...

Scomposizione di Problemi

by user

on
Category: Documents
76

views

Report

Comments

Transcript

Scomposizione di Problemi
Materiale didattico preparato dal
dott. Stefano Ferilli
Corso di Programmazione
Problem Solving
Dott. Pasquale Lops
[email protected]
Corso di Programmazione - DIB
1/30
Tipi di Problemi
• Primitivi
– Risolubili tramite
• Un’azione primitiva
• Una sequenza di azioni primitive
• Complessi
– Non risolubili tramite un’azione nota
• Al solutore
• All’esecutore
Corso di Programmazione - DIB
2/30
Problemi Complessi
Soluzione
• Scomposizione in sottoproblemi
– Fino a trovare un insieme di sottoproblemi
primitivi che risulti equivalente al problema di
partenza
• Individuazione del procedimento che porta
alla soluzione
– Processo di cooperazione tra sottoproblemi dei
quali si è in grado di fornire facilmente una
soluzione
Corso di Programmazione - DIB
3/30
1
Problemi Complessi
Approccio
• Principio del Divide et Impera
– Ridurre la complessità del problema
• Scomposizione in sottoproblemi più semplici
– Individuare Struttura e Relazioni fra di essi
• Progettazione di un algoritmo per ciascuno
– Se è complesso, riapplicare la scomposizione
fino ad arrivare a problemi primitivi
• Risolubili tramite azioni note
Corso di Programmazione - DIB
4/30
Scomposizione di Problemi
• Tecnica per raffinamenti successivi
– Uno dei principi della programmazione
strutturata
– Basata sulla trasformazione di un problema in
una gerarchia di problemi di difficoltà
decrescente
• Di un problema si affronta, prima, l’aspetto più
generale e si passa, poi, a livelli sempre più
dettagliati di descrizione sino ad arrivare agli
elementi fondamentali
Corso di Programmazione - DIB
5/30
Scomposizione di Problemi
• Conseguenze
– Aumento del numero problemi
– Diminuzione della complessità di ciascuno
• Può capitare che il medesimo sottoproblema
debba venire risolto più volte, applicandolo
a dati diversi, per risolvere il problema
complessivo
Corso di Programmazione - DIB
6/30
2
Scomposizione di Problemi
Requisiti
• Ogni passo della suddivisione o specificazione
deve garantire che
– La soluzione dei sottoproblemi conduca alla soluzione
generale
– La successione di passi da eseguire abbia senso e sia
possibile
– La suddivisione scelta dia luogo a sottoproblemi “più
vicini” agli strumenti disponibili
• Risolubili direttamente con gli operatori a disposizione
Corso di Programmazione - DIB
7/30
Scomposizione di Problemi
Quando fermarsi?
• Bisogna arrivare al punto in cui
– Tutti i problemi sono primitivi
– È fissato l’ordine di esecuzione dei
sottoproblemi
– È previsto il modo in cui un sottoproblema
utilizza i risultati prodotti dalla soluzione dei
sottoproblemi che lo precedono
• Livello di cooperazione
Corso di Programmazione - DIB
8/30
Scomposizione di Problemi
• I problemi ottenuti dalla scomposizione sono
– Indipendenti
• Si può progettare un algoritmo per ciascuno
• La soluzione può essere delegata a solutori diversi (in parallelo)
– Cooperanti
• Ciascuno può usare il risultato della soluzione di altri
• Quanto più complesso è il problema, tanti più livelli
saranno necessari in profondità
– Di solito 2 o 3 livelli
• Uno stesso problema può essere scomposto in modi
diversi
Corso di Programmazione - DIB
9/30
3
Scomposizione di Problemi
Tecniche
• I costrutti offerti dai linguaggi di
programmazione strutturata supportano le
scomposizioni
– Sequenziale
• Suddividere un problema in parti disgiunte
– Selettiva
• Trattamento differenziato in casi differenti
– Iterativa
– Ricorsiva
Corso di Programmazione - DIB
10/30
Scomposizione Sequenziale
• La soluzione si ottiene tramite una sequenza
di passi
– I passi sono eseguiti uno alla volta
– Ogni passo è eseguito una sola volta
• Nessuno è ripetuto o omesso
– L’ordine in cui i passi vanno eseguiti è lo stesso
in cui sono scritti
– L’ultimo passo equivale alla terminazione del
procedimento
Corso di Programmazione - DIB
11/30
Scomposizione Sequenziale
Esempio
•
•
Problema: Preparare una tazza di tè
Soluzione: l’algoritmo per la tazza di tè
1.
2.
3.
4.
•
Bollire l’acqua
Mettere il tè nella tazza
Versare l’acqua nella tazza
Lasciare in infusione per 3-4 minuti
Non sono problemi primitivi
– Ciascuno va ulteriormente scomposto
Corso di Programmazione - DIB
12/30
4
Scomposizione Sequenziale
Esempio
• 1
• 3
– Riempire d’acqua il
bollitore
– Accendere il gas
– Aspettare che l’acqua bolla
– Spegnere il gas
– Versare l’acqua bollente
nella tazza finché non è
piena
• 4
• 2
–
–
–
–
Aprire la scatola del tè
Prendere un sacchetto-filtro
Chiudere la scatola del tè
Mettere il sacchetto nella
tazza
– Aspettare 3 minuti
– Estrarre il sacchetto-filtro
Corso di Programmazione - DIB
13/30
Scomposizione Selettiva
• Soluzione ottenuta tramite scelte multiple
– Strutture di selezione all’interno di altre
strutture di selezione
• La scomposizione fa ricorso a strutture
multiple
– Nidificazione (o annidamento) di strutture
Corso di Programmazione - DIB
14/30
Scomposizione Selettiva
Esempio
• Problema: Trovare il più grande dei numeri a, b, c
diversi tra loro
– Azione primitiva (nota):
• Verificare se un numero è maggiore di un altro
• se a > b
– allora: verifica se a > c
• allora: a è la soluzione
• altrimenti: c è la soluzione
– altrimenti: verifica se b > c
• allora: b è la soluzione
• altrimenti: c è la soluzione
Corso di Programmazione - DIB
15/30
5
Scomposizione Selettiva
Verso l’Iterazione
• Altro modo per
scomporre il
problema:
• Generalizzazione del
problema precedente
– Trova il più grande fra
aeb
– Trova il più grande tra
la soluzione del passo
precedente e c
– Necessità di definire
una struttura di dati
Corso di Programmazione - DIB
16/30
Scomposizione Iterativa
• Successione di problemi tutti dello stesso
tipo
– Ripetere un numero finito di volte un passo di
soluzione in modo da avere, alla fine, la
soluzione completa
Corso di Programmazione - DIB
17/30
Scomposizione Iterativa
Requisiti
• È individuabile una catena di sottoproblemi
che:
– Sono uguali, oppure
– Differiscono solo per i dati su cui agiscono
ed inoltre i dati su cui agiscono
– Sono uguali, oppure
– Sono in relazione d’ordine
• Ciascun problema differisce dal precedente perché
opera sul dato successivo
Corso di Programmazione - DIB
18/30
6
Scomposizione Iterativa
Esempio
• Trovare il più grande fra n > 3 numeri tutti
diversi fra loro
– Supponiamo che i dati siano in relazione
d’ordine
• Si può parlare di 1° dato, 2° dato, … n° dato
Corso di Programmazione - DIB
19/30
Scomposizione Iterativa
Esempio
• Trova il più grande tra i
primi 2 numeri
• Trova il più grande fra il
risultato del problema
precedente e il 3° numero
• …
• Trova il più grande fra il
risultato del problema
precedente e l’ultimo
numero (n° dato)
• Più concisamente:
– Trova il più grande fra i
primi 2 numeri
– Mentre ci sono ancora
numeri da esaminare esegui
• Esamina il primo numero
non ancora considerato
• Trova il più grande tra
questo e il più grande
precedentemente trovato
Corso di Programmazione - DIB
20/30
Oggetto Ricorsivo
• Definito in termini di se stesso
– Esempi
• Numeri naturali:
– 1 è un numero naturale
– Il successore di un numero naturale è un numero naturale
• Strutture ad albero:
– • è un albero (albero vuoto)
– Se t1 e t2 sono alberi, allora anche la struttura
•
t1 .
. t2
è un albero
Corso di Programmazione - DIB
21/30
7
Definizione Ricorsiva
• Ottenuta in termini di versioni più semplici
della stessa cosa che definisce
• 2 livelli:
– Passo
• Operazione che riconduce la definizione ad un dato
livello a quella di livello inferiore
– Base (o livello assiomatico)
• Definizione di partenza
– Necessario per ricostruire i livelli successivi
– Consente di definire problemi di ordine superiore
Corso di Programmazione - DIB
22/30
Scomposizione Ricorsiva
• Un problema di ordine n è definito in
termini del medesimo problema di ordine
inferiore
– Entità definita in termini più semplici della
stessa entità
– Nella definizione deve apparire il livello
assiomatico (o di ricostruzione)
• Problema risolubile tramite un’azione primitiva
Corso di Programmazione - DIB
23/30
Scomposizione Ricorsiva
Requisiti
• Almeno uno dei sottoproblemi è formalmente
uguale al problema di partenza, ma di ordine
inferiore
• Al momento della scomposizione è noto l’ordine
del problema
– Scomposizione attuabile mediante regola di copiatura
• Sostituire ad ogni occorrenza del problema la scomposizione
ricorsiva
fino ad avere problemi primitivi (raggiungere il livello
assiomatico)
Corso di Programmazione - DIB
24/30
8
Scomposizione Ricorsiva
Esempio
• Trovare un metodo per invertire una
sequenza di lettere
– se la sequenza contiene una sola lettera allora
• Scrivila (il problema è risolto)
– altrimenti:
• Rimuovi la prima lettera dalla sequenza
• Inverti la sequenza rimanente
• Appendi in coda la lettera rimossa
Corso di Programmazione - DIB
25/30
Scomposizione Ricorsiva
Esempio
• Invertire “roma”
– “roma” (4 lettere): rimuovi “r”, inverti “oma”
• “oma” (3 lettere): rimuovi “o”, inverti “ma”
– “ma” (2 lettere): rimuovi “m”, inverti “a”
» “a” (1 lettera): è già invertita
– Appendi “m”: “am”
• Appendi “o”: “amo”
– Appendi “r”: “amor”
Corso di Programmazione - DIB
26/30
Scomposizione Ricorsiva
Caratteristiche
• Un problema espresso ricorsivamente termina
sempre
• Un problema esprimibile ricorsivamente si può
risolvere iterativamente
• Una funzione esprimibile ricorsivamente è
computabile
– Esiste un algoritmo che la calcola e termina sempre
• Ogni funzione computabile per mezzo di un
programma è ricorsiva
Corso di Programmazione - DIB
27/30
9
Iterazione e Ricorsione
Esempio
• Calcolo del prodotto di due interi n e m
– Definizione iterativa:
• n×m=m+m+…+m
(n volte)
– Definizione ricorsiva:
0
se n = 0
• n×m=
 (n – 1) × m + m se n > 0
Corso di Programmazione - DIB
28/30
Iterazione e Ricorsione
Esempio
• Soluzione iterativa
• Soluzione ricorsiva
inizialmente sia il risultato
se n è uguale a 0
uguale a 0
allora il prodotto è 0
ripeti per ogni intero da 1 ad n
altrimenti
somma m al risultato per
calcola il prodotto di
ottenere un nuovo
n – 1 per m
risultato
somma m al prodotto
il prodotto è il risultato finale
Corso di Programmazione - DIB
29/30
Scomposizione di Problemi
Conclusioni
• Può esserci più di una scomposizione di un
problema in sottoproblemi
• Cause di difficoltà nella scomposizione
– Comprensione intuitiva della complessità di un
problema
– Scelta tra le possibili scomposizioni
– Necessità di una formulazione “adeguata” per
ciascun sottoproblema
Corso di Programmazione - DIB
30/30
10
Fly UP