...

PROBLEMI CON CALCOLO PERCENTUALE – SUGGERIMENTI

by user

on
Category: Documents
10

views

Report

Comments

Transcript

PROBLEMI CON CALCOLO PERCENTUALE – SUGGERIMENTI
Materiale didattico a cura del prof. L. Scuderi
APPUNTI SU PROBLEMI CON CALCOLO PERCENTUALE
1. Proporzionalità diretta e proporzionalità inversa
Analizziamo le seguenti formule
Peso Lordo = Peso Netto + Tara
Ricavo = Utile + Costo
Rata = Importo + Interesse
Costo Ivato = Costo Netto + I.V.A.
Acquisto a Distanza = Costo Merce + Spese di Trasporto
Si nota che sono tutte del tipo A = B + C.
Tutti i problemi saranno caratterizzati da tre condizioni, più o meno esplicite:
-
un valore noto;
-
un riferimento percentuale;
-
un valore da determinare (x).
Es.1.1: Sapendo che il peso lordo di una cassetta di arance è di 8,4Kg (valore noto) e che la tara e il
7% del peso netto (valore percentuale) determinare quest’ultimo (x).
I dati sono dunque
Peso Lordo = 8,4Kg
Tara = 7% del Peso Netto
Peso Netto = ?
La procedura di svolgimento è la seguente:
1) individuare il maggiore tra i tre valori (in questo caso il Peso Lordo)
2) scrivere la relazione nella forma A = B + C (cioè, posto che A sia il Peso Lordo, porlo uguale
alla somma degli altri due)
3) Prendere in esame la relazione percentuale e assegnare i valori % e 100 ai due termini
specificati (nel nostro caso 7 per la Tara e 100 per il Peso Netto)
4) Determinare il valore percentuale del Peso Lordo (poiché PL = PN + T = 100 + 7 il valore
percentuale per il Peso Lordo sarà 107)
Tutti i diritti di riproduzione parziale o totale del presente documento appartengono all’I.P.S. Ravizza, rappresentato dal proprio Dirigente Scolastico.
Ne è pertanto vietato alcun uso diverso dalla semplice lettura a scopo informativo.
Qualsiasi abuso sarà perseguibile ai sensi della vigente normativa sul Diritto d’Autore (leggi 633/41, 248/00 e successive modifiche).
Materiale didattico a cura del prof. L. Scuderi
5) Impostare la proporzione mettendo in relazione la variabile di cui abbiamo il valore noto (il
Peso Lordo) e quella di cui dobbiamo trovare il valore (x)
6) Imporre le “frecce” nel verso di lettura che va dal valore più piccolo (coda della freccia) a
quello più grande (punta della freccia) e leggere i valori nell’ordine partendo dalle code verso
le punte, secondo lo schema coda 1 : punta 1 = coda 2 : punta 2
Applicando i su citati punti otterremo
Peso Lordo
Peso Netto
107
100
8,4
X
8,4 : 107 = X : 100 Æ
X = 8,4 . 100 / 107 = 7,8 Kg
Si ricordi che nella determinazione della X, al
denominatore va sempre il suo “compagno” (medio o
estremo) e al numeratore il prodotto degli altri due valori.
Si noti come le fecce saranno sempre entrambe dirette verso l’alto o verso il basso se la proporzionalità
è diretta (all’aumento dell’uno aumenta anche l’altro valore), mentre avranno direzioni opposte se la
proporzionalità è inversa (all’aumento dell’uno diminuisce l’altro).
Es.1.2: Un’impresa di costruzioni impiega 8 operai per 17 ore per allestire un piccolo prefabbricato;
quante ore di lavoro occorrerebbero a 4 operai per ottenere lo stesso risultato?
Analizzando mentalmente il testo appare chiaro che, se il numero di operai disponibili è minore, il
tempo necessario alla realizzazione del prefabbricato sarà ovviamente maggiore, quindi ci troviamo di
fronte ad un classico esempio di proporzionalità inversa.
Risolvendo avremo:
Operai
Tempo (h)
8
17
4
X
4 : 8 = 17 : X Æ
X = 8 . 17 / 4 = 34 h
Tutti i diritti di riproduzione parziale o totale del presente documento appartengono all’I.P.S. Ravizza, rappresentato dal proprio Dirigente Scolastico.
Ne è pertanto vietato alcun uso diverso dalla semplice lettura a scopo informativo.
Qualsiasi abuso sarà perseguibile ai sensi della vigente normativa sul Diritto d’Autore (leggi 633/41, 248/00 e successive modifiche).
Materiale didattico a cura del prof. L. Scuderi
2. Calcolo percentuale e calcolo sopra e sotto cento
Avendo ora compreso i passi che portano all’impostazione della proporzione risolutiva dei problemi,
possiamo focalizzare la nostra attenzione sui problemi che comprendono le percentuali, ovvero calcoli
riferiti al %.
In linea di massima il principio è il medesimo già spiegato al paragrafo 1, ma dato che uno dei 4 valori
della proporzione è sempre costante (100) è possibile definire una formula unica per tutti i casi che
possono presentarsi.
La formula risolutiva di questo tipo di problemi è:
100 : r = S : P
dove è
100 = riferimento costante all’unità (100%)
r = ragione percentuale (ovvero il valore associato al simbolo %)
S = il valore che costituisce il 100% di ciò su cui vogliamo applicare la percentuale
P = la percentuale calcolata rispetto ad S
Applicandola al problema della cassetta di arance già visto a pagina 1 (Es. 1.1) avremo che
100 : 107 = X : 8,4
Æ
X = 8,4 . 100 / 107 = 7,8 Kg
Se ci soffermiamo ad osservare il secondo termine (107) ci accorgiamo che questo è superiore a 100;
questo tipo di calcolo prenderà il nome di “sopra 100”; analogamente, qualora il valore di r sia minore
di 100 avremo un “sotto 100”.
Analizziamo ora i criteri da seguire per determinare se il nostro calcolo sarà un “sopra 100” o un
“sotto 100”.
Innanzitutto dobbiamo definire cosa è “100”: con 100 identifichiamo il 100% del valore iniziale S, sul
quale vogliamo calcolare la percentuale P attraverso la ragione percentuale r.
Tradotto in termini semplici ci limitiamo a porre S come il 100% di riferimento e, se alla fine del
processo di calcolo S aumenterà avremo un sopra 100, mentre se diminuirà avremo un sotto 100.
Analizzando il testo del problema dovremo quindi:
-
valutare se esiste una percentuale, in modo da poter applicare la formula 100 : r = S : P
-
determinare qual è il valore iniziale S (anche se incognito, nel cui caso si indicherà con X )
-
valutare se, stando alla traccia del problema, a fine processo S sarà aumentato o diminuito
-
determinare r (se la percentuale da sommare o sottrarre è nota) come 100-% o 100+% a
seconda se siamo in presenza di un sotto cento o di un sopra cento.
Tutti i diritti di riproduzione parziale o totale del presente documento appartengono all’I.P.S. Ravizza, rappresentato dal proprio Dirigente Scolastico.
Ne è pertanto vietato alcun uso diverso dalla semplice lettura a scopo informativo.
Qualsiasi abuso sarà perseguibile ai sensi della vigente normativa sul Diritto d’Autore (leggi 633/41, 248/00 e successive modifiche).
Materiale didattico a cura del prof. L. Scuderi
Prima di passare a qualche esempio pratico soffermiamoci su questo importante principio: dato che il
valore 100 nella formula 100 : r = S : P è costante, tutti i problemi ci daranno due degli altri tre valori
(r, S e P) e ci chiederanno di trovare il terzo; in problemi più complessi può essere necessario ripetere
più volte tale procedimento, ma per ogni calcolo singolo varrà la regola appena esposta. Va da sé che
l’unico vero obiettivo deve essere quello di focalizzare le richieste del problema ed identificare i valori
noti, in modo da poter facilmente applicare la formula risolutrice e determinare l’unico valore
incognito.
Es.2.1: Una barra di metallo, della lunghezza di un metro, subisce per ogni grado di riscaldamento un
allungamento dello 0,2%. Quale sarà la lunghezza della barra sottoposta ad un riscaldamento
di 5°C?
Analizziamo il testo alla ricerca dei valori noti e quelli da rilevare; l’incognita è ovviamente la
lunghezza finale, quindi la nostra X è P. A questo punto dobbiamo cercare i valori di S e r che
devono per forza essere dati. Troviamo facilmente che S è 1 metro e ci resta così solo da
scoprire se ci troviamo di fronte ad un sopra cento o ad un sotto cento. Sappiamo che la barra si
allunga per riscaldamento e sappiamo anche che il processo dice che l’abbiamo riscaldata di
5°C, quindi la barra si è allungata oltre il metro iniziale e siamo senza dubbio davanti ad un
sopra 100. L’allungamento era dello 0,2% per ogni grado, quindi sarà pari a 0,2% . 5 = 1,0%
Poiché per il sopra cento r = 100 + % = 100 + 1,0 = 101 possiamo scrivere che
100 : 101 = 1 : X
Æ
X = 101 . 1 / 100 = 1,01 m
Es.2.2: Un libro del costo di 28,00€ viene venduto in offerta lancio a 19,50€. Calcolare la percentuale
di sconto applicata all’acquirente.
Il problema ci chiede di calcolare una percentuale, quindi sarà sicuramente r = X. Sappiamo
inoltre che il valore iniziale S è stato scontato, quindi ci troviamo davanti ad un sotto cento.
Avendo quindi che S = 28,00€ e che P = 19,50€ possiamo procedere col calcolo
100 : X = 28,00 : 19,50
Æ
X = 100 . 19,50 / 28,00 = 69,64%
Abbiamo così ottenuto quanto realmente pagato dal cliente in percentuale sul prezzo originale.
Per avere la percentuale di sconto, ovvero lo sconto che gli è stato applicato, dobbiamo
sottrarre il valore ottenuto al 100%; sarà quindi
Sconto applicato (%) = 100 – 69,64 = 30,36%
Tutti i diritti di riproduzione parziale o totale del presente documento appartengono all’I.P.S. Ravizza, rappresentato dal proprio Dirigente Scolastico.
Ne è pertanto vietato alcun uso diverso dalla semplice lettura a scopo informativo.
Qualsiasi abuso sarà perseguibile ai sensi della vigente normativa sul Diritto d’Autore (leggi 633/41, 248/00 e successive modifiche).
Materiale didattico a cura del prof. L. Scuderi
Es.2.3: A seguito di una vincita un giocatore d’azzardo ottiene 18.700,00€ pari al 78% del capitale
impegnato. Calcolare il valore di quest’ultimo.
Appare da subito evidente che il valore che cerchiamo è S, dato che l’altro è ottenuto a fine
processo (vincita); resta da capire se ci troviamo di fronte ad un sopra cento o ad un sotto
cento. Se analizziamo bene il testo vediamo che ci troviamo di fronte ad una vincita (quindi ad
un aumento di S), ma che ci viene notificato solo tale aumento e non l’importo totale (capitale
iniziale + vincita); quindi il valore di P è la sola vincita ed essendo pari al 78% di X è
ovviamente un sotto cento. Dato che la percentuale è riferita direttamente a P possiamo
direttamente scrivere
100 : 78 = X : 18.700,00
X = 18.700,00 . 100 / 78 = 23.974,36€
Æ
Es.2.4: Un camion che trasporta mobili pesa a pieno carico 2,3T; sapendo che la tara è il 3% del peso
lordo calcolare il peso del carico.
Il valore iniziale S è quello del peso lordo, e ci viene chiesto quello di P, ovvero del peso netto.
Ne consegue che ci troviamo di fronte ad un classico sotto cento e poiché
PN% = PL% – T% = 100 – 3 = 97
possiamo subito applicare la formula risolutiva
100 : 97 = 2,3 : X
Æ
X = 97 . 2,3 / 100 = 2,23T
Es.2.5: Una discoteca, in cui il biglietto d’ingresso con consumazione costa 16,00€, lancia una
promozione per gli ingressi in coppia: riduzione ad entrambi del 36% e una terza
consumazione gratuita a scelta. Calcolare l’importo che ogni coppia deve spendere per fruire
della promozione e il risparmio conseguente.
Il valore di S è ovviamente dato da 16,00, con l’accortezza di ricordarsi di moltiplicarlo per due
dato che l’ingresso in promozione avviene solo se in coppia, quindi sarà S = 32,00€. Siamo in
presenza di uno sconto, quindi ovviamente di un sotto cento, per cui sarà r = 100 – 36 = 64%;
la terza consumazione, essendo gratuita, è solo fumo negli occhi e non la consideriamo.
100 : 64 = 32,00 : X
Æ
X = 64 . 32,00 / 100 = 20,48€
Il risparmio Y sarà ovviamente dato dalla differenza tra S e X, ovvero
risparmio = 32,00 – 20,48 = 11,52€
o, se vogliamo farci del male o anche esercitarci un po’ di più sulle proporzioni
100 : 36 = 32,00 : Y
Æ
Y = 36 . 32 / 100 = 11,52€
Tutti i diritti di riproduzione parziale o totale del presente documento appartengono all’I.P.S. Ravizza, rappresentato dal proprio Dirigente Scolastico.
Ne è pertanto vietato alcun uso diverso dalla semplice lettura a scopo informativo.
Qualsiasi abuso sarà perseguibile ai sensi della vigente normativa sul Diritto d’Autore (leggi 633/41, 248/00 e successive modifiche).
Fly UP