...

Tribunale: Olini scrive al Ministro Severino. Clusone lo tenga aperto

by user

on
Category: Documents
2

views

Report

Comments

Transcript

Tribunale: Olini scrive al Ministro Severino. Clusone lo tenga aperto
Araberara - 7 Dicembre 2012
LA LETTERA DEL SINDACO APPROVATA ALL’UNANIMITà
C lusone
Tribunale: Olini scrive al Ministro Severino.
Clusone lo tenga aperto ancora 5 anni
Clusone
98 anni “arzilli”
Francesca Delfina Visinoni.
Son passate 98
primavere, ma
tu sei sempre
arzilla come un
tempo. Tantissimi auguri dai
tuoi figli, nipoti e pronipoti.
(FOTO STUDIO ALFA –
CLUSONE)
FONDAZIONE SCUOLA
DELL’INFANZIA
CLARA MAFFEI
Open day
per l’Asilo
Il 15 dicembre prossimo l’Asilo
di Clusone, nella sede provvisoria
dell’ex Rezzara, via Trieste 12/14,
aspettando il nuovo Asilo, apre le
porte dalle 15.00 alle 18.00 ai genitori che vogliono iscrivere i loro
figli per il prossimo anno scolastico. Sono invitate in modo speciale
le Famiglie dei bambini nati negli
anni 2010 e 2011.
Tribunale, ultima chiamata per cercare di prolungare
l’agonia di cinque anni, magari sperando che il prossimo
governo ci ripensi e annulli le
soppressioni dei Tribunali periferici, tra cui appunto quello
di Clusone. A sorta di leggere il
Decreto legislativo n. 155 del 7
settembre scorso si è scoperto
un codicillo che permetterebbe
di ottenere la proroga di 5 anni
alla chiusura. Direte, va bene,
ma ha senso? Certo, intanto fin
che si sta in vita c’è speranza
e poi cinque anni sono tanti,
capace non solo che cambi il
governo, ma anche il modo di
pensare ai servizi sul territorio. E poi si deve pensare anche
alle finanze traballanti del Comune di Clusone. Ed ecco perché. Lo spiega il sindaco Paolo
Olini in una lettera inviata
al Ministero (di cui è titolare
il ministro Paola Severino)
su delega dell’intero Consiglio
comunale di Clusone: “considerato che l’immobile di Via Dante n.1 in Clusone, di proprietà
comunale, ove sono ubicati gli
uffici della Sezione distaccata
del Tribunale, del Giudice di
Pace e degli Uffici Giudiziari, è
stato oggetto dal 2004 al 2009
di rilevanti e costosi interventi di ristrutturazione edilizia,
finanziati ai sensi dell’art. 19
della Legge 30 marzo 1981 n.
119 con contrazione di mutui…”.
E’ il finanziamento
giusto proveniente dalle legge
citata nell’art. 8 (vedi scheda).
E qui nella lettera parte l’elenco che avevamo pubblicato
mesi fa su Araberara. Mutui
a carico del Comune di Clusone per 1.241.398 euro, di cui
restano da pagare 1.058.167
euro con una rata annua (scadenza dell’ultima nel 2040) tra
capitale da restituire e interes-
Ecco l’articolo
del… quinquennio
si di 22.997 euro. Poi ci sono
mutui a carico dello Stato che
ci mise la bella cifra di 2 milioni e mezzo per la ristrutturazione dello stabile di Via
Dante con una rata annua
di 228.657 fino al 2018. Ma
questi ultimi sono… affari di
Stato. Al Comune di Clusone interessa che il Tribunale
resti aperto il più possibile
perché? Per riscuotere l’affitto che gli consenta di coprire
i costi dei mutui a suo carico.
E hanno trovato nell’art. 8,
comma 1 della legge sufficienti appigli per chiedere una
proroga. Naturalmente non
si può confessare che si sono
fatti solo i conti della serva.
E allora via alle motivazioni
nobili: i 52 Comuni, i “quasi”
125 mila abitanti, il… tasso
imprenditoriale (perché, questo fa supporre molti contenziosi?), la superficie territoria-
le (1/3 dell’intera provincia),
la caratteristica montagnosa,
la distanza dal capoluogo.
Inoltre il carico del Tribunale
baradello, con pratiche in continuo aumento e poi l’accusa
allo Stato di “spreco” nel chiudere un servizio per il quale si
sono spesi tanti soldi (ma lo fa,
purtroppo, per non spenderne
altri). Per tutto “questo”, ma
soprattutto per “quello” (vale
a dire l’affitto da riscuotere) il
Sindaco Olini “formula rispettosa istanza affinché, in deroga alle disposizioni vigenti, si
disponga che l’immobile di via
Dante n. 1 in Clusone venga
utilizzato a servizio del Tribunale, per un periodo di almeno
cinque anni dalla data di efficacia di cui all’art. 11, comma
2, del D.Lgs. n. 155/2012”. La
ministra Severino farà onore
al suo cognome o sarà meno
severa del solito?
Art. 8
Edilizia giudiziaria
1. Quando sussistono specifiche
ragioni organizzative o funzionali,
in deroga all’articolo 2, primo
comma, della legge 24 aprile
1941, n. 392, il Ministro della
giustizia può disporre che vengano
utilizzati a servizio del tribunale,
per un periodo non superiore a
cinque anni dalla data di efficacia
di cui all’articolo 11, comma 2, gli
immobili di proprietà dello Stato,
ovvero di proprietà comunale
interessati da interventi edilizi
finanziati ai sensi dell’articolo 19
della legge 30 marzo 1981, n.
119, adibiti a servizio degli uffici
giudiziari e delle sezioni distaccate
soppressi.
2. Il provvedimento è adottato
sentiti il presidente del
tribunale, il consiglio giudiziario,
il consiglio dell’ordine degli
avvocati e le amministrazioni
locali interessate.
3. Per il personale che presta
servizio presso alcuno degli
immobili indicati nel comma 1,
si considera sede di servizio il
comune nel quale l’immobile
stesso è ubicato.
4. Le spese di gestione e
manutenzione degli immobili
sono a carico del comune ove i
medesimi si trovano in base alle
disposizioni della legge 24 aprile
1941, n. 392.
Sabato 8 dicembre a clusone
La nazionale
Acrobati pizzaioli
in Piazza Manzù
per l’Associazione “Il Graffio nell’anima”
Acrobati pizzaioli, innamorati della pizza e dell’arte, guidati da Danilo Pagano, presidente della squadra nazionale
e campione del mondo della ‘pizza larga’. Sono di scena a Clusone per la Notte
Bianca l’8 dicembre per uno spettacolo
in piazza Manzù. A raccontare un’arte
davvero particolare e suggestiva è Danilo Pagano: “La nostra nazionale nasce nel
1987, siamo in 14 elementi e ci spostiamo
dappertutto, in tutta Italia, per le nostre esibizioni, a Clusone saremo presenti con 4 o 5
elementi, ed esserci di sabato sera per noi è un
evento difficile perché è il giorno che lavoriamo di più, siamo tutti pizzaioli”. Nazionale
chiamata in tutto il mondo: “Il 14 saremo
a Roma per una pubblicità, poi parto per
New York”. Come funziona lo spettacolo?
“Usiamo l’impasto vero della pizza, lo prepariamo, abbiamo una base musicale, figure
ed elementi”. Danilo è presidente dal 1990
della nazionale e presidente della scuola
Maestri Pizzaioli: “Facciamo davvero ogni
tipo di pizza, da quella classica a quella senza
glutine. Ogni due anni facciamo le selezioni
per le nazionali, i pizzaioli vengono visionati in tutta Italia, attualmente nella nostra
squadra c’è gente di Lecce, Taranto, Bologna,
io sono siciliano ma vivo ad Arezzo da una
vita”. Nel gruppo anche una ragazza:
“Valentina, mia figlia che ha seguito le orme
di famiglia e sta facendo la sua strada, è molto richiesta anche all’estero”.
Il segreto per una buona pizza: “Usare ottime farine, saperle conoscere quando si scelgono e poi è indispensabile curare due cose:
la lievitazione e la maturazione, se la pizza
riposa in frigorifero perde molto, insomma,
bisogna curare molto bene la preparazione”.
E adesso l’appuntamento è per l’8 dicembre in Piazza Manzù alle 21 ma per tutta la
giornata con soli 8 euro verrà consegnato
un bracciale che permetterà di mangiare
tutta la pizza che si vuole per tutta la giornata e per tutta la notte. La raccolta fondi
è per l’associazione ‘Il Graffio nell’Anima’
che la utilizzerà per l’assistenza anziani.
10
Araberara - 7 Dicembre 2012
IL DOCUMENTO
11
Il penultimatum di
Clusone 21/11/2012
Att. Sig. Sindaco del Comune di Clusone
A seguito di una riflessione sulle ultime scelte
amministrative della nostra lista politica e alle
vicissitudini continue che hanno causato la
frantumazione del nostro gruppo, rimarcando che le
nostre idee ed opinioni su alcuni temi sono in antitesi
rispetto alle scelte prese dalla Giunta Comunale e non
descrivono, esprimono, la nostra volontà;
considerando che i problemi comunicativi all’interno del
gruppo di maggioranza sono secondo il nostro parere
dovuti ad una organizzazione sbagliata dei compiti di
lavoro;
considerando l’impegno preso con i nostri elettori e
per garantire un diverso approccio verso i problemi
esistenti e futuri e per una risoluzione degli stessi senza
fraintendimenti;
premesso che:
Nel corso di questi ultimi mesi alcuni temi urbanistici
e territoriali sono stati affrontati in Consiglio
Comunale senza una idonea verifica preventiva di tutti
i Consiglieri e della Commissione del Territorio e i
documenti che sono stati prodotti hanno subito bisogno
di verifiche e integrazioni, causando costi aggiuntivi e
nuove risorse;
date le premesse:
ai sensi dell’art.17 dello Statuto del Comune di Clusone
ai sensi dell’art. 10 al 22 del Regolamento del Consiglio
Comunale richiediamo la creazione di una nuova
Commissione
speciale, permanente, e di controllo che vada a integrare
e/o sostituire la Commissione del Territorio, questa
nuova Commissione avrà i compiti dettati da una delega
speciale data dal Sindaco relativamente alle materie
relative all’urbanistica privata e pubblica, questa delega
che normalmente viene affidata ad un Assessore,e che
ora gestisce il Sindaco sarà affidata senza oneri per
l’ente alla nuova commissione;
Tutti gli argomenti che direttamente o indirettamente
riguardassero tematiche di
urbanistica, edilizia privata, edilizia pubblica,
convenzioni, e regolamenti in riferimento alle deleghe
elencate sopra, prima di essere discusse nella Giunta
Comunale o in Consiglio Comunale saranno discusse in
commissione;
il parere della nuova Commissione è determinante
per la prosecuzione dei lavori della Giunta e del
Consiglio; i quali potranno discostarsi fornendo
fondate motivazioni da riproporre alla stessa;
un rappresentante della nuova Commissione, se
richiesto, può partecipare senza diritto di voto ai
lavori della Giunta, viceversa un rappresentante della
stessa nel caso che la Giunta deliberi su temi affrontati
dalla Commissione può partecipare senza diritto di voto
ma con diritto di parola ai lavori dalla Giunta;
il Sindaco è l’unico interlocutore tra la Commissione e la
Giunta ed è colui che porta i temi da affrontare in sede
di Commissione;
la Commissione per ogni tema di lavoro dato dal Sindaco
procede alla stesura di un parere scritto;
un rappresentante della Commissione delegato dal
Presidente della stessa o dal vice Presidente può
interagire nella risoluzione dei problemi, o quesiti posti
dai cittadini in ordine alle deleghe sopra citate;
la Commissione è un organo espressamente tecnico che
collabora con il Sindaco presidente del Consiglio;
la Commissione può agire e collaborare con i
Responsabili del servizio Edilizia Privata e Pubblica per
la risoluzione di problemi relativi all’organizzazione dei
servizi e per migliorare l’efficienza degli stessi eventuali
modifiche organizzative saranno concordate con il
Sindaco.
La costruzione normativa della nuova Commissione
deve essere concordata e redatta dal Segretario
Comunale.
Sperando che la Signoria voglia accettare le presenti
richieste siamo a disposizione per chiarimenti.
Resta inteso che la risposta positiva o negativa deve
essere comunicata entro il prossimo Consiglio Comunale
dal Sindaco, e che eventuali deleghe o modifiche /o
integrazioni al regolamento della nuova commissione
si dovranno predisporre con la convocazione di un
Consiglio Comunale urgente entro 15 giorni.
Nel caso la sua risposta fosse negativa,
considerando la buona fede e la volontà di
collaborare formulata in questo documento,
sarà intesa ancora una volta come espressione
di non fiducia e di non considerazione nei nostri
confronti, conseguentemente ci riterremo liberi
di non accordare a nostra volta la fiducia alla
maggioranza.
In fede.
I Consiglieri
Giudici Mauro e Gabriele Pastorio
C lusone
Gabriele e Mauro a Olini:
una Commissione deliberante
e di... controllo
G. Pastorio
IL DOCUMENTO / 2
Le dimissioni di Mauro Giudici
Al Presidente del Consiglio Comunale
Sig. Paolo Olini, Sindaco del Comune
di Clusone. Con la presente lettera
il sottoscritto Consigliere Comunale
GIUDICI MAURO, nato a Clusone il
01/04/1967, ivi residente in Via Beato
Alberto, 12, ai sensi dell’art. 26 comma
1 del regolamento del Consiglio Comunale del Comune di Clusone, Le comunica le dimissioni dalla carica di Consigliere Comunale in cui è stato eletto.
Cordiali saluti”
Giudici Mauro
M. Giudici
Fly UP