provato
che la Nuova Folgarìa può
creare manifestazioni di elevata
dipendenza in soggetti giovani,
adulti e bambini. Il suo essere facile
da raggiungere, i nuovi impianti
di risalita e le recenti aperture
di nuove piste in grado
di collegare il Trentino
con il Veneto, generano
frequentemente fenomeni
chiamati “Folgarìa Mania”.
INSOMMA, LA MONTAGNA IDEALE
PER VACANZE COI FIOCCHI.
Segui FolgarìaSki
dal tuo smartphone.
Basta inquadrare con
la fotocamera il QR-Code
e il contenuto apparirà
sul tuo display.
www.folgariaski.com
BIRRA
14
PUBBLIREDAZIONALE
FOLGARÌA MANIA,
NASCE “IL TRENTINO è PIÚ VICINO”
Ecco la nuova offerta sport e benessere sulla neve
Nuovi impianti
e piste, telecabina
di mobilità alternativa
in un ambiente
ideale per cancellare
stress e tossine.
Una settimana di vacanza sulla neve
come occasione di rigenerazione fisica e non solo. La proposta di Folgaria Skiarea, la stazione invernale
delle Piccole Dolomiti, è al centro di
grandi novità per la stagione invernale 2010/2011. La montagna dolce
– definizione legata alla sua quota
ideale sia per la pratica dell’attività sciistica adatta ai neofiti e agli
esperti, sia per l’ambiente considerato ideale per il recupero dallo
stress e lo scarico delle tossine –
presenta nuovi impianti, nuove piste
e nuove offerte per rendere ancora
più affascinante la vacanza in Trentino. Alcuni giorni di ossigenazione
in montagna, meglio se abbinati a
sana attività fisica, costituiscono un
periodo ideale – secondo gli esperti
– per cancellare o comunque ridurre al minimo i dannosi effetti legati
all’aria inquinata dei centri abitati
e delle superdannose Pm10. Questo vale ancor più per i bambini e le
persone anziane. Grazie alla sua altitudine ideale e il grande polmone
verde che la circonda, Folgaria è un
antidoto naturale contro lo stress
quotidiano.
Folgaria Skiarea fa già parte della
storia dello sci in Trentino (la 3Tre di
Coppa del Mondo è nata su queste
piste) ed ora si presenta in veste di
nuova stazione-sistema in quota capace di accontentare le esigenze degli appassionati di sci del Nord Italia.
Forte di un investimento pluriennale
di 70 milioni di euro, da quest’inverno FolgarìaSki propone tre nuove
seggiovie ad agganciamento au-
tomatico (Malga Piovernetta - Termental, Malga Piovernetta – Monte
Pioverna e Baita Tomasella – Costa
d’Agra), quattro nuove piste con i
relativi collegamenti Folgaria-Alpe
Fiorentini (piste Leite, Strafexpedition, Bersaglieri, Ribes Rosso, variante Ribes Rosso e dai raccordi
Strafexpedition-Plaut e Passo Coe)
ed impianti rinnovati. E nel 2012 arriverà la telecabina che partirà dal
centro del paese.
Nasce così una nuova area sciabile
che per la prima volta porta i suoi
sciatori a toccare i 1.900 m di quota
a Costa d’Agra. Un moderno collegamento che punta a salvaguardare l’ambiente e a stupire anche gli
sciatori più esigenti grazie alla facilità di collegamenti dal Veneto (38
Km dall’Autostrada della Valdastico) sia dalla valle dell’Adige (18 Km
dall’Autostrada del Brennero-A22,
uscita a Rovereto Nord).
Il nuovo slogan “Vicina da non crederci” dà l’esatta idea della nuova
Folgaria Skiarea e del suo rinnovato
appeal. Potremo definirla la montagna comoda per natura.
15
Peso Ideale: un sogno
che diventa realtà
Grazie alla mia nutrizionista
la dieta non ha ostacolato
i miei rapporti interpersonali
Piacer
sono Giova e,
nna 41 chil
Giovanna
i fa
41
kg in meno
Trani (Ba)
Nome: Giovanna Fabiano
Età: 36 anni
Professione: Casalinga
Altezza: 1,59 cm
Peso precedente: 107,8 kg
Peso attuale: 72,5 kg
HA PERSO
Il metodo Naturhouse
mi è piaciuto subito,perchè non dovevo
pesare nessun alimento
Tempo trascorso: 8 mesi
Taglia precedente: 58
Taglia attuale: 46
HA PERSO
16
41 KG
6 TAGLIE
Del metodo Naturhouse mi ha colpito
la semplicità del piano alimentare, ma anche
l’ambiente familiare mi ha incoraggiato molto.
Quando ha iniziato
a preoccuparsi
per il suo sovrappeso?
Mi sono preoccupata molto del mio
sovrappeso quando ho incominciato a
non accettarmi più ed è subentrata la
paura di perdere mio marito.
Come ha conosciuto
Naturhouse?
Me ne ha parlato mia sorella, che si era
rivolta a Naturhouse trovandosi bene.
Che accoglienza ha ricevuto
la prima volta che è entrata
nel Centro Naturhouse?
Un’accoglienza bellissima, con tanta disponibilità e gentilezza.
Qual è stata la sua prima
impressione
del sistema Naturhouse?
Mi è piaciuto subito, perché nel piano
settimanale non dovevo pesare nessun
alimento.
Quanto è durato il trattamento?
Il trattamento è durato circa dieci mesi.
È stato difficile seguire
le raccomandazioni
che le hanno dato
gli specialisti Naturhouse?
No, non è stato difficile; c’è voluta solo
pazienza.
Qual è stato il momento
più difficile del periodo
di trattamento?
Durante il trattamento momenti difficili
non c’è ne sono stati tanti; forse un po’
nei primi mesi.
La dieta ha ostacolato
i suoi rapporti interpersonali?
Ad esempio, era costretta
a rinunciare a cene
o aperitivi con gli amici?
No, la dieta non ha ostacolato i miei
rapporti interpersonali, grazie ai consigli della mia nutrizionista.
Durante la dieta
è importante seguire
un regime alimentare
controllato, ma anche fare
del movimento fisico:
lei pratica sport?
Non pratico sport, ma cammino molto.
Qualcuno l’ha aiutata
a non perdere la motivazione?
Mi ha aiutato la nutrizionista del Centro dandomi una grande carica emotiva
con il suo grande apporto.
Quanti chili ha perso?
Ho perso 41 chili.
È riuscita a capire motivi
e cause del suo sovrappeso?
Si, le mie cattive abitudini alimentari:
mangiavo tanto e male.
Come si sente adesso?
Adesso mi sento benissimo, mi accetto e mi guardo volentieri allo specchio.
Come è cambiato
il suo rapporto con il cibo
e con gli altri?
Con il cibo ho un buon rapporto e
con gli altri mi sento bene; sono sicura
di me.
Cosa l’ha colpita
del metodo Naturhouse?
Del metodo Naturhouse mi ha colpito la semplicità del piano alimentare,
ma anche l’ambiente familiare che mi
ha incoraggiato molto; è un metodo
che consiglio a tutti.
17
inter vista NATURHOUSE
Nel Centro Naturhouse di Via Ciardi, 10
a Trani
Giovanna Fabiano ha perso 41 kg
Vincenza
Amoruso
Laureata in Farmacia
Conosceva Naturhouse prima
di aprire il suo Centro?
Si, ero a conoscenza del metodo.
Qual è la chiave del successo
di un Centro Naturhouse?
Sicuramente la semplicità del metodo.
Cosa l’ha spinta
ad interessarsi al tema
della nutrizione?
Gli studi effettuati, che mi hanno avvicinato ai temi dell’alimentazione.
Chi si rivolge principalmente
al suo Centro?
Abbiamo clienti di diverso tipo: donne
e uomini, giovani e anziani, tutti accomunati dalla voglia di perdere peso e
trovare l’appoggio giusto per raggiungere il proprio obiettivo.
Come è maturata la
decisione di aprire un Centro
Naturhouse?
Dalla convinzione che quella proposta
sia una buona educazione alimentare.
Quando ha aperto il Centro?
A settembre del 2009.
18
Anche lei segue il metodo
Naturhouse?
Si, lo seguo anch’io.
A tal proposito, secondo
lei, quale caratteristica
indispensabile deve avere
una buona consulente?
Sono essenzialmente due: essere ben
preparata e sapere instaurare buoni
rapporti con la clientela.
Cosa le dà più soddisfazione
in questa attività?
Senza dubbio i risultati ottenuti dai nostri clienti.
Perché sente di consigliare
il metodo Naturhouse
alle lettrici
di Peso Perfecto?
Perché è un metodo che non rivoluziona le abitudini, ma mette ordine nella
vita quotidiana.
Come avviene il primo
contatto con un nuovo cliente?
Ogni nuovo cliente viene accolto con
un sorriso, con cortesia, cercando di
istaurare un rapporto di fiducia.
Spieghiamo il metodo Naturhouse,
precisando che è fondato sulla rieducazione alimentare accompagnata ad una
buona attività fisica.
Qual è la caratteristica
principale che deve avere
una consulente
nel rapporto con il cliente?
La caratteristica principale di una consulente deve essere la capacità di ascolto, cercando quindi di individuare subito gli errori alimentari e lo stile di vita
errato condotto dal cliente.
Successivamente deve essere sempre
presente, incoraggiando il cliente,
motivandolo e gioendo insieme a lui
per i risultati ottenuti.
Capita che qualche cliente inizi
le consulenze con diffidenza?
Inizialmente, quando il Centro non era
conosciuto, i clienti erano scettici, insicuri sull’uso dell’integratore.
Successivamente, con i primi risultati
e il passaparola tra parenti ed amici, la
diffidenza è andata scemando.
In che modo Naturhouse
aiuta le persone
che vogliono raggiungere
una buona forma fisica?
Naturhouse aiuta le persone che vogliono raggiungere una buona forma
fisica cercando di invogliarle alla rieducazione alimentare e, quando è possibile, ad associarla ad una attività fisica,
cercando così di cambiare lo stile di
vita. Il cliente viene seguito con incontri settimanali, allo scopo di stimolarlo
a non arrendersi e per chiarire qualsiasi dubbio o incertezza, cercando così
di non farlo sentire mai solo nel suo
percorso.
È difficile seguire
il metodo Naturhouse?
No, non è difficile seguire il metodo: il
piano alimentare è molto semplice e,
a differenza di altri metodi, non prevede di pesare e lascia ampia scelta negli
alimenti.
Nella dieta
ci sono alimenti proibiti?
Il consiglio che più frequentemente
viene dato ai clienti è di variare conti-
nuamente gli alimenti e mai di eliminarli
completamente. In caso di alimenti più
calorici viene consigliato di controllarne la quantità e di inserirli meno frequentemente nel regime alimentare.
Raggiunto il peso forma
è difficile portare avanti
il mantenimento?
Assolutamente no; alla fine del percorso i clienti hanno imparato a comportarsi e a gestire il cibo controllando la
propria fame. Inoltre hanno acquisito
la convinzione di poter condurre uno
stile di vita equilibrato, senza dover rinunciare alla propria vita sociale.
Cosa non deve mancare
dal punto di vista caratteriale
per raggiungere l’obiettivo?
Per raggiungere l’obiettivo i clienti devono essere motivati a perdere peso,
convinti di dover fare qualche sacrificio. Il cliente deve essere consapevole
che i risultati settimanali possono essere buoni, ma a volte anche non del
tutto soddisfacenti; quei momenti non
devono essere motivo di rinuncia e qui
la figura del nutrizionista ha ancora più
importanza, in quanto deve motivare il
cliente ad andare avanti.
Quali sono i principali
ostacoli nel perdere peso?
Il primo ostacolo è la poca fiducia in
Vincenza Amoruso
Consulente Nutrizionista del Centro
con l'addetta alle vendite
Maria di Martino
se stessi nel riuscire a fare delle rinunce, poi la sedentarietà. Inoltre spesso
è possibile incontrare clienti che provengono da altri percorsi nutrizionali
senza aver ottenuto successo e questo
è causa di forte demotivazione.
In generale invece,
quali sono, secondo lei,
gli errori più diffusi
che si commettono a tavola?
Saltare la colazione, gli spuntini e a volte
anche il pranzo. Spesso è facile cadere
in tali errori, perché si è presi dai ritmi
frenetici della vita quotidiana. Questa è
la causa principale della fame incontrollata che si può accusare durante il pasto serale e dunque anche motivo del
fallimento di qualsiasi intento di adottare una buona alimentazione.
di Trani,
Via Ciardi, 10
Tel. 0883.587987
Più di 1.700 Centri Naturhouse
Vedi pagg. 62-64
19
Peso Ideale: un sogno
che diventa realtà
Ho conosciuto Naturhouse
tramite una mia vicina di casa,
lei stessa cliente del Centro.
Eccomi
noscere Na
tu
prima di co
rhouse
Valeria
18
kg in meno
Stradella (Pv)
Nome:Valeria Quaroni
Età: 30 anni
Professione: Commessa Autogrill
Altezza: 1,60 cm
Peso precedente: 79,1 kg
Peso attuale: 61,1 kg
HA PERSO
Il controllo settimanale
con la nutrizionista mi ha aiutato molto
Tempo trascorso: 4 mesi
Taglia precedente: 48
Taglia attuale: 42
HA PERSO
20
18 KG
3 TAGLIE
Prima mangiavo
quello che trovavo più comodo,
ma in seguito ho anche
riscoperto il piacere di cucinare.
Quando ha iniziato
a preoccuparsi
per il suo sovrappeso?
Da sempre, ma solo dopo la gravidanza mi sono decisa a rivolgermi a qualcuno che potesse aiutarmi nel perdere un po’ di peso.
Come ha conosciuto
Naturhouse?
L’ho conosciuta tramite una mia vicina
di casa, lei stessa cliente del Centro.
Notando la sua splendida forma, le
chiesi come avesse fatto e lei mi consigliò di rivolgermi a Naturhouse.
Che accoglienza ha ricevuto
la prima volta che è entrata
nel Centro Naturhouse?
Ottima: le ragazze sono state da subito molto cordiali e disponibili.
Qual è stata
la sua prima impressione
del sistema Naturhouse?
Molto buona; credevo fosse più difficile seguire i piani alimentari, invece mi
sono resa conto da subito che non si
trattava di grosse rinunce, ma semplicemente di combinare alcuni cibi tra
di loro.
Io prima sbagliavo in questo e mangiavo quello che capitava.
Quanto è durato
il trattamento?
Il trattamento è durato circa 6 mesi,
da gennaio a giugno.
È stato difficile seguire le
raccomandazioni che le
hanno dato gli specialisti
Naturhouse?
Nel complesso no.
Ammetto che all’inizio alcune difficoltà le ho trovate, ma erano per lo più
di carattere organizzativo.
Qual è stato il momento
più difficile del periodo
di trattamento?
Come dicevo, prima le uniche difficoltà sono state dovute al cambiamento
di errate consuetudini alimentari.
Prima mangiavo quello che trovavo
più comodo, ma in seguito ho anche
riscoperto il piacere di cucinare.
La dieta ha ostacolato
i suoi rapporti interpersonali?
Ad esempio, era costretto
a rinunciare a cene o aperitivi
con gli amici?
No, perché non sono mai stata una
frequentatrice di locali.
Durante la dieta è importante
seguire un regime alimentare
controllato, ma anche
fare del movimento fisico:
lei pratica sport?
Purtroppo non faccio nessuna attività
sportiva, ma il mio lavoro è abbastanza movimentato per cui non sono mai
seduta.
Qualcuno
l’ha aiutata a non perdere
la motivazione?
La motivazione è partita da me ed essendo molto determinata non ho mai
mollato, aiutata anche dal fatto di vedere progressi ogni settimana.
Quanti chili ha perso?
Ho perso 18 kg.
È riuscita a capire motivi
e cause del suo sovrappeso?
L’errore di prima era il fatto di mangiare quello che capitava, senza dare
importanza alla qualità.
Inoltre facendo un lavoro di turnazioni non rispettavo mai gli stessi orari, o
spesso saltavo dei pasti per poi appesantirmi di più.
Oggi ho imparato a non saltare mai gli
spuntini, grazie ai consigli della nutrizionista, e a non arrivare ai pasti principali con la fame.
Come si sente adesso?
Decisamente meglio e sono molto
contenta, perché da un lato sono riuscita a raggiungere un importante
obiettivo e dall’altro ho trovato persone, e un metodo, che hanno reso
questa mia sfida molto più semplice.
Come è cambiato
il suo rapporto
con il cibo e con gli altri?
Il rapporto con il cibo non è più un
problema; se un giorno dovessi esagerare, so come rimediare subito grazie
anche ai piani d’attacco che mi ha suggerito la consulente.
E ovviamente anche i rapporti con gli
altri sono migliorati, perché io stessa
mi voglio più bene.
Cosa l’ha colpita
del metodo Naturhouse?
Sicuramente l’avere imparato a mangiare nel modo più corretto.
Ma voglio anche sottolineare che un
aspetto molto importante del metodo
Naturhouse è stato quello di essere
controllata ogni settimana.
21
inter vista NATURHOUSE
Nel Centro Naturhouse di Via Cavour, 1
a Stradella
Valeria Quaroni ha perso 18 kg
Monica
Fanoli
Titolare e dietista del Centro Naturhouse di Stradella
Come è maturata
a decisione di aprire
un Centro Naturhouse?
Sono andata a visitare alcuni Centri e,
notando l’entusiasmo sia delle consulenti sia dei clienti, ho deciso all’istante
che quello sarebbe stato il mio futuro.
Quando ha aperto il Centro?
Ho aperto il Centro a settembre 2007.
Qual è la chiave del successo
di un Centro Naturhouse?
Per prima cosa la capacità della nutrizionista di saper consigliare bene e di
comprendere le varie esigenze delle
persone. Il nostro metodo poi prevede il controllo del peso ogni settimana.
E questo, a detta di molte clienti, è un
grande aiuto perché fa in modo che la
persona si senta più seguita e consigliata.
Ogni settimana, infatti, a seconda del risultato si cambiano i piani e i prodotti;
questo evita di rendere monotono il
percorso di dimagrimento.
22
Conosceva Naturhouse
prima di aprire il suo Centro?
Sì, ne avevo già sentito parlare.
Chi si rivolge
principalmente al suo Centro?
La nostra clientela è molto varia, ma
prevalgono le donne.
Cosa l’ha spinta ad interessarsi
al tema della nutrizione?
Innanzitutto ho frequentato il corso
universitario di dietista, per cui l’interesse nel campo della nutrizione l’ho
sempre avuto; quando ho scoperto il
metodo Naturhouse non ho voluto
perdere questa grande occasione.
Anche lei segue
il metodo Naturhouse?
Fortunatamente non ho problemi di
peso, ma ammetto che avendo perseguito gli studi di dietistica sono sempre
stata molto attenta ad alimentarmi nel
modo corretto.
Quando però mi sento fuori forma ri-
corro a qualche nostro integratore e in
poco tempo mi riprendo.
A tal proposito,
secondo lei, quale
caratteristica indispensabile
deve avere
una buona consulente?
Una buona consulente deve essere molto preparata, ma anche molto disponibile verso il cliente, cercando di aiutarlo
nel raggiungimento del suo obiettivo.
Ovviamente ci vuole anche amore e dedizione nel fare questo tipo di mestiere,
anche perché si instaura un rapporto
spesso molto intimo e di reciproca fiducia con il cliente.
Cosa le dà più soddisfazione
in questa attività?
L’entusiasmo dei miei clienti.
Ogni cliente soddisfatto porta altri
clienti e il veder la nostra agenda sempre piena di nuovi appuntamenti è sinonimo di un buon lavoro da parte del
nostro staff.
Perché sente di consigliare
il metodo Naturhouse
alle lettrici di Peso Perfecto?
Perché il metodo è semplice e non
comporta grosse rinunce. Certo magari
i primi giorni si fa un po’ fatica, ma superati i primi momenti ci si rende conto
che ne vale veramente la pena, perché
ci si sente molto meglio fisicamente e
non solo esteticamente. Inoltre, un altro aspetto da non sottovalutare sono i
costi piuttosto bassi, essendo la consulenza gratuita.
Debora Rainone addetta alle vendite
Monica Fanoli dietista
si rende conto che ne vale la pena perché ci si sente meglio. Non nego che per
qualcuno può essere un po’ più difficile.
Dipende molto dalla costanza e dalla
motivazione dell’ individuo.
Nella dieta ci sono alimenti
proibiti?
No, non esistono alimenti proibiti, ma sicuramente ci sono dei cibi che dovranno
essere assunti con moderazione mentre
altri con libertà. Il successo di un sano
dimagrimento non è la quantità delle
porzioni, ma la qualità e l’abbinamento
corretto di diversi tipi di alimenti.
Carlotta
Bariani
Dietista
Come avviene il primo
contatto con un nuovo cliente?
Attualmente le persone che si rivolgono a noi sono già al corrente del nostro
metodo, perché sono state consigliate
da altre persone che già frequentano il
Centro o comunque ne hanno già sentito parlare. Del resto Naturhouse è già
presente da diversi anni in Italia e il passaparola è il modo migliore per aumentare la clientela.
Qual è la caratteristica
principale che deve avere un
consulente nel rapporto con il
cliente?
Fin da subito la consulente deve mostrarsi cordiale e disponibile.
La gentilezza e il sorriso sono segni necessari per instaurare fin da subito un
buon rapporto con il cliente.
Capita che qualche cliente inizi
le consulenze con diffidenza?
Può capitare; fortunatamente è molto
raro, ma è comprensibile perché si tratta
comunque di un cambiamento di stile di
vita a volte molto radicale ed è importante in questo caso che la consulente
nutrizionista sia in grado di motivare la
persona.
In che modo Naturhouse
aiuta le persone che vogliono
raggiungere una buona forma
fisica?
Seguendo dei piani nutrizionali che rispecchiano la sana alimentazione, accompagnati dall’assunzione di integratori
naturali che facilitano la perdita di peso
a seconda della tipologia della persona.
Ogni settimana poi il cliente ritorna nel
nostro Centro per verificare l’andamento e quindi si può modificare sia il piano
alimentare sia l’integratore.
È difficile seguire il metodo
Naturhouse?
Io credo di no. All’inizio un minimo di
fatica c’è, perché si fanno comunque
dei cambiamenti nelle abitudini alimentari, ma in poco tempo ci si abitua e ci
Raggiunto il peso forma è
difficile portare avanti il
mantenimento?
No. Il mantenimento è più semplice di
quanto non sembri.
Dopo alcuni mesi o settimane di metodo, diventa un’educazione alimentare
che ognuno fa propria.
È ovvio che con il mantenimento ci si
possa concedere più stravizi, ma spesso una volta abituati a cibarsi in questo
modo difficilmente si torna indietro.
Noi comunque siamo disponibili anche
durante questa fase e fino a che il cliente
non si sente tranquillo è libero di venire
da noi per controllarsi e tutelarsi.
Cosa non deve mancare dal
punto di vista caratteriale per
raggiungere l’obiettivo?
Da parte del cliente è fondamentale la
determinazione.
Non bisogna poi scoraggiarsi se non
tutte le settimane si ottiene lo stesso
risultato.
Il corpo è una macchina molto strana e
non sempre risponde allo stesso modo
al trattamento, ma proprio il fatto di
rivedersi ogni settimana permette alla
consulente di intervenire tempestivamente e risolvere il problema.
di Stradella,
Via Cavour, 1
Tel. 0385.245779
Più di 1.700 Centri Naturhouse
Vedi pagg. 62-64
23
salute e immagine
CINQUE PASTI
AL
GIORNO
ATTIVA IL TUO METABOLISMO
Piccoli ma preziosi accorgimenti per restare in forma
TESTI chiara lisi
laureata in scIenze
e tecnologie alimentari
L’affermazione “Sono grasso perché ho
il metabolismo lento” lascia, in realtà,
alquanto a desiderare: escludendo disfunzioni ormonali, a parità di sesso e
di massa muscolare, le variazioni individuali del metabolismo sono limitate.
Ciò non esclude che le persone in
sovrappeso abbiano, generalmente, un
24
metabolismo più lento di quelle magre.
Ma, se non sono presenti disfunzioni
ormonali, il metabolismo lento è una
conseguenza del sovrappeso e non la
causa: il metabolismo infatti rallenta
a causa di una vita troppo sedentaria
(mancanza di attività fisica) e di una
scorretta alimentazione.
L’aumento dell’attività metabolica subisce un forte impulso dall’incremento
della massa magra: più muscoli abbiamo e più calorie consumiamo nel corso della giornata, indipendentemente
dall’età, dalla funzionalità tiroidea e dal
livello di attività fisica.
Un miglior tono muscolare
aiuta a bruciare maggiori calorie: infatti il muscolo è un tessuto
vivo in continuo rinnovamento e con
richieste metaboliche nettamente superiori rispetto al tessuto adiposo.
Mentre facciamo sport il nostro metabolismo aumenta notevolmente e permane elevato anche per diverse ore
dal termine dell’allenamento.
Per accelerare al massimo il metabolismo è consigliato eseguire un’attività
mista, caratterizzata cioè da un lavoro ad alta intensità (esercizi di tonificazione con i pesi, con le macchine o
a corpo libero) seguito da un’attività
aerobica come la corsa, il ciclismo o
il nuoto.
Per accelerare il metabolismo con una
corretta attività fisica e una buona alimentazione bisogna:
• fare almeno due o tre allenamenti
alla settimana di durata
non inferiore ai 40 minuti
• alternare attività aerobiche
con esercizi di tonificazione
• darci dentro con i pesi!
Non diventerai un culturista ma contribuirai ad accelerare notevolmente il
tuo metabolismo
• cambiare frequentemente
il programma di allenamento,
in modo da favorire gli adattamenti
metabolici necessari per affrontare
il nuovo stress.
Fai colazione…
e che sia bilanciata
Molte persone se lo dimenticano. Ciò
che non ricordano è che la colazione è
il più importante pasto della giornata.
La colazione dà una bella spinta al metabolismo e ci fornisce una consistente
scorta di energie per tutto il giorno.
La maggior parte delle persone che
fanno una colazione sana hanno un
peso minore e una salute migliore di
coloro che non fanno colazione.
Evitare gli spuntini notturni e
di assumere cibo poco prima di cori-
carsi: durante il riposo il metabolismo
tende ad abbassarsi e molte delle calorie ingerite, non essendo necessarie
nell’immediato, vengono immagazzinate nei tessuti di riserva.
Non escludere
completamente i grassi
e la carne rossa dalla dieta:
un regime alimentare troppo basso
tende a diminuire il metabolismo.
Elimina lo zucchero bianco
Lo zucchero bianco raffinato come
quello che si trova nei dolci e nei soft
drink sovraccarica il corpo di zuccheri
causando seri problemi di salute, inclusi l'obesità e il diabete.
I carboidrati complessi sono una migliore risorsa energetica e evitano
sbalzi di glicemia dannosi per il corpo.
Il corpo umano non è stato costruito
per affrontare la quantità di zucchero
che la maggior parte delle persone assume con la propria dieta.
Cerchiamo di capire cosa succede al
nostro organismo quando ingeriamo
lo zucchero raffinato.
Per poter essere assimilato e digerito,
lo zucchero bianco ruba al nostro corpo vitamine e sali minerali, inizialmente
presenti nello zucchero ma poi eliminati tramite la raffinazione (in particolare il Calcio e il Cromo), per ricostituire almeno in parte quell'armonia di
elementi distrutta dalla raffinazione.
Cosa provoca il tossico
zucchero bianco
a livello intestinale?
Provoca processi fermentativi con
produzione di gas e tensione addominale e l'alterazione della flora batterica
(disbiosi - Test della disbiosi intestinale) con tutte le conseguenze che ciò
comporta (coliti, stipsi, diarree, formazione e assorbimento di sostanze tossiche, ecc.).
Avrete certamente notato il fastidioso
senso di gonfiore e pesantezza che si
avverte dopo aver mangiato dolci elaborati, ricchi di zucchero!
Ciò è causato dal rapido e violento assorbimento dello zucchero nel sangue
che fa salire la cosiddetta glicemia.
Di fronte a tale subitanea salita, il pancreas risponde immettendo insulina
nel sangue e ciò provoca una brusca
discesa del tasso glicemico detta "cri-
25
salute e immagine
si ipoglicemica" caratterizzata da uno
stato di malessere, sudorazione, irritabilità, aggressività, debolezza, bisogno
di mangiare per sentirsi di nuovo su di
tono.
La conseguenza di questa caduta degli
zuccheri è l'immissione in circolo, da
parte dell'organismo, di altri ormoni atti a far risalire la glicemia, tra cui
l'adrenalina che è l'ormone dell'aggressività, della difesa, della tensione.
Dormi bene la notte
Esiste una ricerca che dimostra che le
persone che non dormono a sufficienza tendono ad aumentare di peso.
Si può ben comprendere come questi
continui "stress" ormonali con i loro
risvolti psicofisici determinano un
esaurimento delle energie con l'indebolimento di tutto l'organismo.
Non saltare i pasti
Saltare i pasti per dimagrire è controproduttivo in quanto, in realtà, fa diminuire il metabolismo e può anche portare a mangiare di più negli altri pasti.
Consuma piccoli pasti
Mangiare 5-6 piccoli pasti al giorno
evita la sensazione di fame, permette al
corpo di avere sempre energie fresche
e tiene sempre attivo l'apparato digerente facendo così consumare calorie.
Pianifica i tuoi pasti.
Se riesci ad avere un menu settimanale
è più facile raggiungere il tuo obbiettivo.
Bevi thè verde
È stato dimostrato che fa aumentare il
metabolismo senza stressare il corpo
come invece fa la caffeina.
Mangia cibi piccanti
I cibi piccanti che ti fanno sudare possono aiutare ad aumentare il metabolismo.
Rivolgiti ad un consulente che
sappia indicarti quali sono gli alimenti
più adatti al tuo metabolismo.
Dieta non vuol dire solo fare rinunce
in campo alimentare, ma significa anche
saper mangiare con coscienza e capire
come fare in modo di non accumulare
le calorie che ingeriamo durante pasti
e spuntini.
Infatti, mangiare tutti i nostri alimenti
assieme oppure saltare un pasto o la
colazione, porta il nostro metabolismo
a rallentare e a tendendo così ad accumulare le calorie in ecceso.
Per stimolare il nostro organismo invece a bruciare più calorie del solito
e aiutarci così nella dieta dimagranate,
dobbiamo cerare di non saltare mai
i pasti e di farne sempre almeno 5 al
giorno.
I cinque pasti sarebbero:
• colazione
• spuntino
• pranzo
• spuntino
• cena
In tal modo il vostro organismo accelererà e comincerà ad utilizzare adipe
26
e a non accumulare le calorie, che difficilmente risulteranno in eccesso.
Ricordate che ogni pasto, tranne quelli serali, devono contenere sempre le
proporzioni giuste di carboidrati, lipidi,
proteine e vitamine in modo da fornire sempre al nostro organismo tutti
i nutrienti necessari per il benessere
fisico.
Alla sera, diminuite le calorie derivanti
da carboidrati poiché hanno un indice
glicemico più elevato.
La regola dei cinque pasti (colazione,
pranzo, cena e due spuntini), raccomandata da pediatri e nutrizionisti, è
seguita spontaneamente dai bambini
sin dalla primissima infanzia. Il lattante
riesce a controllare i meccanismi della
fame e della sazietà in modo da assicurarsi tutti i nutrienti che gli servono,
e già a quattro mesi passa spontaneamente a cinque pasti al giorno, con
intervalli di circa 3 ore e una sosta
notturna più prolungata. Il motivo?
Si tratta di uno schema che rispetta
pienamente le esigenze metaboliche,
specialmente nell’infanzia e nell’adolescenza quando l’alimentazione ha
un ruolo decisivo nella formazione dei
tessuti.
Altri consigli per aiutare
ad aumentare il Metabolismo
Non ridurre troppo l’apporto
calorico
Spesso, quando ci si accorge che pur
mangiando poco non si dimagrisce, si
diminuiscono ulteriormente le calorie.
Questa soluzione non è nè sana nè
utile.
Quando il corpo riceve poco cibo reagisce come quello degli animali che
vanno in letargo: rallenta i processi
fisiologici e diminuisce i consumi ca-
lorici attraverso il rallentamento del
metabolismo.
Questo fenomeno si verifica quando si
seguono diete drastiche, che forniscono soltanto 700-800 calorie al giorno e che finiscono per provocare un
rallentamento metabolico anche del
20 per cento. Eccessive riduzioni caloriche producono l’effetto opposto a
quello desiderato: si tende a ingrassare
più facilmente.
27
salute e immagine
Per rendere attivo ed efficiente il metabolismo è importante il numero dei
pasti consumati nella giornata: più questo è alto, maggiore è l’effetto acceleratore.
Il frazionamento del piano settimanale
in diversi pasti (5-6 al giorno) è conveniente perché:
• Migliora la tolleranza al glucosio
e riduce il colesterolo plasmatici.
•Evita che passi troppo tempo
tra i pasti, diminuendo
la sensazione di fame e l’ansietà
ai pasti principali.
Si è dimostrato che con il frazionamento dei pasti si ottengono maggiori risultati; ciò è dovuto a fattori psicologici (trascorre meno tempo tra
un’ingestione e l’altra) e ormonali (si
ha una secrezione d’insulina più prolungata nel tempo e pertanto il livello
d’insulina rimane costante e regolare
nel tempo).
Infatti, cambiamenti nella secrezione
d’insulina, con picchi in certi momenti,
possono provocare ipoglicemia portando anche ad un aumento dell’appetito. Inoltre picchi d’insulina facilitano
l’azione della lipogenesi.
IN SINTESI
Un'alimentazione corretta è il primo step per non prendere peso. I nutrizionisti
in proposito, asseriscono l’importanza sostanziale di dividere la giornata in tre
pasti importanti (colazione, pranzo e cena) più due pasti più leggeri (mattina/
pomeriggio).
Cinque pasti al giorno dunque, per un’alimentazione corretta ed equilibrata.
Perchè dividere in 5 pasti la giornata? Per due motivazioni:
Questo è dovuto principalmente a due fattori: mangiare ogni 3 o 4 ore significa
attivare il metabolismo e inoltre fare spuntini può aiutare a non essere voraci
nel pasto vero e proprio.
Ma in cosa deve consistere lo spuntino in una dieta corretta?
Ovviamente poche calorie è il must: frutta fresca, succhi di frutta naturali, verdure, yogurt magri, barrette di cereali energetiche.
Ogni spuntino può essere accompagnato da caffè, the verde, acqua o da una
bevanda per il controllo del peso.
28
VALBUSENDA
HOTEL RESORT & SPA, CREATO PERCHÉ TE LO MERITI
Situato in uno scenario unico, immerso nei vigneti, l’Hotel Valbusenda è ideale per ogni tua esigenza di relax,
intrattenimento e business. Dispone di 35 camere ampie ed esclusive, ristorante, ricca cantina di vini,
servizio di banqueting, sale per meeting aziendali, centro benessere, palestra, campo di Paddle.
Ctra. de Toro-Peleagonzalo, s/n 49800 Toro - Zamora (Spain)
w 0034 980 699 573 - www.valbusenda.com - [email protected]
a ciascuno il suo
Introduzione
alla Piramide
Alimentare
Conosciamo meglio
il simbolo della sana ed equilibrata alimentazione
TESTI chiara lisi
laureata in scIenze
e tecnologie alimentari
30
La Piramide è il simbolo della "sana
ed equilibrata alimentazione":
ci deve guidare nella scelta giornaliera
degli alimenti.
La piramide è un solido geometrico
più largo alla base che si restringe man
mano che ci si allontana da essa in verticale; anche chi non ha dimestichezza
con la geometria ricorderà sicuramente le piramidi egizie, dalla caratteristica
base quadrata e forma a punta.
È proprio la forma di questo solido
che viene sfruttata per raffigurare il
modello nutrizionale.
Si tratta infatti di uno strumento che
rappresenta in maniera semplice ed
intuitiva gli alimenti della dieta suddividendoli in sei macrogruppi fondamentali e guidandoci verso un’alimentazione sana ed equilibrata.
La piramide è divisa da rette orizzontali che delimitano delle aree, dalla
base al vertice, nella prima troviamo
gli alimenti che possiamo consumere
più liberamente mentre nell’ultima
troviamo quelli che è meglio limitare.
Pertanto la posizione nella piramide e
la grandezza delle sue sezioni, identificano gli alimenti in funzione della loro
frequenza consigliata di consumo, alla
base della piramide si trovano quelli
fondamentali per la nostra dieta il cui
apporto giornaliero non dovrebbe
mai mancare; man mano che saliamo
la piramide vengono raffigurati gli alimenti che sarebbe necessario limitare,
arrivati al vertice troviamo gli alimenti
il cui utilizzo dovrebbe essere davvero
ristretto in frequenza e quantità.
Oggi, il Barilla Center for Food &
Nutrition ripropone la piramide
alimentare in una doppia versione, posizionando i cibi non solo in relazione
al loro impatto positivo sulla salute,
ma anche rispetto al loro impatto
sull’ambiente.
Si ottiene così una “Doppia Piramide”:
una nuova piramide alimentare-ambientale affianca la più nota piramide
alimentare-nutrizionale.
La Piramide è formata da 6 sezioni
contenenti vari gruppi di alimenti.
Ciascun gruppo deve essere presente
nella nostra dieta in modo proporzionale alla grandezza della sua sezione.
Dalla “Doppia Piramide” emerge che
gli alimenti per i quali è consigliato un
consumo più frequente, sono anche
quelli che determinano gli impatti
ambientali minori.
Viceversa, gli alimenti per i quali viene
raccomandato un consumo meno frequente, sono anche quelli che hanno
maggior impatto sull’ambiente.
Da questa nuova elaborazione della
Piramide Alimentare emerge la coincidenza, in un unico modello, di due
obiettivi diversi ma altrettanto rilevanti: salute e tutela ambientale.
Da questo numero,
Peso Perfecto presenterà
un appuntamento
con i vari gruppi di alimenti
della piramide.
31
focus
MIGLIORIAMO
LE NOSTRE PRESTAZIONI
CON LA CARNITINA
Scopriamo i suoi effetti
TESTI chiara lisi
laureata in scIenze
e tecnologie alimentari
La carnitina è stata isolata per la prima
volta nel 1905. Sebbene ci si riferisca a
questa sostanza come una vitamina, la
carnitina o vitamina BT è più simile ad
un aminoacido.
Viene sintetizzata a livello del fegato e
dei reni a partire dagli aminoacidi lisina e metionina in presenza di vitamine
B6, C e ferro o assunta con la dieta
(presente nelle carni e nei prodotti
caseari).
Il 90% della carnitina si trova nelle cellule cardiache ed in quelle del sistema
muscolo-scheletrico.
Per questo motivo una sua deficienza
può colpire gravemente il normale
32
funzionamento del cuore e dei muscoli
dell’intero organismo.
Alimenti ricchi in carnitina sono: la
carne (soprattutto la carne rossa), il
latte, il lievito, le arachidi, il cavolfiore
ed il germe di grano.
Il suo ruolo nell'organismo è quello di
legarsi e permettere il passaggio degli
acidi grassi (sotto forma di acetilCoAcarnitina) attraverso le membrane dei
mitocondri, rendendoli così disponibili
per la beta-ossidazione.
Poiché la L-carnitina facilita il passaggio
dei lipidi a catena lunga all'interno dei
mitocondri e poiché l'ossidazione dei
lipidi produce energia, si è ipotizzato
che l'assunzione di carnitina potesse
migliorare le prestazioni.
Quando l'organismo richiede energia, gli adipociti liberano i grassi, che
vengono “bruciati” nelle centrali di
produzione energetica delle cellule (i
mitocondri), sviluppando così energia.
La L-carnitina svolge un ruolo essenziale in quest’ultima fase, perché
è il mezzo di comunicazione che
provvede al trasporto dei grassi
verso questi centri di riconversione.
Stimola e regolarizza la combustione
dei grassi, svolgendo la funzione di un
carburatore.
La L-carnitina agisce come trasportatore degli acidi grassi a catena lunga
attraverso la membrana mitocondriale, con la finalità di incrementare la
produzione d’energia.
L'attività iniziale, necessaria per la
trasformazione degli acidi grassi a catena lunga in Acetil-CoA, avviene nel
mitosoma del mitocondrio e nella sua
membrana esterna.
Però gli Acetil-CoA a catena lunga non
potrebbero penetrare nella membrana
interna per essere ossidati ("bruciati")
se non fosse presente la L-carnitina.
La L-carnitina, infatti, agisce come
veicolo di trasporto, quasi una sorta
di navetta. Legato alla L-carnitina, divenendo Acetil-Carnitina, l'Acetil-CoA
può attraversare la membrana interna
del mitocondrio.
Senza la L-carnitina, i grassi non
potrebbero essere bruciati come
combustibile, pertanto, verrebbero
immagazzinati nel sangue e nelle cellule sotto forma di lipidi e trigliceridi.
Gli effetti della carnitina
Effetti dimostrati
• Promuove la normale crescita e lo sviluppo.
•Utile nell'ischemia cardiaca e nelle arteropatie periferiche.
• Diminuzione dei trigliceridi e aumento del livello del colesterolo HDL.
Effetti possibili
• Protezione da alcuni tipi di malattie (muscolari, epatiche, renali, diabete).
Effetti non dimostrati
• Migliora la tolleranza alla debolezza indotta dalle diete ipocaloriche.
• Aiuta ad aumentare la massa muscolare e la prestazione atletica.
33
La dieta dei
Ritagliala
e attaccala
al tuo
2ª settimana 1ª settimana
frigorifero !
34
14 GIORNI
LUNEDì
• Un spremuta di arance fresche
Colazione • Caffè con latte scremato
• Cereali DIETESSE 3
Metà mattina • 1 mela
pranzo • Pinzimonio di verdure
con carote, finocchio,
sedano e ravanelli
• 2 uova sode
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
MERENDA • 1 arancia
CENA • Insalata di verdure al vapore
• Petto di pollo al forno
con erbe aromatiche
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
MARTEDì
• Due kiwi
• Caffè con latte scremato
• Sei biscotti FIBROKI
• Un spremuta di Pompelmo
• Caffè con latte scremato
• Cereali DIETESSE 3
• 1 arancia
• 2 kiwi
• Insalata di fagiolini
e pomodori con salmone
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• Insalata con indivia,
cipollotti, pomodori
• Pollo alla piastra con limone
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• 1 pera
• 1 mela
• Crema di zucchini
• Spinaci saltati in padella
• Pesce spada ai ferri
• Uno yogurt scremato
• Infusione di INFUNAT RELAX
• Cavolfiore gratinato.
• Filetto di cavallo al pepe verde
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
LUNEDì
• Un spremuta di arance fresche
Colazione • Caffè con latte scremato
• Cereali DIETESSE 3
Metà mattina • 1 mela
pranzo • Insalata di pollo:
lattuga, pomodoro, peperoni, cipolla e straccietti di pollo
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
MERENDA • 1 pera
CENA • Melanzane ripiene di carne
di vitello accompagnate
da un pomodoro
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
MERCOLEDì
MARTEDì
MERCOLEDì
• Due kiwi
• Caffè con latte scremato
• Sei biscotti FIBROKI
• Un spremuta di pompelmo
• Caffè con latte scremato
• Cereali DIETESSE 3
• 2 kiwi
• 1 pera
• Insalata di scarola, carote,
germogli di soia,
cavolo capuccio ed un uovo sodo più un albume
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• Juliene di carote e zucchini.
• Pasta integrale
con pomodorini,
olive nere e feta
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• 1 mela
• 1 pompelmo
• Crema di sedano
• Padellata di peperoni
• Hamburger di vitello
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
• Zucca alla piastra
• Tagliata ai ferri
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
In Fo
RM
a > In
VIaGG
Io >
DIET
a 14
GIoR
nI >
BELL
EZZa
anno
Trimest 4 - nUME
UE: E rale Gen-FRo 13
2,25
eb-Ma
USa:
$ 2,9 r
9
Carboidrati
Lipidi
35%
37%
Man
e Manufela
MO red
Peso Perfecto
ELGG
Il piano alimentare
TRANI
di 14 giorni di seguito presentato
1 kg
ci supporterà nei mesi invernali S4
TRA
per riacquistare la nostra forma 18DEkLgLA
dopo il periodo natalizio.
SI RA
ccON
TESTIM TANO A PESO
PERfEc
ONIAL
TO
IN ME
NO
27%
Energia
1356 Kcal = 5668 Kj
IN ME
NO
FOCU
S
MIGLI
LE NO ORIAMO
STRE
CON LA
P
CARNRESTAZIO
NI
ITINA
Proteine
(media:14 giorni)
Cinqu
e past
i al gio
r
resta
re in no
form
Prezio
si acc
orgim
enti p
er
GIOVEDì
VENERDì
sabato
DOMENICA
• Due rondelle di ananas
• Caffè con latte scremato
• Due fette biscottate
con marmellata light Kiluva
• Un spremuta di arance
• Caffè con latte scremato
• Sei biscotti Fibroki
• Due kiwi
• Caffè con latte scremato
• Due fette biscottate
con marmellata light Kiluva
• Due rondelle di ananas
• Caffè con latte scremato
• Cereali DIETESSE 3
• 1 pera
• 1 mela
• 1 pompelmo
• 1 mela
• Asparagi a pezzetti
con prosciutto crudo
e formaggio scremato
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• Indivia con salsa vinaigrette
• Rape con pomodoro naturale, gamberi e tonno
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• Cavolo capuccio
• Bistecca ai ferri
• Stufato di verdure
(cipolla porro e carote)
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• Grigliata di asparagi,
peperoni e melanzane
• Branzino al forno
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• 2 kiwi
• 2 mandarini
• 1 mela
• Macedonia di frutta mista
• Crema di zucca
• Frittata contadina
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
• insalata con lattuga,
formaggio fresco e cetrioli
• Sogliola al vapore
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
• Piselli saltati con prosciutto
• Cosce di pollo brasate
con rosmarino
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
• Spinaci saltati i n padella
• Hamurger di vitello
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
GIOVEDì
VENERDì
sabato
a
DOMENICA
• Due rondelle di ananas
• Caffè con latte scremato
• Due fette biscottate
con marmellatalight Kiluva
• Un spremuta di arance fresche
• Caffè con latte scremato
• Sei biscotti Fibroki
• Due kiwi
• Caffè con latte scremato
• Due fette biscottate
con marmellata light Kiluva
• Due rondelle di ananas
• Caffè con latte scremato
• Cereali DIETESSE 3
• 1 arancia
• 2 mandarini
• 2 kiwi
• 2 mandarini
• Fagiolini con carote Tonno
con mais e pomodoro
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• Insalata di pomodoro, cipolla
ed ananas con tacchino
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• Ananas fresco
• Grigliata di pesce azzurro
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• Padellata di asparagi a pezzetti, zucchini e melanzane
• Risotto allo scoglio
• Uno yogurt scremato
• APINAT CAFFÈ INSTANT
• 1 arancia
• 1 mela
• 2 kiwi
• 1 mela
• Crema de asparagi
• Calamari al limone
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
• Crema di zucca e zucchini
• Coniglio al forno
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
• Due rondelle
di ananas al naturale
• Seppia alla piastra
con aglio e prezzemolo
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
• Spinaci saltati con prosciutto
• Sogliola al vapore
• Uno yogurt scremato
• INFUNAT RELAX
* NOTA: Utilizzare Due cucchiai da minestra di olio d'oliva extra vergine al giorno.
35
> Mo
Da
le ricette gustose: antipasto
Anello di pane
INGREDIENTI
per 8 persone
per la pasta
•500 g farina 0
•30 g lievito di birra
•2,5 dl acqua
•2,5 dl latte
•1 cucchiaino di zucchero
per il ripieno
•200 g fontina
•100 g prosciutto crudo
•100 g pistacchi sgusciati
•100 g parmigiano reggiano
•sale
•pepe
1
Formare una fontana con la
farina, nel centro aggiungere
il sale, lo zucchero, il latte e
l’acqua tiepidi, ed il lievito di birra.
Sciogliere il lievito ed impastare.
Attendere circa 45 minuti, il tempo
necessario al raddoppio dell’impasto.
36
VALORI
NUTRIZIONALI
200g a porzione
A PORZIONE:
Calorie 358
Carboidrati 17%
Proteine 11%
Lipidi 9%
2
Stendere con un matterello
la pasta formando un disco
di 1cm di spessore sul quale
disporre dei dadini di fontina, i
pistacchi tritati, il prosciutto tagliato
a fettine sottili ed un pizzico di pepe.
3
arrotolare la pasta formando
un cilindro e chiuderlo ad
anello.
Disporre l’anello sopra una pirofila
unta ed inciderlo a spicchi.
Spennellarlo con latte e formaggio
ed attendere 45 minuti per la
lievitazione.
Infornare a 200°C per 40 minuti fino
a completa cottura.
le ricette gustose: primo
Linguine al pesto di
vite con uva fragola
INGREDIENTI
per 4 persone
•15 foglie giovani di vite,
non trattate,
possibilmente di uva fragola
•60 g parmigiano reggiano grattugiato
•10 acciughe
•20 capperi dissalati
•50 g pinoli
•acini di uva fragola
•olio extravergine d’oliva
1
Eliminare le nervature delle
foglie ed aggiungerle nel mixer
con il formaggio, le acciughe,
i capperi ed i pinoli. Ottenuto un
impasto ben amalgamato, aggiungere
olio extra vergine di oliva.
VALORI
NUTRIZIONALI
130g a porzione
A PORZIONE:
Calorie 491
Carboidrati 1,7%
Proteine 6,5%
Lipidi 14,5%
2
Bollire le linguine in acqua
salata, scolarle e mescolarle
con il pesto.
3
Guarnire ogni piatto con una
foglia di vite e 7/8 acini di uva
fragola.
37
le ricette gustose: secondo
Lonza al forno
farcita alle mele
INGREDIENTI
per 10 persone
•1kg di lonza aperta a libro
•500g mele renette
•80g carote
•1 cipolla
•4 gambi di sedano
•3 arance
•parmigiano reggiano
grattugiato
•brodo di carne
•alloro fresco
38
VALORI
NUTRIZIONALI
200g a porzione
A PORZIONE:
Calorie 300
Carboidrati 4%
Proteine 15,6%
Lipidi 8,2%
le ricette gustose: dolce
Crostata di pere
al vino rosso
VALORI
NUTRIZIONALI
260g a porzione
A PORZIONE:
Calorie 728
Carboidrati 36%
Proteine 0,6%
Lipidi 10%
1
2
Disporre la farina a fontana, al
centro aggiungere 200g di burro
ammorbidito, le uova, le bucce
di limone, il sale e lo zucchero.
il vino ed aggiungere le scorzette di
limone, i chiodi di garofano, 180g di
burro, il ginger fresco a fettine ed
infine le pere.
Lavorare l’impasto fino a
formare una palla che va riposta
in frigo per almeno un'ora.
Sbucciare, detorsolare e tagliare a
metà le pere. In una padella versare
Cuocere le pere per
10/15 minuti, scolarle e farle
raffreddare.
Sciogliere il burro rimanente con lo
zucchero, la polvere di ginger e la
3
cannella. In un’altra ciotola sbriciolare
grossolanamente le fette biscottate.
Con i 2/3 della pasta foderare uno
stampo imburrato del diametro di 24
cm e distribuire il pane, le pere ed il
burro speziato.
Stendere la pasta rimasta per formare
un disco con cui sigillare lo stampo.
Infornare a 180°C per 45 minuti.
Ristorante FIENILE FLUò - CREXIDA
Via Paderno 9 - BOLOGNA tel. 338 5668169 - 051 589636
Non è facile descrivere Fienile Fluò, in quanto più che un ristorante è un insieme di sensazioni, profumi e colori,
il tutto all'insegna del cibo di qualità e di un servizio accurato. In pratica le realtà che compongono questo
locale, che nasce in un antico fienile restaurato nella quiete delle colline bolognesi, sono due: da una parte un
agriturismo con 50 coperti, dall'altra “Crexida”, una compagnia teatrale che crea e produce spettacoli, uno
spazio per l’arte, la cultura, il relax. Fienile Fluò, in particolare, ospita spettacoli teatrali, concerti, residenze
artistiche, seminari di cinema, laboratori e corsi per bambini e, nel complesso, è dotato di un teatro, di un bar,
di una zona adibita a ristorante, di un ampio spazio all’aperto e di alcune stanze dove è possibile pernottare.
L'arredamento è molto curato e attento ai particolari, l'ambiente è rustico ma creativo, arricchito dall'insolito
accostamento tra oggetti di design e pezzi unici riciclati. Particolari e sfiziosi anche i menù proposti e curati
dalla signora Maria Elisabetta Guerzoni (al contrario di sua figlia Angelica Zanardi che si occupa invece della
direzione artistica). Creati esclusivamente con prodotti del territorio, certificati e di alta qualità (carni e
formaggi ad es. hanno il presidio Slow Food), i piatti proposti sono gustosi e genuini, variano continuamente e
coniugano sapientemente tradizione ed innovazione nel rispetto della filosofia del buono e
del naturale.Tra le specialità della casa: spaghetti con pomodori gratin e ricotta fresca, ravioli
di patate con peperoni, tagliata di manzo al rosmarino, battuta di carne cruda, crescentine
con taglieri di affettati misti e formaggi freschi. E per i più golosi: crostate di frutta, tiramisù
allo yogurt greco e frutta, mousse di pesche con crema, sorbetti preparati in casa. Il conto si
aggira sui 35 euro a persona. È consigliata la prenotazione. Fienile Fluò è un circolo privato
Endas, per cui l'ingresso è riservato ai soli soci.
39
in forma
Viaggio
nel variegato
mondo delle
arti marziali
Le discipline
per esprimere al meglio fisico e mente
TESTI FEDERICA PAGLIARONE
41
in forma
42
solo a queste ultime (Karate , Kendo,
Jiujitsu, Aikido, Kung Fu, Taekwon-do,
Judo), ma in realtà le arti marziali sono
innumerevoli. Esse si svilupparono in
luoghi e periodi molto diversi tra loro,
con un obiettivo comune: sconfiggere
fisicamente una persona o difendersi
da un’aggressione fisica.
Queste le tecniche di combattimento:
tecniche di mano (pugni, mano aperta,
gomiti), tecniche di gamba (calci, ginocchia), prese, proiezioni, leve articolari,
pressione su punti vitali, armi.
Tra le molteplici arti marziali in Giappone troviamo i famosi Karate, Judo,
Jiujitsu, Aikido, Kendo, Sumo; in Cina,
il popolarissimo Kung Fu; in Corea il
potente Taekwon-do, il Yudo, il Geomdo. E ancora, in Indonesia il Kuntao, il
Silat e il Tarung Derajat. In Mongolia
la Lotta Mongola; in Vietnam la Viet
Vo Dao; in Africa la Lotta dei Duala
(Camerun), la Scherma Egiziana (Egitto), il Massai (Kenya) etc. E in Europa? Dall’Italia fanno capolino la Lotta
Greco-Romana, la Lotta Libera, la
Scherma, il Metodo Globale Autodifesa, la Gladiatura, la Liu-bo o Bastone
Siciliano e la Lotta Sarda. Altre forme,
inoltre, vivono: in Spagna, in Portogallo, in Russia, in Polonia, in Germania, in
Danimarca, in Finlandia, in Francia, in
Norvegia, in Inghilterra e in America
settentrionale, dove troviamo la Kick
Boxing e il Wresling.
“Le arti marziali rappresentano l’espressione artistica del corpo umano”.
È quanto afferma Bruce Lee nel libro
“La perfezione del corpo”.
In questo volume, infatti, il famoso atleta e attore descrive il suo metodo
di allenamento e la disciplina mentale
che lo ha sempre guidato sia nel continuo perfezionamento della tecnica di
combattimento che nel potenziamento delle sue capacità di concentrazione. Ai consigli pratici (esercizi, regole
alimentari) inoltre, si alternano riflessioni su come esprimere, attraverso
la perfezione del corpo, la profondi-
tà dell’anima. L’arte marziale, infatti,
è una vera e propria forma mentis: è
una disciplina legata al combattimento
che condensa determinate tecniche
codificate che, a loro volta, si basano
su particolari principi fisici, culturali e
filosofici.
Il Maestro, che è di fondamentale importanza in ogni arte marziale, è una
figura-guida a cui si guarda con sommo rispetto. Il termine arte marziale
è sbarcato agli inizi degli anni Sessanta,
quando furono importate in occidente le arti marziali orientali. Il più delle
volte, infatti, la locuzione è associata
Il Karate
Si tratta di un'antica arte marziale atta
alla difesa delle persone.
Originaria dell'isola giapponese di Okinawa, trae origine dall'unione di due
scuole marziali: il Te autoctono e il
Kenp? cinese e prevede la difesa a mani
nude, senza l'ausilio di armi.
Attualmente, viene praticato in versione sportiva e in versione arte marziale tradizionale per difesa personale.
Nel passato, era studiato e praticato
solo da uomini, ma col passare dei secoli anche le donne si sono avvicinate
a questa disciplina.
Nato come arte marziale che insegna
il combattimento e l'autodifesa, con il
tempo il Karate si è trasformato in filosofia di vita, in impegno costante di
ricerca del proprio equilibrio, in insegnamento a "combattere senza combattere", a diventare forti modellando
il carattere, guadagnando consapevolezza e gusto nella vita, imparando la
capacità di sorridere nelle avversità e
di lavorare con determinazione e nel
rispetto degli altri.
Solo quando questo insegnamento
verrà compreso appieno, sostengono
i suoi estimatori, l'allievo potrà essere
veramente libero e realizzato.
La cintura nel karate è un riferimento
che indica l'abilità, attestata dal superamento di appositi esami, nella pra-
tica della disciplina di chi la indossa.
Il Tai Chi Chuan
La parola Tai Chi Chuan è composta di
tre ideogrammi: Tai significa alto, massimo, estremo.
Chi significa sommità, la trave più alta,
Chuan si traduce con metodo marzia-
le. Il Tai Chi Chuan può essere praticato da tutti e a tutte le età come
ginnastica dolce che rilassa e tonifica
il corpo e calma la mente. Le tecniche di rilassamento e di respirazione
eseguite durante la concatenazione
dei movimenti consentono lo svilupparsi della forza interiore, chiamata
"Chi", che i maestri contrappongono
alla forza muscolare, considerata nettamente inferiore e limitata.
Il che non significa che i muscoli non
I colori delle cinture sono sei, corrispondenti ai seguenti livelli:
• 9º kyu (ku kyu): cintura bianca
• 8º kyu (hachi kyu): cintura gialla
• 7º kyu (shichi kyu): cintura arancione
• 6º kyu (roku kyu): cintura verde
• 5º kyu (go kyu): cintura blu
• 4º kyu (shi kyu): cintura blu
• 3º kyu (san kyu): cintura marrone
• 2º kyu (ni kyu): cintura marrone
• 1º kyu (ichi kyu): cintura marrone
• cintura nera 1° dan
• cintura nera 2° dan
fino al 10° dan, che viene considerato
anche cintura rossa.
servano ovviamente, ma si tratta di diventare "fuori morbidi come il cotone,
dentro duri come l'acciaio", cosa che
può servire anche nella vita e non solo
in palestra!
È per questo che il Tai Chi Chuan è
considerato un metodo di trasformazione.
Questa disciplina si pratica insieme
perché per conoscere se stessi è necessario conoscere, sentire, ascoltare
anche gli altri, gestendo e lasciando
passare l'aggressività che spesso di-
sconosciamo e che continuamente ci
coinvolge e ci danneggia.
Il ritmo eguale e l'estrema lentezza
con cui sono ripetuti i movimenti di
rara precisione, elastici e leggeri, portano coloro che lo praticano verso
uno stato di meditazione. Il ritorno al
"Principio Primo" si effettua attraverso il "Soffio" che guida il movimento;
il pensiero guida ma non interviene,
ossia c'è ma non c'è.
L'osservatore occidentale che assiste
allo svolgimento del Tai Chi Chuan
stenta a credere che si tratti di un'arte marziale. Reazione non dissimile da
quella dei giovani cinesi che preferiscono dedicarsi a sport più combattivi
o aggressivi.
Praticando il Tai Chi Chuan ognuno
può scoprire la propria natura essenziale attraverso l'armonizzazione di
corpo-mente-cuore.
Quando si perviene a questo livello,
il Tai Chi Chuan si eleva a via di realizzazione spirituale pur mantenendo
all'esterno l'aspetto d'arte marziale.
Il KENDO
È un'arte marziale giapponese, evolutasi
come versione sportiva delle tecniche di combattimento con la katana
anticamente utilizzata dai samurai nel
kenjutsu. Kendo significa letteralmente
"La via (do) della spada (ken)".
Non a caso, si pratica indossando
un'armatura costituita da men (una
copertura di testa, viso, spalle, gola),
do (corpetto rigido), tare (intorno ai
fianchi), kote (guanti rigidi), tenogui
(fazzoletto che viene legato alla testa
prima di indossare il men).
La classica sciabola (katana) è stata sostituita dal bokuto, usato solo per una
serie di dieci esercizi, i kata, che racchiudono l'essenza del kendo, e dallo
shinai, una spada costituita da quattro
listelli di bambù uniti dal manico di
pelle, che è usata per il combattimento vero e proprio.
In un combattimento, è lecito colpire
a men, kote, do o tsuki (gola), e la vittoria è data al primo che realizza due
colpi convalidati dagli arbitri.
Complessi sono gli influssi religiosi e
le tradizioni giapponesi nella pratica
e nella gestualità: il kend? non è visto
come una tecnica di combattimento,
ma come un percorso di crescita personale; in questo senso, si dice che il
kendoka (colui che pratica il kendo)
dev’essere grato al compagno che lo
colpisce perché gli mostra i suoi punti deboli e deve colpire con spirito di
generosità.
L'AIKIDO
È una moderna arte marziale giapponese praticata sia a mani nude sia con
le armi bianche tradizionali del Budo
giapponese di cui principalmente:
"ken" (spada), "jo" (bastone) e "tanto"
(il pugnale). I praticanti sono chiamati
aikidoisti.
La finalità dell'Aikido non è rivolta al
combattimento né alla difesa personale, pur utilizzando per la sua pratica
uno strumento tecnico che deriva dal
Budo, l’arte militare dei samurai giapponesi; l’Aikido mira, infatti, alla “corretta vittoria” che consiste nella conquista della “padronanza di se stessi”
, resa possibile soltanto da una profonda conoscenza della propria natura
interiore.
Con questo il Fondatore dell’Aikido
voleva affermare che, per cambiare il
mondo, occorre prima cambiare se
stessi e ciò significa che, se si vuole
veramente acquisire quella capacità
che il Fondatore dell'Aikido definiva katsuhayabi, cioè di padroneggiare
l’attacco proveniente da un potenziale
avversario esattamente nell'istante e
nella circostanza della sua insorgenza
(nel Buddhismo Zen si direbbe: qui ed
ora), occorre aver preventivamente
avere acquisito la capacità di padroneggiare pienamente se stessi.
La pratica si svolge all'interno di un'ampia stanza con pavimento ricoperto di
parquet e solitamente si inizia e finisce
sempre con il triplice saluto.
43
in forma
Kick Boxing
Si tratta di uno sport da combattimento derivato dall'unione del karate
nipponico con il pugilato occidentale,
che combina cioè tecniche di calcio
caratteristiche di arti marziali orientali ai colpi di pugno propri dello sport
occidentale.
Il termine kickboxing è molto generico, spesso impropriamente attribuito solamente al full-contact, mentre
vi sono differenti specialità di questo
sport:
• boxing americana o full contact karate - ammessi pugni e calci al tronco
ed alla testa (nuca inclusa), pantaloni
lunghi. I round sono senza interruzioni ed è ammessa la vittoria per K.O.
dell'avversario. Come il pugilato viene
combattuto su di un ring.
• light contact - come il full contact,
solo che non si combatte su di un ring,
ma su un quadrato (tatami) ed il K.O.
non è consentito, pena squalifica.
44
• semi contact - si può colpire dal
tronco in su e, dopo ogni punto portato a segno, vi è uno stop del combattimento da parte dell'arbitro.
• boxe francese o savate - ammessi
pugni alla parte superiore del corpo e
calci alle gambe, tronco e viso, esclusi quelli di punta. Si indossa una tuta
completa, chiamata accademica e delle
scarpette da combattimento.
• kick boxing cinese o sanda - ammessi pugni e calci a gambe, tronco e viso
e proiezioni di lotta.
Calzoncini corti, piedi nudi.
• shoot boxing - ammessi pugni e calci
a gambe, tronco e viso. Proiezioni di
lotta ammesse ed a terra il combattimento prosegue senza colpi ma solo
con tecniche di lotta, strangolamento
o immobilizzazioni. Calzoncini corti e
piedi nudi.
• boxing tailandese o muay thai - ammessi pugni, calci, ginocchiate, gomitate a gambe, tronco e viso. Si può le-
gare e combattere avvinghiati in piedi,
ma non si possono effettuare tecniche
di lotta. Calzoncini corti e piedi nudi.
• boxing birmana - in realtà si combatte solo in Birmania, ed è come il pugilato tailandese ma a mani nude.
• kickboxing russo o Sambo contact arte marziale sovietica che comprende le tecniche di lotta e judo nonché i
colpi di pugno su ogni parte del corpo
e le percosse di gamba. I competitori
indossano una giacca di tela robusta
denominata samboji, cintura, calzoncini corti e talvolta ginocchiere, caschetto protettivo e scarpette.
Come per il sanda cinese, valgono tutti i colpi sportivi.
• musical form - consiste nell'eseguire tecniche e coreografie a tempo di
musica, vi sono le specialità a corpo
libero e quelle con le armi.
• aereo kickboxing - ginnastica aerobica eseguita a tempo di musica, intervallata da tecniche di kickboxing.
bellezza
IL CULTO DEL BENESSERE
E L’ORIENTE
TESTI ELENA PANZETTI,
Tecnico Estetista Universitario,
Socio CIDESCO.
Un viaggio alla scoperta
delle terapie salutistiche più efficaci!
Sentendo parlare di Oriente il più delle volte è facile scontrarsi con pensieri
e luoghi comuni negativi che screditano queste culture da noi così lontane
e diverse ma da cui avremmo tanto da
imparare.
È assodato che la maggior parte di
noi nutre timore e diffidenza verso
46
le culture orientali probabilmente
perché manca una reale conoscenza
delle popolazioni che abitano l’ emisfero est del nostro vasto pianeta. In
questo breve viaggio virtuale incontreremo altre culture ed entreremo
in contatto con altri modi e forme di
“vivere” “sentire”ed “ascoltare” la vita
attraverso le terapie del benessere.
Partendo dal medio oriente con l’India, attraverso la Thaylandia, fino ad arrivare all’estremo oriente con la Cina,
esamineremo i massaggi e le pratiche
meno conosciute ma più utili ed efficaci per il riequilibrio psico-fisico del
nostro organismo.
L’INDIA
Nella tradizione indiana il massaggio è
sempre stato apprezzato e divulgato
di generazione in generazione.
Tutt’ora le persone vengono incoraggiate ad adottarlo come pratica di vita
quotidiana: il massaggio in India rappresenta una vera e propria prevenzione oltre che cura per diversi tipi di
disturbi.
La cultura e la medicina Ayurvedica
promuovono il massaggio per il suo
effetto benefico in quanto:
• PREVIENE L’INVECCHIAMENTO
• ELIMINA LA STANCHEZZA
E IL SENSO DI AFFATICAMENTO
• RIDUCE I DISTURBI
DEL SISTEMA NERVOSO
• NUTRE E RINFORZA LA PELLE
• FAVORISCE IL SONNO
• AUMENTA LE DIFESE
IMMUNITARIE.
Nel trattamento ayurvedico noto
come ABHYANGA è fondamentale
riconoscere, attarverso un’ anamnesi
accurata, la tipologia di paziente che
si deve trattare ( le tipologie si suddividono in: Vata, Pitta e Kapha), al fine
di scegliere l’olio vegetale medicato
adatto; ricopre infatti un ruolo fonda-
mentale per un corretto svolgimento
e riuscita del trattamento non solo la
mano esperta dell’operatore ma anche la giusta scelta dell’olio da massaggio.
Altra pratica ayurvedica molto piacevole ed apprezzata in occidente è il
PINDASWEDA che prevede l’esecuzione di un massaggio effettuato con
dei tamponi caldi opportunamente
preparati inserendo al loro interno un
mix di fito-estratti che danno un benefico effetto detossinante e decontratturante su tutto il corpo.
bellezza
LA THAYLANDIA
Nella tradizione thaylandese il massaggio rappresenta una pratica spirituale
legata all’ insegnamento del Buddha: la
pratica del massaggio infatti non deve
essere un semplice “lavoro meccanico”,
bensì una vera e propria “pratica spirituale” che il buon massaggiatore deve
saper donare assumendo uno stato di
concentrazione meditativa profonda.
Chi pratica questo tipo di massaggio
deve avere un temperamento fermo e
riflessivo e tenere un ritmo respiratorio lento e profondo: solo così l’operatore può cogliere durante il trattamento anche le più lievi risposte fisiche e
psichiche del paziente.
La cultura e la medicina Thaylandese
promuovono i massaggi nel rispetto di
alcune regole che un buon massaggiatore deve sempre tenere ben presenti:
• VALUTARE LO STATO
DI SALUTE DEL PAZIENTE
• NON PREMERE SULLA
COLONNA VERTEBRALE
• NON TOCCARE FERITE APERTE
48
•
•
PORRE RIGUARDO A CHI
SOFFRE DI DISTURBI CARDIACI
NON PREMERE O MANIPOLARE L’ADDOME DELLE DONNE
INCINTA.
La tecnica operativa più efficace e distensiva è il THAI STRETCHING che
associa manovre di:
•
•
•
•
massoterapia
pressioni e movimenti effettuati
con il palmo delle mani
digitopressione
trae origine dall’agopuntura cinese
stretching
movimenti attivi da parte
del cliente ma guidati dall’operatore
riflessologia
azione “sedativa” degli organi
trattati per effetto riflesso.
Con il massaggio thai stretching vengono eliminati i cosiddetti “blocchi energetici”, favorito il miglioramento corporeo a livello di scioltezza articolare e
ripristinata l’armonia psichica generale.
LA CINA
La medicina tradizionale cinese viene
praticata da oltre tremila anni e attualmente circa un quarto della popolazione vi fa ricorso.
La somatizzazione dello stress può
provocare malessere e tensione generale accompagnati da disturbi quali ad
esempio: stanchezza cronica, gastrite,
cefalea, ansia e insonnia.
Il sistema terapeutico Cinese comprende: la dietetica, la fitoterapia, l’agopuntura, la ginnastica ed i massaggi.
La visone dell’uomo nella sua globalità è importante al fine di una diagnosi
corretta delle problematiche legate
alla salute.
Il massaggio cinese ANTISTRESS è
una terapia dolce che tramite manovre molto lente agisce sull’energia superficiale che “scorre” tra muscoli e
tendini.
Oltre a ridimensionare queste patologie, il massaggio antistress cinese :
• MIGLIORA LA CIRCOLAZIONE SANGUIGNA E LINFATICA
• RIDUCE I GONFIORI
ADDOMINALI
• STIMOLA L’OSSIGENAZIONE DEI TESSUTI E IL METABOLISMO
CELLULARE
• SCOGLIE E AMMORBIDISCE
IL TESSUTO CONNETTIVO
• DRENA I LIQUIDI SUPERFICIALI
Non ci sono dubbi: la cultura
orientale ha tanto da insegnarci e
da offrirci.
A noi occidentali appare complessa per i suoi concetti “impalpabili” ma la salute e il benessere
dell’uomo sono sprattutto legati
a qualcosa di astratto che possediamo ognuno dentro di noi…
Basta cercarlo, trovarlo e avere la
forza e la volontà di mantenerlo: è
l’equilibrio psico-fisico. Esso rappresenta non solo l’obiettivo di
chi opera nel settore del benessere ma anche il mezzo tramite
cui ognuno di noi può migliorare
e ritrovare la propria salute!
i
più
A
La vita di tutti i giorni ci porta ad avere un ritmo accelerato. Questo può
provocare nervosismo, che si manifesta con ansia ed inquietudine durante il
riposo notturno, spesso correlato alla difficoltà ad addormentarsi.
INFUNAT RELAX, infuso a base di Fiori d’Arancio, Tiglio e Melissa,
aromatizzato all’arancia, produce proprietà rilassanti e tranquillizzanti
che alleviano i sintomi di ansietà e favoriscono il riposo.
Inotre, il suo sapore gradevole la rende piacevole per essere utilizzato
come infuso abituale.
Vendita in esclusiva nei centri Naturhouse. Info tel 199 44 00 77. www.naturhouse.com
moda
Il fascino
intramontabile
dell'oriente
Abiti in seta stile geisha e accessori
decorati che rimandano al fascino della Cina
TESTI FEDERICA PAGLIARONE
L’Oriente ha da sempre esercitato un
fascino senza eguali su tutta la cultura
europea e sulla moda in particolare.
A partire dal XVII sec., con la creazione
della Compagnia delle Indie Orientali,
50
un flusso sempre crescente di tessuti
approdò in Europa dall’India, e grazie
alle loro stampe colorate e all'ottima
qualità minacciarono addirittura le
produzioni tessili inglesi.
Ma era già dal cinquecento che portoghesi e spagnoli importarono dalla
Cina numerosi prodotti, tra cui stoffe
pregiate che andavano ad arricchire i
guardaroba della nobildonne europee.
Questi rapporti commerciali e i numerosi contatti portarono alla nascita
dell’esotismo, fenomeno culturale che
vede l’esaltazione di tutto ciò che proviene da paesi lontani e che quindi è
esotico e straniero (si pensi alla stanza
cinese, presente nel XVIII sec. in tutte le
maggiori corti europee).
Impossibile poi, non ricordare Paul
Poiret, lo stilista francese vissuto a
cavallo tra otto e novecento e ritenuto
creatore della moda in senso moderno; oltre a liberare finalmente la donna
dal corsetto, la avvolse in morbidi abiti
in stile orientale: pantaloni alla turca,
tuniche velate in stile harem, abiti in
stile persiano.
Nel 1903 propose alla principessa di
Russia Barintinsky un cappotto in stile
kimono che lei definì un orrore!
E pensare che proprio dei morbidi
kimono sono stati proposti quest’anno
da Etrò. L’estremo Oriente infatti è
stato l’ispirazione per la collezione
invernale: abiti in seta stile geisha e
accessori decorati che rimandano al
fascino della Cina e della Città Proibita
in particolare.
Anche la collezione della scorsa estate
firmata da Rochas presentava stampe
floreali ispirate ai capolavori dei più
grandi paesaggisti giapponesi (tra i
tanti: Hiroshige).
Da abbinare agli accessori pop-orientali
di Louis Vuitton. La Maison ha alle spalle
infatti una collaborazione con Takashi
Murakami, artista giapponese, che nel
2003 ha curato una collezione di borse
proponendo una variante pop (Cherry
Blossom) del famoso logo.
Ma il ritorno all’esotismo, che ha segnato in maniera particolare gli ultimi
trent’anni, è caratterizzato anche dal
crescente numero di stilisti provenienti
dall'Oriente. Tre di loro sono stati gli
artefici di una vera e propria avanguardia: la “rivoluzione giapponese”, iniziata
nel 1981 con una sfilata a Parigi a cura
di tre disegnatori provenienti dal Sol
Levante: Issey Miyake, Yoshi Yamamoto
e Rei Kawakubo. Nonostante i “figli di
Hanae Mori” (così sono stati soprannominati) neghino ogni influenza dalla
loro terra d’origine e affermino anzi
di volersi distaccare dal tradizionale
rapporto esistente tra donna e moda
sia in senso occidentale che orientale,
il loro stile minimalista fonde in realtà
elementi dell’ovest ed ispirazioni
giapponesi, come ad esempio nel taglio
netto, nel drappeggio, nelle forme asimmetriche.
Questi stilisti si sono in seguito dedicati
all’ autoesotizzazione, hanno cominciato
cioè a guardare ai loro abiti tradizionali
con gli occhi di un occidentale, cercando di estrapolarne gli elementi di
maggior impatto.
Oggi infatti le loro collezioni si ispirano
chiaramente al fascino della loro terra:
dal mistero della geisha alla raffinata e
sapiente lavorazione dei tessuti.
Possono essere considerati degni eredi
dei tre “rivoluzionari” Mihara Yasuhiro,
che nel 2000 ha collaborato con la
Puma e nel 2004 ha lanciato la sua
prima collezione maschile, e Atsuro
Tayama, allievo di Yamamoto.
Ultimamente poi, il fascino orientale
ha conquistato anche le passerelle e le
riviste di moda: cresce infatti il numero
delle modelle asiatiche.
Come la cinese Jiang Xiao Yi, protagonista della campagna pubblicitaria
autunno-inverno ’10-’11 di PINKO.
O alcune modelle che hanno recentemente sfilato per Gianfranco Ferrè a
Shangai.
Quest’anno la tendenza orientale si
vede anche nel trucco: gli occhi infatti
la fanno da protagonista e vanno rigorosamente allungati con la matita nera
o con l’effetto cosiddetto fumè.
Per un perfetto stile orientale è necessario porre un occhio di riguardo
ai dettagli, come dimostrano ad ogni
collezione stilisti come Kenzo e
Yamamoto: l’abito in stile orientale
deve fondersi armoniosamente con
la donna che lo indossa che deve
sentirsi a suo agio in ciò che indossa.
Attenzione infatti a non esagerare:
è sempre meglio non indossare total
look in stile orientale per evitare l’effetto… costume da carnevale!
Meglio scegliere per esempio tra un
cappotto in stile kimono ed un accessorio dalle stampe orientaleggianti,
evitando di indossarli contemporaneamente.
Il risultato sarebbe troppo ridondante.
In fondo stiamo “prendendo in prestito” uno stile proveniente da un
mondo lontano e spesso conosciuto
solo superficialmente, a volte anche
stereotipato. Da ben sei secoli infatti,
l’estremo Oriente non cessa di essere
fonte non solo di fascino, ma anche di
innovazione per la moda del mondo
occidentale che, grazie alle ventate
di novità orientali, si avvia verso un
progresso globale, nel rispetto delle
particolarità locali.
51
in viaggio
France,
mon amour
Una terra dal fascino indiscusso,
ricca di patrimoni artistici e culturali,
paesaggi suggestivi, griffes d'alta moda,
cibo e vino di qualità.
Il tutto all'insegna dello charme e del savoir faire.
TESTI FEDERICA PAGLIARONE
La Francia è stata una delle Nazioni che
ha più influenzato la storia e la cultura
degli ultimi secoli, e tuttora detiene una
grande importanza a livello internazionale.
Attualmente, infatti, è la quinta potenza
economica mondiale dietro a Stati
Uniti, Cina, Giappone e Germania, e
la seconda in Europa (subito dopo la
Germania).
La Repubblica Francese, in particolare, è ubicata in Europa occidentale,
confina con Belgio, Lussemburgo,
Germania, Svizzera, Italia, Monaco,
Andorra e Spagna. La sua superficie è
di 543.965 km2 e la popolazione supera
i 61 milioni di abitanti, che salgono
52
rispettivamente a 675.417 km2 e 65,4
milioni se si prendono in considerazione anche i dipartimenti e i territori
d'oltremare d'America, Asia e Oceania.
Gli alti livelli di reddito della sua
popolazione, una legislazione sociale
particolarmente avanzata e un'amministrazione pubblica efficiente ne fanno
uno degli stati con la qualità della vita
migliore al mondo. Il paese, inoltre, grazie alle sue numerose bellezze naturali,
storiche ed artistiche, rappresenta la
prima meta turistica internazionale.
Le principali divisioni amministrative
francesi sono le regioni, che sono 26
(di cui 22 nella Francia metropolitana), i
dipartimenti (100 di cui 4 d'oltremare)
e gli “arrondissements” (circondari,
cioè suddivisioni amministrative dei
dipartimenti).
Nel corso del XIX sec. la Francia dispose di un vasto impero coloniale: il
processo di decolonizzazione iniziato
verso la metà del XX secolo ha poi
portato all'autodeterminazione della
maggior parte delle sue ex colonie.
Nello specifico, la cosiddetta “Francia
d'Oltremare” è composta da quattro
dipartimenti d'oltremare, da collettivita' d'oltremare con status che offrono
un'ampia autonomia, dalla Nuova
Caledonia a statuto speciale, e da diversi terreni solitamente disabitati, come
le Terre australi e antartiche francesi.
22 regioni
suddivise in 96 dipartimenti
4 DOM (Dipartimenti d'oltremare):
Guyana francese, Guadalupa, Martinica,
Réunion
TOM
(Territori d'oltremare):
Polinesia francese, Nuova Caledonia,
Isole di Wallis e Futuna
e alcuni territori australi ed antartici
CT
(Collettività territoriali
a statuto speciale):
Mayotte, St Pierre et Miquelon
Lo Champagne
Delicato, prezioso e sofisticato, nelle
cantine dell'Aube lo Champagne è
l'espressione del suo terroir e del vigneron
che ne segue la produzione, dalla potatura della vigna alla vendemmia, fino alla
cuvée che porta il suo nome.
Nel sud della Champagne, il panorama
dell'Aube incanta lo sguardo, i suoi profumi ne esaltano l'anima, mentre i chicchi
traboccanti di succo vitale regalano a
questa regione l'appellativo di “Terra
del vino dei re”. Qui il tempo pare si
sia fermato agli anni gloriosi delle grandi
fiere della Champagne celebri in tutta
Europa durante il periodo del Medioevo
e la cui memoria si risveglia ogni anno in
occasione delle fiere locali.
Capolavoro di luci e di colori, l'Aube si
declina fra panorami fluviali e vigneti, tra
cui sono incastonati pittoreschi villaggi
in pietra e straordinari tesori artistici,
cari alle tavolozze di pittori famosi, tra
cui Pierre-Auguste Renoir, che qui vi
trascorse ogni estate per circa 30 anni.
ARTE
La Francia è una terra ricchissima di musei
ed opere d'arte. Sul territorio nazionale
si contano oltre 1.500 monumenti aperti
al pubblico, 1.200 musei e 38.000 edifici
considerati partimonio storico-artistico.
La storia della pittura francese ha visto
grandi artisti di fama mondiale come
Nicolas Poussin, Jean-Baptiste Corot,
Monet, Renoir, Pissaro, Manet, Degas,
Matisse, Paul Cezanne e Pablo Picasso.
ratatouille (piatto tradizionale provenzale a
base di verdura stufata), omelette, crêpes
suzette (farcite di ripieni dolci o salati),
foie gras, frutti di mare e crostacei della
Normandia, baguette (caratteristico pane
che, secondo l'antica ricetta, dovrebbe
misurare 70 cm di lunghezza e 6 di diametro), madeleine (tipici dolcetti a forma
di conchiglia), tarte tatin (torta alle mele
capovolta), formaggi (brie, camembert,
roquefort), pain d'epice (pane speziato
PIATTI TIPICI
La cucina francese, conosciuta e apprezzata
a livello mondiale, propone sapori variegati,
tra cui spiccano formaggi, vini e dolciumi.
Nell'arte gastronomica francese coesistono tradizione ed innovazione: si tratta di
un binomio particolarmente significativo
che comporta un'accurata ricerca di sapori
nuovi da accostare a quelli tradizionali
senza però alterarne il gusto.
Tra i piatti tipici troviamo: aragosta alla parigina, bouillabaisse alla marsigliese (zuppa
di pesce), lumache alla Bourguignonne,
tipico di Digione), sidro (bevanda bretone
ottenuta dalla fermentazione di mele),
zuppe (al formaggio, di cipolle).
Per non parlare poi dello champagne e dei
vini francesi esportati in tutto il mondo
come il pinot noir nella zona dell'Aube,
i rossi di Bordeaux, il beaujolais, il pinot
noir di Borgogna, lo chablis, il riesling ed il
gewurtztraminer.
Dopo il pasto, per aiutare la digestione,
consiglio di assaggiare amari e liquori
francesi come il Cognac, il Cointreau o
l'Armagnac.
Anche a Parigi
puoi continuare il tuo percorso
di rieducazione alimentare.
NATURHOUSE PARIS
170 rue Marcadet 75018 Paris (metro Lamarck)
col. Bosques de las Lomas tel.: 01 42 54 96 22
53
in viaggio
DA VEDERE
• La Cattedrale di Chartres: situata nell'area
geografica tra Paris, Orlèans e le Mans et
Rouen, è affiancata da due torri costruite
intorno al 1100 e riconosciute tra le più
alte di Francia
• Il Louvre: museo piu' visitato di Parigi che
offre collezioni appartenenti alle prime
civiltà del mediterraneo, fino a raggiungere
la cultura del XIX secolo
• Les Halles: enorme centro commerciale
futuristico sotterraneo localizzato nel
cuore di Parigi
• Notre Dame: massima rappresentazione
dello stile gotico
• La basilica del Sacro Cuore: importante
luogo di culto per la Francia
• La Défense: quartiere situato vicino al
Louvre e agli Champs Elysèes, caratterizzato dal moderno Arco in marmo di
carrara, simbolo incontrastato della Parigi
contemporanea
• La cattedrale romanica di Lione: uno dei piu'
importanti vescovati del nostro secolo
• Place de la Concorde: famosa piazza
situata tra gli Champs Elysèes e i giardini
di Tuileries
• Mont Saint-Michel: sorge in mezzo alle
acque, per cui con l'alta marea il monte
si presenta come un isolotto dal quale
si intravede solamente l'abbazia, unico
monumento dell'isola. Quando la marea
si abbassa, spunta un lungo molo di sabbia
che collega il monte alla terra ferma
• La tour Eiffel: simbolo per eccellenza di
Parigi, la cui costruzione inizia il 14 febbraio 1887. Progettata da Gustave Eiffel, sarà
terminata 21 mesi dopo. Il monumento
domina la città da un'altezza di 300 mt.
• Il castello di Chenonceau: nato dalla
ricostuzione di un vecchio mulino fortificato, viene definito anche "il castello delle
Dame", in riferimento alle donne femminili
che lo hanno abitato
• Il Centro Georges Pompidou: importante
centro culturale situato nel quartiere
Beaubourg della metropoli francese che
accoglie al suo interno una vasta biblioteca
ed una galleria d'arte moderna
• La Reggia di Versailles: antica dimora dei
sovrani francesi dell'Ancien Régime che
dista 20 km dalla metropoli francese.
La Reggia fu costruita nel XVIII secolo su
commissione di Re Luigi XIII per pernottare durante i periodi di caccia fuori Parigi.
Suo figlio, Re Luigi XIV, decise nel 1632 di
ampliare l'edificio creando l'attuale Reggia
che sarebbe stata la futura residenza della
corte francese.
CLIMA
Grazie alla sua posizione geografica
la Francia gode generalmente di un
54
clima temperato, anche se la presenza
del Massiccio Centrale e la lontananza
dal mare delle regioni del settore centroorientale, concorrono a variarne il clima
in senso tendenzialmente continentale. Il
clima è sostanzialmente oceanico a ovest,
mediterraneo a sud e continentale al
centro e ad est.
SOUVENIR
Nei ritagli di tempo durante la vostra
vacanza in Francia, oltre a fare shopping
nei lussuosi negozi d'alta moda, dove
potete acquistare capi di vestiario di noti
stilisti francesi come Louis Vuitton, Chanel,
Cacharel e Yves Saint Laurent, potete
visitare i molteplici mercatini situati su
tutto il territorio dove è possibile scovare
vestiti, libri antichi, quadri, prodotti d'artigianato (tra cui le rinomate porcellane di
Limoges), confetture, formaggi e vini.
in vetrina
PASTIFICIO MASCIARELLI
Casarecci al farro
Accessorize
Orecchini in metallo e strass
a forma di testa di leopardo.
PREZZO: € 12,50
INFO: www.accessorize.it
Produce la pasta con le stesse tecniche dei nostri antenati,
conservando intatta la tradizione dalle prime fasi di lavorazione fino alla vendita del prodotto, caratterizzato dalla sua
tipica ruvidità e rugosità.
Il Pastificio Masciarelli sceglie semole speciali, ad alto contenuto di glutine e proteine, creando l'impasto con le migliori
acque del Parco Nazionale della Majella.
La pasta Masciarelli quindi di artigianale non ha solo il nome:
viene lavorato un solo formato alla volta, si utilizzano trafile
circolari perchè rispetto a quelle lineari non stressano la
pasta, e le temperature poi sono bassissime, intorno ai 40
gradi per circa 48 ore, rispettando i tempi richiesti da ciascun formato, in quanto l'essiccazione estremamente dolce
permette di non bruciare la pasta e di mantenere intatti sia
il sapore che le qualità organolettiche della semola.
Info: http://www.pastificiomasciarelli.it
Planet Pharma
Opale di fuoco
Savon gemme
Un sapone con forma e formula preziose
che a contatto con l'acqua crea una morbida schiuma detergente.
La fragranza sa di melone e pesca bianca.
PREZZO € 18,00
Davines
AUTHENTIC BURRO RESTITUTIVO
VISO/CAPELLI/CORPO
CHANEL
Le vernis
Per la bellezza delle unghie Chanel ha
pensato a tre tonalità che sposano con
dolcezza il maquillage delle labbra.
Un beige-albicocca raffinato, un originale grigio-marrone, ed un delicatissimo rosa.
Prezzo € 20,50
Info: www.chanel.com
56
È un burro delicato e nutriente, ricco di olio di cartamo, una
pianta spontanea dell'area mediterranea dalle proprietà antiossidanti e protettive, di olio di jojoba, di olio di sesamo e burro
di karité, tutti biologici.
Assicura un effetto nutriente profondo, una profumazione
energizzante e fa parte di un grande progetto di sostenibilità:
la formulazione è composta in altissima percentuale (dal 98 al
100%) di ingredienti di origine naturale, totalmente biodegradabili.
Prezzo € 23,40
Info: www.davines.com
Garmin
Cardiofrequenzimetro FORERUNNER 310XT
Un vero computer da polso con tecnologia gps studiato per le esigenze dei campioni di triathlon.
Impermeabile e utilizzabile in acqua fino a fino a 50 metri di profondità, permette
anche di memorizzare i dati e di trasmetterli al proprio Mac o Pc.
PREZZO € 399,00
INFO: www.garmin.it
Fastech
Watchphone Edge Titanium
Nel modello Edge Titanium per uomo o donna (arricchito ed impreziosito da cristalli Swarowsky), Edge di Fastech è un prodotto davvero
unico.
La risposta ideale per un pubblico esigente che desidera indossare un
gadget esclusivo ed altamente tecnologico.
Scheda di memoria fino a 8 GB, lettore Mp3 con comunicazione wireless
all'apparato bluetooth stereo 2.1, funzioni di organizer, messaggistica,
convertitore valuta, fotocamera con funzione web cam se collegato a
Pc, ed ogni altra funzione riscontrabile su qualsiasi piattaforma evoluta:
Edge Titanium è questo e molto altro.
Info: www.fastechshop.com.
Mou
Per un inverno all'insegna del glamour Mou
presenta uno stivale in cavallino con rivestimento interno in lana.
PREZZO € 485,00
INFO: www.mou-online.com
VALSOIA
Soyadrink Orzomalto
La linea di prodotti “Valsoia
Bontà e Salute” è un’offerta ampia ed articolata di
alimenti vegetali a base di
soia pensati, in particolare,
per la prevenzione e il trattamento dietetico-alimentare dell’ipercolesterolemia.
Soyadrink Orzomalto, in
particolare, è un delizioso
caffelatte 100% vegetale, da
gustare sia caldo che freddo.
Privo di colesterolo e lattosio, è una preziosa fonte
di proteine vegetali a basso
tenore di grassi saturi. Info:
www.valsoia.it
Fermes de Marie
Portes du sud sugar body scrub all'arancio (100ml)
È a base di zucchero e olio essenziale di arancio dolce.
Elimina in profondità le cellule morte e idrata grazie alla dissoluzione dello zucchero.
La pelle ritrova la naturale setosità e splendore.
PREZZO € 12,00
57
oroscopo
Manuela
e Manfred Moelgg
Orosco...
perfecto
Ariete
Iniziate bene questo mese sul piano lavorativo.
Avete molti stimoli e tanta creatività,
anche se il senso pratico non è quello che
vi contraddistingue in questo momento.
Mostratevi precisi e ben organizzati! Lavorate
alle dipendenze altrui?
Datevi da fare, chiedete miglioramenti salariali
o miglioramenti ambientali: otterrete di più.
La frase chiave: "La vera scelta non e' tra
non violenza e violenza ma tra non violenza e
non esistenza... Se non riusciremo a vivere come
fratelli moriremo tutti come stolti".
Martin Luther King
Toro
Avete tutte le risorse necessarie per affrontare
vittoriosamente ogni ostacolo. Con la Luna
nel quinto campo la giornata inizia all'insegna
dell'amore, che regala momenti gioiosi agli
accasati e belle opportunità ai single, ai più
giovani. Sul lavoro, invece, possono esserci
scontri con un superiore autoritario: evitate
di parlare a sproposito!
La frase chiave: "La felicità e la pace del
cuore nascono dalla coscienza di fare ciò che
riteniamo giusto e doveroso, non dal fare ciò che
gli altri dicono e fanno."
M. Gandhi
Cancro
Il lavoro in équipe è complicato dalla
quadratura di Mercurio, che non vi aiuta a
tessere buone relazioni con gli altri. Ma anche
l'amore non va a gonfie vele:Venere moltiplica
le incomprensioni col partner, nonostante una
carica erotica di tutto rispetto.
Non mancheranno proposte lusinghiere per
chi ha intenzione di cambiare attività.
La frase chiave: "La pace non è una
paradisiaca condizione originaria, nè una forma
di convivenza regolata dal compromesso.
La pace è qualcosa che non conosciamo, che
soltanto cerchiamo e immaginiamo. La pace è
un ideale."
H. Hesse
Leone
Marte vi sprona, vi rende combattivi in ogni
contesto. Potete ottenere risultati brillanti, ma
guardatevi dall'invidia: tra gli amici e i colleghi
di lavoro non tutti sono sinceri. Un’entrata
extra vi consentirà di rimpinguare le entrate!
Chi ha un rapporto affettivo solido troverà
motivi in più per confermare le proprie scelte
affettive.
La frase chiave: "L'amore non è un problema,
come non lo è un veicolo: problematici sono
soltanto il conducente, i viaggiatori e la strada."
Kafka
Bilancia
Le opportunità non mancano, ma per afferrarle
dovete gettarvi nella mischia e accettare di
correre qualche rischio: la Luna nel terzo campo
vi rende arguti, pronti a soppesare i pro e i contro
di ogni vostra scelta. Giove e Venere, invece, vi
assicurano un pizzico di fortuna. La Luna consiglia
di sistemare le questioni in sospeso.
La frase chiave: "Quel che proviamo quando
siamo innamorati è forse la nostra condizione
normale. L’amore mostra all’uomo come dovrebbe
essere."
Cechov
Scorpione
Gli astri depositano tappeti volanti verso il
successo: osate, provate a mettere da parte
ogni forma di esitazione.
Chi vive una storia d’amore felice alla luce
del sole trascorrerà ore deliziose grazie a un
rapporto di coppia assolutamente idilliaco.
Siete single? Da un incontro potrà nascere
qualcosa di importante e duraturo.
La frase chiave: "L’amore ha orrore di tutto
ciò che non sia se stesso."
Balzac
Sagittario
Gemelli
Ci sono situazioni da definire, discorsi
importanti da affrontare.
Non subito però: in questo periodo la Luna,
ostile, vi confonde le idee, vi impedisce di
scegliere le parole giuste per mostrare i
vostri punti di vista al prossimo.
Meglio attendere! Potrebbe essere il
momento di prendersi maggiormente cura
di voi stessi e del vostro corpo.
La frase chiave: "La violenza non è forza
ma debolezza."
B. Croce
Vergine
La Luna armonica agevola le relazioni di
lavoro, i rapporti interpersonali. Vi lanciate
con entusiasmo in nuovi progetti: avete
idee brillanti e Marte vi dona il coraggio
di concretizzarle nonostante qualche
ostacolo. La persona amata sarà tutto per
voi in questo periodo, sarà l’energia vitale
stessa, l’origine di ogni vostra forza.
La frase chiave: "Chiamare la guerra
il concime del coraggio e della virtù è come
chiamare la corruzione il concime dell'amore."
H. Arendt
Acquario
Gli astri guardano altrove. Per questo
dovreste lasciar perdere i programmi più
impegnativi e non aspettarvi grandi emozioni,
né da un incontro se siete single, né dalle
serate se siete in coppia. Lasciate briglia sciolta
all’immaginazione che si trasformerà in bella
creatività e vi regalerà momenti felici, se non
veri e propri vantaggi.
La frase chiave: “Ho pensato spesso alla
morte, e trovo che non sia il peggiore di tutti i mali.”
Giulio Cesare
Grazie ad un cielo favorevolissimo, non
c’è difficoltà che tenga di fronte al vostro
entusiasmo, alla vostra fantasia. Si annunciano
splendide serate per le coppie felici. Se siete
invece single, potrete aprirvi alle novità, tra le
quali non manca di certo qualcuno che merita
la vostra attenzione. Fidatevi del vostro
intuito negli affari.
La frase chiave: “Volete aver tanti amici in
aiuto? Cercate di non averne bisogno.”
Sofocle
Capricorno
Pesci
Si prevede qualche turbolenza sul lavoro:
centrare un obiettivo è più difficile del
previsto, ma non demordete. Se vi sentite
affaticati, assumete integratori alimentari e
ritagliatevi del tempo per voi stessi.
Anche l'amore non fa faville, mentre i rapporti
amicali sono piacevoli e gratificanti e vi aiutano
a dimenticare ogni preoccupazione.
La frase chiave: "Nelle avversità l’uomo
impara a conoscersi meglio, perché è allora che
gli mancano gli ammiratori.”
Italo Svevo
La Luna porta complicazioni. Crescono
tensioni e nervosismo, aumenta l'aggressività;
cala, invece, l’attenzione e il vostro abituale
rigore nel valutare persone e situazioni.
Insomma, amici, è meglio che oggi vi muoviate
con i piedi di piombo!
Stress, arrabbiature e conflitti di personalità
con il partner potranno tradursi in disturbi
di stomaco.
La frase chiave: “Non essere amati è solo
sfortuna; non sapere amare è una tragedia.”
Celeste Holm
59
a
i
t
a
n
o
Abb
INTERVISTE E CONSIGLI DI
Benessere
E
4
Salute Bellezza
eri
nupem
r soli
,
PER MANTENERE
8€
in forma ANIMA E CORPO
> RICETTE GUSToSE > In FoRMa > In VIaGGIo > DIETa 14 GIoRnI > BELLEZZa > MoDa
> RICETTE GUSToSE > In FoRMa > In VIaGGIo > DIETa 14 GIoRnI > BELLEZZa > MoDa
anno 4 - nUMERo 13
Trimestrale Gen-Feb-Mar
UE: E 2,25 USa: $ 2,99
Manuela
e Manfred
anno 3 - nUMERo 12
Trimestrale ott-nov-Dic
UE: E 2,25 USa: $ 2,99
Come
ti vedi?
MOELGG
TESTIMONIAL
CALtAGiRONe
35 kg
22 kg
SI RAccONTANO A PESO PERfEcTO
IN MENO
TESTIMONIAL
TRANI
ARGeNtA
41
18 kg
kg
IN MENO
FOCUS
L’IMPORTANZA
DELLE PROTEINE
IN MENO
Miglioriamo la
nostra immagine
STRADELLA
IN MENO
e accresciamo la nostra autostima
FOCUS
MIGLIORIAMO
LE NOSTRE PRESTAZIONI
CON LA CARNITINA
Cinque pasti al giorno
Preziosi accorgimenti per restare in forma
COUPON DI ABBONAMENTO A PESO PERFECTO
Sì, desidero abbonarmi alla rivista Peso Perfecto per soli 8 E (4 numeri) con spedizione gratuita.
Pagamento da effettuare sul Conto Corrente Bancario
CASSA DI RISPARMIO DI FERRARA Agenzia 10 - IBAN: IT 42 O 06155 13010 000000003936
Si prega di segnare nella causale di versamento la dicitura abbonamento a Peso Perfecto.
Dopo avere effettuato il versamento trasmettere via fax fotocopia dello stesso al numero: 0532 906699.
Per informazioni: tel. 0532 907080.
nome
cognome
via cap n°
città prov.
telefono data e-mail
firma
I suoi dati personali saranno parte dell’archivio elettronico di Naturhouse srl, nel rispetto di quanto stabilito dalla legge 675/96 sulla tutela dei dati personali. Lei avrà l’opportunità di essere aggiornato su prodotti,
iniziative e offerte. I suoi dati non saranno oggetto di comunicazione o diffusione a terzi. In ogni momento potrà essere richiesto di sospendere il trattamento dei dati. In caso di non adesione barrare la casella
Ritaglia e invia il coupon a: NATURHOUSE srl - via G. Caselli, 11/F - 40100 FERRARA
e-mail: [email protected] - tel. 0532 907080
bellsiluet
tre volte al giorno
per una linea perfetta
Bellsiluet:
il nuovo prodotto
Naturhouse
pratico ed efficace.
7
LENZE
CONSU IONALI
NUTRIZ UITE
GRAT
ITALIA
Abruzzo
LANCIANO (CH)
C.so Bandiera 30/32 - T. 0872.714874
PESCARA
Via Firenze 136/138 - T. 085.4214445
TERAMO
Piazza Martiri P. 24 - T. 0861.240853
vasto (CH)
Corso Italia 34-36 - T. 0873.361795
Basilicata
MATERA
Via Lucana 94 - T. 0835.1971790
POTENZA
Via O. Petruccelli 18 - T. 0971.22390
Via del Gallitello 135 - T. 0971.51732
Calabria
cosenza
Via degli Alimena 115 - T. 0984.77170
REGGIO CALABRIA c/o c.c. Porto Bolaro - T. 0965.674369
Via S. Caterina 134 - T. 0965.652046
ViaCalabria 64/e - T. 0965.52096
Campania
Angri (SA)
Via G. da Procida 24 - T. 081.5131449
Avellino
Viale Italia 10 - T. 0825.23184
Via Piave 168 - T. 0825.289027
aversa (ce)
Via Corcioni 110 - T. 081.5045740
BATTIPAGLIA (SA)
Via F. Turco 48 - T. 0828.301372
BENEVENTO
Via M. Russo 23 - T. 0824.1770760
c/o c.c. Buonvento - T. 0824.1774508
Caserta
Via Battistessa 34/36 - T. 0823.443475
Castellammare di StABIA (NA)
Via Plinio il Vecchio 5 - T. 081.8018867
CAVA DE’ TIRRENI (SA) Prossima Apertura
GIUGLIANO (NA) C.so Campana 333 (ang.Via della Resistenza)
GRUMO NEVANO (NA) Prossima Apertura
MUGNANO DI NAPOLI (NA)
Via S. Quasimodo 11 - T. 081.5764587
NAPOLI
Via R. Bracco 57/59 - T. 081.5510448
Via D. Fontana 26 - T. 081.5605211
Via Lepanto 121 - T. 081.2397663
Nocera Inferiore (SA)
Via Matteotti 56/58 - T. 081.5178405
NOLA (NA)
Via Principe di N. 5 - T. 081.8237428
Piano di Sorrento (NA)
Via Casa Rosa 52 - T. 081.8088931
Pomigliano d’arco (NA)
Via F. Terracciano 126 - T. 081.3445061
Pompei (NA)
Via P. Federico 57/59/61 - T. 081.19970575
PORTICI (NA) Piazza San Ciro 3 - T. 081.2561676
SALERNO
Via Posidonia 108 - T. 089.724073
S. Giuseppe VesUVIAno (NA)
Via XX Settembre 80 - T. 081.8284137
ANZIO (Roma)
Santa Maria a Vico (CE)
Via Appia Antica 249 - T. 0823.758347
Viale alla Marina 51
Telese Terme (BN)
Aprilia (LT)
Via Colombo - T. 0824.1771788
Via Ugo Foscolo 19 - T. 06.9276172
Emilia Romagna
ARDEA (Roma)
ARGENTA (FE)
Viale San Lorenzo 21/b - T. 06.9102780
Via Matteotti 33/a - T. 0532.804987
BRACCIANO (Roma)
Bologna
Via Negretti 8 - T. 06.97240005
Via S.Vitale 82/b - T. 051.236958
Ciampino (Roma)
c/o c.c. Fossolo - T. 051.6242246
Via Della Folgarella 77 - T. 06.7916906
Via De’ Marchi 23/B - T. 051.0411178
bondeno (fe)
CISTERNA DI LATINA (LT)
Piazza Garibaldi 39 - t. 05321825855
Prossima Apertura
CARPI (MO)
CIVITAVECCHIA (Roma)
Via Duomo 29 - T. 059.9110080
Prossima Apertura
CASALECCHIO DI R. (BO)
COLLEFERRO (Roma)
Via Porrettana 274 - T. 051.4076605
Via G. Di Vittorio, 9 (trav. P.le A.Moro) Castelfranco Emilia (MO)
T. 06.9701397
Via Trabucchi 37 - T. 059. 9773030
FORMIA (LT)
Cento (FE)
Prossima Apertura
Via F.lli Rosselli 6/g - T. 051.6832788
frosinone
CESENA
Corso Cavour 43 - T. 0547.612151
Via Aldo Moro 355 - T. 0775.853839
COPPARO (FE)
GUIDONIA (Roma)
Via XX Settembre 73/b - T. 0532.860596
Viale dell’Unione 22/24 - T. 0774.344696
Ferrara
LADISPOLI (Roma)
P.zza Sacrati 7 - T. 0532.241291
Prossima Apertura
c/o c.c. Darsena City - T. 0532.1862090
LATINA
Corso Porta Po 72 - T. 0532.243544
Via Oberdan 34 - T. 0773.283516
FINALE EMILIA (MO)
Via Priverno 14 - T. 0773.280831
Piazza Garibaldi 4 - T. 0535.780227
Marino (Roma)
FORLì
Prossima Apertura
Piazza San Barnaba 17-T. 06.93667679
Formigine (MO)
Monterotondo (Roma)
Via Picelli 8/a - T. 059.574625
Via 25 Ottobre 11 - T. 06.96848125
imola (bo)
NETTUNO (Roma)
Via Emilia 18/a - T. 0542.26161
Via S. Maria 142 - T. 06.9805259
lugo (ra)
OSTIA (Roma)
Via Matteotti 1 - T. 0545.288140
Via dei Panfili 61/63 - T. 06.5697773
MIRANDOLA (MO)
Pomezia (Roma)
Via Cesare Battisti 7 - T. 0535.98191
Via Palladio Rut. 15-17 - T. 06.91626072
modena
Via Emilia Centro 174/176 - T.059.8752062
RIETI
parma
Via Porta Romana 70 - T. 0746.259763
Via Nino Bixio 2
Roma
PIACENZA Piazza Gondar 16 - T. 06.86399646
P.zza Medaglie d’Oro 6 - T. 0523.453668
Via B. Segre 55 - T. 06.50684699
ravenna
Viale Dell’Aeroporto 53 - T. 06.7142219
Viale L. B. Alberti 92 - T. 0544.1951812
Via dei Corazzieri 71 - T. 06.5925010
REGGIO EMILIA Via Di Donna Olimpia 232 - T. 06.5346923
Via Emilia 23 ???? - T. 0522.432489
Via della Farnesina 143 - T. 06.45504892
Rimini
Via F. Ughelli 28/b - T. 06.78147559
Via Saffi 40 - T. 0541.785318
S. GIOVANNI PERSICETO (bo)
Viale S. Giovanni B. 34 - T. 06.76967249
Prossima Apertura
Via dei Faggi 127/a - T. 06.23237485
S. Lazzaro di savena (bo)
SABAUDIA (LT) Prossima Apertura
Via D. D.Vittoria 20/22/24 - T. 0773.518595
SASSUOLO (MO) SORA (FR)
Prossima Apertura
Prossima Apertura
Vignola (MO)
Terracina (LT)
c/o c.c. Coop I Ciliegi - T. 059.772565
Via Bottasso 25/27 - T. 0773.724521
Friuli Venezia Giulia
pordenone
TIVOLI (Roma)
Viale Dante 23 - T. 0434.20509
Via Empolitana 107/109 - T. 0774.336171
TRIESTE
Velletri (Roma)
Corso Saba 10 - T. 040.763684
C.so Repubblica 358 - T. 06.96155309
Viale XX Settembre 24 - T. 040.633265
Viterbo
UDINE
Via G. Amendola 5-7 - T. 0761.092231
Piazza XX Settembre 10 - T. 0432.25019
liguria
Lazio
genova
Albano laziale (Roma)
Piazza A.Moro 21 - T. 06.93014128
Via Marco Sala 55/57 - T. 010.3728955
63
IMPERIA
Prossima Apertura
LA SPEZIA
Prossima Apertura
SANREMO (IM)
Prossima Apertura
Savona
Via Garassino 17/r - T. 019.825959
Lombardia
BERGAMO
Via Sant’Alessandro 32/a - T. 035.4220138
BIASSONo (MB)
Piazza San Francesco 22 - T. 039.5972207
Brescia
Via Aurelio Saffi 14 - T.030.3750519
Via Crocefissa di Rosa 38 - T.030.5032259
busto arsizio (va)
Via Gaeta 8 - T. 0331.025860
Cinisello Balsamo (MI)
Via G. Garibaldi 41 - T. 02.66595781
como
Via Giovio 10 - T. 031.243473
CORSICO (MI)
Via Pascoli 4 - T. 02.4408464
crema (CR)
Via Cavour 38 - T. 0373.85298
cremona
Corso Garibaldi 133 - T. 0372.803763
CUSANO MILANINO (MI)
Viale Matteotti 34 - T. 02.66401183
DESENZANO DEL GARDA (BS)
Prossima Apertura
erba (co)
Via Dante Alighieri 8 - T. 031.3338126
Gallarate (VA)
Via Trombini 4 - T. 0331.770175
LeCCO
Via Turati 99 - T. 0341.1841659
LeGNANO (MI)
Corso Garibaldi 94 - T. 0331.540680
Lodi
Via Nino Dall’Oro 24 - T. 0371.564713
MANTOVA
Prossima Apertura
Milano
Viale Monza 191 - T. 02.25714920
Piazza Frattini 4 c/o Centro SMA
T. 02.47718531
Via Modestino(ang.V.le Papiniano)- T. 02.43980840
Via Costa 2 (ang. P. le Loreto) - T. 02.26110312
MONZA
Via P. Mantegazza 4 - T. 039.2326379
c/o c.c. Auchan - T. 039.3900599
PAVIA
Corso Garibaldi 27/h - T. 0382.34205
rho (MI)
Via Madonna 99 - T. 02.9308549
SARONNO (VA)
Prossima Apertura
Seregno (MI)
Corso del Popolo 56 - T. 0362.1795532
Sesto San Giovanni (MI)
c/o c.c. Auchan - T. 02.66595556
Stradella (PV)
Via Cavour 1 - T. 0385.245779
varese
Via Sacco 16/18 - T. 0332.285720
Marche
ANCONA
Via Marsala 15/b - T. 071.205676
CIVITANOVA MARCHE (MC)
C.so V. Emanuele 33 - T. 0733.815963
fano (pu)
Prossima Apertura
Pesaro
Via S.Francesco 38 - T. 0721.638944
SAN BENEDETTO DEL T. (AP)
Prossima Apertura
Senigallia (AN)
Via Cavour 18 - T. 071.64368
MOLISE
CAMPOBASSO
Prossima Apertura
64
ISERNIA
Prossima Apertura
Termoli (CB)
Via Nazionale 164 - T. 0875.714366
Piemonte
Alba (cn)
Corso Langhe 26/c - T. 0173.364019
AlESSANDRIA
Via Milano 45 - T. 0131.445712
Via San Lorenzo
ASTI
Prossima Apertura
BIELLA
Via Gramsci 15/d - T. 015.28773
CHIERI (TO)
Via Carlo Alberto 8 - T. 01I.2076779
Chivasso (TO)
c/o c.c. Coop - T. 011.7601126
CUNEO
Via Nizza 49 - T. 0171.489292
ivrea (TO)
Corso Cavour 54 - T. 0125.425992
MONCALIERI (TO)
Corso Roma 23 - T. 011.2767351
NICHELINO (TO)
Via Torino 21 - T. 011.6982040
Novara
Via Mazzini 6/2
Viale Dante 2 - T. 0321.659644
novi ligure (AL)
Via Garibaldi 113 - T. 0143.743283
ORBASSANO (TO) Via Rimembranze 4 - T. 011.4920331
PINEROLO (TO)
c/o c.c. Ipercoop Le Due Valli
T. 0121.376763
Rivarolo canavese (TO)
Prossima Apertura
Rivoli (TO)
Via XXV Aprile 45/c - T. 011.9534276
SETTIMO TORINESE (TO)
Via Alfieri 5 - T. 011.8971466
TORINO
Via N. Fabrizi 144 - T. 011.7576227
Via di Nanni 48 - T. 011.4473912
Corso Rosselli 82/b - T. 011.5785337
Via Madama Cristina 89 - T. 011.5789040
Via Mazzini 27 - T. 011.8136287
Via Nizza 223/l - T. 011.6308173
Via San Donato 16 - T. 011.6995751
C.so Unione Sov. 439/c - T. 011.3910270
VERBANIA
Prossima Apertura
VERCELLI
Corso Libertà 169 - T. 0161.213572
Puglia
Andria
Corso Cavour 126 - T. 0883.262170
BARI
Via De Rossi 110 - T. 080.5244550
Via E. Toti 22 - T. 080.9645915
Barletta
Via Gabbiani 6 - T. 0883.345956
FOGGIA
Via Tenente Iorio 44 - T. 0881.311486
Francavilla Fontana (BR)
Via S. Francesco 122 - T. 0831.844778
LeCCE
Via Archita da T. 10 - T. 0832.1794841
lucera (FG)
Prossima Apertura
Molfetta (BA)
C.so Margherita di S. 44 - T. 080.3971860
ORTA NOVA (FG)
Prossima Apertura
SAN SEVERO (FG) Via Teresa Masselli 121 - T. 0882.224437
TARANTO
Via Crispi 87/89 - T. 099.4528272
TRANI
Via Ciardi 10 - T. 0883.587987
Sardegna
ALGHERO (SS)
Via XX Settembre 51/a - T. 079.982108
ARZACHENA (OT)
Viale Costa Smeralda - T. 0789.82709
ASSEMINI (CA)
Prossima Apertura
CAGLIARI
Via Dante 176 - T. 070.482979
Via S.Benedetto 56 - T. 070.4560700
NUORO
Via Roma 54 - T. 0784.32081
Olbia
C.so Umberto I 195/c - T. 0789.23822
Via Peruzzi 22 - T. 0789.598024
Via Regina Elena 58 - T. 0789.29221
Oristano
Via Tirso 90 - T. 0783.301894
PORTO TORRES (SS)
Via Adelasia 8 - T. 079.5042086
QUARTU SANT’ELENA (CA)
Via Eligio Porcu 49
Sassari
Via G. Manno 37 - T. 079.4813341
Via Napoli, 79/b - T. 079.2670046
c.c. La Piazzetta - T. 079.260741
siniscola (nu)
Prossima Apertura
sorso (SS)
Corso V. Emanuele 15 - T. 079.4813775
TEMPIO PAUSANIA Prossima Apertura
Sicilia
Acireale (CT)
Corso Sicilia 44 - T. 095.7640133
Adrano (CT)
Via Mad. d. Grazie 26 - T. 095.7690997
AGRIGENTO
Via Gioeni 14 - T. 0922.661859
Alcamo (TP)
Via F. Crispi 16 - T. 0924.549061
AUGUSTA (SR)
Via Garibaldi 53 - T. 0931.511548
AvolA (SR)
Via Mazzini 68
BAGHERIA (PA)
Corso Butera 371 - T 091.902340
BARCELLONA POZZO DI GOTTO (me)
Prossima Apertura
BIVIO MADONNUZZA (PA)
Via Bivio Madonnuzza 232/a
T. 0921.640240
Bronte (CT)
Corso Umberto 382 - T. 095.693141
Caltagirone (CT)
Via G. Arcoleo 146 - T. 0933.56752
CALTANISSETTA
Corso Umberto 173 - T. 0934.25705
CANICATTì (AG)
V.le Carlo Alberto 59 - T. 0922.831199
Catania
Via Etnea 406 - T. 095.504064
Via Firenze 25 - T. 095.371065
Via Pacini 36 - T. 095.2249333
Largo R. Pilo 36/38 - T. 095.500539
Via Umberto 276 - T. 095.539722
Via Eleon. D’Angiò 4 - T. 095.6143784
Via Plebiscito 460/462 - T. 095.202998
Via A. Cadamosto 9/11 - T. 095.7311534
comiso (rg)
Prossima Apertura
ENNA
Prossima Apertura
GELA (CL)
Via Europa 5 - T. 0933.939967
Corso Vittorio Emanuele 147
Giarre (CT)
Via Libertà 61 - T. 095.7793190
Gravina di catania (CT)
Via A. Gramsci 107 - T. 095.7253098
LENTINI (SR)
Via Termini 2 - T. 095.7831797
Leonforte (EN)
C.so Umberto I 403 - T. 0935.906508
MARSALA (TP)
C.so Gramsci 49 - T. 0923.719040
Via A. Omodei 18 - T. 0923.764759
MAzara del vallo (TP)
Corso Vittorio Veneto 147 - T. 0923.933023
MESSINA
Via S. Cecilia 57 - T. 090.696524
MilaZZo (ME)
Via Umberto I 70 - T. 090.9222730
MISILMERI (PA)
Corso Vittorio E. 526 - T. 091.8711647
Misterbianco (CT)
Via Garibaldi 548 - T. 095.463183
Modica (RG)
Via Nazionale 79 - T. 0932.753202
PaLERMO
Via Enrico Bevignani 44 - T. 091.6813496
Via Libertà 54/d - T. 091.6262247
Via Lussemburgo 77-79 - T. 091.522045
Via G. Sciuti 226-228 - T. 091.304213
Piazzetta Bagnasco 9 - T. 091.6117611
Via San Lorenzo 83/a - T. 091.5076126
Via G. Arcoleo 16
Via Cordova 3-5
PArtinico (PA)
Corso dei Mille 48-50 - T. 091.8903811
Paternò (CT)
Via Vittorio Eman. 60 - T. 095.621984
PIAZZA ARMERINA (EN)
Piazza Gen. Cascino 3 - T. 0935.682773
Porto empedocle (ag)
Via Roma 107 - T. 0922.636167
Ragusa
Via Risorgimento 40 - T. 0932.651694
S. GIOVANNI LA PUNTA (CT)
Via della Regione 188 - T. 095.7411672
SANT’AGATA LI BATTIATI (CT)
Via Umberto 99 - T. 095.7254044
scordia (ct)
Via Aldo Moro 2 - t. 095.7948731
Siracusa
Via Brenta 21/a - T. 0931.67808
Via Eritrea 14 - T. 0931.186418
TERMINI IMERESE (PA)
Via Nicolò Palmieri 5/7 - T. 091.8142583
Trapani
Corso P. Mattarella 13 - T. 0923.23796
Via S. Maria di Capua 18 - T. 0923.26049
TREMESTIERI (CT)
Via Etnea 172/b - T. 095.213944
VILLABATE (PA)
Corso V. Emanuele 573 - T. 091.6144912
VITTORIA (RG)
Via Cacciatori delle Alpi 94 - T. 0932.510025
Toscana
arezzo
Via Vittorio Veneto 110 - T. 0575.1975344
CECINA (LI)
Prossima Apertura
EMPOLI (FI)
Prossima Apertura
firenze
Via Giotto 37/c-d-e - T. 055.0121185
GROSSETO Piazza De Maria 6 - T. 0564.23670
LIVORNO
Via Vitt.Veneto 25 - T. 0586.839458
Via Magenta 30 - T. 0586.371869
pisa
Prossima Apertura
Pistoia
Via A. Frosini 74 - T. 0573.364642
poggibonsi (si)
Via del Commercio 50 - T. 0577.042389
PRATO
Via Mazzini 69 - T. 0574.604883
Quarrata (PT)
Via Montalbano 18/a - T. 0573.73271
SCANDICCI (FI)
Via dei Rossi 53 - T. 055.0129763
Siena
Via di Vallerozzi 18 - T. 0577.284810
VIAREGGIO
Via Mazzini 79 - T. 0584.963388
Trentino ALTO ADIGE
Bolzano
Via Milano 76 - T. 0471.301201
trento
Corso III Novembre 106 - T. 0461.910747
Umbria
PERUGIA
Via Quintina 73 Ponte S. Giovanni - T. 075.3720070
TeRNI
Via Pacinotti 11/13/15 - T. 0744.283426
valle d’aosta
aosta
Via Croce di Città 33 - T. 0165.548360
Veneto
ADRIA (RO)
Corso Vittorio Emanuele 15 - T. 0426.908288
Belluno
Corso Garibaldi 27 - T. 0437.370046
CONEGLIANO VENETO (TV)
Via XI Febbraio 64 - T. 0438.369168
este (pd)
Via Cavour 21 - T. 0429.603618
Giacciano CON BARUCHELLA (RO)
c/o c.c. Il Faro - T. 0425.591045
LEGNAGO (VR)
Via Duomo 40 - T. 0442.21066
Mestre (VE)
Via Fapanni 27 - T. 041.5044259
Via Verdi 39 - T. 041.989044
Montecchio maggiore (vi)
Piazza Carli 74 - T. 0444.1453975
Montegrotto (PD)
Via Roma 71/c - T. 049.8163767
noale (VE)
Via Bregolini 16 - T. 041.4433215
PADOVA
c.c. Iper di Albignasego - T. 049.8675415
Via Umberto I 38 - T. 049.8751225
PIOVE DI SACCO (PD)
Via O. Da Molin 29 - T. 049.5840519
Rovigo
C.so del Popolo 316 - T. 0425.423913
SAN DONA’ DI PIAVE (VE)
Piazza Delle Grazie 20 - T. 0421.560547
SAN GIOVANNI LUPATOTO (VR)
Prossima Apertura
SCHIO (VI)
Prossima Apertura
TREVISO
Via Manin 47 - T. 0422.545139
verona
Via IV Novembre 18/c - T. 045.8348525
VICENZA
Via Zanardelli 15 - T. 0444.963998
VILLAFRANCA (VR)
Prossima Apertura
ANDORRA
FRANCIA
PERU’
T. 0036 902 15 14 14
T. 0051 600 83 21 55
BELGIO
T. 00 33 618 35 66 48
Per maggiori informazioni consultare la lista dei Centri Naturhouse nella rivista
PESO PERFECTO edizione francese
T. 00 32 42233238
GERMANIA
CILE
T. 00 34 609 813 377
CINA
T. 00 86 152 57 70 44 33 - T.93 448 65 02
CROAZIA
T. 00 385 992 180 887
EMIRATI ARABI U.
T. 00 97 125 58 28 08
T. 0049 913 19742935
HONDURAS
T. 00504 23 20 702
POLONIA
T. 00 48 426 49 00 00
Per maggiori informazioni consultare la lista dei Centri Naturhouse nella rivista
PESO PERFECTO edizione polacca
PORTOGALLO
T. 00 353 872 165 888
T. 00 35 12 19 25 80 58
Per maggiori informazioni consultare la lista dei Centri Naturhouse nella rivista
PESO PERFECTO edizione portoghese
MAROCCO
REPUBBLICA CECA
T. 00 212 22 48 63 69
T. 00 42 07 23 58 09 46
IRLANDA
MESSICO
T. 00 52 999 195-40 39
REP. SLOVACCA
T. 00 42 13 76 30 23 79
ROMANIA
T. 00 40 031 42 52 986
Servizio Clienti
0532 90 70 80
www.naturhouse.it
SPAGNA
T. 0034 93 448 65 02
Per maggiori informazioni consultare la lista dei Centri Naturhouse nella rivista
PESO PERFECTO edizione spagnola
SUD AFRICA
T. 00 27 11 705 1100
USA
T. 00 13 056 73 59 59
65
nel prossimo numero
In vend
a partir ita
1° apreil dal
e
Salute e immagine
La dieta
mediterranea
A CIASCUNO IL SUO
La base della piramide
alimentare:
i carboidrati
FOCUS
Le proprietà
del fico d’india
IN FORMA
Equitazione
BELLEZZA
La nuova frontiera
dei cosmetici: cellule
staminali e melatonina
in viaggio
Scopriamo la Sicilia
66
VOLETE OTTENERE A CASA
VOSTRA UN ESPRESSO
INCREDIBILE? ECCO IL METODO.
IPERESPRESSO
Un espresso eccellente è fatto
di 6,7 grammi di ottima miscela e di
temperatura,pressione,tempiesatti:l’arte
delbarista.illyhatradottotuttoquesto
in macchine e in capsule protette da
cinquebrevetti:ilMetodoIperespresso.
Il risultato è aromatico, intenso
e vellutato: la crema si forma dentro e
non sopra il caffè. E Iperespresso
è semplice, anche se non avete mai
fatto un caffè in vita vostra. Cercatelo
nei migliori bar illy, negozi di design,
gourmet alimentari o su www.illy.com
Fly UP