...

SPIRITO E REGOLE DELLA JACK LONDON

by user

on
Category: Documents
7

views

Report

Comments

Transcript

SPIRITO E REGOLE DELLA JACK LONDON
SPIRITO E REGOLE DELLA JACK LONDON CUP 2014
La Jack London Cup 2014 si tiene in provincia di Brescia, dal 29 agosto sera (venerdi) al 31 agosto pomeriggio.
L’esatto luogo di partenza verrà comunicato poco tempo prima della partenza a mezzo e-mail.
Comunque sarà un posto raggiungibile con mezzi pubblici.
1 – La Jack London Cup è una sfida a freccette, o a lancio del ferro di cavallo. Per iscriversi però occorre effettuare una marcia in stile e
ambiente alpino sui monti del bresciano e arrivare entro il tempo massimo ai vari check-point seminati sul percorso. I valori fondanti della
JLC sono: solidarietà competitiva, spiritualità della fatica fisica, spirito di adattamento, ironia/autoironia e fair-play, resistenza, osservazione,
roverismo e stile scout. Per chi non è stato uno scout o un rover non sarà difficile capire questi ultimi due valori: basta venire e camminare. Si
capiscono al volo. I non scout e non rover sono i benvenuti, la Jack London Cup è un’occasione di incontro con gente di ogni tipo.
2 – Si partecipa a coppie, maschili femminili e miste. Il sesso del partecipante è quello indicato nel certificato di nascita. La coppia non si può
sciogliere mai durante la JLC. Ognuno dei due componenti è responsabile dell’altro. Ogni iscritto è maggiorenne. Se uno compie i 18 anni nel
2014 può partecipare, a patto che l’altro sia maggiorenne. Chi non trova compagni può iscriversi e accettare di essere messo in contatto con
un altro singolo. Poi sta a loro due decidere.
3 – L’organizzazione consta di pochi volontari che si muovono a piedi sul percorso. Ogni partecipante è cosciente di essere in grado di
cavarsela da solo anche in situazioni limite dovute ad incidenti. E’ cosciente che l’Organizzazione fornisce solo un punto di partenza, un
percorso, un punto di arrivo. Ogni partecipante è tenuto a leggere e firmare la dichiarazione LIBERATORIA allegata a Spirito e Regole.
L’organizzazione non fornisce copertura assicurativa e non risponde di danni o incidenti che si verifichino durante la manifestazione.
4 – Ogni partecipante è tenuto a rispettare norme e leggi locali riguardanti il comportamento in ambiente alpino, oltre a rispettare natura,
manufatti, case, malghe e tutto quanto incontra sul percorso. In termini scout tutto questo si riassume nel “non lasciare tracce”. Chi viene
meno a questa regola è responsabile personalmente dei danni provocati e delle sanzioni ricevute dalle autorità competenti.
5 – ogni coppia è autosufficiente a livello alimentare per tutti i giorni della gara. E’ incoraggiato il rifornimento presso rifugi, negozi, malghe,
spacci. L’Organizzazione non fornisce niente. Forse qualcosa alla fine, ma non contateci troppo. E’ bene avere sempre un paio di litri acqua
alla partenza, ogni giorno.
6 – si camminerà su ogni tipo di strada: asfalto, mulattiera, sterrato, sentiero, traccia, tracce su ghiaione. Difficoltà E, EE, qualche EEA. E’
obbligatorio l’uso degli scarponi tranne che sull’asfalto. La JLC si svolgerà con ogni condizione meteo, fatto salvo condizioni rischiose per la
vita e l’incolumità dei partecipanti (fulmini, nubifragi, sarneghere, e altro in base alle decisioni dell’Organizzazione).
7 – Ci sarà un Assistente Ecclesiastico al seguito. Alla partenza verrà impartita una Benedizione e alla fine ci sarà una Messa. La Jack London
Cup è una dura marcia alpina con forti necessità di recupero spirituale. L’ambiente naturale consente la meditazione itinerante. La
meditazione statica è severamente proibita tranne dopo gli arrivi di tappa.
8 – le regole del punteggio verranno spiegate meglio sul posto. Da subito chiariamo che, in aperta polemica con le Olimpiadi e i vari
Campionati del Mondo, dove premiano solo i primi tre arrivati, qui sarà festeggiata solo la coppia che arriva quarta. Dato che ogni coppia è
tenuta ad una leale autovalutazione e alla consegna del suo punteggio in busta chiusa all’arrivo, nessuno sa chi arriverà quarto. Per cui tanto
vale giocarsela bene sin dall’inizio. All’Organizzazione non interessa tanto chi arriva primo o diventa campione. Per vincere la
JackLondonCup basta arrivare nel tempo massimo con le prove fatte. Quindi, riassumendo: tutti quelli che arrivano vincono la
JackLondonCup, una coppia è campione, i quarti vengono festeggiati e la coppia quartultima è retrocessa (in genere i quartultimi si salvano
per un pelo, qui li puniamo) e subisce l’onta del premio umiliante.
Ogni coppia può fare tutti i reclami che vuole a chi vuole. Verranno accolti solo richiami scritti, in stile JackLondon, molto divertenti ed ironici.
L’Organizzazione li cestinerà solo dopo averli letti.
Ogni coppia può manifestare sdegno o ira solo con espressioni letterarie desunte dai romanzi di jack London.
9 – l’equipaggiamento deve essere completo di materiale per il pernotto (tenda o teli), fornello (le cene devono essere cucinate), Pronto
Soccorso, telefono, abbigliamento adatto, bastoncini, e tutto il necessario per ben vivere la JackLondonCup. Indispensabile avere letto e
portare Il richiamo della foresta nello zaino.
10 – prove: cronotappa serale del venerdi, in notturna;
ordine di arrivo al check point serale del sabato e arrivo finale;
equipaggiamento (verranno richiesti tre oggetti, ritenuti indispensabili dall’Organizzazione, da estrarre dallo zaino in 1 minuto)
prove di passaggio dai rifugi (scontrini)
prova di osservazione/deduzione
prova di gusto (riconoscimento birre e/o vini e/o formaggi, allenatevi)
topografia (possedere cartina del percorso e non perdersi)
pronto soccorso (non farsi male, non avere guai)
osservazione (trovare oggetti dispersi sul percorso)
prova letteraria del grande Jack
-
un’ora dopo il via parte una pattuglia dell’Organizzazione. Le coppie che arrivano dopo la pattuglia perdono il punteggio relativo
alla prova di marcia (ordini di arrivo). Non perdono i punteggi della altre prove già effettuate. al passaggio della Scopa le prove
vengono rimosse dal percorso.
11 – ci sarà una quota di ripartizione spese pari 12 euro per ogni coppia
12 – per prescriversi scrivere a [email protected] allegando la scheda di iscrizione ben compilata.
alla partenza ogni coppia consegna: la quota di iscrizione; la dichiarazione LIBERATORIA FIRMATA;
l’originale della scheda di iscrizione.
13 – per ogni informazione o problema contattare l’Organizzazione.
Per ora è tutto. Venite, vi troverete pentiti, ma non vi vergognerete.
JACK LONDON CUP 2014
Fly UP